la teoria del tutto regia di James Marsh Gran Bretagna 2014
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la teoria del tutto (2014)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LA TEORIA DEL TUTTO

Titolo Originale: THE THEORY OF EVERYTHING

RegiaJames Marsh

InterpretiEddie Redmayne, Felicity Jones, Harry Lloyd, David Thewlis, Emily Watson, Simon McBurney, Lucy Chappell, Charlotte Hope, Abigail Cruttenden, Christian McKay, Adam Godley, Charlie Cox, Maxine Peake, Tom Prior, Sophie Perry, Finlay Wright-Stephens

Durata: h 2.03
NazionalitàGran Bretagna 2014
Generebiografico
Al cinema nel Gennaio 2015

•  Altri film di James Marsh

Trama del film La teoria del tutto

Il film racconta la straordinaria ed edificante storia di una delle pi¨ grandi menti viventi del mondo, il rinomato astrofisico Stephen Hawking, e di due persone che contro ogni probabilitÓ hanno sfidato gli ostacoli pi¨ imponenti con il loro amore.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,42 / 10 (95 voti)7,42Grafico
Miglior attore (Eddie Redmayne)
VINCITORE DI 1 PREMIO OSCAR:
Miglior attore (Eddie Redmayne)
Miglior film dell'Unione Europea
VINCITORE DI 1 PREMIO DAVID DI DONATELLO:
Miglior film dell'Unione Europea
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La teoria del tutto, 95 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  14/11/2018 13:27:22
   7 / 10
Buon film.... poteva scadere in eccessi su vari punti.. invece, essendo una produzione inglese (e meno male) scorre in maniera fluida, grande prova di Redmayne e pure ottimo il resto del cast.

junior86  @  04/04/2018 08:10:48
   7½ / 10
Attore protagonista super. Colonna sonora super.
Ritmo del film molto coinvolgente che si lascia guardare dall'inizio alla fine, anche da chi non capisce niente di buchi neri et simila.
Nel complesso un film da vedere, una prova di vita straordinaria

LucaT  @  22/03/2018 10:40:30
   8½ / 10
ho trovato questo film ottimo
anche se a tratti emerge un'atmosfera quasi -fiabesca-
un film intenso che dopo una visione attenta comunque difficilmente si rivede
peccato per alcune inquadrature che ho trovato insensate
e per alcuni approfondimenti della storia che -non ci sono proprio-
un capolavoro mancato per poco

lampard8  @  25/02/2018 21:10:08
   7 / 10
Potenzialmente un capolavoro, ma un pò asettico e vuoto come film.
Peccato, con qualche accortezza maggiore poteva essere un film memorabile

ciucio  @  07/01/2018 12:58:59
   4 / 10
un film che non ha anima, lei che si innamora troppo spesso, un ritmo lento che non decolla mai

GL1798  @  02/11/2017 14:00:44
   8 / 10
Film che merita tanto. Le tematiche affrontate sono state esposte con singolare maestria e accortezza. Ottimo.

Fratuck89  @  06/10/2017 11:56:58
   6½ / 10
E' sicuramente un film che piace ai più, a me non ha lasciato nulla di particolare, e infatti non ho nulla di particolare da dire

elmoro87  @  16/02/2017 10:07:22
   8 / 10
Bellissimo film biografico sulla vita pubblica e privata di Stephen Hawking, che ti fa immergere con un fascino particolare nella storia, emozionandoti per le gioie e per i dolori (soprattutto!) del giovane Stephen e della sua famiglia. Coinvolgente ed affascinante, merita sicuramente di essere visto almeno una volta da chiunque.

ferzbox  @  16/12/2016 18:16:59
   8 / 10
Indipendentemente dal fascino che poteva esserci nel realizzare un film su Stephen Hawking "La teoria del tutto" è una pellicola che suscita diverse emozioni, legate principalmente al valore della vita umana e al significato dell'esistenza stessa; un film che, come è già successo innumerevoli volte in passato, mette in contrapposizione la fede religiosa a quella della scienza, senza però contrastare ne una ne l'altra , considerando un possibile nesso tra le due cose.....filosofia non intrapresa o riconosciuta da chiunque, anzi è più frequente trovarne un conflitto mostruoso piuttosto che una conciliazione obbiettiva.
La filosofia quantistica(o fisica) di Hawking mi ha colpito principalmente per questo aspetto; lui non ha mai voluto negare l'esistenza di un possibile Dio che abbia creato l'universo(non specificando alcuna religione però, attenzione), anzi, considerando le innumerevoli teorie nate dal giorno in cui dimostrò che oltre a sparire una stella ne sparisce il buco nero stesso, possiamo benissimo dire che il suo modo di pensare non sia sbagliato affatto; se l'universo ha un inizio ed una fine(escludendo la possibilità che invece sia sconfinato, cosa che invece è pur sempre plausibile), e quindi ipotizzando che il tempo stesso abbia avuto un inizio e avrà una fine, possiamo tranquillamente ipotizzare o presurre che "qualcosa" abbia scaturito il tutto.....e perchè non un ipotetico Dio.....che può essere qualunque cosa, anche semplicemente una forma di energia sconosciuta....e perchè no, magari anche cosciente.....il Dio cristiano? il Dio buddista?.....poco importa, sempre di un "Dio" si parla.....ed è qualcosa che ho sempre pensato anch'io....anche se sfortunatamente le icone religiose hanno sempre ostacolato molto questo modo di vedere le cose, dato che ormai si tratta di discipline troppo radicate nei popoli per poterle mettere in discussione......
In principio c'erano il cielo e la terra(e ci può stare) .....poi arrivarano i famosi 7 giorni dove Dio creò il resto(metafora del Big Bang?).......solo che purtroppo, durante il corso dell'esistenza umana, il messaggio è stato tramandato ai posteri come una storiella veritiera da considerare AUTENTICA per una questione di fede, utilizzando i famosi Dogmi per non rispondere alle domande scomode a cui la scienza ha invece sempre cercato una risposta......
Hawking non è un semplice ateo diffidente, ma solo un fisico che trascende il semplice essere scienziato, non scartando mai la possibilità che scienza e religione dicano la stessa cosa in modi diversi(escludendo però tutto ciò che la religione ha creato per rafforzare la loro attendibilità).
C'è stata un altra cosa che mi ha stupito; il vedere come Hawking sia arrivato alle sue conclusioni sui buchi neri.
Alcuni anni fa mi trovavo a Perugia con una collega di teatro, e mi ricordo che mentre ci stavamo bevendo una birra sdraiati su un prato me ne venni fuori dicendogli che il sistema solare mi ricordava un atomo, e che di conseguenza l'universo stesso poteva essere "l'interno" di qualcosa di molto, molto più grande, magari di totalmente inconcepibile per la mente umana; lei rimase un attimo interdetta, e credetti che stava per dirmi che dovevo smettere di bere, invece la sua rezione fu: "Cazzò, non ci avevo mai pensato ad una cosa del genere"....
Bene, ho sentito una punta di orgoglio quando ho constatato come Hawking sia arrivato alla sua grande scoperta partendo da un principio simile al mio.....e di conseguenza mi sono reso conto di quanto l'essere umano si autolimiti per colpa di dogmi ancestrali fossilizzati dal tempo; quel tempo che quando avrà termine porrà fine all'universo con un altro grande boato....e tutte le convinzioni, nel caso, andrebbero a farsi friggere.....
In realtà, la cosa affascinante è come la fisica "tradizionale", legata al nostro spazio/tempo e la fisica quantistica(per quanto totalmente diverse per regole e leggi) riescano a compensarsi e a far creare nuove teorie sull'esistenza(come la possibilità che in realtà non esista nessun confine?).....
Comunque, credo che molti concetti religiosi e filosofici abbiano avuto inizio dallo studio scientifico dell'universo sin dall'antichità(I Sumeri, gli Atzechi e gli Egiziani non hanno forse una storia legata strettamente all'osservazione delle stelle?).....
Insomma, mi sono talmente incuriosito dalla genialità di quest'uomo che sto pensando seriamente di leggerne almeno un paio di libri......credo che siano questi gli esseri umani da lodare, quelli che trascendono, cercando di comprendere senza farsi condizionare da alcunchè(ma rispettando pure però, e non è certo cosa da poco).....
Mi dispiace solo che il film non si sia concentrato troppo sull'aspetto dello scienziato per dedicarsi maggiormente alla vita privata e al tremendo handicap di Hawking, anche se devo ammettere che la storia della sua vita, nonche le sofferenze che ha dovuto subire, mi hanno fatto capire molto di lui, e del perchè abbia questa capacità di ragionamento molto "elastica" diciamo......non è che si trovino dietro l'angolo scienziati di fisica quantistica che ammettono di cercare una spiegazione a tutto(compreso il perchè delle religioni)......
Film un pò edulcorato ma perfetto nel messaggio; assolutamente rispettoso anche se per il grande pubblico.....
Da vedere.....

6 risposte al commento
Ultima risposta 17/12/2016 17.42.32
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  09/12/2016 16:08:43
   4 / 10
Ho odiato questo film per mesi, ho odiato il protagonista e tutta la messa in scena. Tra l'altro fa parte di quel genere di film che tendenzialmente evito, purtroppo però non sempre è possibile.

Il problema principale è che a distanza di mesi lo odio ancora. Stucchevole.

DarkRareMirko  @  09/12/2016 02:16:42
   8½ / 10
Più che buona biografia di Hawking con un notevolissimo Redmayne (che, a 'sto punto, sono curiosissimo di vedere in versione trans in The danish girl).

Come per un The iron lady ci si concentra più sulla vita che sulla carriera (praticamente solo accennata e/o comunque non approfondita) ma più di un momento sincero, così come l'atmosfera, colpisce.

Hawking viene fuori come un genio bonario ed autoironico, positivo ed instancabile.

Thewlis ed Emily Watson (questa soprattutto) potevan essere usati meglio, qualche semplificazione c'è e qua e là si banalizza, ma due ore passano bene e senza intoppi.

Regia professionale di Marsh per un film elegante, ottimista e curato.

David94  @  08/12/2016 20:35:59
   8½ / 10
La straordinaria storia di Stephen Hawking raccontata in questo bellissimo film. C'é un che di magico dall'inizio alla fine. Eccezionale Redmayne ( secondo me la sua miglior performarce), molto belli i dialoghi. Piccolo capolavoro

mikeP92  @  03/12/2016 15:35:17
   7 / 10
Di solito i film biografici non mi piacciono ma questo qui mi ha particolarmente coinvolto. Non sapevo nulla della vita di Stephen Hawking ma, incuriosito quando ho saputo che era uscito un film su di lui, ho deciso di guardarlo e ne sono rimasto pienamente soddisfatto. L'unico difetto è che non si sono minimamente concentrati su i suoi studi e le sue scoperte: hanno preferito mostrare solo come superava ogni ostacolo nonostante la malattia, puntando quindi di più sul lato umano, non scientifico, della persona

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Paolo70  @  03/11/2016 20:00:45
   7 / 10
Film ispirato ad una storia vera che presenta diverse scene drammatiche. Forse un po' lungo ma una storia d'amore drammatica e bella che vale la pena di seguire. Bravissimi i protagonisti soprattutto Eddie Redmayne.

gemellino86  @  26/10/2016 15:19:07
   8 / 10
Stupenda biografia di un genio malato. Eddie Redmayne offre una prova straordinaria, oscar strameritato. Bene anche gli altri attori. Un film senza dubbio da vedere.

mauro84  @  10/09/2016 15:00:57
   8 / 10
Ho scelto di visionare sto film biografico, per colmare il buco, perchè un film così merita la visione e lascia senza parole. Davvero commovente, davvero ben fatta e narrata una vicenda così particolare, ai limiti della perfezione!
Una storia vera di un astrofisico che ha scritto le regole di oggi!

Eddie Redmayne, personalità, interpretazione top. Premio Oscar meritato!!
Felicity Jones, piacevole, carina, ci sà fare, a fianco di un mostro così fa la sua figura.

(il resto del cast seppure può esser importante... quando ti ritrovi loro è "relativo"

Premio David Donatello meritato, best dell'UE

Il regista sforna il suo capolavoro, perfetto, fa si che lo vede ci si ritrovi immenso in una biografia ben narrata, se dal lato fisico dicono comunque poco, forse argomento troppo complicato, dal lato umano commuove, trascina chi lo vede a farsi una ragione di vita, a capire quanto si soffre con una malattia di sto tipo e che in fondo sono queste le persone che fanno la storia e a cui bisogna poi costruire le basi del futuro!

Film meritevole di visione! da non perdere assolutamente!!

Junipher  @  10/06/2016 10:57:31
   6½ / 10
Troppo romanticismo e pochi "Buchi Neri". A tratti, visto il tema, inaspettatamente noioso, specialmente nella seconda parte un pò troppo bruciata nelle beghe di famiglia, come se la Teoria Dello Spazio Tempo fosse una robetta da poco...

kanon1981  @  14/03/2016 13:30:47
   7½ / 10
Buon film.
Grandissimo Eddie Redmayne(oscar strameritato). Molto brava anche Felicity jones.
L'unica pecca, secondo me, è l'aver approfondito troppo poco il lavoro di Hawking ed essersi concentrati un po' troppo sulla vita privata.

kastalya  @  07/03/2016 16:19:59
   7 / 10
buon film che trova la sua essenze nell'essere una storia vera, in grado quindi colpisce particolarmente lo spettatore.

ottima l'interpretazione il protagonista che ha sicuramente meritato l'oscar.

la storia me l'aspettavo onestamente un pò più concentrata sulle scoperte scientifiche...invece è quasi esclusivamente sviluppata sul progredire della malattia.

onestamente sarà forse anche per questo che in alcuni punti ho trovato lo svolgersi del film un pò troppo lento e tortuoso.

sebbene non sia di certo il mio genere di film preferito... è cmq un film consigliabile e da vedere.

Invia una mail all'autore del commento brabus  @  05/02/2016 11:50:10
   9½ / 10
Davvero ottimo film toccante e commovente. ..
L'oscar come miglior attore protagonista e del tutto meritato

Sbabam!  @  19/01/2016 02:40:41
   9½ / 10
Umano, umano e per questo anche dannato e, in questo film, sublimato.
Magistrale interpetazione dell'attore protagonista, ottimi anche gli altri attori e la colonna sonora sottolinea bene i momenti importanti. Malinconico e triste sotto certi aspetti.
La forza dei personaggi sembra dare ragione ad una affermazione contenuta nel film che sembra voler rivendicare il ruolo della volontà e della determinazione (compassionevole?) come l'altro lato della condizione umana che vuole superare gli ostacoli della vita, anche quando appartengono all'ineluttabile.
Non prende 10 solo perché è orchestrato in maniera eccessivamente organica allo scopo fino a darne qualche segno un po' di troppo.
Un film da vedere assolutamente soprattutto se vi affascina la grandezza che si naconde nelle pieghe scure del vivere umano.

stallo  @  06/01/2016 17:26:09
   7½ / 10
l attore principale è super... molto riflessivo e accATTIVANTE

Wilding  @  03/01/2016 12:19:30
   10 / 10
"La perfezione del tutto" di questa straordinaria pellicola, che stringe in una morsa testa e cuore, ragione e sentimento, fotogramma per fotogramma, dal primo all'ultimo. Una delle biografie più belle, commoventi, entusiasmanti, intense mai viste sul grande schermo. Temi così profondi che toccano l'anima, teorie così straordinarie da stupire la mente.
Regia, interpreti, sceneggiatura, ambienti, fotografia... tutto è perfetto!!
L'Oscar a Eddie Redmayne è poca cosa per come riesce a raffigurare una delle menti più brillanti e geniali del nostro tempo...
Un capolavoro!

ilmoro88  @  09/12/2015 14:39:49
   7½ / 10
Nel complesso il film non è un capolavoro, e sarebbe anche difficile visto il genere; comunque merita di essere visto per una sola ragione: l'interpretazione di Hawking. Assolutamente magistrale! Forse uno degli Oscar più meritati degli ultimi anni.
Io azzardo il paragone con l'interpretazione di Colin Firth nel Discorso del re, o di Heath Ledger nel Cavaliere oscuro.

sossio92  @  03/12/2015 17:41:29
   8½ / 10
non so quanto sia attendibile questa biografia , ma comunque tratta dal libro scritto dalla moglie , quindi credo lo sia abbastanza , in tutti i casi un film recitato benissimo , emozionante , mette in mostra molti lati umani , consigliatissimo

Juza21  @  01/12/2015 20:53:15
   8 / 10
Il lato umano del più grande astrofisico dei nostri tempi, film intenso, commuovente..

krystian  @  16/09/2015 10:32:38
   10 / 10
Un film a dir poco sensazionale, commovente, toccante e incredibile su quanto l'essere umano possa essere forte (invincibile) dinanzi ad alcuni sfide.
La vera storia di uno dei fisici più eminenti di tutti i tempi e di quanto sia importante non arrendersi mai... MAI!
"PER QUANTO DIFFICILE POSSA ESSERE LA VITA, C'È SEMPRE QUALCOSA CHE È POSSIBILE FARE. GUARDATE LE STELLE INVECE DEI VOSTRI PIEDI".
Film e interpretazioni da lode.

adrmb  @  15/08/2015 18:12:36
   5 / 10
Senza dubbio la mia più grande delusione tra tutti i film candidati agli Oscar del 2015.
Premesse buone, spunti scientifici anche presentati decentemente, in una prima parte che cominciava ad ingranare...

..ma poi... film che vira totalmente sul lato umano, la storia narrata manca di mordente, lineare e senza guizzi (avendo già visto il trailer, come già fatto notare, mi sono spoilerato tutto il film, e questo forse ha decisamente inciso), la componente scientifica, l'unica ancora capace di donare carisma si dissolve quasi completamente, facendo capolino solo qua e là in maniera troppo rapida perché lo spettatore la metabolizzi.

Sullo stesso genere ho trovato decisamente più valido 'The imitation game', fornito di un contesto storico decisamente più accattivante.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  03/08/2015 17:34:04
   6 / 10
Bello, bellissimo, non cerca la lacrima e mai eccessivamente stucchevole ma.....ma quello che manca a questo film è una vera anima, è forse una storia talmente positiva, di un'umanità legata da profondo amore che ti chiedi se non sia stato omesso qualcosa.
Talmente abituati al torpido del mondo, troppo nota l'evolversi della storia, non sempre è possibile creare sintonia con un film simile che può poi annoiare.

floyd80  @  30/07/2015 14:56:20
   8 / 10
Una pellicola eccellente che per fortuna non ha il merito di voler strappare la lacrima a tutti i costi, la malattia del protagonista anche se presa seriamente non diventa predominante e anche se la si vede e la si sente rimane sullo sfondo.
Il film si sofferma prettamente sul rapporto tra Hawking e la sua famiglia, con la Jones che è di una bravura entusiasmante e che a sua volta avrebbe meritato l'oscar, in un ruolo che forse era ancora più difficile di Redmayne.
Un film che cattura lo spettatore, con una morale banale ma meravigliosa: non arrendersi mai.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  24/07/2015 22:01:31
   6½ / 10
Marsh è più interessato all'aspetto umano di questa storia che a quello scientifico.
La storia viene raccontata in maniera lineare, per avvicinare lo spettatore all'uomo e non al fisico Stephen Hawking.
Brillanti gli attori, soprattutto Eddie Redmayne.
Nonostante tali pregi non posso non ammettere di essermi a tratti annoiata durante la visione.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  01/07/2015 18:06:11
   7 / 10
Buon film sulla vita di Stephen Hawking. Davvero bravo Eddie Redmayne.

davmus  @  26/06/2015 11:41:55
   8 / 10
Bella storia, ben raccontata....con tanta gioia nel dolore!
Bello!

canepazzotanner  @  24/06/2015 17:22:35
   9 / 10
Rispetto a THE IMITATION GAME, uscito più o meno nello stesso periodo, qui ci si concentra di più sull'aspetto umano del protagonista piuttosto che sulle sue scoperte scientifiche. Questa scelta, discutibile per certi versi, alla fine si dimostra azzeccata e grazie a una prova davvero ottima di Eddie Redmayne soprattutto, ma anche di Felicity Jones ne viene fuori un film davvero emozionante e commuovente.
Riesce a farci apprezzare il genio di Stephen Hawking sotto un altra luce più intima e personale.

1 risposta al commento
Ultima risposta 24/06/2015 17.46.41
Visualizza / Rispondi al commento
AMERICANFREE  @  20/06/2015 22:53:49
   8 / 10
Piacevolmente sorpreso da questo film, mi sono molto emozionato e provato ammirazione per questo grande uomo. Meritato l'oscar per il protagonista, davvero perfetto nel ruolo. Lo consiglio

crimal9436  @  08/06/2015 14:15:48
   8 / 10
Sono un amante del genio, delle biografie del genio, del film che anche non troppo fedelmente ripercorrono la vita e le opere di un genio.
Sono rimasto un po' deluso da questo film perchè si dice poco del genio di Hawking e si concentra, troppo, sulla sua vita sentimentale.
Cmq vale la visione

Alex22g  @  04/06/2015 07:20:48
   9½ / 10
Il film l 'ho trovato girato bene e con un cast generale in parte. Trattandosi di un biografico trovo che il materiale a disposizione e'stato gestito molto bene e tutto si comprende in maniera chiara.
Hanno deciso di concentrarsi maggiormente sull'uomo piuttosto che sul profilo scientifico e hanno azzeccato i tempi da dedicare ad entrambi questi aspetti . La trama è interessante e non si limita a raccontare una storia ma bensi'a far riflettere tutti, se si ha la voglia /capacità di farlo. Redmayne bravissimo davvero ,ha meritato l 'oscar per quanto mi riguarda e adesso posso dirlo senza riserve ( ero molto scettico inizialmente vista anche la bravura degli altri candidati ) .Un film che emoziona e merita di essere visto.

Giovans91  @  03/06/2015 12:20:58
   7½ / 10
Eddie Redmayne un attore britannico fenomenale, uno che è riuscito ad interpretare lo scienziato in modo sublime, perfetto. Si è riuscito a calare nel personaggio in una maniera eccelsa, raccontando l'evolversi della bruttissima malattia di Stephen Hawking, raccontando con gli sguardi la sua vita, un compito sicuramente molto arduo.
"La teoria del tutto" è un lungometraggio strettamente biografico, molto lineare nel suo girato che non si perde mai in cose inutili e riesce a riassumere in breve il percorso psicologico e fisico del protagonista.

steven23  @  19/05/2015 14:33:07
   7 / 10
Ammetto di aver visto il film principalmente per la curiosità nata attorno all'interpretazione di Redmayne, prima candidato e poi vincitore dell'Oscar.
Ebbene, l'interpretazione del giovane attore britannico è la perla che impreziosisce un film tutto sommato ben fatto e diretto con mestiere, ma che, a mio modesto parere, mantiene un'eccessiva linearità dall'inizio alla fine. Pochi spunti degni di nota, qualche buona inquadratura, ma sempre l'impressione che manchi un po' di coinvolgimento, d'interesse per colui che rimane una delle più importanti ed eminenti personalità del novecento.

A limitare questa sensazione ci pensa appunto Redmayne con una performance assolutamente fantastica e tranquillamente in grado, da sola, di reggere l'intero peso della pellicola. Il mantenimento della medesima espressione in scene spesso piuttosto lunghe, la scomodissima posizione sulla sedia a rotelle, e poi una somiglianza notevole con il vero Hawking grazie anche all'ottimo trucco... insomma, davvero impressionante, non c'è che dire.

Per quanto riguarda la scelta, invece, di soffermarsi maggiormente sul lato privato dell'astrofisico britannico non me la sento di penalizzarla più di tanto. In fondo era immaginabile, se non altro per la maggior presa sul pubblico di una storia d'amore travagliata e ricca di ostacoli piuttosto che delle svariate teorie sfornate degli anni dallo stesso Hawking. L'unico problema sta proprio in quello che ho detto poco sopra sulla linearità della vicenda, per il resto rimane una pellicola onesta e ben fatta... una visione la merita senza dubbio.

wicker  @  10/05/2015 19:59:47
   6 / 10
Progetto molto scolastico nell'impostazione e nello sviluppo..
Nel senso che è il classico biopic molto lineare come trama,molto prevedibile come eventi,molto semplicistico nello scontato finale...
Non ha la passione di "A Beautiful mind",non ha il genio sregolato di "will Hunting",è retto sola dall'ottima recitazione del protagonista ..
non approfondisce nè il lato umano delle personenè quello scientifico della fisica.
Son rimasto un pò deluso!.

Charlie Firpo  @  30/04/2015 10:36:02
   7½ / 10
Film ben costruito che si avvale di un' intepretazione di grande rilievo da parte del giovane Eddie Redmayne, forse nella seconda parte affiora un po' di lentezza ma nel complesso è un film equilibrato.

Da vedere.

BlueBlaster  @  20/04/2015 02:44:27
   7½ / 10
Interessante biopic su uno dei più noti ed importanti luminari del nostro secolo.
Praticamente, a grandi linee, la vita di Stephen Hawking è raccontata tutta con particolare attenzione alla sua vita privata...l' amore con la donna della sua vita e la terribile piaga della malattia degenerativa che non gli impedì di vivere una vita ricca di onori e soddisfazioni sia accademiche che famigliari.
Il film alla fine diventa un inno all'amore che risulta essere la vera Teoria del Tutto.
Ora capisco perché Eddie Redmayne si è portato a casa l'Oscar...nessuno può negarglielo! Bravissimo ed incredibilmente somigliante, specie nella parte finale del film che è la più difficile (merito anche del trucco che lo rende identico) perché lo scienziato ormai è praticamente un vegetale pensante. Non è facile recitare buona parte del film solo con espressioni...Redmayne è riuscito ad emozionarmi non poco e a trasmettermi ogni singolo stato d'animo del personaggio.
Bella la colonna sonora, bravissima anche Felicity Jones, buonissima la regia...
In tutta sincerità non nascondo che le due ore sono a volte pesanti, visto anche la tipologia di film ma tanto di cappello agli sceneggiatori che hanno concentrato una "vita del genere" in 120 minuti.
Comunque mai noioso perché una storia così non la vedi tutti i giorni...la forza di volontà supera davvero ogni barriera!

sagara89  @  17/04/2015 19:13:27
   9 / 10
Una meravigliosa storia biografica di uno dei piu grandi scienziati dei nostri tempi. Colonna sonora e fotografia spettacolari e recitazione del protagonista assolutamente da oscar.

Alex2782  @  28/03/2015 23:30:58
   5 / 10
Film di un piattume bibblico, fortunatamente il protagonista vale la visione, per il resto tutto noioso

Macs  @  28/03/2015 10:59:11
   5½ / 10
Film abbastanza noioso e piatto. L'interesse nel portare sullo schermo la vita di Hawking non credo sia solo quello di mostrare la degenerazione della sua malattia, come invece accade in questo film: ne risulta una storia non particolarmente interessante o diversa da quella di un qualunque malato. Si doveva puntare molto di più sulla genialità del personaggio, avere un minimo di coraggio in più e "sporcarsi" le mani parlando un po' delle sue teorie e della sua visione dell'universo, della fisica e del tempo. Invece la paura di allontanare il pubblico dei profani dev'essere stata molto forte. Non mi intendo di astrofisica, però ho letto "Dal Big Bang ai buchi neri", mi è piaciuto e l'ho anche capito. Se è successo a me, penso possa succedere a chiunque. Invece le scelte di sceneggiatura sono state iper-conservative e inutilmente prudenti: ne risulta un film piatto, senza guizzi, che la fotografia da kolossal e la colonna sonora da filmone salvano solo in parte. Osare un po', che diamine.

TheLory  @  09/03/2015 18:17:58
   6 / 10
Se come me avete già letto la biografia di Hawking o visto qualche documentario su di lui, secondo me potete tranquillamente evitare questo film, visto che non c'è nulla di più.
Detto questo, il film è interpretato e realizzato ottimamente, ma solo se siete profani in materia, altrimenti si sbadiglia. Quindi non so che voto mettere... tirerò il dado... è venuto 6!

3 risposte al commento
Ultima risposta 09/03/2015 23.43.19
Visualizza / Rispondi al commento
Strix  @  03/03/2015 02:48:57
   7½ / 10
Non ha senso bollare la pellicola come "troppo poco tecnica". E' tratta da una biografia, è ovvio che si incentri più sulla vita straordinaria di Hawking, piuttosto che sulle sue scoperte, che non vengono approfondite troppo ma nemmeno vengono trattate con superficialità.

Oscar a lui strameritato, e anche la Jones è brava (ma per favore ditele di sistemarsi l'arcata dentale inferiore); la regia e la colonna sonora sono di pregevole fattura.

L'unico limite, che non lo rende un capolavoro, è che essendo una biopic sai già cosa aspettarti, non ci sono sussulti narrativi, l'andamento è coinvolgente ma comunque piatto.

Ma una o anche più visioni, le merita tranquillamente.

Oskarsson88  @  27/02/2015 01:55:42
   6½ / 10
Bravissimo l'attore protagonista ma la storia in se è un po' scialba, ed approfondisce poco la genialità del protagonista.

william sczrbia  @  27/02/2015 01:29:28
   7 / 10
interessante ma entra poco nel pensiero e rimane molto sulla vita di steve

marcogiannelli  @  23/02/2015 23:12:28
   7½ / 10
quoto The Gaunt nel suo commento

641660  @  22/02/2015 21:56:28
   7 / 10
Buon pseudo docufilm, ultimamente vanno di moda.

Il protagonista svolge egregiamente il suo lavoro. Non ho mai avuto l'impressione fingesse i sintomi della malattia.

Qui ci si emoziona ed alla fine si vuole conoscere più sul personaggio reale.
A tal riguardo segnalo Hawking (2013) . Un documentario vero sul protagonista. Meglio ancora di questo adattamento cinematografico!

"Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo"...non l'ho mai letto e adesso mi toccherà farlo! Lo sapevo che questo film mi avrebbe fatto venire qualche idea malsana...
:)

James_Ford89  @  22/02/2015 01:25:34
   8 / 10
Un Redmayne da Oscar per un film emozionante, sì, ma che si concentra quasi esclusivamente sulla malattia e su quanto sia stato difficile affrontare il tutto, lasciando volutamente la mente brillante di Hawking in secondo piano. D'altronde il film è ispirato e tratto dal libro "Verso l'infinito" dellla stessa ex signora Hawking, quindi va bene così.

Lagavulin70  @  16/02/2015 22:07:24
   7 / 10
Biopic tradizionale, confezionato con tutti i crismi per piacere all'Accademy, impreziosito da ottime interpretazioni (straordinario E. Redmayne) e delicate e mai invadenti musiche. Eppure proprio analizzando questi 2 aspetti (forse i punti forti più evidenti) occorre dire che 1) l'interpretazione è "avvantaggiata" dal dover modificare il corpo e l'espressione, di certo un gran merito, ma ritengo (forse sbagliando) che in tal senso si è avvantaggiati per la vittoria agli Oscar (l'Accademy premia sempre chi interpreta malattie, difetti, handicap, chi dimagrisce o chi ingrassa....), ma si perde qualcosa nell'intensità, nel fascino, nel carisma dell'attore; e 2) in una colonna sonora originale non si può (non di DEVE) inserire nella scena più importante e significativa, o peggio ancora in quella che rimarrà nella testa dello spettatore un brano non più originale ma "bellissimo", struggente, affascinante scritto e composto da altri e già sentito ovunque (vedi "Arrivals of the Birds & Trasformation" della Cinematic Orchestra). Voglio dire, è da "paraculi"... in cerca di Oscar!!!
Tornando al film, non ho eccezioni particolari, anzi, in tutta onestà, mi aspettavo fosse più "spinto" alla ricerca della compassione e invece, il "Tutto" (del titolo) è nel possibile (tema, teoria e malattia) quasi leggero. Gli eventi accadono, ma non ci sofferma troppo e i momenti più lenti sono, come detto, accompagnati da una buona musica e da buone interpretazioni. Personalmente non mi sono sentito coinvolto, ma immagino che possa far venire voglia di piangere

Tango71  @  16/02/2015 20:12:09
   10 / 10
Le possibilità dell'infinito. Bello e commovente, l'amore tra Stephen e Jane è palpabile. La performance di Redmayne è incredibile. Il film esplora il significato del vero amore e le lotte di imparare ad adattarsi ad una vita con una disabilità e gli effetti che ha nella vita sociale. Finale Stupendo, musiche da oscar!

faber  @  16/02/2015 10:49:05
   8 / 10
Commuove, cattura l'attenzione e fa riflettere. Per tutta la sua durata.
E per un film che tratta un tema così delicato è già un successo. Bravissimi i due attori protagonisti, giustamente candidati agli Oscar, buona anche la regia, lineare e mai troppo stucchevole. La sceneggiatura sceglie di concentrarsi principalmente sulla vita privata dello scienziato, dalla malattia al rapporto con la moglie, semplificando volutamente i contenuti della sua ricerca e della sua carriera, per non risultare troppo pesante.
Inevitabile richiamare alla memoria "A beautiful mind", un film simile per trama e sviluppo, che resta a mio parere una spanna sopra come spessore, anche se questo ha il pregio di risultare più scorrevole e di facile visione.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

barone_rosso  @  15/02/2015 19:29:52
   6 / 10
Non si puo' dire che sia un brutto film, nè che il protagonista reciti male... Il problema è che la regia è un po' piatta... E secondo me commette un grosso errore: mentre la disabilità di Hawking viene messa in primo piano, passa totalmente inosservata dal regista la sua intelligenza. Gli unici riferimenti alla sua teoria sono banalissime e per nulla approfondite frasi messe qua e là. I suoi interventi all'università sembrano a livello di scuola elementare. Questo non è il vero Hawking.

Gruppo COLLABORATORI julian  @  13/02/2015 21:43:33
   7 / 10
Sono molto convinto che set e setting siano decisivi nella valutazione di un film e devo ammettere che La teoria del tutto mi ha emozionato, tuttavia a un'analisi più oggettiva non andrò oltre il 7.
Per uno strano e tristemente ironico destino, la mente più brillante dei nostri tempi è stata rinchiusa in un corpo atrofico e incapace di gestire le più comuni azioni quotidiane, quasi che il regista dell'universo volesse rendere ancora più arduo il disvelamento dei suoi segreti. Viene spontaneo a questo punto pensare che il cervello umano, quando sia in grado di penetrare i concetti più oscuri del mondo, di riflesso perda l'efficienza, quando non la totale capacità, di controllare il pesante fardello che gli è stato affibbiato.
Il film, più che sulla matematica di Hawking che ci sarebbe completamente incomprensibile, si concentra sul sovrumano sforzo fatto per non perdere la sua mente e lasciare le sue riflessioni nell'oblio, ma soprattutto sul decisivo ruolo di Jane Wilde, senza la quale probabilmente niente sarebbe stato possibile.
Una prima parte molto convenzionale e piatta, acquista interesse con l'insorgere della malattia, ma il film si nutre appieno della storia e gli basta adagiarsi, anche con un pò di furbizia, su di essa e sulla grande interpretazione di Redmayne per risultare una visione piacevole.
Una storia sulla fisica, ma ancora una volta sono gli affetti umani a muovere i fili, a meritare la nostra attenzione, compassione e comprensione e a rappresentare la grande incognita, il mistero finale.

corey  @  12/02/2015 12:08:54
   7½ / 10
Non è proprio il mio genere di film e mi sono deciso comunque a guardarlo visto che sto proseguendo alla visione dei film candidati agli Oscar 2015.. Probabilmente ho trovato chi merita l'Oscar come miglior attore protagonista ed è Redmayne, un'interpretazione enorme e commovente. Probabilmente la storia è troppo basata sulla malattia del grande Hawking tralasciando la parte scientifica però credo sia stata scelta precisa del regista, tutto ruota sulla concezione del tempo che si porta via il corpo del protagonista ma ne lascia intatta o quasi la sua mente straordinaria. Bello il finale con una sorta di flashback della vita di Stephen tanto per rimanere in tema di tempo.

atreides  @  10/02/2015 13:03:34
   6 / 10
tolta l'ottima interpretazione di redmayne, il film di per sé non è eccezionale, parlo del film, non certo della vita di hawking.
è certamente commuovente, ma l'ho trovato superficiale in determinati momenti,forse un po' troppo romanzato.

tania  @  10/02/2015 07:12:51
   9 / 10
Bebo89  @  08/02/2015 00:32:14
   6½ / 10
Grande prova di Eddie Redmayne che interpreta con fedeltà il protagonista del film. Devo dire che le aspettattive si sono rivelate più alte del previsto, infatti specialmente durante la seconda parte del film si toccano tematiche che definisco "commerciali", non andando invece a sviluppare come si deve i punti che hanno reso Stephen Hawking una celebrità a livello mondiale, peccato. In definitiva è un buon film, ma che poteva essere sviluppato in modo molto migliore.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  05/02/2015 20:57:45
   7 / 10
Scienziato geniale, il dramma della malattia e il riflesso nel rapporto con la moglie. Nelle sue ovvie diversità, l'incedere narrativo ricorda molto Beautiful mind di Howard. A Marsh interessa maggiormente la malattia di Hawking rispetto alle sue scoperte scientifiche. Una malattia invalidante che si comporta in maniera analoga ad un buco nero che annulla tutto e principalmente quella mente brillante, capace di spaziare nella ricerca dei segreti dell'universo, ma in apparenza condannata al mutismo di un corpo che si avviluppa su stesso e trascinando dentro il rapporto sofferto con la moglie, sposa e poi improvvisata infermiera/segretaria. Una battaglia per smentire i medici che lo avevano condannato ad una breve vita, riuscendo in tutti i modi di non condannare almeno la mente al mutismo. Pur non uscendo da una certa convenzionalità, il film è solido nella sua confezione e nella sceneggiatura. Riesce ad offrire momenti toccanti (il semplice desiderio fisico di raccogliere una penna) ed una buona prestazione degli attori.

Eraserhed  @  05/02/2015 13:42:38
   7½ / 10
Quoto la maggior parte dei commenti dove si fanno i complimenti all'attore anche perchè interpretare un ruolo così non dev'essere per niente facile, per il resto posso dire che sinceramente mi aspettavo di vedere un qualcosa di più "scientifico" nonostante sapessi che stavo andando a vedere una "storia d'amore", come già detto superlativi i due protagonisti e la colonna sonora però sono rimasto un po' con l'amaro in bocca...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Invia una mail all'autore del commento Schuldiner  @  04/02/2015 00:57:42
   5½ / 10
sinceramente mi aspettavo molto di più da questo film, invece è risultato abbastanza piatto e scontato

Sbrillo  @  03/02/2015 16:51:44
   10 / 10
La Teoria del Tutto, ultima fatica di James Marsh (già vincitore del premio Oscar come miglior documentario nel 2008 con Man on wire), narra la vita dell'inglese Stephen Hawking, uno dei più influenti astrofisici del secolo.

Il film, tratto dal libro Travelling to Infinity: My Life With Stephen scritto dalla moglie Jane, mette in risalto il loro vissuto insieme, la loro storia d'amore e la loro vita personale.

Cambridge 1963 è la data che compare all'inizio del film, e ne comparirà soltanto una sul finale, infatti il regista ha omesso le date temporali durante lo svolgimento del film, credo volontariamente per non distogliere l'attenzione dalle situazioni principali che i protagonisti attraversano nel corso della loro vita.
Lo scorrere del tempo è comunque ben sottolineato dal trucco, dai vestiti, dall'evolversi della malattia, dalla straordinaria bravura dei protagonisti Eddie Redmayne e Felicity Jones.

La regia, la fotografia e la trama stessa sono lineari, morbidi e delicati, ed è proprio in questa semplicità la forza del film, la semplicità di un amore puro e vero che va oltre la malattia e permette di superare i problemi che la vita oppone.

Un film che ha "il tempo" come trama principale, il tempo come quello che ogni umano ha da vivere, il tempo diviso tra le gioie e i dolori, quelle vittorie e quei fallimenti che ognuno incontra nella propria esistenza, il tempo come relazione "spazio/tempo", punto di domanda principe della vita di Hawking, il tempo, come le 2 ore trascorse in sala, affascinati dall'incredibile vita di questo uomo.

Certo, chi si aspettava un film sulle innovazioni apportate in campo scientifico da parte di Hawking rimarrà deluso; esse vengono accennate e dosate al punto giusto, tanto da non ometterle e tanto da non annoiare lo spettatore medio che ha poco a che vedere e a cui poco interessa l'astrofisica.

Le emozioni in questo film si consumano, si susseguono, ti dilaniano nei momenti topici e più drammatici, e questo merito sicuramente, oltre che al regista, va alla straordinaria performance dei protagonisti.

(Va a Eddie Redmayne che dopo mesi a studiare i malati del motoneurone, interpreta al dettaglio ogni singolo movimento tanto motorio quanto facciale, da sembrare un vero malato egli stesso! Lo stesso Hawking ne è rimasto colpito favorevolmente, tanto da affermare che sembrava essere lui nel film per la perfezione raggiunta; perfezione che è valsa già un Golden globe ma che è costata anche un bel po' di visite dall' osteopata per rimettersi in sesto a fine riprese...non mi dispiacerebbe, onestamente, se l'Oscar andasse a lui)

La narrazione mette l'accento su situazioni umane in maniera impeccabile, trattando il tutto senza mai essere inopportuna ma con la massima delicatezza possibile, che abbinata ad una colonna sonora (anche essa già premiata con il Golden Globe) a dir poco perfetta, ne sottolinea l'intensità e il susseguirsi di emozioni che lasceranno indifferenti solo i cuori più insensibili o chi da questo film si aspettava chissà cosa!

Quindi per concludere, un film, una storia vera candidata a 5 premi Oscar che sicuramente merita una visione...

Concludo con una provocazione, rispondendo ad Hawking che definiva "La cosmologia come la religione degli atei intelligenti" dicendo: sarà pure così, ma mentre il cosmo e la scienza ti avevano dato 2 anni di vita, forse Dio te ne ha concessi qualcuno in più!

il ciakkatore  @  02/02/2015 18:14:47
   9 / 10
Bello perchè il protagonista merita l'oscar per l'interpretazioni,ottima colonna sonora,insomma un film per me da vedere assolutamente

Niko.g  @  02/02/2015 12:08:28
   8 / 10
Storia lineare, intensa e toccante. Celebrazione indiretta di Jane Hawking, dell'amore e della speranza dimostrati nella sua vita, che sul grande schermo alcuni hanno tradotto come buonismo e retorica (ah ah ah).
L'inizio è forse un po' frettoloso e la conoscenza di Jane è troppo rapida per giustificare il fortissimo legame che si svilupperà con Stephen. Però ci si appassiona presto alle sorti di quest'uomo schiacciato dalla malattia, grazie all'incredibile interpretazione di Eddie Redmayne, lanciato a tutta velocità verso l'Oscar. E' lui, col suo sguardo folgorante e l'immedesimazione assoluta, a rendere questo film indimenticabile, ma anche l'Oscar come "miglior film" sarebbe più che meritato (sempre che la compagine gay dell'Academy si riprenda dai colori rosa confetto e blu fiordaliso del Grand Budapest Hotel).
Regia equilibrata e mai invasiva, dialoghi lucidi ed efficaci. Bravi tutti.

BrundleFly  @  02/02/2015 10:39:45
   7½ / 10
Non avevo altissime aspettative per questo film, anche a seguito di quello che mi era stato riferito da conoscenti che l'avevano visto prima di me.
E' stata invece una bella sorpresa: la storia raccontata è bellissima e commuovente e nonostante tutto non annoia mai.
Mi sa che è abbastanza scontato a chi andrà l'Oscar quest'anno, visto anche che Redmayne si è rovinato a vita la schiena per interpretare l'astrofisico più famoso del nostro tempo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  31/01/2015 00:14:56
   6½ / 10
In maniera anche troppo lineare viene raccontata una parte di vita del piu' grande astrofisico dei nostri tempi. Il film ha il pregio (uno dei pochi) di farci conoscere una parte dell'esistenza di Hawking diversa da quella che si possa immaginare...
Inizialmente assistiamo allo scontro di "fede" tra i due protagonisti, scontro che va scemando durante la pellicola...peccato.
Si perche quando si esce dalle aule dell'universita' il film diventa piatto... la storia d'amore, o dovremmo dire LE storie d'amore, prendono il sopravvento su tutto, tanto che alla fine rimane l'amaro in bocca per un occasione sprecata.
Tra le candidature agli oscar penso abbia speranza solo il protagonista nel classico "ruolo da oscar", per il resto non lo considero uno dei migliori film dell'anno come ha fatto lacademy.
Una curiosita': il protagonista si gioca l'oscar (a quanto dicono) con il protagonista di "The imitation game"...curioso come proprio Benedict Cumberbatch in passato abbia interpretato il professor Hawking!

Matteoxr6  @  29/01/2015 22:04:34
   5½ / 10
Protagonisti ottimi, in particolare l'interprete di Hawking. Detto questo, robetta, diciamolo. Il regista ha mai visto "Il mio piede sinistro" o, al limite, "Shine"? Spero di no, se no non avrebbe scuse. Sicuramente ha visto "Mare dentro", prendendo spunto da una delle parti più significative di quel film per girare la scena finale della penna. Marsh si limita a proporre una didascalia molto semplice della vita del fisico, appoggiata dalla semplicistica storia coniugale. Sinceramente non ero partito con grandi pretese, ma quando ho visto la contrapposizione-attrazzione tra "lettere" e "fisica", quindi tra trascendenza e immanenza, tra due filosofie di intendere la vita, l'amore, il mondo, il senso delle cose e il modo perciò di affrontare da prospettive diverse tutto (sia il microcosmo, sia il macrocosmo), mi sono quasi illuminato, ma è durata poco. Ecco, quello sarebbe stato uno spunto molto interessante e che avrebbe dato un senso al girare un film su una coppia del genere, e non semplicemente una trama già vista e rivista. Insomma, gli attori per me salvano tutto, ma chiaramente non può bastare.

Federico  @  29/01/2015 11:38:29
   7½ / 10
film molto bello il cui unico difetto è forse quello di voler "vincere facile" con una storia fatta di buone persone e buoni sentimenti. I protagonisti ci mettono però molto del loro nella riuscita di questo film che è sicuramente tra i migliori della stagione.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  29/01/2015 02:18:12
   7½ / 10
Dopo "the imitation game" ecco un altro buon film, bello e profondo per molti versi, controverso per altri. Credo dipenda da questa sorta di agiografica posizione verso "il genio" che tratta l'handicap con un sottile filo di accomodante buonismo. Un po' "Shine" o ancora "My left foot" riletti alla luce della scienza per un protagonista che, guardacaso, suscita empatia e simpatia SOLO quando la malattia comincia ad aggravarlo fisicamente. Probabilmente pochi non eletti al rango di geni porterebbero con se' i rami dell'affetto planetario, in certe condizioni fisiche. Lo dico con vergogna, conoscendo indirettamente, anche per il lavoro che svolgo, l'emarginazione sociale in casi del genere. Tuttavia i due attori sono straordinari, e diversi fotogrammi - come quando Stephen cerca invano di raggiungere il figlioletto sulle scale, vs sguardi incrociati di una difficile paternita' sono indimenticabili. Sono convinto che cio' che spinga l'Uomo a superare certi steccati sia anche una necessaria forza spirituale, malgrado la laicita' scientifica del personaggio. E' tutta qui, e non e' poco, la forza di un film che racconta le ferite temporali di una morte annunciata accantonata al servizio di una vitalita' insolita, anticonformista e infinita. E' la bellezza di una vita per un film che si vorrebbe laico, ma intrinsecamente ha qualcosa di religioso

Light-Alex  @  28/01/2015 20:53:26
   4½ / 10
Esco abbastanza deluso dalla visione di questo film.
Secondo me questo "La teoria del tutto" toppa da tutte le parti. Diciamo che è principalmente la storia di una persona affetta da handicap, questa è la linea guida del film. Si ripercorre la lenta degenerazione del corpo del fisico Stephen Hawking mentre la sua mente resta negli anni lucidissima. Assieme alla lenta caduta del corpo vengono narrati gli sviluppi delle relazioni umane che Hawking intreccia nella sua vita.

La storia può essere il modello di una qualunque esistenza minata da un forte handicap. Ci sono le reazioni del malato, dall'iniziale rabbia, alla rassegnazione alla lotta per dare un senso alla propria vita, e ci sono le reazioni dei familiari, l'amore che ti porta a combattere un male più grande di te, il sacrificio, il dolore, la paura di non farcela, l'annullarsi per sostenere il malato finendo per diventare una vittima stessa.

Tuttavia il tutto è trattato in maniera molto piatta, scontata, didascalica. Non coinvolge, non si riesce ad andare oltre la vicenda particolare di Hawking. Manca di universalità, manca di quel qualcosa che possa far emozionare anche chi nella vita non è mai stato sfiorato dal problema dell'handicap.
Chiaramente si soffre il disagio e la difficoltà del protagonista, così come la sua voglia di dare un senso alla sua esistenza, purtroppo però il tutto diventa un polpettone retorico che non si vede l'ora che finisca.

Altrettanto il film è un buco nell'acqua dal punto di vista tecnico-scientifico. Le teorie vengono tutte citate superficialmente, in maniera poco attraente per i neofiti di scienza e fisica, ed in maniera eccessivamente semplicistica per chi invece se ne intende. Credo di non dire un'eresia nell'affermare che da questo film non si evince minimamente perché le teorie di Hawking lo hanno reso tanto celebre. Insomma non soddisfa nessuno.

Insulsa la parte di storia amorosa tra la moglie e l'amico corista. Ok, sarà un episodio vero che andava narrato, ma il come è stato narrato mi ha fatto cadere le braccia per terra.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Nota di merito solo per l'attore protagonista Eddie Redmayne, trasfigurato per la parte. Peccato che il film che ruoti intorno a lui sia ben poca cosa.
La storia di Hawking è incredibile ma in questo film è raccontata incredibilmente male.

3 risposte al commento
Ultima risposta 29/01/2015 14.15.24
Visualizza / Rispondi al commento
TheLegend  @  28/01/2015 16:28:39
   6½ / 10
Film abbastanza scontato che mi ha intrattenuto ma mai stupito.
Tutti gli argomenti sono trattati con una certa "leggerezza" di fondo che me lo ha fatto sembrare, a tratti, poco sincero.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  27/01/2015 23:13:18
   4 / 10
Se devo giudicare il film l'avrei titolato " la teoria del nulla" mi sono annoiato a morte . Un film inutile senza togliere al genio dell interpretato .

luis 98  @  27/01/2015 22:37:13
   4½ / 10
vorrei ricordare agli utenti che bisogna valutare il film non la storia di hawking...

il film è abbastanza scontato e prevedibile e a parte la magnifica interpetrazione di redmayne non rimane molto...

è sicuramente un buon film ma sinceramente non mi è piaciuto piu di tanto poiche la noia regna sovrana e il tutto è girato per far scendere la lacrima(un po troppo macchinoso)

4.5 solo per redmayne

marimito  @  27/01/2015 21:16:06
   7 / 10
La trama vale tutto il film e del resto il mistero e la magia legata alla vita di Hawking non può non appassionare. Uno scienziato che ha sbaragliato la scienza con la sua stessa esistenza.
D'altro canto il film appare per alcuni tratti eccessivamente romanzato; una moglie che lotta da sola contro la malattia del marito mentre cresce da sola due figli e si ricorda di se stessa e che non può farcela dopo almeno 8 anni; qst come altri passaggi logici o forse illogici che rendono la pellicola forse un po' surreale.
Nonostante tutto merita di essere visto per l'elevato insegnamento morale ed umano che porta con sé.

Bono Vox  @  27/01/2015 00:08:08
   7½ / 10
Un film pieno di emozioni, sentimenti, amore e voglia di vivere. La vita di un uomo che nonostante non può parlare, camminare e fare qualsiasi attività motoria, sa fare con la testa molte più cose di più persone messe insieme. Magistrale l'interpretazione di Redmayne, davvero commovente e sorprendente anche la Jones. Film che riceverà sicuramente degli oscar.

pernice89  @  26/01/2015 13:54:04
   9½ / 10
Questo film è un capolavoro. Certo forse delude un po' chi si aspettava un risvolto più tecnico del film, ma forse non era quello che si voleva far vedere in questo film. E' veramente un film di struggente bellezza, che emoziona e che ti fa sprofondare a 360° nella vicenda, quasi dimenticandoti di essere in una sala di un cinema. Eddie Redmayne è spettacolare, sicuramente da Oscar. Per me è un film indimenticabile, l'ho visto 3 giorni fa e ancora mi soffermo a pensarci. Altri che hanno scritto prima di me hanno ragione: fatevi un regalo, andatelo a vedere.

Invia una mail all'autore del commento albatros70  @  24/01/2015 10:54:18
   7½ / 10
Decisamente un buon film, ti cattura dall'inizio alla fine pur senza particolari picchi o sconvolgimenti di trama. La struttura è abbastanza lineare, incentrandosi più sulle vicissitudini familiari e legate alla malattia di Hawking che non sulle reali innovazioni in campo scientifico. Ottima la prova dell'intero cast ma Redmayne si avvia decisamente ad essere uno dei papabili candidati ad alzare la statuetta.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in francealla corte di ruth - rgbamerican animalsancora un giornoannabelle 3arrivederci professoreasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgame
 NEW
baby gang (2019)banglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimo
 NEW
birba - micio combinaguaiblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaocarmen y lolache fare quando il mondo e' in fiamme?christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredaitonadentro caravaggio
 NEW
di tutti i coloridicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriadomino (2019)due amici (2019)
 NEW
edison - l'uomo che illumino' il mondoescape plan 3 - l'ultima sfidafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposail flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil segreto di una famigliail traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla bambola assassina (2019)la caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malela mia vita con john f. donovanla prima vacanza non si scorda mail'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatolucania - terra sangue e magial'ultima oral'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema (2019)ma cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormalnureyev. il mondo, il suo palcooro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'
 NEW
passpartu': operazione doppiozeropet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidpowidoki - il ritratto negatoprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleaners
 NEW
raccolto amarorapina a stoccolmarapiscimired joanrestiamo amicirocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfie
 NEW
serenity (2019)sharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'edensir - cenerentola a mumbai
 NEW
skate kitchensoledadsolo cose bellespider-man: far from homestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abisso
 NEW
the deepthe elevatorthe intruder (2019)the mirror and the rascalti presento patricktorna a casa, jimi!toy story 4tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna famiglia al tappetouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark web
 NEW
vita segreta di maria capassowelcome home (2019)wolf call - minaccia in alto marewonder parkx-men: dark phoenix

990006 commenti su 41672 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net