amadeus regia di Milos Forman USA 1984
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

amadeus (1984)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film AMADEUS

Titolo Originale: AMADEUS

RegiaMilos Forman

InterpretiSimon Callow, Elizabeth Berridge, F. Murray Abraham, Tom Hulce

Durata: h 2.38
NazionalitàUSA 1984
Generebiografico
Al cinema nel Novembre 1984

•  Altri film di Milos Forman

Trama del film Amadeus

Antonio Salieri, ex musicista di corte dell'imperatore Giuseppe II, rievoca ad un giovane prete, nel manicomio in cui è rinchiuso, il suo rapporto con Mozart. Per punire Dio del genio concesso ad uno "scostumato" come il giovane salisburghese e non a lui stesso, Salieri medita di rovinarlo e di carpirgli la gloria attribuendosi l'ultimo "Requiem" che Mozart non riesce a terminare prima della morte.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,46 / 10 (88 voti)8,46Grafico
Miglior filmMigliore regiaMiglior attore protagonista (F. Murray Abraham)Migliore sceneggiatura non originaleMigliori costumiMigliore scenografiaMiglior truccoMiglior sonoro
VINCITORE DI 8 PREMI OSCAR:
Miglior film, Migliore regia, Miglior attore protagonista (F. Murray Abraham), Migliore sceneggiatura non originale, Migliori costumi, Migliore scenografia, Miglior trucco, Miglior sonoro
Miglior film stranieroMigliore regia stranieraMiglior attore straniero (Tom Hulce)
VINCITORE DI 3 PREMI DAVID DI DONATELLO:
Miglior film straniero, Migliore regia straniera, Miglior attore straniero (Tom Hulce)
Miglior film straniero
VINCITORE DI 1 PREMIO CÉSAR:
Miglior film straniero
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Amadeus, 88 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

jek93  @  28/05/2019 19:42:59
   8 / 10
Decisamente uno dei capolavori degli anni 80 del cinema, nonostante un personaggio, quello di Mozart, troppo cartonizzato ed improbabile, ed un finale non del tutto convincente a livello di sceneggiatura. Comunque decisamente consigliato.

Hagen di Tronje  @  14/09/2018 13:25:11
   9 / 10
Film tratto dall'opera teatrale di Peter Shaffer che racconta la vita di Mozart e che focalizza l'attenzione sull'accesa rivalità con il compositore italiano Antonio Salieri. Al di là della veridicità storica, punto sul quale il film è alquanto discutibile, si tratta di un'opera di grande valore, caratterizzata da un'ammirevole attenzione ai dettagli (basti pensare ai costumi e alla scenografia) e da una splendida colonna sonora, costituita dalle composizioni del genio salisburghese. Ottime anche le prove attoriali, con l'ambiguo F. Murray Abraham che supera, se pur di misura, un Tom Hulce sopra le righe.
Certamente consigliato, soprattutto agli appassionati di Mozart e della musica classica in generale.

Romi  @  22/06/2018 17:43:35
   9 / 10
Bella rappresentazione della vita di Mozart. Ovviamente, in questi casi, la storia non puo' essere del tutto fedele per mancanza di notizie certe. Ne esce abbastanza mal concio il povero Salieri. Ma il film e' fatto molto bene, ottime le interpretazioni, ovviamente le musiche...

kafka62  @  10/03/2018 20:11:12
   7½ / 10
Come era lecito attendersi da un film di grande impegno produttivo e per giunta hollywoodiano, "Amadeus" si presenta formalmente impeccabile, sfoggia costumi e scenografie di alto livello e dispensa con calcolata parsimonia raffinatissime emozioni. Fatto per piacere a un pubblico vastissimo, "Amadeus" ha fatalmente del kolossal anche alcuni difetti, imputabili in parte al testo letterario di provenienza: la preferenza accordata a un modo di narrare prevalentemente aneddotico e monodimensionale (anche se siamo lontani dall'agiografia tradizionale, il film non fa trapelare nulla del secolo di Mozart, e anche la satira sulla corte dell'imperatore Giuseppe è fatta con acritica bonarietà), il ruvido, seppur efficace, schematismo nella descrizione dei personaggi secondari (il kapelmeister, la madre di Costanza, lo stesso imperatore), la pretesa di mostrare sempre tutto e non lasciare mai nulla alla fantasia dello spettatore (grazie a un serrato montaggio, la macchina da presa non si fa sfuggire alcuna espressione dei personaggi sulla scena e neppure i prodromi o gli sviluppi di una azione).
"Amadeus" si snoda così in maniera sostanzialmente gradevole (eppure a tratti fastidiosa per come lascia intravedere la totale assimilazione da parte del regista ceco dei meccanismi dello spettacolo hollywoodiano) fino alla parte finale, in cui Forman ritorna finalmente vero autore: atmosfere inquietanti e claustrofobiche, presagi funerei e alcuni inconsueti e suggestivi scorci cittadini, fanno da sfondo allo spegnersi progressivo e alla morte di Mozart. La scena più bella è forse quella del funerale, quando, sotto la pioggia, la salma del musicista viene gettata frettolosamente e con noncuranza in una fossa comune, quasi a suggellare simbolicamente l'incomprensione dei contemporanei nei confronti dl suo incommensurabile genio.
Se a rimanere maggiormente impressa nella memoria è probabilmente la risata sguaiata e irriverente di Tom Hulce, che impersona un Mozart davvero inusuale, è senza dubbio la musica la vera protagonista di "Amadeus". Oltre a quella, naturale e scontata, di colonna sonora, essa svolge due funzioni principali: una funzione di raccordo, giacché un continuum musicale fa sovente da trait d'union a sequenze distinte (ad esempio, le petulanti rampogne della suocera si trasformano, con una felice invenzione, nei vocalizzi de "Il flauto magico"); e soprattutto una funzione drammatica, tesa a far corrispondere le sonorità mozartiane all'intensità emotiva delle scene più importanti: così l'apparizione inattesa del padre prima e le visite del signore mascherato poi sono introdotte dalle famose note dell'ultimo atto del "Don Giovanni"; mentre il Confutatis maledictis del "Requiem", di cui viene praticamente filmata la genesi creativa, contrappunta il precipitoso ritorno a casa di Costanza, con la carrozza che percorre mortuarie distese invernali.

Peanuts02  @  20/01/2018 13:49:38
   9½ / 10
rivisto proprio ieri dopo tanto tempo.
Aldilà del romanzato Salieri, si tratta di un film bellissimo, non c'è che dire, uno di quei film che se vuoi lavorare nel cinema devi vedere assolutamente, perché praticamente risponde a tutti i requisiti di cui ha bisogno un capolavoro.
La recitazione? Ogni attore fa vibrare il film come le core di un'arpa, donandogli un'anima. Tom Hulce dona al personaggio di Mozart una simpatia unica ma al contempo lo riempie di un fascino decadente, mentre Abraham riveste Salieri di un tormento palpabile fin dalle prime scene, che degenera man mano rendendo il personaggio vicino allo spettatore nonostante stia in effetti dalla presunta "parte del torto"
E poi i costumi... Forse si tratta del mio film in costume preferito! Ogni singola parrucca è messa al posto giusto, così come i colori sgargianti, i fiocchi, i nastrini e le filigrane che popolano questo film. Anche quando tutto appare ridicolo, riesce a farlo con classe e non puoi non sentirti acchiappato da questo vortice magico!
Le tre ore di film scorrono bene, e donano ancora più magnificenza alla pellicola, magnificenza amplificata ulteriormente dalle splendide musiche.
Veramente ottimo!

pernice89  @  19/12/2017 13:44:56
   9½ / 10
Eccellente sotto tutti i punti di vista: la colonna sonora ovviamente, le ottime interpretazioni, la storia. Tutto. Lo segui dall'inizio alla fine e non ti perdi una singola battuta, non riesci a distrarti neanche volendo. Davvero uno spettacolo.

GL1798  @  01/11/2017 22:40:52
   9½ / 10
Credo che non esista un film che possa essere equiparato ad Amadeus.
Semplicemente stupendo e favoloso, caratteristiche presenti nel rinomato compositore viennese.

Mattia100690  @  29/08/2017 14:02:21
   10 / 10
Personalmente ho sempre amato questo film: nonostante le due ore e mezza di lunghezza (quasi 3 nell'edizione Director's Cut) la regia elegante di Forman, la bravura degli attori, la sontuosità delle scene e il mordente della sceneggiatura rendono questo film un capolavoro imprescindibile, sia per i musicisti che per i semplici amanti del cinema.

Giovans91  @  13/01/2016 12:45:40
   9 / 10
!Attenzione, commento dov'è presente una scena SPOILER!

Capolavoro di Milos Ferman. La spettacolare biografia di Wolfgang Amadeus Mozart viene narrata dall'acerrimo nemico Antonio Salieri, il compositore italiano invidioso del suo genio e della sua fama.
Grandioso, potente, visivamente magnifico, splendidamente interpretato e diretto. Un film dalle grandi scene, che raggiunge il suo apice nella bellissima scena in cui Salieri aiuta Mozart a completare il "Requiem" che lui stesso gli ha segretamente commissionato: vedere i due musicisti che compongono insieme, in un clima di angoscia crescente, è meraviglioso; quantunque sia fisicamente provato dalla malattia che lentamente lo sta divorando, Mozart riesce lo stesso a dare lezioni di musica a Salieri, il quale, sebbene sia in perfetta salute, fatica come un matto a stare dietro alle continue intuizioni compositive che gli suggerisce il suo collega. Una sequenza, questa, veramente emozionante.
Un capolavoro che ho visto tante volte e che non stanca mai, sia nella versione cinematografica che in quella della director's cut.

gherardo81  @  29/09/2015 01:16:15
   9 / 10
Filmone. I tempi scanditi realmente a suon di musica, di musica classica, raccontano la storia di Mozart e Salieri, una storia di invidia e ammirazione, amore e crudeltà. A mio gusto, una mezz'ora finale un pò più audace avrebbe valso il 10. Questi sono i filmoni, non la roba che gira oggi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  04/06/2015 21:25:20
   7½ / 10
I film in costume non mi piacciono, rispetto ed apprezzo la musica classica ma detesto l'opera lirica in qualsiasi forma essa si presenti; tuttavia all'acclamazione che si porta appresso dal giorno della sua uscita proprio non ho saputo resistere (complice la prestigiosa firma in regia).
Non solo una ricostruzione scenica tecnicamente ineccepibile, ma una storia (quanto accurata non lo so) di brama ed invidia che, nonostante la durata tutt'altro che appetibile, riesce ad emozionare dall'inizio alla fine non solo per le tematiche che fanno da filo conduttore ma anche, soprattutto, per le grandi interpretazioni dei due protagonisti; infatti se Tom Hulce e' bravissimo, Abraham e' semplicemente magistrale nella parte dello sfortunato Salieri, musicista cortigiano dall'indubbio talento (meritato?) in costante battaglia con il suo subconscio nei confronti di un "nemico" "ingiustamente" superiore che lo stima nel contempo che sprofonda in un vortice di fatale autodistruzione.

Non si sposa per niente con i miei gusti personali, ma stavolta vado controcorrente e mi unisco al coro degli estimatori.

The Jack  @  25/05/2015 11:46:40
   9½ / 10
Nel 79, Peter Levin Shaffer, scrive l'opera teatrale Amadeus, dove si simula un odio non documentato tra Salieri e Mozart.

Forman adatta questo soggetto per costruire il suo capolavoro e la trovo un scelta azzeccatissima. Diciamolo, o fai un film storico fedele al 100% o fai qualcosa di diverso.

Di questo film mi piace praticamente tutto. La risata del protagonista, l'incredibile interpretazione di Murray, la neve che cade (spesso neve vera che veniva magicamente in aiuto alla truppa), l'uso delle musiche di Mozartz, i teatri, le scenografie, l'epilogo colmo d'intensità e commozione.
In 3 ore di film, io ho sempre visto solo la versione estesa, non ci si annoia mai. Almeno io non mi sono mai annoiato.

DogDayAfternoon  @  03/12/2014 21:00:35
   7½ / 10
Opera monumentale di Forman, tecnicamente eccellente. Probabilmente una storia leggendaria che ha poco di vero, con un Mozart esageratamente caricaturale ma che sicuramente dà un tocco di brio in più alla pellicola. Un film che appassiona discretamente, anche se nella seconda parte ci sono intermezzi di rappresentazioni troppo lunghe per i miei gusti che ne hanno rallentato la visione, oltre ad un finale fin troppo aperto e criptico. Oscar tutto sommato meritati, giusto riconoscimento per il gran lavoro del regista.

alepr0  @  06/02/2014 01:35:42
   7½ / 10
Devo ammettere che ero un pò riluttante a vederlo, ma devo dire che mi è piaciuto molto. La vita di Mozart non credevo fosse stata così movimentata. Da guardare.

david briar  @  28/12/2013 18:03:27
   8 / 10
Ho scritto tutto nel commento della Director's cut,che consiglio di vedere più di questa versione,ovviamente comunque spettacolare,premiata con 8 Oscar.

Nella Director's cut,i 20 minuti approfondiscono meglio Mozart e sua moglie,e danno un ulteriore conferma della voglia di Salieri di umiliare il rivale in tutti i modi,anche attraverso la sua sposa.
Il film è arricchito da questo,per niente appesantito,per questo consiglio la versione del 2002 con le aggiunte,a cui ho dato mezzo punto in più.
Questa originale dell'1984 è in ogni caso su altissimi livelli.

Il film entra di diritto nella storia del cinema,fra i più grandi film in costume.Immancabile per qualunque appassionato..

dagon  @  16/08/2013 21:26:06
   9½ / 10
Splendido film di Forman, ai limiti della perfezione: messinscena opulenta, sceneggiatura impeccabile e sfaccettata, fotografia eccelsa, musiche meravigliose (e vorrei vede'!!!), ottime performance degli attori. 8 oscar meritatissimi; l'unico dubbio per me sarebbe stato tra i due protagonisti, specie dopo averlo visto in versione originale. Hulce e Murray Abraham, superlativi, non si ripeteranno mai più a questi livelli, finendo, paradossalmente, quasi schiacciati dal "ruolo della vita". Il mio voto si riferisce alla versione cinematografica originale e non alla director's cut ridoppiata e con una ventina di minuti in più -soprattutto sequenze estese di opere- che non aggiungono niente alla vicenda e che rallentano leggermente il ritmo (diciamo mezzo punto in meno, resta sempre un film eccellente)

Matteoxr6  @  16/08/2013 02:49:00
   7 / 10
Non annoia; e il rischio che accada, in film come questi, è sempre alto.
Bravi gli attori e molto positiva la messa in scena della sceneggiatura.

Blatta Blasfema  @  04/08/2013 13:29:53
   8 / 10
Uno delle pochissime visioni scolastiche che mi rapì per davvero.
Rivisto qualche tempo fa e in qualche passaggio mi ha un po' annoiato, la lunghezza si fa sentire.
E' comunque un gran film.

ferzbox  @  23/02/2013 15:51:18
   9½ / 10
Ecco un altro film che ho adorato tantissimo.."Amadeus" è un superlativo omaggio alla storia di uno dei più grandi compositori di musica classica mai esistiti:"Wolfgang Amadeus Mozart"...
Una pellicola che ci fa percorrere maestosamente tutta la vita di questo grande personaggio..le sue doti,il suo carattere spiazzante ed eccentrico,le sue sofferenze e le sue difficoltà nel farsi riconoscere come grande maestro della musica...
Una contesa tra lui e l'affermato compositore Antonio Salieri,invidioso delle capacità di Mozart a lui negate, al punto di escogitare una soluzione subdola per distruggerlo e sfruttarlo per avre il successo a lui negato...
Un film sontuoso che mostra una grande abilità cinematografica accompagnata da una musica grandiosa che è rimasta e rimarrà per sempre nella storia dell'umanità...
Un capolavoro assoluto....

sagara89  @  05/12/2012 23:42:54
   8½ / 10
Un vero capolavoro. Forse solo un po trp lungo.

nyc93  @  27/10/2012 17:10:55
   10 / 10
Gli oscar vinti dicono tutto, Capolavoro.

Sestri Potente  @  16/08/2012 18:47:10
   7 / 10
Bello e anche divertente soprattutto nella prima parte, poi non nascondo che nella seconda mi sono un po' annoiato.
Davvero azzeccata la performance di Mozart!

BlueBlaster  @  03/08/2012 16:26:35
   8 / 10
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohà  @  02/04/2012 22:42:04
   9 / 10
Non mi risulta che, storicamente, Salieri fosse invidioso e nemico di Mozart, il quale ha un talento incommensurabile ed imparagonabile, nella sua epoca.

Che Salieri abbia detto: "Perché Dìo avrebbe scelto un fanciullo osceno quale suo strumento?" non la trovo da nessuna parte, in qualsiasi biografia.
Ma no, lui l'ha presentato come fanciullo geniale a corte.

Talvolta Mozart viene rappresentato, nel film, come un ragazzino stupido e dedito alle risate facili. Questo rende la pellicola un po' sciocca.
Anche se l'attenzione viene sempre, comunque attratta dalle musiche superbe ed irripetibili di Amadeus.
Ma Mozart è sempre a corto di denaro. Gli verrà chiesto do comporre un "Requiem" che gli verrà, parzialmente, pagato in anticipo. Amadeus fa fatica.
Non proseguo oltre, sarebbe uno spoiler poco dignitoso per un/una cinefila. :)

E' davvero stupendo. I costumi, la fotografia, la regia, gli attori stessi ne fanno un piccolo capolavoro.

Ma no! Perché piccolo capolavoro? E' un capolavoro!!!



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

midnight clown  @  02/04/2012 18:56:45
   10 / 10
Potente,profondo,universale,un film che ti alza di penso e ti attacca al muro, non manca proprio nulla in questo capolavoro di Forman. Assolutamente importante la bellezza della colonna sonora, che sensibilizzerà alla musica classica anche i non appassionati.

SuperLollo  @  25/02/2012 20:18:03
   10 / 10
Io avevo giò visto questo film,ma in versione Director's Cut,ossia con 20 minuti aggiuntivi tagliati nella versione originale...ossia questa.Comunque,ultimamente ci hanno fatto vedere questa versione a scuola e io l'ho trovata a pari con l'altra versione,perchè questa versione è meglio in una cosa mentre l'altra versione in un altra.
Questa versione è migliore nel doppiaggio,molto più bello dell'altra versione,ma l'altra versione,con i suoi 20 minuti aggiuntivi chiarisce alcuni dubbi.Detto ciò,10 a tutte e due.

TheShadow91  @  10/02/2012 15:10:08
   8½ / 10
Film stupendo.ma con qualche difetto.La prima ora e mezza è semplicemente fantastica!Eccezionale la psicologia di Mozart e sopratutto quella di Salieri e gli intrecci fra loro 2.Bellissime anche le opere e la musica.Ma purtroppo nella seconda parte rappresentano un pò il difetto princiaple del film: la trama tende a rallentare troppo,con più di un'ora passata e vedere Mozart che faceva opere e opere(a volte mostrato con poco filo logico),belle quanto si vuole,ma che hanno piuttosto "annacquato il film".Tutto compensato però da uno delel scene finali più belle della storia del cinema!Oscar meritatissimo ad Abraham

grillone  @  20/01/2012 11:46:12
   9 / 10
Visto a scuola... devo dire che è uno dei pochi film visti a scuola che mi ha interessato veramente!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  13/01/2012 13:57:57
   7½ / 10
Venti minuti in meno rispetto alla versione "director's cut" bastano per appesantire meno la visione e consentono un mezzo punto in piu'!
Tra le scene tagliate assistiamo alla conferma di castita' da parte di Salieri che rifiuta le grazie di una giovane donna...probabilmente Forman decise di togliere questa scena di nudo per portare questo film alla visione anche dei piu' piccoli e infatti è questa la versione che mostrano nelle scuole!
Una sola cosa volevo aggiungere e che non ho scritto precedentemente...Murray Abraham nella parte di Salieri è straordinario!

Metallo22  @  04/01/2012 17:16:22
   8 / 10
Quasi tre ore di film che non annoiano mai, perché nei momenti in cui non ci sono dialoghi ben congegnati c'è musica eccelsa, e viceversa.

Anche se l'invidia, come si dice, è una brutta bestia non posso nascondere di aver nutrito una certa simpatia nei confronti di Salieri, che


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

non aiutato per niente dal "caratteraccio" e dai comportamenti di un incosciente e urticante Mozart.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Febrisio  @  25/12/2011 10:17:49
   8 / 10
Amadeus è film bellissimo malgrado alteri alcuni fatti storici, e col triste rammarico che lascerà a molte persone un luogo comune, un bel luogo comune, appioppato ad uno più grandi compositori mai esistiti. Questa è una pazzia. (e chissà quanti film fanno la stessa cosa!!)

Gruppo REDAZIONE Cagliostro  @  18/12/2011 17:28:49
   9 / 10
"Pentiti!"
"No!"

Un film incommensurabile costruito su una sceneggiatura perfetta (di Peter Shaffer) con una regia elegantissima e raffinata e un cast superbo fra cui, nemmeno a dirlo, svetta F. Murray Abraham. Malgrado alcune (inevitabili!) forzature nella costruzione e soprattutto nella caratterizzazione dei personaggi, il film scorre meravigliosamente grazie ad una perfetta alternanza dei tempi cinematografici.
Superbe le scene del Don Giovanni e la progressiva costruzione musicale del Confutatis della Messa da Requiem. Da brividi!

"Ah, Padron! Siam tutti morti".

"Chi l'anima mi lacera!
Chi m'agita le viscere!
Che strazio! Ohimè! che smania!
Che inferno! Che terror!"

Requiem!

Dies irae, dies illa solvet saeclum in favilla, teste David cum Sybilla.

Rex tremendae maiestatis, qui salvandos salvas gratis, salva me, fons pietatis

Confutatis maledictis, flammis acribus addictis, voca me cum benedictis. Oro supplex et acclinis, cor contritum quasi cinis, gere curam mei finis.
Lacrimosa dies illa, qua resurget ex favilla judicandus homo reus. Huic ergo parce, Deus. Pie Jesu Domine, dona eis requiem! Amen!

Schizoid Man  @  25/06/2011 12:40:03
   8 / 10
Sfrontato, anticonformista, maleducato, volgare, edonista, irriverente ma anche maledettamente geniale: chi era costui? Semplice: Wolfgang Amadeus Mozart. Un talento, il suo, tanto creativo e precoce quanto ribelle ed effimero, dato che morì, stroncato da una violenta febbre di tifo, a soli trentacinque anni. Eppure, sebbene la vita non gli abbia concesso molto tempo, fu in grado di comporre - fra sinfonie, concerti per clavicembalo e pianoforte, musica sacra e da camera, quartetti sia per archi che per pianoforte, per non dimenticare le opere teatrali - qualcosa come settecento lavori. Impressionante. Un'esistenza sregolata, una vita condotta sempre al massimo, perennemente e indefessamente alla ricerca della più bella musica che si potesse offrire al pubblico. E dato che nel campo musicale era un genio assoluto, in questo egli riuscì pienamente. Mozart fu, semplicemente, il miglior compositore che l'orecchio umano abbia mai avuto modo di udire. Logico, quindi, che cotanta bravura, incredibilmente racchiusa in un uomo solo, potesse suscitare un po' di invidia nei suoi colleghi, inevitabilmente meno dotati di lui. Tra questi ultimi, in particolare, vi era uno che non lo poteva proprio soffrire: il suo nome era Antonio Salieri, un compositore provvisto "soltanto" di un buon talento, che perciò si dovette accontentare di vivere perpetuamente all'ombra del grande maestro salisburghese. L'invidia che Salieri provava nei confronti di Mozart era tale da ossessionarlo fino a farlo diventare paranoico; a causa di ciò, in vecchiaia, arrivò perfino a tentare il suicidio, perché era roso dal rimorso di aver provocato - a suo dire - la morte del suo tanto odiato collega.
Ed è proprio da questo episodio, con Salieri rinchiuso in un manicomio, ormai anziano e prossimo alla morte, che parte la pellicola che Milos Forman ha tratto dal testo teatrale di Peter Shaffer, il quale ha collaborato in prima persona all'adattamento cinematografico della propria opera. Attraverso le parole di un Antonio Salieri ebbro di invidia e rancore, riviviamo la sua rivalità - più presunta che reale - con Mozart.
Sebbene il film esageri nel romanzare la vita di quest'ultimo, il risultato finale è sicuramente di tutto rispetto. "Amadeus" è un film formalmente ineccepibile (notevoli sia i costumi che le scenografie); il regista praghese è molto abile a confezionare una pellicola spettacolare, appassionante e coinvolgente che, nonostante la lunga durata (158 minuti), riesce sempre a tenere vivo l'interesse dello spettatore. Molto bello il duello fra i due attori protagonisti, Tom Hulce e F. Murray Abraham. Per Hulce il ruolo di Mozart è una di quelle parti che, nel bene come nel male, segnano l'intera carriera; infatti, benché in questo caso sia molto bravo ad assecondare l'estro folle del proprio personaggio, successivamente non ha mai più avuto ruoli all'altezza di questo, forse perché a rubargli la scena ci pensa Murray Abraham, che, nei panni di Antonio Salieri, riesce perfettamente a dare corpo alle ossessioni, e alle frustrazioni, di cui soffre il suo personaggio. Rimane nella memoria, nel finale, la sua frase "mediocri di tutto il mondo, io vi perdono".
Il film, comunque, raggiunge il suo apice nella bellissima scena in cui Salieri aiuta Mozart a completare il "Requiem" che lui stesso gli ha segretamente commissionato: vedere i due musicisti che compongono insieme - in un clima di angoscia crescente - è meraviglioso; quantunque sia fisicamente provato dalla malattia che lentamente lo sta divorando, Mozart riesce lo stesso a dare lezioni di musica a Salieri, il quale, sebbene sia in perfetta salute, fatica come un matto a stare dietro alle continue intuizioni compositive che gli propone il suo collega. Una sequenza, questa, veramente emozionante.
Del film ne esiste anche una versione director's cut, che aggiunge quasi una ventina di minuti in più (arrivando così ad un totale di 173) a quella che uscì al cinema nel 1984. Perlopiù le scene aggiunte riguardano i rapporti tra Salieri e la moglie di Mozart: scene interessanti ma che sostanzialmente non cambiano granché nel giudizio complessivo della pellicola. Splendida la suggestiva fotografia di Miroslav Ondricek. Assieme a "Qualcuno volò sul nido del cuculo", "Amadeus" è il miglior film che Forman abbia mai girato a Hollywood. Pioggia di Oscar: miglior film, regia, sceneggiatura, attore (Murray Abraham), costumi (Theodor Pistek), suono (Mark Berger, Tom Scott, Todd Boekelheide, Christopher Newman) trucco (Paul Le Blanc, Dick Smith), scenografia (Patrizia von Brandenstein, Karel Czerny).

Jh0n_Fr0m_Br0nx  @  12/05/2011 20:14:21
   8½ / 10
Eccezionale è dir poco.
Uno dei film che si differenzia molto dalla tipica produzione cinmatografica tipica degli anni '80, forse è anche questo uno dei motivi del suo strepitoso successo.
Il film non è propriamente una biografia dato che la trama si basa su una leggenda senza basi solide, cioè l'antagonismo nato tra Mozart e l'italiano Salieri.
Ma accontonando questo dato il film risulta essere ugualmente un prodotto grandioso accompagnato dalle inconfondibili melodie di Wolfang Amadeus Mozart.
La cornice narrativa di Salieri e il prete a mio parere non è del tutto pertinente al film.

marcos987  @  19/03/2011 16:55:56
   10 / 10
capolavoro. straordinaria prova di murray abraham nei panni di antonio salieri.
al di là della storia di mozart e della teoria secondo la quale fu antonio salieri ad ucciderlo, la tematica principale del film è l'invidia... e di come essa gradualmente si evolve... dalla frustrante consapevolezza iniziale di non poter reggere il confronto con l'invidiato... al desiderio irrefrenabile di vederlo soffrire fino a ucciderlo.

gemellino86  @  06/02/2011 23:13:20
   8½ / 10
Un film di notevole fattura sulla vita di Mozart retto da un grande gruppo di attori. Originale il modo in cui viene trattato. Da premiare regia e sceneggiatura.

pipizanzibar  @  19/01/2011 22:58:29
   8½ / 10
Oskarsson88  @  15/01/2011 20:31:11
   6 / 10
non fatelo vedere a scuola

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/01/2011 20.33.13
Visualizza / Rispondi al commento
arpia  @  12/01/2011 07:51:51
   10 / 10
Un film stupendo in ogni dettaglio (sonoro, attori protagonisti, dettagli tecnici e storici, riferimenti culturali): l'antagonismo mai sopito tra i geni e i mediocri alla Salieri e la mediocrità elevata a sistema meritocratico psicologico, psicopatico e manicomiale. Il regista è andato oltre (otre mer come avrebbero detto i Templari periti per mano del francese Filippo il bello nel lontano 1317).
In particolare ha colto tutta il sapere degli Illuminati di Baviera tedeschi, come Mozart, la cui musica chiarisce anche il loro pensiero. Ma esso si ritrova assai più chiaramente nel Silmarillion di Tolkien sulla nasciata dei Draghi del Dangeon: un NO ostinato a Dio. Espresso in musica naturalmente e nella lettura alfabetica delle partiture musicali. Mozart finì appunto in fossa comune poichè musicando il Requiem (il libello era in uso uguale per tutti) manifestò nuovamente il suo NO con un ritorno all'ostinato. Neppure la scelta delle partiture musicali è casuale dunque e il Requiem esprime l'idea del Rex tremendae Majestatis che giudica a partire da quanti sono andati al rogo (ex favilla). Un sentire musicale paragonabile solo alla lettura biblica dei salmi, tra cui quelli dedicati all'orecchio musicale di Dio, al mito di Beniamino e ai musici. Un film da rivedere più volte: una sola volta non consentirebbe lectures di approfondimento ma solo una più superficiale critica cinematografica.

7219415  @  21/11/2010 18:06:58
   5½ / 10
Visto a scuola con la professoressa di musica...che brutti ricordi...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  07/10/2010 14:39:30
   7½ / 10
Visto in questi giorni per la prima volta integralmente e forse con qualche aspettativa di troppo...
L'"Amadeus" di Forman è un film di indubbio interesse e fascino, probabilmente però troppo romanzato e forzato in alcuni punti. Non mi aspettavo certamente un ritratto di un personaggio così fanciullesco. Per il resto nulla da criticare, splendidi costumi, incantevole colonna sonora, bellissima fotografia, superba regia (nella parte finale poi una sequenza davvero magistrale).

benzo24  @  12/09/2010 13:41:55
   3 / 10
rivisto dopo anni mi accorgo che questo film è veramente brutto, più che biografico è fantasy, inoltre non si può rappresentare mozart come un ritardato mentale, è veramente un sacrilegio.

1 risposta al commento
Ultima risposta 20/10/2010 13.42.20
Visualizza / Rispondi al commento
Lopan88  @  02/09/2010 21:25:51
   10 / 10
stupendo, da vedere assolutamente

Aztek  @  07/07/2010 23:55:12
   7 / 10
Film visto per caso, e siccome non è il mio genere, non sono riuscito ad apprezzarlo appieno, o meglio, ci sono stati momenti di vera noia durante le oltre due ore e mezza di sceneggiatura.
Ma nonostante questo, non ci si può bendare gli occhi davanti ad una magnifica riproduzione della Vienna di fine 1700, alla maestosità di alcune scene, alla perfezione dei costumi e alla bellezza della musica.
Ovviamente per gli amanti di questo genere, è un capolavoro.

Manu90  @  02/07/2010 10:26:36
   7½ / 10
Un bel film, ottimamente diretto e interpretato divinamente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  04/06/2010 14:50:55
   7½ / 10
Un film abbastanza interessante, che racconta la vita del compositore Mozart con alcune "esagerazioni", tutto sommato 7 1/2, ma non me la sento di dargli di più.

Invia una mail all'autore del commento Axel  @  30/04/2010 16:41:48
   9½ / 10
Leviamoci subito di torno il sassolino dell'ovvio: non è un film biografico su Mozart.
Qui si parla su della grandezza e solutidine del GENIO, che non può essere capito, ma al massimo invidiato o disprezzato dalla società (l' "oltre l'uomo" tra le mediocri scimmie parlanti che siamo tutti noi, ma che fa riSUONARE le corde dell' "oltre-uomo" in ciascuno di noi...).

Altro punto immenso: ancora devo vedere un film che sa amoreggiare con la musica come questo!

Gruppo REDAZIONE maremare  @  13/03/2010 02:49:25
   9 / 10
Grande film, che mi fece letteralmente impazzire quando uscì illo tempore.. ora con vent'anni di malizia in più sulle spalle lo trovo 'semplicemente' un ottimo film

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  12/03/2010 23:57:08
   9½ / 10
Personalmente è uno dei più bei film in costume che abbia mai visto, ma i pregi non si fermano solo all'ottima ricostruzione scenografica. Questo è un film che sa coinvolgere emotivamente, i personaggi sono tratteggiati in maniera sublime, protagonisti e comprimari. Vedere Hulce e Abraham nella scena della dettatura del Requiem è qualcosa che (ri)concilia con il cinema: il genio assoluto che detta al mediocre l'ennesimo capolavoro, l'ennesima sconfitta ad un Salieri che non regge il ritmo di un processo creativo naturale ed istintivo, condannandolo ad un'esistenza di rimorsi e di follia.
Per un film come Amadeus infine, direi perfetta la scelta di Forman di usare solo la musica di Mozart.

Invia una mail all'autore del commento s0usuke  @  10/03/2010 14:40:59
   7½ / 10
La storia di Mozart attraverso le sue follie, i suoi vizi, i suoi virtuosismi e le sue debolezze... decantate da un altro maestro del tempo come Antonio Salieri, interpretato alla grande da Abraham. Si tratta del classico e perenne scontro tra tecnica (Salieri) e talento (Mozart) combattuto sul sinistro palcoscenico dell'invidia. Forman dirige ora freneticamente ora pacatamente... Hulce magistrale.

kirk h.  @  26/12/2009 16:37:03
   8½ / 10
gran film su mozart il problema è che non riesco a capire se la storia è vera o no cmq davvero un bel film

5 risposte al commento
Ultima risposta 27/12/2009 11.37.25
Visualizza / Rispondi al commento
USELESS  @  05/11/2009 18:03:05
   7 / 10
Ricordo di averlo visto, sicuramente buono. Ma perchè mi ricordo di più Falco?
Rock me Amadeus??? http://www.youtube.com/watch?v=trOij8SPIAo

dobel  @  01/11/2009 17:02:57
   9½ / 10
Bè, che dire... E' un film grandissimo. Gli attori fantastici e le ambientazioni grandiose. Imperdibile!
Mozart era poi così? Intanto dobbiamo dire che il film di Forman è basato sulla pièce di Schaffer, che a sua volta si rifà al 'Mozart e Salieri' di Pushkin; quindi le vicende narrate sono romanzate. Rimane però da dire che Mozart in effetti era così, basta leggere il suo epistolario; ma era anche un uomo di grandi profondità e dall'anima abissale. Semmai il povero Salieri era tutt'altro che come descritto: filantropo come pochi (diede gratuitamente lezioni di musica al precocissimo Schubert e a Beethoven solo per la gioia di aiutare due ragazzini dotati oltre misura), uomo mite e generoso. Che sfortuna passare alla storia come assassino di Mozart...

CitizenKane  @  30/07/2009 10:25:14
   10 / 10
Bello, bellissimo
Il film, che più che parlare di Mozart mette in luce la mediocrità dell' individuo comune rispetto al genio, si mostra un vero e proprio capolavoro del cinema, come pochi

TheLegend  @  21/07/2009 02:38:08
   6 / 10
Bellissimo considerando i costumi e le musiche,un pò meno se si analizza il resto.Il film infatti non appassiona e in alcune parti annoia.
Il film tende a dilunguarsi troppo.
Non è sicuramente un capolavoro come descritto da altri!

gere89  @  12/05/2009 20:13:43
   8½ / 10
Un film magnifico che ci riporta alla mente la vera essenza di Mozart raccontata dal suo degno "avversario". Costruzione delle scene eccellenti e colonna sonora ancora meglio. Non sarebbe stato male sentire anche le melodie più comuni del compositore, ma da apprezzare, per questo motivo, il fatto di voler riproporre opere e brani non molto conosciuti.

VikCrow  @  05/03/2009 22:37:14
   10 / 10
Da molti snobbato, ma non da me. Visto tantissimi anni fa, l'ho ancora impresso in mente. Eccezionale!

winston-smith  @  19/01/2009 19:01:49
   10 / 10
Eccezionale...un film che a molti può risultare noioso ma che espone in modo superlativo la vita di uno dei più grandi compositori di sempre...senza contare la preziosissima partecipazione di Strauss al sonoro del film...Capolavoro!

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  06/01/2009 14:07:36
   8 / 10
Tratto dalla sceneggiatura teatrale di Shaffer, "Amadeus" è un bellissimo film romanzato sulla vita dell'allora incompreso Mozart. Non c'è tempo per esattezze storiche e il film si basa esclusivamente sulla rivalità del compositore austriaco con il mediocre "Salieri". Discutibile dunque la scelta di Forman del soggetto e la decisione di tralasciare parti importanti della vita dell'enfant prodige a discapito di una rivalità molto più cinematografica che biografica. Rimane comunque un ottimo prodotto, perfetto nella regia e nella scenografia, accompagnato da bellissimi costumi e musiche divine.

Caldamente consigliato a tutti (sia critica che pubblico ne furono entusiasti), ma con la consapevolezza che si assiste ad uno spettacolo e non ad un'esatta rappresentazione della vita di un grande artista.

Grande Murray Abraham, meritatamente premiato con l'oscar, ma anche Hulce non è da meno.

gasy  @  27/12/2008 23:36:30
   8 / 10
Un film solido che nonostante tratti un tema che potrebbe non interessare a tutti riesce ad essere coinvolgente grazie ad una grande ricostruzione storica, alle scnografie, alla musica, al cast e alla regia di Forman.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR kubrickforever  @  08/12/2008 10:01:47
   8 / 10
Non un capolavoro, ma di sicuro un gran bel film. Ecco come le musiche possono fare la differenza in un'opera cinematografica. Ebbene si, le vere protagoniste del film sono proprio le opere composte dal grande Mozart. Milos Forman dirige in maniera ineccepibile uno dei migliori film in costume realizzati, sebbene continui a preferigli Barry Lindon.
La storia, tratta dalla leggenda della presunta gelosia di Antonio Salieri nei confronti di Mozart che già precedentemente era stata drammatizzata dallo scrittore russo A.Puskin, ovviamente non corrisponde a realtà certa. Anche se romanzata in maniera gradevole, mi sarebbe piaciuto vedere alcuni personaggi cardine nella vita del caro Amadeus, ossia la madre A.M.Petrl e la sorella Nannerl.
Tralasciando le inesattezze biografiche, il film di per se è comunque ben riuscito. Le interpretazioni sono ottime, bravissimi F.M.Abraham ed il giovane T.Hulce. Ottima anche la fotografia.
Alcuni si meravigliano nello scoprire che il genio di Mozart era caratterialmente molto bambino nei modi e spesso anche un po volgare. Sicuramente la cosa è stata un po troppo enfatizzata, anche se molti confermano questo suo carattere eternamente fanciullesco. Immaginate che in una delle lettere alla madre, Mozart scriveva che era solito toccare il ****(testuali parole) della sorella...quando era pulito.
Ahahaha, che genio!

castelvetro  @  19/11/2008 12:35:29
   8½ / 10
Ho visto solo ora che c'è anche la versione da 3 ore!

Amadeus è un film pensato per tutti e si avvale della divina
colonna sonora di Mozart, è questa a mio avviso far decollare
questo film verso l'alto.

Certo, anche la fotografia, i costumi e le interpretazioni sono magistrali,
ma la colonna sonora da un valore aggiunto che qui sublima.

A contrario non sono rimasto soddisfatto dalla caratterizzazione comica
di Mozart o almeno non mi aspettavo fosse così fanciullesco!
Chissà come fosse realmente!

Sul fatto che abbia scritto qualcosa di ludico, beh non ci sono dubbi, però...
Boh! Leggendo il commento di Harpo che se ne intende molto di classica
pare non sia stato così...

Beh, in ogni caso un film che intrattiene e offre bellissimi momenti di
spettacolo, ora sono curiosissimo di vedere la vesione intera rimasterizzata!

phemt  @  20/10/2008 16:31:59
   8 / 10
Effettivamente la storia, romanzata ma indubbiamente affascinante e ben scritta, può far storcere il naso ai puristi ma il film di Forman rimane comunque un’opera notevole…
Eccellente la messa in scena, costumi e scenografie perfette, grandiosa la prestazione di Murray Abraham, molto bravo anche Hulce che a tratti però sembra recitare in maniera un po’ forzata, naturalmente immense le musiche…

k@rlo  @  08/06/2008 18:15:24
   8½ / 10
appassionante!!! fantastico e dei costumi stupendi!!!=)

polsiak  @  27/03/2008 00:46:22
   9½ / 10
Una delle migliori biografie mai realizzate nella stora del cinema.
Eccezzionali gli interpreti, soprattutto tom hulce con la sua impertinente risata.
La stupefacente musica del genio che ti avvolge dall'inizio alla fine è un tocco di classe di un forman sempre grandioso.
La ricostruzione della vienna settecentesca e i costumi sono opere d'arte.
Un film che , benche duri 2 ore e 40, non mi ha annoiato neanche un minuto.
Un film che ti coinvolge emotivamente, che ti fa capire perfettamente gli stati d'animo dei vari protagonisti nei diversi momenti della loro vita.
Un film che ti fa innamorare (a chi non se ne fosse gia innamorato) della musica classica.
Un film che non ho fatica a dire che sia magnifico.
Che belli questi film... peccato che oggi non se ne facciano più...
P.S. ma solo secondo me la moglie di mozart somiglia a Katie Holmes?

Orwell1989  @  17/03/2008 23:19:14
   8 / 10
Un film magnifico, apprezzabile soprattutto per la presenza di parecchie grandi opere di Mozart, per l'ottima ricostruzione degli ambienti settecenteschi e per la bravura degli attori (veramente bravi Tom Hulce, Abraham e bravo anche Jeffrey Jones che interpreta bene uno dei miei personaggi storici preferiti, l'imperatore Giuseppe II, amante della musica) oltre che per l'intrigante e affascinante trama che intreccia Storia, musica, ironia e immaginazione.

Iperbole  @  01/02/2008 19:25:53
   10 / 10
Ho visto questo film un infinità di volte e non mi stancherò mai di vederlo... Non so la ricostruzione storica dei personaggi quanto sia affidabile ma sono meravigliosi in questo stupendo film di Forman... Da vedere e rivedere..

The Monia 84  @  03/01/2008 23:29:15
   9 / 10
Il genio è nell'invidia di chi non capisce.
Splendore per gli occhi, una poesia per le orecchie e grandiosità filmica.
La contrapposizione tra il bravo e il fuoriclasse (e tutto ciò che ne deriva) vista attraverso gli occhi del primo:
uno straordinario Murray Abraham consumato dalla sua stessa mediocrità e debolezza umana che nulla può contro cotanta genialità.
Mezzo punto in meno rispetto a C'era Una Volta in America dello stesso anno, ma è un film indimenticabile e imperdibile.

Harue88  @  22/12/2007 18:35:18
   10 / 10
Capolavoro, magnifiche le ricostruzioni storiche, i costumi e le ambientazioni.
bella anche l'indea di far raccontare la vita di Mozart attraverso gli occhi del suo più acerrimo rivale Antonio Salieri.

vitocortesi  @  15/12/2007 10:44:40
   8½ / 10
Fedele biografia della vita di Mozart il film risulta molto piacevole e le musiche sono stupende come naturalmente c'era da aspettarsi.

Gruppo COLLABORATORI julian  @  15/12/2007 00:44:35
   8 / 10
Milos Forman, attraverso questo fuoco d'artificio di costumi sgargianti e trucchi magnifici, riesce a ricostruire la vita delle corti austriache del '700, cercando di focalizzare e di dare una risposta all'enigmatico rapporto Salieri-Mozart di cui la storia nn ci ha mai fornito spiegazioni precise.
Tom Hulce riesce ad essere snervante nel fare la complessa figura del genio Mozart, un giovanotto ancora immaturo e amante del sesso, ma un fenomeno della natura se messo davanti a un pianoforte.
Bellissime le musiche, ottima fotografia, 158 minuti senza sbadigli.
E in effetti chi potrebbe mai sbadigliare di fronte a una così sontuosa biografia della figura forse più importante della musica classica ?

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  13/10/2007 14:01:11
   8½ / 10
Stesso discorso per la versione del 2002.

AKIRA KUROSAWA  @  07/10/2007 16:33:04
   8½ / 10
poco cambia in confronto alla versione uscita di recente, solo qualche musica, ma il risultato è per me lo stesso..un gran bel film..

Daddy90  @  07/10/2007 16:07:23
   8½ / 10
Veramente bello specialmente quando si narra la stravaganza, la quasi pazzia (tipica di quasi tutti gli artisti) di Mozart e anche dell' invidia di Salieri, specialmente quando l' imperatore austriaco non apprezzando una delle ultime composizioni di Mozart sbadiglia per la noia, dando a Salieri una gioia inegualiabile, epico il finale dove i due compositori si aiutano per portare a termine il Requiem che poi Salieri avrà il compito di finire!

Steiner  @  16/09/2007 02:01:55
   10 / 10
qui oltre al cinefilo parla l'appassionato cultore della musica rappresentata dal buon Johannes Chrysostomus Wolfgangus Theophilus Mozart (nome completo). Il film è strutturata un po' come una classica fiaba: c'è il bambino buono e un po' birichino, Mozart, il cattivone di turno, Salieri (che la storia s'incaricherà di definire non responsabile della morte di Amadeus), e tanti altri personaggi che precisano meglio i caratteri dei due protagonisti. Una Una fiaba rococò che si rivela in scenari da sogno (una magica Praga innevata), costumi ineccepibili, regia attenta e spensierata, e soprattutto nella terza protagonista, l'immortale musica del Maestro, che scandisce ogni momento, dai più trasognati e divertenti sino a quelli più mesti e malinconici. Sogno che diventa realtà o realtà che si fa sogno?
"Se non provi anelito d'amore, la pace sarà nella morte"

Tarkus  @  27/08/2007 04:08:18
   9½ / 10
Grande capolavoro di Milos Forman... certo, la trama rispecchia solo in minima parte la realtà, in quanto è basata su una sceneggiatura di Shaffer a sua volta basata su Puskin, ma la realizzazione del film è ottima, e le musiche sono qualcosa di strepitoso, eseguite egregiamente dalla Academy of Saint-Martin-in-the-Fields diretta da Sir Neville Marriner. Le interpretazioni di Hulce e soprattutto di Abraham sono perfette, scenografie e costumi sono realizzate con molta cura. Personalmente preferisco questa versione originale del 1984 alla Director's cut uscita qualche anno fa. Ovviamente la qualità video e audio di questa edizione è inferiore a quella più recente, ma per chi come me considera il doppiaggio come componente più che fondamentale nella qualità complessiva di un film, questa versione ha il pregio di avvalersi di un doppiaggio di elevata qualità, curato da Fede Arnaud (la stessa di "l'Attimo Fuggente", "Good Morning Vietnam", "E.T.", "Il colore viola" e tanti altri) con delle voci davvero superbe. La versione Director's cut è invece ridoppiata, e il ridoppiaggio è fatto abbastanza bene, ma non può certo competere con quello originale. Tra l'altro le poche scene in più presenti nella nuova edizione non aggiungono niente di particolare al film, quindi consiglio a tutti la prima (e per me migliore) edizione di questo capolavoro.

InSaNITy  @  22/08/2007 20:44:05
   8 / 10
Non capisco chi penalizza questo film solo perchè non è una ricostruzione fedele della vita di Mozart; non credo che il film abbia questa pretesa, essendo infatti ispirato alla pièce teatrale di Peter Shaffer, che ha reinterpratato a suo modo la rivalità tra Wolfang e Salieri, e aggiunto l'aneddoto del Requiem, (che comunque era già presente nell'ora di Puskin). Per il resto è un film vibrante, coinvolgente, ben interprato, ottima scenografia...e la musica fa il resto.

2 risposte al commento
Ultima risposta 10/12/2007 22.48.50
Visualizza / Rispondi al commento
Lory_noir  @  03/07/2007 12:04:33
   7 / 10
Di solito durante film di questo genere invece di accorgermi di star seguendo il film con grande facilità e con un certo piacere mi aqccorgo di essermi perso qualcosa a causa di 5 min di sonno in cui cado ogni tanto. Penso che ad allietarmi di questo film siano state specialmente le musiche, melodie senza tempo, meravigliose che ti entrano detro e rendono la visione del film molto più piacevole. Poi la pazzia, altra protagonista del film che si insinua nel protagonista quasi facendolo sembrare la vittima e non il carnefice. Altro elemento molto simpatico l'immatura vivacità di Mozart che ravviva le cose. Tutti questi elementi fanno di questo film, non un capolavoro secondo me, ma una finestra abbastanza massiccia e importante sul mondo della musica, una pellicola abbastanza leggera, anche se dalla durata non si direbbe, e un film da vedere.

andreapau  @  27/06/2007 14:41:04
   6 / 10
ciò che di positivo c'è in questo film è l'indiscusso e sincero tributo ad un genio musicale e le interpretazioni di salieri e mozart. per il resto, raramente ho visto un tale piattume registico in un film ritenuto un capolavoro. non c'è un impeto, un azzardo, un tentativo di sorprendere. la macchina da presa è cementata al pavimento, non c'è un carrello, un dolly.... ho contato pochissime panoramiche. la staticità è impressionante e paradossalmente la pellicola è completamente avulsa dal periodo storico. insomma, si salva solo perchè parla di mozart.

6 risposte al commento
Ultima risposta 28/06/2011 11.23.18
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI fidelio.78  @  04/06/2007 12:29:18
   9 / 10
Splendido film di Forman.
Sceneggiatura superba, regia impeccabile e cast di livello.
Forse un pò troppo romanzato e forzato nel caricare alcuni personaggi, ma comunque è un difetto veniale.
Disegna benissimo i personaggi principali e la storia riesce ad avvincere nonostante la durata.
Da vedere.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in france
 NEW
alla corte di ruth - rgbamerican animalsancora un giornoannabelle 3arrivederci professoreasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgame
 NEW
baby gang (2019)banglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimo
 NEW
birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaocarmen y lolache fare quando il mondo e' in fiamme?christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredaitonadentro caravaggio
 NEW
di tutti i coloridicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriadomino (2019)due amici (2019)
 NEW
edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposail flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil segreto di una famigliail traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla bambola assassina (2019)la caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malela mia vita con john f. donovanla prima vacanza non si scorda mail'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatolucania - terra sangue e magial'ultima oral'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema (2019)ma cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormalnureyev. il mondo, il suo palcooro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'
 NEW
passpartu': operazione doppiozeropet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidpowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleaners
 NEW
raccolto amarorapina a stoccolmarapiscimired joanrestiamo amicirocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfie
 NEW
serenity (2019)sharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbai
 NEW
skate kitchensoledadsolo cose bellespider-man: far from homestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abisso
 NEW
the deepthe elevatorthe intruder (2019)the mirror and the rascalti presento patricktorna a casa, jimi!toy story 4tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna famiglia al tappetouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark web
 NEW
vita segreta di maria capassowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewonder parkx-men: dark phoenix

989969 commenti su 41672 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net