jarhead regia di Sam Mendes USA 2005
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

jarhead (2005)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film JARHEAD

Titolo Originale: JARHEAD

RegiaSam Mendes

InterpretiJake Gyllenhaal, Jamie Foxx, Peter Sarsgaard, Jacob Vargas, Skyler Stone, Wade Williams, Katherine Randolph, Chris Cooper

Durata: h 2.03
NazionalitàUSA 2005
Generedrammatico
Tratto dal libro "Jarhead" di Anthony Swofford
Al cinema nel Febbraio 2006

•  Altri film di Sam Mendes

•  Link al sito di JARHEAD

Trama del film Jarhead

Swofford, da tutti chiamato 'Swoff', arruolatosi come suo padre e suo nonno prima di lui, passa dalla noiosa gavetta in campo all'azione di guerra durante l'operazione Desert Storm, nella prima Guerra del Golfo. In spalla un fucile da cecchino e uno zaino da 45 chili, attraversa i deserti mediorientali privo di protezione dal caldo tremendo o dai soldati Iracheni, sempre potenzialmente all'orizzonte.

Film collegati a JARHEAD

 •  JARHEAD 2: FIELD OF FIRE, 2014
 •  JARHEAD 3 - SOTTO ASSEDIO, 2016

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,02 / 10 (144 voti)7,02Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Jarhead, 144 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Thorondir  @  04/08/2020 14:17:49
   6½ / 10
Film sulla guerra (e non di guerra) e sulle ricadute che essa provoca nel cuore e nell'animo degli uomini. Tema già visto e rivisto, a partire dal capolavoro Apocalypse Now più volte citato, e che quì non ha particolari aggiunte. Gli elementi interessanti della riflessione sulla noia (che paradossalmente fa più male della violenza, almeno in questo caso), vengono in gran parte oscurate dai soliti clichè del genere e dall'emergere dell'americanismo anche in un film che apparentemente vuole attaccare proprio la rappresentazione e la narrazione bellica americana. Le scene più belle quelle con il petrolio nel deserto.

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/08/2020 14.59.39
Visualizza / Rispondi al commento
Scuderia2  @  09/05/2020 14:05:52
   6½ / 10
Mendes-Deakins brevettano la campagna-cooperativa.
Storia di teste di latta in addestramento- poco interessante a dire il vero.
Poi a metà film prendono fuoco i pozzi di petrolio e le immagini si fanno gigantesche.
1990

130300  @  05/04/2020 15:56:41
   9 / 10
fotografia e colonna sonora da sballo!

Crystal_89  @  04/04/2020 22:58:20
   6 / 10
Film di guerra atipico, che la guerra la fa vedere da lontanissimo per dare spazio alle esperienze dei protagonisti.
Prima parte sulla falsa riga di "Full metal jacket", seconda in stile "Deserto dei tartari".
Pochissima azione, molti dialoghi e tanta critica indiretta alla guerra in generale e soprattutto al nuovo modo di fare guerra. La fotografia e il cast tengono su la baracca

Filman  @  06/03/2018 22:29:00
   8½ / 10
Per un intero decennio l'America cinematografica è stata segnata da film sull'America militare, alcuni capisaldi estetici e narrativi della settima arte, altri intensi inni alla pace o di disapprovazione nei confronti del volto reazionario a stelle e strisce. Quasi tutto, nei parametri coerenti con il periodo storico, era stato detto, ma molto di tutto questo coesisteva in uno stato attivo e di totale coinvolgimento nella guerra, mentre l'impegno militare nella sua pura presa di posizione servilmente patriottica (e non di chiamata alle armi) sarebbe arrivato in un periodo di prevenzione e di controllo come quello attuale, dove nel tiro alla fune con i paesi del Medio-Oriente l'utilizzo umano appare individualmente inutile. JARHEAD è questo, ovvero un film sull'inutilità della guerra, talmente inutile che è priva di una guerra vera e propria e che parla con il linguaggio dei classici e si rivolge al presente, sfruttando la tipica varietà di situazioni in sequenza, alcune delle quali totalmente assurde, alternate a momenti di grande impatto visivo, il cui messaggio, chiaro e tondo, è: Sam Mendes può fare qualunque genere di film.

daniele64  @  01/03/2017 13:13:40
   7 / 10
Un Jake Gyllenhaal già allora molto promettente è il protagonista di questa pellicola corale che cerca di mostrare la cruda realtà della guerra moderna , almeno di quella in campo aperto... La prima parte rimanda abbastanza a "Full metal jacket", la seconda , con la lunga e snervante attesa dello scontro che non arriva mai , ricorda magari "Il deserto dei tartari". Da segnalare positivamente anche la dolorosa sequenza del convoglio civile iraqeno distrutto ( meglio dire incenerito !) , che fa almeno in parte comprendere la situazione della "parte debole" in un moderno conflitto del genere , effettuato più con armi a distanza che con scontri corpo a corpo . Cast ben assortito e solida regia di Sam Mendes .

Filmaster95  @  22/05/2015 17:35:51
   7½ / 10
Un film che pone molti dubbi sul concetto di guerra, attraverso una regia sapiente, la quale mostra l'inutilità di questa cosa, con continui appostamenti senza senso e anni persi della propria vita che nessuno ti ridarà indietro.

Molto significativo anche il fatto che la ragazza del soldato lo lasci e al suo ritorno lo accolga con indifferenza e sorpresa, a dimostrazione di quanto sia superficiale a volte il lato umano delle persone.

La pellicola comunque è molto lenta e questo non aiuta con continue pause e riprese di paesaggi spogli e privi di vita, un plauso anche alla fotografia.
Per me è un film solido che cerca di far sollevare questioni ancor oggi irrisolte sulla guerra.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Tumassa84  @  05/12/2013 01:47:52
   8 / 10
Probabilmente il miglior film sulla Guerra del Golfo, e anche il film che meglio rappresenta ciò che è la guerra del nuovo millennio. Molto suggestivo soprattutto il rapporto con il nemico invisibile, che culmina in quella bellissima scena della mancata uccisione a distanza.

clint 85  @  15/09/2013 01:30:30
   5½ / 10
Fallito tentativo di riproporre in chiave moderna un mix di grandi classici del passato.

DarkRareMirko  @  07/08/2013 10:29:29
   7 / 10
Visto il nome Sam Mendes mi aspettavo qualcosa di meglio, soprattutto in quanto ad originalità (la prima parte, quella dell'addestramento, pare difatti essere una riproposizione di Full Metal Jacket), però almeno riguardo ad attori ed all'aspetto cromatico/visivo, decisamente, ci siamo.

Ripeto, sarebbe stato lecito aspettarsi maggiore personalizzazione riguardo ad un tema (la guerra) sul quale molti altri registi hanno parlato meglio e maggiormente; questo JARHEAD è un compito canonico e lineare, senza pregi ne difetti, reso almeno un pò indipendente da due bravi Gyllenhaal e Foxx.

Che la guerra è brutta e disagiata già lo si sapeva, Mendes doveva essere o più ironico, o più severo.

Cubeless  @  29/07/2013 10:25:32
   7 / 10
Film che solleva dubbi ed ispira riflessioni, con particolare attenzione al processo di de-umanizzazione che subisce il soldato dei giorni nostri, che lotta per cause che non condivide.

kastaldi  @  26/05/2013 00:03:12
   6 / 10
Impossibile non fare i paragoni con film cult del passato, potrebbe benissimo essere un Full Metal Jacket 2.0, trasportato ai giorni nostri e con problematiche diverse dall'originale ma che comunque evidenziano le assurdità della guerra con marine sull'orlo di una crisi di nervi. Jake Gyllenhaal nella parte del cecchino porta il film alla sufficienza perchè è il resto che non va. Se devo dire la verità, mi sono parecchio annoiato. Senza voler anticipare niente (anche se non c'è molto da anticipare), lo spettatore rischia di rimanere deluso dalle sue aspettative, specialmente dopo aver apprezzato Mendes in American Beauty ed in Era mio padre. Peccato, un'occasione mancata.

Bacarospus  @  21/02/2013 16:03:54
   8½ / 10
Bello...veramente bello, film sulla guerra che si concentra sulla vita di chi la guerra la fa veramente

colorants  @  20/02/2013 13:04:27
   6½ / 10
Se esistesse il 7-.... Ho apprezzato sicuramente più questo che revolutionary road, ma comunque mi accorgo sempre di più che mendes non è il mio regista preferito. In ogni caso i suoi film sono sempre una trascrizione delle riflessioni profonde e articolate su determinati argomenti.

BrundleFly  @  13/02/2013 10:36:27
   7 / 10
Un film di guerra, anche se di guerra ce n'è ben poca, che inizia bene e coinvolge fin da subito, ma dopo un po' ci si annoia a vedere sempre 'sti marines nel bel mezzo del nulla a far sempre le stesse cose.
Bellissima fotografia.

franz91  @  08/01/2013 14:35:59
   7½ / 10
Un film di guerra ma non di guerra. O meglio, un film che parla della guerra ma che in realtà la usa più come sfondo che come vera e propria protagonista. Ci si concentra invece sulla figura dei Marines, militari programmati per uccidere, costretti a eseguire gli ordini a loro impartiti, teste di barattolo, Jarhead appunto.
Questa guerra infatti non li coinvolge, e ad emergere è la loro frustrazione per essere lontani da casa, per le condizioni in cui sono costretti a vivere, per la paura di un nemico sempre potenzialmente vicino ma che non vedono mai, per non poter svolgere il proprio compito, per non uccidere quindi.
E' un film che comunque coinvolge, che non annoia, e che diverte.
Diretto da Sam Mendes, uno dei milgiori registi in circolazione.

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  16/11/2012 00:20:43
   7 / 10
E'tratto (a quanto pare abbastanza liberamente) da un'autobiografia. E forse proprio per la particolarità del protagonista, quel che ne esce non è un film di guerra convenzionale. Anzi, mi è parso un film di alienazione ambientato durante la guerra del golfo, ma soprattutto nella testa del narratore. Una specie di Deserto dei Tartari (che passa, casualmente, per un deserto vero). Bella fotografia e ottima colonna sonora, e soprattutto un Gyllenhaal molto bravo. Quel che non funziona, credo, è quanto Mendes voglia mettere del suo in una storia così personale (mi riferisco a certe frasi d'effetto e certe immagini un po'troppo liriche).

kako  @  30/07/2012 19:30:00
   8 / 10
una denuncia contro l'alienante condizione militare in uno scenario di guerra molto ben fatta e che coglie particolarmente nel segno. Come dicon tutti alcune parti ricordano Full Metal Jacket ma l'impianto generale del film mi ha ricordato forse più La Sottile Linea Rossa per il carattere psicologico della pellicola. Infatti mancano quasi completamente scene di battaglie e di reale guerra in favore di un'introspezione molto curata nelle menti dei soldati mostrandone la trasformazione da persone comuni con i loro affetti e le loro necessità in macchine desiderose di uccidere, frustrate alla mancanza di possibilità di sparare a qualcuno. Una prospettiva suggestiva e originale accompagnata da una fotografia eccezionale e un'ottima regia e sorretta dalla superba interpretazione di Jake Gyllenhaal e dalle molto buone interpretazioni degli altri attori, come Jamie Foxx e Peter Sarsgaard.

icha88  @  20/07/2012 23:31:41
   7½ / 10
Jake Gyllenhaal veramente superbo, film molto coinvolgente con scene davvero
ben fatte, merita la visione.

Invia una mail all'autore del commento tnx_hitman  @  07/02/2012 10:05:54
   8½ / 10
Uno dei film di guerra più belli del decennio scorso.
Poco importa se non è un film che si concentra maggiormente sull'azione degli eventi nella Guerra Del Golfo ma qui abbiamo a che fare con un prodotto esemplare.Perchè se in alcuni commenti che ho visto c'è chi desiderava scene d'azione,Jarhead gioca proprio con lo spettatore e i personaggi coinvolti nella storia,teste di latta pompati all'inverosimile dagli addestramenti ricevuti,cani rabbiosi che non vedono l'ora di uccidere e di sterminare,che godono a vedere alcuni vietnamiti trucidati dal famoso attacco in Apocalypse Now.E noi spettatori che seguiamo le loro vicende e dopo un pó viene da domandarci:e l'azione?Veniamo illusi anche noi come loro,alla fine del film ti rimane l'amaro in bocca perchè i personaggi principali vengono preparati duramente per gran parte di film per una guerra che non apparterrà a loro,una guerra che verrà già risolta e loro non hanno contribuito nel cessarla..non avendo sparato neanche un colpo di fucile.
Già da questa realizzazione certosina nel proporre ancora nel nuovo millennio un originale film di guerra sull'attesa di abbracciare un fucile come una fidanzata e sparare non ha eguali.È strepitosa questa idea e mi ha lasciato veramente di stucco.

Quanto alle interpretazioni Jake Gyllenhaal sta percorrendo pian piano la scaletta per raggiungere il podio dei miei attori preferiti,con Di Caprio,Washington e la new entry Fassbender.Qui lui è un portento è un mix di emozioni concatenati tra loro che ti fa uscire pazzo,ti fa paura anche ad un certo punto del film(e parlo per chi l'ha visto soprattutto)Ho già letto che sembra un seguito di Donnie Darko con lui che parte per il militare.Niente di più azzeccato.È proprio lui.
Apprezzato particolarmente anche Sarsgaard,a cui peró è stato dedicato poco spazio a lui,ad un ribelle ambiguo e feroce,un duro che gioca a fare il duro ma ha un animo sincero e sensibile.Una rappresentazione convincente di una battaglia interiore fra ció che era e ció che voleva diventare con risultati che spiazzano lo spettatore ad un certo punto nel finale.Tra quanto ho visto ultimamente nella sua filmografia(Lanterna Verde,Orphan)è una delle sue migliori interpretazioni devo dire.
Jamie Foxx tiene testa a vari sergenti che ci sono stati in altri film,anche se dalla sua bocca partono alcune citazioni di Full Metal Jacket,ma rimane equilibrato,non esce mai fuori dalle righe,è calibrato e composto.Divertentissima la parte della trombetta...

Sam Mendes rimane un ottimo regista con un trio di film che già mi ha conquistato(American,Road To Perdition e Revolutionary).Dalla parte sua sempre la migliore fotografia vivente viene fuori sullo schermo,basti pensare ad ogni singola inquadratura nel deserto,soprattutto di notte vicino alle pozze petrolifere,un'opera d'arte a cui si assiste,dico sul serio.

In definitiva se non lo avete visto cercate di avere la mente lucida,non pensare che sarà un filmone pieno di americanate e azione esplosiva,e godetevi queste due ore di grande cinema di genere.Ottimo e imperdibile.Ovviamente recuperato il Blu Ray di Jarhead.

barbuti75  @  25/01/2012 22:10:18
   7 / 10
Da Mandes ci si può e ci si deve aspettare qualcosa di meglio. Nonstante il film raggiunga ampiamente e abbondantemente la sufficienza, non riesce ad imprimere nella mente dello spettatore un messaggio chiaro, risultanto un po' evasivo nei momenti decisivi.
Più che un film di guerra, Jarhead è un film sull'attesa, sull'impazienza, sulla psicologia di un gruppo di marines addestrati per la guerra del golfo...attesa che alle volte sembra anche esserer quella che investe lo spettatore che vorrebbe accadesse qualcosa...invece no, si aspetta in un crescendo di emozioni contrastanti ed opprimenti.
Gyllenhaal è bravo nel restiuire corpo ed anima a un personaggio molto vicino al Joker di Kubrick, Foxx si cala nella parte dell'integerrimo sergente che mai farà carriera ma che sente di aver sposato l'esercito.
Sorprendente l'interpretazione di Sarsgaard, molto convincente nell'impersonare il ragazzo americano che cerca una rivincita personale contro il sistema senza sfociale in banale retorica antimilitarista.
Avrebbe potuto essere molto meglio di così...

ilgiova  @  20/01/2012 21:47:18
   8 / 10
Palesemente ispirato a capolavori precedenti come My Apocalypse e Full Metal Jacker, Jarhead è certamente uno dei più riusciti spaccati della vita dei Marines. Mendes mischia compiutamente più generi, senza esagerare nè con l'azione nè con l'introspezione. Le due ore di durata scivolano via rapidamente, anche grazie alla spettacolare fotografia(la scena del cavallo durante la pioggia di petrolio è davvero bellissima) e all'ottimo cast.
Davvero ben fatto, consigliato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Peter Lyman  @  05/12/2011 16:27:32
   9 / 10
Gyllenhaal ha la capacità di mescolare ironia e disappunto, felicità e tristezza, speranza e malinconia in maniera impressionante. Sembra quasi Donnie Darko che và in guerra. Mi è piaciuto molto questo film, le interpretazioni sono davvero ottime, sceneggiatura pure, per non parlare poi di tutto il resto. Stupendo.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  30/11/2011 19:28:42
   7 / 10
Ottimo film questo, di un bravo regista (a parte qualche schifezzuola come American Beauty, ma gliela si perdona) che ho sempre comunque apprezzato.
La guerra ha sempre dato al Cinema tante buone idee, e c'è stato un momento in cui fare un film di guerra (o perlomeno un film di denuncia sulla guerra) significò sfornare capolavori. A me pare, e questa è l'unica critica che rivolgo a Mendes, che questa persona cerchi il capolavoro a tutti i costi. Passa da un genere all'altro, senza mantenere una precisa coerenza estetica e contenutistica, ma realizzando bei film che piacciono a tutti, ma che sostanzialmente non rimangono impressi nel cuore e nella mente dello spettatore come tutt'ora succede per FMJ, Il Cacciatore e Apocalypse Now (ai quali aggiungo il mio preferito La Sottile Linea Rossa). Questi tre capisaldi del cinema di guerra sono citati da questo fratello minore Jarhead, che non ci prova neanche a variare le 3 perfette formule inaugurate da questi capolavori: Full parlava del prima, Apocalypse del mentre, Il Cacciatore del dopo. "Jarhead" fa un ottimo copia e incolla.
Ciò detto questo film mi è piaciuto parecchio. Visto in lingua originale, cosa che non mi stancherò mai di esortare a fare, ho ammirato la qualità delle immagini e delle interpretazioni proposte. Mendes è un ottimo tecnico, e "Jarhead" in questo senso è il suo film più riuscito. La pioggia di petrolio in particolare è una delle cose più belle che abbia mai visto. Una fotografia pazzesca. Impagabile inoltre il duo Sarsgaard-Gyllenhaal (e va citato sempre il grande Jamie Foxx) e la sequenza finale, molto maliconica, accompagnata dalle magnifiche note di Soldier's Thing (Tom Waits). Ottima, infine, la colonna sonora.
Jarhead è un film da vedere.
"We burn the fat off our souls"

topsecret  @  28/09/2011 09:30:51
   7 / 10
Non mancano i luoghi comuni e le somiglianze con altre pellicole dello stesso genere, ma JARHEAD riesce ad essere un film ben costruito ed interessante capace di coinvolgere e tenere alta l'attenzione dello spettatore.
Sam Mendes dirige il suo terzo film avvalendosi di un discreto cast, su tutti spicca la prova di Jake Gyllenhaal, di location molto funzionali e trattando un tema drammatico e sempre di attualità, il tutto scandito da un ritmo senza cali d'intensità e da una colonna sonora azzeccata.
Un film a mio parere che merita la visione.

paride_86  @  03/09/2011 18:13:03
   6½ / 10
Dopo una prima parte brillante - seppure un po' scopiazzata da "Full Metal Jacket" - il film perde d'intensità, e con esso il messaggio che si propone di mandare.
Peccato.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  12/07/2011 23:59:12
   8 / 10
Ottimo film questo Jarhead. Mendes fa un buonissimo lavoro ricreando le paure, i problemi, le nevrosi della vita militare evitando il discorso bellico. Perché Jarhead non è tanto un film di guerra o sulla guerra quanto un affresco dei suoi protagonisti: ragazzi appena sbarbati, pazzi svitati, persone che non hanno nulla nella loro vita e si aggrappano all'ancora del corpo dei marines.
Il film è pienamente riuscito e sa fornire scorci fotografici da apnea e buoni ritratti psicologici dei suoi protagonisti.

Federico  @  20/06/2011 12:48:15
   7 / 10
film discreto ma non memorabile, forse si sarebbe potuto approfondire maggiormente il personaggio interpretato da sarsgaard (un grandissimo, secondo me). nel complesso film ben interpretato, buona fotografia, per il resto non lascia nulla di nuovo

il genio  @  03/01/2011 03:13:21
   7½ / 10
niente di speciale ma film molto carino

ste 10  @  20/12/2010 21:55:14
   7½ / 10
Film di guerra direi sopra la media

cesa342  @  26/11/2010 19:50:44
   7 / 10
Non male, non male.... Un film sulla guerra, non di certo di guerra. Ma neanche sulla guerra, un film sui marines diciamo...

Danyeluzzo  @  15/10/2010 16:21:45
   7 / 10
Niente male, si guarda tranquillamente e scorre bene...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  30/09/2010 16:50:37
   4½ / 10
Tentativo malriuscito di creare un nuovo Full Metal Jacket.

1 risposta al commento
Ultima risposta 16/01/2019 20.02.20
Visualizza / Rispondi al commento
kamikaze91  @  06/09/2010 12:10:21
   6½ / 10
non male..molto bella la fotografia e anche bravi gli attori ma sinceramente non sono riuscito ad apprezzare interamente questo film..
ok che era improntato sul piano psicologico della guerra, ma mi ha lascito un vuoto, cosa che altri film come full metal jacket o il piu recente hurt locker sono riusciti a colmare..

Izivs  @  30/05/2010 09:06:37
   7 / 10
Nell'omaggiare esplicitamente il maestro Kubric, il film evidenzia ancora una volta il lavoro psicologico che viene compiuto sui marines....ma qui il tutto viene mescolato da una guerra che viene vissuta solo di striscio (da uomini costruiti per uccidere) e il cui unico orrore è rappresentato dai morti del fuoco amico e da qualche cadavere di colonne irachene in fuga.
Sottilmente viene anche messo in luce che gli iracheni, a livello bellico, erano delle nullità.....

unza capiten  @  05/04/2010 06:51:04
   5½ / 10
Niente di particolarmente interessante

ronaldinho80  @  07/02/2010 13:01:49
   10 / 10
Mi è Piaciuto da matti...fotografia fuori dalle righe esagerata.. con il carattere vincente di un altro capolavoro come " Full metal jacket " aggressivo in ogni sua parte ricama in maniera perfetta la stupidità/pazzia della guerra e degli elementi in gioco. Non necessariamente ci devono essere sparatorie in un film per essere accattivante questo ne è l'esempio ti fa restare li allamato come un pesce ma non da mai lo strattone finale, focalizzando l'attenzione non sul fatto di sparare a vanvera ma sul fatto che chi va in guerra alle volte viene pompato in maniera esorbitante per niente quando la guerra ormai ti ha rubato tutto..rimanendo cosi un barattolo vuoto in cerca della tua guerra a giro nel deserto...Uno tra i piu bei film di guerra.

gandyovo  @  04/01/2010 17:54:11
   6½ / 10
film di genere, carino senza impazzire

Frankys  @  02/10/2009 18:24:15
   7 / 10
Non è tanto il mio genere ma mi è assai piaciuto !!! Un film reale e forte, bravo Jake Gyllenhaal e molto bella la fotografia. Per pubblico adulto … Da vedere per gli amanti del genere !!!!

camifilm  @  10/08/2009 20:57:09
   7½ / 10
fotografia bellissima. se ho ben capito è il film che racconta cosa sono andati a fare i soldati la... in quella guerra... ma non posso dirlo... per non rovinare il film a chi non lo ha visto.
Forse manca un pco la parte di addestramento, ma forse meglio così.. sarebbe diventato troppo una copia di Full Metal Jacket...
Però vi sono situazioni comiche, le classiche di militare di leva.
Poi la bellissima fotografia, il petrolio che piove...
e l'amaro in bocca dei militari che si chiedono cosa siano li a fare...
è un vita dura...

Invia una mail all'autore del commento Clint Eastwood  @  21/06/2009 01:26:40
   8½ / 10
Bellissimo film diretto da Sam Mendes che dopo Road to Perdition, non perde la mano. Argomento guerra, ma una guerra vissuta dall'interno del soldato Swofford, tra l'assurdo e il ridicolo, tutti i preparativi e poi la partecipazione alla guerra stessa senza sparare un colpo, lascia un segno di quella che sarebbe la ribellione, di non aver avuto la chance di usare il proprio fucile nemmeno di sparare un colpo per giusta causa, che tutto è stato fatto per nulla e ha causato solo danni, danni per una vita ancora da vivere.
Mi ha colpito molto questo film di Mendes che contiene alcune scene da brivido come vedere il filmino della ragazza/moglie in rapporti intimi col vicino, quando uno dei fattori delle stabilià mentale sta nel fatto che lei ti aspetta. L'altra scena toccante è quando il veterano sale sull'autobus, celebrando la vittoria e chiede di sedersi con loro, davvero commovente quel "Semper fidelis mer.da". Non mancono poi i momenti divertenti nel film che inzia col omaggio a Kubrick, sin dai primi secondi ci si accorge e poi nel resto del film, senza esagerazioni.
Non aspettativi spettacoli di guerra, se no, non fa per voi. Comunque da vedere.
Consigliato.

- ORA DICO A VOI ALTRI : AVETE QUELLO CHE CI VUOLE PER ESSERE I PIU CATTIVI, I PIU CRUDELI, PIU FEROCI SPIETATI FIGLI DI PUT.TANA DEL CRUDELE REGNO DI DIO ???
- SI SERGENTE MAGGIORE !!!
- ... PER POTER DIRE UN GIORNO "SI", ANCHE SE DOVESSI CAMMINARE NELLA VALLE DELL'OMBRA DELLA MORTE, "NON AVRO PAURA" PERCHE IO SONO IL PIU TOSTO FIGLIO DI PUT.TANA DI TUTTA LA VALLE ???
- SI SERGENTE MAGGIORE !!!
- STAREMO A VEDERE CAZ.ZO !!!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

TheLegend  @  20/06/2009 23:43:51
   5½ / 10
Difficile che un film di guerra possa annoiare...con questo film è successo!
Penso che sia un film che scopiazza qua e la senza riuscire ad essere minimamente originale.
Parte bene per poi spegnersi nel finale senza lasciare niente.

dewolf  @  10/06/2009 02:10:40
   8½ / 10
Eccellente spaccato della vita dei marines sebbene nel film non si vedano vere e proprie scene di guerra! Da comunque l'idea di cosa sia successo nelle retrovie dell'esercito americano durante la Guerra del Golfo e rende chiaro gli interessi prevalentemente petroliferi che gli americani avevano nella difesa del Kuwait! Buona la fotografia,la colonna sonora e l'interpretazione degli attori.. Da però l'impressione di non rendere per quanto potrebbe! Alcuni passaggi ricordano Full Metal Jacket!

Manu90  @  07/04/2009 12:14:56
   6 / 10
In fin dei conti il film non è male, ma a mio avviso si poteva fare molto di più.

paolo80  @  27/03/2009 19:34:16
   7 / 10
Buona fotografia, buon montaggio, qualche scena degna di nota, ed una colonna sonora all'altezza; sono le componenti positive del film.
Anche se la vicenda narrata è inseita nel più ampio scenario della Prima guerra del Golfo, "Jarhead" non è una pellicola che rientra nel genere "Guerra", dato che non si vede neanche una battaglia, per tutta la durata dell'opera.
Da questo punto di vista è un po' deludente, perchè gli spunti sarebbero stati molteplici.
Analizzando la pellicola sotto un' altra prospettiva, si scopre in "Jarhead", un'opera, il cui sviluppo è sempre interessante, mai noioso, e ben recitato.
Alla fine vederlo non costa un grande sacrificio, a patto di non aspettarsi di vedere combattimenti epici, e proiettili che piovono da ogni luogo.

FurFante9  @  25/03/2009 09:49:40
   7½ / 10
Bel film. Scene intense. Bravo Jake Gyllenhall, incredibile cm sappia cimentarsi in ruoli csì diversi (vedi Brokeback Mountain); cmq da vedere, peccato perchè si lascia dimenticare tr facilmente!

crazylu85  @  17/03/2009 00:22:56
   5 / 10
Film un pò così, non mi ha preso molto. Il senso non l'ho capito per intero. Film che tratta più dei sentimenti, l'ho trovato piuttosto noioso, speravo che succedesse qualcosa, invano. Un film con un'inizio ed una fine, ma un pò troppo piatto. Concordo con il fatto della fotografia, molto bella, come anche alcune scene, come quelle

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
Trovo che ci siano film di guerra molto migliori di questo.

tylerdurden80  @  02/03/2009 23:41:23
   8 / 10
film di guerra un pò atipico e particolare e x questo molto interessante e profondo,certo può benissimo non piacere a chi è appassionato agli storici film di guerra,personalmente l ho trovato molto bello e interessante.
Mendes sempre bravissimo alla regia e fotografia eccezionale.molto bene anche Gyllenhaal

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  02/03/2009 22:54:42
   7 / 10
raramente un regista fa flop dirigendo film di guerra...è un argomento che ha troppi spunti di interesse per essere superficiale,a volte si rischia,invece,di essere troppo moralista!
Non è questo il caso dove l'autobiografia di Anthony Swofford viene portata sullo schermo dal nuovo arrivato,nel genere,Mendes!
Film riuscito dove il soldato non combatte mai ma vive interiormente una battaglia e rimane deluso quando le urla dei compagni sono in realta' urla di gioia perche anche lui voleva partecipare al massacro,anche lui voleva salvare la patria!
Tecnicamente molto valido con una fotografia straordinaria!!Bellissimo quando sono al centro dei pozzi petroliferi!
Significativo

Invia una mail all'autore del commento f_calderini  @  22/01/2009 23:23:28
   8½ / 10
Bello, non per tutti. Fotografia davvero splendida.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

corvo4791  @  06/01/2009 17:45:43
   8 / 10
Film non per tutti. Se cercate Platoon, gente che salta in aria sulle granate e pallottole a profusione non guardate questo film.

Molto più simile a LA SOTTILE LINEA ROSSA che a FULL METAL JACKET.

Fotografia bellissima, soprattutto nella scena dei pozzi in fiamme.

Riflessione sulla psicologia, rivoltata come un calzino, dalla disciplina al lavaggio del cervello nel corpo dei marines americani dove c'è la convinzione che il BUON SOLDATO debba per forza coincidere con MACCHINA DI MORTE ASSETATA DI SANGUE.

Da vedere sapendo a cosa si va incontro.

scabo  @  22/09/2008 18:42:49
   8 / 10
Ricordo molto bene quei due mesi nel 91 incollato alla tv per vedere la prima guerra in diretta tv: la guerra del Golfo. In 2 ore Mendes ci spiega molto meglio di 1000 tg cosa fu quel conflitto attraverso la storia del soldato Swofford, dall'addestramento all'arrivo in Arabia Saudita fino al ritorno in patria. Un film veramente ben fatto sia dal punto di vista cinematografico (ottima la fotografia e le prove di Gyllenhaal e Foxx) che storico (impressionanti le scene dei pozzi in fiamme e dell'autostrada verso Bassora dove furono massacrati migliaia di Iracheni in fuga), un film che puo' non piacere a chi si aspetta combattimenti e sangue a tutto spiano ma che a mio parere colpisce nel segno.

solitecose  @  07/09/2008 17:04:32
   6 / 10
film ipermediocre, mi sono addormentato 14 volte ... ed è facile poi dare la colpa al fatto che sia affetto dal morbo di pickwick!!

domanda il lettore curioso: "hey soliteyeah, perché allora gli schiaffi la suffi?"

è presto detto, caro amico: la scena in cui la moglie manda al soldato la cassetta in cui si fa chiavare da un altro mi ha fatto letteralmente sborrare dalle risate!

inoltre mi ha ricordato un fatto realmente accaduto a mariano comense, di cui però non ne parlerò in codesta pagana sede.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

roy rogers  @  29/02/2008 18:26:05
   6½ / 10
Carino.....anche se sinceramente mi sarei aspettato qualcosina di più!!! Nel complesso un film gradevole anche se le scene di guerra sono davvero poche!!

everyray  @  05/02/2008 20:37:29
   5 / 10
Diario per immagini dei giorni di un marine spedito nella guerra del Golfo nel 1990.
la storia non è male,molto interiore,ma l'azione è poca e rischia di diventare noiosa...quando sembra che stia per succedere qualcosa,quel qualcosa non accade.......troppo simile a full metal jacket nella prima parte (volutamente?!!),ma cmq una insufficienza non grave,alcune immagini sono davvero stupende (quella del cavallo sporco di petrolio su tutte!)

Nicos  @  18/01/2008 22:45:24
   8 / 10
Bello e realistico in alcune scene, da non perdere

unpoeta67  @  24/12/2007 16:49:37
   7½ / 10
assolutamente diverso questo film sulla prima guerra del golfo , oggi ho un'altra visione di una guerra che sino a ieri era identificata solo da continui raid aerei annunciati dal tg . anche attraverso lo snocciolamento di numeri che a volte passano sullo schermo e che danno una idea del grande business che l'america raccoglie in ogni guerra . film anche di denuncia direi , ...da vedere .

sonhador  @  27/10/2007 11:51:32
   6½ / 10
godibile film sulla guerra del golfo ma niente di trascendentale..Sarà difficile per Sam Mendes riproporsi ai livelli di American Beauty..

addicted  @  14/09/2007 17:51:13
   8 / 10
Complimenti a Mendes, che sforna un film di guerra come non si era mai visto!!!
Prima la recluta è educata alla violenza, poi la guerra tecnologica provoca un omicidio interruptus!!! Frustrazione da killer.
E' una specie di Full Metal Jacket al contrario: come se Joker avesse subito voluto uccidere ma qualcuno glielo avesse impedito.
Secondo me non è tanto una riflessione sulla Guerra del Golfo, quanto una meditazione sull'istinto violento.
Ironico e graffiante. Bello.

tidy  @  12/08/2007 17:50:47
   7 / 10
la prima parte deve troppo a full metal jacket, x il resto è un buon film anche se un po noioso...molto belli i paesaggi

vehuel  @  06/08/2007 17:50:40
   7½ / 10
Naturalmente non è un capolavoro, comunque bella la fotografia e bravi gli attori, nel complesso un buon film.

marfsime  @  05/08/2007 12:22:29
   8 / 10
Ottimo film di Mendes che rappresenta la guerra sotto un altro punto di vista ben lontano dai soliti films sui generis che mostrano solamente azione e poco altro. Questa invece è una pellicola molto più profonda e ricca di significati. Ottima scenografia, fotografia e recitazione..da vedere.

Voto:8

Oblivisca  @  27/05/2007 20:56:36
   7 / 10
Bel film, purtroppo lo ho visto tempo fa e non me lo ricordo perfettamente per commentarlo a dovere. Bellissima la fotografia e le riprese nel deserto.
Fantastica la partita a football con le tute antigas. Non mi è piaciuta molto la prima parte, troppo simile a full metal j.

Sidewinder  @  27/05/2007 20:49:01
   7 / 10
Bel film l'ultimo di Mendes, tecnicamente ineccepibile, ma non ha molta forza dal punto di vista narrativo, presenta un debito pesantissimo nei confronti di full metal jacket, ed inoltre ho trovato un po' troppo stilizzati i comportamenti di questi soldati, nonostante il film di contraltare descriva momenti e situazioni di vita militare in modo assolutamente veritiero.

Invia una mail all'autore del commento EnglishRain  @  24/05/2007 22:48:32
   7½ / 10
Non male. NOn e' il miglior film che parli di guerra, ma tutto sommato e' ben recitato, ben fatto, ottimamente interpretato e con colonna sonora e fotografia molto belle.
Non supera il sette e mezzo per la mancanza di scene d'azione, che in un film di guerra non dovrebbero mai mancare.

iussolo  @  26/04/2007 20:00:24
   7½ / 10
Un voto maggiore del sette e mezzo non lo voglio dare perche e' un film che fa capire l'inutilita della guerra , le speranze che si perdono dietro di essa , i soldi che rincorrono i giganti dietro di lei. Ma il film non e' politicamente forte ma da un quadro realista della vita bellica. Trovo che i messaggi che vuol mandare pero' possano essere capiti in un film ben piu' corto.

Gott Mit Uns  @  26/03/2007 21:04:31
   9 / 10
Se pensate di vedere il classico film di guerra con molta azione alla "Salvate il soldato Ryan" allora è meglio che lasciate perdere, d'altronde la parola 'film di guerra' non è sinonimo di 'proiettili, morti ed esplosioni', e penso che la maggior parte dei pessimi voti dati a questo film dipendano proprio da questo errato paragone. Il film analizza la guerra da come viene sentita dall'animo del soldato; una volta vissuta non te la togli più di dosso, e rimani segnato x tutta la vita dal suo ricordo. Veramente molto intenso come film con un finale ben fatto, anche se parecchio triste...
Assolutamente consigliato


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

misterblonde  @  13/03/2007 11:50:22
   5½ / 10
Allora...se avete visto Black Hawk Down, questo è l'esatto opposto. Se quello era tutta azione senza un briciolo di trama, questo ha delle tematiche interessanti ma l'azione è quasi assente. Se volete un film di guerra evitatelo, se ne volete uno su aspetti della guerra poco trattati, che magari vi faccia un pò ragionare, allora guardatelo. Io personalmente mi sono un pò annoiato, ma comunque bravi gli attori.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  23/02/2007 21:28:52
   7½ / 10
Un film decisamente da vedere quello di Sam Mendes. Una prima parte, quella dell'addestamento, dove il soldato Swofford, ben interpretato da Jake Gyllenhall, percorre la strada tracciata dal soldato Joker di "Full Metal Jacket". Una strada che lo porterà ad avere uno scopo: quello di avere la capacità di uccidere un nemico con un singolo colpo (un colpo solo come il protagonista del "Cacciatore").
L'opportunità si presenta con la prima Guerra in Iraq, ma una volta arrivato al fronte, la noia e la routine sono il fattore che domina la vita quotidiana del protagonista "tra una masturbazione e un'altra e tra una ripulitura del fucile ed un'altra".
Si viene proiettati in una sorta di "deserto dei tartari" dove l'attesa a poco a poco diventa frenesia e quando l'unico legame con la vita reale si recide definitivamente (la fidanzata) si traforma a sua volta in una vera e propria ossessione che lo porterà a superare le marce forzate, l'orrore dei bombardamenti, le piogge di petrolio.
L'ossessione di uccidere un nemico. Che non avverrà mai ed avrà come lascito un senso di smarrimento, di frustrazione e di incompiuto, oltre per se stesso, anche per i suoi commilitoni.
Splendida la fotografia dei paesaggi desertici, ben recitato da tutto il cast (in particolare Peter Saarsgard).


theunforgiven  @  22/02/2007 14:13:31
   8½ / 10
Grandissima intuizione di Sam Mendes....Film notevole con significati e messaggi chiari e profondi...E oltretutto arricchito da una fotografia fantastica e da una scena come quella del cavallo ricoperto di petrolio davanti ai pozzi di petrolio incendiati che solo per quella avrei visto volentieri il film....Molto interessante.

ghiro  @  01/02/2007 14:18:22
   10 / 10
Un film a mio avviso straordinario con un cast eccezionale, di positivo il film ha la qualità di presentare senza modifiche la vera vita di un militare in guerra.
In quanto una persona nn abbia il gusto di uccidere come nella posizione difensiva si trovano i marines,la voglia di sparare aumenta di giorno in giorno ke il fucile rimana in mano carico.
Per quanto sia volgare è la vera vita di un militare, raccontata anke nella scuola militare, dove viene fatto il lavaggio del cervello a questo ragazzo.Devo incominciare a leggere il libro e spero di rimanere estasiato come lo sono stato per il film.Guardatelo

Lory_noir  @  12/12/2006 23:40:01
   5 / 10
Mi sono annoiato per la maggior parte del tempo! Non è il genere che fa per me!

swofford  @  21/11/2006 19:26:50
   9 / 10
anche se in ritardo rispetto a quando l'ho visto devo dire che questo film merita proprio di essere visto.sam mendes ha realizzato un capolavoro mostrandoci la guerra da un altro punto di vista.molto intense le scene e ottimi protagonisti.cosa dire di jake gyllenhaal?fantastico,stupendo e anche bravo,cosa che nn guasta.

QuentinTi  @  10/11/2006 21:08:05
   7 / 10
Come ha già detto qualcuno, un film, così ha dichirato il regista, sulla "non guerra". A tratti noioso, a tratti divertente ma con un grande Jake Gyllenhaal.

Alex89  @  27/10/2006 23:14:12
   2 / 10
fa skifo meritava 1.. orrendo, noioso, trama inutile, stupido, inizio intrigante ma dopo mortoio totale.. media sbagliatissima.. mi avevano detto ke era brutto ma io ho voluto vederlo lo stesso e ho toppato.. uno dei peggior film ke io abbia mai visto.. evitatelo preferirei pagare 10 euro pittosto ke rivedere questo film.. nn capisco i voti precedenti da pazzi!! nemmeno un morto.. solo stupido petrolio e stupide masturbazioni.. sarà pure la guerra vera ma nn è quella ke vogliamo vedere in tv!! disgustoso..

5 risposte al commento
Ultima risposta 06/01/2009 17.48.28
Visualizza / Rispondi al commento
Kaiser 32  @  07/10/2006 21:04:15
   10 / 10
Premettendo che ho dato dieci x alzare la media, il terzo film di Sam Mendes è molto interessante dal punto di vista registico in quanto mette in rilievo i legami che si creano all'interno di un gruppo. Mendes in una intervista rilasciata prima di iniziare le riprese del film disse che avrebbe fatto un film di guerra sulla "non guerra". Secondo me ci è ruiscito in pieno, infatti x tutta la durata del film i soldati non sparano un colpo contro i nemici e anche quando sono sul punto di farlo l'adrenalina è talmente alta che perdono il momento più opportuno e vengono fermati dal tenente. Alla fine i soldati scaricano la tensione sparando tutti i colpi in aria. Ottimi gli attori e la fotografia. voto reale 8

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  06/10/2006 14:38:29
   5 / 10
Niente di speciale. Il film ha lo scopo di mostrare quanto è faticosa e dura la vita in caserma perciò a momenti non risulta accattivante. Inoltre la scena che il protagonista minaccia il suo amico di ucciderlo per avergli causato tutti i problemi di responsabilità, è inutile, spregevole e comunque già vista. Però sempre meglio che vedere le miserie nel bel mezzo della guerra e degli attentati. L’inizio è copiato da Full Metal Jacket, che anche se non l’ho visto, l’ho riconosciuto. Ma non c’è niente da farci, la guerra non è il mio genere.

5 risposte al commento
Ultima risposta 22/12/2006 15.11.45
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Harpo  @  24/09/2006 16:34:43
   8 / 10
Opera terza di un regista che, a mio avviso, sta maturando decisamente molto bene. Dopo il primo film di denuncia sociale e il secondo più vicino ai classici gangster movie anni '70, Sam Mendes realizza una pellicola che si prepone una chiara denuncia alla guerra, allentando comunque la drammaticità della vicenda con scene piuttosto grottesche. La struttura filmica è praticamente la stessa di "Full metal jacket". Oltretutto la pellicola è carica di omaggi a storici film di guerra come, appunto, il capolavoro di Kubrick o "Il cacciatore". Però “Jarhead”, proprio per la troppa vicinanza con il film kubrickiano, non si può ritenere un capolavoro, ma comunque è una pellicola che trova diversi spunti di interesse.
La prima parte, molto meno drammatica rispetto alla seconda e decisamente distante dal precedente "Era mio padre", in quanto impregnata di quell'humour nero e di quella satira che tanto bene si integrano (almeno solitamente) con certi tipi di film di guerra (oltre al già fin troppo citato "Full metal jacket", si pensi anche a certe sequenze di "Apocalypse Now" o ad altre di "Platoon"). La denuncia sociale, seppur palpabile, è presente in quantità decisamente più ridotte rispetto alla seconda parte, che analizzerò con più dovizia (sempre tenendo conto dei miei limitati mezzi tecnici).
Infatti, nella seconda ora, dopo ad aver assistito all'addestramento, il quale ha quasi disumanizzato i marines ("Voi dovrete agognare la morte del nemico"), si entra finalmente "in azione". Quindi, tra partite di football giocate in tuta anti-gas e altri fenomeni ben lontani dallo spirito democratico americano, il regista ci vuol far quasi intuire la mediocrità di alcuni gradi del corpo militare americano. Ma l'apice dell'assurdità di questo conflitto non è certamente questo:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Assolutamente gagliarda anche la fotografia che si basa su dei fondali scuri, ma anche su dei contrasti davvero suggestivi. Tutti i protagonisti recitano molto bene, compreso Jamie Foxx a suo agio anche in parti più “dure” rispetto alle ultime sue interpretazioni.
In definitiva, un film decisamente convincente, ma che comunque appare troppo simile ad altri capolavori, estromettendo così la possibilità di poter essere ritenuto tale.

renee  @  13/09/2006 17:19:52
   7½ / 10
i film di guerra di certo non sono il mio genere preferito, ma questo è diverso..e jake gyllenhaal è perfetto

Paoletudo  @  31/08/2006 23:14:56
   5 / 10
non l'ho trovato particolarmente noioso, ma non essendo un film sparatutto immaginavo volesse mandarci un messaggio....ebbene...qual'è?
Mi è sembrata superficiale la critica alla realtà massificante del militarsimo (semmai ci fosse stata intenzione di farla), mentre ho avvertito invece che alla fine spunta fuori la solita retorica filoamericana.
Un po' Oliver Stone (filoamericano) un po' Trainspotting (visioni, flashback etc etc). Mediocre, e mi dispiace perchè le ambientazioni sono suggestive.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1013203 commenti su 44759 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net