le foto di gioia regia di Lamberto Bava Italia 1987
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

le foto di gioia (1987)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LE FOTO DI GIOIA

Titolo Originale: LE FOTO DI GIOIA

RegiaLamberto Bava

InterpretiSerena Grandi, Capucine, Daria Nicolodi, Sabrina Salerno

Durata: h 1.34
NazionalitàItalia 1987
Generethriller
Al cinema nel Luglio 1987

•  Altri film di Lamberto Bava

Trama del film Le foto di gioia

Nella villa di Gioia, proprietaria di una rivista per soli uomini, viene assassinata una modella, testimone un ragazzo paralizzato che abita nella casa adiacente. Al primo omicidio ne seguono altri, accompagnati da messaggi fotografici e minacce contro Gioia. La polizia sospetta di Flora, proprietaria di una rivista concorrente, ma la realtÓ Ŕ ben diversa e sarÓ proprio il vicino paralitico a risolvere in extremis la situazione.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,19 / 10 (21 voti)5,19Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Le foto di gioia, 21 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

alex94  @  02/04/2020 19:48:34
   5 / 10
A metà strada tra il giallo e l'erotico questo filmetto di Lamberto Bava si rivela piuttosto deludente.
La sceneggiatura è risibile e se si conosce un po il genere non è così difficile arrivare facilmente al individuazione del colpevole, gli attori sono uno più cane dell'altro,non fa eccezione la Grandi.
Si può salvare giusto qualche omicidio, piuttosto feroce, qualche guizzo della regia e le scenografie piuttosto curate.
Non tra i peggiori di questo regista, ma insomma un po scarsino...

Invia una mail all'autore del commento nocturnokarma  @  19/11/2015 19:48:20
   4 / 10
Supercult personale, visto almeno 5-6 volte all'età preadolescenziale in qualche seconda serata Fininvest. Eppure non me lo ricordavo per niente. A parte le grazie di Serena Grandi e l'omicidio cult della Salerno. Ci sarà un motivo: l'assenza di un film!

Al grande figlio del maestro Bava si perdona molto, e alcune idee (le visioni mostruose dell'assassino) non sono da buttare, ma la suspance latita, e il montaggio più che con l'accetta è fatto con lo scotch, quasi a voler raccordare sequenze girate senza una vera scaletta da seguire. Così senza un filo logico si va da un omicidio in vasca con rastrello alla Grandi che fa la sauna nuda. Alcuni personaggi scompaiono nel nulla, altri non si capisce bene cosa ci stiano a fare. Come non amarlo?

Il buon Lamberto ha fatto decisamente di meglio

InvictuSteele  @  19/11/2015 11:00:40
   5 / 10
Un film con un bel potenziale ma che non viene sfruttato bene. Bava, alla regia, è troppo frenetico, il montaggio è scandaloso con parti tagliate a caso e scene che si susseguono senza logica tanto per perdere minuti e allungare la trama. Proprio quest'ultima è molto forzata, eppure riserva idee carine che forse, in mano a un altro regista, sarebbero potute essere preziose. Fotografia praticamente assente, tanto è mediocre e con uso dei colori che fa il verso al vecchio Dario Argento soprattutto durante gli omicidi. Colonna sonora in molti tratti troppo invasiva che stona con le immagini, mentre la bellissima ed evocativa soundtrack principale di Simon Boswell è la stessa utilizzata nel film "Il ragazzo dal kimono d'oro" uscito lo stesso anno. Ciò è davvero scandaloso. Insomma, un horror che ricalca molte pellicole italiane degli anni 70, non proprio malvagio ma con molti difetti, buchi nella trama (tipo il commissario della polizia che non fa niente) e varie forzature. Serena Grandi e soprattutto Sabrina Salerno sono due f@@@ assurde, non a caso vanno in giro sempre nude anche quando non dovrebbero.

1 risposta al commento
Ultima risposta 19/11/2015 19.49.39
Visualizza / Rispondi al commento
deliver  @  18/10/2015 12:54:01
   3 / 10
In due parole: semplicemente irritante.

Bava realizza un film spot per la maggiorata Serena Grandi e tra nudi, seni in tutte le salse e pose hot, c'è qua e là qualche scampolo di trama con annesso giallo mistery.
Parlare di riferirementi e citazioni sarebbe una bestemmia. Un'atmosfera decisamente trash permea questo bruttissimo prodotto che finisce di diritto nel cestone degli Z movies. Ridicole le scene dei delitti, stupidissime le trovate effettistiche per aggiungere qualcosa di inusuale. Evito di toccare anche il tema dei dialoghi: sarebbe come sparare sulla croce rossa.
Verosimilmente con Sotto il vestito niente dei Vanzina, si chiudeva la stagione dello spaghetti giallo. E chiudiamola li. Lamberto Bava era davvero negato sin da allora.
Tenetevene alla larga.

DarkRareMirko  @  24/02/2014 01:59:07
   6½ / 10
Un Bava jr. senza infamia e senza lode, con buon cast e belle atmosfere; visivamente ha un suo perchè, c'è da dire che però incongruenze di script e banalità varie non aiutano.

Bone Salerno e Grandi, discreto cast, spiegazione finale un pò tirata, ma, come altri han detto, un pò di inquietudine c'è.

Pretestuoso, patinato, parapubblicitario ma godibile; qualche rimando a Hitchcock e Argento.

ferzbox  @  29/12/2013 16:42:35
   5 / 10
Lamberto Bava cercò di proporre un Thriller all'Italiana come non se ne facevano dagli anni 70(a parte Argento che ancora qualche regalino ce lo faceva).
A condire il tutto una Serena Grandi come Sex symbol del film(molto in voga durante gli 80).
Il risultato è un pochino imbarazzante;la buona volontà si percepisce un poco;il finale tenta un'approccio d'alta tensione....ma tutto si regge precariamente..
A fine visione rimangono solo le curve dell'affascinante protagonista..la parte thriller è una nuvola di fumo che si dissolve a breve.
Peccato,qualche potenziale elemento poteva avercelo...
...qualche...

ghigo buccilli  @  17/08/2013 23:35:09
   5 / 10
Trash anni '80 di Lamberto Bava, il cugino povero di Dario Argento, ce lo ricorda con l'uso martellante delle musiche e daria nicolodi nel cast. Esilaranti i titoli di testa: compare il costumista di Serena Grandi, che già nei titoli è sempre nuda (a che serviva il costumista con simile protagonista?). Sabrina Salerno interpreta Sabrina, per evitarle lo sforzo di recitare un personaggio che si chiama diversamente da lei. C'è pure un tipo che fa cilecca con Sabrina (ma si può?), mentre George Eastman, l'omosessuale di "regalo di natale" di Pupi Avati, qui cambia sponda e ci dà dentro con serena grandi prima nella vasca da bagno e poi nella sauna (non criticatelo, chiunque al posto suo avrebbe fatto la stessa cosa).

Invia una mail all'autore del commento Il Cartaio  @  09/08/2011 03:43:05
   5½ / 10
Un thriller che vidi molti anni fa e che, complice la mia giovane etÓ, mi aveva colpito parecchio. Rivedendolo oggi posso facilmente attribuire quei vecchi fremori alla facilitÓ con cui un ragazzino si lascia impressionare e soprattutto al chiodo fisso della passera tipico di quegli anni. Si perchŔ in fin dei conti il film risulta una mezza ciofega dove l'espediente "gnocca" Ŕ l'unico motivo per cui non si spegne la TV. La suspance c'Ŕ solo a tratti e spesso si ricorre a scene inutili per allungare il film. La Grandi Ŕ la solita vaccona di sempre e non si smentisce di certo ma in fatto di recitazione... madre de dios!!! Dialoghi e interpretazioni poi di tutti gli altri da censura, belle le musiche.

vodici  @  12/05/2011 15:40:24
   6 / 10
Lamberto Bava, con il suo film, riprende i punti classici del cinema giallo, quello cioè di Bava e Argento (mani guantate, passi fuori campo, ecc). A differenza dei suoi “maestri”, Bava confeziona un giallino un po’ troppo casareccio, dove quasi tutto il cast non convince appieno. Serena Grandi fa bene a mostrare le zinne, ma può fare solo quello, in quanto a recitazione... meglio nn parlarne. Nel compenso ci sono poi alcune scene che fanno venire la pelle d’oca, come nel supermercato. Discreta la sceneggiatura, anche se nn brilla assolutamente per originalità e appena sufficiente la regia. Nel complesso, un film senza infamia e senza lode.

CAMORRISTA  @  13/05/2010 16:12:57
   8 / 10
un thriller da vedere!film che va spesso in onda su telenorba verso mezzanotte!il cast è buono,e ho notato che la villa della grandi è la stessa villa dove hanno girato parecchi film villaggio,banfi,boldi,de sica ec...!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  16/04/2010 09:55:48
   4½ / 10
Thriller di bassa lega che cerca invano di imitare nelle atmosfere e nella suspence i film più popolari di Argento (primo fra tutti Tenebre). Interessante solo per vedere due bombe sexy anni 80 (la Grandi e la Salerno) senza veli. Buone anche le musiche ed il make-up. Il resto da dimenticare

Jumpy  @  27/05/2007 16:48:48
   3 / 10
Da vedere soltanto perchè:

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  15/04/2007 00:22:29
   5½ / 10
Come sottoprodotto (si dice così no?) non è poi così male, e la Grandi cerca senza riuscirci di persuadere lo spettatore di avere un briciolo di talento artistico... certe atmosfere ricordano il primo Dario Argento, ma manca qualcosa, forse proprio la personalità

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  02/11/2006 17:40:35
   4 / 10
Thriller a sfondo erotico che non funziona. Il finale è troppo assurdo e buttato lì.

phemt  @  30/10/2006 14:58:57
   5 / 10
Thriller modaiolo anni 80 firmato Lamberto Bava che si fa ricordare di più per la bellezza e le forme della Grandi e della Salerno che invece per l’effettiva qualità del prodotto… Regia abbastanza piatta, dialoghi mediocri, cast da dimenticare (la Grandi quando parla è inascoltabile), tensione nulla se non nel finale che è la cosa migliore del film e che lo salva da una insufficienza più pesante…

risikoo  @  16/10/2006 21:05:10
   5½ / 10
Giallo anni '80 che punta molto sulle "forme" della protagonista (e della Salerno!). Cast che propone anche buoni attori, ma il risultato complessivo non è sufficiente.

Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  16/10/2006 20:28:33
   6 / 10
MAMMA MIA QUI' SI DIVENTA MATTI CON TUTTA QUELLA PATATINA , RAGAZZI IL MIO VOTO E DI PARTE . IL FILM E LEGGERO E NON E' NEANCHE BELLO , MA LA SALERNO LA GRANDI E LE ALTRE TI FANNO ADDRIZZARE I CAPELLI .........

EVVIVA EVVIVA LA G............................!

6 risposte al commento
Ultima risposta 04/02/2007 14.04.43
Visualizza / Rispondi al commento
bussisotto  @  06/09/2006 16:35:00
   5½ / 10
Un film tipicamente anni '80, patinato e caratterizzato da quel classico tocco osè per attirare un maggior numero di spettatori (cosa che, stavolta, non è successa considerando il flop ai botteghini). Lamberto Bava, proveniente da alcuni horror di successo come i due "Demoni", si lancia nel thriller alla Dario Argento con risultati modestissimi.
Serena Grandi pessima attrice, bella donna.
Il cast ricco (Daria Nicolodi, David Brandon e Capucine) non solleva di molto le sorti della pellicola.
Un piccolo plauso al tecnico delle luci.

clone 1975  @  06/09/2006 16:25:07
   5 / 10
o giuro pensavo nn lo conoscesse nessuno tranne me,l'ho visto tipo 2 mesi fa d notte tardi e se nn leggo sopra il titolo nn me lo ricordo nemmeno.beh buffo dai,non è un bel film ,anzi,alcune sequenze sn caruccie,tipo la morte di quella con le api.Serena grandi recitando non va oltre una sesta abbondante di seno.DARIO E' DARIO,il buon lamberto gli ha fatto da aiuto regista ,ma nn ha appreso granchè,cmq c sn anche thriller peggiori

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Zazzauser  @  10/07/2006 13:13:15
   5 / 10
Beh sì, io ho lasciato che le pugnette se le facesse più che altro il povero ragazzo in sedia a rotelle guardando Serena Grandi. A me personalmente non piace :D
Per il resto è un film di Lamberto Bava che sfiora l'insulso... effetti speciali scarsissimi (si notava chiaro come l'acqua che erano delle finte), altri dettagli semi-trash veramente banali (la telecamera che si colora di tutti i colori come gli occhi dell'assassino), Serena Grandi che al ruolo di attrice non ci crede nemmeno lei ma si limita a mostrare tette e quant'altro, il tutto si chiude con una suspence che fa quasi ridere...
Anche se c'è il nome di Lamberto Bava non si salva quasi niente. E pensare che era fra i bellissimi di Rete 4... in programma c'era qualcos'altro che io ho registrato e al posto dell'altro film mi sono trovato questo... per non buttare via tutto l'ho visto.
Se questo è il modo italiano di fare film horror non ne guarderò molti...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo REDAZIONE Invia una mail all'autore del commento cash  @  10/07/2006 11:42:41
   7 / 10
oh, ecco un bel filmone dell'illustre bava jr..
un bel tentativo di costruire un tipico giallo all'italiana, chiaramente fallito in pieno.
anche se in verità non mancano sequenze vagamente, ma vagamente inquietanti.
ad ogni modo quante pugnette col fermoimmagine, quando ero piccino picciò...
(l'ultima ieri).

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008520 commenti su 44050 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net