autopsy (2016) regia di André Øvredal USA 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

autopsy (2016)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film AUTOPSY (2016)

Titolo Originale: THE AUTOPSY OF JANE DOE

RegiaAndré Øvredal

InterpretiEmile Hirsch, Brian Cox, Ophelia Lovibond, Michael McElhatton, Parker Sawyers

Durata: h 1.26
NazionalitàUSA 2016
Generehorror
Al cinema nel Dicembre 2016

•  Altri film di André Øvredal

Trama del film Autopsy (2016)

Quando il corpo brutalizzato di una donna sconosciuta viene scoperto in una piccola città della Virginia, eventi terribili e inspiegabili iniziano a tormentare i proprietari dell'obitorio incaricato di eseguire l'autopsia. Presto il patologo Tommy Tilden e il figlio Austin scoprono sul corpo le prove di tecniche di tortura risalenti ai giorni della caccia alle streghe. Intrappolati da una strana tempesta, padre e figlio saranno costretti a combattere contro gli orrori che dal corpo della vittima vengono trasmessi a loro.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,99 / 10 (64 voti)6,99Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Autopsy (2016), 64 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Jokerizzo  @  09/02/2020 20:43:42
   9 / 10
Si difende bene!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  20/01/2020 16:40:04
   6½ / 10
Intrattiene, come giusto che sia. Piccolo horror low budget che si lascia guardare.
Più che sufficiente.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

DankoCardi  @  27/11/2019 13:53:48
   7 / 10
La prova che le cose migliori si trovano nei piccoli film, dove la carenza di budget per i grandi effetti speciali viene compensata con le idee interessanti, come quella di rende protagonista della storia...il cadavere di una ragazza che se ne sta immobile per tutto il tempo. Il primo film di Ovredal "The troll hunter" mi era saputo ridicolo, ma con questa pellicola il regista si rifà alla grande imbastendo con poco un prodotto coinvolgente con una ispiratissima atmosfera, bravi attori ed un paio di situazioni che richiamano in maniera sapiente Carpenter e Fulci: il risultato spaventa ed intrattiene. Purtroppo ad un tratto il film ha un brusco calo di tono (mi riferisco alla sequenza dell'ascensore) ed il finale protende leggermente verso il prevedibile. Comunque consigliato, soprattutto a chi non è in cerca del solito horror...quindi a tutti :)

Crystal_89  @  27/11/2019 09:39:12
   6½ / 10
Horror inglese a basso costo che si distingue per un'ottima ambientazione, un buon cast (il protagonista e il poliziotto sono famosi, ma ad eccellere è la ragazza cadavere) e una sceneggiatura old style graduale, intrigante ed inquietante.
Purtroppo è proprio lo svolgimento della storia a deludere, visto che sembra quasi terminare frettolosamente senza troppe spiegazioni.

Sestri Potente  @  03/03/2019 19:46:21
   7½ / 10
Horror claustrofobico e dal ritmo serrato: bellissima la storia, sicuramente un prodotto innovativo e mai banale.

AMERICANFREE  @  10/02/2019 19:54:29
   6 / 10
Non male questo film anche se il finale mi ha un po' deluso. La trama e la suspance non manca, la location e' perfetta e la recitazione e' di buon livello. Nel complesso concordo con la media di filmscoop

Juza21  @  10/02/2019 19:30:23
   7½ / 10
Consiglio la visione per gli amanti del genere, tiene alta la tensione, ben fatto..

Attila 2  @  22/01/2019 10:22:51
   7 / 10
Un gran bel film che parte come un normare thriller dove si deve scoprire l'assassino della ragazza,pio mano a mano che va avanti l'autopsia ,con scene abbastanza crude di estrazione di organi e ritrovamenti id oggetti all'inetrno del corpo,il film sale di tensine e prende la via del soprannaturale e de3ll'horro piu' agghiacciante,ovvero quello dovuto all'ignoto.Il puzzle che padre e figlio,iniziano a ricomporre si trasforma in un quadro chiaro e terrificante dove la sete di vendetta e gli atti di estrema violenza sono perpetrati da una ragazza inerme e dal volto angelico.Questo contrasto rende il tutto piu' terrificante.L'interpretazione di Ophelia Lovibond,della ragazza "morta" che quindi non si muove e non dice una parola ma che con il viso esprime tutto quello che deve esprimere,e' una delle cose piu' belle del film,e parlare di interpretazione per un'attrice che,apunto,non fa un movimento e non dice una parola fa capire quanto sia importante il suo ruolo all'interno di qquesta storia che e' veramente ben raccontata

Jolly Roger  @  22/01/2019 00:37:17
   7½ / 10
Horror piccolo (nel senso che è di pochi mezzi) ma di grande efficacia.
Tutto merito dell'idea, dannatamente semplice e (forse proprio per questo) dannatamente geniale: un'autopsia, su di un'avvenente ragazza, il cui corpo nasconde, però, segreti agghiaccianti.
Il ritmo di suspense crescente del film va di pari passo con il dipanarsi di questa semplice e geniale idea:
mentre i due Dottori, padre e figlio, si addentrano nei segreti del cadavere tra sangue e organi, si ha allo stesso modo la sensazione di addentrarsi in un incubo sempre più opprimente di torture e supplizi, tra dolore e desiderio di vendetta.
Una lunga discesa verso il baratro finale, alla ricerca di una spiegazione – una ricerca che, all'inizio, pare meramente fisica e scientifica (ovvero, che cosa ha causato la morte di questa donna?) che però diventa, pian piano, ricerca di una motivazione che possa essere, in qualche modo, giustificabile o almeno spiegabile da un punto di vista, oltre che scientifico, soprattutto umano e antropologico: PERCHE' E' MORTA?
E ogni piccola scoperta di violenza su quel corpo inerme e sensualmente macabro getta un'ombra scura sull'umanità intera. Ogni passo avanti nell'autopsia è un passo indietro nel tempo, nella civiltà e nel cammino umano.

A tutto ciò, infine, si aggiunge il fascino di un villain perfetto:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Chapeau!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  28/07/2018 16:39:14
   8 / 10
Ottimo horror, un piccolo capolavoro, sorpresa mozzaffiato questo Autopsy.
Negli ultimi anni, il panorama horror ha subito un piccolo crollo di idee, le sceneggiature tutte uguali e alcuni prodotti sono risultati veramente scadenti.
Autopsy è veramente l'eccezione, tecnicamente è perfetto, inquadrature stupende e ben studiate, la trama incuriosisce molto, tocca il fenomeno della stregoneria, rendendolo ancora più affascinante e tetro.
Il suo dovere lo fa benissimo, lascia senza fiato, spaventa, è crudele e non lascia speranze hai poveri protagonisti in balia del cadavere.
La prima parte mi è piaciuta come la seconda, è esagerato, ma ci sta, sprigiona tutto quello che ha bisogno un film horror per spaventare e dare adrenalina.
Non conoscevo questo regista, qualcuno nei commenti precedenti ha citato un altro film di Ovredal, ma non non l'ho visto.
Piccolo gioiello, guardatelo ne vale la pena.

horror83  @  02/07/2018 19:45:19
   8 / 10
Mi è piaciuto molto questo film horror, la storia è molto semplice ma c'è un bel colpo di scena......

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Un buon film, girato bene, e con una storia interessante, dove lo spettatore sta in tensione per tutto il film.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/04/2019 03.00.46
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  29/04/2018 09:35:38
   7 / 10
Quando nel panorama horror attuale piuttosto deludente esce un film come questo si prende un attimo di respiro. Non sara' certo un capolavoro ma quantomeno si discosta dai soliti slasher o remake forzati di questi anni.
L'ambientazione è sicuramente la scelta piu' indovinata e mi ha riportato nell'inquietudine provata molti anni fa con "Nightwatch" (1997).
I due unici protagonisti fanno bene il loro dovere è il ritmo è incalzante fin da subito. Una buona dose di tensione e continui colpi di scena durante l'autopsia, la cosa migliore della pellicola.
Finalmente un po' di paura...

fabri70  @  18/04/2018 18:59:34
   7 / 10
Prima parte fantastica...suspance a go go....perde un po' nella seconda ma comunque sempre meglio di tanti altri horror...bravo al regista

Chemako  @  13/04/2018 19:14:25
   7 / 10
Non mi è dispiaciuto...

markos  @  18/02/2018 14:38:05
   7½ / 10
Visto di notte fonda qualche senso di inquietudine l'ha trasmette. Location azzeccata.
Solo una cosa non mi è chiara
Ottimo finale.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

luis 98  @  06/01/2018 13:40:06
   8½ / 10
Tutto perfetto in autopsy..ha tutto cio che si puo volere da un horror secondo me...
Il film ha una storia originale (anche se non si direbbe all'inizio) che man mano si va avanti col film diventa sempre meno scontata e piu originale.
La location dell'obitorio è una chicca..una location stupenda per fare un film horror oppure è cosi poco usata..
Comunque sia la location aiuta molto a rendere il film abbastanza terrificante e claustrofobico...
8.5

LuckyLù  @  29/10/2017 22:58:02
   7 / 10
Finalmente un horror fatto come si deve!
Veramente un film ben fatto che tiene alta la tensione dal primo all'ultimo minuto e a tratti è quasi inquietante.
Ottima anche l'interpretazione degli attori, con menzione d'onore per la Kelly.
Non ho dato un voto superiore per il finale, che penso potesse essere migliore. In ogni caso ampiamente promosso!

Vax87  @  24/10/2017 13:21:53
   7½ / 10
Ho apprezzato molto questo film, mi è piaciuto il senso di ansia durante tutto il tempo della autopsia e il rapporto padre figlio, vagamente travagliato, quasi sempre soli nella sala "operatoria", ricco di suspense e originale la trovata della stregoneria di un corpo risalente probabilmente ai tempi dell'inquisizione.

Mildhouse  @  22/10/2017 00:09:56
   7 / 10
7+

La prima metá del film é davvero magistrale, tesa , inquietante ed intensa, nonostante non accada pressoché nulla. Quando invece si entra nel vivo della storia, il film perde paradossalmente mordente. Escluse alcune scene in cui la macchina da presa sa indugiare su determinate inquadrature nei tempi giusti, il resto si rivela piuttosto monocorde, cosi come la storia narrata che si conclude in maniera non troppo originale. Consigliato senza dubbio agli amanti del genere

the saint  @  01/10/2017 18:55:31
   5 / 10
Molto simile a quella altra gagata di the Witch,
Se non altro qui almeno c'è un po' più di tensione ed atmosfera legata all'indiagne del corpo!

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  17/09/2017 16:51:46
   6 / 10
Il valore aggiunto di questo horror altrimenti molto banale sta nell'ambientazione e nell'interpretazione magistrale di Brian Cox. L'atmosfera iniziale è perfetta e la prima parte sembra portare ad un thriller di investigazione che tiene incollati allo schermo. Purtroppo il tutto prende una piega horror/soprannaturale con una trama che di originale non ha niente. I dialoghi non sono un granché e le soluzioni facili e straviste abbondano. Peccato perché dall'idea iniziale ci si sarebbe potuto tirar fuori un gran film.

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  13/09/2017 19:25:22
   5 / 10
Horror anonimo che non fa paura e che non ho capito dove volesse andare a parare visto che la trama è come se non ci fosse.

elnino  @  09/09/2017 19:21:26
   7 / 10
Mi tengo in linea con la media. Decisamente vale la pena guardarlo.

actsofworship  @  31/08/2017 20:13:01
   9 / 10
Il voto magari è un po' esagerato ma personalmente l'ho trovato fantastico!
Dopo tanti filmetti mediocri e fatti con lo stampino finalmente arriva una ventata d'aria fresca e un horror nel vero senso della parola. Ci sono tutte le componenti per definirlo un horror perfetto: tensione, mistero, fantasy, suspense, inquietudine e anche terrore(non paura che è diverso). Per chi ama il genere un must!

il ciakkatore  @  27/08/2017 10:05:14
   7½ / 10
Un bel horror finalmente!! Il film cattura e non scade mai nel ridicolo,insomma fa quello che deve fare un horror

despise  @  23/08/2017 09:14:13
   7 / 10
Da tenere d'occhio questo André Øvredal, regista norvegese, che dopo il divertentissimo The Troll Hunter, sforna un bel horror claustrofobico ed inquietante...
lo spettatore rimane incollato allo schermo per sapere cosa sia successo al corpo della bellissima Jane Doe (una superba seppur "immobile" Olwen Kelly) in un crescendo emozionale incredibile.
Purtroppo, come per "Scappa - Get Out", anche per questa pellicola ho avuto la sensazione che la prima parte (quella dell'attesa), perfettamente confezionata, sia nettamente superiore alla seconda (quella delle "risposte") in cui si abusa troppo dei clichè di genere e forse imho si poteva osare qualcosa in più...
comunque un buon prodotto, promosso a pieni voti.

Alex22g  @  28/07/2017 19:32:33
   8½ / 10
Finalmente un horror come si deve. Ben fatto sotto ogni profilo, dalla storia alla regia al cast. Ottimi anche gli effetti speciali, nonostante non sia certo un produzione costosa. Assolutamente da vedere per gli amanti del genere .

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  23/07/2017 21:16:44
   6 / 10
Horror breve con buoni attori, ma che raggiunge solo la sufficienza.
La storia poteva essere anche decente e reggere bene, ma il contorno è la solita solfa trita e ritrita.

Non chiara la conclusione a cui giunge il padre senza grandi prove.

camifilm  @  21/07/2017 19:19:20
   7 / 10
Premesse ottime.
La prima parte crea una buona dose di curiosità e tensione.
Concreto inizialmente.
Tende al ribasso nel finale, ma resiste bene.
Finale interessante, seguirà...???

Come horror nel mercato degli ultimi due anni è molto buono.

Scanlon  @  20/07/2017 12:45:15
   6 / 10
Vado dritto al punto: siamo purtroppo di fronte al solito horror che segue ormai le tendenze generali di questi anni:

- durata breve

- Incapacità da parte della ditta di prendersi la responsabilità di scrivere un finale vero, chiuso e non aperto.

- incapacità di saper mantenere fede alle aspettative create: il clima enigmatico della prima parte, carico di attesa, sfocia in una seconda parte ove le spiegazioni si bloccano bruscamente, l'inventiva latita, si pesca dal repertorio e si predilige uno sviluppo lineare, soprattutto nell'epilogo.

- La paura di sbagliare: si teme di rovinare l'idea di partenza, quindi alla fine si decide di sottrarre anziché aggiungere (prassi abituale).


Nulla, anche stavolta le mie speranze di imbattermi in un prodotto coraggioso (e non solo di "atmosfera") sono state deluse. Peccato, le premesse erano invitanti, ma per mantenere il crescendo ci vogliono anche genialità e voglia di azzardare, due qualità sempre più assenti nel panorama cinematografico contemporaneo.

KINGLIZARD  @  20/07/2017 07:55:55
   7 / 10
da quando mi sono sposato ed ho avuto film ho bandito i film Horror, soprattutto quelli eccessivamente Gore....per ovvie ragioni, ogni tanto quando ho l'occasione e attirato da recensioni positive ne guardo qualcuno quando ho l'occasione di essere da solo (rarissime)..ecco ieri ero a casa in malattia e mezzo morto sul divano ho deciso di guardarmi questo horror, che dalle recensioni e dalla trama mi sembrava decente..insomma di horror in gioventù (soprattutto i classici) ne ho visti parecchi, sono un pò a diguno di quelli moderni, per ragioni già anticipate, ad ogni modo devo dire che questo film mi è piaciuto, horror equilibrato, un Brian Cox sempre molto bravo, che dà decisamente una superiore qualità a questo film..regia e sceneggiatura ben orchestrate e dosate per un horror adatto anche agli spettatori più attempati il cui genere gli è andato in disgusto o al cui si sono evoluti..

2 risposte al commento
Ultima risposta 20/07/2017 10.19.34
Visualizza / Rispondi al commento
anthony  @  19/07/2017 13:44:10
   8 / 10
Un gran bell'horror questo diretto dal bravissimo Øvredal.
A una trama per nulla nuova ed originale fa da contrasto la fantastica messa in scena, la regia asciutta e senza sbavature, il montaggio eccezionale..oltre che un'atmosfera macabra come non mai ...messa all'occhio con una fotografia e scenografia eccellenti.
Øvredal conosce alla perfezione i tempi della paura e li mette a frutto senza mai sbagliare...e anche nel momento in cui il film vira (rappresentativamente e visivamente) dalle parti di uno spavento più classico e 'facile'..il regista non perde le redini della sua opera e porta a casa un risultato assai più che soddisfacente; quindi, anche narrativamente e a livello di scrittura..si può dire che la pellicola non è per niente male.
'The Autopsy of Jane Doe' fa paura..e lo fa in un modo sottile.

mmagliahia1954  @  12/07/2017 09:42:17
   6½ / 10
Un bel film, anche se un po' troppo " al chiuso". Bravi gli attori, ottima l'idea, un po' troppo improbabile e per questo eccessiva. Diciamo che il tema delle streghe, di fondo, poteva, a mio avviso, essere sviluppato anche in modo differente. Ma sarebbe stato un altro film. Comunque alcune trovate sono davvero eccessive. Ci vuole un po' di stomaco a guardar tutto di lena.

BlueBlaster  @  13/06/2017 20:47:57
   7½ / 10
Avrei voluto dare anche un voto maggiore ma purtroppo, nella seconda parte, si abusa troppo dei cliché del genere horror e dei facili spaventi da ghost story.
Per molti aspetti però è un gran bel filmazzo con spunti originali o quasi geniali.
Cast ottimo, reparto tecnico piuttosto valido se non fosse per certi effetti speciali in CGI...musiche e sonoro funzionali e non tralasciamo il pezzo forte della location!
E' un film che se visto nel modo giusto può far paura e non è poco...si va ad inserire nella lista dei migliori horror degli ultimissimi anni.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/04/2019 09.10.10
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  07/06/2017 10:51:22
   6 / 10
Abilmente girato tutto praticamente in una stanza. Avvince ma non convince a pieno; manca qualcosa a livello narrativo. Peccato, avrebbe potuto essere migliore.

wicker  @  03/06/2017 19:30:08
   7 / 10
Thriller dall'aria malsana,pesante eclaustrofobica,nonostante qualche buchetto di sceneggiatura qua e là fa saltare sul divano due o tre volte.
Merito anche della prova maiuscola di Cox e Hirsch due attori importanti per spessore recitativo ..
Non sarà un cult ma forse per ora è il migliore del 2017.

Neurotico  @  29/05/2017 20:42:51
   7 / 10
Autopsy è un buonissimo film che tiene incollati alla poltrona grazie ad una tensione sempre alta (che a volte mette davvero i brividi). Siamo in odor di body-horror, dove il corpo è contemplato nella sua viscerale e malsana interiorità. L'atmosfera si fa sempre più macabra, ancestrale, oscura, ma il corpo, nella sua cristallizzata bellezza, è intatto.

marfsime  @  27/05/2017 22:42:19
   7½ / 10
Storia molto semplice tutto sommato..ma ambientazioni veramente ottime..cupe e claustrofobiche come un buon horror dovrebbe imporre. Sinceramente mi è piaciuta di più la prima parte quando il contorno della vicenda non era ancora chiarito..nel finale a mio giudizio cala un po con una conclusione forse sin troppo frettolosa e scontata. Nel complesso rimane comunque un horror molto buono per gli standard attuali.

GianniArshavin  @  25/05/2017 13:52:18
   7½ / 10
Autopsy of Jane Doe è un film del 2016, prodotto in America ma diretto da André Ovredal, autore norvegese salito alla ribalta della cronaca grazie a Troll hunter (2010), mockumentary davvero interessante e godibile.

Autopsy è un intelligente e intrigante thriller/horror, gestito con sapienza dal regista che ha saputo scegliere nel modo giusto gli ingredienti giusti per rendere appetibile questo prodotto.
Malgrado il tema siamo lontani dal filone shock di opere come Nekromantik o Aftermath; qui il gore è limitato al mostrare, con accuratezza tecnica, le fasi dell'autopsia di un cadavere senza l'intento di disgustare o inorridire. La pellicola infatti punta sulla tensione e sul mistero, partendo da un assunto scientifico che successivamente, snodo dopo snodo, tracima nell'occulto, in un crescendo di tensione e oppressione davvero notevole.
Se per uno spettatore esperto la soluzione finale potrebbe risultare telefonata e quindi deludente, il corpo della storia, lo svolgimento narrativo che conduce i protagonisti nell'incubo e nell'oscurità più fitta è di grande livello, sia sotto il profilo horror che sotto l'aspetto investigativo della vicenda.
Ovredal utilizza classici stilemi del genere (temporale furente, location isolata, eventi che precipitano vorticosamente, minaccia senza volto) per dare vita ad una storia che inquieta, turba e allo stesso tempo rapisce; l'ambientazione claustrofobica convince è risulta efficace, cosi come l'atmosfera cupa e insana che pervade la storia. Il film riesce a trasmettere disagio e a incutere timore grazie alla volontà del regista di non mostrare la minaccia, sfruttando al meglio i corridoi scarsamente illuminati dell'obitorio per celare il pericolo.
Indubbiamente la palma come personaggio più riuscito e sinistro la vince il cadavere, un' enigmatica e misteriosa figura, vera forza motrice della trama.

Ovviamente ci sono alcune pecche, non siamo di fronte ad un titolo perfetto, ma fortunatamente le lacune non sono poi cosi gravi. Come già accennato il finale è abbastanza prevedibile e manca di mordente; inoltre Ovredal avrebbe potuto osare di più, difatti la pellicola è povera di sangue e ha poche scene concitate nonostante un contesto che permetteva ampi margini di movimento.

Autopsy è un film da vedere, un thiller/horror di qualità che mescola al meglio entrambi i generi. Tecnicamente curato e recitato degnamente, avvolgente e sottilmente raggelante, un'opera sorprendente per un regista da tenere d'occhio.

maxi82  @  19/05/2017 07:07:50
   7 / 10
Finalmente un film degno di chiamarsi horror...prima parte ad alta tensione durante tutta l'autopsia con le varie macabre scoperte...seconda parte un po' più azione e altri momenti di suspence...degno film ben riuscito

alex94  @  18/05/2017 19:53:08
   7 / 10
Un buon thriller/horror paranormale diretto da André Øvredal regista che già qualche anno fa si era fatto notare per l'originale e divertente Troll Hunter.
E devo dire che nonostante questa volta si trovi piuttosto lontano da casa (in trasferta americana) riesce ugualmente a mettere in piedi un film piuttosto riuscito.
La trama è piuttosto semplice,il cadavere di una ragazza sconosciuta viene portato in un obitorio dove lavorano padre e figlio..... i due devono logicamente eseguire l'autopsia,ma a mano a mano che apriranno il corpo inizieranno ad accadere fatti sempre più inquietanti.
La trama come già detto è parecchio semplice ma funziona bene,riesce a riservare alcune sorprese e sopratutto si mantiene coerente dall'inizio fino alla fine.
Interessante anche il fatto che il regista non spinga quasi per nulla l'acceleratore sul pedale dell'exploitation,evita gli eccessi sanguinolenti,prediligendo un approccio al argomento più contenuto.
Buona anche la caratterizzazione dei due personaggi protagonisti e credibili i loro comportamenti una volta che le forze paranormali inizieranno a farsi vive.
Dal punto di vista tecnico siamo su livelli più che buoni,il regista riesce a trasmettere una discreta tensione lavorando sull'ambientazione (l'unica ambientazione),lo scantinato dove si trova l'obitorio..... manca purtroppo la paura,il regista fa infatti un po troppo ricorso ai jump scare e non sempre raggiunge così il risultato.
Vabbè resta comunque un horror sicuramente da vedere,si inserisce tra le migliori produzioni del 2016.

Murphy  @  09/05/2017 19:27:20
   7 / 10
Devo dire che questo film, guardato senza troppe aspettative, mi ha piacevolmente sorpreso.Sarà che il panorama horror sembra saturo di cose trite e ritrite, ci troviamo stavolta di fronte ad un prodotto tutt'altro che banale. La storia gira intorno al corpo della defunta da esaminare, e da qui tante sorprese. Buona l'ambientazione, e l'alone di mistero accompagna soprattutto la prima parte del film,mantenendo alta l'attenzione. Il finale un tantino arronzato, poteva essere fatto meglio.

barone_rosso  @  09/04/2017 20:02:41
   4 / 10
Ennesima storia vista e rivista, nulla di originale, trama pressoché inesistente e finale assente.

Vlad Utosh  @  07/04/2017 18:36:46
   7½ / 10
Ottimo film che, oltre alla buona prova del cast, fa del mistero e dell'atmosfera i suoi cavalli di battaglia; il vero protagonista è il corpo di un'apparente giovane ragazza che riserverà parecchie sorprese a chi per sfortuna ne avrà a che fare... L'ambientazione non è certo una novità ma bisogna saper sfruttarla e in questo caso il film lo fa in maniera egregia. Per chi ama storie di cadaveri misteriosi, obitori e streghe, questa pellicola potrebbe diventare un piccolo cult.

Gruppo REDAZIONE Cagliostro  @  02/04/2017 01:08:00
   7½ / 10
Teso, disturbante e avvincente. L'ottima regia riesce a far scivolare via anche alcune sciocchezze narrative. Ottimi gli interpreti. Un film di intrattenimento, schietto, semplice e diretto. Consigliato.

corvo4791  @  31/03/2017 01:05:44
   4 / 10
No, no, ma che è ? Abbassiamo assolutamente questa media ( con il voto che il film merita ).
Film interessante nelle premesse che degenera e scade nel ( troppo ) già visto. Reazioni insensate, personaggi inutili che muoiono come riempitivo ( la fidanzata di Emile Hirsch ). Una vera occasione mancata. Inizio con una davvero buona dose di tensione che viene rovinato da uno sviluppo sciatto e poco ispirato.
Sconsigliato.

daaani  @  30/03/2017 15:44:11
   7 / 10
Attori bravissimi, horror tutto sommato fatto bene ma consiglio di non guardarlo dopo aver mangiato!!!

ZanoDenis  @  30/03/2017 15:09:02
   6½ / 10
Tutto sommato un buon horror, magari abusa troppo della tecnica del jumpscare ma riesce a farsi perdonare costruendo atmosfere terrificanti, l'alone di mistero che pervade la prima parte del film trasporta lo spettatore in un incubo vero e proprio, agghiacciante la verità che si cela dietro.
Parecchie sequenze riuscite alla grande, altre un po sottotono e aimè troppo inverosimili.
Però è di grande intrattenimento, e riesce a mantenere alta l'attenzione per quasi tutta la durata, oltre che riuscire a spaventare.
Buone e performance del giù noto cast.

maxwin  @  27/03/2017 13:33:11
   8 / 10
Veramente una piacevole sorpresa. Finalmente un Horror capace di trasmettere inquietudine, ansia, claustrofobia etc.. Complimenti per la trama e per la direzione "verosimile" degli eventi che tingono la pellicola di credibilità.
In barba a tutti gli ultimi film del "piffero" fatti solo per i money.
Applauso!

maitton  @  25/03/2017 19:49:40
   7 / 10
Horror notevole, i primi 45 minuti sono fra i piu inquietanti e terrorizzanti degli ultimi anni. Cede qualcosa nella parte centrale ma si riprende ampiamente nel finale con scelte azzeccate.
Fa parte di quegli horror della nuova generazione (se cosi' possiamo definire l'ultimo decennio di questo genere: Babadook, The Witch, It Follows), e pare essere un'ottima generazione.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  18/03/2017 20:53:19
   7½ / 10
The Autopsy of Jane Doe è un film che parte con il piede giusto fin da subito. Alla base c'è una struttura tipica di un thriller con mistero da risolvere legato ad un cadavere da esaminare bello ed inquietante allo stesso tempo e arrivare successivamente all'horror. Sceglie l'amnientazione ideale e di partenza poco allegra di una morgue, mostrando già l'evidente contraddizione del corpo stesso. Immacolato all'esterno quanto dilianiato oltremisura al suo interno, mettendo in crisi due medico legali, padre e figlio, legati ad un lavoro che si basa sui fatti e meno sulle congetture. Tale contraddizione di per sè lo rende inquietante e l'ottima regia di Ovredal permette un crescendo costante di angoscia e di tensione, fino ad un finale ben indovinato. Ci sono piccoli difetti, legati più che altro alla parte centrale del film, dove viene cercato il colpo ad effetto e la narrazione subisce una piccola involuzione, ma il film regge comunque benissimo. Crea paura e non lesina sequenze ben costruite, grazie ad comparto tecnico che compie pienamente il suo dovere. Inoltre la solidità di due ottimi attori come Hirsch e Cox, offre un risultato complessivo di tutto rispetto. Un buon horror: semplice, diretto ed efficace.

TheLory  @  18/03/2017 16:28:52
   8 / 10
Visto e apprezzato molto. Un obitorio in una notte di tuoni e fulmini già di suo è un'idea perfetta anche se magari scontata, ma qua c'è pure una sceneggiatura che tiene alta la tensione, quindi il cerchio si chiude a meraviglia.

InvictuSteele  @  18/03/2017 16:21:38
   7½ / 10
Pienamente soddisfatto da questo horror, finalmente al cinema un film decente, ma non solo, perché qui la qualità c'è eccome. Regia brillante, recitazione ottima e una buonissima sceneggiatura che non forza mai la mano. Claustrofobico e inquietante per una storia abbastanza originale. Che volete di più? Per una volta che troviamo un bel film horror vi lamentate pure?

Wilding  @  16/03/2017 20:55:52
   5½ / 10
Lezione cinematografica di anatomia umana e comunissime "scenette" alza tensione senza alcuna sorpresa e originalità particolare.

VincVega  @  09/03/2017 10:30:45
   6 / 10
"The Autopsy of Jane Doe" è un pellicola girata quasi in tempo reale (dura una nottata), tecnicamente veramente ben fatta, che riesce a mantenere alto l'interesse anche grazie a una dosata preparazione della tensione della prima parte. Il film è ambientato quasi solamente all'interno di un obitorio, che a mano a mano diventa sempre più claustrofobico. A metà visione ancora non si capisce che direzione prende, cosa positiva perchè permane un discreto alone di mistero. Poi a dire la verità diventa abbastanza prevedibile, con la classica ricerca del "salto sulla sedia", anche se c'è qualche sorpresa per quanto riguarda i segreti del cadavere.
"The Autopsy of Jane Doe" ha ricevuto ottime critiche, elevato a nuovo fenomeno del panorama horror, personalmente non sono del tutto d'accordo, o meglio riconosco svariati pregi soprattutto dei primi 45 minuti, ma anche a causa di, appunto, una seconda parte non ai livelli della prima e ad un finale abbastanza scontato, il film non mi ha particolarmente impressionato.
Brian Cox ed Emil Hirsh reggono gran parte del film sulle loro salde spalle. Sono bravi e questo si sapeva, comunque è cosa rara trovare degli interpreti di una certa levatura per questo genere di film, anche perchè il budget è tutt'altro che importante.

ferzbox  @  23/02/2017 17:42:40
   7½ / 10
Noto con un certo piacere che il genere horror da qualche anno a questa parte sta cercando di rinnovarsi un poco, tentando di uscire fuori dai soliti schemini con sceneggiature(o soggetti) più originali e meno stereotipati; quindi non più le solite storie concepite mescolando diversamente i classici ingredienti graditi dal grande pubblico, ma qualcosa a favore dell'originalità.
Si è già visto con "Babadook", "It follows", "The Witch", "The boy", "Man in the dark" ecc...ecc.... ...insomma, magari questi film non saranno piaciuti a tutti; magari qualche stupidaggine commerciale era sempre presente, ma se non altro una boccata di aria fresca in più pare che ci sia stato il tentativo di darla(anche perchè immagino che si saranno resi conto da soli che se continuavano così si "autoincartavano"....una cosa dopo che l'hai proposta decine di volte comincia a puzzare...).
Ora....ero molto curioso di vedere questo "The autopsy of Jane Doe" per due ragioni; la prima il regista("Troll Hunter" l'ho sempre ritenuto uno dei mockumentary più particolari che ho visto), la seconda perchè dai commenti letti mi è parso che anche questo film si aggregasse al gruppo di horror originali che accennavo prima...
Rispetto a "The Witch" mi è piaciuto molto meno, però devo ammettere che i primi 45 minuti mi hanno catturato di brutto(nonostante la fotografia fosse troppo patinata e la regia non esattamente splendida.....il film di Robert Eggers si dimostrava di ben altri livelli già in queste due cose) perchè portava davanti agli occhi dello spettatore una situazione malefica mai vista prima, estremamente ansiogena, splatter(per ovvi motivi) e inquietante; talmente inquietante che per certi versi mi ha ricordato un pochino quelle atmosfere dei film di Fulci anni 70(tipo "l'aldilà" ad esempio)....o dei film di John Carpenter, dove il male spaventava principalmente per il concetto occulto, piuttosto che le scene visive in se.
Sfortunatamente sono rimasto conpiaciuto solo per metà, perchè la seconda parte a mio parere si perde un pò a causa di un finale studiato con scarso impegno; non tanto per l'idea(che rimaneva macabra), ma per una patina edulcorata e alcune scene scontate che avrebbero fatto meglio a sostituire con qualcosa di meno prevedibile e più spiazzante; alla fine del film non si ha alcun colpo di scena che coinvolga quanto tutto quello visto prima; si banalizza e perde davvero molti punti.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Va bhè, lo metto comunque tra gli horror recenti più caratteristici e singolari, ma si tratta di un'altra mezza occasione persa....voglio dare 7 e mezzo per incoraggiamento comunque....il film per essere originale è originale.....su questo non posso dire nulla....ma, fatemelo ripetere, "The Witch" è superiore sotto ogni punto di vista....

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  23/02/2017 12:39:54
   7 / 10
Tommy e Austin, rispettivamente padre e figlio, sono proprietari di una sala autoptica posta al piano interrato della loro dimora che probabilmente tanto piacerebbe a Tim Burton.
Meticolosi e professionali collaborano con la polizia locale, riuscendo a far luce anche sulle cause di morte più complesse.
I problemi cominciano con l'arrivo nella morgue di una giovane e bellissima donna, ritrovata esanime sul luogo di un efferato delitto in circostanze a dir poco misteriose. L'analisi del cadavere svela particolari impressionanti, ingarbugliando sempre più la situazione mentre fatti inspiegabili rendono l'atmosfera carica di inquietudine.
Molto giocato sulla suspense grazie ad un buono lavoro su sonoro, apparizioni misurate e presenze indefinibili, perfettamente ambientato in un luogo claustrofobico riecheggiante architetture gotiche, "The autopsy of Jane Doe" è un'intelligente revisione dell'horror classico con allegato un bel mistero.
Francamente anche chi non avvezzo al genere può arrivare facilmente alla vera natura della salma, ma ciò non determina una sfioritura dell'interesse. Anche giungendo a svelare anzitempo l'arcano, la pellicola resta godibile grazie ad una narrazione essenziale e sempre centrata. Non siamo in presenza di un nuovo "Aftermath", ma le scene dell'autopsia vengono mostrate senza filtri, con distacco professionale, senza evidenziare il particolare macabro o disgustoso. Un gore controllato quindi, che non ha alcun prefisso shockante visto che si preferisce ricorrere al contributo tensivo offerto da immagini e suoni.
Da sottolineare la buona prova della coppia Cox/Hirsch ed il bel lavoro sulle luci, dietro la mdp c'è Andrè Ovredal, qualche anno fa autore dell'originalissimo "Troll Hunter".

Invia una mail all'autore del commento ziokartella  @  31/01/2017 10:06:49
   6½ / 10
Finalmente un film decente, del resto la coppia di attori protagonista ("cadavere" escluso) è notevole, il regista anche, nonostante sia poco conosciuto (autore dell'ottimo TROLL HUNTER), e anche se la sceneggiatura non è sempre limpida e puntuale la vicenda è interessante fino alla fine, anche se il finale sa di scontato, o se vogliamo dare atto al regista, possiamo considerarlo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

TheLegend  @  18/01/2017 17:43:40
   6 / 10
Nel panorama horror davvero povero di buoni film questo film è più che guardabile.

topsecret  @  17/01/2017 21:59:22
   7 / 10
Dopo tante ciofeche e film insulsi ecco finalmente un horror più che discreto, degno di questo nome e soprattutto degno di essere visionato.
L'atmosfera che ricrea il regista è densa di pathos, mistero ed inquietudine e man mano che ci si addentra nella storia, ogni tassello sembra incastrarsi in maniera convincente. Forse cala di intensità in alcuni momenti, ma è davvero poca cosa e non inficia la visione che rimane tesa e coinvolgente fino alla fine.
Buon film.

Macs  @  16/01/2017 20:55:29
   6½ / 10
Film che parte bene, anche molto, con gli ottimi attori e la storia intrigante. Poi verso metà inizia a perdersi un po', da quando i nostri abbandonano la sala operatoria e iniziano a verificarsi avvenimenti un po' random e che non sembrano seguire una gran logica. Peccato perché la storia era buona e costruita con una discreta dose di suspense. Come spesso accade negli horror della presente generazione, pare che abbiano un po' tutti fretta di arrivare alla fine. Forse perché i soldi stanno finendo o le idee scarseggiando. Buone le musiche, Emile Hirsch sempre interessante (dopo "Into the Wild" potrebbe anche recitare nel sonno e mi piacerebbe comunque). Nel complesso promosso ma poteva essere molto, ma molto migliore con un controllo maggiore della sceneggiatura e un ritmo più omogeneo tra prima e seconda parte.

Jumpy  @  14/01/2017 00:12:05
   7 / 10
Un horror così non mi capitava da anni. Tecnicamente perfetto, fotografia spettacolare e ben calibrata, inquadrature studiate, sopratutto nella prima parte.
Fin dai primi minuti cattura, anche se non si capisce bene se si ha a che fare con un thriller/poliziesco alla CSI oppure un horror vero e proprio.
E lo sviluppo della trama mescola le carte in tavola prendendo una strada inaspettata che spiazza e incuriosisce sempre di più.

Larry Filmaiolo  @  13/01/2017 05:09:38
   8½ / 10
Hands down: molto probabilmente il miglior horror "occidentale" del 2016. (Quello "orientale" è l'immenso the wailing). Chiunque lo neghi non capisce un c a z z o o non ha visto gli altri horror euro americani che sono girati, che dico, negli ultimi 5 anni. C'è poco da dire, poi; il regista di troll hunter ha fatto jackpot in barba a chi lo reputava un cojoncello. Guardatelo, sto film. Poi mi direte.

1 risposta al commento
Ultima risposta 17/01/2017 18.34.40
Visualizza / Rispondi al commento
chem84  @  12/01/2017 17:36:12
   7½ / 10
OCCHIO CHE LO SPOILER E' IN AGGUATO!

Detto questo, eccoci a commentare un altro lavoro molto convincente, davvero non ci si può lamentare di questo 2016 in quanto ad horror sfornati, dopo un lungo periodo dove oggettivamente si faticava a trovare qualcosa di interessante.
The Autopsy of Jane Doe intriga sin da subito, perché si respira immediatamente un'atmosfera malata e malsana che non sai bene dove ti possa portare.
Subito appare una classica scena del crimine, che sembra catapultarci sul set di CSI o Law & Order, ma poi leggi il titolo ed è chiaro che ci deve essere qualcosa di più, ed infatti ecco comparire la nostra protagonista.
È facile di primo impulso pensare a qualcosa sullo stile del pregevole corto (che poi tanto corto non è) "Aftermath" di Nacho Cerdà, anche se osservando le facce dei due protagonisti si capisce che non hanno la stoffa per poter essere così malati come il medico spagnolo. La soluzione più plausibile sarebbe quindi quella di farne delle vittime…ma di chi???
Già, domanda lecita…perché nella prima parte (la mia preferita tra l'altro) la curiosità di capire chi si ha davanti ti assale, facendoti azzardare mille previsioni che poi, almeno nel mio caso, andranno in tutt'altra direzione rispetto alla reale situazione (che non ho ancora deciso se considerarla del tutto vincente, ma per fortuna ho ancora qualche riga di tempo per pensarci).
Quel che è certo tuttavia è che per larga parte la tensione è garantita, forse grazie anche ad eventi francamente inspiegabili che vanno a braccetto con qualche forzatura comportamentale di troppo (vedi attacco di piromania improvvisa dei due in preda al panico), ma che nel complesso riescono a catturare e, in più di un occasione anche a concedere qualche sobbalzo sul divano. E proprio a proposito di queste situazioni, lo sapevo sin da subito che i primi cadaveri, così ben descritti e quasi mostrati nelle loro deformazioni post mortem, non sarebbero stati solo delle semplici comparse iniziali e nel complesso non ci si può certo lamentare della loro resa.
Tecnicamente il film è molto ben girato a mio avviso, con diverse pregevoli inquadrature e un'ottima cura del dettaglio. Voglio pertanto fare i miei complimenti a questo simpatico norvegese di nome André Øvredal che, dopo aver rotto il ghiaccio con il buon "The Troll Hunter", qui getta le basi per quella che potrebbe diventare una buona carriera nel campo dell'horror.
Le musiche accompagnano bene la trama, spaziando dall'inquietante fase iniziale, ad una più cazzara e ritmata composizione durante le prime autopsie e, in genere, adattandosi sempre piuttosto bene al contesto in cui vengono chiamate in causa (effetti sonori compresi).
La componente recitativa nel complesso piace e si limita sostanzialmente ai due co-protagonisti padre e figlio, alias Brian Cox ed Emile Hirsch che ho volutamente etichettato come co-protagonisti in quanto la vera protagonista è la bella Olwen Kelly che, nei panni di Jane Doe, riesce ad attirare tutta l'attenzione su di se, con quegli occhi penetranti che non te la fanno scordare per un bel pezzo e che le fanno guadagnare il titolo di MVP, pur senza aprire bocca o muovere un dito (ehm vabbè non approfondiamo troppo quest'ultima mia affermazione che non mi va di spoilerare troppo).
Concludendo, penso di essermi convinto che la spiegazione di tutto sia nel complesso credibile con quanto mostratoci e che i miei dubbi iniziali siano dovuti unicamente alla mia parziale avversione per tutto ciò che ruota all'universo "streghe" e alla conseguente delusione patita nel vedere il più recente film trattante quest'argomento.
Grazie anche alla breve durata poi, il film si lascia guardare molto bene e non presenta tempi morti, lasciandomi in definitiva piuttosto sicuro che la resa sia stata assai buona.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcriminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy island
 NEW
gamberetti per tutti
 NEW
ghostbusters: legacygretel e hansel
 NEW
greyhound: il nemico invisibileil ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnello
 NEW
l'anno che verràl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassino
 NEW
nel nome della terranon si scherza col fuocooutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di saw
 NEW
stay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutants
 NEW
the old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusvivariumvolevo nascondermi
 NEW
vulnerabiliwaves

1006310 commenti su 43733 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net