love (2011) regia di William Eubank USA 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

love (2011Film Novità

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film LOVE (2011)

Titolo Originale: LOVE

RegiaWilliam Eubank

InterpretiGunner Wright, Corey Richardson, Bradley Horne, Nancy Stelle, Roger E. Fanter

Durata: h 1.30
NazionalitàUSA 2011
Generefantascienza
Al cinema prossimamente

•  Altri film di William Eubank

Trama del film Love (2011)

Dopo aver perso contatto con la Terra, l'astronauta Lee Miller rimane isolato a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Con il passare del tempo e il diminuire di riserve di sostentamento, Lee lotta per mantenere la ragione. Ormai il suo mondo Ŕ solamente una claustrofobica e solitaria esistenza, fino a quando fa una strana scoperta all'interno della nave spaziale. Guidato dalla musica degli Angels & Airwaves, Love esplora il fondamentale bisogno di relazione tra uomini, e l'illimitata potenza della speranza

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,29 / 10 (7 voti)5,29Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Love (2011), 7 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  11/06/2019 21:58:21
   5½ / 10
Le relazioni umane fondamentali per l'esistenza degli stessi, partendo da due situazioni che stanno agli antipodi: Un astronauta solo nello spazio, quindi incapace di stabilire qualsivoglia relazione e gli sprazzi della guerra civile americana, cioè quando le relazioni umane vengono distrutte dal conflitto, da qualsiasi conflitto. Buono solo il primo terzo di film, che nel suo complesso è un chiaro e palese omaggio a 2001. Bravo il protagonista, ma più si va avanti ed il riferimento a 2001 diventa domninante, specie nella parte finale. Personalmente mi ha lasciato freddo ed indifferente.

Neurotico  @  11/02/2017 16:54:22
   5½ / 10
Le parti ambientate nell'800, le ambizioni esistenziali (la solitudine e l'isolamento dagli altri), le citazioni a 2001 e gli effetti visivi sono gli elementi migliori del film, a cui però manca qualcosa che funga da collante. A tratti risulta essere troppo confusionario e concettuale. Eubank tuttavia è un regista da tenere d'occhio.

Jumpy  @  24/11/2014 23:12:26
   5 / 10
Love/Live... mi piace pensare che nell'idea del titolo fosse compreso questo gioco di parole.
Attinge a piene mani da 2001, per numerose sequenze, sopratutto nella seconda parte.
Ma la storia che cerca di presentare è diversa, difficile da capire il reale significato.
Come hanno osservato altri, è un film interpretabile a più livelli. Chi ci vede un tentativo malriuscito di un "remake" di 2001, chi vede nella stazione spaziale metafore della condizione umana, oppure il senso di protezione/isolamento di un grembo materno

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Probabilmente il film avrebbe guadagnato, almeno per me, qualche punto in più...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

andreuzzo  @  11/11/2014 01:37:47
   4 / 10
L'ho trovato totalmente insulso, vuole essere particolare vuole essere profondo vuole essere intellettuale.
Assolutamente non riesce ad essere nulla che non sia stato già detto, scontato noioso, lentissimo e rallentato solo per tenere su una struttura che, senza fondamenta, crolla dopo la metà del film.
Dimostrando che sotto i giochi di musiche e inquadrature ricercate c'è L'ASSOLUTO NULLA.

Una totale perdita di tempo.

Febrisio  @  12/03/2013 20:11:33
   8½ / 10
Il giovane regista tedesco Eubank segue le orme fotogeniche di un'Odissea nello spazio. Lontano dalla terra 20 miglia, un operazione in corso, poi accade qualcosa e da quel momento manca il contatto. Ma quanto terrà la navicella spaziale?

Questo è solo l'inizio di un film visionario, a cui lo spettatore riesce affezionarsi per il notevole fascino delle sequenze fotografiche. L'avventura mette l'astronauta in una condiziona umana claustrofobica difficile. Le inquadrature si concentrano sull'unico punto di riferimento osservato dalle più bizzarre angolazioni. Dagli oblò la terra rimane costantemente lontana, non quanto il desiderio di poterla rivedere e rivivere. Il contatto umano diventa indispensabile e materia principale del film.

Per chi si accontentasse delle parole finali, questo viaggio verso casa sembrerà banalizzato in una maniera sconcertante. Difatti pur riconoscendo che le sequenze, le parole portino con sè un significato, diventa difficile relazionarne alle immagini viste.
Lo spettatore che avesse la fortuna di decriptare il messaggio durante la visione, contrariamente assisterà alla ricomposizione di un sentimento. Ogni immagine, e parola compie il dovere del regista.

Qui una chiave di lettura generale personale e discutibile, a cui consiglio la lettura solo a chi ha visto "Love", perchè togliersi l'ardua difficoltà di poterlo scoprire durante la visione, toglierebbe parecchia soddisfazione:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Se vissuto seguendo il cammino invisibile descrive con la qualità di un piccolo compendio da psicoterapeuta gli stadi di un sentimento

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER L'astrazione lascia il posto al concreto, pur trattando un sentimento non facile. Certamente ha il difetto di eccedere nel criptaggio. Anche se sorprendentemente l'angolazione è quella immedesimazione dall'interno verso l'esterno. Dalla navicella alla terra, e non viceversa.

Il voto è il summo della meravigliosa estetica, al comparto sonoro di qualità, e a una visione forse troppo chiusa, ma nel contempo importante, originale e significativa.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/02/2015 00.45.40
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  10/10/2012 11:19:52
   6½ / 10
Produce Tom De Longe, chitarrista/cantante dei Blink 182 e alle prese da tempo con il progetto degli Angels & Airways, autori della colonna sonora di questa ambiziosa pellicola.
Aldilà dei pregiudizi riguardo la qualità dei suddetti gruppi devo ammettere che le musiche si congiungono perfettamente con le immagini ideate da William Eubank, regista in erba provvisto di un senso estetico seducente, a tratti fin troppo sofisticato ma di sicuro impatto.
La pellicola non è facilmente assimilabile e potrebbe causare travasi di bile ai fans più intransigenti di "2001:Odissea nello spazio" da cui trae ispirazione nella formula filosofeggiante, per poi scandagliare la natura umana e con essa i suoi bisogni primari inerenti la sfera emotiva.
C'è anche "Moon" di Duncan Jones a far capolino, i paragoni però sarebbe meglio evitarli in quanto genererebbero una situazione impietosa per "Love", ed una pesante sconfitta causa manifesta inferiorità.
Si distinguono due piani temporali narrativi, quello principale riguarda l'isolamento di un astronauta abbandonato in orbita per qualche misterioso motivo (anche se una scena qualcosa al riguardo suggerisce), l'altro prende in esame la solitudine di un uomo che durante la guerra di secessione resta emarginato, dapprima unico sopravvissuto del suo reggimento, poi mandato in missione mentre i nuovi compagni sono destinati alla fine.
Due individui costretti a differenti tipi di abbandono che solleticano un'analisi interiore, alimentata dalla situazione e dall'inaccessibilità della stessa essenza umana e da ciò che la circonda.
L'ultima mezz'ora diventa piuttosto criptica e ci vuole tolleranza per poter accettare ciò che la sfacciata sceneggiatura vorrebbe rammentare con crescente vigore, ossia il bisogno di interazione positiva fra esseri umani e di progettualità comune, ergendosi quasi come un monito contro ogni atrocità e guerra.
Quindi un inno all'amore confuso anche se a tratti suggestivo, potrebbe intrigare gli appassionati di sci-fi romantico/introspettiva.

noordwijk  @  31/08/2012 18:22:52
   2 / 10
COMMENTO CON SPOILER

Tentativo malriuscito di reinterpretare i contenuti di "2001 Odissea nello spazio" di S. Kubrick.
Numerosi sono i richiami alla fotografia, alla trama, alla filosofia di quella che è un'opera eccelsa e come tale non andrebbe mai rimaneggiata se non con destrezza e rispetto.
Sebbene nessuno sia generalmente contrario alle rivisitazioni, questo tentativo inizialmente tenta di rimanere "elevato" mantenendo la suspance e procrastinando "la rivelazione" per quasi tutta la prima parte del film.
Quando non è più possibile sostenere le premesse create, la trama collassa banalmente e affonda come il Titanic in messaggi del tipo "non siamo soli" e "amore".

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

5 cm al secondoa haunting at silver falls 2a mano disarmataa spasso con willya.n.i.m.a.after (2019)aladdin (2019)alive in franceamerican animalsancora un giorno
 NEW
arrivederci professoreasbury park: lotta, redenzione, rock and rollattacco a mumbai - una vera storia di coraggioattenti a quelle dueavengers: endgamebanglabeautiful boy (2018)bene ma non benissimoblue my mind - il segreto dei miei annibook club - tutto puo' succederebutterfly (2019)cafarnaoche fare quando il mondo e' in fiamme?christo - walking on waterclimax (2018)cyrano, mon amourdagli occhi dell'amoredentro caravaggiodicktatorship - fallo e basta!dilili a parigidolceromadolor y gloriafiore gemelloforse e' solo mal di marego home - a casa lorogodzilla ii - king of the monstersgordon & paddy e il mistero delle nocciolehellboy (2019)i figli del fiume gialloi fratelli sistersi morti non muoionoil campione (2019)il corpo della sposa
 NEW
il flauto magico di piazza vittorioil grande saltoil grande spiritoil museo del prado. la corte delle meraviglieil ragazzo che diventera' reil traditore (2019)il viaggio di yaojohn mcenroe - l'impero della perfezionejohn wick 3 - parabellumjuliet, nakedkarenina & ikursk
 NEW
la bambola assassina (2019)la caduta dell'impero americanola citta' che curala llorona: le lacrime del male
 NEW
la prima vacanza non si scorda mail'alfabeto di peter greenawayl'angelo del criminel'angelo del male - brightburnle grand balle invisibilil'educazione di reylo spietato
 NEW
lucania - terra sangue e magial'uomo che compro' la lunal'uomo fedelema cosa ci dice il cervellomaryam of tsyon - cap 1 escape to ephesusmo' vi mento - lira di achillenoinon ci resta che riderenon sono un assassinonormalnureyev. il mondo, il suo palcooro verde - c'era una volta in colombiapalladio - the power of architecturepallottole in liberta'pet sematarypets 2: vita da animalipokemon detective pikachupolaroidprimula rossaquando eravamo fratelliquel giorno d'estatequello che i social non dicono - the cleaners
 NEW
rapina a stoccolmarapiscimired joanrocketmansarah & saleem - la' dove nulla e' possibileselfiesharon tate: tra incubo e realta'shazam!shelter: addio all'eden
 NEW
sir - cenerentola a mumbaisoledadsolo cose bellestanlio e olliotakara - la notte che ho nuotatoted bundy: fascino criminalethe brink - sull'orlo dell'abisso
 NEW
the elevatorthe intruder (2019)the mirror and the rascaltorna a casa, jimi!tutti pazzi a tel avivtutto lisciouna vita violenta (2019)un'altra vita - mugunfriended: dark webwonder parkx-men: dark phoenix

989053 commenti su 41450 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net