il maledetto united regia di Tom Hooper Gran Bretagna 2009
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il maledetto united (2009Film Novità

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL MALEDETTO UNITED

Titolo Originale: THE DAMNED UNITED

RegiaTom Hooper

InterpretiMichael Sheen, Jim Broadbent, Timothy Spall, Stephen Graham, Colm Meaney, Martin Compston, Brian McCardie

Durata: -
NazionalitàGran Bretagna 2009
Generebiografico
Tratto dal libro "Il maledetto United" di David Peace
Al cinema prossimamente

•  Altri film di Tom Hooper

Trama del film Il maledetto united

Tratto da una vicenda reale, il film parla dell'eccentrico Brian Clough e dei 44 giorni in cui fu allenatore della squadra di calcio Leeds United.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,38 / 10 (69 voti)7,38Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il maledetto united, 69 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

BlueBlaster  @  22/05/2019 09:35:30
   7 / 10
Interessante racconto di una pagina della storia del calcio inglese e anche personale...
Bravo Michael Sheen, questo film racconta anche una storia di amicizia ma soprattutto di racconti e vendette. Sapere come poi si sia evoluta la carriera di Brian Clough (con addirittura 2 Coppe Campioni vinte con il Notthingam Forest) non fa altro che lasciare con il sorriso al termine della visione.
Da vedersi solo se piace il calcio e in questo caso la visione è d'obbligo.

DarkRareMirko  @  26/07/2018 23:36:21
   7 / 10
Discreto ma, complice il fatto che lo sport non mi interessa, l'ho trovato pure il film meno convincente del dotato Hooper.

Bel cast, validi intenti biografici ma, ripeto, per poterlo apprezzare appieno abbisognerei di una cultura sportiva/televisiva che non posso/voglio avere.

Mattia100690  @  28/08/2017 16:02:27
   9 / 10
Eccellente esordio alla regia per il futuro premio Oscar Tom Hooper. Ottima la sceneggiatura, capace di intrattenere lo spettatore (anche i non amanti del calcio) senza annoiarlo neanche un istante, complice anche lo straordinario carisma dell'allenatore Brian Clough (interpretato egregiamente da Michael Sheen).

Sestri Potente  @  23/10/2016 11:29:46
   8 / 10
Finalmente, dopo diversi anni, sono riuscito a recuperare questo film che purtroppo ha una distribuzione molto deficitaria.
Gran film sul calcio, quello vero, che ci racconta l'incredibile storia di Brian Clough e del suo vice Peter Thomas Taylor.
Grandissimo Michael Sheen!

Invia una mail all'autore del commento bart1982  @  05/06/2016 23:45:02
   7 / 10
Bel film legato al mondo del calcio, viene descritta magnificamente la figura di Brian Clough il Mourinho degli anni '70.
Avrei dato maggiore spazio ai pre partita e alle preparazioni dei match più importanti

william sczrbia  @  11/01/2015 11:02:50
   8 / 10
Filman  @  29/08/2014 16:10:37
   7½ / 10
Sedimentandosi nel genere biografico, Tom Hooper dirige il film britannico THE DAMNED UNITED, resoconto storico-sportivo sul controverso allenatore Brian Clough, narrativamente interessante ed emozionante, tanto nella trama quanto nella scoperta caratteriale del protagonista, e capace di intrattenere in modo accademico e cinematograficamente valido.
Forte nell'impatto estetico, la pellicola riesce ad affascinare lo spettatore grazie ad un contesto temporale ricreato con incisività e composto da dettagliate atmosfere e colorazioni, segno di una onnipresente e misurata regia, che sviluppa lo sfondo di una storia dalle limitate finezze artistiche, ma eretta nel migliore dei modi da personaggi e situazioni di coinvolgente sviluppo emotivo.
L'avvincente avventura, intima e personale, del coach inglese attraverso il mondo complicato ed aguzzino delle società calcistiche si esibisce come un pretesto per mostrare la sua ossessiva rivalità verso il collega Don Revie, ostacolo di orgoglio e superbia per la propria realizzazione, garantita dallo stretto rapporto con il suo collaboratore e amico fedele.

david briar  @  29/07/2014 22:15:28
   6 / 10
"Il maledetto united" è un film molto inglese che si focalizza più sul dietro le quinte del calcio che sulla spettacolarità del gioco in se.

Tecnicamente merita:la fotografia grigiastra è molto affascinante e adatta,le musiche sono ottime,la regia magari non presenta dei guizzi originali,ma comunque è un lavoro di classe del buon Tom Hooper,a tratti anche umoristica e volutamente ridicola e patetica in alcune partite.Insomma,un lavoro apprezzabile,anche da parte degli attori.

Il problema è che il film scorre via come un fulmine quasi senza lasciare tracce,e soprattutto non si avverte la bravura del protagonista come allenatore tanto decantata dalle biografie,sembra solo un pallone gonfiato dallo scarso talento,che ha avuto solo fortuna.Il personaggio di Pete Taylor sembra molto più interessante,forse il film ha dato una visione un po' distorta della realtà facendo credere che il merito delle vittorie fosse solo suo.Penso sarebbe stato più interessante focalizzarsi sulle dinamiche dei successi di Brian Clough,che sul suo fallimento, viene da chiedersi se valesse davvero la pena fare un film su questa storia.

"Il maledetto United" è un film leggero e scorrevole,nel complesso sufficiente e apprezzabile,ma niente di più,è poco incisivo e lascia poco.Discreto ma deludente..

DogDayAfternoon  @  02/07/2014 21:07:59
   6½ / 10
Esclusivamente per appassionati pallonari, racconta in modo convincente una storia molto interessante che magari non tutti conoscono (me compreso). Il ritmo e la regia sono buoni, i contenuti ci sono, ma resta comunque uno di quei film che guardi volentieri una volta sola. Lodevole la somiglianza tra l'attore protagonista e il vero Brian Clough.

_Hollow_  @  17/04/2014 01:14:03
   8½ / 10
Decisamente interessante. Peccato per la qualità delle riprese, quella classica aria da fiction televisiva invece che da prodotto per il cinema.
Per il resto è un bel film, piuttosto meritevole sotto certi aspetti. In primis la storia: non si può rimanere indifferenti di fronte al mitico Brian Clough, vincitore di due Coppe dei Campioni consecutive col Nottingham Forest. Non se si è appassionati di calcio. E non si può rimanere indifferenti di fronte alla scelta registica di sviluppare l'intreccio: quell'unione di flashback e flashforward è veramente ****.
Quindi complimenti a "Il Maledetto United", alla sua trama e a come è presentata. Appunto finale, Michael Sheen mi sembra avere un'espressione un po' troppo ebete e banale rispetto al vero Clough. Però immagino sia stato un buon mix tra somiglianza e budget, quindi ci si accontenta.

bionduz  @  10/03/2014 13:29:18
   8 / 10
Scorbutico,diretto,irriverente,testardo,ma maledettamente vincente.

Federico  @  19/08/2013 10:37:23
   7½ / 10
Michael Sheen interpreta magnificamente un personaggio sempre sopra le righe e che ha saputo raggiungere traguardi irripetibili prendendo in mano squadre modeste. Oggi questi traguardi sarebbero irripetibili per chiunque.
Detto ciò il film si sofferma principalmente sui burrascosi rapporti con nemico giurato Don Revie oltre che con i dirigenti delle squadre che allena (i suoi datori di lavoro), mentre nulla ci viene praticamente detto sui suoi metodi di allenamento.
Nel complesso un film divertente che sorre via velocissimo. Consigliato agli appassionati di calcio e agli sportivi in genere che non hanno vissuto quei tempi.

FurFante9  @  23/06/2013 15:59:12
   6½ / 10
mi aspettavo qualcosa in più. l'interpretazione di Michael Sheen è impeccabile.

Rosario5000  @  10/06/2013 14:10:08
   7 / 10
oh finalmente hanno capito come va rappresentato il calcio al cinema. non facendo vedere le partite, ma quello che c'è dietro...

Niegghia92  @  11/04/2013 21:40:15
   7½ / 10
Tra i migliori film sportivi mai fatti,proprio perché il lato calcistico nella vicenda è messo quasi in secondo piano,questa è la storia di un uomo che verrà ricordato per essere il miglior allenatore che l'Inghilterra abbia mai avuto,capace di far vincere 2 Champions League a una realtà come il Nottingham Forest che adesso si trova nella serie B inglese,questo per capire ancora di più la grandezza del personaggio:Brian Clough. Questo film è stato volendo anche un azzardo perché ci si è soffermati molto sul periodo probabilmente più buio della sua carriera in quei 44 giorni di permanenza nella squadra da lui più odiata per via della cattiva condotta in campo: Leeds United,e si è voluto mostrare altro tramite i vari "flashback" il suo percorso assieme al Vice Peter Thomas Taylor nel Derby County che gli ha permesso la notorietà,tanto da arrivare a vincere il campionato dopo il passaggio nella Serie A avvenuto solo un anno prima(!!). L'interpretazione di Michael Sheen è perfetta,rispecchia pienamente ciò che era l'uomo Brian Clough,uno dal carattere spocchioso,bizzarro,arrogante,con la presunzione di essere sempre nella parte della ragione,questo suo modo di fare per un periodo comporterà un periodo di crisi interiore ma alla fine i risultati parleranno chiari e gli daranno ragione....e così nacque il suo mito.

deadkennedys  @  03/09/2012 12:04:10
   7 / 10
Se amate il calcio, non aspettatevi da questo film partite intere riprese da steady cam in corsa, rovesciate al rallenti e tackle in scivolata col fango che schizza in 3D.
E' una storia sul "dietro le quinte", sulla pressione che si può subire quando si hanno determinate aspettative. Ed è una gran bella storia soprattutto perchè è vera.
Negli anni a venire dopo la parentesi "Leeds Utd" Clough porterà una squadretta come il Nottingham F. FC dalla seconda divisione inglese al vincere 2 Champions League.

Jimmy.Carollo  @  06/06/2012 00:12:43
   7 / 10
Storia vera, Film ben fatto incentrato su un ruolo, quello dell'allenatore, non facile da metter in evidenza... piacevolmente sorpreso dato che pensavo a un film che non riuscisse a inquadrare il personaggio principale. Invece il regista c'è riuscito molto bene... Per meritare un votone (8) avrei messo, però, più pepe sulla mancata scintilla nata tra i giocatori del Leeds e Clough... I tifosi, giocatori continuavano e continuano ad amarlo, sarebbe stato interessante sapere qualcosa di più su questo tormentato rapporto. Cmq da guardare.

demarch  @  05/06/2012 00:41:15
   6½ / 10
Non gli do 7 perchè per i profani del calcio e dei suoi meccanismi potrebbe risultare un po'noioso e incomprensibile. Però la storia è incredibile soprattutto perchè è vera. Staconsigliato agli amanti del pallone.

Wen0m  @  12/05/2012 14:11:30
   7 / 10
Il mondo del calcio visto dagli occhi dell'allenatore, con relative gioie e dolori, momenti di gloria e cadute nell'oblio. Tratto da una vicenda reale, un film per certi versi particolare ma che traccia un ritratto fedele e credibile dell'ambiente dello sport più bello del mondo.

Consigliato

ivan78  @  23/04/2012 13:15:39
   7 / 10
Sembra un paradosso ma la carriera di un vincente è raccontata attraverso la sua unica grande sconfitta, quei maledetti 44 giorni allo United. In effetti, se la storia si fosse concentrata sulle sue vittorie, i traguardi raggiunti e la gioia da essi derivata, ci saremmo trovati di fronte alla solita insignificante replica del riscatto sportivo ed umano. A differenza di approcci quali quello di Houston, Hooper trascura il rettangolo di gioco per concentrarsi sul personaggio Clough, colto nel momento più rovinoso della sua brillante carriera. Le atmosfere plumbee, le cittadine desolate, gli spogliatoi fatiscenti, i filmati d'epoca, tutto è perfettamente a tema con l'interiorità di quell'allenatore carismatico ma egli stesso beffato dalla sua sfacciataggine. Una pellicola questa che in futuro potrebbe rivelarsi un cult del genere sportivo, il punto di vista del suo racconto è diverso dal solito e il salto di qualità è evidente.

uzzyubis  @  16/02/2012 08:19:32
   7½ / 10
Brian Clough un Mourinho degl'anni 70 per come tratta la stampa, per l'ambizione, per la carica psicologica che mette nella gestione dei suoi 11.
Il film racconta i 44 giorni in cui Clough si siede sulla panchina del maledetto Leeds United, squadra più forte d'Inghilterra in quegl'anni, ma che per lui, e non si sa fino a che punto ciò sia voluto. rappresenta un fallimento.
Clough verrà succesivamente ricordato come uno dei migliori allenatori d'oltremanica, anche più dell'odiato Don Revie, per essere riuscito a vincere tutto con due club minori partendo dalla 1st division inglese e per questo inserito immediatamente nella all of fame.
Questo film mette in risalto come in quei 44 giorni, ci sia tutto il personaggio: ambizione portata all'estremo che poi si ritorce contro, sicurezza nei propri mezzi fino a divenire cecità nei confronti del secondo allenatore, sfrontatezza ai limiti dell'incoscenza, insomma rise and fall of Brian Clough.
Le ricostruzioni storiche fanno risaltare quegl'anni inglesi a cavallo tra il brit pop ed il cascetto dei Beatles e il glam di Bowie anni di basette e stile british.
Un film che gioca in maniera ottimale con la classica tecnica del flashback con l'ausilio di descriszioni grafiche essenziali e che ci permetteno di saltare tra la fine dei 60 e l'inizio dei 70 con semplicità e esaustività.
Tom Hopper che successivamente vedremo impegnato nell' ottimo "Il discorso del re" prende le misure sulla ricostruzione storica di un presonaggio con grande maestria e con un ottima scelta degli attori.

guidox  @  01/01/2012 21:44:35
   7½ / 10
il soggetto si presterebbe già benissimo ad una biografia di tutto interesse, vista l'eccezionalità dell'allenatore in questione, ma il merito vero è quello di ricavarne un film dai 44 giorni meno fortunati di una carriera a dir poco strepitosa.
interessante, ben recitato e ben diretto.
promosso pienamente

gemellino86  @  09/10/2011 16:33:17
   7½ / 10
La carta vincente di questo film sul calcio è Sheen. La sceneggiatura vale più della produzione. Interessante e ben documentato. Devo dire che sorprende positivamente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  09/10/2011 15:39:33
   7 / 10
Davvero un bel film, diretto dal talentuoso Hooper (non Tobe, ma Tom) che dirigerà in seguito "Il Discorso del Re". "Il Maledetto United" è un film biografico che parla di Brian Clough, ritenuto da Mourinho il miglior allenatore di sempre. Certo non è una cosa che accade tutti i giorni portare il Derby County dalla terzultima posizione della seconda divisione a vincere il Campionato e a portare il Nottingham Forest (altra squadra "disgraziata") a vincere due Coppe dei Campioni consecutive...
Il film ripercorre bene le tappe fondamentali della carriera di Clough, anche se, senza un motivo valido, nel finale riassume, usando immagini dell'epoca, l'epopea del Nottingham. Scritto, diretto e recitato bene. Il sette ci sta tutto, e forse sono stato anche un pò severo...

Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  01/10/2011 21:11:48
   7½ / 10
Se non fossi cristiano, mi convertirei al cloughismo. Bellissimo film biografico, diretto con maestria e interpretato magnificamente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  06/09/2011 13:07:35
   7 / 10
La storia di un giovane allenatore di calcio diventato leggenda, che con i suoi modi di fare antipatici e contro-corrente è riuscito ad ottenere grandi successi...ma non è un film su Mourighno!
L'allenatore in questione è Brian Clough e il film piu' che lodarne i meriti tratta della complicata esperienza nel Leeds e dei problemi con il suo amico manager!
Un buon film di piacevole visione che conferma le buoni doti del regista futuro premio oscar due anni dopo!

nwanda  @  30/08/2011 00:07:46
   7½ / 10
affascinante.
girare un film sul calcio con l'intento di non coinvolgere esclusivamente gli appassionati sportivi è molto complicato. ma Tom non ha fallito.
questa pellicola si fa ammirare non solo per l'incredibile leggenda che narra, ma anche per la delicatezza con cui dipinge una splendida inghilterra anni 70, e per il carattere con il quale ricostruisce quel complicato e mitico personaggio che è stato coach Brian.
oltre alla magnifica fotografia e all'ottima interpretazione dei due protagonisti, questo film si nota per il modo in cui racconta il gioco del calcio, non dal punto di vista del puro gesto atletico, ma del vero sentimento sportivo.

Leonardo76  @  25/08/2011 19:34:14
   9 / 10
Bellissimo, ci sono tutti i clichè da film sportivo (scalata al successo dei buoni, antagonista arrogante, caduta e rivincita) ma nn ci si annoia mai, anni '70 "rifatti" benissimo e ottimi attori. Piange il cuore che in Italia nn si riesca a fare un film decente (negli ultimi 30anni almeno) sul mondo del calcio nonostante tutti i personaggi e le storie che lo popolano\hanno popolato nel bene e nel male (Zeman, favola del Chievo, Gaucci, doping e SLA, giornalismo sportivo folle e via andare).

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  18/06/2011 10:18:14
   7½ / 10
Una vicenda reale resa in maniera ottima, con attori bravissimi.

risikoo  @  07/05/2011 01:39:59
   7½ / 10
Finalmente un film che rende onore al grandissimo Brian Clough. Bravissimi gli attori protagonisti.

Ermetico  @  09/04/2011 21:16:39
   7½ / 10
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR oh dae-soo  @  05/04/2011 23:15:08
   8 / 10
Se qualcuno in questo momento mi chiedesse qual è il miglior film che abbia mai visto sul mondo del calcio risponderei, sine dubio: "Il Maledetto United".
Film che rasenta la perfezione, magari non un capolavoro perchè l'argomento non lo consente, ma meglio, davvero, non si poteva fare.
Brian Clough, un Mourinho ante litteram, è stato uno dei più grandi allenatori europei di sempre (dopo esser stato un attaccante meraviglioso) capace di vincere il titolo inglese con Il Derby County e il Nottingham Forest, entrambe prese tra l'altro quando erano negli ultimi posti della seconda divisione inglese. Non solo, con il Nottingham vinse poi 2 Coppe Campioni, impresa davvero incredibile. Il film racconta proprio il brevissimo periodo in mezzo a queste 2 imprese, i 44 giorni passati alla guida del Leeds (in quel momento la miglior squadra dInghilterra), il club che Clough aveva sempre odiato perchè esempio di anticalcio (molto diffuso all'epoca in England, gomitate e palla alta, "se Dio avesse voluto che si giocasse a calcio tra le nuvole avrebbe messo l'erba lassù" una delle frasi del nostro), antisportività, intimidazione all'avversario. Clough si scava subito la fossa da solo al primo giorno di allenamento ricordando ai suoi nuovi giocatori che tutto quello che avevano vinto era immeritato e raggiunto con le "qualità" appena accennate sopra, rincarando la dose aggiungendo che non le considera persone felici perchè "non avreste giocato quel calcio se foste stati felici".
I giocatori gli remeranno contro fino all'inevitabile esonero.
Interpretazione mimetica di Michael Sheen (attore maiuscolo) che restituisce tutta l'arroganza, l'antipatia, l'egocentrismo ma al tempo stesso l'incredibile magnetismo di Clough.
Il film mette moltissimo l'accento tra la rivalità di Clough con Revie, il precedente allenatore del Leeds, capace di portare i bianchi a vincere praticamente tutto. Clough lo vede come sua nemesi e in generale come nemesi del Calcio. Qui la vicenda diventa un pò romanzesca nel mettere in risalto il mancato saluto di Revie a Clough 6 anni prima (fatto probabilmente inventato) , vero vaso di Pandora di tutti i problemi successivi. E bellissimo è anche il racconto dell'amicizia-collaborazione tra Clough e Peter Taylor, direttore sportivo che accompagnerà il primo in tutti i suoi successi, probabilmente anche mettendo molto del suo. Taylor è un'anima buona e mite, l'opposto di Clough, vera e propria sua compensazione.
Parlando più a livello tecnico, mirabile l'impianto narrativo con continui salti avanti e indietro temporali gestiti in maniera perfetta. Grandi dialoghi (ma qui il merito è molto del vero Clough), scene superbe come la partita notturna sotto la pioggia o quella nella quale Clough non va in panchina e "sente" il match da uno stanzino adiacente allo stadio. Che dire, starò esagerando, ma per un malato di calcio internazionale come me, specie dell'inarrivabile calcio inglese, il film racconta un'epoca incredibile dove i calciatori andavano al pub coi tifosi e guadagnavano poco più di loro. E personaggi come Clough, simpatico o no, ti entrano nel cuore.

2 risposte al commento
Ultima risposta 09/04/2011 10.19.27
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  15/03/2011 17:27:07
   7½ / 10
Di bel cinema che tratti del gioco del calcio non se ne vede molto,quindi Il Maledetto United è l'occasione per vedere un bel film sul calcio,anche se più che lo sport l'importanza è data da altre cose.
Sempre basato su una storia vera questo film dallo stesso regista de Il Discorso del re,e sempre la storia di un uomo straordinario ritratto nel suo momento di maggior difficoltà; in questo caso non si tratta di un re ma di Brian Clough,allenatore strepitoso che ha vinto di tutto con squadre che si potrebbero definire "normalissime"senza volerne sminuire il valore. La sua vicenda è raccontata dal primo giorno di lavoro nel Leeds United,squadra che aveva vinto tutto quello che c'era da vincere grazie anche al carisma del suo ex allenatore Revie,vera e propria ossessione per Clough che si trovò quindi nell'impossibile compito di sostituire quest'uomo che aveva imposto il proprio modo di pensare e la propria tattica nella squadra,compito reso ancora più difficile dal carattere e dall'arroganza di Clough,uomo senza mezze misure che non ci pensava due volte a criticare lo stesso Leeds in precedenza e che una volta giunto come allenatore si ritrova di fronte ostracismo e diffidenza nell'ambiente e nei giocatori; il suo fu un fallimento tutt'ora sotto discussione (lo fece apposta ad assumere quell'atteggiamento disfattista,o fu un vero fallimento?).
Raccontare 44 giorni fatti di sconfitte sarebbe quantomeno noioso e quindi ci pensano i provvidenziali flashback a riportarci indietro di qualche anno,cioé agli anni di Clough come allenatore del modesto Derby County insieme al collega/amico Taylor,e del successo che li investe di lì a poco portandoli dalla seconda divisione inglese addirittura al primo posto della premier. Da qui in poi il film si rivela per quel che vuole davvero essere e cioé non solo una storia di calcio ma di tutto quello che vi sta attorno e in particolare della vicenda di un uomo che impara dai propri errori e riflette sulle proprie amicizie.
Clough è l'esempio perfetto per la sua arroganza associata al telento fuori dal comune e alla spontaneità che lo hanno contraddistinto in vita; il ritorno sui propri passi e l'ammissione dei propri errori è quello che interessa al regista,che intesse una trama con frequenti tuffi nel passato in cui il calcio funge solo da sfondo (fondamentale,per carità).
La regia è stilisticamente rigorosa e mai fuori posto ma ancora una volta supportata da una prova enorme del cast e di Sheen,un Brian Clough affascinante e supponente ma che riesce a farsi amare e a farci capire i propri sentimenti dietro la maschera di allenatore presuntuoso.

camifilm  @  26/02/2011 10:33:50
   5 / 10
Il film è ben realizzato nel suo racconto, andando avanti e indietro nel tempo in modo chiaro per spiegare gli eventi ed il suo evolversi.
Il calcio inglese degli anni 70 viene ben proposto da alcune scene esaurienti. La storia poi è tutta sull'allenatore e il suo vice.

Manca della descrizione totale dei successi, si sofferma soprattutto sulla ascesa dell'allenatore ed i suoi particolari modi di relazionarsi con giocatori, dirigenza e tifosi.

Può essere che alla fine del film uno spettatore si chieda che film abbia visto, secondo me una volta visto lascia ben poco, se non la certezza che il film è tecnicamente ben realizzato, ma la storia in se non cattura come dovrebbe.
Il film è buono, ma la storia narrata non ha nessun impatto emotivo, del resto è un film biografico... anche se si perde in commedia e in altri generi nel suo percorso.

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  25/02/2011 15:19:13
   7½ / 10
Il miglior film sul gioco del calcio, niente da dire.

alastar  @  23/02/2011 16:35:33
   7 / 10
Un'altra perla del cinema britannico che io adoro,un altro bellissimo esempio di cinema che narra il calcio inglese nella sua forma più poetica e genuina.La storia di Brian Clough è semplicemente eccezionale,uno dei più grandi allenatori di calcio di sempre, visto che riuscì ad ottenere grandi successi con due squadre di seconda fascia.Il film vuole far conoscere la storia incredibile di una carriera davvero speciale mettendo in risalto l'importantissima figura del vice allenatore Peter Taylor;insieme fecero una coppia esplosiva nonostante il carattere borioso e una dose di ambizione elevata al cubo dello stesso Clough,un pò il Mourinho del calcio inglese degli anni '70.Film sicuramente da vedere,anche se sarebbe stato interessante mostrare quelli che sono stati i successi più importanti del manager inglese che giunsero alla guida del Nottingham Forest con uno scudetto e 2 coppe campioni.Ecco forse il film s'interrompe proprio sul più bello................ottimo Michael Sheen nel ruolo del protagonista.

Gruppo COLLABORATORI Invia una mail all'autore del commento L.P.  @  15/02/2011 12:56:38
   8 / 10
Tratto dallo splendido romanzo di David Peace, questo Maledetto United è uno dei pochi film sul calcio pienamente riusciti. Forse proprio per la peculiarità di non mostrare troppo il gioco e di lasciare tutto sulle spalle del punto di vista dell' allenatore.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Come nel succesivo discorso del re, Hooper si affida molto all' interpretazione degli attori, soprattutto a un Michael Sheen davvero in parte, in grado di riportare sullo schermo l' arroganza, ma anche la fragilità di un uomo divorato dall' ambizione e dall' ossessione per la squadra più antipatica, e vincente, del campionato inglese. Il fottuto Leeds.

grifosafi  @  01/02/2011 23:20:05
   7 / 10
Film diretto con buon ritmo e senza difetti di regia ma al quale manca comunque qualcosa. Tutto sommato un discreto film sul filone calcistico mai facile da trattare.

piripippi  @  19/01/2011 19:49:28
   8 / 10
un bel film davvero, per gli amanti della storia del calcio.non è paragonabile a fuga per la vittoria ( ma quello era un romanzo) ma è bello davvero e la biografia fa molto fede. attori bravissi. da non perdere

dobel  @  18/01/2011 12:32:29
   7 / 10
Buon film del filone calcistico. Per gli amanti del genere Ŕ assolutamente consigliabile perchŔ sostenuto da un ottimo cast e una impeccabile ambientazione. Si gode dall'inizio alla fine complice una durata limitata.

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/01/2011 19.26.22
Visualizza / Rispondi al commento
Goldust  @  14/11/2010 14:47:55
   7½ / 10
Si sarebbe dovuto chiamare "il fottuto United",considerato l'elevatissimo utilizzo del termine durante tutto il film..Ma battute a parte la pellicola di Tom Hooper si lascia apprezzare perchè ha parecchi punti di forza: la storia dell'alleanatore più antipatico di sempre Brian Clough ( forse oggi se la vedrebbe con Mourinho); la scelta di focalizzare il racconto sulla prima parte della carriera del nostro,quella forse più interessante,tralasciando volutamente i successi col Nottingham; il montaggio senz'altro originale;la prova eccellente di Michael Sheen.Non sarà un film che passerà agli annali ma ha il pregio di racconatre una storia interessante che probabilmente al di fuori del Regno Unito è poco conosciuta.

Reservor dog  @  09/11/2010 09:51:15
   7½ / 10
Mi sono accostato a questo film senza aspettarmi nulla, anzi con quel poco di sospetto che mi viene ogni qual volta mi accingo a vedere un’autobiografia; eppure devo ammettere che nel giro di pochi minuti ogni mio preconcetto è stato spazzato via. La storia è infatti avvincente, ben interpretata dagli attori (ottimo Sheen) e ben diretta. Ma la vera forza di questo film, che narra le peripezie di quest’uomo, antesignano di un certo modo di esercitare la professione di allenatore, è lo schema narrativo che incentra la vicenda sui 44 giorni di permanenza da parte di Clough sulla panchina del Leeds United e che di fatto furono l’unica parte fallimentare (o quasi) della sua lunga ed onorata cariera. Da vedere.

Chemako  @  09/11/2010 08:53:26
   7 / 10
TheLegend  @  03/11/2010 03:28:16
   7 / 10
Veramente un buon film su uno spaccato del calcio inglese.

JOKER1926  @  02/11/2010 17:59:21
   7 / 10
"Il maledetto United" Ŕ un omaggio ad una grande personalitÓ del calcio inglese, Brian Clough.
Il film narra attraverso un buon montaggio le gesta e la vita privata dell'allenatore, in primo piano gli avvenimenti calcistici di fine anni 60 ed inizio anni 70, Brian Clough fra il Derby e il Leeds.
La pellicola Ŕ un Must per gli appassionati del calcio, non manca l'emozione, la regia riesce a far coincidere avvenimenti di vita personale con gli avvenimenti di calcio, insomma quella di Clough Ŕ una storia poco comune, dalla seconda divisione allo scudetto, personalitÓ, carisma e testardaggine lontanissime dal normale per Clough.

"Il maledetto united" cinematograficamente Ŕ da apprezzare, buona fotografia, attori in forma e ritmo molto alto.
Piccolo difetto Ŕ quello di non portare su pellicola (se non con documenti) ci˛ che di fenomenale ha rappresentato l'allenatore inglese in seguito che, alla guida di una provinciale, il Nottingham Forest, vinse un campionato e due Coppe dei Campioni, un'impresa unica e oggettivamente, oggigiorno, irripetibile, impresa che passa alla leggenda calcistica degna di immani e utopistiche ispirazioniů

drobny85  @  01/11/2010 15:39:33
   8 / 10
Gran bel film che narra una storia realmente accaduta tra la fine degli anni 60 e l'inizio degli anni 70.
Il protagonista è Brian Clough, abile allenatore ma ancora di più manager che ben supportato da un bravissimo assistente raggiungerà traguardi sportivamente insperati.
La pellicola si sofferma nel raccontare la nascita della carriera di questo giovane allenatore e successivamente la breve parentesi di soli 44 giorni nella società ai tempi di vertice nel calcio inglese, il Leeds United.
Il limite di questo lavoro è relegare in rapida sequenza i successi di Clough agli ultimi minuti del film, secondo me però la scelta del regista è motivata dal fatto che vuole trasmettere un importante messaggio allo spettatore, in questo caso di non sottovalutare mai chi ti è affianco, spesso nell'ombra, e ti supporta nella carriera professionale.
Sicuramente il più bel film dedicato al calcio, da far vedere anche ai piccoli appassionati!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

thetruth34  @  18/10/2010 20:32:56
   8 / 10
per chi è appassionato di calcio è un film che assolutamente non deve perdere!! storia bellissima di un allenatore inglese considerato tra i più bravi della storia del calcio.

benzo24  @  16/10/2010 12:50:01
   7½ / 10
ottimo film biografico, girato e interpretato molto bene. da vedere.

maitton  @  14/10/2010 14:40:42
   6½ / 10
ancora un bel racconto sul calcio britannico.
conoscevo gia'il personaggio clough, e delle sue memorabili gesta col nottingham forest, ma non sapevo la sua storia col leeds...bello, bello veramente

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Blutarski  @  28/09/2010 15:15:01
   8 / 10
Ho apprezzato davvero molto la capacità di questo film di raccontare un pezzo di storia del calcio britannico, forse nel suo momento più importante. Sarebbe bello imparare dagli inglesi, perchè secondo me andando a rovistare nel nostro passato calcistico e sportivo ce ne sarebbero parecchie di storie da raccontare. Per altro Michael Sheen è un ottimo attore, mi era piaciuto molto ne Il duello - Frost/Nixon. Da vedere.

despise  @  17/09/2010 16:38:59
   6½ / 10
In verità anch'io mi aspettavo qualcosa in più... l'interpretazione di Michael Sheen è davvero impeccabile, però tolta questa al film non è che rimane molto.
Non ho apprezzato nemmeno il frettoloso finale, qualche minuto in più su quello che Brian Clough ha fatto dopo è importantissimo per dare un valore a tutta la storia.
Con un finale diverso sarebbe stato per me un film perfetto.

ColdWar87  @  16/09/2010 00:48:27
   6½ / 10
A dire la verità mi aspettavo di più da questo film,pur non avendo letto il romanzo.
La storia di Clough è riprodotta fedelmente e Sheen(vedi Frost/Nixon)si impersona davvero bene nella parte del sarcastico allenatore inglese,ma qualcosa non riesce a convicermi nella bontà di questo film.
In primo luogo,infatti,mi sarei aspettato una regia sulle scene di gioco meno amatoriale di quella proposta,ma soprattutto non avrei relegato la favola del nottingham forest(vero motivo per cui Clough è diventato un "Mito")a quattro flashback nell'ultimo minuto del film.
Nel finale comunque ne consiglio la visione agli amanti del pallone.

Febrisio  @  15/09/2010 18:40:53
   7½ / 10
The damned united, che come sempre in inglese suona dannatamente meglio, si gioca perbene i suoi punti forti, esattamente come fece Clough nel calcio. Certo i risultati son ben diversi, eppure questo film presenta piccoli dettagli che possono render particolare un film, già spacciato verso il piattume a parte la storia. Ottima fotografia, con sempre quel fasciano anni '70 (+british, non mancherò mai di puntualizzarlo), dialoghi semplici, ma che non perdono in freschezza, intreccio narrativo un pochino diversificato, e infine la buona rappresentazione dei personaggi e relativi conflitti/amicizie. Un calcio diverso, abbinato a buon cinema.

ste 10  @  26/08/2010 17:54:48
   7½ / 10
Ovviamente non paragonabile al favoloso libro di David Peace però la trasposizione è molto buona e l'interpretazione di Sheen notevole: sicuramente un film riuscito nell'intento di raccontare un personaggio carismatico come Brian Clough

BlackNight90  @  12/08/2010 03:12:35
   8 / 10
Per quanto mi ricordi, è il miglior film sul mondo del calcio visto finora anche se le scene giocate sono poche (ed è un bene perché il calcio non è uno sport cinematografico), quello che più di ogni altro riesce a coglierne l'essenza in quanto sport in cui ormai sono i soldi a dominare e tutto il circo mediatico che gli gira intorno, ma per fortuna rimangono le personalità forti che, pur con tutti i loro difetti, riescono a far sognare ancora grazie alla loro passione e ambizione.
Brian Clough era un allenatore davvero fuori dal comune a parte la parentesi al Leeds: uno che riesce a far vincere due Coppe dei Campioni di fila al Nottingham Forest avendo vinto un solo campionato di prima categoria, per di più da neopromossa, è un vero fuoriclasse.
Michael Sheen, che tanto mi era sembrato ridicolo in The Queen, l'ho trovato eccezionale in un ruolo non facile, ben accompagnato da Timothy Spall (il Peter Minus di Harry Potter).
Ora però voglio un film su José Mourinho con George Clooney nella parte del portoghese, e i Coen alla regia...! Sognare non costa nulla.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  28/07/2010 00:35:32
   7½ / 10
Personaggio particolare Brian Clough, odioso finchè si vuole ma dotato di una genuinità fuori dal comune unita ad un'ambizione smodata tipica dei vincenti. Vera icona del calcio britannico, viene analizzato in particolar modo nel periodo buio della sua carriera, i 44 giorni al Leeds United.
Vngono mostrati i limiti di un'ambizione che diventa ossesione, fa terra bruciata intorno al protagonista prigioniero del proprio narcisismo e al brusco "ridimensionamento" di poggiare di nuovo i piedi per terra.
Bravissimo Michael Sheen, diventato una sicurezza, ottimi comprimari come Colm Meaney e Timothy Spall che sono il perno di un film ben ricostruito scenograficamente, lasciando le partite a filmati d'epoca e con pochissime sequenze sul rettangolo di gioco. Eppure di personaggi carismatici il calcio italiano ne ha avuti in grande quantità. Possibile che, salvo casi rarissimi al cinema (Ultimo miinuto di Avati), il cinema italiano non possa attingerne senza lasciare spazio a delle scialbe fiction?

filipporich  @  24/07/2010 23:45:35
   8 / 10
Davvero un bellissimo film. Qualsiasi appassionato di calcio dovrebbe vederlo. Sheen da 10 e lode.

calso  @  12/07/2010 13:53:57
   8 / 10
Veramente una bella sospresa, storia reale e molto bella di un allenatore storico sconosciuto forse ai più essendo anni 70...ma il bello è soprattutto nel voler descrivere per tutto il film la storia del rapporto tra l'allenatore e il suo vice senza puntare tanto al calcio bensì al rappporto tra i due...veramente bello...

vale1984  @  09/07/2010 09:14:14
   7½ / 10
molto bello...l'avevo sottovalutato pensando parlasse solo di caldio ma si basa sulla rivalità tra due allenatori e il rapporto tra il protagonista e il suo amico allenatore in seconda...solo alla fine ho capito chi era l'allenatore e che la storia fosse vera...molto molto bello e ben fatto!
un film particolare con un attore protagonista molto bravo anche se non lo conoscevo affatto...bel film davvero!

corey  @  29/06/2010 17:06:28
   7½ / 10
inspiegabile la scelta di non distribuire questo film nei nostri cinema, si vedono certe assurdità e film belli come questo invece no..c'è il calcio ancora pulito, quello genuino, c'è l'ambizione che come tutte le cose quando è troppa non va bene e ne paga le conseguenze sulla propria pelle clough: perde l'amicizia del suo assistente, vive con l'ossessione del suo predecessore che aveva vinto ogni cosa con il leeds..poi una volta esonerato torna alla realtà, al suo amico più caro e insieme danno vita alla favola del nottingham dopo aver dato vita a quella del derby county.. si conferma ancora una volta sheen e belle le ambientazioni dell'inghilterra anni '70, forse è rimasto l'unico paese in cui il calcio si vive ancora come una volta ovviamente fatte le debite proporzioni col passato visto che i soldi lo hanno rovinato dappertutto, diciamo che forse in inghilterra l'hanno rovinato meno

tylerdurden80  @  01/06/2010 03:26:58
   7½ / 10
probabilmente il miglior film sul calcio,basato su una storia vera,mai realizzato.

non ha alla base una storia reale così di impatto come il film sul "dannato" George Best eppure questa pellicola risulta realizzata decisamente meglio di "The Best" (peccato che il film sul grande George non sia stato all'altezza del personaggio su cui è incentrato...)

nel Maledetto United il calcio rappresenta solo il contorno (non a caso sono molto poche le riprese sul campo) di una storia tutta incentrata sulla rivalità e sull'ambizione/ossessione (punto di forza ma allo stesso tempo tallone d'achille) di mister Brian Clough,interpretato da un Michael Sheen assolutamente perfetto e probabilmente alla sua miglior interpretazione.

nota di merito anche al montaggio e alla scelta cronologica operata per raccontare la vicenda,tutto torna a meraviglia

Clint Eastwood  @  27/05/2010 09:28:14
   7 / 10
Il calcio al cinema ... solo gli inglesi hanno il coraggio a quanto pare di provare e riuscire con successo di rappresentare una realtà che coinvolge mezzo mondo (soprattutto gli uomini). In Italia assumerebbe piuttosto un ruolo demenziale, nelle commedie, invece di affrontare/raccontare delle storie vere (perché da raccontare c'è). Sullo sfondo dello sport più famoso abbiamo anche un incredibile sentimento di competere, vincere "pulito", mettendoci dentro la passione/l'amore, servire da esempio, ricreare qualcosa dal nulla (come fece con le due squadre), usare sapientemente (ad ogni battuta) la parola "fottere" e infine di una grande amicizia tra i due protagonisti. Una pellicola più che buona sullo sport in generale con un Martin Sheen decisamente in forma.

7+

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  19/05/2010 21:39:11
   7½ / 10
Brian Clough in partia è una figura celebre: calciatore da più di 200 reti in carriera, allenatore alla Mourinho - ma con 30 anni d'anticipo - segnato dalla singolare caratteristica di aver lavorato e vinto solo in club di seconda fascia. Lui è l'artefice dei leggendari anni del Nottingham Forrest, l'unica squadra al mondo capace di vincere due Coppe campioni consecutive alla fine degli anni 70 e oggi militante nella terza categoria Inglese.
Il film racconta dei 44 giorni che Clough passò sulla panchina del Leeds prima di essere cacciato praticamente a pesci in faccia da giocatori e dirigenza: eccezionale e originale nella ricostruzione, con pochi ma ben girati momenti di calcio "sul campo" e un attore - Michael Sheen - che io adoro alla follia.
Giunto da noi inspiegabilmente in home video, è uno dei rarissimi film sul calcio davvero riusciti: merito soprattutto di una storia vera raccontata per l'occasione in maniera semplice ma incisiva.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  11/05/2010 11:53:58
   7 / 10
"Il maledetto United" avrebbe dovuto essere diretto da Frears ma dopo il suo abbandono venne ingaggiato Tom Hooper che si è rivelato all'altezza del compito. Tratto dal romanzo di Peace e adattato da Peter Morgan per il grande schermo il film è un bel ritratto di un allenatore sicuro di sè, ambizioso, ma a tratti incredibilmente debole. Perfetto Sheen nel ruolo che grazie anche all'appoggio di Timothy Spall rende il film ancora più godibile.
Bella la fotografia sporca e ingrigita.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  03/05/2010 16:20:44
   7½ / 10
L'ambizione smodata di un uomo originata da ossessioni maniacali,il suo non fermarsi davanti a nulla,anche a costo di perdere stima e amicizie.Dal romanzo omonimo di David Peace, adattato per lo schermo dal quotato Peter Morgan e sostenuto dalla professionale regia di Tom Hooper, un bel film sul football,in particolar modo sulla storia di un eccentrico allenatore che port˛ al trionfo squadre fino ad allora misconosciute come Nottingham Forest e Derby County.
Brian Clough,questo il suo nome,ex attaccante di buon livello,polemico,istrionico,intelligente,manovratore e borioso,individuo a suo modo integerrimo che con l'ausilio del fidato vice Peter Taylor raccolse successi a dir poco inimmaginabili.Il film si focalizza sui 44 giorni che lo videro come fallimentare allenatore del Leeds United,unico neo in una carriera impeccabile.Ci si concentra sulle motivazioni di tale insuccesso,portandoci spesso a ritroso nel tempo per meglio inquadrare le manie di un uomo cui la fama e il bisogno compulsivo di competere lo trascinarono ad un passo dal baratro.
Splendidamente fotografato mediante tonalitÓ cupe,"Il maledetto United" evidenzia pi¨ che altro i meccanismi societari e i rapporti tra gli addetti ai lavori,il lato agonistico Ŕ solo sfiorato e considerato l'esiguo budget non si poteva certo pensare di ricostruire i match in maniera spettacolare,cosa che viene comunque aggirata con prontezza per mezzo di dignitosi intermezzi calcistici e ad una narrazione scorrevole e incredibilmente coinvolgente.Bravo Michael Sheen,sembra di riconoscere Mourinho in alcune espressioni e non Ŕ bizzarro pensare che l'attore si sia ispirato al tecnico lusitano per dar maggiore forza al personaggio che affiancato a Timothy Spall funziona che Ŕ un piacere.

McLovin  @  24/04/2010 21:53:40
   5 / 10
Realizzare un film di argomento calcistico che sia convincente non è facile. Oltretutto non è facile con un budget limitato. Questo "The Damned United", che si pone l'obiettivo di ripercorrere la prima parte della carriera di Brian Clough, leggendario allenatore di Derby County e Nottingham Forest (e del Leeds United per soli 44 giorni), non lo si può certo definire pessimo: una regia più che sapiente dirige un gruppo di buoni attori; su tutti il protagonista Michael Sheen (già apprezzabile nel recente Frost/Nixon). Purtroppo il suo tallone d'achille restano le scene di azione (sportiva), che l'occhio abbastanza allenato di un appassionato calciofilo non può che riconoscere artificiose e poco convincenti. Inoltre alcune banalità inserite più che altro per avvicinare il film ad un pubblico quanto più vasto possibile, penalizzano decisamente un altrimenti interessante biopic.

axel90  @  16/04/2010 10:17:33
   7½ / 10
Forse il primo vero film sul calcio che, senza enfatizzare momenti sulla partita, riesce a dimostrarsi il migliore e quello decisamente meglio costruito. La storia, le gioie, le sconfitte, il genio, l'ambizione, l'orgoglio, la sregolatezza di un uomo considerato il miglior allenatore di calcio inglese tuttora. Brian Clough è la leggenda che non si è mai piegato, che credeva nei veri principi del calcio, un gioco leale per persone leali. Interpretato in maniera ottima e non ci sono altre parole per esprimersi da un Michael Sheen in stato di grazia, la pellicola si basa su una buona regia e una fotografia un pò sgranata che cerca di ricreare le atmosfere tipiche di quegli anni. Il film è una sorta di inno d'amore verso Brian e il suo ego, la sua testardaggine e la sua ambizione di voler arrivare sempre più in alto. Sincero e ben costruito, Il Maledetto United è sicuramente il miglior film di calcio degli ultimi anni, senza contare che la figura di Clough resterà impressa molto a lungo.

Invia una mail all'autore del commento orsetto_bundi  @  08/03/2010 11:35:33
   9 / 10
Brian Clough è stato uno degli allenatori più famosi nella storia del kalcio inglese, ma io lo konoscevo solo kome il papà di Nigel, diksreto attakkante attivo tra Nottingham Forest, Liverpool e qualke altra squadra a kavallo tra gli anni '80 e '90......e quindi....mi so' visto 'sto film kon grande kuriosità......e non solo xkè era un film sul kalcio....io adoro i film sul kalcio....marò....li adorooooooooooooooo :-)
e questo è un gran bel film kon un eccellente Michael Sheen (attore ke non konoscevo) nel ruolo del protagonista, quindi...konfermo tranquillamente il voto dato nel kommento precedente, anke se....non kredo ke sia il migliore film "pallonaro" in assoluto......
kmq è STRAkonsigliato a tutti gli appassionati di kalcio, questo sì :-)

4 risposte al commento
Ultima risposta 15/02/2011 17.11.05
Visualizza / Rispondi al commento
Xavier666  @  13/02/2010 15:25:47
   9 / 10
Un eccellente ed esaltante film sul calcio! Altro che goal e il seguito!
Fantastico, divertente, finale ancora di più... Sì non ho dubbi. il film più bello sul calcio! Che poi non parla solo di calcio e non parla solo per immagini dal campo, proprio una storia vera, che gran film.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giornoannabelle 3arrivederci professoreasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebanglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimoblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaocarmen y lolache fare quando il mondo e' in fiamme?christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredaitonadentro caravaggiodicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriadomino (2019)due amici (2019)escape plan 3 - l'ultima sfidafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposail flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil segreto di una famigliail traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla bambola assassina (2019)la caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malela mia vita con john f. donovanla prima vacanza non si scorda mail'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatolucania - terra sangue e magial'ultima oral'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema (2019)ma cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormalnureyev. il mondo, il suo palcooro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidpowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleanersrapina a stoccolmarapiscimired joanrestiamo amicirocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbaisoledadsolo cose bellespider-man: far from homestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abissothe elevatorthe intruder (2019)the mirror and the rascalti presento patricktorna a casa, jimi!toy story 4tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna famiglia al tappetouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark webwelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewonder parkx-men: dark phoenix

989880 commenti su 41661 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net