la marchesa von... regia di Eric Rohmer Francia, Germania 1976
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la marchesa von... (1976)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA MARCHESA VON...

Titolo Originale: LA MARQUISE D'Oů

RegiaEric Rohmer

InterpretiEdith Clever, Bruno Ganz, Otto Sander, Edda Seippel, Peter Luhr

Durata: h 1.42
NazionalitàFrancia, Germania 1976
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 1976

•  Altri film di Eric Rohmer

Trama del film La marchesa von...

Seconda metÓ del Settecento, Italia del Nord. Truppe nemiche assediano le cittÓ. La figlia del governatore viene salvata da un conte che la sottrae a un gruppo di soldati. La giovane donna rimane inconsapevolmente incinta. Ripudiata dalla famiglia, fa un'inserzione su un giornale per conoscere il responsabile.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,13 / 10 (8 voti)8,13Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La marchesa von..., 8 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Matteoxr6  @  09/03/2015 21:29:12
   2½ / 10
Forse sarebbe stato meglio operare un adattamento teatrale, piuttosto che falsamente cinematografico. Dico "falsamente" perché il tipo di recitazione, di inquadrature, di cambi di scena e di sceneggiatura sono tipicamente teatrali e poco o nulla hanno di cinematografico (se non la fotografia). L'ho trovato terribilmente noioso; eppure sono abituato a vedere film molto lunghi, e questo dura un'ora e quaranta a malapena; eppure ho visto pellicole degli anni cinquanta, con una recitazione e un modo di fare cinema per forza di cose tendenzialmente vetusto, ma in realtà questo è del 1976, lavorava al contempo gente come Kubrik, e l'ambientazione storica non può essere una scusante così marcata. Poi ho letto i commenti sottostanti per capire cosa mi fosse sfuggito, ma rimango ancora più perplesso. Ho letto infatti di prove recitative strepitose, di un racconto emozionante ed entusiasmante di un dilemma morale. A parte che, per quanto possa piacere o meno, la trama non ha niente di avvincente e dubito che sia questo l'intento del regista (già dopo cinque minuti anche mia nipote di sei anni intuirebbe l'identità dello stupratore), e poi quale sarebbe l'affascinante e struggente questione morale? Ma di quale morale stiamo parlando? Mi dispiace, non ho letto il romanzo, ma cinematograficamente parlando, fotografia a parte, questo film è microscopico sia tecnicamente che a livello di sceneggiatura.

7219415  @  21/10/2013 18:41:48
   6½ / 10
Non è il mio genere e non l'ho apprezzato più di tanto!

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  17/08/2012 19:47:22
   9 / 10
Esempio magistrale di quella che dovrebbe essere una trasposizione filmica fedele ad un originale letterario. La forza del film consiste infatti negli elegantissimi dialoghi che furono già della novella. Mezzo punto in più per questo motivo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  06/05/2012 18:36:08
   8½ / 10
Sublime.
Film storico praticamente minimalista, dagli intenti intimi e tutt'altro che scontati che riesce a condensare in sé bellezza formale (quasi un quadro in movimento a tratti), recitativa (strepitosi tutti, da strapparsi i capelli), tematica (tra dilemmi morali, i conflitti familiari borghesi, la purezza di Giulietta e quella del demonio di cui non dirò il nome ché farei spoiler).
Forse, e dico forse, il film più fedele tratto da un romanzo che al contempo diventa puro cinema con la sensazione di leggere un racconto avvincente, molto verboso ma mai ridondante o pesante. Il tocco della leggerezza di Rohmer è qui unico, sembra impossibile che una storia del genere riesca ad entusiasmare per tutta la sua durata senza un attimo di noia. Sarà anche perché colpisce direttamente al cuore per la sua semplicità dei sentimenti, mostrati con grazia e naturalezza.
Un racconto che in fin dei conti sfiora l'amorale e non si permette mai, nemmeno per un secondo, di dare giudizi etici o lapidari sui protagonisti che anzi escono fuori candidi come dei cigni. C'è poco altro da dire, sono soddisfattissimo e non vedo l'ora di vedere altro di Rohmer.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  05/11/2009 18:46:51
   10 / 10
Non ho parole. La più straordinaria direzione degli attori della storia del Cinema.

4 risposte al commento
Ultima risposta 12/11/2009 06.33.40
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI ULTRAVIOLENCE78  @  22/09/2008 13:53:21
   8½ / 10
Eric Rohmer traspone fedelmente –quasi in maniera pedissequa- la novella di Heinrich von Kleist, per dare forma ad un’opera cinematografica emozionate, di straordinaria intensità, capace di raggiungere i recessi più profondi del nostro cuore, destandoli dal loro torpore.
Il film/racconto annienta, con una forza dirompente, i concetti tradizionali di “giusto” e “ingiusto”, facendoci apparire –trasfigurandolo- il peccatore come un salvatore, come un angelo pronto a donarsi e a sacrificarsi per la felicità della donna amata. In questo senso ciò che si presenta superficialmente come un atto deplorevole si trasmuta, in considerazione dei sentimenti puri che hanno mosso il “peccatore” stesso, in un gesto di amore che troverà il suo suggello nel perdono di chi ha “subito” quell’atto.
Se ciò che appare come una infamia viene tratto tratto spogliato di tutti i suoi connotati negativi per restituirlo a noi nella sua intrinseca dimensione elegiaca, nel contempo vengono smascherati e dileggiati tutti quegli insulsi atteggiamenti legati all’etichetta, alla reputazione e alla morale borghese, che alla fine verranno non solo adombrati, ma letteralmente sopraffatti dalla straordinaria statura etica della marchesa. Proprio quest’ultima è raffigurata come il personaggio più sublime, la cui forza sta proprio nella sua debolezza e nella sua innocenza. Ella si erge su tutti, in quanto capace di comprendere e perdonare, da un lato, i capricci del cuore di chi ha profittato di lei, e dall’altro l’ingiustizia sociale espressa dalla sua famiglia.
Superbo Rohmer nel raccontare con estrema classe, levità e ironia questa stupenda parabola, che culmina in un finale toccante ed altamente significativo. Anche sotto il profilo formale il film è ineccepibile: all’impianto teatrale della recitazione (non a caso gli protagonisti provengono in gran parte dal panorama teatrale berlinese) e della regia (spesso le inquadrature sono fisse) si unisce una fotografia (Néstor Almendros) dal carattere pittorico a dir poco eccelsa. A quest’ultimo proposito, invito ad ammirare –magari azionando la pausa- la scena del bivacco di fronte alla tenuta della famiglia della marchesa: per la posizione dei soldati e i colori dell’immagine sembra di stare a vagheggiare un quadro.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 26/09/2008 00.11.29
Visualizza / Rispondi al commento
La ricotta  @  06/06/2008 20:51:10
   10 / 10
L'ho visto dopo avere letto il commento di Mauro Lanari. Non ho potuto abbassare la media.
Poetico e sublime.

2 risposte al commento
Ultima risposta 10/07/2008 17.02.51
Visualizza / Rispondi al commento
Mauro Lanari  @  19/09/2007 22:56:57
   10 / 10
Kleist è la prova che si può anche morire suicida per la frustrazione dovuta alla mancanza pandemica della potenza del sentimento di purezza. Il suo racconto, da cui Rohmer ha tratto un film con un adattamento pressoché letterale, andrebbe utilizzato dai cardiologi al posto dell’ECG per valutare nel modo ottimale se disponiamo oppure no d’un cuore ancora vivo, un cuore non solo pulsante ma palpitante. Prodigio nel prodigio, Rohmer riesce nell’impresa di tradurre in suoni e immagini un simile cristallino nitore etico, firmando così quello che risulta di gran lunga il suo migliore “racconto morale” in senso lato. Se l’emozione suscitata da quest’opera non vi uccide provvisoriamente, significa che siete già morti.

1 risposta al commento
Ultima risposta 26/09/2008 22.33.24
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

1899 - stagione 1a spasso col panda - missione bebe'acqua e aniceamanda (2022)amsterdamanna frank e il diario segretoargentina, 1985astolfobelle & sebastien - next generationbentublack adamblack panther: wakanda forever
 R
blondeboiling point - il disastro e' servito
 NEW
bones and allboris - stagione 4bradobroscoldplay: music of the spheres - live broadcast from buenos airesconfess fletchcut! zombi contro zombidampyrdantedeinfluencerdiabolik - ginko all'attacco!do revengedon't worry darlingdragon ball super: super heroen los margenesevangelion: 3.0+1.01 thrice upon a timeeverything everywhere all at oncefallfalla girare
 NEW
fortuna grandafranco zeffirelli, conformista ribelleglass onion - knives out
 NEW
gli occhi del diavologli orsi non esistonogoodnight mommy (2022)halloween endshatching - la forma del malehellholehocus pocus 2house of darknessi racconti della domenicail colibri'il mio vicino adolfil mondo in camerail piacere e' tutto mioil principe di romail prodigioil signore delle formicheil talento di mr. crocodilein viaggioincroci sentimentaliio sono l'abisso
 NEW
la californiala notte del 12la pantera delle nevila ragazza della paludela ragazza piu' fortunata del mondola signora harris va a parigila stranezzala timidezza delle chiomela vita e' una danzalas leonasle buone stellele favoloseleaveliam gallagher: knebworth 22licantropusl'immensita'lo schiaccianoci e il flauto magicol'ombra di caravaggioluminamahmoodmaigretmarcia su romamarginimaria e l'amoremasking thresoldmemory (2022)miracle - storia di destini incrociatimona lisa and the blood moonmoonage daydreammr bachmann e la sua classemr. harrigan's phonemunch - amori, fantasmi e donne vampiromy soul summernel nostro cielo un rombo di tuononido di vipereniente di nuovo sul fronte occidentale (2022)notte fantasmaomicidio nel west end
 R
pearl (2022)per niente al mondopiove
 NEW
poker faceprincess (2022)quasi orfanoqueensquesta notte parlami dell'africaragazzacciorapiniamo il duceritratto di reginasanta luciascare package ii: rad chad's revengesergio leone - l'italiano che invento' l'americasiccita'significant othersmile
 NEW
spaccaossaspirit halloweenstrange world - un mondo misteriosotango con putinthe christmas showthe fearwaythe good nursethe great busterthe hanging sun - sole di mezzanottethe land of dreamsthe menuthe munstersthe retaliatorsticket to paradisetiziano. l'impero del colore
 NEW
tori e lokitatriangle of sadnesstutti a bordoun anno, una notteun mondo sotto socialuna birra al fronte
 NEW
una mamma contro g. w. bush
 NEW
una voce fuori dal coroutama - le terre dimenticatewar - la guerra desideratawild men - fuga dalla civilta'

1034595 commenti su 48559 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BRING IT ON: CHEER OR DIECHAIN OF EVENTSCHRISTMAS BLOODY CHRISTMASCROC!DEBRIS DOCUMENTARDEMONIC CHRISTMAS TREEFEED MEGIRL AT THE WINDOWHIGH SCHOOL SPIRITSHOLLYBLOODHOUSE OF CLOWNSI DIAVOLI N░ 2IL NATALE DI CHRISIL SEGRETO DEI SOLDATI DI ARGILLALA BATTAGLIA DELLE MIDWAYLOTTA PER LA SOPRAVVIVENZALUCIFERINAMIAMI COPSMOONCHILDMOONCHILD, IL FIGLIO DELLA LUNANIGHTMARE COUNTRYNIXPICCOLO VAMPIROSATANIC HISPANICSSINPHONYTARTU, LO STREGONE MALEDETTOTHE ACCURSED (2022)THE LAIRTHE LOST KINGTHE MORNING MANWOLF DEVIL WOMENZONA PERICOLO

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net