il gattopardo regia di Luchino Visconti Italia, Francia 1963
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il gattopardo (1963)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL GATTOPARDO

Titolo Originale: IL GATTOPARDO

RegiaLuchino Visconti

InterpretiBurt Lancaster, Alain Delon, Claudia Cardinale, Rina Morelli, Paolo Stoppa

Durata: h 3.25
NazionalitàItalia, Francia 1963
Generedrammatico
Tratto dal libro "Il gattopardo" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa
Al cinema nel Settembre 1963

•  Altri film di Luchino Visconti

Trama del film Il gattopardo

Sicilia. La fine di un epoca e l'arrivo di nuove realtà, visto attraverso lo sguardo del principe Salina, molto peoccupato con l'arrivo dei garibaldini, di mettersi al riparo da ogni cambiamento.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,21 / 10 (59 voti)8,21Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
Migliore produttore
VINCITORE DI 1 PREMIO DAVID DI DONATELLO:
Migliore produttore
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il gattopardo, 59 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Dom Cobb  @  19/01/2020 19:31:44
   7½ / 10
Anno 1860. Sullo sfondo dello sbarco dei garibaldini a Marsala si consuma il muto e quieto dramma del nobile Don Fabrizio di Salina, che in disparte assiste al lento ma inesorabile declino di un'intera epoca e all'ascesa di una nuova realtà sociale, caratterizzata dall'avvento della borghesia...
Dopo aver sentito parlare tanto di un'opera, letteraria o filmica che sia, ritenuta da tutti un capolavoro e osannata come tale, come approcciarsi ad essa nel modo migliore? Com'è possibile moderare le proprie aspettative in modo da non restare delusi, magari ritrovandosi a guardare un film totalmente diverso da quello previsto? E, più importante ancora, se al termine della visione il godimento e la soddisfazione per l'esperienza audiovisiva appena vissuta non sono a livelli massimi, vuol dire che è colpa del film, che non ha saputo rivelarsi per l'impeccabile capolavoro che doveva essere, o colpa dello spettatore? Magari perché non possedeva la pazienza necessaria per scoprire ed assorbire i vari livelli di lettura della vicenda, o magari perché, a dispetto dei suoi sforzi, le aspettative erano comunque troppo alte o le speranze troppo rivolte a un film diverso da quello che poi si è guardato?
Per favore, qualcuno mi faccia domande più semplici.
Penso di aver già accennato al mio rapporto un po' complicato con un certo tipo di cinema, quello che oggi verrebbe definito d'essay e di cui un'opera come questo Gattopardo o qualsiasi altro film di Visconti o Fellini verrebbe considerato una parte. Per dirla in parole povere, non lo odio, ma allo stesso tempo ammetto che non mi coinvolge come fa con molti altri. C'è da dire poi che Visconti non mi aveva fatto una grande impressione a suo tempo con il suo "Rocco e i suoi fratelli", dove mi ci è voluta più di un'ora per rendermi conto con assoluta sicurezza chi di quella cricca fosse Rocco, tanto per cominciare.
Fortunatamente, qui siamo su livelli diversi, senz'altro migliori dal mio punto di vista; ma anche così, non so se sia il caso di strapparmi i capelli e unirmi al coro giubilante delle masse, visto che per quanto il film sia una gioia per gli occhi, raramente posso dire che mi abbia veramente interessato. D'altra parte, sarebbe interessante sapere quanta dell'ammirazione e dell'affetto nei confronti del film deriva dagli stessi provati nei confronti dell'omonimo libro di Tomasi di Lampedusa, che probabilmente molti avranno letto.
Ma sto divagando: l'essenza della mia recensione è che "Il Gattopardo" non è per quelli che preferiscono trame dense e personaggi che interagiscano tra di loro in continuazione, anzi; è l'esatto opposto. Il modo migliore per parlarne è come di un lungo e trasognato affresco, la descrizione di uno stato d'animo ed emozionale catturato tramite lunghe scene in cui ci si limita a osservare con un certo distacco pittoreschi eventi che vanno dal mondano al quotidiano; a tale proposito, le sfarzose scenografie e i costumi sgargianti, nonché la colorata e spettacolare fotografia sono dei punti a favore.
Al centro di tutto vi è una solidissima interpretazione di un Burt Lancaster sul viale del tramonto, ulteriormente impreziosita dalla voce deliziosamente rauca di Corrado Gaipa: il loro Don Fabrizio di Salina è un concentrato di malinconia, nostalgia e resilienza che rimane impresso, mentre per gli altri comprimari non vale la pena spendere molte parole. La Cardinale illumina lo schermo con la sua sola presenza, e si segnalano i brevi cammei del semisconosciuto Giuliano Gemma e di un assolutamente sconosciuto Mario Girotti; apparizioni che per un cinefilo rappresenteranno la ciliegina sulla torta.
Per il resto, non c'è molto da dire; fortunatamente sapevo già a che genere di film andavo incontro, per cui il ritmo lento e la sostanziale mancanza di trama non mi hanno infastidito in modo particolare; l'unica eccezione è la sequenza finale del ballo, la cui lunghezza davvero eccessiva (parliamo di un buon tre quarti d'ora) viene esasperata dall'inedito valzer di Verdi ripetuto all'infinito, al punto da risultare quasi irritante.
Forse non il più memorabile prodotto cinematografico di sempre, ma in ogni caso un'opera notevole, nella forma se non nel contenuto, che ad alcuni potrebbe apparire un po' vuoto. Personalmente, mi ha dato abbastanza momenti di puro piacere visivo e rilassatezza da convincermi che ne è valsa la pena. Ma solo per questa volta.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1005164 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net