identificazione di una donna regia di Michelangelo Antonioni Italia 1982
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

identificazione di una donna (1982)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IDENTIFICAZIONE DI UNA DONNA

Titolo Originale: IDENTIFICAZIONE DI UNA DONNA

RegiaMichelangelo Antonioni

InterpretiTomas Milian, Daniela Silverio, Christine Boisson, Lara Wendel

Durata: h 2.35
NazionalitàItalia 1982
Generedrammatico
Al cinema nel Luglio 1982

•  Altri film di Michelangelo Antonioni

Trama del film Identificazione di una donna

Niccol˛ (Milian), Ŕ in cerca della protagonista per un suo film, incontra Mavi (Silverio) e se ne innamora. Inizia una specie di giallo. Il regista Ŕ minacciato e pedinato, Mavi scompare. Niccol˛ la cerca, aiutato da Ida (Boisson), una donna priva delle ambiguitÓ di Mavi. Ida, per˛, rifiuta la complicata relazione che si profila, tanto pi¨ che Ŕ incinta di un altro.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,57 / 10 (7 voti)7,57Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Identificazione di una donna, 7 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  22/03/2022 16:01:28
   6 / 10
Un regista in crisi creativa, legata alla ricerca di un volto di donna da donare al suo film. Le donne lo incontrano e lo lasciano ed anche lui le lascia n preda ad un oscura insoddisfazione personale verso un mondo che non riesce più a capire e che forse nel finale fantascientifico rimane aperto a quella immaginazione perduta. E' un film che rispetto ad altri lavori del regista ferrarese possiede una struttura meno solida e certamente più impegnativo nel seguirlo. Se la staticità delle sue opere migliori avevano un senso, in questo caso è un cane che si morde la coda nella sua ridondanza nel cercare di ricreare ciò che è stato perduto rispetto alle sue opere migliori.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  20/09/2018 03:34:35
   7 / 10
Diversi temi percorrono sentieri già battuti da Antonioni in passato, ma il film ha un suo fascino irregolare e cognitivo. Ultimo Antonioni che vale la pena di essere visto

DarkRareMirko  @  16/01/2017 17:04:48
   8½ / 10
Film difficile, a volte lasciato in sospeso, psicologico ed impegnato.

Un Milian così non l'avevo mai visto, e la sua interpretazione mi ha convinto.
Devo dire che l'opera mi ha trasmesso pure una discreta inquietudine; qua e là pare di esser di fronte ad un thriller di Argento (i pedinamenti, l'auto nella nebbia, l'inizio col tizio che minaccia, ecc.).

Scene di sesso gratuite, buona atmosfera, dialoghi abbastanza studiati, più di un emento di script, come già detto, mostrato ma non approfondito.

Non un film perfetto, trama improbabile, ma Antonioni è tutto qui.

Notevole la fotografia di Di Palma, belle musiche dei Tangerine Dream.

Tutto sommato, con i suoi limiti, sottovalutato.

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  06/03/2014 22:22:06
   7½ / 10
Non sarà un film appassionante ma è una festa per l'occhio. Inoltre, se si guarda oltre il film in sé, è anche un documento interessante di come la società italiana vedeva se stessa, tramite la grande sensibilità visiva di Antonioni, agli inizi degli anni '80.
Antonioni ha continuato fino all'ultimo film a esplorare i problemi e le difficoltà dell'individuo a trovare la propria via, la propria realizzazione, in una vita e in una società senza certezze. Quello che rende vivi, umani, i personaggi dei suoi film è che non smettono mai di cercare, disperatamente cercano una soluzione, anche se questa non esiste.
Niccolò, il protagonista di "Identificazione di una donna", è un uomo irrequieto, alla ricerca di un soggetto per il suo film (di cui possiede solo una traccia data dalla sensazione del concetto di pura femminilità) e di una donna vera (con la D maiuscola) da poter possedere. Entrambe le ricerche non si concluderanno mai, ma si proporanno sempre in maniere diverse (il film diventa di fantascienza, le donne che conosce vanno dalla introversa Mavi alla solare Ida) senza avere comunque esito.
L'instabilità dei rapporti interpersonali, l'impossibilità per le persone di poter comunicare a fondo e capirsi, compenetrarsi completamente, è anche la conclusione di "Identificazione di una donna", come pure di tutti i film di Antonioni. A complicare le cose concorre anche la nuova coscienza femminile di indipendenza, parità, diritto a godere e a scegliersi il partner, come in passato era sola prerogativa dell'uomo.
Tutto questo all'interno di una società dove domina un pervasivo e sottile erotismo, ma anche dove si affaccia insidiosa la paura e l'insicurezza.
Anche in "Identificazione di una donna" non conta tanto la storia o le vicende di Niccolò e Mavi, ma il ritratto che viene dato di esseri umani esemplari e della loro difficoltà di vivere.
Soprattutto come viene presentato. Le scene, i lati di ripresa, i punti di vista, l'interposizione di specchi, la nebbia, gli angoli di Roma, sono creazioni artistiche che colpiscono indelebilmente l'occhio estetico dello spettatore. Il tutto accompagnato da una splendida colonna sonora che rende perfettamente lo spirito dell'epoca (da Gianna Nannini agli Orchestral Manoeuvres in the Dark, alla musica elettronica dark). Io mi sono commosso risentendo la musica della mia giovinezza.
Come detto all'inizio, non sarà un film appassionante o un capolavoro ma rimane comunque una piacevolissima lezione di arte cinematografica.
Questa è l'ultima opera di un regista oggi molto discusso e tenuto in scarsa considerazione. Al di là dei meriti tecnici di Antonioni, che penso nessuno discuta, il discredito in cui sono caduti i suoi film criptici, senza avvenimenti, lenti e contemplativi, è segno della perdita di sensibilità e intellettualità nell'approccio alla visione e alla resa del "reale" che abbiamo oggi. Antonioni è profondamente antitetico allo spirito postmoderno che va attualmente per la maggiore e per questo si stenta a capirlo, a sentirlo "nostro".

benzo24  @  08/04/2013 20:34:09
   8 / 10
Quoto in parte i commenti precedenti. Il film è ottimo, Tomas Milian è grandioso, le attrici invece non sono molto all'altezza.

suzuki71  @  10/01/2011 12:27:14
   8½ / 10
Classicissimo di Antonioni, in cui tutti i suoi pregi (e forse difetti) sono sparsi a piene mani: fotografia sublime con scene memorabili, trama improbabile, dialoghi ermetici, fascinazione snob, attori più belli che bravi (ma Tomas mIlian qui dà prova di tutto ciò che era prima der Monnezza). Meritata Palma d'Oro 1982.

paride_86  @  28/12/2008 02:33:21
   7½ / 10
"Identificazione di una donna" è un film sull'amore, sulla necessità e l'impossibilità di costruire rapporti sentimentali. Questa volta non si tratta di incomunicabilità, che Antonioni ha ben approfondito nel suo passato cinematografico, ma di incompatibilità, riferita ai caratteri, alle esigenze e alle classi sociali. Il film mi è piaciuto molto, ma non ne ho capito alcuni passaggi:a a cosa serviva la storia della persecuzione, per esempio? Un altro difetto della pellicola è l'eccesso di nudo: non sono un tipo che si scandalizza o si infastidisce ma praticamente le donne in questo film non fanno altro che spogliarsi, e quasi mai la cosa ha un senso ai fini della storia!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salento
 NEW
la mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizionel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour fatherpleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phone
 NEW
the deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzitop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030484 commenti su 47846 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net