caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi Chiudi finestra

STAR WARS - L'ASCESA DI SKYWALKER regia di J.J. Abrams

Nascondi tutte le risposte
Visualizza tutte le risposte
addicted     7 / 10  11/01/2020 17:57:06Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Solita premessa d'obbligo. In quanto fan di star wars almeno dal 1980, non posso giudicare un film di star wars come un film. È un'altra cosa.
Con questo ultimo episodio si chiude il racconto iniziato da Lucas nel '77, ma sopratutto si chiude questa terza trilogia. A questo punto si possono tirare le somme su questi ultimi tre film. Secondo me in realtà sono tre buonissimi episodi di Star Wars. Detto questo mi attiro di certo le critiche di tanti, ma devo essere sincero. Alla fine mi sono piaciuti. Mi sono divertito a guardarli e ogni tanto li rivedrò con piacere. Penso che siano stati oggetto di un rancore spropositato e infantile. Un po' come la trilogia prequel, che è stata massacrata ingiustamente da tutti. È arrivato il momento di dire la verità: star wars non è mai stato esente da difetti. Tutti i film di Lucas erano pieni di assurdità, forzature, battute imbarazzanti e situazioni poco plausibili. Cavolo! Alla fine stiamo parlando di avventure spaziali, astronavi giganti e spade laser!!! Come si fa a pretendere rigore narrativo e dialoghi intelligenti. Star Wars prima di tutto è un grande spettacolo e l'ultima trilogia in questo vale tanto quanto le precedenti. Anzi, a dire di più gli va anche dato il merito di aver introdotto due personaggi come Ray e Kylo che non sono mica male e rendono il tutto alquanto intrigante. Inoltre non si toccano mai i livelli di ridicolo di jar jar...
Insomma siamo seri: non pretendiamo troppo da star wars, divertiamoci e vogliamogli serenamente bene
Elmatty  11/01/2020 21:35:02Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Mi meraviglio come un fan di Star Wars di lunga data riesca a salvare questo film.
Gli altri due sono belli, e gli Ultimi Jedi è stato quasi innovativo per molti aspetti, ma quest'ultimo ha distrutto la coerenza della storia che durava dal 1977.
Va bene che Star Wars non è mai stato esente da difetti ma ci deve essere un minimo di filo logico, altrimenti potevano anche metterci Topolino come Signore Oscuro dei Sith a combattere contro Rey.
Quando si esagera con invenzioni e lo si fa anche male il fan non deve accettarlo a prescindere solo perché è i titolato Star Wars.
Io quando sono uscito dalla sala ero quasi incazzato per come hanno risolto malamente il tutto. E sono un fan di lunga data anch'io.
addicted  12/01/2020 09:07:36Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Di certo la resurrezione di Palpatine è il punto più debole del finale. Ma non mi ha dato così fastidio da oscurare tutto il resto. Il mezzo passo falso di Palpatine è più che compensato dalla sequenza sulle rovine della morte nera con la redenzione di Ben e la morte di Leia, che penso si possa annoverare tra le pagine più bella dell'intera enalogia.
Inoltre, se proprio vogliamo scadere nella nerditudine più estrema, anche l'idea di Palpatine che in quanto morto vivente non ha più il potere di prima ed è costretto a muovere i fili nell'ombra in attesa del sangue fresco di Rey non è male ed è anche in linea con il personaggio, che da sempre ha tramato nell'ombra e si è nutrito di forza in modo vampiresco. Insomma, secondo me nel complesso sono idee interessanti.

addicted  12/01/2020 11:17:36Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Mi viene da aggiungere qualche ulteriore riflessione sul Palpatine redivivo. A ripensarci mi sembra un'idea sempre più brillante dal punto di vista della sceneggiatura e dell'intera saga.
- è molto più coerente che tutta la storia fin dall'inizio abbia un solo potentissimo villain. Sarebbe stato piuttosto una forzatura far spuntare dal nulla uno Snoke mai visto ne sentito e doverne giustificare l'esistenza.
- Snoke invece è solo un avatar di Palpatine, che in quanto morto (non morto) è costretto a servirsene per riprendere il dominio
- mi piace molto l'idea di Palpatine come uno stregone nero non morto. È macabra e un po' lovecraftiana. Connota l'imperatore nel modo più sinistro possibile. È un cadavere che si tiene in vita attraverso pratiche proibite e proietta la propria anima nera in avatar creati in laboratorio. Degno di un buon film horror!
- per risorgere ha bisogno di Rey, vampirizzandola.
Guarda che a pensarci bene tutto torna, è un ottimo plot.
Robesch  13/01/2020 19:31:08Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
E' palese che l'idea di riportare in vita Palpatine sia stata tirata fuori all'ultimo e che non fosse assolutamente pianificata. Ci sono addirittura interviste in cui Ian McDiarmid afferma di essere stato contattato un anno fa da JJ Abrams per la parte in episodio IX.

Quindi alla faccia dell'ottimo plot, è una schifezza tirata fuori dal nulla dal povero JJ che non ha avuto migliori idee dopo che Rian Johnson ha ucciso Snoke nel secondo film lasciando la trilogia senza un antagonista.
Jumpy  15/01/2020 00:56:28Nuova risposta dalla tua ultima visita » Rispondi
Mi è salito il dubbio che nessuno aveva le idee chiare su come sarebbe evoluta questa trilogia, neanche nelle sue linee essenziali. Quindi sia Abrams che Johnson si sono trovati senza un canovaccio da seguire, senza un filo conduttore, senza sapere dove sarebbero andati a parare.
Ad ogni modo, per quanto riguarda Palpatine, potrebbe essere andata così:
Scenario 1: Snoke era davvero soltanto una sua pedina, giustificherebbe perchè come villain non è mai stato chissà cosa.
Ma non giustificherebbe come mai Palpatine si stupisce del legame tra Rey e Kylo Ren.
Scenario 2 secondo me più probabile: Johnson resosi conto che Snoke come villain lasciava molto a desiderare, l'ha tolto di mezzo.
Ha lasciato però Abrams con una bella gatta da pelare: senza Snoke, senza Luke e con i fan che avevano aspettative enormi sul film.
Ed ha cercato di risolvere alla meno peggio.