ce n'e' per tutti regia di Luciano Melchionna Italia 2009
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ce n'e' per tutti (2009)

 Trailer Trailer CE N'E' PER TUTTI

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film CE N'E' PER TUTTI

Titolo Originale: CE N'E' PER TUTTI

RegiaLuciano Melchionna

InterpretiLorenzo Balducci, Stefania Sandrelli, Micaela Ramazzotti, Giorgio Colangeli, Ambra Angiolini, Marco Aceti, Elena Russo, Jordi MollÓ, Yari Gugliucci, Arnoldo FoÓ, Giselda Volodi, Sandro Giordano, Francesco De Vito, Alessandra Muccioli

Durata: -
NazionalitàItalia 2009
Generecommedia
Al cinema nel Novembre 2009

•  Altri film di Luciano Melchionna

Trama del film Ce n'e' per tutti

Un ragazzo, Gianluca, incapace di reggere le contraddizioni della vita e il dolore del mondo, sale sul Colosseo con la volontÓ di estraniarsi da tutto. Sotto, la realtÓ invadente, lĺindifferenza e il cinismo dei mass-media lo assediano mentre gli amici confusi e superficiali si producono, involontariamente, in performance esilaranti nel tentativo di raggiungerlo. Lĺarrivo lass¨ della nonna di Gianluca che gli ricorda la giocositÓ dellĺinfanzia e che gli comunica la leggerezza di chi ha vissuto tanto e ha imparato ad accettare la vita per com'Ŕ, sembrerebbe la chiave risolutiva per salvarloů

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,39 / 10 (9 voti)5,39Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ce n'e' per tutti, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/12/2013 00:05:01
   5½ / 10
Ho avuto la netta impressione che i propositi erano buoni, ma estremente discontinuo e confusionario come se il regista avesse perso il controllo del film stesso, con un'altalena di toni e di registri mal calibrati. In fondo mi sembrato di vedere nella storia l'ultima parte di Ecce bombo visto dall'alto dello sguardo del protagonista, disilluso dal vuoto che lo circonda.
Va dato atto della volontà di fare un film diverso da quelli distribuiti nelle sale e la sua precedente pellicola, Gas, dimostra che Melchionna possiede capacità, ma rimane imprigionato in un contesto quasi teatrale che il passaggio sul grande schermo non sempre si rivela efficace. Un tentativo malriuscito che denota comunque coraggio.

phemt  @  17/03/2011 10:19:12
   6 / 10
Delusione parziale questo Ce n'Ŕ per Tutti se si considera che dietro la mdp c'Ŕ Luciano Melchionna che nel 2005 aveva esordito con Gas uno dei migliori prodotti indy italiani del decennio appena passato...
Alla seconda opera Melchionna abbandona la provincia e si sposta a Roma, abbandona il cinema di genere e opta per una commedia grottesca e abbandona l'underground per un prodotto mainstream che di mainstream per˛ ha poco o nulla... Finisce quindi fondamentalmente per scontentare un po' tutti!

Comunque sia l'idea di base non Ŕ male anzi Ŕ pi¨ che buona, Melchionna prova a costruire un film che faccia ragionare e divertire ma non sembra essere sempre padrone della situazione e alterna buone trovate (specialmente registiche) ad altre poco convincenti...
Molti personaggi sono steoreotipati e molte volte il film e la sceneggiatura peccano di facilonerie al limite dell'irritante... Il colpo di scena finale non c'Ŕ perchÚ Ŕ evidente fin dalla prima apparizione della Sandrelli dove il film andrÓ a parare ma il finale onestamente ci sta per quanto non Ŕ che sia il massimo della fantasia...

Del cast ho apprezzato solo la Sandrelli e FoÓ ma Ŕ anche detto che gli altri attori erano costretti ad interpretare personaggi caratterizzati perlopi¨ male...

Sufficienza di stima per uno dei giovani registi italiani emergenti e comunque molto interessanti, nella speranza che Melchionna torni a generi e situazioni in cui possa trovarsi maggiormente a suo agio...

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  02/05/2010 12:23:05
   6½ / 10
Trasposizione di una pièce di Luca De Bei il film di Melchionna è straniante e molto originale. Ci viene presentata una galleria di personaggi che sfocia spesso nel ridicolo o nel grottesco. Il fulcro della vicenda sono i dubbi e le malinconie di un ragazzo solitario e non compreso di nome Gianluca che un giorno decide di sedersi in cima al colosseo per osservare quell'umanità a lui così distante vivere e ridere in maniera così leggera, a differenza del peso dei suoi pensieri.
Attori quasi tutti in parte e personaggi ben caraterizzati per un film non completamente riuscito ma da vedere.

paride_86  @  25/04/2010 20:55:28
   4 / 10
La commedia grottesca è un oggetto oscuro e difficile da maneggiare. Non ci riesce Luciano Melchionna, che alla lunga stanca con "Ce n'è per tutti", commedia teatraleggiante e monocorde. Gli attori sono o diretti male o completamente fuori parte e le situazioni ironiche, seppur ben scritte, non fanno né ridere né riflettere.
Nel cast spiccano Stefania Sandrelli e Anna Falchi, le uniche riuscite a dare un minimo di caratterizzazione ai loro personaggi.
Un film da evitare.

2 risposte al commento
Ultima risposta 01/05/2010 19.55.54
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento ědi° PÁr°  @  22/04/2010 13:05:28
   7½ / 10
Per essere la trasposizione di una pièce teatrale, questo secondo lavoro di Luciano Melchionna funziona. Non in maniera prodigiosa, ma funziona. I personaggi sconfinano spesso e volentieri nel grottesco, in un insieme di situazioni surreali ben assortite e in gran parte piacevoli nonostante una linea narrativa a volte esageratamente zigzagante. Altalentanti anche i momenti più riusciti: decisamente migliori le parti 'da ridere', rispetto a quelle grondanti della solita moraletta, che a dirla tutta non ha quell'efficacia a cui sicuramente Melchionna auspicava.

In parole povere, è l'incisività dell'aspetto critico a mancare, la riprovazione è solo abbozzata e ciò è evidente. Non per questo però lo dichiarerei un fallimento, le intenzioni ci sono e il regista è bravo a fermarsi ogni volta ad un passo dalla retorica e cambiare direzione di colpo, tornando sui binari dell'irreale divertente e godibile.
Stupendo e azzeccatissimo il quadro che accompagna i titoli di coda: Viandante sul mare di nebbia.

Una cosa però: a che pro ringiovanire la Sandrelli per farle fare la nonna?

3 risposte al commento
Ultima risposta 30/08/2010 15.50.39
Visualizza / Rispondi al commento
enriqo  @  18/04/2010 03:44:06
   4 / 10
un film con ottime intenzioni e pessimi risultati, purtroppo. il regista sicuramente voleva comunicare qualcosa, ma non si capisce cosa... gli attori se la cavano fra il benino e il molto bene, ma la storia e' portata avanti in modo disarmonico e il film finisce per essere pesante, o meglio noioso (per usare un eufemismo). vari pezzi che nelle intenzioni del regista dovrebbero essere comici finiscono per essere goffi (tranne quelli rappresentati dall'ottima coppia ramazzotti/angiolini). il finale vorrebbe essere poetico ma finisce per essere insulso come quasi tutto il resto del film. quello che irrita di piu' e' la rappresentazione ridicola dei vari rapporti di coppia, veramente senza senso (il regista voleva prendere in giro la coppia come istituzione? o che altro?).

Bimbo84  @  12/04/2010 07:32:02
   3 / 10
Esagerato e spinto ai limiti del quasi assurdo, con esasperato cinismo. E' un film surreale che vuole trasmetterci un messaggio senza riuscirci. Alcuni momenti del film sono pessimi, altri deliranti... un minestrone pieno zeppo di confusione ed onnipotenza.. veramente pessimo voto 3+

USELESS  @  02/04/2010 00:13:11
   4½ / 10
Filmaccio non-sense dove il disagio (che Ŕ giÓ uno stato d' animo ridicolo) viene ridicolizzato ancora di pi¨ dalla prova pessima di attori sconosciuti e da un copione scritto a vanvera.
Molto meglio una puntata della sit-com di Avanzi Disokkupati.

2 risposte al commento
Ultima risposta 02/05/2010 23.30.43
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Enzo001  @  06/03/2010 01:12:26
   7½ / 10
Splendida commedia degli equivoci, per una volta (eh già).
Un po' dei deliri (ir)reali d'Almodòvar et similia, qualche riferimento alle tematiche classiche dell'esistenzialismo, un pizzico di Schopenhauer e un'interessante riflessione sul ruolo dell'intellettuale.
Amaro senza essere disfattista, disfattista non senza un pizzico d'ironia.
E quando sembra che la retorica stia per venir fuori, ecco che si spengono le luci; e si ride, ancora.
Di gran classe la citazione al capolavoro di Friedrich, una delle più alte rappresentazioni del sublime romantico.

2 risposte al commento
Ultima risposta 06/03/2010 14.13.19
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008805 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net