body bags - corpi estranei regia di John Carpenter, Tobe Hooper USA 1993
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

body bags - corpi estranei (1993)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BODY BAGS - CORPI ESTRANEI

Titolo Originale: BODY BAGS

RegiaJohn Carpenter, Tobe Hooper

InterpretiJohn Carpenter, Tobe Hooper, Tom Arnold, Robert Carradine, Alex Datcher, Peter Jason, Molly Cheek, Wes Craven, Sam Raimi, David Naughton, Sheena Easton, Dan Blom, Deborah Harry, Twiggy, Roger Corman

Durata: h 1,31
NazionalitàUSA 1993
Generehorror
Al cinema nel Luglio 1993

•  Altri film di John Carpenter
•  Altri film di Tobe Hooper

Trama del film Body bags - corpi estranei

Un medico legale racconta agli addeti in obitorio tre storie: quella di una signora, proprietaria di una pompa di benzina, che dopo aver saputo della fuga di un serial killer, inizia ad osservare preoccupata tutti i tipi strani che passano davanti alla finestra; quindi la storia di un uomo ossessionato dalla sua calvizie e che decide di tentare un trapianto di capelli molto costoso e infine la storia di un giocatore di baseball che dopo aver perso l'occhio in un incidente automobilistico, se ne fa trapiantare un altro, ma in seguito all'intervento inizia ad avere strane visioni.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,61 / 10 (65 voti)6,61Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Body bags - corpi estranei, 65 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

biagio82  @  05/10/2017 11:15:22
   6½ / 10
buon film ad eppisodi.
tre eppisodi uniti da una cornice simpatica di cui il migliore è enza dubbio il primo.
niente di imperdibile ma per una serata senza pretese si può guardare

Strix  @  21/09/2017 03:58:24
   7 / 10
Sembra una rimpatriata tra amici/colleghi che, già che c'erano, hanno girato un filmetto poco impegnativo ma divertente. Infatti meriterebbe un 7 già solo per i camei e per la regia congiunta di Carpenter e Hooper.

Il terzo episodio (diretto da Hooper) è quello che ho preferito e che mi ha inquietato di più, grazie anche all'interpretazione di un Mark Hamill psicopatico, il primo ci sta (Carpenter), il secondo è grottesco ma privo di tensione (Sulkis). Spassosa la parte nell'obitorio (Hooper).

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  27/08/2017 20:39:17
   6½ / 10
Tra suspence (Gas station), ironia nera (Hair) e gore (The Eye), Body bags è un buon film ad episodi qualitativamente più che dignitosa. Una gustosa copertina e i raccordi tra un episodio e l'altro dove Carpenter stesso gioca a suo modo a fare lo Zio Tibia della situazione. Se devo prorpio sceglierne uno direi Hair con un ottimo Stacey Keach incapace di accettare il proprio invecchiamento, utilizzando il giusto dosaggio tra horror e ironia.

Colibry88  @  03/10/2016 01:37:46
   7 / 10
Ho sempre apprezzato il ben gestito mix di ironia e brividi di "Body Bags". Visto e rivisto, mi piace ad ogni visione. Carpenter del resto è sinonimo di garanzia! Interessanti e coinvolgenti tutti gli episodi, ma il mio preferito è sempre stato quello dell'occhio trapiantato! Molto valido.

alex94  @  23/02/2016 22:18:08
   7½ / 10
Questo è uno di quegli horror che mi fa semplicemente impazzire,tre episodi e una storiella di contorno (dove nei panni del protagonista troviamo il mitico Carpenter in versione zombie svitato),diretti da John Carpenter e da Tobe Hooper.......cosa chiedere di più dalla vita?
Nel primo episodio troviamo una ragazza che lavora ad una pompa di benzina che si trova a dover affrontare un brutale serial killer......... Carpenter dirige un episodio che ricorda parecchio il suo Halloween,trama ai minimi livelli,bell'atmosfera cupa e una buona dose di tensione.....cammei di Sam Raimi e Wes Craven...... VOTO: 7,5.
Nel secondo vediamo un uomo ossessionato dai suoi capelli,quando si accorgerà che inizia a perderli,deciderà di ricorrere ad una cura sperimentale....ottenendo risultati assai bizzarri.
Il miglior episodio,sempre diretto da Carpenter,molto ironico e divertente (la scena in cui esce di casa e vede tutte persone con i capelli lunghissimi è esilarante)....... VOTO: 8.
Nel terzo ed ultimo episodio invece seguiamo le disavventure di un giocatore di baseball che dopo aver perso un occhio si sottopone ad un intervento di trapianto,ritrovandosi col bulbo oculare di un serial killer.
Questa volta dietro la macchina da presa troviamo Hooper che dirige l'episodio più serio e meno scanzonato del film.......... nonostante sia quello che mi è piaciuto meno devo ammettere che è diretto in modo perfetto,presenta una storia godibile e semplice da seguire e ha dei buoni effetti speciali........ cammeo di Roger Corman.......... VOTO: 7.
Un buon film ad episodi,oltre che un sentito omaggio al cinema di serie b,una pellicola che ogni appassionato del genere deve assolutamente visionare (aldilà del fatto di apprezzarla o meno).....

GianniArshavin  @  05/02/2016 12:57:20
   7 / 10
Simpatico , disimpegnato e divertente horror/comedy ad episodi diretto da John Carpenter e Tobe Hooper.
Il titolo è composto da tre episodi più cornice di buona fattura, un mix di tensione ,sangue e ironia molto gustoso che ricalca (con più serietà e cattiveria) il solco tracciato da Creepshow.
La cornice vede un grandioso Carpenter giocare con cadaveri e resti umani in un obitorio introducendoci ai tre episodi del film. Questo collante esilarante è davvero spassoso,con un Carpenter dalla vena ironica da black humour entrato ormai nel mito.
Il primo segmento è diretto proprio dal regista di Halloween e richiama alla mente lo stesso cult del 79 in modo convincente. Un piccolo slasher anni 90 dal gran ritmo,dalla cupa atmosfera e dalla location indovinata.
Il secondo episodio è Hair , assurdo e divertente mix di horror ,sci-fi e ironia. Tante risate e buoni effetti.
Chiude il cerchio l'episodio più sanguinoso e visionario ,Eye diretto da Tobe Hooper e con un grande Mark Hammil (irriconoscibile). Una storia che sa di già visto ma ben diretta e gestita perfettamente nelle dinamiche.
Dunque un prodotto di ottima fattura da recuperare,l'ideale per una serata spensierata senza pretese. Da segnalare camei importanti di Sam Raimi,Craven ,Corman e lo stesso Hooper.

lucio marchini  @  12/01/2016 09:47:24
   6½ / 10
divertente tutto sommato! mi sarei aspettato qualcosa di piu dai registi! poca paura e tensione! appena sopra la sufficienza!

topsecret  @  11/10/2014 13:52:01
   5 / 10
Grandi registi del genere sfornano un film ad episodi in stile CREEPSHOW che però non coinvolge nè mette tensione.
Il primo episodio è piuttosto blando in termini di pathos e risulta telefonato e senza verve. Il secondo è quello più grottesco, ma anche in questo caso non brilla per incisività nè per particolare freschezza. L'ultimo episodio, THE EYE, è abbastanza visionario ed enfatico, ma niente di particolarmente gustoso o di coinvolgente.
In definitiva, un filmetto senza grandi meriti che si lascia guardare ma non senza rimpianti.

LordWotton  @  04/10/2014 12:33:41
   6 / 10
3 thriller-horror con intermezzi divertenti, niente di eccezionale ma si può guardare

Filman  @  04/05/2014 14:24:59
   5½ / 10
Film collettivo senza arte né parte, BODY BAGS assicura tratti filmici di serie B misurati da una buona regia funzionale all'obbiettivo strutturale di uno slasher, sottogenere fin troppo conosciuto da Carpenter, e la creazione di elementi thriller-horror di tipo paranormale ben gestiti nel terzo episodio, ma dal ritmo lento e televisivo come nel secondo.
Seguendo una linea minimalista ed essenziale, la pellicola antiseriosa rispecchia l'assenza di ricerca qualitativa dei registi Hooper e Carpenter, trasformanti per l'occasione in appassionati mestieranti.

2 risposte al commento
Ultima risposta 07/05/2014 20.05.22
Visualizza / Rispondi al commento
ferzbox  @  17/04/2014 17:03:07
   7½ / 10
Ecco una divertentissima opera diretta da John Carpenter,Larry Sulkis(in incognito) e Tobe Hooper.
Prima non la conoscevo,ma per me questa pellicola è già la più esilarante del caro vecchio John; un film composto da tre episodi,presentati da uno zombi molto somigliante al nostro caro regista che prende le veci dello zio Tibia,sempre presente nei nostri cuori(basta che non ce li strappa....).

Altra cosa fantastica è la partecipazione attoriale,e non,di altri grandi nomi quali Wes Craven o Sam Raimi(piccoli cameo,niente di che).....
...un lavoro divertente tra colleghi insomma....

Tralasciando l'interazione di Carpenter con il pubblico(stupenda perchè macabra e ironica allo stesso tempo),i tre episodi orrorifici che compongono il film non sono nemmeno male.

1)Il primo episodio(La stazione di rifornimento) è una sorta di "Slasher" visto al contrario,dove si utilizza la classica formula per creare tensione e suspance a discapito del cattivone di turno.
Ottima l'atmosfera grazie alla regia di Carpenter,la sua mano si nota palesemente.

2)L'episodio centrale(Hair) è invece quello più bizzarro ed ironico(appioppato alla mano di Carpenter ma diretto in realtà da Sulkis[letto su Wikipedia]).
Un racconto che mescola l'horror con la fantascienza più classica degli anni 60...il tutto con un retrogusto comico e grottesco.
La soluzione finale è veramente spassosa.

3)Il terzo ed ultimo episodio,diretto da Hooper,è quello più macabro ed inquietante(ma non il migliore registicamente).
La storia non è male...l'unico che regala anche qualche elemento psicologico e visionario.
Protagonista Mark"Skywalker" Hammil(ogni tanto saltava fuori)...

In conclusione l'ho reputato molto valido...ai livelli dei primi due "Creepshow",e non è poco per me...
Molto carino per passare una serata horror con pop corn e Coca Cola(..famo birra va..).

Mi ero perso un bel filmettino horror ad episodi.....ma come si dice:"meglio tardi che mai"

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/04/2014 18.03.19
Visualizza / Rispondi al commento
DarkRareMirko  @  28/03/2014 01:16:39
   7 / 10
Il primo di Carpenter è l'episodio che mi è piaciuto di più, complice un atmosfera sublime, una location perfetta, tanta paura e i camei di Raimi e Craven; lo stesso John toppa invece con il secondo episodio, un corto men che mediocre, anonimo e parecchio giù di tono, anche dal punto di vista degli sfx (e se voleva essere comico non fa ridere, mentre se voleva inquietare, di certo paura non fa).
Hooper rialza un pò la media con il discreto e Barkeriano corto finale, ben interpretato da un Hamill che neanche avevo riconosciuto; buona anche l'idea del trapianto di occhio.

Il trait d'union macabro ed ironico (quello nelle sale autoptiche), che vede apparizioni del regista, di Hooper e di Tom Arnold è molto riuscito anch'esso, complice musiche inquietanti ed azzeccatissime.

La destinazione (credo) televisiva si fa sentire e la qualità dei corti è curiosamente altalenante (e poi non ci sono molti collegamenti fra loro, sembran quasi dei film girati chissà quando e messi assieme per questa occasione, ma tant'è); ad ogni modo il film vale senz'altro la visione però, soprattutto per il primo capitolo, semplice ma allo stesso tempo presnetante un Carpenter moooolto in forma.


Con un pò più di ispirazione, di soldi e di tempo, sarebbe venuto fuori però un capolavoro.

2 risposte al commento
Ultima risposta 28/03/2014 15.42.14
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Alan Wake  @  23/10/2013 23:48:36
   6 / 10
Amici, colleghi e maestri nel loro genere, John Carpenter e Tobe Hooper firmano questo horror a episodi in modo convenzionale e spensierato.
Il primo segmento del film ("L'obitorio"), diretto ed interpretato da Carpenter, presenta i tre principali racconti, distaccati e distinti tra di loro, servendosi di uno humour nero esilarante e gradevole, tanto da render leggero non solo lo stacco delle diverse storie ma lo scorrimento complessivo. Dal sadico e spassoso inserviente/cadavere, interpretato sorprendentemente bene da Carpenter, si passa al primo racconto: "La stazione di servizio".
Seppur esso sia un thriller-horror dal soggetto molto semplice, la short story sfornata da Carpenter è probabilmente quella meglio diretta fra le tre: la tensione è ampia e costante dall'inizio alla fine, così come l'angosciante atmosfera che riesce a far immedesimare lo spettatore. Questo slasher, anche se diretto dall'inventore dello stesso sottogenere in questione, non offre nulla di originale, rispetto ai suoi simili, ma utilizza al meglio i suoi delineati stereotipi, come la location, dall'aspetto quotidiano ma dall'angosciante desolazione circostante. Le ottime musiche (ancora di Carpenter) contribuiscono al buono scorrimento e funzionamento di questo segmento. Sinteticamente, la mancanza di una storia vera e propria non pesa sulla visione ma ne limita l'esistenza.

Il racconto "Hair", diretto dal non accreditato Larry Sulkis, racconta dell'ossessione di Richard nei confronti della sua perdita di capelli. Terrorizzato e fissato dalla calvizia, il protagonista non riesce ad accettarsi e a vivere serenamente. Guardando una pubblicità trova, però, la sua soluzione: con un misterioso trattamento presso il dottor Lock ottiene una capigliatura voluminosa e maestosa. La sua bramosia incontrollabile si conclude, però, con un terrificante effetto collaterale.
Probabilmente ispirato al telefilm "Ai confini della realtà", questo episodio possiede una sceneggiatura semplice ma efficace e dai risvolti terrificanti, in cui l'ossessione e l'avidità costeranno molto cari al protagonista.
A mancare di qualità è la messa in scena, maggiormente a causa dell'inesperienza del regista, tanto che nel corso della sua cortissima durata, la storia cade in diverse banalità evitabili.

Tobe Hooper dirige l'ultimo segmento, "Eye", in cui Brent, un giocatore di Baseball professionista, perde l'occhio destro in un incidente stradale. Il protagonista vede però un faro di speranza: un trapianto di bulbo oculare sperimentale può ridargli la sua professione e la sua vita prima dell'incidente. L'operazione sembra però avere un effetto collaterale: Brent inizia a vedere immagini appartenute al vecchio proprietario dell'occhio trapiantato, che si scopre essere un maniaco, stupratore e serial killer.
La storia, più originale e coraggiosa delle altre due, dimostra di essere anche la più intrigante ed interessante. Hooper usa tutta la sua bravura e rende terrificante e ricco di tensione questo racconto, riuscendo a riprodurre un'escalation di avvenimenti che porteranno la trama ad avere anche un tocco paranormale e psicologico, quasi contorto e complicato.
I colpi di scena e le inquietanti sequenze da "flashback allucinatorio" riescono a coinvolgere e ad essere funzionali alla storia contemporaneamente.

Lo spirito superficiale, forse più amichevole e disinvolto che professionale, con cui Hooper e Carpenter hanno prodotto "Body Bags - Corpi estranei" non ha però influito sull'esito finale: il film ottiene il suo scopo principale, intrattenendo lo spettatore utilizzando vari stili horror che non sfociano in stesure complesse ma in semplici racconti del terrore, in cui si vede abbondantemente l'eleganza stilistica distinta dei due registi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  29/04/2013 11:57:13
   6 / 10
Horror a episodi diretto da due mostri sacri come John Carpenter e Tobe Hopper. Un progetto che è disimpegnato divertissement in fin dei conti, dove i due registi compaiono anche come attori. Sicuramente molto spassoso il ruolo interpretato da Carpenter, quello di un medico piuttosto bizzarro che da un sinistro obitorio introduce ai vari segmenti come in una parodia, decisamente riuscita, del leggendario Zio Tibia.
I primi due episodi sono diretti dal papà di Michael Myers che con "La stazione di rifornimento" si autocita ironicamente narrando la notte da incubo di una giovane costretta a fare i conti con le mire sanguinarie di un serial killer. Sviluppi banali con simpatici rimandi al capolavoro "Halloween", alla fine si può vedere.
Nella seconda storia il macabro si mescola con la commedia regalando un episodio non molto riuscito, improntato sulla vanità umana e in particolar modo relativo ai tormenti di un uomo cui la calvizie galoppante ha levato ogni sicurezza. Troverà una cura che non solo arresta la caduta dei capelli ma addirittura li fa ricrescere in maniera esagerata. Divertente ed ironico Stacy Keach con chioma da rockstar anni '80, finale un po' troppo frettoloso.
Si chiude con "L'occhio", dirige Tobe Hopper ed è il migliore della triologia, nonostante l'idea del trapianto di un organo "maledetto" già all'epoca non fosse innovativa e ad oggi risulti più che inflazionata. Protagonista dell'episodio un allucinato Mark Hammill, ovvero il Luke Skywalker di "Star Wars".
Operazione godibile anche se nel corso degli anni ha perduto buona parte del suo lugubre fascino.
Da segnalare svariati cameo "registici" con Wes Craven, Roger Corman e Sam Raimi in veste di attori.

clint 85  @  17/04/2013 03:16:43
   6½ / 10
Non spicca per originalità e ricorda tanto la serie "ai confini della realtà"
Discreti i primi 2 episodi, un pò scadente il terzo; buoni gli intermezzi.

vieste84  @  11/01/2013 18:59:08
   4 / 10
Non un granchè, i primi 2 episodi sono insufficenti mentre forse il terzo è un po più bello, ma è cmq un sottoprodotto abbastanza scadente

Invia una mail all'autore del commento DjAlan78  @  23/10/2012 15:31:26
   7 / 10
Davvero ben fatto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  05/09/2012 14:41:11
   7 / 10
Film al 70% di Carpenter e al 30% di Hooper. John dirige infatti due episodi ed interpreta gli intermezzi. Di "corpi estranei" se ne parla solo negli ultimi due episodi, che sono forse simili, anche se diversi per vari aspetti. Comunque sia:
-"The gas station", voto: 6+. Non di certo una trama originalissima, però ci sono tensione e splatter al punto giusto. Prevedibile ma divertente.
-"Hair", voto: 7+. Forse l'episodio più anomalo del film, nonchè il più umoristico (con un pizzico di demenzialità), basato sulla vanità del protagonista. L'"orrore" prende piede, qui, rispetto agli altri due episodi, molto lentamente, e per vedere il primo fatto "anomalo" bisogna attendere molto, almeno dopo la metà dell'episodio. Nonostante ciò quest'episodio non è assolutamente noioso, e anzi è forse il più gradevole.
-"Eye", voto: 7. Dopo "Hair", un altro episodio, con una trama stranamente simile a quello girato da Carpenter. Qui però c'è decisamente meno umorismo, come del resto ci si poteva aspettare da un episodio diretto da Hooper.
-Intermezzi, voto: 7. Carpenter ci sa fare, anche come attore.
Complessivamente un discreto film, obbligatoriamente da vedere per i fan di Carpenter.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  15/07/2012 16:19:22
   6½ / 10
Horror dalle tinte ironiche. Forse non totalmente riuscito ma comunque gradevole. L'episodio migliore è senz'altro il primo.

sossio92  @  26/06/2012 00:45:38
   7 / 10
DAVVERO GODIBILE

BrundleFly  @  30/04/2012 19:45:46
   4 / 10
Non riesco a salvare neanche uno dei 3 episodi di questo film scontatissimo. Le uniche parti decenti son quelle nell'obitorio dove un inedito Carpenter ci fa da "cicerone". Non che mi aspettassi chissà quale originalità dalle storie, ma speravo almeno in un po' di splatter.

MarcoCam  @  09/04/2012 02:37:06
   8 / 10
decisamente un film da vedere, un bell' horror a episodi che scorre molto bene, il primo episodio è semplice ed efficace, il secondo è quello che mi è piaciuto di più
molto interessante, con una giusta dose d' ironia, forse il terzo non è all' altezza dei primi due, molto noioso all' inizio, ma comunque dal momento che "ingrana" riesce a risollevarsi.
Se vi piacciono gli horror vecchia scuola questo è un must.
Fantastici i siparietti in obitorio tra un episodio e l' altro, molto divertenti.

Crazymo  @  07/02/2012 16:26:35
   6½ / 10
Buon film, nel quale e' protagonista indiscusso John Carpenter che realizza i due episodi migliori:
Primo episodio: 7 (Scorre bene, e ottime le comparse di Craven e il protagonista di 'Un lupo mannaro americano a londra'! episodio in pieno stile Carpenter versione Halloween.)
Secondo episodio: 6,5 (L'idea e' originale, ma anche soli 30 minuti risultano un pò troppi, anche se e' tutto sommato divertente e originale)
Tobe Hooper ci regala l'ultimo episodio, noioso e piuttosto insulso.
Terzo episodio: 5 (Discrete alcune sequenze)
Gli intermezzi di Carpenter farciti con Humor nero sono irresistibili, un 7 "bonus" al film solo per lui.
Una perla! 6,5

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  02/02/2012 20:12:10
   6½ / 10
Allora:
Episodio uno: Slasher carino e divertente. In alcuni momenti risulta essere anche abbastanza inquietante. Voto 8
Episodio due: Episodio che critica la vanità dell'uomo. Nonostante l'argomento assai interessante l'episodio è troppo grottesco. L'ho trovato un tantino fuori luogo. voto 4
Episodio tre: Idea interessantissima e originalissima. Anche se poteva essere sviluppata meglio. Voto 7

Non uno dei migliori lavori di Carpenter, anzi forse quello che mi è piaciuto meno di questo strabiliante regista. Comunque il film è carino e gradevole.
Da vedere solo una volta.

jb333  @  06/12/2011 11:35:51
   6½ / 10
questi film stile racconti della cripta mi sono sempre piaciuti, e anche questo non e male.. anche se sinceramente preferisco creepshow..

MarkTheHammer  @  21/10/2011 15:08:51
   6½ / 10
Era un po' che non vedevo un vecchio horrorazzo anni 80... e questo riassume per bene gli horror di questo periodo (escludendo ovviamente eccezioni superbe come Shining): tanto sangue, trama semplice, divertente.
Tre episodi all'interno del film, il primo è uno slasher niente male, il secondo una trashata ridicola, il terzo una buona idea ma a mio avviso mal sviluppata.
Veramente stupidi e spassosi gli intermezzi di Carpenter zombie. Insomma, un buon film per gli amanti degli horror di trent'anni fa.. gli altri lo troverebbero pessimo.

Redlife88  @  17/10/2011 10:05:42
   6½ / 10
Molto interessanti il primo e il terzo episodio, c'è tensione e coinvolgono lo spettatore. Il secondo invece invece l'ho trovato noioso nonostante lo trovi originale. Mi sono piaciuti anche gli intermezzi nell'obitorio in cui lo strano narratore si diverte tra i cadaveri.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

CyberDave  @  10/06/2011 01:59:02
   5 / 10
Trascurabile horror a episodi.
Il primo, uno slasher senza infamia e senza lode, con un finale un pò troppo sbrigativo. Voto:5
Hair, un episodio grottesco ed ironico sul problema della calvizia, qualcosa di divertente ma a me è piaciuto davvero poco. Voto:4
Il terzo, Eye è sicuramente l'episodio meglio riuscito ed anche il più horror e cattivo dei 3.
Voto:7
Carini gli intermezzi di Carpenter in stile zio Tobia. Comunque un film "leggero" e poco consigliabile se non per l'episodio di Hooper.

BlueBlaster  @  07/04/2011 02:32:15
   7½ / 10
il 7 è per l'episodio di Carpenter, il mezzo per il suo cameo...che pazzo!

76eric  @  11/03/2011 20:00:51
   7½ / 10
Senz' altro anche per me è questo il migliore horror a episodi assieme alla Trilogia del terrore di Curtis ( ma solamente per l' episodio dello Zuni) dove il Maestro nelle vesti di uno simpaticissimo zombie ci racconta, tra una gustosa (?) trangugiata di formaldeide e l' altra, di tre inquietanti ed anche un pò ilari vicende.
La prima piuttosto sempliciotta ma efficace con finale splatteroso e comparsata di Wes Craven, la seconda, la mia preferita con uno spassosissimo Stacey Keach dove il regista di Bowling Green ci mette decisamente del suo, per finire con una buona terza puntata firmata Tobe Hooper con un' eccellente interpretazione di Mark Hamill.
Che dire....., è troppo fico.......

John Carpenter  @  27/02/2011 11:40:08
   7 / 10
Secondo il mio avviso Ŕ migliore del sopravvalutato Creepshow. I tre episodi sono uno meglio dell'altro. Il primo Ŕ uno slasher alla Halloween, il secondo Ŕ una metamorfosi disgustosa e ossessiva ma allo stesso tempo ironica, e mi Ŕ piaciuto anche il terzo episodio di Tobe Hooper.
Molto godibili anche gli intermezzi tra un'episodio e l'altro.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  31/12/2010 13:00:00
   7 / 10
Buon film horror ad episodi, tra i migliori del genere. Un prodotto artigianale leggero e scorrevole, di poche pretese, apprezzabile per come riesce a miscelare sangue e risate con semplicità e disinvoltura, e fatto sicuramente con tanto amore e creatività. Inutile dire che i migliori episodi sono quelli del maestro Carpenter: il primo ("La stazione di rifornimento"), sebbene prevedibile, è abbastanza teso grazie alla genialità del regista che riesce ad azzeccare (come al solito) i tempi giusti per far sobbalzare lo spettatore sia nei momenti di terrore, sia in quelli di calma apparente. La location notturna, sperduta e desolata, fa il resto; il secondo invece ("Hair"), molto più leggero ma intelligente e altrettanto coinvolgente, comincia con l'affrontare con una sottile vena d'ironia un problema che afflige psicologicamente e fisicamente gran parte degli uomini (la calvizie); ma dopo un'inizio apparentemente comico, l'episodio prende una strada sempre più orrorifica man mano che il protagonista (un'ottimo Keach) comincia la sua deprimente e disgustosa metamorfosi che lo porterà alla distruzione più totale. Ovviamente, con risultati a dir poco mostruosi.
Deboluccio invece l'episodio di Hooper ("Eye"), il più violento e meno coinvolgente dei tre. Applausi comunque al buon Mark Hamill, decisamente bravo a fare il pazzo.
In ogni caso, le migliori parti del film, a mio parere, sono i miticissimi intermezzi tra una storia e l'altra, in cui Carpenter, nelle vesti di un cadaverico e simpaticissimo zio Tibia, si diverte a fare da introduttore alle tre storie giocherellando tra pezzi congelati di corpo umano e macabre barzellette su torture e omicidi.
Insomma, un un horror-comico sanguinoso, divertente e fatto bene (Carpenter, come sempre, firma anche la fantastica colonna sonora assieme al nuovo collaboratore Jim Lang).
Imperdibile per gli amanti del genere. CARPENTER RULES!!!

Nota: camei per Wes Craven, Tom Arnold, e Blondie (Deborah Harry).

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  01/09/2010 23:17:16
   7½ / 10
Di horror cè davvero ben poco, è piu' una commedia molto grottesca, ma è davvero spassoso :)
Il personaggio del ''dottore'' che introduce le storie + addirittura + divertente delle 3 storie stesse, comunque tutte sopra la sufficenza ( la prima è la migliore ).

NOn aspettatevi 1 capolavoro, ma per passare una serata in allegria è il film giusto :D



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

+Kristy+  @  29/01/2010 14:41:38
   7 / 10
Dei piccoli capolavori.

Invia una mail all'autore del commento baskettaro00  @  28/10/2009 17:50:29
   7 / 10
horror ad episodi.
il primo:giusta dose di tensione,trama carina ma a mio avviso il finale è un pò troppo buttato là;voto:7
secondo:trama più originale del primo,nonostante l'argomento si entra pochissimo nel grottesco;voto:7
terzo:molto originale l'idea,buona recitazione;voto:7
tutti gli episodi sono conditi da una discreta dose splatter.
consigliato:D

Invia una mail all'autore del commento wega  @  21/06/2009 12:08:55
   7 / 10
Per Carpenter-dipendenti, appunto. Eccomi. Oramai credo siano finiti, probabilmente questo "Body Bags" era l' ultimo Carpenter 100% che mi mancava, tra l' altro lo vidi da bambino, me lo ricordo per l' episodio dell' occhio. Quello che il Maestro sa far meglio, e cioè prendere spunto dalle idee degli altri (ma ammettendolo). Sicuramente sulla scia del Creepshow romeriano, il migliore dei tre episodi è senz' altro il primo, pieno di clichè del genere - come la negra che se la va' a cercare - ma ineccepibile nella costruzione della suspense. Notevole anche il secondo episodio, spassoso per metà e realmente efficace nel cambiare improvvisamente il timbro della storia. Meno bene il terzo episodio di Tobe Hooper anche se riesce a far provare fastidio all' occhio dello spettatore stesso, dimostrazione di una buona esecuzione registica nel complesso e di capacità attoriale del protagonista. Straordinarie le presentazioni di John Carpenter, Maestro che non si prende affatto sul serio. Ti amo sempre di più.

2 risposte al commento
Ultima risposta 22/06/2009 13.08.40
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  14/06/2008 15:56:52
   7 / 10
Omaggio all'horror anni 70-80; un interessante b-movie a puntate che amalgama con efficacia tensione, azione ed ironia.
Cameo di Sam Raimi e Wes Craven.

Episodio uno: voto 8 (ricalca gli stilemi "classici", raggiungendo a pieno l'obiettivo di inquietare lo spettatore; eccellenti in questo senso l'inconfondibile regia e le trovate del maestro)
Episodio due: 7,5 (divertente critica alla vanità e all'ipocrisia caratterizzanti la società occidentale)
Episodio tre: 6 (diretto da Hooper, è decisamente il capitolo meno interessante)
Cornice: 7 (simpatico siparietto del nostro John, regia ancora di Hooper)

La sceneggiatura non è nulla di eccezionale, anzi, il contrario direi; da valutare come una pellicola di serie b: voto direttamente proporzionale alle emozioni provate.
Solo per Carpenter-dipendenti.

3 risposte al commento
Ultima risposta 21/06/2009 12.10.03
Visualizza / Rispondi al commento
Tristano74  @  16/05/2008 08:15:20
   7½ / 10
Essenziale, quasi minimale, ma molto coinvolgente. Interessante l'uso dei primi piani. Solo un po' patetico il vecchietto che introduce le storie, ma per il resto un buon film.

HGWells  @  10/04/2008 20:47:29
   7½ / 10
Consigliati tutti e tre gli episodi (poi Carpenter nel ruolo dello zombi narratore è irresistibile!).
Il primo è un gialletto niente male, con buona dose di tensione e una gustosa scena finale.
Il secondo è dotato di un ottimo humour nero; i capelli alieni sono anche abbastanza inquietanti. Simpatico e riuscito.
Il terzo è un po' "già visto", ma sà intrattenere e coinvolgere con alcune scene piuttosto violente.
Nel complesso è da vedere.

lupin 3  @  06/03/2008 00:03:18
   7 / 10
Buon lavoro, John Carpenter che introduce i tre episodi è fantastico!

sweetyy  @  05/03/2008 04:00:32
   7 / 10
La prima storia non è male, c'è una giusta dose di tensione, atmosfera inquietante e ottime musiche...
La storia dei capelli comicissima, l'ho trovata un pò fuori luogo, insomma l'episodio meno coinvolgente. Il più macabro dei tre è sicuramente l'episodio dell'occhio.

Cliff72  @  25/01/2008 12:02:36
   5½ / 10
Precisando di essere un amante di Carpenter, tuttavia non posso dare un buon giudizio su questo film, a mio parere troppo "leggero" e banale. Se si vuole vedere un filmetto di un'ora e mezza poco impegnativo e alquanto ironico ok...ma se si vuole vdere un FILM, bhè meglio dedicarsi ad altro.
Il 5 e mezzo glielo do solo per la stima che ho verso il regista, creatore di pellicole indimenticabili. L'unico episodio dei tre che merita la sufficienza è solo l'ultimo (quello del giocatore di footbal); i restanti sono più adatti a un film comico.

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/04/2008 20.55.57
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  07/12/2007 22:07:21
   4½ / 10
Niente da fare,non amo gli horror a episodi e questo Body Bags non fa eccezione....diretto da due maestri dell'horror come Carpenter e Hooper,il film colpisce nel segno solo nella seconda storia ("Hair") caratterizzata da frecciatine anti-yuppismo efficaci e originali;il resto e'pura routine,con qualche spruzzatina di temi ricorrenti nelle carriere dei due registi americani,ma niente di piu'.
Fanstico J.Carpenter nei panni del macabro presentatore stile Zio Tobia,ma per il resto parliamo di un prodotto televisivo abbastanza archiviabile.

nevermind  @  26/11/2007 19:18:33
   7 / 10
Gran film...Mi piacciono veramente tanto gli horror ad episodi. Come detto da molti l'episodio più geniale è il secondo, veramente interpretato bene anche dall'attore protagonista, purtroppo il finale non è niente di che, un pò buttato lì come se si volesse finire in qualche modo l'episodio.
Il primo episodio invece merita molto anche perchè la suspance c'è e molta, ti tiene incollato al video sicuramente.
Il terzo episodio non mi è sembrato granchè, ma l'associazione con l'episodio horror dei simpson in cui homer si fa trapiantare i capelli del galeotto c'è!!!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/11/2007 19.23.44
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Caio  @  07/11/2007 00:26:59
   7½ / 10
Grande omaggio ad un certo horror anni ottanta che mi manca tanto, e che rispetto ai recenti tuttacarne e tortura, riesce a spaventare divertendo. Geniale ed irresistibile l'episodio centrale, assolutamente da non perdere.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  05/11/2007 22:23:56
   8 / 10
Grandioso!Mi sono piaciuti tutti e tre gli episodi.Il primo è pieno di tensione,Carpenter riesce a farti stare con il fiato in gola anche con una sceneggiatura semplicissima.Il secondo terribile,mi ha fatto passare la voglia di intorusare qualche lozione per i capelli( e ne avrei bisogno).Il terzo mi ha scosso,"mi ha preso l'ansia".La presentazione di Carpenter dei tre episodi è impeccabile.Anche gli altri maestri del brivido se la sono cavata bene per quel poco che si sono visti.Una di quelle storielle che si raccontano in una notte intorno al fuoco,mentre la legna crepita, e tra una risata e l'altra e brividi sinistri ti percorrono il midollol

enter  @  11/10/2007 20:16:50
   7 / 10
1 episodio voto 7,5 ce molta suspence che ti tiene in tiro per tutti i 40min
2 episodio voto 5 non mi e piaciuto molto la trama
3 episodio voto 6,5 e buona l idea

Invia una mail all'autore del commento BIONDO  @  24/08/2007 17:26:29
   9 / 10
eccelente..bisogna vederlo.

gordon4  @  14/08/2007 09:15:00
   6½ / 10
Tutto sommato si lascia vedere tranquillamente. Il primo episodio è un classico Carpenter, che con un budget basso riesce sempre a mettere tensione. Il secondo è un episodio comico sull'ossessione della perdita dei capelli. Il terzo è quello che mi è piaciuto meno, un po' "sforzato". Senza infamia e senza lode, come la maggior parte dei film a episodi.

AKIRA KUROSAWA  @  25/06/2007 01:46:33
   6½ / 10
nn mi sono mai dispiaciuti i film a episodi, sopratutto se appartengono a dei maestri dell orrore , vedi creepshow di romero o due occhi diabolici del duo argento--romero. peccato pero che i film a episodi nn siano mai dei capolavori , perchè anche se gli spunti sono spesso interessanti , sono sempre poco sviluppati come in questo caso.
il primo episodio di carpenter lo si puo definire un classico thriller ricco di suspance , sicuramente prevedibile, ma la perfezione del montaggio lo rendono un film ricco di suspance , inoltre la regia sublime di carpenter ti rende interessante anche la piu stupida delle storielle. belle le musiche, il primo merita un 7. ottima anche la comparsa di wes craven all inizio, il rpimo cliente.
il secondo è quello che mi è piaciuto e mi ha divertito di piu: l idea è super ed è girato con una grande ironia che lo rende piu un corto comico che horror, il tipo con i capelli lunghi mi ha fatto impazzire , peccato pero che il finale sia molto tirato via. l idea per me era superba , ma è stata rovinata, buona cmq la regia di carpenter; piu originale del primo episodio, ma sviluppato in modo peggiore , voto 7.
l lutimo episodio che è quello diretto da tobe hooper è quello che mi è piaciuto di meno; l ho trovato ridicolo e insensato, ma come fa a vedere tutto quello che vedeva l assassino se gli ha trapiantato l occhio e nn il cervello? assurdo...anche la regia l ho trovata scarsa che si basa solo sullo splatter o le visioni che sono mal realizzate. voto 4.
il voto complessivo sarebbe 6 ma vedere il mito jonh carpenter truccato mezzo zombie che racconta le storie mi ha fatto impazzire , quindi do 6,5

marfsime  @  14/05/2007 12:54:35
   3 / 10
Decisamente brutto. Gli episodi sono abbastanza banali..stupidi..privi di tensione o di paura. Insomma film da evitare a mio giudizio.

Voto:3

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  18/02/2007 12:07:07
   5½ / 10
le scene dell'obitorio sono molto simpatiche mentre le storie non fanno paura nemmeno un po...la prima vuole essere un classico della donna in preda al maniaco e non ci si trova nulla di nuovo...
nel secondo gli scarsi effetti speciali sono salvati dal migliore episodio!
il terzo non lo considero,messo li un po a caso!

Invia una mail all'autore del commento testadilatta  @  23/08/2006 14:02:49
   8 / 10
Vado pazzo per i film horror a episodi.
Questo è veramente carino, tutti e tre gli episodi.

2 risposte al commento
Ultima risposta 23/08/2006 17.51.40
Visualizza / Rispondi al commento
doppiak  @  20/08/2006 11:10:34
   7 / 10
un filmetto... vale la pena vederlo. belle la seconda e terza storia

eletar  @  11/07/2006 12:28:46
   7½ / 10
dal 1993 preso a noleggio gia tre volte... film scioccante da vedere
1 storia voto 6.5
2 storia voto 8 per l'originalità
3 storia voto 7.5

dal maesto carpenter che è un mito

franx  @  31/05/2006 15:15:58
   4½ / 10
Così così. Zero suspence. Zero recitazione. Voto 4 e mezzo perchè è carpenter.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  31/05/2006 15:07:52
   8 / 10
splendido il primo episodio firmato dal maestro,tensione a palla in una stazione aperta la notte.
molto carino il secondo,carpenter si cita,vuol divertire e ci riesce alla grande.
il terzo,di hooper,è forse il più cattivo.la trama è inflazionata,ma l'episodio tiene botta alla grande.
una raccolta da vedere.

1 risposta al commento
Ultima risposta 21/06/2006 19.20.07
Visualizza / Rispondi al commento
markos  @  27/03/2006 18:26:14
   6½ / 10
Simpatico film ad episodi di Carpenter, specialmente il secondo.
Divertente.

Invia una mail all'autore del commento NNIICCKK  @  23/01/2006 11:38:31
   6½ / 10
Classico di Carpenter (1░ & 2░ ep.) e Hooper (3░ ep.).

1░ - Ricorda molto Hallowen, ricco di suspence, ma nulla di nuovo insomma molto prevedibile. voto 6,5
2░- Geniale l'idea, un thriller-satirico, peccato che sia privo di scene sanguinose. voto 7
3░- Ricco di tensione, ma pure in questo ep. niente di nuovo... guardabile nel complesso. (da notare che il protagonista Ŕ Luke Skywalker svanito nel nulla dopo la trilogia). voto 6

Gruppo COLLABORATORI bungle77  @  14/01/2006 15:51:03
   6 / 10
Essendo un film ad episodi li commento singolarmente

Il Benzinaio
Veramente banale e fatto in maniera svogliata voto 5

I Capelli
Volutamente comico, divertente e originale voto 7

L'Occhio
Idea di partenza buona ma non viene sviluppata adeguatamente... voto 6

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  20/12/2005 12:54:12
   5½ / 10
Mi ha deluso molto. Considerando che i primi due episodi sono di Carpenter, mi aspettavo qualcosa di pi¨. Il migliore resta il primo episodio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Crimson  @  02/08/2005 18:11:22
   9 / 10
Primo episodio: voto 9

Tutto già visto...da Carpenter stesso. Ossia: il Maestro impiega nel modo migliore gli elementi caratteristici del suo stile al servizio di un episodio che per mezz'ora tiene incollati al divano mantenendo una tensione costante. Carpenter è un maestro nel far notare allo spettatore ciò che ai protagonisti invece sfugge.
In questo episodio inoltre ritroviamo il protagonista di "Un lupo mannaro americano a Londra".

Secondo episodio: voto 8

Davvero assurdo, e fà anche un pò ribrezzo a dire il vero. E' un episodio volutamente ridicolo, ma diverte.

Terzo episodio (di Hopper): voto 9

Bellissimo. Paragonabile al primo per la tensione che trasmette, seppur con espedienti diversi.

Probabilmente l'aspetto più bello del film è rappresentato dagli intermezzi tra gli episodi in cui Carpenter con il suo incredibile humour diverte e conferisce al film un tocco parodistico in più.

In conclusione, se volete un film horror classico lasciate perdere. Se invece volete trascorrere un'ora e mezza di horror surreale per 2/3 visto dagli occhi del Maestro, questo film a episodi non vi deluderà.

W il Maestro

marco86  @  25/12/2004 23:33:01
   6 / 10
Voto:6,5
Il primo episodio non ha assolutamente nulla di originale,ma è anche vero che si nota subito il tocco di Carpenter,che comunque riesce a creare una certa componente di suspence.
Il secondo episodio è decisamente più grottesco:simpatico.
Il terzo episodio (l'unico di Hooper)è quello più serio:ma questa serietà stona inserita in un film che punta più ad un horror grottesco che ad un horror puro;inoltre è anche questo come il primo poco originale.

Il film merita comunque mezzo voto in più per gli intermezzi in cui compare Carpenter:l'ennesima conferma che questo regista è uno psicopatico!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  27/08/2004 10:59:06
   5 / 10
Il film in realtà si divide in 3 episodi. I primi due sono di John Carpenter, l'ultimo invece è di tobe Hooper.

Classico ma davvero perfetto nella costruzione della suspance l'episodio della stazione di servizio, molto trascurabili gli altri 2.
Da segnalare le comparse eccellenti di vari registi, tra i quali quelle dello stesso regista, John Carpenter, e poi Sam raimi, Wes Craven, e anche Roger Corman.

lupocattivooooo  @  20/08/2004 14:32:41
   8 / 10
Che bello .... sono il primo a votare .... sono commosso !!!! e' la prima volta.
Vabbe' ... allora:
visto che io adoro Carpenter, apro con un bel voto, anche se confesso che il film non e' strabiliante.


  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1010868 commenti su 44482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net