alleluia regia di Fabrice Du Welz Francia, Belgio 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

alleluia (2014)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film ALLELUIA

Titolo Originale: ALLELUIA

RegiaFabrice Du Welz

InterpretiLola Due˝as, Helena Noguerra, Laurent Lucas, David Murgia, StÚphane Bissot

Durata: h 1.35
NazionalitàFrancia, Belgio 2014
Generedrammatico
Al cinema nell'Agosto 2014

•  Altri film di Fabrice Du Welz

Trama del film Alleluia

Stanca del marito troppo geloso, Gloria scappa con la figlia per ricominciare una nuova vita lontano dal mondo. Spinta dall'amica Madeleine, per˛, un giorno accetta un invito a cena da Michel, un uomo conosciuto su un sito di incontri, e se ne innamora perdutamente. Michel, che di professione fa il gigol˛, per paura scappa ma Gloria Ŕ disposta a tutto per non perdere l'opportunitÓ di questo nuovo amore.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,57 / 10 (7 voti)7,57Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Alleluia, 7 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Fidelio85  @  13/04/2021 13:04:53
   8 / 10
Du welz è un regista che ammiro molto.
I suoi film non sono per tutti, qui siamo sulla scia di calvaire... Film molto introspettivo, un racconto nella mente malata di 2 persone.
Horror psicologico di altissima qualità!!

Overfilm  @  26/03/2020 21:07:06
   8 / 10
Mi ritrovo anche stavolta nella recensione di tylerdurden73 (di cui spesso seguo i "consigli"), ma mi tengo un po' piu' basso sul voto.
In realta' Calvaire, forse perche' sfruttava l'effetto sorpresa, mi era piaciuto ancor di piu', comunque il livello e' alto.
L'ultimo film che avevo visto tratto dalla (vera) storia di Martha Beck e Raymond Fernandez era stato Lonely Hearts (con J.Travolta), ma ce ne stati altri (un altro e' "I killers della luna di miele" del 1970).
A condurre il gioco inizialmente e' l'uomo, ma poi i ruoli si ribaltano (probabilmente proprio come accadde nella realta')..
Il finale sul momento delude un po'... ma in effetti e' forse il migliore che si potesse mettere in scena.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  03/06/2016 10:58:10
   9 / 10
Non è la prima che i famigerati Martha Beck e Raymond Fernandez ispirano qualche autore cinematografico. I cosiddetti "killer della luna di miele" fungono da punto di partenza anche per Fabrice Du Weltz, il quale ne rivisita le macabre avventure traslando le loro malefatte in terra europea.
Un panorama brumoso e grigio tipico di certo cinema belga, un incontro in chat tra cuori solitari ricolmi di disperazione, una notte di sesso, un prestito mai restituito e la storia in quattro atti dell' amor fou tra il fascinoso e truffaldino Michel (Laurent Lucas, già protagonista di "Calvaire"), e della bruttina Gloria (bravissima Lola Duenas, ben lontana dai ruoli almodovariani che l'hanno resa nota), è servito.
Una complicità omicida in cui il possesso e la prevaricazione stanno alla base del rapporto nato malato, in quanto generato da vissuti pregni di dolore e abusi. Sorprende il ribaltamento dei ruoli, con la manipolata divenuta manipolatrice dal momento in cui la gelosia muta in furia omicida. Donne sole, usate e raggirate, quindi poi fatte a pezzi dalla gelosia ferina di Gloria. Michel osserva attonito, innamorato e sfruttatore, accetta la mattanza esplicitata con ferocia da Du Weltz.
Fa tremare il punto d'incontro tra amore e pazzia, un corto circuito di sentimenti perversi modulati da istinti animaleschi. Si scorge dietro i numerosi primi piani dell'insistita quanto ostinata ricerca di sentimenti nobili, in apparenza sedimentati nel bisogno di costruzione di un rapporto, nel desiderio di rivalsa nei confronti di vite dalle misere soddisfazioni. Tutto però diventa torbido nell'esplosione dell'ossessione, nella possessione estrema, nel disagio sanguinario in cui anche il dimenticare gli affetti più chiari denota clamorose falle mentali.
Un film forte e crudo (oltre che crudele), capace di eguagliare la formidabile opera prima di Du Weltz, ovvero "Calvaire". Si pensava ad un autore smarritosi clamorosamente tra i pipponi filosofici di "Vinyan" e il piattume commerciale di "Colt 45", con "Alleluia", invece, Du Weltz si ritrova, riuscendo a raggiungere e raccontare ancora una volta le più diaboliche e deviate sfaccettature della natura umana.

Larry Filmaiolo  @  22/05/2016 11:26:29
   6½ / 10
Du Welz, che tutto sommato mi va di considerare un genio, confeziona il suo personale honeymoon killers con un occhio di riguardo ai particolari più macabri e impiastricciati del sesso e delle energie animali connesse. Tolta la straordinaria (A tratti, eccessiva) partecipazione degli interpreti però del gilm rimarrebbe poca cosa, un canovaccio trasognato e sempre in bilico tra realismo e trascendenza, anche se discretamente intrattenente e brutale nei momenti giusti. Un film che comunque vale la pena vedere, oltre la sua natura che mi è parsa simile a quella di un grottesco (e allo stesso tempo poetico ) divertissment, prima che omaggio.

Crabbe  @  07/03/2016 09:43:38
   7½ / 10
Dopo l'escursione poliziesca di Colt 44 Du Welz torna al "suo genere".

Dopo Calvaire e Vinyan un'altra solida conferma per Du Welz.

lupin 3  @  26/05/2015 00:19:55
   7 / 10
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  22/05/2015 22:21:22
   7 / 10
Adattando liberamente la vicenda degli Honeymoon Killers, avvenuta sul finire negli anni 40, Du Weiz porta sullo schermo la vicenda di un amore malato, direi quasi patologico tra due persone estremamente sole, la cui relazione potrebbe essere il viatico di una possibile felicità, ma sono immancabilmente travolti dalle lorro pulsioni istintive: la possessività di lei e l'infedeltà di lui. Non è la prima volta che questa vicenda viene portata sul grande schermo (ho visto il film di Kastle, molto bello peraltro, del 1971) e il regista belga decide di dare un taglio particolare che si concedntra principalmente nelle dinamiche che intercorrono fra i due personaggi, sull'evoluzione di un amor fou che sfocia in violenza incontrollata proprio per l'incapacità di entrambi a resistere alle loro pulsioni istintive. Du Weiz è bravo nel tracciare questo percorso malato attraverso un'immagine sgranata e sporca, dai toni molto cupi. Al contrario però non evita di forzare troppo la mano e andare sopra le righe oltre il consentito. Con i suoi piccoli difetti ritengo comunque che sia un film valido, specie se è piaciuto Calvaire.

3 risposte al commento
Ultima risposta 03/09/2015 15.34.49
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobaby yaga: incubo nella foresta oscurabastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecherry - innocenza perdutacome truecosa sarÓcreators: the pastcrisiselegia americanafino all'ultimo indiziogirl power - la rivoluzione comincia a scuolagodzilla vs. konggreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil mio corpo vi seppellira'il principe cerca figlioil talento del calabroneimprevisti digitalijudas and the black messiahla nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldl'amico del cuore (2021)lasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)ma rainey's black bottommadame claudemankminarimurdershownomad: in cammino con bruce chatwinnotizie dal mondooperazione celestinaoperazione varsity blues: scandalo al collegepalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2quello che non ti ucciderange runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosonsotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe fatherthe mauritanianthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostethe unholythe united states vs. billie holidaytua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliuna donna promettentewe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswonder woman 1984wrong turnyes dayzack snyder's justice league

1016444 commenti su 45275 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net