caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi Chiudi finestra

OCULUS regia di Mike Flanagan

Nascondi tutte le risposte
Visualizza tutte le risposte
oh dae-soo     6½ / 10  16/04/2014 15:36:35Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
presenti spoiler

Una famiglia numerosa si trasferisce in una vecchia e grande casa nella quale iniziano a manifestarsi strani fenomeni.
Che film è?
Impossibile dirlo direte voi.
E vi credo, questo è il soggetto dell'87% del cinema horror americano mainstream.
Non se ne può più.
Se dovessi pensare ai migliori 30 titoli horror di questi ultimi 10 anni non ce ne sarebbe uno americano, nemmeno uno. O al massimo un paio indipendenti. Non c'è mai un'idea, nulla, soltanto il reiterare la solita pappardella perchè si sa che funziona, perchè si sa che il pubblico vuole quella, perchè si sa che gli spettatori in sala ormai sono abituati a quello e si sentono rassicurati solo con quello, perchè ormai gli sembra di "riconoscere" il genere solo con quello e si spaventano solo con quello.
E' davvero deprimente.
E io continuerò ad andare in sala perchè questa è la mia passione, perchè spero sempre in una svolta, perchè tanto meglio un horror fatto con lo stampino che stare a casa.
Ma basta. Credevo che con il 3 x 1 di Wan (i 2 Insidious e L'Evocazione) per un pò ci sarebbe stata una tregua. Ed invece ecco Oculus. Che è la stessa cosa. Con quel qualcosa in più. E con quel qualcosa in meno.
Il primo tempo è terribile, sembra di stare in una serie tv del pomeriggio. Personaggi insopportabili, attori ancora più insopportabili (io tifavo per la morte di tutti), dialoghi banali come pochi, sceneggiatura talmente scontata da rischiare il colpo di sonno.
Poi il secondo tempo fa un pò di casino, o forse, come con Insidious 2, ne fa anche troppo, ma almeno il rincorrersi del passato e del presente è buono, il ritmo non cala mia, due/tre scene che valgono le mette là.
E il finale è forse prevedibile sì, però è buono dai.
Siamo dalle parti di Shining, o almeno dell'anima di Shining, quella del luogo (o in questo caso dell'oggetto, lo specchio) che piano piano porta alla pazzia il padre di famiglia. Quasi impossibile provare empatia con attori così insignificanti ma la storia un pochino almeno ci coinvolge.
Ora, però, l'esperimento della ragazza (che già dalla sua prima inquadratura con quella coda di capelli che sculetta non sopportavo) è qualcosa quasi fantozziana. Ma dico io, a che serve? A riabilitare la loro dignità? Ma perchè? Lui è uscito dal manicomio, lo specchio andrà via, ma che rogne cercate? E perchè non distruggerlo subito con l'"ancora"? Ma vogliamo parlare del timer per bere e per mangiare?? Ma a cosa è servito? Ah, già, qualcuno moriva di disidratazione. Ragazzi,qui non si regge in piedi nulla. Se non, come dicevo, quel rincorrersi nei ricordi, quell'ottima costruzione per cui ogni fatto sembra avere una possibile spiegazione scientifica e una paranormale. Mi è piaciuta molto la cosa. E cercando sempre di dimenticare il ridicolo esperimento ho provato a immergermi nella storia e un pò ce l'ho fatta, con quel mischiare dramma famigliare alla ghost story, con quelle poche sequenze realmente riuscite (lei che mangia la lampadina, la mamma incatenata), con il tentativo abbastanza onesto di dare intimità alla storia, toglierle piano piano il respiro horrorifico e avvicinarla sempre più a quello umano. Con la tematica della pazzia che porta al figlicidio molto molto attuale purtroppo. E lui che per la seconda volta nella vita si trova a commettere (o no?) un omicidio quasi senza volerlo è un finale coraggioso, per niente consolatorio e anche, forse per la prima volta nel film, abbastanza empatico.
Ma siamo sempre su quei binari, cambia un vagone o due, ma siamo sempre su quei binari.
jack_torrence  17/04/2014 15:53:53Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
L'ho visto ieri sera, ottimo commento! Sono praticamente d'accordo su tutto. Anc'hio forse una sufficienza non gliela nego, non mi è spiaciuto affatto il montaggio temporale anche interno alla medesima inquadratura. Il film solo per quello meriterebbe di essere ricordato.
Purtroppo l'esperimento su cui poggia è inverosimile sia psicologicamente sia "finalisticamente"!
oh dae-soo  17/04/2014 17:01:17Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Oh, meno male, pensavo di avere le traveggole :)

Aspetto il tuo commento!
BlueBlaster  19/04/2014 13:45:54Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Sei "Caden Cotard " nel sito IL BUIO IN SALA?
oh dae-soo  19/04/2014 14:00:26Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
BlueBlaster  16/04/2014 17:31:51Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
oh dae-soo  17/04/2014 00:51:14Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Blue, la tua interpretazione è perfetta, niente da dire.
Ma è precisamente tutto quello che dice lei.
Insomma, le hai creduto.
Quello che volevo dire io è appunto che tutto questo che hai scritto te è assolutamente assurdo, svolto in maniera penosa (lo specchio sembra avere comportamenti sempre diversi, mai coerenti, un casino), quasi ridicola (loro che mangiano quell'unica volta le barretta, ma dai, l'esperimento sarebbe finito in giornata, non appena lo specchio avesse fatto qualcosa avrebbero lasciata libera l'ancora, giorni e giorni, impossibile) e di base non credibile. Il film ha questo che non va per me, una base non credibile, l'esperimento non ha assolutamente senso.
Ma ha cose molto buone, lo scontro fede-ragione, quello pazzia o verità. quello della disgregazione famigliare come metafora.
Ma la confezione, boh...
E poi ultimamente attori così scarsi non li avevo visti, ti giuro
BlueBlaster  17/04/2014 03:52:57Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Troppi dettagli...
Ma se tu vai al cinema con questa ottica non uscirai mai soddisfatto...va bene cercare gli horror underground, originali, d'autore o blasfemi...
ma bisogna anche prendere il genere per quel che è...questo non è un horror verso il thriller ma verso il fantasy e stare a sindacare sulla plausibiltà delle "azioni" di uno specchio mi sembra paradossale se uno ama l'horror a 360°.
Per me nel suo genere funziona ed è ben fatto, se poi mi dici che gli horror di questo genere non ti piacciono allora il mio consiglio è che non vada al cinema a vederli perchè sprechi soldi...in sala non troverai tanto meglio di così, per questo sottogenere intendo.
oh dae-soo  17/04/2014 07:30:58Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
I soldi non li spreco mai, anche se dovessi vedere un obbriobrio.
Vedi io vengo da filosofie ed esperienze diverse, avevo pure una videoteca, quindi ogni film visto al cinema per me è un'esperienza che vale la pena e migliore di scaricarsi un film, i soldi sprecati sono altri.
Per questo la filosofia di questo sito e della gente che c'è dentro (tipo roba "solo se non paghi" sui voti o commenti sempre con "meno male che era gratis" "soldi ben spesi" etc... la trovo deprimente, commenti così sono quanto ci può essere di più lontano da una passione)
I troppi dettagli li ha messi il film, non io. Se io l'avessi vivisezionato o.k, colpa mia, ma è lui che non cerca la semplicità e naufraga del tutto. Se in maniera scientifica mi parla di quello che fa lo specchio poi faglielo fare, altrimenti nessuno te lo chiedeva, asciuga tutto, fai le cose semplici e il film ci guadagna eccome.
BlueBlaster  17/04/2014 13:44:10Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Ma dai la frase del buttare soldi era chiaramente un modo per dire di non guardarli se tanto li reputi tutti uguali (non è che li reputi tutti uguali, alla fine lo sono quasi sempre davvero tutti simili).
Io non generalizzerei sulla filosofia del sito...il termine "se non paghi" è indicativo e solo per il 4 e 5 ma per il resto dei voti non è citato e poi io manco la considero la voce corrispondente al voto, anzi non ho notato tutte queste persone che dicono "soldi buttati" o "soldi ben spesi" a parte qualche volta...se vai a vedere i commenti sotto i siti di streaming li si che vedi la pochezza e la ristrettezza mentale, alla fine qui dentro ci sei anche tu quindi credo lo sappia che il sito va ben oltre i commenti superficiali sennò non scriveresti più.

Dipende da che punto di vista guardi il film...ti do ragione che vengono inseriti tanti elementi per l'esperimento che poi trovano il tempo che trovano, io le intenzioni del regista le ho capite (tutte le accortezze per non morire ecc...) solo che in effetti poi rimangono la o meglio sono solo accennate.
Comunque non è che parli tanto scientificamente dello specchio...elenca solo le morti a lui legate e i strumenti da lei usati per fare l'esperimento...per il resto non è che si metta ad analizzare i materiali, fare radiografie o utilizzi strumenti alla "Insidious".
Non è certo un capolavoro di sceneggiatura e pure il ritmo non è il suo forte visto che la prima parte e la seconda differiscono completamente , anche gli attori non sono certo di prim'ordine in specie la ragazza.
A me è piaciuto il tema famigliare in stile "Amityville Possession" ma sopratutto la capacità di fondere spazio e tempo oltre che realtà ed immaginazione nella seconda parte senza far perdere la tensione...il mio voto alto è principalmente per questa originalità nella struttura narrativa della seconda parte, se fosse stato un evolversi lineare il mio voto sarebbe stato come il tuo.

oh dae-soo  17/04/2014 14:24:50Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Ah, i commenti di filmscoop se paragonati al 90% di quelli di altri siti sono tesi di laurea :)

Comunque, i riferimenti al pagare o no nei voti sono due, sempre pochi, ma giusto per la precisione.

E la mia mica era un'accusa eh, era proprio che davvero non considero mai buttati i soldi per il cinema, nemmeno se vedessi Troppo Belli. Non lo vedo, ma se lo vedessi preferirei al cinema per capirsi. Io andrò sempre a vedere sti horror, anche peggio, esco, vado al cinema e mi vedo il film, è l'atto in sè che conta, non il film.

E qui spessissimo c'è il riferimento al biglietto.
Ma niente di male, è solo per spiegarti la mia posizione (onde evitare che qualcuno mi dica allora che ci vai a fare a vederli).

Per il resto Blue ti sono d'accordo praticamente su tutto con te.
Il fatto è che questo però è uno di quegli horror che cercano empatia con i personaggi, potresti anche eliminare la componente horror e appassionarti a loro due.
A me stavano sulle palle :)
Ed è normale che poi ogni mia valutazione sia in qualche modo viziata.
Per il resto i meriti di cui parli ci sono, o almeno provano ad esserci

Ciao :)
BlueBlaster  17/04/2014 14:50:51Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Infatti non si capiva bene forse, ma quando ho scritto il 4 e 5 volevo dire il "4 ed il 5 ".... non 4,5
Pure la mia ragazza andrebbe al cinema a vedere ogni porcata pur di andare, a me piace andarci ma preferisco sondare bene i film disponibili piuttosto che avere il rimorso di aver visto una porcata quando nella sala affianco c'era qualcosa di meritevole...purtroppo non posso andarli a vedere tutti al cinema i film, mi accontento dei dvd
oh dae-soo  17/04/2014 14:57:45Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Ah, ma su quello ovvio, anche io più di uno a settimana al cinema è difficile.
Ma tra cinema, dvd, tv (grazie a un blog che mi segnala tutte le sere i film da vedere in chiaro che meritano) e scricamento o streaming dei titoli più difficili alla fine non si resta mai senza.
carsit  16/04/2014 19:00:09Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Ottimo commento.
Purtroppo, come detto oramai fino allo sfinimento, l'horror sta morendo.
Quindi prodotti questo fanno solo bene.
Nulla di nuovo, però c'è una differente gestione dei soliti clichè.
In questo caso almeno osservi un'ottima gestione di due piani temporali, supportata comunque da 2-3 scene che sono notevoli veramente, dal punto di vista dell'impatto emotivo.
Quindi ritengo "oculus" un buon horror.
oh dae-soo  17/04/2014 00:44:59Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Non è vero.
La distribuzione horror sta morendo e sì, la media horror sta morendo, appiattita come non mai.
Ma di horror bellissimi ce ne sono tanti.
Ma nel sottobosco.
E quasi tutti in Europa o Asia.
E' questa la sconfitta grande che abbiamo con Oculus.
Che tu lo definisca un buon horror e io per la mia solita onestà intellettuale gli dia un 6,5 quando in realtà non mi è piaciuto, uguale com'è a tutto il resto.
Forse ci stiamo rovinando anche noi per accontentarci di questo.
Grazie per il resto
carsit  17/04/2014 13:53:42Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
EH ripeto, qua in Italia purtroppo non arrivano molti horror.
Poi non abbiamo più registi alla Argento o Fulci, che con tutti i difetti che avevano, sapevano comunque creare scene prettamente di spavento.
QUindi bisogna anche sapersi accontentare.
Oculus secondo me è una buona pellicola, molto meglio di altri film più sponsorizzati ( Paranormal activity, esp, l'altra faccia del male)
oh dae-soo  17/04/2014 17:02:29Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Su Paranormal Activity non scherzerei troppo sopra,aveva il suo perchè quando uscì,adesso è facile prenderlo in giro.
Sugli altri due, sì, meglio Oculus :)
carsit  18/04/2014 21:38:24Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Siamo sullo stesso terreno di caccia di "the blair with project"....
Forse apprezzabile l'idea di fondo, ma ripensando al tutto, mi sembra una presa per il c...... :)
BlueBlaster  19/04/2014 03:37:12Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Irrita che sono spacciati per terrorizzanti quando non lo sono!
L'idea invece c'è però ci sono tanti film con ottime idee che non hanno tutto sto eco mediatico.