a ghost story - storia di un fantasma regia di David Lowery Usa 2017
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

a ghost story - storia di un fantasma (2017)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film A GHOST STORY - STORIA DI UN FANTASMA

Titolo Originale: A GHOST STORY

RegiaDavid Lowery

InterpretiCasey Affleck, Rooney Mara, Will Oldham, Sonia Acevedo, Rob Zabrecky, Liz Franke, Carlos Bermudez, McColm Cephas Jr., Grover Coulson, Daniel Escudero, Kimberly Fiddes, Augustine Frizzell, Brea Grant

Durata: h 1.32
NazionalitàUsa 2017
Generefantasy
Al cinema nel Luglio 2017

•  Altri film di David Lowery

Trama del film A ghost story - storia di un fantasma

Una figura spettrale - che un tempo era stata un uomo - si fa strada verso la sua ex casa, dove sarÓ destinata a rimanere per sempre. L'uomo Ŕ morto qualche tempo prima in un incidente stradale proprio davanti a casa sua. Lý osserva il lamento della sua amante addolorata, avvolto in un lenzuolo bianco.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,15 / 10 (13 voti)6,15Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su A ghost story - storia di un fantasma, 13 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

platypus  @  13/11/2018 21:17:32
   1 / 10
Troppo veloce e prolisso, non riesco a star dietro a tutta questa carica di adrenalina

platypus  @  13/11/2018 21:07:03
   1 / 10
Troppo veloce e prolisso, non riesco a star dietro a tutta questa carica di adrenalina

Macs  @  15/09/2018 09:00:56
   7 / 10
Il messaggio è tutto, in questo film. Si parla dell'ineluttabilità del trascorrere del tempo, l'oblio che ne consegue e la profonda malinconia che è l'essenza della vita. Lowery adotta un ritmo lentissimo e per questo si fa apprezzare - certo il film rischia di sacrificare forse troppo il lato dell'intrattenimento e finire per essere un'opera quasi soltanto cerebrale, e che quindi "intrattiene" quasi esclusivamente cervello e "spleen". Non è per forza un difetto, dipende da cosa si cerca nel cinema. La regia è ottima e le musiche azzeccate per il tipo di mood che si vuole trasmettere. Forse la bravura di Affleck è leggermente in... ombra, per esigenza di scena, ma nelle poche sequenze in cui interagisce da vivo con Rooney Mara non si può non notare l'ottima chimica fra i due. La sceneggiatura ha dei picchi interessanti nel finale, con una storia che sembra loopare o forse la comparsa di un altro "fantasma": qualunque sia l'interpretazione corretta, nemmeno Lowery lo sa, ma non è quello il punto. Ciò che conta è il desolante senso di vuoto, solitudine e inutilità che il film trasmette in merito al valore delle nostre esistenze e degli sforzi che l'essere umano persegue, da vivo come da morto. Poca luce e speranza rimangono dopo la visione.

1 risposta al commento
Ultima risposta 09/12/2018 03.25.23
Visualizza / Rispondi al commento
camifilm  @  11/08/2018 13:08:03
   5½ / 10
Bel film.
Messaggio arrivato.
Molto lento. Il più lento dei film che abbia visto.
Può portare a dormire tutto il tempo, pochi dialoghi, quasi Nulli.

wicker  @  26/07/2018 08:12:15
   8 / 10
film veramente particolare e originale.
Lentissimo ma che fa capire molto bene il senso dello scorrere del tempo,di ciò che stato e di quello che sarà . fotografia bellissima con inquadrature ampie e a pianosequenza proprio per enfatizzare questo concetto di vuoto,di grandezza e di dispersione degli spazi nei quali sono racchiusi i ricordi .
Buona prova della Mara , all'inizio entusiasta , poi angosciata e fragile nella scena della torta.
Ottima regia che nonostante il minimalismo della sceneggiatura non rende mai scarno l'interesse . Bravo Lowery

jason13  @  23/04/2018 23:40:10
   4 / 10
Tra un po' mi sono svegliato come un fantasma pure io...una noia mortale.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  08/03/2018 03:53:06
   7½ / 10
Davvero molto bello nel suo genere. Ottima ambientazione

EddieVedder70  @  09/01/2018 14:52:35
   8 / 10
Sapete che proprio non so da dove cominciare? dal fantasma: C.Affleck che gira per 4/5 del film sotto un lenzuolo? dalla storia: un loop con paradosso temporale annesso? dal minimalismo: una location scarna ben arredata, perfettamente fotografata ed illuminata?
Abbiamo già visto i fantasmi al cinema e in tv, in diverse forme, ma mai come (in modo infantile) li abbiamo sempre descritti (lenzuolo bianco in testa e due buchi "tristi" per gli occhi). Ci hanno già raccontato il retro pensiero dei fantasmi ma sempre utilizzando "noi" (vivi) per proiettare i loro non detti, le loro non risoluzioni (vedi "Ghost Whisperer"), ma MAI ci è stato raccontato il loro punto di vista dal "loro" punto di vista.
Ecco "A Ghost Story" supera la dimensione e ci fa vivere da fantasmi, con i suoi tempi (dilatati, dilatatissimi ...), senza ordine o apparente logica, con la sua staticità, con le sue emozioni (o sono percezioni di qualcosa che c'è stato e che si cerca di rivivere). Il fantasma non ha bisogno di capire, subisce (ma poi si sente frustrato e reagisce, .... talvolta) e a pazienza (tanta pazienza).
Probabilmente è "solo" un cortometraggio allungato e quindi qua e la ci sono scene un tantino poco cinematografiche (immagini ferme, sequenze di vita reale girate in tempo reale), ma tutto questo è funzionale a farci empatizzare con un lenzuolo e il regista (Lowery, da tenere d'occhio) ci riesce davvero. Cribbio, io mi sono innamorato di quel lenzuolo ambulante e, aiuto, da oggi casa mia mi sembra meno vuota (paura, vero?).
"A ghost story" è pieno di momenti memorabili, di scene immortali (quelle a cui spesso torni con i ricordi, con i racconti), ma è qualcosa di più, perchè è anche perfettamente incorniciato (vedere il taglio della pellicola), perchè è accompagnato da meravigliose musiche, è perchè ha inquadrature che fanno davvero "paura" (ma non è un film horror).
Non lo consiglio a tutti, ma se si gli dedica la pazienza e l'attenzione che merita, penso possa piacere a più di qualcuno.
In caso di visione, fate attenzione.... i dialoghi e i rumori della prima sequenza sono più importanti di quanto possano apparire. Le poche scene recitate sembrano davvero girate senza telecamera, la realtà messa in scena (con i suoi tempi)

In conclusione mi è sì piaciuto molto, ma credo che lo apprezzerò nel tempo, per le volte che lo citerò quando ve ne sarà occasione... anzi ora mi scrivo un appunto e lo nascondo in uno stipite, si sa mai che in futuro....

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  14/12/2017 23:22:09
   7½ / 10
L'esistenza di un fantasma è fatta di attese pazienti dove il tempo diventa astratto e perde gradualmente il suo senso. E' un'esistenza di immobilismo e quasi incomunicabilità verso un particolare soggetto di cui può perdere a volte anche il suo stesso ricordo. Non è assolutamente un film horror o un film fantastico, anche se dell'horror utilizza l'archetipo più infantile che ci sia, cioé il classico lenzuolo con due fori all'altezza degli occhi. Una idea che sulla carta può sembrare ridicola ma che nel film funziona perfettamente, come perfettamente funzionano la coppia Affleck/Mara già protagonisti di Tutti i santi del paradiso dello stesso Lowery. Una regia statica ed immobile che inquadra il quotidiano senza i sussulti che contraddistinguono il genere, ma che tramette la malinconica esistenza di un fantasma che non riesce o non vuole fare il passo finale per la propria trascendenza. Abbastanza originale per approccio, è un film inclassificabile in una categoria di genere. Da evitare assolutamente ai bimbominkia.

_Hollow_  @  23/11/2017 19:30:46
   8½ / 10
Peccato per quel monologo inutile e ridicolo a metà. Per il resto un signor film.

"Ogni storia d'amore è una storia di fantasmi".

2 risposte al commento
Ultima risposta 30/07/2018 17.24.19
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  03/11/2017 12:41:47
   7½ / 10
L'orrore non è quello del sangue, della morte, dello spavento, è invece dolore concreto e angosciante, fiaccato da solitudine e da impossibilità di intervenire sugli eventi e di comunicare con chi si è amato.
Vestito con un lenzuolo punteggiato da due occhi tristi, come da tradizione immaginifica un po' puerile e un po' favolistica legata alle presenze ultraterrene, un giovane uomo non passa "oltre" dopo essere stato vittima di un incidente, rimanendo a fianco all'amata in quella che diventa odissea straziante e muta, dapprima racchiusa nel dolore di lei, poi scandita dall'inevitabile avanzamento verso il futuro a lui precluso.
Il tempo scorre senza seguire leggi note: attimi diventano giorni, i secondi sono mesi, i minuti si fanno anni, in attesa di una liberazione che può arrivare o forse ottenebrare la mente per sempre, come nel caso del fantasma dirimpettaio, dimentico della propria ricerca.
" A ghost story" è pellicola minimalista a dir poco, fatta di pochissimi dialoghi e inquadrature statiche, di tempi dilatatissimi e permeata da delicate sofferenze mai ricattatorie, compressa nel rincorrersi delle stagioni, nell'avvicendarsi degli inquilini, mentre il luogo e i tempi mutano assoggettate a cronologie bizzarre.
La visione concessa è quella del fantasma e della sua emarginazione, di una nostalgia dichiarata con veemenza solo quando si esprime rabbiosa nel poltergeist di una delle scene più significative ed originali. Affascinante e filosofico con letture tra il nichilista ed altre più "futuristiche", si segnala come un melodramma mai patetico basato su un amore sconosciuto nella sua forma atipica ma in cerca di un obiettivo per essere realmente compiuto, per chiudere un ciclo e per (forse) aprirne un altro.

TheLegend  @  27/09/2017 17:35:58
   7½ / 10
Film particolare,sicuramente non per tutti.
Estremamente lento,a tratti fin troppo,ma capace di regalare bei momenti.

InvictuSteele  @  25/09/2017 13:43:46
   7 / 10
Un ghost movie originalissimo e particolare, un dramma dai ritmi lentissimi e soporiferi, forse allungati a dismisura per arrivare a un minutaggio accettabile, che conquista piano piano, fino a rivelarsi un grande film, emozionante, profondo, con una bella parabola sulla ciclicità della vita e sull'enormità del tempo.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giornoannabelle 3arrivederci professoreasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebanglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimoblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaocarmen y lolache fare quando il mondo e' in fiamme?christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredaitonadentro caravaggiodicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloria
 NEW
domino (2019)due amici (2019)escape plan 3 - l'ultima sfidafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposail flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil segreto di una famigliail traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla bambola assassina (2019)la caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malela mia vita con john f. donovanla prima vacanza non si scorda mail'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatolucania - terra sangue e magial'ultima oral'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema (2019)ma cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormalnureyev. il mondo, il suo palcooro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroid
 NEW
powidoki - il ritratto negatoprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleanersrapina a stoccolmarapiscimired joanrestiamo amicirocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaisoledadsolo cose bellespider-man: far from homestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abissothe elevatorthe intruder (2019)the mirror and the rascalti presento patricktorna a casa, jimi!toy story 4tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna famiglia al tappetouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark web
 NEW
welcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewonder parkx-men: dark phoenix

989859 commenti su 41661 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net