leoni per agnelli regia di Robert Redford USA 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

leoni per agnelli (2007)

 Trailer Trailer LEONI PER AGNELLI

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LEONI PER AGNELLI

Titolo Originale: LIONS FOR LAMBS

RegiaRobert Redford

InterpretiRobert Redford, Meryl Streep, Tom Cruise, Derek Luke, Michael Pe˝a

Durata: h 1.35
NazionalitàUSA 2007
Generedrammatico
Al cinema nel Dicembre 2007

•  Altri film di Robert Redford

Trama del film Leoni per agnelli

Arian ed Ernst, due studenti della West Coast University, hanno deciso di seguire il consiglio del professor Malley e cercano di compiere nella loro vita qualcosa di importante e si arruolano per andare a combattere in Afghanistan. Malley Ŕ orgoglioso della scelta fatta dai due ragazzi ma al contempo vive ha una profonda crisi morale perchÚ si sente responsabile di aver messo in pericolo la loro vita. Mentre Arian ed Ernest lottano per sopravvivere e Malley si adopera per aiutare uno studente ribelle a trovare la sua strada, a Washington il senatore Jasper Irving sta per fare scottanti rivelazioni a una giornalista TV...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,10 / 10 (142 voti)6,10Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Leoni per agnelli, 142 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Spotify  @  30/08/2016 02:51:45
   5 / 10
Film piuttosto scialbo diretto da Robert Redford. Peccato, le idee c'erano, però sono state messe in scena in maniera troppo sbrigativa e superficiale. Questo perchè, dal mio punto di vista, il regista ha voluto mettere troppa carne al fuoco in 80 minuti, pochissimi, e infatti i risultati finali non sono affatto quelli sperati. Inoltre, non dimentichiamo che qui abbiamo uno dei cast più sprecati della storia del cinema, si, infatti abbiamo niente popò di meno che Meryl Streep nelle vesti di una tenace giornalista, Tom Cruise nei panni di un cinico senatore e lo stesso Robert Redford che interpreta un professore universitario. Tre attori così, non possono essere espressi da un director in una sola ora e venti minuti, e come volevasi dimostrare, nessuno dei tre brilla, nessuno lascia il segno, nessuno dei rispettivi personaggi è davvero interessante. Cruise è forse il migliore del trio, in fin dei conti sa comunque usare le sue caratteristiche espressioni e la sua classica esplicazione serrata dei dialoghi. Comunque l'interpretazione del senatore Irving non è certamente tra le più ricordate dell'attore di Syracuse. La Streep si vede a kilometri di distanza che è in una delle recitazioni più svogliate della sua carriera, e ha ragione! Come si può far fare ad un'attrice del suo calibro, un ruolo come quello della giornalista Janine Roth!? Poi d'accordo che nel 2007 non era più sulla cresta dell'onda come negli anni 70/80, però un personaggio così misero è inaccettabile che venga interpretato da una del calibro della Streep. Espressioni abbastanza anonime mentre l'esposizione dei dialoghi non è, per fortuna, malaccio. La prova di Redford è la peggiore, svogliatissimo, non c'è un qualcosa degno di nota della prova dell'interprete di Santa Monica. E il bello è che neanche dal punto di vista registico, il vecchio Robert fa un buon lavoro: la sua è direzione davvero piatta, non riesce a far connettere le tre differenti vicende che sono trattate nella pellicola, a tratti sembra di assistere ad una soap opera. Le 3 storie poi, sortiscono pochissimo interesse nei confronti dello spettatore, sono raccontate con molta superficialità e soprattutto, sono veramente piatte. Neanche la vicenda dei 2 soldati intrappolati sulle montagne dell'afghanistan, che in teoria dovrebbe essere quella con più suspense, riesce nell'intento di intrigare. Direzione degli attori incolore, forse solo il personaggio di Cruise è reso un tantino più curioso. il ritmo è blando, fortuna che il film dura solo 81 minuti, i quali bastano e avanzano. La fotografia non da un minimo di estetica, colori che sembrano quasi naturali. La sceneggiatura non presenta grosse falle a livello narrativo, però è molto scialba, non presenta mai colpi di scena, momenti significativi o situazioni di svolta. Ci si limita solo a seguire una ordinaria linearità inespressiva che alla lunga stanca. I dialoghi magari non sono malaccio, a volte anche pungenti. Tra le poche cose buone di "Leoni per Agnelli", ho trovato un buon finale, il quale pone un importante quesito. L'altra cosa che ho apprezzato della pellicola, è stato come il tema centrale viene analizzato da Redford che, coraggiosamente, ci mostra il lato più cinico degli USA, un lato che forse pochi conoscono. E di conseguenza anche tutta l'ingenuità degli USA durante guerre del genere, dove essi con azioni spregiudicate come quelle che si vedono nel film, si sono resi responsabili dell'odio di alcuni paesi dell'Asia medio-orientale e centrale nei confronti dell'occidente.

Conclusione: pellicola che non lascia quasi nulla dentro lo spettatore, si ha perfino la sensazione di un film piuttosto inutile. 5 pieno.

Goldust  @  19/04/2016 12:07:51
   7 / 10
Un bell'esempio di film politico in grado di accendere la curiosità dello spettatore sfruttando l'onda lunga post 11 settembre. Tante domande, poche risposte, dialoghi a tratti infiniti che stimolano però più di una riflessione sul nostro tempo e sulla posizione attiva che ogni cittadino ( solo americano? ) dovrebbe tenere nei confronti della politica e della vita sociale in generale. Il Redford attore batte comunque ancora il Redford regista, incapace quest'ultimo di esaltare oltremodo il pur bellissimo faccia faccia universitario tra studente e professore. Attori tutti ben scelti ed in grande forma.

Matteoxr6  @  21/09/2013 03:09:38
   6 / 10
Questo film è un mosaico di pregi e difetti.
I dialoghi sono belli anche se, sì, a volte eccedono in retorica.
La categoria del soldato viene stereotipata: sono rappresentati come "leoni patriottici", mentre sappiamo che non è vero (chi lo fa per soldi, chi per nazionalismo, chi perché è guerrafondaio).
A volte dà l'idea di mirare, ma di non centrare il bersaglio. O di non volerlo fare. Se si fosse sbilanciato di più, se avesse analizzato anche altre componenti, forse il film avrebbe pure preso un bell'otto. Così non è.

Sbrillo  @  27/06/2013 20:30:00
   8 / 10
Preoccupato dopo aver visto commenti e media, ho deciso lo stesso di dare una possibilita' a Redford accompagnato dall'ottimo cast...
E' un bel film di denuncia contro la politica americana....avrei preferito piu' azione (che alla fine risultera' quasi assente) anziche' tutti i dialoghi presenti.. ma nonostante tutto i dialoghi tra il senatore e la giornalista.....tra il professore e l'alunno e la storia dei 2 marines risultano ben collegati tra loro e lasciano parecchi spunti di riflessione.....
Per alcuni sara' lento e prolisso, per altri visto il cast di livello sara' un occasione sprecata...per me invece e' e rimane un gran film!!!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  15/01/2013 01:04:44
   5 / 10
A parte la bravissima Meryl Streep non riesco a salvare niente di questo film politico diretto da Redford che come regista ha fatto di meglio. Didascalico e con troppa carne sul fuoco.

jb333  @  18/05/2012 18:01:12
   6½ / 10
film che ti fa rifflettere, ma che non mi ha colpito piu di tanto.. ottima come sempre meryl streep (mezzo voto in piu per lei)!

elmoro87  @  09/03/2012 12:03:40
   6½ / 10
Robert Redford torna alla macchina da presa e gira un film di breve durata incentrato su 4 persone, da una parte un rampante senatore (Cruise) che concede un intervista ad una esperta giornalista (la Streep) sullo sfondo dell'attuale guerra in Iraq e sulle conseguenze che certe decisioni portano; dall'altra troviamo un professore universitario (lo stesso Redford) che colloquia con uno studente molto capace... In comune c'è una storia di fondo, ma il messaggio principale è svegliare lo spettatore dal torpore dei media, dall'indifferenza che dilaga, e rendersi conto di quello che realmente sta succedendo... Il film è impegnato dato il tema e la pressione con cui Redford si applica al contesto, e data la relativamente breve durata può anche essere interessante...

paride_86  @  25/02/2012 19:51:00
   6½ / 10
"Leoni per agnelli" è un film che racconta un intreccio di storie che si annoda intorno alla guerra in Iraq.
Vediamo un professore - Redford, attore e regista - una giornalista - Meryl Streep - e un politico - Tom Cruise. Contemporaneamente seguiamo le sorti di due soldati americani in guerra.
"Leoni per Agnelli" è un film lodevole e intelligente nelle intenzioni, ma scialbo e insipido nei risultati.
Troppe parole e poche immagini, troppi ragionamenti e poche emozioni.

tobbie  @  09/12/2011 21:01:45
   7 / 10
Al di là della prima parte che definirei vuota, nella seconda il film prende una via positiva e si rivela godibile. Fuori luogo e fastidiosa la prova di Cruise mentre ho trovato belle le scene dei militari feriti in alta quota.
Alla fine posso dire che si attesta nella schiera dei film discreti.

Ricky91  @  10/09/2011 23:41:15
   8 / 10
Rimango un pò sbalordito da questi voti bassi e da questi commenti. Addirittura noto anche molti 1. Un grosso punto interrogativo mi rimane nella mente: ma molta gente ha capito veramente il messaggio del film? Ha capito cosa ci vuole dire il regista?
Leggo di un Redford retorico,lento,democraticamente propagandistico. Leggo anche di un Redford che non dice nulla di nuovo quando invece il messaggio del film sarà valido e strettamente attuale finchè l'uomo vivrà in società.
Film che dovrebbe entrare nel programma scolastico obbligatorio.

kenpegawillzac  @  06/06/2011 20:13:15
   10 / 10
Il film non vuole essere una denuncia approfondita e schematica a cosa è stato fatto nella storia recente degli stati unite e perché. Se per motivi giusti o sbagliati. Lascia certo intravedere una tendenza alla critica delle scelte fatte. Ma non vuole essere questo il punto principale ed infatti le tematiche politiche nel concreto non sono approfondite. Il punto principale vuole essere un altro e cioè il monito a non smettere mai di pensare. E capire che siamo noi tutti a contribuire al destino della nostra nazione nel piccolo o nel grande. Pensare solo a sé stessi, il godersi la vita ove questo è possibile, è un modo di fare miope che forse potrà anche andarci bene, ma che sicuramente, a chi prima o a chi poi avrà le sue ripercussioni, sui nostri figli.
E questo uno dei messaggi principali che il film cerca, e a mio avviso riesce egregiamente, di trasmettere a chi abbia voglia di seguirlo con un minimo di attenzione e predisposizione d'animo.
Ma non è il solo c'è ne sono altri di importanti. Ad esempio uno è riassunto nel titolo...leoni per agnelli. Se la stragrande maggioranza delle persone pensa solo a se stessa e la maggior parte dei politici viene lasciata libera di fare quello che li pare, si finisce che i pochi leoni giovani che ci sono in circolazione vengano dati in pasto ad agnelli incravattati che pensano solo alla loro carriera politica.
A ancora la perdita degli ideali per necessità di scendere a compromessi per poter sopravvivere nella giungla del mondo moderno.
Il film è meraviglioso.
Il cast è ottimo e le interpretazioni dei protagonisti sono tutti eccezionali.
I dialoghi sono il fiore all'occhiello.
Sarebbe bello farci un remake con lo stesso messaggio per i giovani ambientato nel contesto della politica italiana.
Stra consigliato a tutti quelli che non vogliono smettere di pensare.

clint 85  @  27/05/2011 00:45:46
   1 / 10
PORCHERIA....uno dei film pi¨ brutti visto in vita mia!
Voto 1 perchŔ non c'Ŕ lo 0!!!

gemellino86  @  01/04/2011 22:10:23
   6 / 10
L'argomento è abbastanza interessante ma il film risulta monotono con il passare dei minuti. Ho notato che cerca di analizzare diversi temi che andavano approfonditi meglio. La scelta degli attori è apprezzabile.

Azz83  @  02/12/2010 18:17:52
   7½ / 10
Rispetto i gusti e i punti di vista, ma dare l'insufficienza a un film del genere è da sfaticati, da chi evidentemente si è perso tra i dialoghi e non c'ha capito niente.
Solo le interpretazioni di tutti gli attori merita un 7, e se si pensa che la maggior parte della pellicola è fatta di dialoghi, si può presto capire il livello e l'intensità di questi dialoghi, mai banali, ma carichi di significati e di riflessioni che non toccano solo la "favola americana".

Una produzione che mantiene costante l'attenzione per tutto il film, una trama semplice ma efficace. Per non ripetersi nella citazione degli attori, un cast di tutto rispetto.

Inutile dire che lo consiglio, certo non da vedere sdraiati su un divano con tanti amici, patatine, battute e risate, altrimenti si fa fatica a stare dietro ai concetti, ai dialoghi, e si finisce per darne un'insufficienza.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  02/06/2010 14:13:58
   6 / 10
Lodevole negli intenti nel raccontare attraverso tre segmenti, la politica estera americana degli ultimi anni, criticarla e non dimenticando della complicità delle altre componenti (i media) nel sostenerla con ipocrisia.
Bisogna dire tuttavia che sebbene i tre segmenti si amalgamano bene, la troppa carne al fuoco rende il film troppo didascalico. Il senso del messaggio è chiaro però è poco approfondito.

filipporich  @  22/02/2010 23:09:53
   7 / 10
Niente male... non un film convenzionale che fa riflettere....

Invia una mail all'autore del commento EnglishRain  @  18/01/2010 00:16:43
   8 / 10
La forza di questo film sono i dialoghi : attuali, profondi e tremendamente veritieri. Un film che in modo semplice analizza la situazione internazionale degli ultimi anni. Cast eccezionale e ottime recitazioni. Consigliato!

marco86  @  13/01/2010 01:45:44
   6½ / 10
al di là della retorica e della piattezza fuori discussione, direi che l'ho trovato intelligente su alcuni punti.

aiuta a guardare agli eventi da più angolazioni, senza limitarsi alle posizioni per partito preso.
chi ha ordinato la guerra non ha tutti i torti.
chi racconta il pacifismo non ha tutte le ragioni.

paolo80  @  30/11/2009 19:22:31
   5 / 10
Pellicola che si dimostra esser alquanto impegnata, ma che probabilmente non riesce ad ottenere l'effetto che vorrebbe.
Il cast è di ottimo livello, così come la recitazione, che si rivela esser l'aspetto migliore dell'opera.
La visione non annoia, e scorre via abbastanza piacevolmente; buono lo stile della narrazione, che avrebbe sicuramente meritato una sceneggiatura migliore.
La storia è l'aspetto fortemente negativo del film, difatti, dopo un inizio che incuriosisce, si rivela ben presto esser insignificante e priva di interesse.
Peccato.

everyray  @  19/09/2009 14:22:04
   7 / 10
Un film ricco di passione,con tre protagonisti illustri che si trovano a parlare in luoghi diversi ed in modi diversi di giochi di potere e strategie di stampa,mentre il grande pubblico guarda la tv spazzatura e le notizie importanti passano in secondo piano!
Un pò patriottico ed un pò no il film è gradevole...una media voto un tantino bassa a mio parere!

ALESS!O  @  05/08/2009 00:09:20
   5 / 10
Non riesco proprio a capire ciò che Redford volesse trasmettere attraverso questa pellicola. Perchè a me non ha lasciato assolutamente niente. 0 emozoni. Pessima interpretazione di Cruise (a tratti veramente ridicolo), degna di nota, invece, l'interpretazione della Streep. Per il resto che dire, l'intreccio della trama è abbastanza anomalo (il che non è un difetto), ma il fatto che la pellicola non riesca a suscitare la benchè minima emozione rende inutili tutti i suoi pregi.

cinemamania  @  11/07/2009 11:47:14
   7 / 10
Interessante, ottima la regia, bravissimo Tom Cruise, davvero un bravo Tom Cruise.

1 risposta al commento
Ultima risposta 11/07/2009 12.15.56
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI martina74  @  29/06/2009 23:22:21
   5 / 10
Il punto di vista di Redford sulla guerra in Afghanistan, sulla politica estera degli Stati Uniti negli ultimi fuochi della fortunatamente conclusa era-Bush. L'escamotage narrativo è osservare la situazione attraverso gli occhi di diversi personaggi, coinvolti nelle vicende a titoli diversi: c'è chi la guerra la combatte, chi la osteggia, chi la ordina, chi la documenta.
Lodevole ma già visto, una denuncia che manca di incisività e brilla per noia.

-Platypus-  @  04/05/2009 12:20:21
   4 / 10
brutto brutto.
non si salva praticamente niente.

FurFante9  @  30/04/2009 18:38:17
   3 / 10
questi americani cosa vogliano...anche in questo film non sono da meno. Velleità da capolavoro della cinematografia d'inchiesta

gkorps  @  13/04/2009 12:17:01
   10 / 10
Eccezionale!!! Grazie Redford

TopoXL  @  10/04/2009 13:51:36
   3 / 10
non ci siamo proprio.
decisamente un brutto film.
in tutti i sensi.

TheLegend  @  02/04/2009 02:39:14
   5 / 10
film di critica a un certo modo di fare informazione e politica che però penso sorvoli su molti punti importanti e ometta altre cose;troppo facile ammettere i propri errori per continuare a farne altri...

Enry!!!!  @  25/03/2009 22:58:49
   2 / 10
Un grande cast...per un film davvero pessimo!
Le tre storie sono troppo divise tra loro.
Tom Cruise nei panni del politico fa davvero pena!
Peccato per Robert Redford....speravo meglio!!
Da non guardare assolutamente!

Wally  @  24/03/2009 00:35:41
   7½ / 10
Un buon film... Molto lento ma pieno di significato... Purtroppo io ho dei pensieri sulla guerra che non sono da pacifista quindi li tengo per me che è meglio... Non mi ricordo di chì è sta frase: Combattiamo in guerra per poter vivere in pace... Credo che sta frase sia perfetta per il mio modo di pensare...
Tornando al film grande Redford e grandi gli altri... Bello il faccia a faccia tra professore e alunno.
Consigliato

gabbo  @  14/03/2009 23:04:48
   7 / 10
Tutto sommato non è male. E' pesantemente di attualità e riesce a porre qualche dubbio sopratutto sull'informazione. Colpisce molto quando il senatore dice alla giornalista: "noi abbiamo ammesso i nostri errori, ma voi?"

ronaldinho80  @  12/03/2009 13:36:07
   8 / 10
Non è un film: è un documento storico-politico sull'America di Bush, una dissertazione sui guasti del bushismo e delle politiche teo-con, una denuncia delle guerre volute dalla Casa Bianca e dal Pentagono in Iraq e in Afghanistan che hanno portato gli Usa in un vicolo cieco. Un film da proiettare nelle facoltà di Scienze Politiche o nei corsi di Storia contemporanea. Un film di impegno totale. Grazie Robert Redford, per quello che continui a fare, da attore e da regista, per il cinema, per l'impegno socio-politico e per la Storia. Eccezionale Meryl Streep. Ottimo Tom Cruise nei panni dell'antipatico e presuntuoso senatore repubblicano.

rob.k  @  21/02/2009 15:53:54
   4 / 10
Non ho capito tutta l'esaltazione per questo film solo per la presenza di Tom Cruise e Merly Streep... Il film è pessimo, non succede praticamente niente dall'inizio alla fine...

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  17/02/2009 22:39:38
   7 / 10
Pellicola che sferra un attacco al potere e al giornalismo. Ottima come idea.
La realizzazione a mio avviso poteva essere migliore e meno spettacolarizzata.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Buoni i dialoghi, veramente pungenti e significativi.
La pellicola è un po lenta ma non annoia tutto sommato.
Pellicola la cui visione è interessante per capire come vengono raccontate delle palle colossali.

Febrisio  @  14/02/2009 16:49:07
   7 / 10
Un film audace. Sarà diventato anche un solito film sulla guerra, perchè si fa e qua e la, ma proprio per questo è meglio non smettere di farli, o perlomeno sì meglio smettere, ma solo quando non ci saranno guerre. Specialmente se son guerre come queste. Giovani mandati in un luogo solo per arricchire una nazione, ma ancora peggio farlo passare come un coragioso atto umanitario nei confronti di un popolo oppresso. Spediti da politici che con mosse più astute che tendono al potere, mentre quelli in prima linea la penseranno sempre diversamente. Un buon intreccio stampa/politici/soldati che poteva anche durare di più ed approfondire molti dettagli.

Redrum83  @  06/02/2009 20:25:24
   6 / 10
Sinceramente non mi sento di dire che "Leoni per agnelli" non è un film riuscito... sicuramente però poteva essere migliore. Uno dei problemi potrebbe essere che viene messa troppa carne al fuoco per poter essere sviluppata correttamente in una sola ora e mezza; la sensazione in finale è che le 3 storie si sarebbero potute raccontare in 3 film diversi visto che sono piuttosto slegate fra di loro. Con il passare dei minuti poi il film assume sempre più i termini del dibattito politico perdendo il filo della pura e semplice narrazione cinematografica, il che dopo un po' stanca. E' un peccato perchè dopotutto le tematiche sono attuali e piuttosto interessanti, anche se nel recente passato ne sono uscite parecchie di pellicole su questo argomento. Redford ha scelto di sviluppare la storia a modo suo, puntando sui faccia a faccia quasi perpetui imperniati di dialoghi lunghi e in alcuni tratti retorici. Forse non era il modo giusto di dirigere una pellicola simile, tant'è che il film non è piaciuto moltissimo, finendo per essere un mezzo buco nell'acqua o qualcosa di più.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  04/02/2009 11:28:44
   5½ / 10
Redford torna alla regia dopo molto tempo e tira fuori dal cilindro una storia molto convenzionale che critica l'impiego delle forze armate americane in Iraq...argomento trito e ritrito e sicuramente anche in modo migliore...Salvo il personaggio di Tom Cruise(calato ottimamente nella parte)che fa riflettere su come il potere decisionale viene messo nelle mani di gente guerrafondaia che pensa solo ai propri interessi...
Poca carne al fuoco per un argomento che meritava piu' approfondimento...

Gastone  @  03/02/2009 19:17:27
   7 / 10
i trailer (vecchi al cinema) potevano farlo sembrare un film principalmente d'azione, in realta' non lo e'
per contro, da parecchi spunti a riflessioni (anche se applicate alle scuole americane, possono essere applicati a molti campi, quasi intuisse gia' i venti di crisi nell'aria), altre ad evidenziare il punto di vista di Redford sulle missoni americane

credo sia volutamente breve in quanto le tematiche non potevano essere sviluppate di piu' senza annoiare

cruise azzeccatissimo per la parte, streepda urlo come al solito
visto che il film lo considero piu' difficile da sviluppare di un operazione valchiria..
9 per dialoghi e finezze
9 attori
5 sfortunatamente la trama non puo' essere avvincente come un film di azione, ma stranamente quando e' finito, ho avuto la sensazione di "ma e' gia' finito?", ed e' una gran cosa..
un bel 7 lo merita

NandoMericoni  @  03/02/2009 12:47:30
   6½ / 10
questo film non è affatto banale, certo, chi si aspetta un film d'azione meglio che lasci perdere, ma ho trovato interessante il modo di Redford di trattare l'argomento attraverso diversi punti di vista. Forse alcuni aspetti potevano essere sviscerati meglio ma secondo me per cast e argomento trattato merita la sufficienza piena.

gambero  @  03/02/2009 10:22:13
   5 / 10
sinceramente me lo aspettavo proprio così...direi forse meno lento del previsto(soprattutto perchè dura un'ora e mezza)...molto scontato,trama che non ha nulla di originale...questo film è la doimostrazione che un grande cast non sempre riesce a fare grande una pellicola...mah,non mi è rimasto nulla alla fine...da vedere senza pagare...

lupin6  @  02/02/2009 23:28:52
   7 / 10
Argomento non scontato e mai banale,quello trattato dal film...Lo spunto per un film migliore potrebbe anche esserci, però non per questo, non mi ha deluso...Strano ma vero ha soltanto 6 come media generale...Insomma..Vi siete proprio sprecati per dargli una media così elevata??

KILL 74  @  28/01/2009 08:55:41
   5 / 10
NOIOSO!!!!!! LO SCONSIGLIO, LENTO FILM GIA' VISTO....

topsecret  @  14/01/2009 12:06:02
   6½ / 10
Non è un brutto film, ma con il cast che si ritrova, avrebbe dovuto e potuto essere migliore. Tre personaggi classici come il senatore ambizioso, la giornalista liberale e il professore ex marine, tre storie parallele che però schematizzano troppo questa pellicola, che non riesce ad imbastire una denuncia abbastanza forte contro la politica americana e il suo impegno nella guerra in Afghanistan. Ho apprezzato molto i dialoghi e devo dire che questa pellicola riesce ad offrire ottimi spunti di riflessione. Ribadisco che si sarebbe potuto fare di più, ma non mi sento di bocciarlo.

luke.dj  @  12/01/2009 10:49:51
   5½ / 10
non mi è piaciuto troppo: l'ho trovato retorico, scontato.... banale.

spoonji  @  13/10/2008 14:38:20
   8 / 10
A mio parere un film che dovrebbe essere in tutti i programmi scolastici di medie e superiori.

antonioba  @  05/09/2008 11:23:45
   5 / 10
Film troppo rigido, schematico oscilla tra il verboso e l'annoiante

1 risposta al commento
Ultima risposta 05/09/2008 12.23.58
Visualizza / Rispondi al commento
manganellate  @  02/09/2008 16:51:41
   7 / 10
Tutte le sfumature e i retroscena di una guerra tanto combattuta quanto discussa come quella che gli Stati Uniti hanno dichiarato all'Iraq.l'ho trovato davvero originale!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  22/08/2008 13:58:38
   6 / 10
Redford esprime con massima sincerità il suo pensiero sul governo americano e più in generale sulla politica di Bush.Forse proprio per l’approccio a cuore aperto non riesce ad evitare alcune trappole come quella di scadere in ovvietà e passaggi scontati,non aggiungendo nulla di nuovo a quello che è il pensiero di molti.
Il film si basa su tre situazioni molto differenti ma collegate solidamente tra loro,ovvero l’incontro con relativa intervista di una giornalista ad un ambizioso senatore repubblicano,il confronto tra un professore ed un suo brillante ma apatico studente,quindi il dramma di due soldati americani feriti ed in grave difficoltà in territorio afghano.Redford riesce a legare bene gli avvenimenti,ma maneggia male i contenuti,andando ad impantanarsi in una retorica a buon mercato piena zeppa di paroloni,sicuramente condivisibile ma poco graffiante nel risultato finale.
In definitiva una mezza delusione anche se da premiare è l’esortazione ad aprire gli occhi e ad agire rivolta soprattutto ai giovani,sempre più rimbecilliti da un tv spazzatura ed educati da un sistema scolastico inadatto.Bravi gli attori,Meryl Streep superlativa.

Invia una mail all'autore del commento DonD  @  17/07/2008 02:27:04
   7 / 10
Non mi è dispiaciuto questo film, ha tenuto viva la mia attenzione e i dialoghi erano "interessanti".

Invia una mail all'autore del commento d1eg0  @  08/07/2008 11:08:40
   8 / 10
..certo che il finale è inconcludente!!! Secondo voi ad oggi c'è una fine all'argomentazione trattata?!?
Gran bel film. Nonostante non sia pienamente d'accordo con l'opinione di Redford sulla guerra in Afghanistan, non posso complementarmi con lui per l'ottima opera che fa riflettere e che non è eccessivamente di parte.
Bellissimi i dialoghi che fanno riflettere ben oltre la conclusione del film.
Azzeccate le tre trame che si intrecciano per tutto il film.

Gentiluomo  @  06/06/2008 20:12:05
   8 / 10
Un film con un cast eccezzionale, ottima la regia...Ma sopratutto il salto di qualità è dato dal fatto che dopo averlo visto mi sono fatto mille domande,con amici abbiamo cominciato un dibattito molto acceso...Questo significa che il film ci ha lasciati dentro molte domande a cui solo noi soggettivamente possiamo rispondere...Non bisogna guardarlo superficialmente è un film che deve far riflettere...Non bisogna vederlo come un semplice film di denuncia...
...RIFLESSIVO....

tati  @  31/05/2008 09:52:55
   8 / 10
DUNQUE:IL FILM NON E' PER TUTTI O COMUNQUE NON E'UN FILM DI EVASIONE.QUI SOTTO SI DENIGRANO I DIALOGHI........MA ,ACCIPICCHIA!,SONO LA COSA FONDAMENTALE DEL FILM !!!!E'UNA PELLICOLA DI DENUNCIA.GRANDE REDFORD CHE HA DENUNCIATO--GUERRA--STAMPA--RETORICA--PROPAGANDA--..E QUANT'ALTRO .......ENORMI GLI ATTORI............FILM DA FAR VEDERE A SCUOLA CON IL GIUSTO COMMENTO DA PARTE DEGLI INSEGNANTI.

Max78  @  28/05/2008 17:26:56
   7½ / 10
Credo che sia inutilmente retorico, accusare questa pellicola di retoricità,
qualsiasi argomento dev'essere ormai affrontato in modo cinico,spietato o realistico per scaturire il nostro interesse?
solo sequenze tipo lo sbarco in normandia di salvate il soldato Ryan possono scuotere le fondamenta dei nostri sentimenti , muovendo quel senso comune di fratellanza che ci accomuna ricordando gli orrori del passato?

Sarà che ultimamente il mondo corre veloce,inesorabile, senza perdersi in dettagli , fronzoli, facili moralismi che lasciano il tempo che trovano,
ormai si bada al sodo, al concreto ,
e in questo mondo c'è poco spazio per un film come Leoni per agnelli, dove tra mille piccole riflessioni, il messaggio conclusivo, ovvero l'incapacità dell'uomo
nel divenire attivo e partecipe ai drammi dell'umanità cercando di prodigarsi per migliorare, viene spazzato via dalla nostra indifferenza, passività , per l'appunto denunciata da Redford.

wblink  @  22/05/2008 23:16:33
   3½ / 10
lento....noioso fino allo sfinimento
inconcludente sotto tutti i punti di vista
cast di altissimo livello...davvero sprecato per questo film
sconsigliato

Zanibo  @  15/05/2008 19:55:22
   5½ / 10
Prevedibile e con dialoghi quasi irritanti dato che invece di parlare facevano discorsoni. Un po` ci sta` ma tutto un film di discorsoni no...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento mkmonti  @  15/05/2008 09:29:04
   6½ / 10
Uno spaccato della realtà americana contemporanea attraverso tre storie. Un senatore concede un’intervista a una giornalista televisiva cercando di spiegare quale strategia bisognerebbe adottare nei confronti della questione del terrorismo. Un professore discute con uno dei suoi allievi più dotati nel tentativo di strigliarlo severamente e di metterlo davanti alle sue responsabilità. Due giovani combattono in Afghanistan convinti che la loro scelta possa portare un contributo alla lotta contro il terrorismo e dia loro la forza di cambiare le cose in patria.
Leoni per agnelli è un film molto più complesso di quello che può apparire. Redford è uomo e cineasta intelligente e ha compiuto un’operazione che potremmo definire intellettuale, in senso letterale; cioè ha usato il suo intelletto non per fare un banale film di denuncia quanto piuttosto per elaborare una riflessione visuale (e uditiva) sulla condizione degli Stati Uniti d’America, oggi. Per fare ciò ha operato in modo antinarcisistico: in sostanza è arretrato registicamente per fornire al suo lavoro un corpo quasi saggistico/filosofico.

Piccolo^^  @  31/03/2008 23:36:11
   6½ / 10
Sempre piacevole, almeno per me, la tecnica dell'incrocio di più storie su un tema comune. Il film è guardabile, forse un pochino lento in certi punti. Tuttavia le tematiche sono già state affrontate in modo migliore in altri film, valeva la pena aggiungerci qualcosa in più.

frank193  @  25/03/2008 16:17:33
   4½ / 10
DELUSIONE TOTALE!
l'argomento è anche interessante e "forte", ma il film lo rende pesantissimo e poi il finale è a dir poco inconcludente!
è un peccato sprecato attori di questo calibro (redford e streep) per parti del genere.
il tutto risulta noioso e pesantissimo!

haika82  @  18/03/2008 16:42:14
   5½ / 10
Il film risulta poco coinvolgente a causa di un ritmo troppo lento e di una trama a mio avviso non abbastanza articolata. La tematica trattata tuttavia è interessante, anche se già affrontata in molti altri film. La cosa che più colpisce è che nello stesso momento in cui il politico parla con frasi fatte e ben confezionate di strategie, azioni militari in tutta tranquillità nel suo studio per farsi pubblicità con la giornalista i due ragazzi protagonisti vivono veri momenti di terrore e di angoscia in guerra.

roy rogers  @  15/03/2008 20:21:45
   5½ / 10
Come già hanno detto in molti visto il cast mi aspettavo molto di più invece devo dire che è stata una visione abbastanza deludente! Tom Cruise quasi pessimo e totalmente inespressivo! Redford mi ha convinto un pò di più ma anche lui non merita la sufficenza. Anche la trama a mio dire non appassiona e diventa monotona! Un film che si potrebbe guardare con piacere se non si conoscesse il cast e se i trailer non fossero stati convincenti!

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento Lot  @  28/02/2008 09:56:30
   5½ / 10
Se charlie wilson Ŕ la versione glitter questo ne era la controparte seriosa. Redford crede di avere l'incisivitÓ di Gore Vidal o di Chomsky ma si spegne in un anticonformismo di maniera, didascalico e piuttosto noioso.
Sprecata la Streep, da schiaffi Cruise.

Invia una mail all'autore del commento actorar  @  22/02/2008 16:34:48
   8½ / 10
Film ben studiato e narrazione molto semplice. Cast davvero eccezionale con attori molto quotati e poi andatemi a dire che gli attori improvvisati fanno scene del genere.Come al solito prestigiosa Meryl Streep che considero una grandissima e devo pure dire che Tom Cruise ha svolto un bel lavoro.Da notare il giovane Derek Luke che ha grandissime doti.Bel ruolo pure di Robert Redford( esistono anche nella realtà professori del genere?) Ritornando al film io ritengo che non sia per niente noioso anzi molto avvincente e molto belle e realistiche le scene di guerra.Dialoghi ben curati dove la morale è che se sia giusto oppure no fare la guerra......Da sottolineare il dialogo tra Cruise e la Streep.Finale........beh andatelo a vedere ;-)

vale1984  @  17/02/2008 21:08:28
   6 / 10
Il film potrebbe essere molto migliore..il dibattito del primo tempo è molto intrigante e piuttosto ben sostenuto da entrambe le parti ma nel secondo tempo emergono le convinzioni estreme del regista...il film suona come una chiamata alle armi per il popolo americano per finire i terroristi, la stampa si fa corrompere e tutto crolla...dove io vedo morti la giornalista vede eroi, il messaggio è chiaro, morire per la patria rende eroi...mi chiedo io cosa ci sia di diverso dagli afgani estremisti!!! Ho cercato di vederlo solo come un film e poteva anche meritarsi un 7 ma sulle idee purtroppo avrei dovuto dare un 1...quindi 6 è più che giusto...come al solito viene fatta vedere la Casa Bianca come ultimo richiamo al patriottismo americano...non solo vorrei sapere dove dei ragazzi appena arruolati sono così convinti da alzarsi in piedi per farsi ammazzare meglio. In più è assurdo come loro stessi dicano che un messicano e un afroamericano possano diventare qualcuno, sebbene siano molto intelligenti, soltanto arruolandosi per la patria...non mi sembra un ottimo messaggio come non lo è dire che la guerra è l'unico mezzo per "domare" i popoli...punti di vista opposti...ma questo è il mio pensiero...

Frank_Ottobre  @  17/02/2008 12:41:59
   5 / 10
Dato l'ottimo cast mi aspettavo di più. Trama confusa e disarticolata, personaggi chiave troppo statici. Deludente.

STANLEYMENZO  @  13/02/2008 22:39:17
   4 / 10
UNA PALLA ASSURDA ... NE E' PASSATO DI TEMPO DA SPY GAME .. PURTROPPO!

howl  @  09/02/2008 02:24:36
   5½ / 10
il "peggiore" dei film diretti da Redford. Vuole essere una critica alla società guerrafondaia americana però arriva con anni di ritardo e il tutto sembra già visto e sentito. Con un cast cosi si poteva e doveva fare di più. L'impressione che mi ha lasciato è quella di un film incompiuto . . . peccato .

kosmonotte  @  07/02/2008 22:12:10
   1½ / 10
delusione totale!
sterile accusa all'amministrazione guerrafondaia (non dice niente di più, niente di meno di ciò che già si sa)( e moore l'ha detto anni fa e in modo incisivo)
dialoghi lentissimi inconsistenti inutili brutti e per nulla stimolanti.
Solito finale americano con atto eroico ( quello nn poteva mancare)
sinceramente non mi aspettavo molto di più visto il cast....mi aspettavo proprio un altro genere di film!!!!
lo sconsiglio vivamente...
Ah, dimenticavo...il 1\2 voto in più rispetto all'uno è proprio grazie alle recitazioni....almeno quelle più o meno si salvano....

Chemako  @  05/02/2008 07:53:20
   4½ / 10
Visto il cast mi aspettavo MOOOLTO di +.
Mi ha deluso....

robiavvo  @  03/02/2008 22:41:04
   4 / 10
Un'ennesimo e brutto film di denuncia verso l'avventurismo militare-politico USA, una fanta-operazione in Afghanistan, i giochi perversi di un politico (Cruise), lo stupore della giornalista con coscienza (Streep), l'amara consapevolezza e denuncia del professore universitario liberal (Redford) che due suoi ex studenti sacrificati sull'altare della ragione di Stato. Film lento, mal riuscito, noioso e con enormi buchi nella sceneggiatura eppure con quel cast si sarebbe potuto fare qualcosa di meglio ma ..gli anni passano e fa tenerezza vedere Redford tirare fuori il personaggio "contro" e pensare magari a un "Tre giorni del condor"

Invia una mail all'autore del commento signor_kappa  @  02/02/2008 22:04:45
   6½ / 10
A mio parere la nuova pellicola di Redford si lascia guardare. Non bisogna pretendere di certo una grande profondità di analisi: è un film di maniera, anche nell'interpretazione, intellettualmente ambiguo e politicamente assai inconcludente. Le parti non sono fuse tra loro: che c'entra un professore ed il suo alunno con un senatore e l'intervistatrice? Sono forse storie indipendenti? C'è inoltre da sottolineare che la politica repubblicana dei "falchi" non è più seguita in questo inizio di propaganda elettorale americana; il personaggio è fuori moda. Anche la destra si è per covenienza adattata dopo i continui fallimenti di uno dei peggiori presidenti della storia degli Stati Uniti. Il bello, e assai più che bello, resta la battaglia sulle montagne, capace di stringermi la gola in una morsa ad ogni cambio di scena, quando la telecamera andava alla guerra; priva di stupidi intenti moraleggianti ed educativi ma trasudante incubo e pathos. Ottima l'idea di far vivere allo spettatore l'impressione di avere un caccia sulla testa.

marvy  @  01/02/2008 13:30:01
   4 / 10
Un altro film denuncia sulla politica militare degli Stati Uniti. Difficile stare dietro ai dialoghi...tedioso e secondo me sconclusionato. Mi aspettavo qualcosa di più visto il cast degli attori.

mr orange  @  30/01/2008 21:04:51
   4½ / 10
film banale, sopratutto nei dialoghi. poco credibili i personaggi non per colpa degli attori, ma ovviamente della sceneggiatura. frasi veramente ridicole, prevedibili e retoriche, i personaggi sono tutti legati alle solite tipologie.

l'idea indubbiamente era buona, ma in un film in cui non si fa altro che parlare almeno i dialoghi devono essere più studiati, meno prevedibili e con qualche frase che va fuori dagli schemi.
la critica verso la guerra è buona cosa, ma certo si potevano inserire moltre altre cose all'interno, magari qualcosa di meno noto a tutti.
..........e poi una noia.

poi la solita *******......


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 15/09/2008 20.04.27
Visualizza / Rispondi al commento
ilcannibale  @  29/01/2008 15:21:06
   5½ / 10
Delusione, mi aspettavo molto di più che una sterile accusa alla guerra iraqena.

dean  @  27/01/2008 22:50:46
   7 / 10
Un film molto impegnativo. A volte forse lento ma molto profondo e soprattutto lascia molto da pensare. Ci vogliono qulche volta dei film che aiutano a riflettere sulla nostra società.

Cardablasco  @  25/01/2008 12:22:07
   4½ / 10
Ma uscito dalla sala ho avuto la sensazione di incompiutezza,i temi trattati sono nobili e interessanti,ma la storia è molto breve,mi semba u film fatto in poco tempo giusto per incassare

bartlisa  @  23/01/2008 17:32:42
   4 / 10
Ho trovato le parti che lo compongono scollegate tra loro. Alla fine del primo tempo non avevo capito dove volesse andare a parare la "sezione" con Robert Redford, e anche alla fine mi rimane qualche dubbio. Tom Cruise è perfetto nel ruolo del senatore odioso.
Nonostante questo alla fine mi è rimasto un grosso senso di incompiutezza.

mikland83  @  22/01/2008 18:22:34
   6½ / 10
Si poteva fare di meglio.Però non tutto è da buttare.Anzitutto buone le interpretazioni, specialmente di Meryl Streep, la storia abbastanza interessante, anche se non convince del tutto.
Un po' retorico anche, però ciò che balza all'occhio è un timido tentativo di opporsi al sistema, sembra quasi che neanche Redford ci creda veramente mentre lo gira.
Peccato.

Xp3nd3r  @  21/01/2008 20:49:17
   5 / 10
Lento, strapieno di retorica, pesante. E' stato stroncato dalla critica USA (e non solo) e dopo averlo visto CONFERMO PIENAMENTE.
I temi trattati sono nobili e interessanti ma affrontarli in quel modo è semplicemente vomitevole.
Tanti bravi attori (non Redford di sicuro che è semplicemente PATETICO) buttati al vento...

Zurlistuta  @  19/01/2008 22:30:21
   9 / 10
Film stupendo.
Tre ottimi spunti di riflessione forniti da questa pellicola:
-Strumentalizzazione della stampa da parte del potere politico e conseguente asservimento della stessa; cosa che sta accadendo in Italia.
-Voglia di rendersi utili in tutti modi da parte dei due giovani...
-Chi può cambiare il mondo o almeno sperare di riuscirci, se nn i giovani che adesso troppo facilmente si fanno sedurre dalla noia facile dela vita agiata, dicendo tanto è tutto inutile?
Bello bello bello.

3 risposte al commento
Ultima risposta 27/01/2008 22.48.17
Visualizza / Rispondi al commento
pier(pa)  @  19/01/2008 13:44:07
   5 / 10
Banalotto film sulla politica estera americana, in cui passano ideali confusi, critiche al sistema guerrafondaio, ma non ad alcuni principi nazional-patriottici, spacciati da due studenti buonisti che si arruolano per cambiare il mondo. I dialoghi tra Redford e il suo studente "prodigio" (che di prodigioso sembra avere veramente ben poco) sono buoni, così come quelli fra Tom Cruise e Meryl Streep (l'unica degna di una nota completamente positiva per l'interpretazione della giornalista critica, non asservita al potere). Il film, tuttavia, non decolla, non appassiona, insegna poco o nulla e lascia con un antipatico amaro in bocca.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giornoasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebangla
 NEW
beautiful boy (2018)bene ma non benissimo
 NEW
blue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaoche fare quando il mondo e' in fiamme?
 NEW
christo - walking on water
 NEW
climax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredentro caravaggio
 NEW
dicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sisters
 NEW
i morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposa
 NEW
il grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikurskla caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del malel'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietatol'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema cosa ci dice il cervello
 NEW
maryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormaloro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleanersrapiscimired joanrocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!
 NEW
shelter: addio all'eden
 NEW
soledadsolo cose bellestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abissothe intruder (2019)
 NEW
the mirror and the rascaltorna a casa, jimi!tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark webwonder parkx-men: dark phoenix

988753 commenti su 41438 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net