la casa dell'orco regia di Lamberto Bava Italia 1988
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la casa dell'orco (1988)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA CASA DELL'ORCO

Titolo Originale: LA CASA DELL'ORCO

RegiaLamberto Bava

InterpretiVirginia Bryant, Sabrina Ferilli, Paolo Malco, Stefania Montorsi

Durata: h 1.30
NazionalitàItalia 1988
Generehorror
Al cinema nel Dicembre 1988

•  Altri film di Lamberto Bava

Trama del film La casa dell'orco

La piccola Cheryl viene minacciata in sogno da un orco. Anni dopo la stessa Cheryl, divenuta scrittrice, sta lavorando a un racconto dell'orrore: a un tratto però si rende conto che il castello italiano nel quale sta trascorrendo le vacanze in compagnia del marito e del figlio è lo stesso del suo incubo, mostro compreso...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   3,50 / 10 (22 voti)3,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La casa dell'orco, 22 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Alpagueur  @  15/11/2020 09:41:54
   7½ / 10
Se siete donne, state alla larga dalle orchidee (!). Suggestivo e fiabesco, 'La casa dell'orco' ('The Ogre') non sembra essersi guadagnato una buona reputazione dalla sua uscita nel 1988, e immagino che una ragione potrebbe essere dovuta al fatto che gli è stato dato il sottotitolo 'Demons 3' per aiutarlo a vendere meglio . Ebbene, il film è diretto da Lamberto Bava, l'uomo dietro i primi due film di 'Demoni', e orchi e demoni sono in qualche modo simili (in quanto entrambi sono comunque "mostri")...ma a parte questo, questo film non ha collegamenti con gli altri due film. Tuttavia, è un horror parapsicologico sorprendentemente buono! La trama è incentrata su una famosa scrittrice americana di romanzi horror, Cheryl (un'interpretazione solida e convincente dell'adorabile Virginia Bryant), che si trasferisce per le vacanze estive con il marito, italiano (il simpatico e bravo Paolo Malco) e il figlioletto Bobby (interpretato da Patrizio Vinci) in un vecchio remoto immenso castello di campagna, nell'entroterra dell'Umbria, che non sembra godere di una buona fama. È perseguitata dai ricordi di quando era bambina e ha trovato un orco che viveva nella sua cantina. Non è passato molto tempo da quando si è trasferita nel castello prima che queste visioni tornino...e potrebbe essere più di una semplice coincidenza quando arriva a credere che ci sia un orco assassino che vive nel seminterrato. Il film è stato ovviamente girato con un budget limitato ed è stato realizzato per la TV italiana, quindi non sarebbe realistico aspettarsi qualcosa di esageratamente brillante; ma per quello che è, questo è sicuramente un film horror molto decente. Lamberto Bava potrebbe non avere un occhio attento come suo padre Mario, ma si prende tempo per creare un'atmosfera inquietante che accompagna davvero bene il film per tutto il tempo. La cornice centrale, un grande castello, rende il luogo perfetto per una storia come questa e Lamberto ne approfitta...anche se a volte comporta lo strappo di film superiori (come la scena della vasca, in stile 'Inferno' o un'altra che citerò sotto nello spoiler). La trama in sé non è così buona come l'atmosfera in quanto diverse scene sono tirate troppo a lungo e il rapporto tra i personaggi è piuttosto strano (in particolare tra marito e moglie). Non c'è molto spargimento di sangue, ma Bava ha avuto a che fare un po' con gli effetti speciali. L'orco stesso in due scene sembra davvero un pupazzo, ma quando è rimasto in piedi (e soprattutto ha cominciato a camminare spedito ) a me personalmente è piaciuto e ha impresso una certa paura (la maschera facciale è davvero costruita bene, fa un po' Predator e un po' Alien ma è distintiva e particolare), e Lamberto ha avuto il buon senso di non mostrarlo troppo spesso. La leggenda locale afferma che quel castello è 'maledetto'. Cheryl così scopre nuovamente, dopo 22 anni, lo stesso orco inquietante, peloso e cattivo (il massiccio David Flosi in un costume straordinariamente orribile) che viveva nella cantina di casa sua e che le aveva sottratto il suo orsacchiotto Spring quando abitava ancora a Portland, nell'Oregon. La donna cercherà disperatamente di esorcizzare il suo terribile incubo scrivendo un nuovo libro dell'orrore, ma per sconfiggere quel mostro ripugnante dovrà superare la sua profonda paura infantile della bestia e affrontarla faccia a faccia, bruciando tutte quelle pagine che in qualche modo costituivano il suo scudo protettivo. Il regista/co-sceneggiatore Lamberto Bava fa un lavoro esperto nel creare e sostenere uno stato d'animo inquietante e minaccioso. Inoltre, Bava evita la normale routine dei film di paura sanguinolenta per creare una favola avvincente e provocatoria scura adulta simile a una fiaba su come il modo migliore per superare ciò che ci spaventa è affrontare la fonte delle nostre paure a testa alta. C'è anche Sabrina Ferilli nei panni di una simpatica insegnante di scuola di matematica, Anna, Stefania Montorsi nei panni della bella babysitter Maria e Alex Serra nel ruolo del buffo pittore Dario (zio di Anna). La lucida cinematografia di Gianfranco Transunto vanta alcuni scatti di tracciamento fluidi e molta illuminazione d'atmosfera. Il trucco nodoso di Fabrizio Sforza (addetto anche agli sfx), la colonna sonora splendidamente briosa di Simon Boswell e la cantina umida, buia e ricoperta di ragnatele hanno colpito nel segno. Le location sono bellissime, anche gli interni (soprattutto), con questi lunghissimi corridoi, queste armature, questi muri che nascondono scale e stanze segrete e appunto l'enorme cantina, piena di botti di vino (fa un po' E.A. Poe) e sbarrata da un portone di ferro. Voglio spendere 2 parole per il compositore, questo Simon Boswell (inglese, che a molti risulterà sicuramente sconosciuto), davvero in gamba...utilizza 2 tracce alternate entrambi molto belle e adeguati allo stile 'fiabesco' del plot, una prima per i momenti di pausa e riflessione, con dolci rintocchi di xilofono e una seconda, più "invasiva", con la tastiera elettronica, per i momenti più caldi, dove la presenza dell'orco, che attende in agguato, si avverte maggiormente. Non è la sua prima esperienza per quanto riguarda i film horror, infatti appena 3 anni prima aveva musicato, assieme a Pignatelli e Simonetti, la OST di 'Phenomena' e qui abbiamo come delle reminescenze...certe sonorità non si dimenticano facilmente. Ti restano dentro. Potrei dare tranquillamente 10 alle musiche di questo film, sono evocative, quasi magiche, perfette per una fiaba horror moderna. Non si sarebbe potuto fare un lavoro migliore, Gli scores soprattutto sono eccezionali (cioè i momenti che queste musiche accompagnano...es. la passeggiata di Cheryl fra le siepi, le orchidee lasciate come 'esca' dall'orco per Maria, la scalinata per arrivare in cantina, il disegno del vecchio col castello e la mano dell'orco). E' un film quasi perfetto insomma per spaventare un bambino che crede ancora alle favole (ed è questo il bello), poi dobbiamo anche pensare che non sono mai stati fatti molti film sugli orchi, eppure sono personaggi che da bambini ci hanno fatto venire i brividi (la stessa leggenda che narra che si accoppiano con le donne che hanno la pelle che profuma di orchidea per poi ucciderle, e che sono irresistibilmente attratti dal profumo di questo fiore, che sentono anche a km di distanza se trasportato dal vento, nel film se ne parla un paio di volte di questo). Essendo un film per la televisione, la sceneggiatura ha dovuto subire autocensura per cui il finale ne ha risentito, ed è diventato altamente prevedibile, ma nel complesso devo dire che questo film è stato molto meglio del previsto. Veniamo infine alle evidenti analogie con "Quella villa..." di Lucio Fulci...la sceneggiatura originale è infatti stata scritta da Dardano Sacchetti (uno dei più bravi in Italia assieme a Franco Ferrini), ma Fulci la modificò, mentre Lamberto Bava preferì rimanere più fedele, entrambi i film alla fine esplorano lo stesso tema ricorrente che riguarda case e bambini (tutti gli orchi mangiano i bambini), ma in questo film ho percepito più poesia, c'è più pathos, non so forse anche i due bambini (Cheryl e Bobby) sono più coinvolgenti, emanano più empatia, o forse saranno le musiche, o il clima fiabesco, o il costume (sporco e colorato) dell'orco, o l'enorme castello, o Paolo Malco (attore che mi è sempre piaciuto molto e che ha recitato anche in 'Quella villa'), fatto sta che questa mi è sembrata la bella copia di 'Quella villa', nonostante la presenza in entrambi di Malco. Un film davvero emozionante, che per un attimo mi ha fatto tornare bambino e rivivere le paure degli orchi e delle streghe.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

andrea90  @  08/11/2019 00:15:47
   6 / 10
Non cosi' orribile come viene descritto... certo trattandosi di un film per la televisione lo splatter e' praticamente nullo e in un film di questo genere nuoce non poco.
Tuttavia è pregevole il tentativo di Bava di creare qualcosa di diverso dal solito e in alcuni punti riesce anche a creare una bella atmosfera ( complici le splendide scenografie con un castello sinistro e davvero magnifico), specie all' inizio, grazie a un uso sapiente della macchina da presa nelle scene al buio.
Molto interessante anche la sequenza subacquea palesemente debitrice di "Inferno" di Argento.

Bellissime anche le musiche ,ma puo' considerarsi tutto fuori che un film bello o riuscito.

Dolente  @  23/07/2018 12:36:08
   3 / 10
Terribile pastrocchio televisivo che oscilla tra l'onirico, il fantasy e l'orrore (piuttosto blando).
L'impostazione né carne né pesce, unita a una sceneggiatura che definirla statica è usare un cordiale eufemismo, sancisce anzitempo la riuscita di questa operazione televisiva.
Finale da ergastolo, oltretutto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/11/2020 16.09.35
Visualizza / Rispondi al commento
alex94  @  31/05/2016 15:48:33
   4 / 10
La casa dell'orco è uno dei quattro film che Lamberto Bava girò nel 1988 per la televisione... e diciamo che sulla carta poteva sembrare un progetto anche piuttosto riuscito,sceneggiatura di Dardano Sacchetti,una buona ambientazione e delle musiche discrete...peccato però che alla resa dei conti il film si riveli terribilmente mediocre........
Allora in parte è sicuramente colpa del fatto che siamo davanti ad un prodotto televisivo,dove, dunque quasi per forza di cose la violenza è ridotta quasi a zero... L'altra parte di colpa invece è della regia,Bava jr non riesce a sfruttare correttamente i buoni elementi che la sceneggiatura gli metteva a disposizione per dare vita ad una pellicola anche solo lontanamente interessante.... ne viene fuori un film caratterizzato da un ritmo inutilmente lento ed alquanto noioso,privo di fascino ed atmosfera... peccato,poteva non esser male.

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  19/01/2015 01:43:18
   2½ / 10
Leonardo76  @  29/12/2012 15:11:13
   2 / 10
Non si salva nulla: storia stupidissima e senza senso, effetti speciali da giostraio, attori da discount, finale da film comico. L'unica cosa non pessima è la colonna sonora. L'unica cosa che crea orrore è scoprire che nel 1988 con 1800lire (90 centesimi di euro) si faceva colazione in 3.

pamy  @  23/05/2012 17:06:00
   3 / 10
Ho visto questo film proprio ieri sera..che dire una delusione..il titolo lascia immaginare cose che nel film non ci sono proprio..scene molto ripetitive e un finale che sembra non arrivare mai..l'unica cosa bella è la colonna sonora.Lo sconsiglio del tutto.

vodici  @  17/02/2011 11:16:19
   3 / 10
Titolo interessante, ma realizzato davvero male. Male la regia e come al solito giù anche la fotografia. Film del 1988, pare invece realizzato nel 1970, con inquadrature sporche, camera a mano, ecc. Per non parlare dell'effetto make-up dell'orco… veramente troppo casareccio… Sceneggiatura ripetitiva che gira sempre sulle stesse situazioni, mentre giù anche gli attori, assolutamente NN convincenti. Alcune scene sono però efficaci, creando quella tensione giusta che mi fa un poco alzare il voto. Nel complesso però un film brutto e invecchiato tantissimo sotto ogni aspetto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  14/09/2010 15:48:44
   5½ / 10
Da un film di questo genere, che cosa si voleva pretendere? ovviamente nulla di eccelso, filmetto horror di serie b con dei buchi enormi, ma non completamente da buttare.
I buchi si possono trovare in una regia piatta, poca tensione poca suspance e scene splatter completamente assenti, Lamberto Bava si gioca questo film tutto attraverso il sonoro (la canzoncina e terribile ed inquietante) e attraverso i rumori, il risutato in effetti non dei migliori e non entra nella sufficienza, ma in giro si è visto di peggio.
Da dimenticare poi ci sono i trucchi con il quale e stato costruito l'orco (bruttissimo da vedere), e le pessime recitazioni degli attori.
Scarsa pellicola, qualcosa da salvare c'è, però è troppo poco.

Drugo.91  @  14/02/2010 19:31:52
   1 / 10
uno dei piu brutti e inutili film horror che abbia mai visto, zero splatter, zero tensione, storia ridicola, un mostro imbarazzante da vedere, attori pessimi e una insopportabile serietà che tentano di mantenere nel recitare.
alcuni tocchi di trash (volontario? perche ce ne era bisogno?) sparsi qua e la non fanno altro che male in questo caso...ottima alternativa alla camomilla!

DarkRareMirko  @  04/07/2009 19:17:48
   6½ / 10
Non son affatto d'accordo con gli altri commenti, questo film l'ho trovato difatti più che sufficiente; non è la solita storia tutto sangue e violenza, qui si cerca infatti di reinventare il mito fiabesco dell'orco.

La colonna sonora è buona, una certa cura registica è presente, il make up non è proprio ai minimi storici, mentre il film perde colpi riguardo ad una storia che pare non decollare mai e relativamente alla presenza di una certa noia.

Ad ogni modo Bava junior ha fatto di mooolto peggio (vedere A cena col vampiro).

Questo suo La casa dell'orco si salva tranquillamente.

Vedibile.

VikCrow  @  03/04/2009 13:08:24
   2 / 10
Visto ben tre volte (masochismo puro), sempre di notte, in una delle mie crisi d'insonnia estrema. Lamberto non ha lo smalto del padre. Più rivedo questa pellicola, più mi rendo conto che fa proprio pena. Non si salva proprio nulla. Che desolazione.

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/04/2009 13.12.24
Visualizza / Rispondi al commento
paolo80  @  24/12/2008 15:57:17
   2 / 10
Il film é semplicemente inguardabile, un'accozzaglia scriteriata di elementi mutuati da diversi film del genere.
A parte la colonna sonora non si salva nulla, la trama mostra forzature e lacune notevoli, la recitazione é pessima, per non palar poi dei dialoghi... Sono di un'assurdità mai sentita.
Peccato perchè la storia promettava bene, c'erano degli elementi che potevano essere anche interessanti se lo svolgimento fosse stato diverso.

tati  @  14/11/2008 09:00:02
   5½ / 10
questa notte ero insonne.........facendo zapping in tv ho beccato sto film.vabbe'....bisogna valutarlo senza troppe pretese....non e' un horror a cui siamo abituati............penoso tutto ma salvo la colonna sonora...........decisamente d'effetto.........

Bestiolina  @  31/10/2008 15:38:49
   2 / 10
Un film inguardabile, altro che capolavoro dimenticato... A parte la trama penosa e gli effetti speciali a dir poco imbarazzanti, quello che veramente uccide il film sono i dialoghi, di una banalità sconcertante.
In un film dell'orrore i protagonisti non possono dire frasi del tipo "Mi credi pazza, non è vero?" "Ma no tesoro, sei solo molto stressata" e gli abitanti del paesino, teatro della vicenda, non possono dire (fingendo di essere impauriti come se stessero parlando del conte Dracula) "Non c'è nessun castello da queste parti, andatevene": questo significa condannare a morte il film.
Insomma, consigliato a chi vuol farsi veramente del male.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

topsecret  @  23/10/2008 17:54:46
   1 / 10
Il detto "sbagliando si impara" non è quello più consono per me. Ciò che rende meglio l'idea è "perseverare è diabolico". Sì,perchè solo chi è diabolicamente autolesionista, continua a guardare queste porcherie che non dovrebbero essere nemmeno chiamate films. Detto questo, la Ferilli è comunque tanta e buona.

alesfaer  @  13/10/2007 21:20:42
   1 / 10
ennesimo vergognoso film di lamberto bava e del cinema italiano...
parlare della trama è superfluo tanto è stupida e pacchiana. ferilli imbarazzante

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/11/2008 03.56.29
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  13/10/2007 18:57:15
   3 / 10
E' un film davvero imbarazzante, a partire dalla storia per passare agli effetti speciali ed arrivare alla recitazione degli attori. Assolutamente 3!

bussisotto  @  17/01/2007 08:22:51
   4½ / 10
Il film è di natura televisiva (venne commissionato a Bava da ReteItalia insieme ad altre 3 pellicole piuttosto bruttine).Questo, inevitabilmente, rende il risultato finale meno interessante (il sangue è assente, pochi momenti di vera suspance per evitare ogni problema con la censura).
E', più che altro, una fiabetta nera con un finale risibile e arronzato.
Molti omaggi ("Inferno", per esempio, ma soprattutto "Quella villa accanto al cimitero", che vedeva come protagonista Paolo Molco, presente anche nel cast di questa pellicola).
La regia di Bava è, come al solito, piuttosto incerta.
Sabrina Ferilli insopportabile come attrice e lontana anni miglia (vedi lifting) dalla bellezza a cui siamo abituati.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Caio  @  13/12/2006 03:35:49
   3½ / 10
Be, è piuttosto imbarazzante come horror. Se vi è qualche spunto interessante risiede al massimo nell'evocazione fiabesca dell'orco. Gli effetti speciali sono a dir poco imbarazzanti, e la recitazione (soprattutto del padre) irritante. Sconsigliato

risikoo  @  12/12/2006 23:18:34
   4 / 10
Visto decenni fa, con una giovane (e meno bella dell'attuale) Sabrina Ferilli, lo ricordo come un filmetto assolutamente scialbo.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  12/12/2006 22:39:47
   4½ / 10
ho comprato un cofanetto con 4 film di Lmberto Bava, oltre a questo ci sono " per sempre , una notte al cimitero , a cena col vampiro " , debbo dire che la casa dell'orco non mi è piaciuto per nulla , tranne la musica angosciante che l'ho trovata davvero bella . Una storia che non prende mai il via .

3 risposte al commento
Ultima risposta 17/01/2007 08.24.49
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1010868 commenti su 44482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net