il vizio della speranza regia di Edoardo de Angelis Italia 2018
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il vizio della speranza (2018)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL VIZIO DELLA SPERANZA

Titolo Originale: IL VIZIO DELLA SPERANZA

RegiaEdoardo de Angelis

InterpretiPina Turco, Massimiliano Rossi, Cristina Donadio, Marcello Romolo, Marina Confalone

Durata: h 1.36
NazionalitàItalia 2018
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2018

•  Altri film di Edoardo de Angelis

Trama del film Il vizio della speranza

Lungo il fiume scorre il tempo di Maria, il cappuccio sulla testa e il passo risoluto. Un’esistenza trascorsa un giorno alla volta, senza sogni né desideri, a prendersi cura di sua madre e al servizio di una madame ingioiellata. Insieme al suo pitbull dagli occhi coraggiosi Maria traghetta sul fiume donne incinte, in quello che sembra un purgatorio senza fine. E' proprio a questa donna che la speranza un giorno tornerà a far visita, nella sua forma più ancestrale e potente, miracolosa come la vita stessa.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,67 / 10 (3 voti)7,67Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il vizio della speranza, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Jumpy  @  10/12/2018 13:48:12
   7½ / 10
Crudo, diretto, potente, toccante e commovente, poetico in alcuni passaggi.
Anche secondo me, il cinema di qualità in Italia, già da alcuni anni, sta ripartendo "da basso", dalle periferie degradate, raccontando drammi che si consumano ogni giorno, in una sorta di neorealismo contemporaneo.
Anche sul piano visivo è potentissimo, senza neanche "aiutarsi" con panorami mozzafiato (anzi, ho riconosciuto il ponte, a Castel Volturno, dove è ambientata una delle scene più forti di tutto il film).
Unico neo, a mio parere, è che soprattutto nella seconda parte, scivola eccessivamente nel didascalico...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

mrmassori  @  28/11/2018 08:32:32
   8½ / 10
uno dei migliori film dell'anno. Potente, coinvolgente e molto poetico. Con la bruttezza e decadenza di quei luoghi quasi post apocalittici popolati da persone senza speranza, spicca lei, Maria: donna che per tanto tempo faceva parte lei stessa del lerciume in cui viveva con il suo sporco lavoro, ma che improvvisamente conosciuta la novità, nutre una nuova speranza, che la porterà verso drastici cambiamenti e nuove possibilità.
Colonna sonore spettacolo. Bravissima Pina turco.

kafka62  @  25/11/2018 18:34:28
   7 / 10
Il cinema italiano degli ultimi anni sta rinascendo dalle periferie. Registi giovani e meno giovani, autori esordienti oppure già affermati, stanno riscoprendo sempre di più luoghi, ambienti e personaggi marginali e border line, che sembrano lontanissimi da un paese occidentale e (a dir la verità sempre meno) affluente come l'Italia, ma che pure allignano accanto alle nostre città, spesso nascosti come la spazzatura sotto un tappeto di indifferenza, come la cronaca spesso e volentieri insegna. Esempi emblematici di questa tendenza, per limitarci a quelli più recenti, sono film come "Dogman" di Matteo Garrone (girato nel Villaggio Coppola sul litorale domiziano), "La terra dell'abbastanza" dei fratelli D'Innocenzo (che hanno scelto come set Ponte di Nona, un recente quartiere dormitorio di Roma Est) e, naturalmente, "Il vizio della speranza" di Edoardo De Angelis, giunto al quarto lungometraggio a due anni dal promettente "Indivisibili". Ambientato alla foce del Volturno, in un paludoso paesaggio pieno di discariche, di pozzanghere e di sporcizia, dove gli echi della modernità giungono attutiti e il sole non fa mai capolino tra le nuvole, il film è una sorta di sacra rappresentazione che sorge inattesa dal fango, dalla miseria e dalla lordura, fisica e morale. Tra prostitute e mercanti di neonati, Maria (nomen omen!), una sorta di disilluso Caronte che fino ad allora si era guadagnata da vivere traghettando nottetempo donne extra-comunitarie giunte al termine della gravidanza per farle partorire e vendere i loro bambini a una losca mezzana, Maria – dicevo – si scopre a sua volta (misteriosamente) incinta e si ribella a questa ignominiosa tratta, decidendo di tenere il bambino contro tutto e contro tutti. In un mondo rassegnato all'apatia e all'indifferenza, che sopravvive alla disperazione stordendosi con l'eroina o la televisione, Maria sceglie la vita e la libertà (a dispetto di ciò che cinicamente le dice Zi' Marì: «State tutti fissati con la libertà; è così bella la schiavitù, con le sue regole, i premi e le punizioni») e, aiutata da un selvatico ma buono Giuseppe, ex giostraio ferito dalla vita e rinchiuso in se stesso tra vecchi ricordi e fotografie in bianco e nero, e da una ragazza di colore storpia, strappata a uno scontato futuro di prostituzione, darà alla luce il bambino, simbolo di una speranza che, come afferma il bellissimo titolo, è un "vizio" che l'umanità non smetterà mai, per sua fortuna, di praticare. Il film di De Angelis assume così il valore di una parabola religiosa, raccontata però nella forma infima e degradata (forse l'unica possibile al giorno d'oggi per un racconto del genere) di una sottocultura di esclusi ed emarginati. Il regista napoletano gira sequenze dove si percepisce un originalissimo senso del cinema e in cui etica ed estetica convivono felicemente, azzarda simbolismi che non cadono quasi mai nel didascalico (a parte, forse, quel cavallo nero che Maria libera dal recinto in cui è rinchiuso e che vediamo galoppare nel finale sulla spiaggia) e, aiutato dalla meravigliosa colonna sonora etno-partenopea di Enzo Avitabile e da un ottimo cast di attori semi-sconosciuti (a parte una vecchia conoscenza come Marina Confalone), realizza uno dei migliori film italiani degli anni duemila.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

10 giorni senza mamma7 uomini a molloa private waralita - angelo della battagliaalmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaamici come prima (2018)anatomia del miracoloanimali fantastici: i crimini di grindelwaldanimasaquamanattenti al gorillabeautiful boy (2018)ben is backbenvenuti a marwenberninibird boxblack tide
 HOT
bohemian rhapsodybts world tour: love yourself in seoulbumblebeecalcutta - tutti in piedicapri-revolutioncartachesil beach - il segreto di una nottechi scriverà la nostra storia?city of liescold war (2018)coldplay: a head full of dreamscolette (2018)compromessi sposiconta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camillericonversazioni atomiche
 NEW
copia originalecoppermancosa fai a capodanno?creed iicrucifixion - il male e' stato invocatodinosaurs (2018)don't fuck in the woods 2dove bisogna staredragon trainer: il mondo nascostoescape room (2019)
 NEW
ex-otago - siamo come genovafriedkin uncut - un diavolo di registaghostland - la casa delle bamboleglassgreen bookhepta. sette stadi d'amoreholmes and watsonhunter killer - caccia negli abissii bambini di rue saint-maur 209i nomi del signor sulcici spit on your grave: deja vui villaniil castello di vetroil corriere - the muleil destino degli uominiil gioco delle coppieil grinch (2018)il mio capolavoroil primo reil professore cambia scuolail ragazzo piu' felice del mondoil ritorno di mary poppinsil sindaco - italian politics 4 dummiesil testimone invisibileil vizio della speranzain guerraisabellela befana vien di nottela donna elettricala douleurla favorita
 R
la notte dei 12 annila paranza dei bambinila prima pietrala scuola seralela vita in un attimol'agenzia dei bugiardilake placid: legacy
 NEW
landle ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucel'esorcismo di hannah gracelibero
 NEW
l'ingrediente segretolo sguardo di orson welleslontano da quilook awayl'uomo che rubo' banksyl'uomo dal cuore di ferrom.i.a. - la cattiva ragazza della musicamacchine mortalimalerbamaria regina di scoziamathera - l'ascolto dei sassimenocchiomia e il leone bianco
 NEW
modalita' aereomorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimoschettieri del re: la penultima missionenelle tue mani (2018)nightmare cinemanon ci resta che il criminenon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menotti magicheognuno ha diritto ad amare - touch me nototzi e il mistero del tempoovunque proteggimi
 NEW
parlami di tepeppermintpiercing
 NEW
quello che veramente importaralph spacca internetred zone - 22 miglia di fuocoremirex - un cucciolo a palazzoricomincio da me (2019)ride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiase la strada potesse parlarese son roseseguimisenza lasciare traccia (2018)spider-man: un nuovo universostyxsulle sue spallesummer (leto)
 HOT
suspiria (2018)the barge peoplethe final wish
 NEW
the front runner - il vizio del potere
 NEW
the lego movie 2: una nuova avventurathe old man & the gunthe other side of the windthe young cannibalstramonto (2018)tre voltitroppa graziatutti lo sannoun giorno all'improvvisoun piccolo favore
 NEW
un uomo tranquillo (2019)un valzer fra gli scaffaliun'avventuraupgradevan gogh - sulla soglia dell'eternita'velvet buzzsawvice - l'uomo nell'ombravoglio mangiare il tuo pancreas
 NEW
westwood. punk, icona, attivistawidows: eredita' criminalezen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

984770 commenti su 40866 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net