il ladro di bagdad (1940) regia di Michael Powell, Ludwig Berger, Tim Whelan Gran Bretagna 1940
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il ladro di bagdad (1940)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL LADRO DI BAGDAD (1940)

Titolo Originale: THE THIEF OF BAGDAD

RegiaMichael Powell, Ludwig Berger, Tim Whelan

InterpretiConrad Veidt, Sabu, Rex Ingram, June Duprez, John Justin

Durata: h 1.49
NazionalitàGran Bretagna 1940
Genereavventura
Al cinema nell'Ottobre 1940

•  Altri film di Michael Powell
•  Altri film di Ludwig Berger
•  Altri film di Tim Whelan

Trama del film Il ladro di bagdad (1940)

Il perfido visir Jaffar fa arrestare il giovane re di Bagdad, Ahmad. In prigione Ahmad conosce il simpatico ladruncolo Abu con il quale riesce a evadere. Intanto la principessa (di cui Ahmad si è innamorato) è fuggita per non sposare Jaffar. Il visir però riesce a far catturare Ahmad e lo acceca mentre trasforma Abu in un cane.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,25 / 10 (6 voti)7,25Grafico
Miglior fotografiaMigliore scenografiaMigliori effetti speciali
VINCITORE DI 3 PREMI OSCAR:
Miglior fotografia, Migliore scenografia, Migliori effetti speciali
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il ladro di bagdad (1940), 6 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  29/10/2019 16:57:02
   7 / 10
Tecnicamente all'avanguardia questo film vince molti premi tecnici, tutti meritati.
La storia è piu' o meno quella di "Aladdin" che conosciamo con qualche piccola variante...soprattutto riguardo al genio.
Una piacevole visione nel complesso per un film che sfrutta al meglio la Technicolor dell'epoca.

topsecret  @  08/04/2019 14:26:06
   6½ / 10
Visivamente ha il suo perchè, soprattutto dovuto al fatto che siamo nel 1940, vincendo 3 oscar per fotografia, effetti speciali e scenografie. La storia però non sempre appare fluidissima, specialemente nella seconda parte, soffrendo momenti di staticità forse dovuti proprio al fatto di voler evidenziare il lavoro degli effettisti. Comunque sia, IL LADRO DI BAGDAD rimane un prodotto gradevole, diretto e interpretato abbastanza bene, piuttosto avvincente in alcuni momenti e, come accennato, visivamente degno di apprezzamento.

Dom Cobb  @  26/06/2018 17:48:29
   8 / 10
Il principe di Bagdad viene tradito e imprigionato dal suo infido gran visir Jaffar; il baldo giovine riesce a fuggire grazie all'aiuto del ladruncolo di strada Abu, e insieme i due dovranno affrontare mille e più avventure per sconfiggere Jaffar e conquistare l'amore di una bella principessa...
Già il titolo di per sé è diventato un'icona del cinema d'avventura, familiare anche per chi del film non conosce nemmeno l'esistenza; e il lungometraggio, che prende la versione muta di quindici anni prima interpretata dal divo Douglas Fairbanks Sr. e la riadatta alle possibilità e tecnologie del tempo, si conferma uno dei casi più felici di contaminazioni della tradizione fantastica e folkloristica orientale.
Fin dall'inizio lo spettatore viene catapultato, senza alcun avvertimento, in un mondo lontano, fiabesco e spettacolare, in cui coesistono ogni genere di creatura immaginabile, perfidi stregoni, ladri furbi, donzelle in pericolo e principi innamorati, tutti i classici stilemi della narrativa indiana che ha fatto fortuna nella raccolta celeberrima de "Le mille e una notte" da cui questo "Il ladro di Bagdad" trae ispirazione. E il modo in cui questo mondo viene portato in vita, tramite l'uso di effetti speciali all'avanguardia e che ancora oggi fanno la loro bella figura, è l'aspetto più riuscito del film.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Alla resa generale, cui contribuiscono le eleganti e accurate scenografie, contribuisce anche uno sgargiante Technicolor, accesso e vivace, caratteristico di quei tempi dove il colore rappresentava l'eccezione anziché la regola, come sarebbe diventato invece in seguito; e le numerose scene d'azione che condiscono il tutto rendono il ritmo agile e scattante, facendo trascorrere l'ora e mezza e passa senza alcuna difficoltà. Deludono invece in parte le musiche di Miklos Ròsza, dalle tonalità forti ed imponenti ma un po' anonime.
Certo, a livello narrativo non siamo proprio a massimi livelli di qualità, e il primo atto in particolare fatica a decollare a causa di alcune scelte narrative che ho trovato un po' bizzarre e fuori luogo.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Inoltre, il fatto che numerosi eventi e nomi siano stati in seguito, per dirla con un eufemismo, presi in prestito per un ben più famoso film d'animazione disneyano di cui al momento non rammento il nome, rischia di distrarre. Ma per fortuna gli attori funzionano tutti e la loro prestazione aiuta a chiudere un occhio su certe piccolezze; fra il cast si fanno notare l'aitante attore indiano Sabu, divenuto una specie di presenza fissa nelle produzioni di quel periodo di Alexander Korda (che figura come produttore ma ha diretto in parte da dietro le quinte insieme al fratello Zoltan e all'ex-scenografo William Cameron Menzies), e Conrad Veidt nel ruolo del perfido Jaffar, magnetico e sinistro, ulteriormente elevato dall'eccellente doppiaggio di Emilio Cigoli.
L'impianto spettacolare, l'efficacia degli effetti speciali che evocano un senso di avventura semplice e genuino e le prestazioni del cast aiutano a sorvolare sui problemi di trama e rendono "Il ladro di Bagdad" una piccola perla del suo genere, che forse in più dovrebbero conoscere.

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  16/02/2012 23:26:39
   6½ / 10
"Le mille e una notte" è forte l'opera di fantasia più ricca, complessa e varia della letteratura mondiale. Al cinema solo Pasolini è riuscito a rimanere fedele allo spirito dell'opera originale. Altri ne hanno estratto storie e le hanno profondamente modificate, riadattandole alle convenzioni moderne della nostra epoca. Un esempio è proprio questo "Ladro di Baghdad", opera cinematografica inglese degli anni '40.
La storia è stata per così dire "addomesticata": la narrazione è semplificata (viene incastrata una sola storia, usando la normale tecnica del flashback), i caratteri e i sentimenti espressi sono quelli stereotipati della commedia romantica dell'epoca, i protagonisti sono trasformati in eroi belli e perfetti, sono stati tolti tutti i riferimenti erotici e popolari dell'originale.
Bisogna dire che il gioco è volutamente scoperto. Si sa che si ha che fare con un racconto fantastico e volutamente truccato per meravigliare ed emozionare. Si accetta quindi volentieri la sospensione dell'incredulità e le forzature narrative. Tanto più che si tratta di un'opera visivamente e tecnicamente di prim'ordine. Il film è girato quasi tutto in studio con luci artificiali e usando la tecnica dei fondali dipinti. Nonostante ciò si ricrea con grande fascino la luce e l'atmosfera dell'oriente. Considerando l'epoca si può non rimanere meravigliati e ammirati. Merito soprattutto dei fratelli Korda, che hanno fatto veramente un egregio lavoro. Notevoli anche le musiche di Rozsa.
Presa appunto come storia fantastica d'intrattenimento dà tuttora divertimento e piacere alla visione.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  14/04/2007 08:10:54
   8 / 10
Uno dei film più rappresentativi della mia infanzia e adolescenza, visto quando in tv si poteva pretendere un tributo generico e atemporale del cinema in tutte le sue diramazioni.
Straordinario l'attore indiano Sabu, che visse il suo periodo d'oro a Hollywood per qualche anno, prima di scomparire dalle scene.

Dick  @  16/11/2006 13:30:54
   7½ / 10
Mi è piaciuto di meno del film del 24. Alcune parti sono convolgenti, altre meno. La realizzazione invece è pefetta o quasi e dimostra una volta di più quanto all' epoca i Korda sia come registi che produttori fossero una risposta allo sfarzo hollywoodiano.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004761 commenti su 43482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net