la cosa (2011) regia di Matthijs van Heijningen Jr. USA 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la cosa (2011)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA COSA (2011)

Titolo Originale: THE THING

RegiaMatthijs van Heijningen Jr.

InterpretiMary Elizabeth Winstead, Joel Edgerton, Eric Christian Olsen, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Ulrich Thomsen, Jonathan Walker, Stig Henrik Hoff, Kim Bubbs, Trond Espen Seim, Jorgen Langhelle

Durata: h 1.43
NazionalitàUSA 2011
Generehorror
Al cinema nel Giugno 2012

•  Altri film di Matthijs van Heijningen Jr.

Trama del film La cosa (2011)

Kate Lloyd Ŕ una giovane una ricercatrice paleontologa che si unisce ad una spedizione norvegese in Antartide per indagare sulla scoperta di una nave spaziale intrappolata nei ghiacci. Quando dall'UFO si scatenerÓ una "cosa" aliena che seminerÓ morte e panico, Kate sarÓ costretta a fare squadra con il pilota di elicotteri Sam per lottare per la sopravvivenza.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,87 / 10 (113 voti)5,87Grafico
Voto Recensore:   5,00 / 10  5,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La cosa (2011), 113 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Niko.g  @  24/03/2021 18:54:37
   4½ / 10
La cosa che non si capisce è perché mettere in mano ad un regista inesperto un materiale del genere, che rimanda inevitabilmente e impietosamente ad un confronto con il lavoro di John Carpenter.
Un remake mascherato da prequel, ma anche un prequel mascherato da remake in cui, eccezion fatta per la protagonista femminile (la brava Mary Elizabeth Winstead, una delle girls di "Grindhouse - A prova di morte"), gli altri personaggi possono essere scambiati tra di loro per quanto sono insignificanti.
Inoffensive, per non dire innaturali, le animazioni digitali, riprese tra l'altro in modo frenetico e caotico dall'imberbe regista Mattihjijjs van Heijnijijnijgen.
Sul piano musicale, dove volendo qualcosa si poteva migliorare, sono stati fatti altri danni, inserendo passaggi sinfonici standard privi di senso.

Impalpabile e pure jijnjjijnijijniij.

AMERICANFREE  @  16/03/2020 18:17:35
   6½ / 10
Non male questo remake, mi sono molto divertito perche' la suspance e i momenti di tensione non mancano. Consigliato per una serata tra amici

2 risposte al commento
Ultima risposta 18/03/2020 09.44.47
Visualizza / Rispondi al commento
Spera  @  01/02/2020 11:46:54
   4½ / 10
Semplicemente brutto e inutile anche se non lo si confronta con l'originale.
Nessuna idea in più rispetto il primo capitolo, è una scopiazzata bella e buona ma fatta male, sia sotto l'aspetto della sceneggiatura sia sotto quello della regia; c'è solo della CGI in piu che impallidisce di fronte agli effetti del cult del secolo scorso.
Manca anche quell'atmosfera claustrofobica che pervadeva il film originale.
Attori al limite della decenza.

Risparmiatevi questa inutile perdita di tempo.

john doe83  @  16/12/2019 10:39:20
   3½ / 10
Film assolutamente inutile, è la brutta copia in tutto e per tutto dell' originale. Gli effetti speciali sono pessimi e danno troppo quel senso di finto, manca completamente l'atmosfera claustrofobica e di isolamento che c'era nel film di Carpenter. Il finale con la ragazza è completamente slegato con il film successivo (l'originale).

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gabe 182  @  05/09/2019 00:38:22
   7 / 10
Visto qualche sera fa, onestamente mi sono divertito abbastanza.
Il prequel/remake di uno dei film più importanti del secolo scorso e del genere fanta horror, compito parecchio difficile, direi quasi coraggioso.
Diciamolo fin da subito, il paragone con il film di Carpenter lo perde nettamente, era inevitabile, ma non mi è affatto dispiaciuto, seppure ci sia qualche difettuccio
La trama ci riporta indietro di qualche giorno, quando il campo norvegese scoprì l'alieno, i fatti che sussuegono sono quasi identici a quelli del film di Carpenter, nessuna novità, e qui diciamo lascia un pò a desiderare.
L'atmosfera ricreata dal regista mi è piaciuta, c'e una situazione di perenne tensione, il ritmo non demorde, le scene delle mutazioni e degli omicidi sono fatte molto bene e il collegamento tra i due film nel finale della pellicola è convincente.
Per la parte attori, la prestazione da parte di tutto il cast mi è sembrata convincente, sono attori che conosco poco, tranne Ulrich Thomsen che ricordo in due film. La protagonista mi è piaciuta abbastanza, anche se mi ha convinto di più Joel Edgerton nei panni di Sam.
Rispetto ad altri prequel o remake visti recentemente, La cosa (2011) mi è sembrato leggermente superiore e mi trovo in disaccordo con molte recensioni che ho letto, per carità nulla d'innovativo, ma non è nemmeno così scadente come prodotto.

albert74  @  26/01/2019 02:29:18
   6 / 10
prequel di La cosa, in realtà però lo svolgimento è identico. Gli effetti speciali sono gommosi. Il film si lascia vedere ma ha senso guardare la copia dell'originale?
la recitazione è discreta. Peccato. poteva essere un buon film.

LucaT  @  10/11/2018 04:12:06
   7½ / 10
un film che non mi è affatto dispiaciuto
non bello come il primo purtroppo
e non esente da difetti e ripetitività
ma mi è discretamente piaciuto come film
i vari collegamenti sono fatti a doc
come le manifestazioni della cosa
peccato non abbia anche lo stile e atmosfera
del primo e eccellente capitolo

weareblind  @  29/07/2018 09:09:06
   6½ / 10
Sarebbe un discreto film, se non fosse una fotocopia dell'altro di cui è prequel. Tanto vale vedere quello, allora.

biagio82  @  29/01/2018 00:49:05
   7 / 10
questo remake/prequel non mi èdispiaciuto, non arriva ovviamente ai livelli del film di carpenter ma non si merita una media così bassa
il film ci porta indietro di qualche giorno del film originale per mostrarci cosa è successo ala spedizione norvegese che ha trovato l'ufo e estratto la cosa del titolo dai ghiacci.
il regista se la cava egregiamente a ricreare latmosfera dell'originale ed anche la sceneggiatura pur ricalcando troppo la le dinamiche del film del'82 riesce a creare qualche bel momento ed alcune situazioni inedite come la parte finale
ci sono due problemi però
1- iessendo un prequel si sa già quale sarà la sorte della spedizione
2- gli effetti speciali a computer, pur buoni, non reggono al confronto col bellissimo lavoro artigianale fatto ai tempi nel film di carpenter
due cose alla fin fine trascurabili tutto sommatose si pensa che comunque è film pensato anche per chi il film di carpente non l'ha visto.

Colibry88  @  22/10/2016 00:21:00
   5 / 10
A malincuore devo bocciare questo ennesimo remake di "The Thing". Diciamo che ho preferito di gran lunga la versione di Carpenter. Qui, nonostante l'evoluzione degli effetti speciali, l'effetto finale è abbastanza deludente. Inoltre anche la questione del contagio viene lasciata nell'oblio e mai davvero chiarita. Non è orribile ma non è nemmeno un granchè.

fabio57  @  11/01/2016 15:40:28
   5½ / 10
Tentativo maldestro di fare un remake della "Cosa" di Carpenter a sua volta remake di un cult degli anni 50.Se ne poteva fare a meno, non c'è nulla di nuovo ma tanti, inutili e pacchiani effetti speciali.

alex94  @  31/12/2015 10:34:54
   5 / 10
Sarò sincero questo regista dal nome impronunciabile è un fottuto eroe,ci vuole un maledetto coraggio per imbarcarsi in un operazione che fin dalla partenza sai che si rivelerà un fallimento totale,non stai rifacendo un film qualunque stai rifacendo quello che è uno dei migliori film horror/fantascientifici di sempre..........e proprio per questo,per evitare d'essere linciati dagli amanti del genere hanno deciso di realizzare un prequel (solo di nome è) raccontando una storia, di cui, almeno secondo me non se ne sentiva per nulla il bisogno.
Che poi è costruito in modo molto simile al capolavoro di Carpenter,così come la paranoia che in breve contamina tutti i membri del gruppo,han voglia di chiamarlo prequel.......
Cioè a questo punto io mi chiedo ma a che serve un film del genere?,non è per volercela avere ad ogni costo con una certa categoria di horror recenti,ma veramente non capisco..........se mi devi realizzare un prequel è perché probabilmente nel film precedente non sei riuscito a trattare bene alcuni aspetti o fatti che sono fondamentali alla comprensione del film (o che quantomeno possono dare un punto di vista diverso alla storia che hai narrato),ma quì non si fa nulla del genere,bhò è di un inutilità disarmante.
Neanche tecnicamente il film mi è piaciuto,la regia è anonima (ma quì bisogna dire che non è manco colpa del nostro amico Heinjningen,ma di chiunque gli ha affidato la regia di questo progetto,cioè io non lo so stai girando un cazzò di remake/prequel di un maledetto classico del cinema e affidi la regia al primo esordiente che passa per strada?),recitazione mediocre ed effetti in computer grafica che almeno a me hanno fatto piuttosto piuttosto cagarè,se ripenso a quelli del film del 1982 provo disgusto se penso a questi, bhè..........
Per me è un film tranquillamente (ma proprio molto tranquillamente) evitabile,consiglio piuttosto di riguardare e riguardare l'originale.

10 risposte al commento
Ultima risposta 01/01/2016 10.33.04
Visualizza / Rispondi al commento
mainoz  @  18/11/2015 18:29:51
   6½ / 10
Cosi' come non mi aveva entusiasmato il film di Carpenter, anche questo non mi ha entusiasmato. Come nel suo predecessore viene lasciato tutto al caso, la contaminazione e il modo in cui avviene sembra del tutto casuale. Il film in se' non e' male comunque, ricco di splatter e mostroni che Carpenter si sognava per via degli effetti speciali scadenti che si potevano permettere negli anni ottanta. Lo considero piu' o meno sullo stesso livello di un Alien vs Predator, per capirci...

ragefast  @  08/07/2015 15:04:04
   6½ / 10
Nonostante le tante opinioni negative, ho deciso di dare una chance a "La cosa" (almeno il titolo però potevano cambiarlo), chiaramente senza grandi aspettative.

A me è sembrato complessivamente un buon lavoro, e aggiungo tra l'altro che non concordo, in questo specifico caso, con chi ha affermato che il regista ha sbagliato a non azzardare: per me prequel e remake sono già un qualcosa che rischia di snaturare le opere originali, figuriamoci se dietro la macchina la presa c'è chi non ha grandissima esperienza con questo tipo di produzioni. Per cui, alla luce di quanto detto, meglio un compitino sufficiente, che un "La cosa" completamente diverso e troppo "fantasioso".

Il non rischiare è testimoniato dal plot sostanzialmente analogo a quello del film di Carpenter: ambientazione pressochè identica (salvo...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

così come lo sviluppo della trama. L'unico vero elemento di novità che secondo me è realizzato discretamente è rappresentato dai vari collegamenti col primo capitolo:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Cast discreto, anche se nessuna interpretazione mi è rimasta particolarmente impressa.

mikeP92  @  15/05/2015 15:22:01
   5 / 10
Una gran bella delusione anche questo ennesimo remake di un cult degli anni '80, un film senza anima, un rifacimento di un fantahorror rivoluzionario che giocava sull'ansia e sulla paranoia del contagio e che qui diventa un pretesto per un banalissimo bodycount. Perfino gli effetti speciali, qui computerizzati, risultano essere peggiori di quelli dell'82!

corvo4791  @  14/05/2015 03:03:42
   8½ / 10
Film ingiustamente bistrattato e snobbato per la nota avversione, dei soliti tromboni, per questo genere di operazione commerciale.
Il film, preso per quello che è, rappresenta un buon horror, intrattiene con onestà e presenta effetti speciali all'altezza. Ho sempre avuto la curiosità di sapere cosa fosse accaduto nella stazione norvegese e mi sono divertito a vedere i vari tasselli comporre tutto il puzzle che si lega infine al capolavoro di Carpenter.
Film spacciato fin dal concepimento, azzoppato al botteghino dal pregiudizio, che purtroppo concretizza la fine di questo franchise al cinema.
Peccato. Peccato davvero.

outcast  @  01/02/2015 10:55:03
   1½ / 10
un prequel/remake scandaloso, che riflette la mancanza di idee del nostro tempo

danyz74  @  13/12/2014 15:48:27
   6½ / 10
Non male questo prequel. Ovvio che siamo tutti spinti al confronto,ma si sa che eguagliare i capolavori è più che impossibile. Il film comunque intrattiene,anche se si sa quasi sempre cosa ci aspetta nei momenti di suspense,che per altro non mancano ma che nonostante siano ben fatti non entusiasmano piu di tanto. L'ho cmq apprezzato,e non mi trovo daccordo su chi critica la recitazione,anzi,quei norvegesi erano calati benissimo nella parte altrochè. Lo consiglio.

Ned Merrill  @  01/12/2014 08:06:01
   7 / 10
Se scrivessimo quel che davvero pensiamo di Federico Pontiggia e Roberto Nepoti, su questa modesta recensione amatoriale si abbatterebbe la mannaia della censura. In sostanza, i due "critici" dileggiano l'onesto film di Matthijs Van Heijningen Jr. con paragoni del tutto impropri, invitando i lettori a disertare le sale. Non date retta. È ovvio che qualsiasi confronto con l'opera d'arte di John Carpenter è impossibile, inopportuno e ingeneroso. Molto semplicemente, i produttori volevano far rivivere alle nuove generazioni un'esperienza audio-visiva analoga, senza per questo profanare la sacra pellicola del 1982, capolavoro della storia del cinema, angosciante apologo sul declino dell'umanità dissimulato sotto l'ingannevole confezione fanta-horror. L'idea del "prequel", pertanto, è indovinata (cosa accadde nell'insediamento norvegese prima che il cane inseguito dall'elicottero irrompesse nella base americana?). Il rispetto per dettagli, scene e cliché "originali" è assoluto. Il nesso narrativo tra i due episodi (1982/2012) è accurato e convincente. Quando sulle immagini finali scorrono i titoli di coda riprodotti con gli stessi caratteri grafici di trent'anni fa e accompagnati dai sinistri rintocchi della colonna sonora di Ennio Morricone, il vecchio spettatore si commuove. VOTO: 7+

4 risposte al commento
Ultima risposta 14/05/2015 03.07.52
Visualizza / Rispondi al commento
Filmaster95  @  17/11/2014 10:56:20
   5½ / 10
Non mi è piaciuto,sia chiaro non si puo fare paragoni con il capolavoro di carpenter per angoscia,tensione,paura ma nenache gli attori non gradiscono una prova adeguata come potrebbero fare.
La donna è inadeguata in quel ruolo e non si puo neanche paragonare a kurt russell,le scene di paura non sono sviluppate male ma sono alquanto chiamate,insomma non è riuscito a farmi calare all'interno della storia come quello originale.

sagara89  @  04/11/2014 18:11:47
   7½ / 10
certo non si puo' paragonare con il film di carpenter..ma devo dire che lho trovato abbastanza buono. ottimi effetti speciali e scenografie. Storia interessante e piena di colpi di scenta.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  25/08/2014 00:10:54
   4½ / 10
Il film viene "venduto" al pubblico come prequel del fantastico film di Carpenter ma in realtà si ha subito la sensazione che gli avvenimenti a cui assisteremo seguono parallelamente i fatti originali. Quindi si tratta di un film inutile? Direi di si. Anche dal punto di vista degli effetti speciali facciamo un passo indietro. Molto meglio il trucco dei mostri in formato artigianale che gli effetti in computer grafica che mostrano alcune pecche. Quasi una perdita di tempo perché l'originale funziona molto bene anche oggi.

gemellino86  @  04/08/2014 18:47:13
   2½ / 10
Uno dei film più orrendi che abbia visto. Non si può proprio digerire. Recitato da cani e con effettacci truculenti che fanno venire il voltastomaco. Mi auguro che Carpenter non veda proprio questo schifo.

Dompi  @  04/08/2014 15:26:46
   3 / 10
Iniziamo subito(farò spoiler ma leggete comunque):

Premessa:
Scusate il gioco di parole ma questa cosa non è un prequel della cosa. Un prequel dovrebbe aggiungere sempre qualcosa di nuovo o spiegare alcuni punti oscuri.
Qui viene spiegato come piegare un foglio a righe a metà.
In altre parole, non viene spiegato una fava di nulla.

Non dico che il film è brutto ma non puoi fare il duro e spacciare questo film per un prequel, utilizzando poi lo stesso titolo.

Trama:
Abbiamo 'sti scenziati fasulli, perché dai non sono credibili come scienziati al massimo sono una combriccola di alcolizzati che si sono isolati dal mondo per fare pizzio e bere come se non ci fosse un domani. Dicevo, abbiamo questi personaggi discutibili che trovano un essere. L'essere però è cattivo ma di brutta maniera e adora razzolare per bene tutto e tutti. Gli scienziati devono uccidere questo essere.

I personaggi:
Abbiamo una fia di quelle che si ricordano per molto tempo, e poi gente amuzzo. Abbiamo la controfigura venuta male di Owen Wilson, un lombrico/uomo con la barba, un nigga, un vecchio, un'altra donna utile quanto una matita senza punta, un uomo dalla frangetta equivocabile, un tizio con la barba, un altro tizio con la barba, UN FOTTUTO BOSCAIOLO INTELLIGENTE QUANTO UN RACCOGLITORE SBATTUTO NELLA SPAZZATURA CHE NON SI TAGLIA LA BARBA DA DECENNI(per intenderci l'attore è quello che troviamo in game of thrones, l'uomo barbuto amico di Mance Raider) e altri tizi russi.

Iniziamo.
Dialogo tra la fia e l'uomo dalla frangetta equivocabile: "C'è una struttura", "In Antartide?", "E un esemplare", "Sul serio?"
Mejo star calmi perché potrei ridurre la mia stanza ad un colabrodo. Inutile soffermarsi sulla recitazioni pari a quella di due zanzare che si scambiano opinioni su come hanno passato la loro giornata.

Andiamo avanti, gli scienziati prelevano questo blocco di ghiaccio e se lo portano alla loro base, sopra di esso c'è seduto il lombrico/uomo con la barba che fissa male qualcuno con aria da uomo vissuto. Prelevano un campione. Fine.

Si passa subito a fare pizzio e fare festa, "Voi amici miei verrete ricordati come artefici di questa scoperta!", il lombrico/uomo penso sia felice anche lui ma non posso riferire con precisione perché è l'inespressività fatta persona. Gli scienziati si esaltano, gente che suona con l'ukulele, gente che beva na biretta.
Il nigga però in questo film è più sveglio di quanto ci si aspetta non cede alle tentazioni del bere e va nella stanza copiata paro paro dal film di Carpenter. Vede sto blocco di ghiaccio che si sta sciogliendo, ma non siamo in Antartide? vabbe, vede sto blocco di ghiaccio e scopre che sotto si sta muovendo qualcosa.

Niente il mostro distrugge il blocco di ghiaccio, un cane nella cella si caga, il nigga si caga di brutto pure, il mostro scappa e distrugge il tetto. Arrivano gli altri scemi. Si cagano. La fia analizza le cellule prelevate dalla cosa, scopre che le cellule provengono dalla cosa dei fantastici 4, anzi no scusate, scopre che le cellule della cosa inglobano altre cellule. Si caga. La controfigura di Owen Wilson le fa da supporto, guarda il microscopio e si caga.

Decidono di trovare la cosa. Escono. La cosa nascosta sotto infilza uno scienziato russo e il sangue va in faccia all'altro tipo. Minchia. Arrivano incendiano tutto per fare un po' di casino. Prendono il corpo del mostriciattolo e se lo analizzano per bene. Autopsia immediata, nello stomaco si trova la faccia spiaccicata del russo morto poraccio con la pelle assente, inglobato come pochi peggio di una figurina aderente.
"Affascinante" dice il vecchio, tutti lo fissano male, anch'io lo fisso malissimo. Intanto resto alzato per la durata del film perché dopo questa uscita la mia sedia è finita altrove per strada.

Portano il ferito in elicottero, la fia va in bagno e trova del sangue sparso dappertutto e dei denti per terra. Fa cenno agli altri di scendere dall'elicottero non la cagano. Nell'elicottero un tipo SI SVENTRA DA SOLO E LA FACCIA GLI SI APRE A META', MAONNA SERIO. Razzola di brutto. L'elicottero si schianta e con lui anche il nigga e il lombrico/uomo. Fine.

Riunione tecnica per rendere serio il tutto. Iniziano i primi malumori. Iniziano i primi piano inquietanti di gente a cui consegnerei senza indugio il tappo della bottiglia che ho in cucina per quanto mi trasmettano sicurezza e affidabilità. La fia torna in bagno e trova tutto pulito.
La fia dice che sarebbe meglio non dividersi. Ma c'è gente che ha troppa caga e vuole scappare all'istante. La donna inutile riferisce alla fia che ha visto Owen Wilson pulire per bene il bagno con l'asciugamano. Primo piano di un russo dalla conformazione facciale piatta ed espressiva quanto un microfono per PC buttato giù per il cesso. Il ribrezzo.

Vabbe poi la fia prende iniziative, lei fa tutto. Ti dice che vestito metterti e tu te lo metti, ti dice cosa fare e tu lo fai in silenzio, ti dice se hai l'autorizzazione di parlare altrimenti devi assumere le forme proprie di un pesce appena pescato dall'oceano, ti dice se usare la penna bic nera o quella blu e tu utilizzi quella da lei prescelta. In questo film lei COMANDA. E gli altri muti non dicono nulla.

Allora la fia indice un esperimento: dato che il mostro non riproduce le parti metalliche ed organiche per chi ha i denti perfetti sono volatili per diabetici, insomma sono ghezzi amari.
E se uno va dal dentista e ha denti come un cristiano deve avere poraccio? Niente. La fia ha le carie, altre persone le hanno. Quelli con i denti sani sono discriminati e sbattuti nell'angolino.
Poi MAOOONNA ZUDUNNA UUHHHHH RESPIRO PROFONDISSIMO, ARRIVANO DALLA TEMPESTA INOLTRATA, DI NOTTE IL NIGGA E IL LOMBRICO/UOMO CHE SI SONO SALVATI DALLA TEMPESTA, DAL FREDDO, DALL'ESPLOSIONE DI UN ELICOTTERO, DA UNA TRAVERSATA DI MIGLIA SENZA FERITE. SENZA FERITE. MAREMMA LAIDA ADESSO SCOMPIGLIO I MOBILI A SUON DI CALCI.

*Cough cough* ricomponiamoci. Tutti credono che l'uomo lombrico e il nigga siano i mostri. Anch'io cioè dai basta guardarli in faccia.
Vabbe razzolamenti vari, grida amuzzo, la fia che usa il lanciafiamme ripetutamente, un uomo muore, gente muore, i russi muoiono amuzzo, il mostro sventra la gente, il mostro randella e razzola per bene. Il mostro regna, la fia e l'uomo/lombrico sopravvivono perché vedono Owen Wilson che si dirige verso la tempesta. Primo piano di lui drogato e strafatto che guarda fisso l'orizzonte. Brrrr, raggelante.

Entrano nell'astronave del mostro, anche se non viene detto che è la sua astronave, maonna, si dividono la fia entra e trova, trova ehm *cough*, trova, cioè UN FLUSSO DI PIXEL COLORATI, UN FOTTUTO FLUSSO DI PIXEL E DI QUADRATI GIALLI E BLU SCURO AL CENTRO DI UNA STANZA. DEI PIXEL MI CAPITE?? DEI PIXEL CHE SI MUOVONO. MA CHE DIAMINE SONO STI FOTTUTI PIXEL??? GLI HANNO CIULATI DALLA RISOLUZIONE DI UN COMPUTER OBSOLETO??
Mejo non pensarci. La fia si imbatte nell'alieno, scappa. Lancia una granata che esplode quanto una scarica di lanciarazzi, in pratica fa un BOOOOM clamoroso.

La fia si riunisce all'uomo lombrico. CORPO DER SCENA. L'UOMO LOMBRICO E' LA COSA, LEI SE NE ACCORGE, LUI FA LO GNORRI, LEI PUO' TUTTO, LUI NO. LANCIAFIAMME, SCENA AL RALLENTY, L'UOMO LOMBRICO MUORE GRIDANDO.
Zoom lento ma inesorabile sul viso della fia preoccupata. Transizione. Nero. Fine.

Ah no non è finita, arriva un tipo. Si chiede giustamente dove sono tutti. C'è il cane, che scappa. Scritte di titoli di coda. Il cane scappa loro decidono di inseguirlo. Scritte di titoli di coda. Si avvicinano al cane con l'elicottero. Scritte di titoli di coda. MAONNA MI VOLETE FAR SALTARE GLI OCCHI? Il nigga sta per sparare al cane.
Scritte di titoli di coda. Il nigga spara. Fine. FINE.

Cioè finisce così?
Alzo le mani.
Voto tre solo per gli effetti speciali e le trasformazioni del mostro, molto efficaci.
Ah e per la fia della Winstead.

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/05/2015 03.12.54
Visualizza / Rispondi al commento
Giovans91  @  05/06/2014 20:37:31
   6½ / 10
Voglio precisare che questa pellicola è lontana anni luce dal capolavoro cult "The Thing" di John Carpenter (talaltro uno dei miei registi preferiti). Anche se sono passati 30 anni tra questo film e l'originale, un confronto anche se minimo viene spontaneo.
Questo prequel/remake, si lascia seguire tranquillamente senza però mai avere punti di vera tensione, sicuramente colpa della nuova tecnologia che non ha potuto dare una mano per aggiungere quel tocco di suspence e quell'atmosfera cupa che tanto avevano caratterizzato la pellicola del 1982. Quindi un'atmosfera non riuscitissima ma comunque buona, perché a tratti ricalca l'originale di Carpenter
Gli effetti speciali e le scene splatter sono fatte benissimo, assistiamo alle trasformazioni delle creature veramente belle da vedere. Tecnicamente validissimo!
Il film non convince pienamente, ma nemmeno delude, si può vedere soprattutto se piace il genere. Una pellicola più che sufficiente.

Jolly Roger  @  10/05/2014 13:29:58
   7½ / 10
The Thing è il prequel di The Thing.
È un prequel e non un remake, ma ci sono alcuni elementi che potrebbero trarre in inganno.
Il primo è proprio il titolo, che è uguale (sarà stato un caso?).
In secondo luogo, c'è la storia, che è similissima al film originale dell'82.
D'altronde la somiglianza è obbligatoria: l'ambientazione e la storia di The Thing non si prestano a grandi variazioni sul tema, perché, come è stato giustamente detto in un commento precedente (Uskebasi), il 98 per cento delle persone, in quelle che sono un'ambientazione e una situazione identiche, si comporterebbe esattamente nello stesso identico modo.
Ma va bene così. A me è piaciuto gustarmi quest'avventura horror / antartica un po' rispolverata. Stare qui a disquisire se un remake è necessario o se al contrario per lesa maestà non si dovrebbe fare, significherebbe fari inutili sofismi (i.e. perdersi in chiacchiere).
Quindi, faccio solo due brevi considerazioni:
1) la prima grossa differenza col film di Carpenter è la Final Girl: un concetto che già nell'82 esisteva, ma che solo successivamente si è diffuso così tanto. Oggi non vanno più di moda gli anti-eroi uomini alla macho-man, modello Iena Plinsky: quelli che bevono whiskey, dicono parolacce e sputano per terra. Oggi la Donna, pragmatica e spietata esattamente come un uomo, ma allo stesso tempo più razionale, più dolce e più convincente, è darwinisticamente più "meritevole" di sopravvivere nei film horror.
2) La seconda grossa variante rispetto all'originale è lo scontro sull'astronave, non presente nel film di Carpenter. Non mi è piaciuto. E' assurdo e non è per niente credibile che un mostro alieno, venuto qui da chissà quale lontano pianeta e grazie a chissà quale avanzatissima tecnologia – rispetto alla nostra, si riduca poi semplicemente ad attirare gli umani in una specie di labirinto - del tutto simile ad una grotta priva di ogni strumento o appendice tecnologica - per fare la caccia al gatto e al topo come farebbe il Minotauro. Scena grottesca e assolutamente bocciata. Qui hanno voluto aggiungere qualcosa di nuovo ma hanno ciccato in pieno.

Comunque il film in sé è piacevole, scorrevole, non annoia, l'ambientazione è spettacolare, i personaggi sono credibili e le situazioni sono coinvolgenti. Poco prima di vederlo, ho riguardato l'originale e devo dire che è stato fantastico ritrovare i perfetti collegamenti tra uno e l'altro.
I due film combaciano come un puzzle e i 5 minuti finali di questo prequel mi hanno provocato una goduria pazzesca :-)
Lo promuovo, perché nel complesso questo film scivola via piacevolmente, inscenando ambientazioni spettacolari e situazioni suggestive.

2 risposte al commento
Ultima risposta 04/08/2014 15.34.31
Visualizza / Rispondi al commento
drobny85  @  31/12/2013 14:55:08
   6 / 10
Non avendo visto l'originale non posso paragonare i due lavori, tutta via il film intrattiene a dovere.
Risalta, in negativo, il cast, non all'altezza e privo del carisma necessario a pellicole del genere.

pinhead88  @  22/09/2013 13:00:35
   4 / 10
No.
Il film parte col piede giusto, prosegue meglio fino al balzo sovrumano dell'alieno dal blocco di ghiaccio, dopodichè ci si trova davanti alla solita carneficina telefonata, con le solite frastornanti cafonate da amerregani ingenui e bambacioni.
Tutto viene mostrato, peraltro in modo chiassoso e stupido togliendo così ogni minima aspettativa di suspense che era rimasta. Sparatorie, confusione, mostri demenziali e caciaroni, ecc, uno sputo disumano sopra la vera fantascienza.
Quello che ci si aspetta è solo vedere il prossimo sfìgato che si trasformerà in una creatura deforme(non si sa dove, perchè e come).
Peccato, perchè con la giusta atmosfera, il giusto dosaggio di tensione e qualche silenzio agghiacciante avrebbe fatto il suo figurone come remake, ma qui più che a un film di fantascienza siamo di fronte ad un cartone animato.
Blockbuster da dimenticare.

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  01/08/2013 17:58:08
   4 / 10
Prequel/remake dello straordinario film di John Carpenter, che tra l'altro fa parte della mia personale top ten dei migliori film di sempre!!!
Quindi appena ho saputo circa due annetti fa che avrebbero fatto questo film non dico che mi arrabbiai, ma la cosa mi fece un filino sclerare!
Non riesco a capire perché ormai si voglia sempre e comunque fare remake su remake (anche se in questo caso è una sorta di prequel) e ripescare sempre film dal passato. Posso capire che ai tempi odierni non ci siano più idee per fare film di un certo spessore come un tempo, ma dannazione.... c'è proprio bisogno di ripescare tutti questi dannati film e riportarli sul grande schermo???
Detto questo, partiamo con il vero commento del film...... sicuramente è meglio di quello che pensavo, perché come horror in se non è nemmeno fatto malissimo, ma non ha niente di entusiasmante....poi senza offesa, vi ricordate che razza di effetti speciali c'erano in quello del maestro Carpenter, nonostante sia un film del 1982 surclassano prepotentemente quelli di questo film del 2011!!!
Gli attori poi sono tristi, insipidi e per nulla all'altezza..... nell'originale Kurt Russel è stato ( come al solito) perfetto e due spanne sopra, qui invece la protagonista principale e Mary Elizabeth Winstead (quella di final destination 3) non regge il confronto!!!
Certamente le ambientazioni sono belle, ma questo non è niente di così eclatante, discreti gli effetti speciali ( preferisco comunque quelli del 1982) e ottima qualche trovata.... il resto è aria fritta.
In sostanza è un film mediocre che comunque a il pregio di non annoiare e quindi fila liscio....ma appena finito non ti rimane niente.

PS: Dimenticavo, la tensione in questo film è praticamente assente.....

4 risposte al commento
Ultima risposta 03/08/2013 17.21.10
Visualizza / Rispondi al commento
horror83  @  01/08/2013 16:28:43
   8 / 10
a me è piaciuto anche l'originale del 82' ma questo è molto più bello!!! a parte che non è il remake ma è il prequel e si incastra bene con la scena finale a quella dell'inizio del film originale! devo dire che mi è piaciuto molto, qui gli effetti speciali sono bellissimi e la storia regge bene. Bella scenografia! l'unica cosa che manca è un personaggio carismatico come il protagonista del film originale, infatti la ragazza non ha molto carisma!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

kastaldi  @  26/07/2013 23:11:51
   5 / 10
Non ci siamo. A parte che, pur essendo un prequel, ricalca il film di Carpenter quasi fosse un remake, comunque questo non è un film che resta impresso. Manca quel senso claustrofobico e di tensione palpabile dell'originale, cosa che si ritrova, per esempio, anche in Alien. L'eroina femminile non conquista lo spettatore, dopo i titoli di coda mi ricordavo solo di Lars. Gli effetti speciali non sono male e qualche sequenza è carina, soprattutto le fusioni umano-mostro, ma un film non può reggersi solo su queste.

Charlie Firpo  @  20/07/2013 15:54:23
   5½ / 10
Prequel piatto e noioso e con poche idee originali, si salvano solo gli effetti speciali diciamo ben realizzati su alcune scene raccapriccianti, in conclusione un film nemmeno lontanamente paragonabile al capolavoro fantascientifico di Carpenter, attori tutti scarsi e nessuno in grado di competere con Kurt Russel.

Bocciato

kabuki  @  15/07/2013 23:27:42
   6½ / 10
Pregi:
- E' un prequel di uno dei film che più mi hanno colpito. La cosa di Carpenter era la tensione allo stato puro.
- Non si discosta dal film del 1982. Ed è comunque anche un suo difetto
- All'inizio del film avevo pensato: io farei così... e intendevo proprio quello... ambientarlo nella base norvegese. Ma non sapevo che era il prequel! Pensavo fosse un semplice remake (un po' come il film di Carpenter lo è stato di quello anni '50). Ergo: mi è piaciuto moltissimo il finale di collegamento, con persino il tema sonoro del primo film.
- Effetti speciali discreti. I mostri sono molto visionari, ma d'altronde lo erano anche quelli di Carpenter.
Difetti:
- Scusate, ma la donna protagonista non ce la vedo proprio. La Weaver in Alien era tosta. Questa topina acqua e sapone che prende il comando per me stona...
- McReady/Russel era McReady/Russel!
- La scena del test del sangue non è stato sostituito da qualcosa di paragonabile in termini di tensione.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
- Un po' troppo simile al primo... perfino in alcune scene (l'inceppamento del lanciafiamme per esempio).
- Un po' troppe incongruenze che vado a spiegare nello spoiler.

In definitiva comunque un film piacevole. Da vedere se hai visto il film di Carpenter. Da vedere e poi vedere il film del 1982 se non lo hai già fatto...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Sofiatrenk  @  05/07/2013 01:43:09
   6 / 10
Un sorta di remake/prequel (lo svolgimento del film è di fatto identico all'originale) nel complesso sufficiente ma che avrebbe potuto avere un voto più alto se avessero curato di più il finale che ho trovato insipido e con un paio di incongruenze pazzesche che vado a spiegare nella sezione "spoiler". Validi gli effetti speciali.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/07/2013 23.32.03
Visualizza / Rispondi al commento
mauro84  @  26/04/2013 00:35:09
   7 / 10
questa visione di questo film è consigliata a chi è innamorato follemente degli horror con mostri\idee assurde.. follie americane... un degno prequel.. esaltante.. tanta azione.. adoro la location antartide... trama poco significativa sopratutto dopo la seconda parte e finale, quando inizia la mattanza.. divertimento garantito!

un semplice cast è riuscito nel suo intento.. complimenti! buona interpretazione!

il regista promosso diciam.. decentemente come ritorno nel mondo del cinema dopo parecchi anni di assenza... può migliorare però ha trovato un genere a lui affiliato!

un prequel horror da gustare!

BenRichard  @  23/03/2013 02:40:17
   7 / 10
Buono, si veramente buono questo prequel di "the thing", ne ho viste di varie pellicole prese e riprese da vecchi film ecc..molto scadenti e deludenti ma questo a differenza di molti altri è un "signor prequel"
Sarà anche che ero molto scettico prima di guardare questo film, e ne sono rimasto piacevolmente sorpreso
Certo non manca di alcuni difetti (non grossolani)
Deludente sicuramente nelle scene finali in particolar modo per due motivi


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Un'altro punto a favore và nel


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Con tutta la sporcizia che sta girando da molti anni in questo genere di film, il prequel di "the thing" è sicuramente un buon film, molto fedele all'originale di John Carpenter

1 risposta al commento
Ultima risposta 23/03/2013 03.00.00
Visualizza / Rispondi al commento
ferzbox  @  06/03/2013 13:02:49
   6½ / 10
Sono un amante di Carpenter,mi sembra giusto premettere questo....quindi sarò abbastanza obbiettivo e severo nel giudicare questo prequel ....
Allora,parto con i pregi...l'atmosfera,sopratutto durante i primi 45 minuti, non è male,si riallaccia abbastanza decentemente alla storia precedente di Carpenter...in secondo luogo non mi è dispiaciuto come hanno mostrato la creatura,tutto sommato ricordava discretamente quella del predecessore....inoltre la location andava bene.....
I pregi sono terminati....
I "malus" sfortunatamente sono di più....
"La Cosa" di Carpenter,tra le varie peculiarità della pellicola,aveva il pregio di utilizzare con criterio il "Make up" e la tecnologia robotica per creare gli effetti speciali della creatura aliena...qui invece riassistiamo alla solita computer grafica che stacca tantissimo e, a mio avviso,rende anche di meno....(la scena dell'elicottero,ad esempio,è orrenda..)...
Un altro elemento negativo che ho riscontrato era l'incapacità di incutere terrore con i poteri della cretura piuttosto che con la creatura stessa...mi spiego meglio....Carpenter non si adagiava sulla forma orripilante dell'alieno ma su quello che esso scatenava all'interno del corpo umano,non capitava praticamente mai di vedere la creatura assumere una forma definita e mantenerla per un discreto tempo del film...il mostro si vedeva e non si vedeva,erano le sue capacità di replicazione e fusione genetica a terrorizzare..inorridiva vedere quello che succedeva alle vittime piuttosto che il mostro di per se...su questo Prequel hanno provato a ridare questa sensazione ma si vedeva palesemente che non ci riuscivano al 1oo% e alla fine si sono adagiati alla classica soluzione del:"facciamo vedere il mostro che è più facile"...(tanto per intenderci quando la creatura aveva assunto una forma canina)...
Poi...e qui devo stare attento perchè le donne potrebbero fraintendermi...non ho apprezzato la protagonista....su questo film la presenza di una donna,secondo me,non centrava nulla...il film di Carpenter era molto rude,perchè era il contesto e la location a richiederlo...su questo invece si sono riappoggiati al classico stereotipo della donna protagonista..che in questo caso non era naecessaria e stonava(ma io dico..in un gruppo di manuali grezzi e abituati al lavoro fisico, si può vedere il lanciafiamme dato ad una ragazza grossa quanto un grissino?....ma dai su...era troppo surreale...inoltre riguardo a questo dico una cosa sullo spoiler)...
Ma attenzione,io apprezzo tantissimo la figura della donna come eroina,non mi fraintenda il gentil sesso...ho adorato Ripley di "Aliens" o Beatrix di "Kill Bill",solo che su questo film non c'era bisogno,si sentiva che era stata messa forzatamente per seguire un canone classico cinematografico di quesi ultimi anni...
Per concludere due parole sul finale..
L'ho trovato scontatissimo,a differenza di quello di Carpenter che invece era geniale..inoltre il raccordo con l'inizio dell'altro film è buttato li ...in 5 minuti...
Dalla serie:"Cacchio,ci siamo dimenticati di collegarlo all'altro film!!!...che ci inventiamo?"
Va bhè,in definitiva un filmetto carino,ma con quello degli anni 80 non c'è proprio confronto...è come paragonare la mer.da con la cioccolata...
Un "6" abbondante perchè pensavo peggio...ma non c'era bisogno di questo film secondo me...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Vlad Utosh  @  20/02/2013 13:48:37
   5½ / 10
Questo prequel, oltre a non portare nulla di nuovo, perde dieci a zero il confronto con il capolavoro di Carpenter per quanto riguarda gli effetti speciali(davvero poco credibili in certi punti, opzione "videogame on" spuntata). Inoltre mancano totalmente quelle sensazioni di claustrofobia, dubbio e percezione dell'apocalisse imminente che caratterizza il film dell'ottantadue. Si salvano alcune scene

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER / e tutto sommato è bello rivedere le ambientazioni antartiche.

1 risposta al commento
Ultima risposta 20/02/2013 14.31.13
Visualizza / Rispondi al commento
elnino  @  22/01/2013 10:57:46
   5½ / 10
Buoni gli effetti speciali, ma la trama lascia un pò a desiderare.

despise  @  07/01/2013 12:51:37
   6½ / 10
Meno peggio del previsto il prequel/remake del capolavoro di Carpenter (già di suo remake de LA COSA DA UN ALTRO MONDO del 1951) pur partendo con molti "pronostici" negativi già prima della sua uscita. L' ho apprezzato almeno per due motivi :
- i fedeli legami e collegamenti con il film del maestro

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
- lo splatter artigianale che (meno male) almeno un pò mitiga l'effetto computer grafica
da riscoprire, magari con la visione dell'originale carpenteriano

Alex22g  @  06/01/2013 20:32:54
   9 / 10
Ottimo film prequel di "la cosa" di Carpenter .
Film con un ottimo livello di tensione e un ottima realizzazione tecnica, dal cast agli splendidi effetti speciali. Da vedere e apprezzare , soprattutto per coloro che hanno apprezzato la cosa di carpenter che troveranno diversi riferimenti/spiegazioni al film

Febrisio  @  06/01/2013 13:34:46
   6 / 10
Malgrado sia tutto ben fatto, il problema maggiore di "La cosa" è che ripercorre passo passo il percorso già fatto da Carpenter, pur essendo addirittura un prequel. C'è da chiedersi se in un mondo così isolato, in presenza di tale creatura, si avesse mai potuto trovare altre soluzioni narrative.

La mia risposta è sicuramente Sì, invece sa' di stantio. Però ammetto l'enorme piacere nel vedere l'ultimissima scena...

Bobby Peru  @  04/01/2013 22:21:02
   7 / 10
Ma dai mica e cosi malvagio da non meritare la sufficienza... gli effetti sono molto buoni..la suspence tutto sommato tira per gran parte del film anche se se si sa bene vome andra a finire. E un fanta-horror onesto e ben fatto. Non andrebbe denigrato solo per il fatto si esser un "bis" di un grande

alepr0  @  30/12/2012 16:09:19
   7 / 10
Non male anche se a me è piaciuto molto di più quello originale di Carpenter. Buoni gli effetti speciali e bravi gli attori. Un buon horror.

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  29/12/2012 22:38:21
   7½ / 10
Buono direi..... sottovalutato genericamente perché in pratica è il clone del capolavoro di Carpenter (anche se è stato furbescamente concepito come prequel) ma alla fine è godibile..... "Mac sono Norvegesi, non Svedesi....." ;)

1 risposta al commento
Ultima risposta 31/10/2017 18.54.52
Visualizza / Rispondi al commento
Kejhill  @  05/12/2012 18:56:33
   7 / 10
Capisco che è difficile in questi casi fare paragoni con film che hanno fatto in qualche modo la storia del cinema (Perchè, seppur all'uscita sia stato un flop nel suo genere successivamente il film di Carpenter è diventato un cult) però provando a vedere questo "La Cosa" come un'entità a se devo dire che lo valuto da 7 pieno.
Il regista dal punto di vista visivo fa un buonissimo lavoro e anche la sceneggiatura nella sua scontatezza non mi è dispiaciuta per niente con 2-3 colpi di scena molto buoni, purtroppo rispetto al primo La Cosa manca però l'emotività dei personaggi visto che spesso ci si dimentica pure dei nomi di ognuno.

Nota fortemente stonata è stata la totale esclusione di Carpenter dal progetto, diciamo che secondo me avrebbe aggiunto decisamente qualche elemento filmico in più seppur quello degli ultimi anni mi convinca ben poco...

Mary Winstead comunque è bbbbbbona! :D

topsecret  @  05/12/2012 16:32:09
   5 / 10
Se dopo aver visto il rifacimento di Carpenter vi siete sempre chiesti cosa è accaduto ai norvegesi e alla loro base, questa è la risposta che stavate aspettando.
Il film di van Heijningen è una sorta di prequel che però non ha grande fascino e non possiede la stessa forza visiva e interpretativa del film con Kurt Russell, risultando sì abbastanza teso ma poco sorprendente e insufficiente dal punto di vista realizzativo.
Vedibile, ma nulla che possa reggere il confronto con l'altra "cosa".

calso  @  30/11/2012 18:08:33
   6 / 10
Come trama, nonostante sia piuttosto scontata, è ben realizzata...viene trovato qualcosa in antartide che contamina ed è in grado di mutare per potersi diffondere nel mondo...

Crazymo  @  25/11/2012 14:24:45
   7 / 10
Mi chiedo perchè si continui a dar contro a questo film... va bene, l'idea non è originale manco per il ***** ma scusate, questo è un prequel! Quindi, partendo dal fatto che non è originale negli intenti direi che questo film è veramente ben fatto, ovviamente senza nemmeno avvicinarsi al capolavoro di Carpenter, il quale viene continuamente omaggiato e tenuto di conto nelle varie scelte di svilupponarrativo, le quali coincidono perfettamente col film del 1982. Ovviamente non si grida al capolavoro ma è comunque un buon film per passarsi la serata, senza particolari momenti di tensione o altro guadagna molto pathos nelle scene con gli effetti speciali, decisamente ben fatti e congegnati, anche se rimango del parere che quelli artigianali del 1982 sono imbattibili. Insomma, un buon film (ed il primo prequel decente che vedo!) senza pretese che più che altro risulta un omaggio al capolavoro di Carpenter (Ed un'interessante pellicola da guardare per i fan dell'originale, infatti mi ha colmato non pochi dubbi sull'origine del tutotto). In poche parole questo è un buon film, ben confezionato... anche se a pensare che 30 anni fa giovani registi partorivano capolavori come La Cosa ed oggi il massimo che ci possiamo aspettare sono questi prequel/remake mette un pò tristezza...

vale1984  @  13/11/2012 11:47:46
   7 / 10
piuttosto ben fatto sebbene sia una specie di remake di un film già fatto non troppo tempo prima...insomma l'alieno è belloccio e anche l'idea che possa riprodurre copie perfette o quasi degli uomini...resta un pò così il fatto che non sia originale...nel complesso comunque godibile.

76eric  @  12/11/2012 19:45:51
   8 / 10
Non credevo......, di fronte a numerosi ed autorevoli commenti negativi, non pensavo di assistere ad un così bel film. E parlo da fan accanito, da uno che conosce a memoria qualsiasi angolatura o millimetro di sequenza del capolavoro assoluto di Carpenter. Uno dei miei film preferiti che porterei pure su Nettuno se mi costringessero ad andarci.

Certo, sapendo da dove si voleva partire, era palese e scontato che ci saremmo trovati di fronte a parecchi dejà-vu della pellicola dell' 82. Ma non si può negare che sono state introdotte delle gustosissime chicche che ne aumentano l' interesse e, dei chirurgici collegamenti che si integrano a perfezione con ciò che andrà a sconquassare la monotona routine di MacReady e soci.
Francamente non capisco i detrattori cosa si aspettassero di nuovo o di diverso dal film di Carpenter?



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Agli occhi dei conoscitori, tutte queste piccole/grandi componenti non posson essere non notate.

Per la claustrofobica location non era difficile, era l' ultimo dei problemi.

Cosa manca a questo film rispetto al predecessore?
In primis la paranoia degli attori protagnisti. Non che qui se la cavano male, anzi, ma non c' è il carisma. A parte la bellissima e convincente protagonista ( che mi aiuta ad arrotondare il voto), che non può reggere l' improponibile confronto con Kurt, non ci si ricorda del nome degli altri membri dell' equipaggio, invece nel film dell' 82 tutti hanno una caratterizzazione. Ma in parte ciò potrebbe essere anche scusato, visto che qui siamo nella base dei norvegesi ed il sentirgli aprir bocca nel loro idioma non ne facilita l' empatia. Noi ci identifichiamo con gli americani ed infatti a metà film emergerà il superstite "trovatello".

La computergrafica usata per gli effetti speciali, pur non avvicinandosi al meticoloso lavoro svolto dal mago degli effetti Rob Bottin, è piuttosto ben riprodotta. E questo, nonostante siamo nel 2012, credo sia stato il maggior problema per gli addetti alla produzione. Per cui ottimo lavoro.

Infine la musica..., mai invasiva quasi non la si sente. Nell' 82 invece è parte integrante del Capolavoro. Chiedo scusa, capolavoro nel capolavoro. Anzi fosse per me azzarderei quasi nel dire il vero Capolavoro di Morricone. Quando, verso la fine parte, non cè n' è per nessuno.

Il voto più giusto sarebbe 7,5 ma arrotondiamo per eccesso.

8 risposte al commento
Ultima risposta 13/11/2012 18.39.47
Visualizza / Rispondi al commento
deliver  @  08/11/2012 09:25:36
   7 / 10
Non sono d'accordo con dei voti così bassi...

Il filmè un prequel e chiunque abbia visto l'originale carpenteriano non potrà cadere in questo tranello -così mi chiedo: i tanti che sparlano e bocciano, l'avranno visto La Cosa 1982 ? Boh..
Qui c'è l'intento si di omaggiare il buon vecchio John, ma per il resto si vuole costruire una storia diversa...

Il film è fatto bene nel ritmo, nella tensione soministrata nel modo giusto, nel terrore che viene fuori fino al caleidoscopico finale. Ottimi gli effetti speciali e ottimo il clima di claustrofobia rappresentato nella base.

Lo consiglio. A parer mio, una delle poche operazioni di revival di classici del passato veramente riuscita...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  05/11/2012 21:18:06
   5½ / 10
Niente di nuovo sotto al sole, o meglio sotto la neve in questo caso. Prequel della "cosa" anni 80, non lascia nulla allo spettatore.

Piu che mediocre. 5 1/2

outsider  @  28/10/2012 09:11:09
   6 / 10
un film inferiore al primo.
la storia la si conosce tutti ormai, inutile parlarne. improbabile e inutile la schifezza che vien fuori, potevano costruire meglio le trasformazioni, piu' extraterrestri extra umane. inoltre totalmente improbabile l'epilogo.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
e poi e' pesante, per esplodere nell'azione degenera nello splatter. un film noioso rispetto al primo. mi aspettavo molto di piu'.
la sufficienza tanto per premiare la scoperta che si vede all'inizio ed alla fine e perche', se non si e' visto il primo, il sei lo si da tranquilli. ma se si sa che si e' sfruttata l'idea.....visto chee' praticamente un copiato....con i mezzi di oggi..... mah!

Dante69  @  28/09/2012 14:59:20
   6 / 10
Come tutti sappiamo il grande genio visionario di john carpenter diede vita nel 1982 con il suo LA COSA a uno degli incubi più terrificanti mai visti sul grande schermo , il film del 2011 invece tenta di cavalcare l'onda di successo del primo film con il pretesto di girare un prequel anche se sembra più un remake. La trama è poco originale e scontata .La colonna sonora pur essendo anonima funziona soprattutto nel rendere la suspence alla perfezione . Gli attori mi dispiace dirlo ma sono un po sottotono , sembrano delle versioni peggiorate dei protagonisti dell'originale , tutti tranne mary elizabeth winstead che secondo me potrebbe fare molto ma molto di più perchè , a mio parere , è una brava attrice e qui cerca di fare la elen ripley della situazione.
Tuttavia il film , pur essendo una semplice riproposizione ai giorni nostri dell'originale , sa regalare veramente attimi di paura pura e spaventi a go go.
Infine arriviamo al fulcro del film ovvero LA COSA che in questo prequel è realizzata molto bene , merito degli effetti speciali.In conclusione il nuovo prequel della COSA saprà far felici gli appassionati mentre per tutti gli altri posso dire non aspettatevi nulla di nuovo.
Regia:6
musica:6
Trama:5,50
Attori:5,50
Longevità:6
Evil Forces:7,50
Effetti speciali:7

I C***I MIEI1  @  27/09/2012 21:53:23
   5½ / 10
Prequel dell'omonimo film di John Carpenter, già prequel, io mi chiedo, e se l'avessero spacciato per il remake de "la cosa" del 1982 cosa cambiava? Nulla! La trama è praticamente identica! Manca solo Kurt Russell nel cast! Non aggiunge nulla a ciò che già si sà del film precedente, è per questo che mi chiedo: Prequel o remake? Per il resto gli Effetti speciali sono molto buoni, la colonna sonora accompagna bene le scene di suspence, attori e regia senza infamia e senza lode.
Ma la domanda che ancora mi/vi faccio in conclusione del commento è: prequel o remake?
P.S.: per chi non pretende molto dal film o non ha visto l'altro è...
-PRATICO-

Supercecco  @  27/09/2012 15:32:07
   6 / 10
Film che viene semplicemente disintegrato dal paragone con il film di Carpenter.... In sè non è brutto, gli effetti speciali sono notevoli, la storia di base c'è, ma come si fa a vederlo senza pensare automaticamente all'altro?? Se lo si vede prima del film del 1982 può prendere un voto in più ma non vedo perchè qualcuno debba fare una cosa simile... Non ha senso fare il remake (non mi venite a dire che questo è un prequel...) di un film in cui al massimo puoi solo fare qualcosa di più brutto! Valli a capire

3 risposte al commento
Ultima risposta 27/09/2012 17.20.00
Visualizza / Rispondi al commento
Lollettone  @  17/08/2012 12:08:58
   4½ / 10
Nonostante sia etichettato come il prequel de La Cosa di Carpenter il film può essere considerato a tutti gli effetti un remake. Solamente che nonostante la location sia la stessa e il materiale di partenza sia più che buono il risultato è decisamente scarso. I motivi? Secondo me principalmente sono tre: L'incapacità da parte del regista di sfruttare i meccanismi della suspense come invece sapeva fare bene Carpenter(ovvero il meccanismo per cui non si sa mai di chi fidarsi), gli effetti speciali digitali che risultano di gran lunga meno realistici rispetto a quelli dell'originale e la mancanza di un protagonista memorabile come quello di Kurt Russell. Sicuramente anche la mancanza di una buona colonna sonora(cosa che quello di Carpenter aveva) fra l'altro non aiuta a creare tensione.

Polymar75  @  09/08/2012 20:10:41
   6½ / 10
Buon Prequel anche se non mantiene gli stessi livelli di tensione della pellicola del'82

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  02/08/2012 12:48:46
   5 / 10
Atteso al varco dopo un travaglio produttivo protrattosi per mesi (in Italia era atteso da dicembre), il film dell'esordiente dal cognome impronunciabile non ha tradito le aspettative, bassissime.
Un remake su tutta la linea, mascherato da prequel, che non apporta alcun ché di innovativo al glorioso film di Carpenter (a sua volta remake), saccheggiato senza ritegno e senza alcuna ragione. Ben lungi dall'essere un esperimento di riarrangiamento come lo "Psycho" di Van Sant, "La cosa" versione multiplex altro non è che un pop corn movie confezionato con tutti i crismi del caso, avvincente sotto un profilo spettacolare ma vuoto e inutile sotto quello artistico, indirizzato esclusivamente a un pubblico di adolescenti che ignora l'esistenza del capolavoro del 1982 (e che non ha mai neppure visto "Alien").
Vuota routine, intrattenimento funzionale e dimenticabile.

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/09/2012 13.59.12
Visualizza / Rispondi al commento
Darksyders77  @  29/07/2012 15:04:58
   6 / 10
Film carino,ci sono delle scene splatter,la storia è abbastanza interessante.Recitazione e tensione pero,restano su bassi livelli.Tutto sommato un'occhiata possiamo dargliela...

Urasawa  @  26/07/2012 01:32:20
   6 / 10
Film carino... Anche se piuttosto povero di originalità

luis 98  @  23/07/2012 10:12:18
   7 / 10
per me è un buon film forse perche nn ho visto quello vecchio però a me è piaciuto buona trama e colpi di scena
ha il mostro sembra quello di dead space

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  21/07/2012 21:18:16
   4 / 10
Ci sarebbe da scrivere no comment. Un prequel del tutto inutile e anche abbastanza oltraggioso, considerando il capolavoro originale. Ricalca il film di Carpenter nei minimi dettagli, a tal punto da sembrare un remake invece che un prequel. Ne escono sconfitti perfino gli effetti speciali, quelli artigianali sono più suggestivi. Evitabile.

6 risposte al commento
Ultima risposta 28/07/2012 18.23.12
Visualizza / Rispondi al commento
Testu  @  17/07/2012 21:37:20
   5½ / 10
Anche se mi ha ricordato varie cose della pellicola originaria, non mi è possibile fare un confronto come si deve, comunque diciamo senza infamia ne lode. Inizio degli eventi debole, la ragazza viene assunta per essere sottovalutata e non svolgere il suo lavoro e l'amante della scienza si rende antipatico per fare il capitan ovvio. Caccia al mostro ed effetti necromorfi più o meno sufficienti anche se alcuni aspetti necessitavano maggior cura per rendersi credibili e la tensione è ai livelli blandi di Tremors. Uno di quei film da una visione e via.

Gruppo COLLABORATORI paul  @  16/07/2012 10:59:54
   5 / 10
La prima domanda che mi son posto dopo la visione (me l'ero posta anche prima, diciamo che il dopo è stato un avvallo) di questo prequel è stata: ma ne valeva la pena? Infatti non capisco cosa ha portato in aggiunta questo prequel al capolavoro di Carpenter, anche a fini commerciali, visto che alla fine si è rivelato un flop.
Più che un prequel, sembra infatti una sorta di remake, senza però alcuna novità. I difetti sono davvero tanti, ma quello che manca davvero in quest'opera, a differenza dell'incommensurabile Cosa carpenteriana, è il pathos. Laddove il capolavoro del 1982 metteva alla berlina dodici persone che invece di coalizzarsi finivano con lo scontrarsi e odiarsi l'un con l'altro (Carpenter stesso affermò in più occasioni che il suo "La cosa" era un pò una versione in nero o nichilista della "Parola ai giurati" di Lumet: dove invece che la solidarietà e capacità di unirsi dell'uomo spiccava l'individualismo e la disunione) qui non si ha nulla di tutto ciò, se non una gran confusione.

Inoltre: perchè inserire due personaggi femminili (erano solo uomini nella Cosa del 1982)? Perchè dovere inserire per forza dei personaggi americani, e non lasciarli solo norvegesi com'era più logico? (ma qui l'unica logica è quella commerciale). Perchè far vedere il mostro, quando era estremamente affascinante il non riuscire a rappresentarlo? E perchè far vedere l'interno dell'astronave? Si, troppi perchè.

Qui manca proprio il senso claustrofobico, il non fidarsi più di nessuno, l'incapacità di interagire e di coalizzarsi che aveva caratterizzato il film precedente.

Tutto è affidato ad una buona fotografia e a degli effetti speciali non malaccio. Tuttavia nessuna di queste due note tecniche salva la pellicola: infatti ciò che si aspettava la gente (almeno credo) era più che altro la tensione, che tranne in una scena, non si avverte mai.

Cosa salvare perciò di questo prequel? L'indovinata scena delle otturazioni (appunto l'unico momento di tensione del film, vedi sopra): guarda caso una sequenza realizzata senza alcun avvallo di effetti speciali. Ma perfetta nell'esecuzione e nel montaggio, a riprova che per realizzare un bel film non sono necessari sempre alzate di volume e CG.

Ed ovviamente da salvare gli ultimi due minuti, che si riallacciano perfettamente a cio' che verrà: con le note di Morricone ovviamente.

In sostanza un'altra occasione mancata, anche a livello commerciale, se è ciò, come credo, che si aspettavano i produttori.

5 risposte al commento
Ultima risposta 26/07/2012 02.44.48
Visualizza / Rispondi al commento
Frogger  @  13/07/2012 12:19:06
   4 / 10
Punto primo, non lo metto neanche a confronto con il capolavoro della cinemagrafia mondiale di Carpenter, altrimenti dovrei usare voti negativi. Lo valuto come horror sci-fi a se stante ed in quanto tale per me è pessimo. Si salva solo l'ambientazione, ma tutto il resto scade a livelli indecorosi. I momenti di tensione sono basati solo su un aumento di volume e telecomandari, non c'è suspance,effetti speciali in CG di quinto ordine, la protagonista è irritante, si assesta sulla sufficenza solo uno svogliato Joel Edgerton che scimmiotta il personaggio favoloso che fu di Kurt "McReady" Russel. Questo schifo di operazioni commerciali sono lo specchio dei nostri anni, privi di idee, senza passione, dove chi ha talento non ha mezzi. Purtroppo è cosi.

Invia una mail all'autore del commento tnx_hitman  @  13/07/2012 11:30:39
   5 / 10
Ha dalla sua ancora una buona ambientazione opprimente come nell'originale e delle scenette di tensione ben piazzate lungo il corso del film,peró questa rivisitazione della terrificante storiella in Antartide non è più così terrificante.
Se il grandissimo(ormai ai tempi)Carpenter sapeva come muovere la telecamera per sottolineare una minaccia che non si puó spiegare,un pericolo letale che io ancora potrei avere gli incubi se me lo immagino davanti a me,qui invece se siamo abituati a effetti speciali applicati a filmetti horror abbiamo la stessa povertà di mezzi.Sfruttati malissimo e rendendo ridicolo un capolavoro di realizzazione artigianale,mi stavano stufando fortemente tanto da farmi venire anche il nervoso.
Degli attori non ne parliamo mi sembravano passivi e insignificanti,non riescono a raggiungere i livelli leggendari di Kurt Russell e soci,inevitabile fare il paragone.

Insomma erano convinti di fare un degno prequel/remake/reboot ma invece codesto lungometraggio risulta tutt'altro che un antistress per chi l'originale di Carpenter lo ha amato e lo ama alla follia.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/07/2012 12.20.18
Visualizza / Rispondi al commento
Xavier666  @  10/07/2012 22:43:32
   6½ / 10
Non mi è dispiaciuto. Paragone improponibile con l'originale, guardandolo e giudicandolo per com'è devo dire che si lascia vedere, belle le ambientazioni le recitazioni e gli effetti.

fcim  @  10/07/2012 21:06:41
   2 / 10
Marbleface  @  08/07/2012 05:28:56
   5½ / 10
e dal vecchio film la cosa che non vedevo mostri mutanti fatti bene
e secondo me valgono tutto il film proprio perche sono il punto forte e unico di questa storia che sarabbe in questo genere da 9
per il resto no
tra trama personaggi e parte finale veramente brutta
il film la cosa fatto anni fa era veramente migliore se paragonato
questo film per tutti i suoi difetti a vedere solo quelli sarebbe da 2
non me dispiaciuto per le mutazioni ma il resto poteva essere fatto meglio

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  06/07/2012 10:33:05
   4½ / 10
Remake o prequel che sia ho trovato il film di Matthijs van Heijningen Jr. un'operazione commerciale inutile benchè coraggiosa. Sì perchè affrontare uno dei più noti e meravigliosi horror fantascientifici di tutti i tempi richiede coraggio.
Manca l'ansia crescente che c'era nell'originale e non solo questo. Qui il regista usa sbalzi di volume o trovate poco incisive e troppo commerciali per cercare di atterrire lo spettatore.
Sconsigliato ai fan dell'originale.

10 risposte al commento
Ultima risposta 02/08/2012 08.56.49
Visualizza / Rispondi al commento
cort  @  05/07/2012 01:48:19
   7½ / 10
horror un po superiore(tra i migliori in circolazione) della media che ha trama e dialoghi ottimi(soprattutto la scelta di tenere alcuni pezzi in norvegese). per gli appassionati della cosa di carpenter, e del videogioco storico, ci saranno moltissime chicche tra ambientazioni e personaggi che a parte una caduta (spoiler) sono come gia detto inattaccabili. questo film punta più sull' azione che sul psicologico(che ce e si vede) ma l'ottimo uso di luci e suoni e gli effetti scenici della cosa appagano e regalano tensione continua. media voto veramente deplorevole(sotto il 6 na roba del genere???)

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

GTX33guitar  @  04/07/2012 00:01:31
   8½ / 10
non mi ha deluso per nulla...fare peragoni con l'originale non mi sembra molto utile...pensando alla pochezza di molti film usciti negli ultimi anni in questo film si poteva fere un disastro...il risultato è un buon horror che si guarda volentieri..non riesce a ricreare in modo perfetto l'angosciante tensione dell'originale ma secondo me da vedere...

lelale75  @  03/07/2012 17:50:38
   7 / 10
NIente a che vedere con la la Cosa originale che era avanti di 20 anni di cui ancora oggi rimangono insuperabili la tensione e la forza delle scene. Tutto sommato la Cosa 2012 è un buon film, se non si cade nel confronto ( che perde per forza di cose ) è un buon prodotto.

IceKiller  @  02/07/2012 14:03:47
   7 / 10
Parere personale: film non all'altezza del predecessore con un'ottimo Kurt Russell e un'atmosfera tutta sua, ma comunque rimane più che guardabile. Il film spiega, nonostante molte scene "forzate e diverse scelte quasi illogiche" nella trama, il susseguirsi di vicende che hanno portato a "the thing" del 1982. Mary E.W. non è "incisiva"nel suo ruolo, mancando decisamente di spessore. Ma parliamo dei lati positivi: ottima riproduzione delle varie "mutazioni" e dello svolgersi della storia, anche se in diversi punti sembra ripercorrere il film "precedente", ottima "la spiegazione" del perchè sono successe e come "certe cose", buona la scena "dei denti" ad esempio, e altre cosette fatte a doc, ecc. FIlm nel suo complesso discreto e piacevole nonostante i difetti personalmente riscontrati.

in spoiler alcune precisazioni e disappunti, ma rivelano parte della trama.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

GeorgeTaylor  @  01/07/2012 18:26:22
   1½ / 10
Secondo film visto al cinema questo mese e seconda delusione.... E che vorrebbe essere il remake di Carpenter? Deludentissimo e piatto, niente a che vedere con l'angosciante film degli anni 80. Gli effetti specili con bastano a slavare questo polpettone. Scialbo.

-Uskebasi-  @  01/07/2012 16:02:01
   7½ / 10
E' imbarazzante il paradosso di giudizio che si crea puntualmente ad ogni remake o prequel che viene fatto. Inevitabilmente viene fuori il peggio dell'obiettivitÓ umana, per un inspiegabile senso materno nei confronti del film originale, come se l'avessero fatto i fans. Il prequel o remake di turno non hanno la minima possibilitÓ: se sono diversi vengono accusati di oltraggio al capolavoro che fu e quindi bastonati; se sono uguali significa che non hanno originalitÓ e quindi inutili. Non hanno scampo. Non possono permettersi pareri imparziali che lo giudicano per quello che Ŕ, senza confrontarlo ogni millesimo di secondo con il passato, no, Ŕ impossibile.
Comunque, questo La Cosa Ŕ un prequel, non un remake, ma un prequel, Ŕ bene ripeterlo. Le tante madri che hanno visto il film di Carpenter sanno con certezza che non avevamo visto l'inizio della storia, era chiaramente avvenuto qualcosa prima in una stazione norvegese. Ci sono prequel che vengono fatti con neanche il 10% di motivazioni rispetto a questo, se non quella commerciale, una motivazione che non c'Ŕ solo nei blockbuster, ma in tutti i film, compreso il capolavoro di Carpenter. Dunque per La Cosa il prequel non Ŕ uno dei pochi giustificabili, direi obbligatorio. Non a caso (e anche se conta poco) mi Ŕ parso di leggere la collaborazione di Carpenter nella produzione. Il prequel ci stava tutto, bello o brutto che sia ci stava, questo Ŕ quello che conta. Se poi andiamo ad analizzarlo credo che ci sia poco da dire sul rispetto che ha avuto nell'originale, forse troppo. Dalla buca dell'astronave alla stazione norvegese, dal blocco di ghiaccio allo strano corpo bruciato ritrovato da MacReady nella neve, fino addirittura ad una semplice ed apparentemente inutile accetta in una parete. Sotto questo punto di vista esiste una parola: inattaccabile.
Altre critiche sono state fatte sullo svolgimento della vicenda abbastanza simile all'originale; vero, ma che cosa dovevano fare? Sono comunque persone completamente isolate in antartide con un mostro che assume le loro sembianze, succedesse realmente, in 100 casi, 98 saranno simili tra loro.
C'Ŕ chi ha criticato gli effetti speciali; anche io sono affezionato ai mostri artigianali dell'82, ma non vado certo a dire che questi fanno schifo. Come cÓzzo li dovevano fare meglio di cosý...
Insomma, La Cosa Ŕ un prequel doveroso e fatto bene, sia dal punto di vista tecnico, sia da quello del rispetto per la storia originale.
Non Ŕ certo un capolavoro. Magari potevano risparmiarsi l'ingresso nell'astronave o la distruzione identica del mostro finale, o ancora non utilizzare lo stesso titolo, questo si, ma da qua a dire che Ŕ un film brutto ce ne passa.

9 risposte al commento
Ultima risposta 10/05/2014 12.04.28
Visualizza / Rispondi al commento
Manticora  @  01/07/2012 11:35:04
   7½ / 10
Si fà molta confusione quà su filmscoop devo dire, lungi da me dire se la maggior parte degli utenti abbia ragione o no, anche se propendo per il no per alcuni motivi. Il primo tipicamente italiota è l'imprecisione, ok il film non vi è piaciuto, la COSA di Carpenter ha ridefinito il genere, fù un insuccesso ma si impose come pietra miliare del genere fanta-horror. La cosa l'inizio invece pur essendo un ottimo prequel, ma non un remake come molti superficialmente scrivono sfonda una porta aperta. Il motivo è abbastanza scontato, sappiamo già come andrà a finire! Questo è a mio avviso l'unico vero difetto del film, per il resto è ben fatto. Inspiegabile che abbiano voluto fare un prequel, indubbiamente, anche se il fatto che dietro ci sia Carpenter dovrebbe farvi riflettere! Ha prodotto il film, dando anche il suo avallo, inoltre nonostante sia moolto simile all'originale non è certo una copia spiccicata! Certo io penso che Carpenter avrebbe dovuto prima fare il prequel e poi passare al ritorno della cosa, ma queste sono solo mie speculazioni. Parlando della cosa prequel devo dire che il film fà rivivere in maniera intrinseca l'atomosfera del primo film. all'inizio la scoperta, con un pò di diffidenza, poi quando la liberano dal ghiaccio l'incubo inizia.... ed è assolutamente letale. Mentre una donna, non l'unica ma con la presenza di spirito di diffidare delle apparenze cerca di isolare la cosa, quest'ultima ha invece gioco facile, perchè in un mondo dove non c'è niente, qualcosa si rivela pericolosamente adattabile e in grado di assimilare i comportamenti umani, originale e ambigua l'idea delle otturazioni, perchè ci lascia comunque con il dubbio, inoltre anche se sappiamo che uno degli uomini è stato già assimilato, non ci aspetttiamo certo l'orrore dell'alieno.
Checchè ne dicano molti gli effetti speciali sono validi, il make up è stato affiancato dalla computer graphica, con risultati credibili. Anche il vedo non vedo aiuta, la resa dell'astronave ha qualche limite secondo me, ma comunque funziona. Mary Elisabeth Winsthead si accredita come protagonista femminile credibile, che cerca di tenere testa all'ambiguo capo missione il danese gia visto in non desiderare la donna d'altri Eric Crhistian Olsen. Il resto del cast supporta i protagonisti, ma sappiamo già che sono carne da macello. finale che si collega in maniera ottima all'inizio della Cosa di Carpenter( anche se l'errore del cane che dal mantello scuro passa ad uno più chiaro sinceramente è da principianti!)
Il mio voto riflette tutto ciò, per il fatto che comunque La cosa di Carpenter rimane inarrivabile!
"che cos'è? Una cosa.."

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/07/2012 23.07.00
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  24/06/2012 19:39:04
   3 / 10
Scrivo a caldo e senza ripensamenti.

Ennesimo buco nell'acqua (già annunciato ancora prima della sua uscita) nel mondo dei prequel/remake. Quando ad essere vittima della moda hollywoodiana del momento è un'opera che già di per sè non era un granchè (o semplicemente non conoscevo) me ne frego e non dico nulla.
Ma quando si tocca uno dei capolavori indiscussi dell'horror fantascientifico nonchè uno dei miei film preferiti in assoluto (per chi non lo sapesse, sto parlando de "La Cosa" del 1982 di John Carpenter) allora mi metto i guantoni e non faccio più sconti a nessuno. O il film in questione è perfetto, oppure nessuna pietà.
Come prevedevo, la mano pesante prevale sulla carezza, ma per questioni di tempo e sbollimento di rabbia non mi perderò in pignolerie da fan sfegatato come una ragazza protagonista della vicenda o una storia che sebbene ambientata nel 1982 sprizza 2011 da tutti i pori (e queste sono solo due motivazioni).

"La Cosa" updated version è un prequel/remake piatto, commerciale e totalmente inutile che senza un briciolo di originalità recupera gli sporadici indizi norvegesi lasciati dal primo film, se li rigira in una monotonissima mezz'ora iniziale in cui non succede niente di niente, e poi infine ne riprende lo stesso identico schema narrativo senza aggiungere assolutamente nulla di nuovo a quanto già visto e percepito nel capolavoro carpenteriano (le uccisioni, gli atteggiamenti dei protagonisti e certe manifestazioni della cosa sono talmente uguali sputate da risultare irritanti).
Tutto si svolge esattamente come nella pellicola originale, e per questo motivo (ma non è sicuramente l'unico) il prequel/remake di Heijningen risulta scontato, spossante e noiosissimo già dai primi minuti.
Niente suspense, nessun colpo di scena, personaggi nulli, dialoghi strasentiti, effetti speciali in CGI (anche abbastanza validi) che fanno comunque rimpiangere come non mai quelli artigianali e splatterosi di Rob Bottin, musiche di routine e decisamente poco ispirate.
Peggio del peggio, mancano il cuore e l'anima de "La Cosa" originale, quei fattori che lo rendevano quel gelido incubo che tutti conosciamo: il senso di isolamento, il buio, la claustrofobia, la paranoia, la sfiducia tra i componenti della squadra, la paura dell'altro, e il terrore, il vero terrore; tutti elementi che qui ci sono... ma che non si avvertono neanche un pò.

Si salvano una fotografia discreta, un paio di attori decenti, e delle scenografie suggestive (anche se vedere l'interno dell'astronave della cosa era l'ultima cosa che volevo... come immaginavo, si è inciampati subito dalle parti di "Alien"); il resto non è nient'altro che un'inutile, ridicola, fastidiosa brutta copia del film "originale" aggiornata a mò di banale computer grafica ed effetti sonori da sobbalzo sulla poltrona.
Le sequenze nei titoli di coda poi (realizzate in modo da rialacciarsi ai primi minuti dell'originale con tanto di score di Morricone) fanno definitivamente colare a picco il film. Perchè? Perchè sono le uniche scene interessanti di tutta l'opera e perchè fanno capire ancora di più allo spettatore quanto questo prequel, a confronto dell'incubo carpenteriano, sia mediocre.

In conclusione... una vera schifezza che ha meritatamente floppato ovunque.


E pensare che a qualche chilometro di distanza il buon MacReady se ne stava rinchiuso nella sua baracca ad ubriacarsi di J&B e a giocare a scacchi con un "lurido baro" di pc...

18 risposte al commento
Ultima risposta 26/07/2012 16.21.46
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#unfit - la psicologia di donald trump10 giorni con babbo nataleabout endlessnessaddio al nubilatoalessandra - un grande amore e niente piu'all my friends are deadamore al quadratobaby yaga: incubo nella foresta oscurabastardi a mano armatabliss (2021)burraco fatalecentigradecherry - innocenza perdutacome truecosa sarÓcreators: the pastcrisiselegia americanafino all'ultimo indiziogirl power - la rivoluzione comincia a scuolagodzilla vs. konggreenlandhoneylandi am greta - una forza della naturai predatoriil cammino di xicoil caso pantani - l'omicidio di un campioneil mio corpo vi seppellira'il principe cerca figlioil talento del calabroneimprevisti digitalijudas and the black messiahla nave sepoltala prima donnala ruota del khadi - l'ordito e la trama dell'indiala stanzala vita straordinaria di david copperfieldl'amico del cuore (2021)lasciami andarel'incredibile storia dell'isola delle roselockdown all'italianal'ultimo paradiso (2021)ma rainey's black bottommadame claudemankminarimurdershownomad: in cammino con bruce chatwinnotizie dal mondooperazione celestinaoperazione varsity blues: scandalo al collegepalazzo di giustiziapalm springs - vivi come se non ci fosse un domaniparadise - una nuova vitaparadise hillspele' - il re del calcioqualcuno salvi il natale 2quello che non ti ucciderange runnersrebeccaroubaix, una lucesacrifice (2020)sola al mio matrimoniosonsotto lo zerosoul (2020)sul piu' belloten minutes to midnight
 HOT
tenetthe fatherthe mauritanianthe midnight skythe nights before christmasthe secret - le verita' nascostethe unholythe united states vs. billie holidaytrash - la leggenda della piramide magicatua per sempretutto il mondo e' palesetutto normale il prossimo nataleun divano a tunisiuna classe per i ribelliuna donna promettentewe are the thousand - l'incredibile storia di rockin'1000we can be heroeswonder woman 1984wrong turnyes dayzack snyder's justice league

1016352 commenti su 45275 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net