l'uomo che venne dalla terra regia di Richard Schenkman USA 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

l'uomo che venne dalla terra (2007)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film L'UOMO CHE VENNE DALLA TERRA

Titolo Originale: THE MAN FROM EARTH

RegiaRichard Schenkman

InterpretiDavid Lee Smith, Tony Todd, John Billingsley, Ellen Crawford, Annika Peterson, William Katt, Alexis Thorpe, Richard Riehle

Durata: h 1.27
NazionalitàUSA 2007
Generedrammatico
Al cinema nel Giugno 2007

•  Altri film di Richard Schenkman

Trama del film L'uomo che venne dalla terra

Una festa d'addio improvvisata, organizzata alla meglio, per il Prof. John Oldman, che insegna da dieci anni alla locale universitÓ, e sta per trasferirsi. Le ragioni del suo volontario trasferimento sono ignote...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,37 / 10 (42 voti)7,37Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su L'uomo che venne dalla terra, 42 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Beefheart  @  08/02/2021 09:11:39
   5 / 10
Se non vi piacciono i film verbosi lasciate perdere questo.
90 minuti di chiacchiere ininterrotte all'interno di un'unica stanza. Per farne uscire qualcosa di veramente valido ci vuole maestria e qui non ce n'è poi molta.
Componente fantasy non pervenuta, grossi limiti recitativi, dialoghi superficialissimi e finale telefonato (e goffo).
Un calderone di mega-argomenti che ognuno, preso singolarmente, richiederebbe 10 film di sviluppo, e che invece non è altro che un'arlecchinata di pezze eterogenee e superficiali.
Bocciato.

StIwY  @  05/04/2020 12:41:37
   2 / 10
Una buffonata come non ne vedevo da taaaaaanto. Sembra più una supercaz___ola. Questo NON è un film, sembra più una scenetta comica, dove si fa a gara a chi ride per ultimo. Nemmeno gli attori, seppur modesti, credevano a quello che facevano, secondo me.

Tra l'altro girato probabilmente con una videocamera da due soldi, tanto più che ai bordi di certi inquadrature si notano evidenti sfocature e distorsioni.

Jumpy  @  15/03/2020 16:41:40
   6½ / 10
Un po' K-Pax, un po' Big Fish, un po' telefilm Ai Confini della Realtà.
E' un film che affascina ed ammalia perchè molto dialogato, tra storia, filosofia, antropologia... si toccano davvero tante tematiche, senza però andare a fondo su nulla.
Il tutto resta quindi piuttosto vago, restando a livello di un film di piacevole intrattenimento e nient'altro.

Overfilm  @  19/10/2019 23:44:47
   7½ / 10
Bel film che merita indubbiamente la visione.
Ok, budget limitato, ma quando ci sono le idee...
Un utente ha scritto che potrebbe essere un pezzo da rappresentare in teatro e mi trova concorde: occhio alle reazioni dei copratogonisti alle parole del prof. Oldman che scardina le loro certezze acquisite in tutta una vita in pochi minuti... (e son tutti professori nei loro ambiti...).
Per chi non l'ha ancora visto propongo un filmone che ha qualche assonanza con questo:
"K-PAX - da un altro mondo"
(voto 9 pieno!)

Mattealus  @  31/08/2018 17:02:52
   7 / 10
Buona l'idea, ma cribbio dovevano sviscerare di più gli argomenti importanti che sono invece appena accennati, alcuni per ovvia ignoranza in materia, altri forse per poco tempo a disposizione. Comunque bellino

Invia una mail all'autore del commento palla78  @  19/08/2018 12:22:10
   8 / 10
Al solito, dimostra che non servono budget milionari per fare un bel film, a volte basta una semplice idea, qui magnificamente espressa.

Da vedere senza preconcetti, tutto di un fiato.

Lascerà perplessi, attoniti, ma con diverse domande interessanti e spunti di riflessione.

Ottimo lavoro!

Invia una mail all'autore del commento Andre82  @  09/06/2016 18:44:06
   4 / 10
A me sa tanto di presa per i fondelli questo film, a budget irrisorio (pagati solo gli attori, sempre che di tali si tratti) in quanto interamente girato in una stanza. Cosa ci trovano di tanto speciale quelli che ne sono rimasti impressionati faccio veramente fatica a comprenderlo, anche col massimo sforzo. Non fanno per me questi film "tutto fumo, niente arrosto"!

ferzbox  @  29/03/2015 17:24:05
   8½ / 10
Troppo bello quello che riesce a creare questo film; mi sono sentito sempre più catturato,quasi ipnotizzato,da questa storia assurda e stracolma di dialoghi e personaggi.

Tutto inizia in modo normalissimo; un giovane professore universitario,tale John Oldman,decide di abbandonare la cattedra e trasferirsi altrove,ma prima di farlo invita i suoi colleghi/amici universitari per dare loro l'addio prima di andarsene.
Qui inizia il film,creando questo ambiente casalingo nella dimora di John,presentando i personaggi tramite dialoghi piuttosto comuni,dove i vari individui svelano allo spettatore quali siano le loro competenze culturali o scientifiche.
Quindi nel gruppo ci ritroviamo una studentessa universitaria,un biologo,un archeologo,una storica di reperti cristiani,un antropologo e una dottoressa di medicina; tutti amici di un John che si dimostra riluttante nel voler spiegare il motivo della sua partenza.
Questi primi dialoghi sono abbastanza frivoli,ma già creano una situazione di agio che percepisce anche lo spettatore,facendolo sentire parte del gruppo e seduto vicino a loro; qualcosa nei dialoghi cattura subito...il carisma dei vari insegnanti funziona,portando a pensare quale possa essere la serratura del film,che una volta girata,inneschi un meccanismo più complesso ed intrigante.

Mi addentro ancora un pò,ma senza fare spoiler......

Improvvisamente John,tra una discussione e l'altra,se ne salta fuori con una domanda ipotetica da porre ai suoi colti amici; così per gioco,ma con una certa nota di ambiguità...

"....E se un uomo del paleolitico fosse sopravvissuto fino ai giorni nostri?....il suo corpo come sarebbe ora? che aspetto avrebbe? cosa penserebbe?......"

La domanda viene colta in modo divertente,anche perchè non era del tutto fuori luogo....d'altronde da quando erano arrivati non avevano fatto altro che parlare di storia o scienza giocherellando con i reperti che John teneva in casa.
Però da qui inizia tutto; questa semplice domanda nata per gioco,porta ad un'evoluzione straordinaria dei dialoghi; lo spettatore non immagina minimamente come si trasformerà l'atmosfera durante questa rimpatriata; il percorso che segue si addentra in una sceneggiatura che ha del geniale,dove si mettono in discussione tantissime teorie e ipotesi sulla storia dell'umanità(in più sfaccettature poi....ricordate le differenti conoscenze dei personaggi a cui accennavo prima?)...
.....ma non è solo questo,c'è anche un'altro elemento importantissimo a valorizzare il film; una cosa che preferisco non dire per non rovinare l'opera a chi deve ancora vederla,ma fondamentale per capire pienamente l'originalità dello script.
La regia e la fotografia vanno bene; non salta fuori nulla di strabiliante a livello tecnico,ma va bene così....per quello che doveva dare funziona perfettamente.
Forse una piccola critica che potrei fare è legata alla reazione dei personaggi ad una determinata scoperta,buona ma inizialmente non del tutto credibile,ma tutto si riassesta piano,facendo dimenticare questa frivolezza; l'argomentazione si fa sempre più intrigante e si passa sopra facilmente ad alcune malcuranze.
Che dire?....a me ha piacievolmente sorpreso....l'ho ritenuto interessante dall'inizio alla fine.....

TheLegend  @  19/02/2015 04:05:57
   8 / 10
Film davvero interessante che è stato capace di stimolarmi la mente e l'ha fatta viaggiare e riflettere.

Oskarsson88  @  29/10/2014 20:19:03
   7½ / 10
Film particolare fatto con pochi soldi. Lodevole

Vlad Utosh  @  28/08/2014 14:57:37
   7½ / 10
Ammirevole e coraggioso film-poco budget, maggiore inventiva e attenzione a sceneggiatura e dialoghi?- che si svolge interamente fra quattro mura e cortile adiacente. Il soggetto, un uomo che decide di svelare il suo incredibile segreto ai suoi amici e colleghi, è davvero interessante e ben sviluppato. Un uomo che afferma di avere 14000 anni e tenta di convincere, anche se è consapevole di non essere creduto, la bella compagnia di astanti senza portare nessuna prova concreta; l'unico sistema per togliere ogni dubbio sarebbe l'osservazione diretta più il tempo; difatti, l'evidenza maggiormente importante che ci viene fornita, a sostegno delle sue parole, è il fatto che sembra non essere invecchiato in dieci anni(parlo dal punto di vista dei suoi amici).
Supponiamo che questo cro-magnon sia realmente fornito del dono intrinseco di non invecchiare ed immune alle malattie(o meglio super resistente, in quanto nel film viene esplicato che nel corso della sua millenaria vita fu colpito da diverse malattie gravi) ciò non rende esente da morti accidentali e violente. Detto ciò, mi pare veramente poco probabile sopravvivere per millenni, superando indenni periodi pericolosi e oscuri in cui si moriva con estrema facilità; fra cui il lasso di tempo preistorico -con tanto di caccia al mammut!- il medioevo, numerosi viaggi per mare ecc ecc
Dopo le rivelazione a carattere religioso di John

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILERil film prende una piega diversa in quanto va a toccare un tema caro, in particolare a Edith. A mio parere è affascinante l'idea di un

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER .
Se l'argomento è ben intavolato è interessante vedere come la gente sia portata a credere(o quantomeno ad avere qualche dubbio) a dispetto dell'assenza di prove; un po' come quando il sedicente viaggiatore del tempo "John Titor" raggirò diverse persone con il suo folle racconto.
Fra gli attori ho notato con piacere "Candyman" Tony Todd.
In conclusione, questo L'uomo che venne dalla terra è un ottimo film riflessivo; tuttavia non lo considero un capolavoro, altri film, oltre a far riflettere, sanno aggiungere un alone di mistero ancor maggiore… sempre dal mio punto di vista.

DarkRareMirko  @  12/05/2014 01:25:53
   9 / 10
Veramente una piacevolissima sorpresa, per 80 minuti che letteralmente volano per quanto sono intriganti ed interessanti, ed il tutto si svolge nelle poche mura di una casa!! (ed infatti ho pensato che ne andrebbe bene anche una trasposizione teatrale).

Produttore esecutivo qui è nientemeno che il Mark Pellington di Arlington road, e quindi è comprensibile che il film sia riuscito in modo così godibile.

Bravi tutti gli attori, e fa smepre piacere vedere il Tony Todd dei 3 Candyman; il film è una buona variante sul tema di Highlander, che spesso va sul registro religioso e filosofico (anche se certe posizioni, come han detto altri utenti, sono comunque discutibili).

Buoni anche gli accompagnamenti sonori, in quella che è una favola quasi new age molto piacevole ed intelligente.

Molta della sua fortuna è dovuta alla circolazione su peer-to-peer; uno splendido esempio di come usare al meglio un budget contenuto.

Invia una mail all'autore del commento SimonV85  @  08/07/2013 22:56:49
   8½ / 10
Film che l'ho trovato molto Hitchcockiano, non nella trama ovviamente, ma nella qualità assoluta dei dialoghi, nella sua dimensione questo film è un piccolo capolavoro!

Hyogonosuke  @  08/07/2013 00:43:36
   7½ / 10
Questo film è una vera sorpresa: mi avessero detto che un'ora e mezza di dialoghi fra 4 mura sarebbero volate così non c'avrei creduto.
E' la dimostrazione concreta che non bisogna per forza spendere milioni di dollari per fare una buona pellicola, ma un buon cast e soprattutto una buona storia possono riuscire ugualmente bene come film costosissimi.

Bisogna soltanto togliersi il cappello dinnanzi ad un tale gioiellino; il voto non è più alto solo perchè,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

jannakis  @  28/11/2012 11:21:35
   3 / 10
ma per favore! irritante, imbarazzante, non sta in piedi niente. odioso ai massimi livelli il protagonista. porcata americana, come qualcuno qui ha già giustamente fatto notare.

clint 85  @  21/08/2012 01:06:07
   6 / 10
Un semplice B Movie che riporta in forma cinematografica teorie conosciute e già affrontate da qualche famoso documentario collocate nel contesto...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
...anch'esso affrontato già da qualche famoso film..!
Assolutamente nulla di trascendentale a mio modesto parere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  30/07/2012 18:40:03
   8 / 10
E' affascinante per come riesce a prenderti dal racconto, dalla capacità affabulatoria del protagonista, dal botta e risposta e dai continui giochi al rialzo che propone questo film. E' la potenza del racconto l'aspetto migliore di questo film: uomini di scienza che con la forza della logica e della razionalità vengono messi in crisi da miti e leggende ancestrali che, consciamente o meno, fanno parte del nostro retaggio come elementi del nostro Dna. Una scenggiatura con dei dialoghi favolosi, un gruppo di bravi attori e una piccola casa in campagna. A volte basta veramente poco per fare un eccellente film.

7219415  @  31/03/2012 19:30:38
   7½ / 10
Nonostante sia girato tutto in una stanza riesce a non annoiare per tutta la sua durata...

ValeGo  @  31/03/2012 11:12:51
   8 / 10
Film semplice dal punto di vista realizzativo (girato interamente in una stanza!), ma molto complesso dal punto di vista dei contenuti. Mi viene in mente l'aggettivo "evocativo"..dai dialoghi e dalla storia del prof. Oldman si viene catapultati in un viaggio attraverso il tempo,dagli albori degli uomini fino ai giorni nostri..un film che suscita immagini, che stimola la fantasia,il pensiero che fa lavorare la mente. Sembra quasi di leggere un libro. Una fantascienza diversa ma non meno stimolante. Anzi...

CavaliereOscuro  @  08/01/2012 19:52:42
   4 / 10
Vado controcorrente. Il film suscita interesse nello spettatore che però va sempre più scemando man mano che la storia si evolve. Esageratamente pretenzioso... e la peggior trovata in assoluto è...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Americanata immonda.

guidox  @  28/12/2011 19:11:11
   8½ / 10
questo film è un gioiellino, magnifico nella sua semplicità.
non si può svelare troppo della trama, il bello infatti sta dove si va a parare sin dall'inizio, ma si può dire che con una sorta di dibattito fra studiosi, il professor John Oldman parla della sua vita, affrontando i temi dell'umanità, in un'escalation incredibile di rivelazioni che tengono l'attenzione dello spettatore al massimo, pur non sfruttando in modo classico il colpo di scena o la tensione crescente.
tutto (o quasi) in una stanza, sceneggiatura perfetta, l'unica pecca, se proprio si vuole trovare il pelo nell'uovo, sta nella realizzazione un po' troppo televisiva; aspetto comunque che non intacca il valore del prodotto finale.
consigliato, ma solo per chi vuole passare un'ora e mezzo a stimolare il cervello.

CHIVALEVOLA  @  16/12/2011 16:40:00
   10 / 10
Beh...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  11/12/2011 18:07:56
   8 / 10
8 perché è un film sconosciuto ed è un'assurdità. Non fidatevi di chi ve lo spaccia per pesante o noioso: bisogna solo aspettarsi un film quasi teatrale, basato esclusivamente sul dialogo e gli effetti della rivelazione che sconquassa i rapporti tra un gruppo di amici intellettuali e professori.
8 perché non annoia grazie ad una delle più belle sceneggiature che si potevano concepire: il limite poi sta nei mezzi (budget risicatissimo) e allora sarebbe potuto essere benissimo un testo teatrale; mancano le musiche, tutto è basato sulla limpidezza di una situazione, dialoghi e attori stimolanti (aggettivo perfetto) con una situazione paradossale che se all'inizo potrà far storcere il naso anche allo spettatore più esigente (in termini di realismo o di verosimiglianza) poi lo cattura lentamente del tutto all'interno di un percorso che attraverso la parola ridiscende fino agli albori della Storia, della religione e dell'uomo. Per arrivare a toccare solo trasversalmente il tema dell'immortalità e di Di0.
Insomma, questa è una pellicola da sviscerare e godersi, di certo piena di un'originalità come se ne vede raramente.
Diffondete!

Xavier666  @  27/11/2011 20:32:52
   8½ / 10
Il pericolo di questi siti è che alcuni ragazzi "attirati dalla media" come candidamente tendono ad ammettere, vengano a commentare con una saccenza che ha dell'inaudito film come questo. Questo film riesce a tenerti incollato alla trama con dei DIALOGHI di 8 protagonisti in una stanza, una bottiglia di whiskey green e un camino acceso. Tutto qui. Il prodotto è originalissimo, per niente banale, nessun "thriller psicologico claustrofobico" No. niente di tutto questo, solo un uomo che racconta la sua storia.
Mi ha commosso.
Ripeto, per i fan di Avatar o i Puffi, non venite qui ATTIRATI DALLA MEDIA. E' un film statico (ai vostri occhi), per me è una delle cose più stupende capace di colpire l'intelletto e la fantasia in maniera piacevolissimo.

E cancellate quello che ha messo 1. Avrà visto i primi 10 minuti.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Blutarski  @  11/10/2011 16:32:33
   8 / 10
Beh che dire a dir poco geniale e accattivante la trama di questo film non destinato al grande schermo. Mi pare chiaro che la storia tragga ispirazione dal celebre crononauta fake di John Titor e forse anche da Jacob di Lost. Ad ogni modo un film che ti spiazza dal primo all'ultimo minuto e che solo attraverso una certosina costruzione di un solido impiato di dialoghi riesce a soppiantare la povertà di mezzi. Molto bene gli attori, ne consiglio a tutto la visione. ****ta.

Clint Eastwood  @  08/07/2011 19:35:46
   7 / 10
La storia dell'umanità "schiaffeggiata" da questo dilettevole film che però incuriosisce parecchio, bisogna ammetterlo.

Buon film, ma da non prendere sul serio.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  18/03/2011 17:05:12
   7½ / 10
Il professor John Oldman (fate attenzione a questo nome) sta per lasciare il luogo in cui ha vissuto per dieci anni,alcuni suoi amici decidono di organizzargli una festa d'addio e gli piombano in casa mentre sta riordinando le ultime cose.
Girato quasi per intero in un unico ambiente "The Man From Earth" potrebbe benissimo essere paragonato ad un'opera teatrale,in quanto completamente articolato su una serie di dialoghi adatti a stimolare la fantasia dello spettatore indotto a immaginare ci˛ che viene raccontato.
Oldman decide di aprirsi consegnando la sua incredibile storia alle persone che lo hanno amato,ricambiati, durante quegli anni,il suo segreto una volta rivelato alimenta una specie di talk show che si erge a filo conduttore di una pellicola minimalista che a dispetto del tema trattato non scade mai nel ridicolo.
Sostanzialmente si rivive la storia dell'umanitÓ riscrivendone una parte cruciale in maniera shockante,parole che demoliscono convincimenti tra lo stupore,l'incredulitÓ e l'inevitabile rabbia aizzata da una veritÓ che lascia l'uomo orfano dei suoi idoli contraffatti e quindi atterrito dal dubbio.Il racconto avvince,si viene catturati, seppur la platea di John sia costruita a tavolino,con esponenti di ogni scienza a fare da garanti per la veridicitÓ di quello che sembra essere solo un folle delirio.Di certo non c'era bisogno dell'enfatica appendice conclusiva,un po' gratuita e soprattutto fuori contesto rispetto la metodologia interpretativa fino a quel punto accordata.La parte finale Ŕ la pi¨ trascinante,encomiabile negli intenti forse un po' semplicistica nella demolizione delle certezze cristiane e della figura di Ges¨ Cristo,comunque c'Ŕ da ammettere che appassiona,anche se appare pi¨ sordidamente mirata rispetto all'introduzione storico/antropologica che scorre in modo pi¨ fluido.
Il cast Ŕ costituito da vecchie conoscenze,il corpulento Richard Riehle risulterÓ volto noto a molti,mentre Tony Todd fu l'inquietante Candyman, ciliegina sulla torta William Katt,giÓ Ralph supermaxieroe della famosa serie tv e surfista impavido nel cult generazionale "Un mercoledý da leoni".
Chi desiderasse un film fuori dagli schemi ha solo da accomodarsi e tenere ben aperte le orecchie.

Invia una mail all'autore del commento Gualty  @  18/01/2011 21:41:47
   8½ / 10
Squisita pellicola teatrale, una ricostruzione per assurdo nell'impossibilità di credere o rimaner scettici: la fiducia alla base delle nostre convinzioni. Un tuffo nella storia, nella natura umana, nella religione e nella fragilità delle relazioni umane. Buona performance di regia e attori, in un inaspettatamente scorrevole salotto intellettuale.

Invia una mail all'autore del commento viewer  @  24/12/2010 10:55:28
   5 / 10
Attratto dai commenti entusiastici e dai voti alti, mi trovo di fronte ad una delusione. La sceneggiatura si fonda su dialoghi improntati su un mix di religione, filosofia, antrolpologia ecc. da buon mercato. Man mano che la trama si svolge l'autore punta sempre più in alto forse per mantenere desta l'attenzione su una sceneggiatura che non sta in piedi in quanto assolutamente poco credibile, finendo per risultare insopportabile. E il finale poi?... Signori, sarà che questo non è il mio genere ed io sarò poco obiettivo, ma sempre per restare in tema, se date 9-10 a film di questo genere, allora , ad esempio a film come quelli di Bergman, che voto si dovrebbe dare?

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/02/2011 07.04.46
Visualizza / Rispondi al commento
jackk  @  02/12/2010 23:37:01
   7 / 10
Bel film, vale la pena vederlo!

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  21/10/2010 17:27:27
   8 / 10
Cercavo un film così. Un uomo che se ne esce con una storia incredibile e nel raccontarla tocca moltissimi temi caldi facendo scoprire molte verità che non avrebbero dovuto offuscarsi nel corso del tempo ( anche se molti concetti sono trattati con superficialità e alcuni punti sono poco chiari ). Realizzato a basso costo è una chicca imperdibile assolutamente da vedere. Avrebbe dovuto essere questo lavoro a far suscitare tutti quei dibattiti avvenuti per "La passione di cristo" e alla fine della visione capirete perchè dico questo. Da non perdere.

marfsime  @  21/10/2010 14:35:04
   8 / 10
Gran bel film che seppur girato con pochi mezzi ed esclusivamente all'interno di un salotto di un'abitazione. L'atmosfera che si crea si fa via via più opprimente e quasi angosciante sino ad arrivare al finale a sorpresa di grande intensità. Film consigliato.

Aztek  @  05/10/2010 21:09:49
   9 / 10
Rare volte un film è riuscito a catturarmi in questo modo; mai avrei pensato in passato che un film girato interamente in un salotto con 6 personaggi seduti vicino ad un camino potesse scivolare così velocemente e rivelarsi un capolavoro.
Come qualcuno ha già detto nei commenti precedenti, forse lo strumento cinematografico era quello meno adatto per realizzare la geniale idea del regista, ma vedendo i risultati, direi che ne è valsa la pena.
Forse sarà la prima volta che da un film verrà scritto un libro (non so se esitono già precedenti) e non viceversa.
E' inutile commentare il contenuto dei dialoghi, vi rovinerebbe la sorpresa.
Cercate di recuperarlo in qualsiasi modo, credo che non ve ne pentirete.

Noodles_  @  16/09/2010 12:43:19
   8 / 10
L'ho fatto partire per curiosità, tanto per vedere di cosa si trattava, e non sono riuscito a staccarmi dallo schermo fino alla fine. E' un film che ti bevi tutto d'un fiato, scorrevole, intrigante, molto particolare.
Potrebbe tranquillamente essere rappresentato a teatro, visti l'unità di tempo, luogo, e personaggi che lo caratterizza. E la credibilità della situazione viene sostenuta dal fatto che gli interlocutori sono tutte persone di cultura, per cui in un modo o nell'altro interessati a ciò che viene loro sottoposto.
Avrei dato anche un voto più alto se non avesse raggiunto dei picchi di fantasia a mio parere un po' eccessivi...
Davvero molto molto emozionante.

IceKiller  @  08/09/2010 05:29:18
   5 / 10
film deludente, evitabile.

2 risposte al commento
Ultima risposta 17/04/2011 16.39.55
Visualizza / Rispondi al commento
kossarr  @  01/09/2010 04:05:22
   10 / 10
Non disprezzo gli effetti speciali, i grandi attori, la fotografia esemplare ma questo film è la dimostrazione pratica di come con una grande idea si possa girare un capolavoro.
Un'ora e mezza intrigante, divertente, perfetta in ogni sua sfaccettatura.
Attori non famosi ma bravissimi.
Consiglio la visione in lingua originale.
CAPOLAVORO!

Geoff  @  15/05/2010 12:34:01
   9 / 10
...ed è amore. Mi sono perdutamente innamorato di questa pellicola, così semplice eppure così evocativa. Così umile ma così intensa. Un Film con la F maiuscola, uno schiaffo alle megaproduzioni, una prova di intelligenza ed abilità mentale. Guardatelo. Perdetevi.

Macs  @  17/04/2010 22:09:46
   8 / 10
Film molto profondo, provocatorio, per palati fini. Un'ora e mezza di fitti dialoghi e riflessioni che disegnano una nuova storia dell'umanità, aprendo nuove prospettive sull'intero evolversi del genere umano. Il tutto, nell'atmosfera raccolta di una stanza al calore del focolare. L'idea, una sola, di base è originale, la recitazione è più che buona, peccato qualche abbandono alla retorica qua e là. Da vedere e rivedere.

popoviasproni  @  03/03/2010 20:36:20
   8 / 10
Furbo e riuscitissimo mistery dalle tensioni psicologiche davvero seducenti.

IndianaMonts  @  25/02/2010 20:26:47
   9½ / 10
Visto ormai da qualche mese (e immediatamente rivisto 2 volte per la magnifica impressione che mi ha lasciato) e credo non spenderò troppe parole per questo capolavoro di Bixby che Schenkman ha avuto l'immensa fortuna di dirigere.

Poco fa ho commentato Avatar dicendo che ci si è praticamente concentrati solo sull'apparenza e non sul contenuto (certamente la trasmissione di un bel messaggio, ma il costo è decisamente spropositato e il messaggio viene messo in secondo piano a causa della grafica), quest'opera invece è l'esatto opposto. Trama sorprendente e tutto un unico racconto dove non trova spazio una sola immagine alla quale siamo ormai abituati dal "grande" (qui sono ironico) cinema.

Degli amici che si trovano per dare addio ad un altro amico, nel suo soggiorno in una casa fuori città, inizia un racconto che subito ti incuriosisce e poi ti prende sempre più, non una immagine, solo l'abilità interpretativa degli attori e l'atmosfera della stanza. Il tutto saggiamente inframezzato da momenti per riprendere il fiato e non far diventare il film pesante mantenendolo invece piacevole, scorrevole e tenendo alta l'attenzione dello spettatore che si chiede sempre come continuerà il racconto.

Una trama che tocca temi scottanti (a volte fantasiosi ma non solo, alcuni sono temi reali che semplicemente non vengono mai divulgati. troppo scomodi per le implicazioni che porterebbero) e che indaga la natura umana con le sue reazioni a causa di nuovi elementi che mettono in discussione le proprie convinzioni.

Ancora più apprezzabile se si pensa che il budget del film di Cameron avrebbe reso molto felice l'economia dello Zimbabwe (ma in questo momento credo sarebbe contenta anche la Grecia se le entrassero in cassa quei soldi) mentre quello di The Man From Earth non mi permetterebbe neppure di costruirmi una nuova casa (200.000 $ ) su di un terreno già di mia proprietà... Sono cose che fanno riflettere :)

E come non mettere una bella coccarda d'onore sull'interpretazione di ogni suo singolo attore a partire dal carissimo John "Flox" Billingsley? Onore al merito ad ognuno di loro!

Concordo con Uplifting, questo film non deve essere visto da produttori hollywoodiani. ogni sua possibili trasposizione in immagini scadrebbe semplicemente nel ridicolo.

uplifting  @  30/03/2009 16:34:58
   7 / 10
da un tema come quello trattato qui potrebbe nascere una boiata hollywodiana mai vista prima; bisogna sperare che nessun regista o produttore a Los Angeles si accorga di questo film. Un non-film Fantascientifico-filosofico-religioso; non-film perchè è fondamentalmente come leggere un libro, quindi tutte le scene epiche le ho visualizzate nella mia mente mentre venivano soltanto raccontate.

Se il racconto in parole si trasformasse in immagini su schermo, tutto perderebbe di veridicità, dando spazio alla pre-citata boiata holliwodiana. Quindi questo è un libro mancato, non mi ci trovo a dare un voto, visto che non lo considero un vero film, però volevo pur commentarlo. Di qui un 7 per premiare le tematiche ECCEZIONALI qui trattate piuttosto che valutare la staticità della realizzazione, che appunto porta a chiedersi il senso del realizzare un film invece di adottare altri mezzi piu efficaci per comunicare questa perla di idea.

1 risposta al commento
Ultima risposta 30/03/2009 17.33.14
Visualizza / Rispondi al commento
Max78  @  20/11/2008 20:49:28
   9 / 10
Pur essendo il primo a commentare questo piccolo gioiello del cinema indipendente manterrò la bocca cucita per non rovinarvi la visione.
Trovo che sia una pellicola maledettamente affascinante e che per un'oretta abbondante mi ha tenuto letteralmente incollato al video.

StraStraStraConsigliato.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1014661 commenti su 44988 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net