hobo with a shotgun (2011) regia di Jason Eisener Canada 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

hobo with a shotgun (2011)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film HOBO WITH A SHOTGUN (2011)

Titolo Originale: HOBO WITH A SHOTGUN

RegiaJason Eisener

InterpretiRutger Hauer, Nick Bateman, Gregory Smith, Brian Downey, Jeremy Akerman, Molly Dunsworth, Michael Ray Fox

Durata: h 1.26
NazionalitàCanada 2011
Genereazione
Al cinema nel Marzo 2011

•  Altri film di Jason Eisener

Trama del film Hobo with a shotgun (2011)

Un senzatetto di nome Hobo irrompe in una città letterlamente dominata dal crimine e dalla violenza. Rapinatori, poliziotti corrotti, prostitute violentate…persino un pedofilo che si aggira per le strade travestito da Babbo Natale. Hobo si rende conto che l’unica via per restituire dignità e pulizia a questa città è l’unica che lui conosce bene: la sua doppietta calibro 20! Improvvisatosi vigilante, il barbone dovrà vedersela con la feccia più spregevole che abbia mai avuto modo di incontrare. Sarà uno scontro... all’ultima goccia di sangue.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,67 / 10 (44 voti)7,67Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Hobo with a shotgun (2011), 44 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

VincVega  @  13/12/2018 12:03:34
   8 / 10
Jason Eisener riesce a realizzare il lungometraggio con durata di un'ora e 20 (meglio non si poteva fare), creando uno spettacolare omaggio ai B-Movie Explotation degli anni '70, in particolare ai cosiddetti "Vigilante Movies". Violentissimo e talvolta disturbante, "Hobo with a Shotgun" possiede anche una bella dose di umorismo nero ed una certa creatività nelle situazioni, nonostante la trama non sia così imprevedibile. Il budget è naturalmente più sostanzioso rispetto al fake trailer (anche in proporzione di durata), ma sempre molto basso paragonandolo comunque ad una pellicola low-cost media statunitense e a proposito di film dai costi miseri, alcuni non potranno non notare che tra le influenze cinematografiche del regista, ci sono i film della Troma, tipo "Il Vendicatore Tossico". A mio avviso, altre influenze nella realizzazione lo hanno avuto anche "Mad Max", "I Guerrieri della Notte" ed i film di John Carpenter. Nonostante il budget irrisorio, Eisener è stato capace di creare un'ambientazione di tutto rispetto e alcuni personaggi di contorno, tipo i "The Plague", che faticheranno a lasciare la mente dello spettatore. Riuscire poi a reclutare come protagonista un attore cult come Rutger Haur, ha giovato non poco sia al film, sia all'attore, che negli ultimi anni ha partecipato più a prodotti dimenticabili, che a pellicole di una certa rilevanza.

"Hobo with a Shotgun" non per è tutti (lo sconsiglio a chi non ha uno stomaco forte), ma è un piccolo cult per gli estimatori di un certo cinema di genere.

demarch  @  17/01/2016 10:30:53
   7 / 10
B-movie solo in parte, considerata la presenza di attori di prim'ordine.
Ovviamente deve piacere il genere splatter per non considerare immondizia il film già dopo 5-6 minuti.
a dire la verità non e'proprio il mio genere preferito ma ho colto alcune sfumature del film che mi sono piaciute tanto, soprattutto nel personaggio di Hauer.
Non memorabile ma diversamente bello

addicted  @  16/09/2014 00:05:50
   7½ / 10
Divertentissimo. Sempre che piaccia il cinema di serie B e l'ultraviolenza da fumetto. Ma soprattutto ciò che mi ha toccato nel profondo è la passione sconfinata che trasuda da ogni sequenza. Un amore per un certo tipo di cinema che fa venire in mente Rodriguez. Ma questo Eisener mi piace ancora di più, perché è più sfrontato, più povero e più divertente. Una menzione speciale per Rutger Hauer, che incarna un eroe senza macchia e senza paura difficile da dimenticare. C'è tutto: il western, lo splatter, il revenge-movie, il pulp e certe atmosfere squisitamente anni '80. Tutto sfrullato e sparato a mille. Da non perdere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  02/05/2014 13:24:00
   8 / 10
Splatterrissimo e cattivissimo; nel suo tentativo di emulare i B-movie degli anni '80 è sicuramente più riuscito del celebre "Machete" di Rodriguez (anche se probabilmente "Machete" è superiore su altri aspetti). E al diavolo i reali o presunti significati di fondo, sta roba sarà pure scorretta e piena di violenza del tutto gratuita ma rimane qualcosa di dannatamente divertente.
Ottimo per la parte un ultra-incazzato Rutger Hauer (che, a quanto pare, ogni tanto torna a prendere parte a film decenti, anche se non impegnati).

Lucignolo90  @  23/12/2013 18:23:59
   6½ / 10
Gustoso B-Movie sviluppato da uno dei fake trailer di Grindhouse come fu per Machete.
Il film non si prende mai realmente sul serio e permette di godere a pieno tutte le sue esagerazioni: un bello splatterone con una trama assurda, nemici appena usciti da un fumetto e un giustiziere improvvisato e senza nome, tanti clichè ma anche tanto divertimento e zero politically correct la fanno da padrone (vedere scena scuolabus) e poi la musica anni 80 e il volto (anch 'esso anni 80) di Rutger Hauer lasciano il segno.

TonyStark  @  13/11/2013 23:03:27
   7 / 10
mi trovo in reale difficoltà a recensire questo film, non è prorio il mio genere, ma devo dire che gli stilemi che caratterizzano questo genere ci sono tutti, questo è un vero B MOVIE in piena regola ricco di scene splatter e fuori da ogni logica.
quindi gli dò un voto non per quello che è, che sarebbe 1 ma per quello che vuole essere, che i fan si aspettano da un film del genere di vedere

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/11/2013 01.57.27
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  27/05/2013 14:24:59
   6½ / 10
Il sanguinario Drake affiancato da stolta prole spadroneggia nella città di Hope City (ribattezzata Scum City e non si fatica a comprenderne la ragione) diffondendo il terrore tra gli abitanti e costringendo questi a crudeli show in cui vengono eletti a vittime sacrificali. Il vagabondo Hobo dopo l'ennesimo sopruso decide di agire, ad interpretarlo Rutger Hauer che, con cipiglio rabbioso, imbraccia un ingombrante fucile ed intraprende la sua crociata facendo saltare teste e perforando stomaci a suon di proiettili.
Dei film tratti dai fake trailer di "Grindhouse" il lavoro di Jesse Eisner pare il meno riuscito, d'accordo che siamo in piena exploitation ma la trama è davvero poca roba e , cosa ben più grave, i personaggi non bucano lo schermo. Detto di Hauer che si salva in corner il resto non lascia tracce, a partire da cattivi talmente sopra le righe da sembrare perfetti idioti e con la macabra coppia soprannominata The plague a fare una bella comparsata e poco altro.
L'estremizzazione del contesto sociale serve relativamente: tutto già visto tra poliziotti corrotti e cittadini manovrabili, poco interessante anche la figura della prostituta redenta unica alleata di Hobo.
Per gli amanti del genere però c'è di che divertirsi, le scene sanguinose sono abbondanti e ben girate, mentre si staglia un'ottima fotografia dalle tinte accese ad opera di Karim Hussain.
Splatter-movie senza particolari picchi fantasiosi e con personaggi poco azzeccati, offre qualche simpatica esagerazione e un buon numero di scene forti intrattenendo senza problemi. Forse po' sopravvalutato e ritenuto un cult oltre i reali meriti, a mio parere "Planet Terror" e "Machete" gli sono superiori.

6 risposte al commento
Ultima risposta 29/05/2013 17.41.23
Visualizza / Rispondi al commento
gianni1969  @  15/04/2013 18:23:15
   9 / 10
che dire,una delle opere piu' pazze che mi sisno capitate tra le mani,un concentrsto di splatter e situazioni paradossali con un personaggio stracult,come hanno fatto notare altri utenti,questo e' un grindhouse piu' veritiero,in certe ambientazioni mi ha ricordato sin city,ovviamente meno fumettoso,ma piu' efficacace. sicuramente consiglisto. grande rutger hauer

Neurotico  @  01/02/2013 10:56:56
   9 / 10
Un vagabondo arriva in treno in una nuova città piena di clochard come lui. Elemosina per strada con un cartello dove sprime il desiderio di comprarsi una falciatrice. Viene catturato da criminali dementi, sfregiato e umiliato. Ma sopporta. Finchè non capita in un negozio per comprarsi la tanto agognata falciatrice, ma fanno irruzione dei teppisti armati, e lui li fa fuori. Inizia la vendetta di un grande redivivo Hauer, un clochard che diventa un vigilante, aiutato da una prostituta. Lo splatter a livello iperealistici. La fotografia surreale splendente di colori vivi e accesi è una meraviglia per gli occhi e fa assurgere il film allo stato dell'arte nell'ambito gore-splatter. Divertentissimo, spassoso solo se non lo si prende sul serio. Culto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR quadruplo  @  05/01/2013 21:46:52
   7 / 10
Esagerato e senza freni, mi ha ricordato the Toxic Avenger come approccio.
Un gran Rutger Hauer e colonna sonora electro 80s azzeccatissima.

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  24/07/2012 11:38:28
   8½ / 10
Eccessivo, esagerato in una maniera entusiasmante, è un film splatterosissimo e divertente, in cui i non troppi soldi a disposizione sono stati spesi più che bene.
In primis scritturando un Hauer da Oscar, a tratti mi ha fatto venire la pelle d'oca.
Unico neo: alcuni dialoghi nella parte centrale risultano un po' lunghi, è emersa una punta di noia, ma conta poco: il risultato è spettacolare!

pinhead88  @  22/06/2012 19:49:41
   9 / 10
Questo film racchiude tutto ciò che un amante del'exploitation(come il sottoscritto) desiderava vedere da tempo. C'è proprio di tutto di più.
Qualcosa di simile è possibile trovarla solo ad Hong Kong.
Pura arte.

7HateHeaven  @  27/05/2012 12:58:29
   7 / 10
Un trash assolutamente ben riuscito e consigliato assolutamente agli amanti. Alcuni dialoghi sono superlativi anche se magari la trama esagera un pò nelle relazioni dei protagonisti per un film che è in tutto un B-movie sanguinolento. Un pò mi ha richiamato alcune pellicole orientali e questo è un punto di merito assoluto, anche nei colori eccessivamente vivi di alcune ambientazioni.

Leonardo76  @  01/04/2012 12:38:09
   7 / 10
Film onesto, molto curato e con attori non certo di serie B; intrattiene un'ora e mezza con la sua violenza esagerata ed effettacci vari e con la scusa della (solita) critica alla società rende felici anche le giacche con le toppe sui gomiti. Da evitare per i troppo seriosi.

mr orange  @  26/02/2012 16:18:05
   8 / 10
raramente ho riso cosi tanto con un film.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  24/12/2011 00:35:31
   7½ / 10
"Why are you doing this?" – "I'm cleaning the streets. From the shit and the smell that make me sick"

Splatterone serrato e gustoso! Hauer decisamente ganzo e poi la fotografia ha colori bellissimi!
Io volevo darci anche otto però non ho fatto a meno di notare che nel suo politically incorrect è abbastanza correct.

3 risposte al commento
Ultima risposta 26/12/2011 12.05.04
Visualizza / Rispondi al commento
BrundleFly  @  20/12/2011 10:36:04
   6½ / 10
Dopo aver visto questo film la sensazione che ci si sente addosso è di sporco e marciume e non mi riferisco a quello dei vagabondi, ma a quello della società e dell'atmosfera in cui tutta la pellicole è immersa.
Un puro film trash dove nulla a senso e tutto è portato all'eccesso: dai dialoghi, ai personaggi, agli effetti gore.
Bello rivedere Rutger hauer in un ruolo da protagonista.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Ciumi  @  07/11/2011 18:51:30
   4½ / 10
"Superman non diventa Superman: Superman è nato Superman. Quando Superman si sveglia al mattino è Superman. Il suo alter ego è Clark Kent. (...) Clark Kent è il modo in cui Superman ci vede. E quali sono le caratteristiche di Clark Kent? E' debole, non crede in se stesso ed è un vigliacco. Clark Kent rappresenta la critica di Superman alla razza umana."

Da "Kill Bill II", Friedrich Wilhelm Tarantino, mica càzzi (che poi la filosofia del superman non è neanche sua, ma fa niente).
Cioè, in senso ironico ci può anche stare. Ma a me sa che infondo Quentin e i vari Rodriguez, Eisener eccetera, un po' a 'sta cagàta ci credano veramente.

7 risposte al commento
Ultima risposta 12/12/2011 19.15.06
Visualizza / Rispondi al commento
Ricky91  @  30/10/2011 01:27:43
   6½ / 10
Hobo with a shotgun,come afferma giustamente goat nel suo commento, è il primo genuino grindhouse del XXI° secolo.
Non c'è dietro un progetto studiato nei particolari come nell' "Operazione Grindhouse" di Tarantino e Rodriguez ,nè una rilettura moderna(caratteristica dei film della già citata coppia ma anche della recente sorpresa di nome Bitch Slap).
C'è solo Hobo(un grande Rutger Hauer),il suo fucile e tonnellate di violenza eccessiva,efferata,parossistica.
Essendo quindi in tutto e per tutto solo un grindhouse ,con i suoi pregi e i suoi difetti, Hobo non ha molto dire. Basta far cantare lo shotgun.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

5 risposte al commento
Ultima risposta 10/11/2011 23.25.02
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  23/09/2011 15:45:15
   8 / 10
Prendetemi per matto, per uno che vuole sempre e a tutti i costi trovare messaggi importanti anche nella spazzatura, per ragazzo che non si sa divertire o per quello che vi pare, ma Hobo with a shogun, oltre che uno strabordante e meraviglioso delirio splatter, è un film importante e, addirittura, quasi necessario.
Ma procediamo con ordine.
Il mondo è al collasso. O se non è il mondo lo è senz'altro la cittadina dove per caso arriva Hobo (chiamiamolo così), un senzatetto 60enne senza tanti scopi nella vita se non quello di comprarsi una falciatrice.
La cittadina non è amministrata dalle istituzioni ma da Drake, un ricco pazzo che la governa con il terrore.
Uomini pedofili vestiti da Babbo Natale, poliziotti corrotti ed assassini, persone che in cambio di pochi spiccioli si fanno torturare, omicidi come se piovesse e il tutto in una situazione di apparente normalità, come se questo fosse uno status quo ormai raggiunto. La famiglia Drake (strepitoso l'attore che interpreta il padre, molto simile in viso al Mistery Man di Strade Perdute) raggiunge tali vette di pazzia poche volte raggiunte al cinema precedentemente.
Il livello gore è a rischio di straripamento, lo si capisce già prima dei titoli iniziali con la fontana di sangue nel tombino. Hobo dentro la carcassa del poliziotto in questo senso è una perla del genere cosiccome la mano triturata della ragazza.
E gli assurdi e inconcepibili cavalieri della Peste sono una roba indimenticabile.
Hobo with a shogun non ha etica, i senzatetto vengono massacrati, una madre col bambino bruciata, uno scuolabus pieno di ragazzini incendiato, dall'interno, con un lanciafiamme. Eppure non c'è un minimo senso di fastidio, l'atmosfera esasperata e fumettosa smorza un pò tutto.
In questo contesto Hobo non ce la fa più, diciamo tranquillamente che si è rotto le palle. Inizia la sua sanguinosa vendetta, il suo violentissimo repulisti della feccia che imperversa nelle strade della città.
L'interpretazione di Hauer è memorabile ma non tanto perchè sia un grande attore, quanto perchè il personaggio che interpreta esce quasi fuori dalla pellicola per entrare nella sua vita privata. Hobo è Hauer, un attore ormai fallito, un senzatetto di Hollywood. Come Rourke era Randy the Ram, un uomo sull'orlo del fallimento, anche famigliare, vanamente in cerca della gloria passata.
Ma il film, come accennavo all'inizio, assume un'imprevista valenza, un'importanza che può essere non percepita o non presa in considerazione ma che personalmente a me ha colpito molto.
Hobo parla ai neonati come noi parleremmo ora ai nostri figli. E' questo il mondo che li aspetta? Un mondo dove la violenza non è più un mezzo (già di per sè da biasimare) ma addirittura lo scopo. Un mondo dove ogni valore etico e morale va a farsi friggere. Tutto nel film è esasperato, innalzato all'ennesima potenza, ma la base è tutt'altro che stupida. Il regista Eisener nasconde col sangue, coi colori accesi, coi personaggi assurdi e con scene inverosimili una realtà che purtroppo ci appartiene. E Hobo diventa il nostro paladino, quello che noi vorremmo essere, quello che addirittura noi vorremmo fare se solo fosse possibile.
E il finale, cinematograficamente affrettato e poco convincente, in questo quadro diventa molto simbolico.
So che rischio di rasentare il ridicolo, ma a me ha ricordato tanto un Sacrificio.
Hobo, c'hai provato, ma non riusciremo mai a liberarci dai nostri peccati.
Riposa in pace.

6 risposte al commento
Ultima risposta 24/09/2011 22.57.28
Visualizza / Rispondi al commento
-Uskebasi-  @  21/09/2011 15:11:09
   8 / 10
Eisener costruisce un mondo iper-malato dove il più pulito ha la rogna, e dove le uniche possibili aspirazioni sono diventare un tossico, vendere droga ai tossici, vendere i propri buchi, o diventare semplicemente un vagabondo con in mano un fucile. Sporcizia a non finire, splatter e violenza da sbellicarsi dal ridere, e personaggi perfettamente caricaturizzati che insieme agli eccessivi colori ci ricordano che il tutto è più uno scherzo esagerato del regista, così da sdrammatizzare alcune immagini, altrimenti forti, come quella dello scuolabus. Come sottolineato da chi mi ha preceduto è impossibile non pensare (per chi ci ha giocato) a Dead Rising, con quella mazza rasoiata o la falciatrice manuale. Ottimo Hauer che torna prepotentemente alla ribalta da barbone incaz-zato.
La perla del film, per la quale aumenterò di mezzo punto in più la votazione, sono i membri de "La Peste", usciti praticamente da un altro film o perlomeno dovrebbero essere i protagonisti di un futuro lavoro, così da spiegare la loro storia millenaria, o almeno il perchè siano in possesso di una piovra gigante. Peccato solo per il finale, che non sembra il giusto epilogo per quanto visto.
Hobo with a shotgun è un giocattolo immerso nello sterco...

4 risposte al commento
Ultima risposta 17/12/2011 15.38.21
Visualizza / Rispondi al commento
Sestri Potente  @  28/08/2011 22:29:52
   9 / 10
Un'esplosione di violenza e di colori, Hobo with a Shotgun è il capolavoro del cinema di serie B che punta alla promozione.
Storia molto lineare e prevedibile, ma sempre divertente e mai avara di sangue ed azione;, tanto da ricordare i più violenti videogiochi free roaming (Dead Rising in primis).
Rutger Hauer perfetto nella parte del vigilante-vagabondo, sembra sia stata creata apposta per lui.

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/09/2011 01.28.29
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  10/08/2011 21:03:41
   6½ / 10
Western metropolitano ambientato in un contesto caotico vicino ad un ipotetico pre-Interceptor/Mad Max. Se Rutger Hauer perfettamente a suo agio nel ruolo dell'homeless incazzato, non si può dire altrettanto della controparte, più farsesca che grottesca, togliendo a mio parere quel po' di sale alla pellicola, che comunque non manca, perchè le trovate buone ci sono, il sangue abbonda a fiumi e il divertimento è assicurato.

Febrisio  @  27/07/2011 19:50:06
   6 / 10
Sembra possedere tutte le carte in regola per essere un gran film gore/explanation, eppure allo stesso tempo possiede un lato così ipocrita e gratuitamente violento che infastidisce dargli tale merito. Forse proprio questo fatto lo renderà un cult, o sicuramente farà parlare di sè.

Il volto rugoso di Rutger Hauer ci sta parecchio bene nel ruolo, come è buona l'inusuale fotografia stile hdr e i due "personaggi di latta". Quelli invece personalmente più irritanti rimangono i componenti della famigliola, tanto grottesca da sperare di non vederla in altre inquadrature. Il film ha delle trovate divertenti, spunti decisamente scabrosi, e a tratti sembra prendersi addirittura la responsabilità per assurdo di un paio di denunce sociali, compresa la violenza stessa. Poi è il primo che la usa per farci soldi e il suo successo. Da questo lato (non splatter o qualitativo) mi ricorda più gli ultimi di Uwe Boll che Rodriguez. Dice, si contraddice, e a maggior ragione se ne frega. Un insieme che ti provoca, ti maltratta, e vuole farti sorridere, quasi riassunto nella scena col cameraman che tratta come un cane "l'hobo di turno" pronto a tutto pur di guadagnare il soldino per raggiungere il suo prossimo sogno; probabilmente l'ennesimo prodotto di marca.

A proposito di prodotti, questo lo è e pure ben confezionato, ma state attenti, se non siete dei puristi del genere potreste ritrovarvi con un'amara sorpresa.

rapture  @  21/07/2011 20:34:45
   7½ / 10
Fatto decisamente meglio di Machete e Nude Nuns, combinazione di trash e splatter soddisfacente, che a tratti ricorda i film Troma come ha detto qualcuno... da vedere.

chem84  @  29/06/2011 23:35:25
   10 / 10
Meraviglioso.
Non serve neppure commentare.
Non mi era mai capitato di veder finire un film e subito dopo riguardarlo da capo; sarà perchè dura poco o forse semplicemente perchè si tratta di un dannatissimo capolavoro.
Voto 11 a quell'idolo di Rutger Hauer.

Dr. Nekrobilly  @  25/06/2011 12:23:24
   8 / 10
Un capolavoro!! Gore senza limiti, violenza gratuita e tanto ma tanto sangue! Secondo me non regge il confronto con Machete, mi dispiace...

Ovviamente consigliatissimo!!!

sonoalessio  @  21/06/2011 12:08:47
   7 / 10
machete gli fa una pippa. nel suo genere il MIGLIORE

baskettaro00  @  14/06/2011 15:17:30
   7 / 10
Son proprio felice d'aver visionato questo film, sicuramente paragonabile a roba del calibro di"planet terror" oppure"machete!", film splatter e trash che rappresentano l'intrattenimento vero e proprio.
In questo assistiamo alle vicende di un vagabondo che arriva in una città nella quale regnano incontrastati violenza e soprusi, e toccherà a lui mettere un po' d'ordine e sgominare i cattivoni di turno a suon di..colpi di fucile!
Sangue a iosa e violenza, come avrete capito, sono la struttura portante del film di Eisener ( del quale ne approfitto per consigliarne il corto"treevenge"), caratterizzato comunque anche da scene che sconfinano nel trash e nell'assurdo, vedasi un brutale taglio alla gola della protagonista che non solo non la fa morire dissanguata, ma anzi sembra che quel taglio non l'abbia nemmeno scossa e ritorna all'attacco dopo poche ore d'ospedale, ma è un buon film comunque.
Tanta sana azione, dura circa 80 minuti, quando vorresti che film come questo, che dopo neanche 5 minuti già mostra decapitazioni, non finissero mai.

sweetyy  @  27/05/2011 17:17:43
   7½ / 10
Cattivo e spietato dall'inizio fino alla fine...Un revenge movie imperdibile.

lupin 3  @  27/05/2011 14:19:30
   8½ / 10
Di tutto e di più: poliziotti corrotti, prostitute, rapinatori, un pedofilo per le strade travestito da Babbo Natale, teste volanti, una tipa che fa il bagno in strada col sangue di un tipo decapitato, ecc ecc.
Se vi piacciono i film esagerati e scorretti siete capitati nel posto giusto!
Buona visione!

2 risposte al commento
Ultima risposta 27/05/2011 22.47.26
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  26/05/2011 16:52:26
   7½ / 10
Cattivissimo e scorretto , mi aspettavo un film + comico-tamarro come machete invece qui di ironia ce n'è ben poca e non si guarda in faccia nessuno !! Epica la scena dello scuolabus, veramente roba da restare con la bocca spalancata :D
PErò dura troppo poco e non cè una gran caratterizzazione psicologica di tutti i personaggi...il pedo babbo natale meritava SICURAMENTE più spazio !!!!

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/05/2011 20.30.34
Visualizza / Rispondi al commento
HATEBREEDER  @  26/05/2011 14:04:20
   8 / 10
Eviterei di fare troppi confronti con gli altri grindhouse destinati al mercato mainstream, film in cui l'approccio è diversissimo, decisamente più scanzonato. Qui le situazioni sono sì grottesche, ma si scherza molto poco. personalmente li apprezzo entrambi, ma se decidete di guardarvelo occhio, perchè hobo with a shotgun fa sembrare machete una commedia per famiglie.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  22/05/2011 21:56:31
   8 / 10
Che dire... non so davvero che dire. Non posso far altro che ringraziare di tutto cuore chi me l'ha consigliato, e benedire con tutto me stesso autori e realizzatori di questa perla. Dopo i tentativi, a mio parere falliti in pieno, di Stallone ("I Mercenari") e di Tarantino/Rodriguez (l'operazione "Grindhouse") di riportare in vita le vecchie atmosfere, stili e trame delle tamarrate trash anni 70/80, finalmente qualcuno, con meno soldi (come da copione) e con le idee giuste, è riuscito in pieno nell'intento. Con questa piccola perla, che spero veramente un giorno riceva la distribuzione ed attenzione che merita, sono tornato un ragazzino con la voglia di impugnare un fucile giocattolo e nascondersi tra i cespugli del giardino.
Tante cose avrei da dire su Hobo, ma vado direttamente al sodo: è semplicemente un tuffo in tutto e per tutto negli anni delle cazzàte e del non-sense più esilarante. Chi è cresciuto con Stallone, Schwarzy, Van Damme, Seagal, Willis, un certo Rutger Hauer, e Russell, qui troverà tutti gli elementi e lo spirito delle loro opere: trama semplice scontata e rozza come non mai, action spicciola e violenta oltre ogni limite, dialoghi cazzùti e sboroni al massimo, cattivi ridicoli spietati e sopra le righe, musiche elettroniche esaltanti ed orecchiabilissime (complimenti al compositore... per tutto il film, specie nella scena all'ospedale, mi è sembrato di ascoltare i Tangerine Dream), ed ovviamente, un protagonista durissimo e super grezzo che tutti nella vita vorremmo imitare almeno una volta.
Sul maestro Rutger Hauer, ormai ogni aggettivo è superfluo... per i fan, quale gioia potrebbe essere più grande che vedere un'attore di classe come questo, passato da capolavori indiscussi quali "The Hitcher" e "Blade Runner" ad americanate leggendarie quali "Furia Cieca" e "Detective Stone", rispolverare con disinvoltura il suo vecchio repertorio, nonostante le rughe e i quasi 70 anni suonati, con tanto divertimento, convinzione e credibilità? Ed oltretutto, riuscendo addirittura ad alternare (incredibile in un prodotto del genere) sboronate da urlo (ogni volta che fa saltare la testa a qualcuno con quello sguardo senza pietà è una goduria indescrivibile) con grandi momenti di recitazione di alta scuola (la scena in cui parla ai neonati, da lacrime)?
Semplicemente un mito intramontabile, amo questo attore con tutto il cuore, davvero.

Non saprei che altro dire. Nel suo genere, e soprattutto, nel 2011 (dove le idee scarseggiano, pochi registi si salvano, e dove i film sono impregnati solo da modelli/e, tette, culì, ed effetti speciali fracassoni), rimane un filmetto riuscitissimo, e che ogni amante del vecchio inimitabile cinema anni 80 deve assolutamente recuperare. Stupendo, dai vecchi titoli di testa ai titoli di coda (fatti proprio come negli anni 80) con Lisa Lougheed che canta la sua storica, bellissima "Run With Us".
Inchino con tanto di cappello. Per fortuna c'è ancora qualcuno che crede ancora in questo cinema, spensierato, divertente, e ormai bello che andato.

Sarebbe un film da 7, ma per l'impegno dimostrato, lo scopo raggiunto, e la piacevole sensazione di "voglia di fare cinema con pochi mezzi" che si respira per tutto il film, l'8 non glielo toglie nessuno. Meritatissimo.

5 risposte al commento
Ultima risposta 05/02/2012 17.05.35
Visualizza / Rispondi al commento
private_joker  @  02/05/2011 11:35:33
   8½ / 10
Sulla scia del Machete di Rodriguez, ecco un altro film tratto da un fake-trailer di Grindhouse, uno splatter-movie chiaramente ispirato al cinema exploitation di serie z degli anni '70. Qui tutto è portato volutamente all'eccesso, i luoghi comuni abbondano (giustiziere senza nome, poliziotti corrotti, prostitute dal cuore d'oro, cattivi così sadici da essere quasi delle caricature, Drake e figli per primi) e lo splatter raggiunge picchi altissimi. Se poi si aggiungono musiche adatte e una fotografia dai colori abbaglianti (in cui abbonda il rosso pure al buio), non abbiamo più alcun dubbio su che genere di film stiamo guardando. Rutger Hauer, invecchiato e stropicciato, interpreta alla perfezione un ruolo che gli calza a pennello, quello di un uomo che, stanco delle ingiustizie che vede e subisce, comincia a far fuori i cattivi a suon di fucilate, condendo il massacro con battute sarcastiche.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  29/04/2011 16:09:42
   6½ / 10
Probabilmente ignoravo i modelli originali: Hobo Whit a Shogun non cita nè rievoca come Planet Terror e Machete, ma assume completamente le sembianze di un exploitation troppo eccessiva per i miei gusti - uno scuolabus in fiamme al suono di Disco Inferno, più che geniale è indigesto -
Detto questo, i punti di forza del film sono rappresentati unicamente dall'eccesso e dall'esagerazione con Rutger Hauer protagonista di una prova quasi commovente. Il problema è unicamente mio, sono un bigotto e non me ne ero neanche accorto. Una visione la merita, a molti piacerà di brutto, io arrivo al 6.5 perchè il finale è meraviglioso.

Vander  @  28/04/2011 17:23:17
   9 / 10
che film, che film!!!! Il migliore dei vari grindhouse moderni. violenza, splatter, cattiveria, eroe fantastico.. un delirio. Inoltre la fotografia fa paura

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/05/2011 18.42.08
Visualizza / Rispondi al commento
Larry Filmaiolo  @  26/04/2011 21:29:17
   8 / 10
filmone travestito da b-movie. Se la confezione, la sceneggiatura, alcuni dialoghi sono da delirio nostalgico trash, in questo film ho visto un'anima che va oltre tutto ciò. Innanzitutto manca la componente cazzaro/sarcastica degli altri grindhouse. In alcuni punti mi è giunto quasi un alito di serietà e comunque di spessore insolito nel genere, complice l'interpretazione IMPONENTE di Hauer, più convincente che mai, cazzutissima. La trama l'ho trovata interessante e non del tutto banale, mentre esteriormente può sembrare un pretesto per inneggiare al trash. Sembra tutto molto semplice e "commerciale" ma in realtà ogni particolare è curato in modo che l'insieme risulti credibile e avvincente. Alcuni momenti di forte instabilità mentale (come piacciono a tutti noi) ci sono, ma non impediscono al film di filare alla grande. Sì, la dose di violenza potrebbe risultare disturbante per chi non è abituato, ma a mio parere quasi tutti gli effettacci splatter si integrano alla perfezione con la storia senza risultare esagerati . Giusta dose di momenti epici (quasi tutti hanno per protagonista Hauer e il fucile) e di tamarraggine. In conclusione, ottimo e raro prodotto in cui da premesse sulla falsariga del trash si dipana un signor film con le contropalle che nel mio Valhalla personale è già un cult.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 23/09/2011 21.09.06
Visualizza / Rispondi al commento
Cannibal Bunny  @  26/04/2011 10:30:18
   6½ / 10
Un iniezione di exploitation che però rischia di portare all'overdose. Il film parte benissimo, con una splendida e accesissima fotografia accompagnata da una colonna sonora degna dei tempi d'oro. Bastano poco più di cinque minuti per vedere il sangue scorrere - che ci accompagnerà sino alla fine - tanto che sembra di vedere un clone di Machete (e in parte lo è, quindi si astengano dalla visione i detrattori dell'opera di Rodriguez). La messa in scena è davvero buona, così come gli effetti, lo stile delle morti ecc.
Visivamente è un gioiellino, ma quello che manca a questo gioiello impedendogli di brillare è (un'inevitabile) monotonia di fondo, che rende gli ottanta minuti più lunghi di quanto non siano. Infatti, se nella prima metà diverte tenendo incollati alla sedia, attorno ai tre quarti la storia comincia ad afflosciarsi anziché entrare nel vivo nell'approssimarsi della resa dei conti, complice anche una scelta che, seppur inizialmente divertente, fa crollare a picco la credibilità, dove anziché Machete sembra di essere più dalle parti dell'Armata delle tenebre. Idem per il pre-finale, troppo semplicista esattamente come nel film di Rodriguez, che lascia non poco amaro in bocca. Peccato, perché le potenzialità le aveva eccome, a partire dal carismatico protagonista e da una cura per l'estetica non indifferente.
Cult mancato, o perlomeno riuscito solo in parte.

GiorgioChiellin  @  21/04/2011 15:41:40
   8 / 10
Wow. Questo è quello che ti viene in mente appena finisci di guardare Hobo with a shotgun, e a sangue caldo verresti a mettere un bel 10 su filmscoop. Ragionandoci, il 10 non lo merita, ma un 8 pieno, secondo me, se lo merita.
Diciamo subito che la sceneggiatura non sarà di ferro, non sarà priva di difetti, ma questo non era l'obiettivo del regista. Il regista, voleva una sceneggiatura su cui basare le sue idee splatter. Punto. Quindi al diavolo i dialoghi, al diavolo Abby che non muore disanguata o Hobo che mastica vetro tranquillamente.
Questo film è cattivo, violento(issimo), malato, a tratti poetico o metaforico non so

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

E sinceramente è questo che mi aspetto da uno splatter.
La scena in cui Hobo diventa "l'orso", che può essere fermato solo se abbattuto, iniziando la sua pulizia delle strade dalla rapina nel negozio, è stupenda.
Non penso che nel nostro bel paese uscirà questa piccola perla, ma per gli amanti dello splatter è obbligatoria la visione.

testadilatta  @  18/04/2011 10:04:57
   7½ / 10
Parto col dire che mi aspettavo di più...
Stringi stringi è praticamente un film della Troma realizzato bene però con una poca originalità di fondo.
La visione è comunque divertente e qualche trovata splatter geniale.
Tutto, dai personaggi alle azioni di questi, è esasperato e "grottesco" riuscendo allo stesso tempo nell'impresa di dare "credibilità" alle gesta di HOBO.
Rutger è eccezionale con il suo stile, la sua classe e la sua pancia e regala primi piani da applauso.
Devo dire che la regia non l'ho trovata molto personale è un pò troppo simile ai canoni Troma ma ci sarà sicuramente tempo per Eisener per migliorare.
Concludendo consiglio la visione di HOBO a tutti noi fan dello splatter e dell'exploitation ma aggiungo che MACHETE è di un altro livello...

Fumoffu  @  18/04/2011 01:02:05
   7 / 10
Questo film non lascia molto all'immaginazione dello spettatore, né si prende troppo tempo a rifletterci su: dopo un paio di minuti infatti vola la prima testa... di uno della famiglia, col capo in un tombino, con una tizia che dopo fa il bagno in strada col suo sangue. E questo è niente, rispetto al resto, dove il trash fa impallidire chi ha tentato di somigliare a qualcosa del genere. Il cattivo non è cattivo, è oltre: lui ha la gente appesa in casa torturata da belle fanciulle, mica chiacchiere. Ah no, forse nei primi trenta secondi sul treno non si vede del sangue, ma non ne sono così sicuro.
Che dire, almeno si mettono subito le cose in chiaro: chi va avanti o lo fa per farsi del male o lo fa perché è malato... e quindi ci si diverte. Personalmente mi sono divertito, concordo col dire che questo è trash vero, non artefatto dal voler somigliare all'originale, ma alla fine devo dire che ho preferito Machete, per fare un esempio, perché in fondo l'esagerazione in tutto e per tutto è alla fine semplice, manca alla fine uno spunto oltre alla messa in scena dell'assurdo che altri film dello stesso filone hanno, rispetto a questo.
Ma non posso negare che non se ne esca del tutto appagati e divertiti: per come hanno fatto il film, per lo stile e per come è stato girato inoltre mi è paciuto molto di più di come avrebbe potuto essere dal finto trailer di Grindhouse.

Mentre The Plague cancella il volto, notare chi sono gli altri tre... Ah ah ah!

tnx_hitman  @  17/04/2011 18:33:10
   10 / 10
Il giustiziere piu' cool del momento,un Rutger Hauer che si rianima dopo anni di assenza e sforna un'interpretazione notevole.
La grafica poi da "pellicola a basto costo"funziona egregiamente e sembra proprio di vedere un bel filmozzo violento anni 70'.
Parlando di violenza ragazzi..che c'e di piu' violento di un barbone con una doppietta piu' spietato dei criminali che vagano in strade ostili e decrepite?
Qui si oltrepassa il limite,tutto quello che puo' succedere in una realta' senza regole,moralita' e compromessi,succede.Da mani nei capelli.

Planet Terror,Machete?Storia vecchia.Ora diamo spazio a questo capolavoro tutto trash,violence e gore.
Hobo With A Shotgun regna.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  16/04/2011 21:00:52
   10 / 10
solo ora mi rendo conto di quanto planet terror, death proof e machete siano dei film di plastica.
l'unico film grindhouse uscito dopo gli anni '70.

5 risposte al commento
Ultima risposta 19/04/2011 12.57.59
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#annefrank - vite parallele1968 gli uccellia proposito di rosea spasso col pandaa tor bella monaca non piove maiad astraailo - un'avventura tra i ghiacciangry birds 2 - nemici amici per sempreantropocene - l'epoca umanaapollo 11appena un minutoaquile randagieaspromonte - la terra degli ultimiattraverso i miei occhi
 NEW
black christmasbrave ragazzebrittany non si ferma piu'burning - l'amore bruciacena con delitto - knives out
 HOT
c'era una volta a... hollywoodcetto c'e', senzadubbiamente
 NEW
che fine ha fatto bernadette?chiara ferragni - unpostedcitizen rosicountdown (2019)daniel isn't realdeep - un'avventura in fondo al maredepeche mode: spirits in the forestdiego maradonadoctor sleepdora e la citta' perdutadownton abbeydrive me homee poi c'e' katherineeat local - a cena con i vampiriermitage - il potere dell'artefigli del setfinche' morte non ci separi (2019)frozen ii - il segreto di arendellegemini manghiaiegli angeli nascosti di luchino viscontigli uomini d'oro
 NEW
good boys - quei cattivi ragazzi
 NEW
grandi bugie tra amicigrazie a diohole - l'abissoi figli del marei migliori anni della nostra vita (2019)i passi leggerii racconti di parvana - the breadwinneril bambino e' il maestro - il metodo montessoriil colpo del caneil giorno più bello del mondoil mio profilo miglioreil paradiso probabilmenteil peccato - il furore di michelangeloil pianeta in mareil piccolo yeti
 NEW
il primo nataleil segreto della minierail sindaco del rione sanita' (2019)il varcoio, leonardoit: capitolo 2jesus rolls - quintana e' tornato!
 HOT R
jokerla belle epoquela famiglia addams (2019)la famosa invasione degli orsi in siciliala mafia non e' piu' quella di una voltala scomparsa di mia madrela verita' (2019)la voce del marele mans '66 - la grande sfidale ragazze di wall streetl'eta' giovanelight of my lifel'immortale (2019)l'inganno perfettolou von salome'l'ufficiale e la spial'uomo che volle vivere 120 annil'uomo del labirintol'uomo senza gravita'maleficent 2: signora del malemanta raymetallica and san francisco symphony: s&m2midwaymio fratello rincorre i dinosaurimisereremotherless brooklyn - i segreti di una citta'
 NEW
nancynati 2 voltenato a xibetnell'erba altanon si puo' morire ballandonon succede, ma se succede...of fathers and sonsoltre la buferaone piece: stampede - il filmpanama papersparasite (2019)pavarottiploipupazzi alla riscossa - uglydollsqualcosa di meravigliosorambo: last bloodroger waters us + themrosa (2019)
 HOT
santa sangrescary stories to tell in the darkse mi vuoi benesearching evaselfie di famigliashaun, vita da pecora - farmageddonsolesono solo fantasmistoria di un matrimoniostrange but trueterminator - destino oscurothanks!the bra - il reggipettothe gallows act iithe informer - tre secondi per sopravvivere
 HOT
the irishmanthe kill teamthe new popethe reporttolkientorino nera (2019)tutta un'altra vitatuttappostotutti i ricordi di clairetutto il mio folle amoreun giorno di pioggia a new yorkun sogno per papa'una canzone per mio padrevasco nonstop livevicino all'orizzontevivere (2019)vivere, che rischiovox luxweathering with you - la ragazza del tempowestern starsyesterday (2019)

995326 commenti su 42571 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net