ritorno alla vita regia di Wim Wenders Canada, Germania, Norvegia 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

ritorno alla vita (2015)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film RITORNO ALLA VITA

Titolo Originale: EVERY THING WILL BE FINE

RegiaWim Wenders

InterpretiJames Franco, Rachel McAdams, Charlotte Gainsbourg, Marie-Josée Croze, Peter Stormare, Patrick Bauchau, Julia Sarah Stone, Lilah Fitzgerald, Robert Naylor

Durata: h 1.40
NazionalitàCanada, Germania, Norvegia 2015
Generedrammatico
Al cinema nel Settembre 2015

•  Altri film di Wim Wenders

Trama del film Ritorno alla vita

Il film racconta dodici anni nella vita di Tomas, uno scrittore americano in piena crisi creativa: la sua relazione con Sara, una ragazza dolce e convenzionale che poco capisce del suo mondo interiore; quella con l’editrice Ann e sua figlia Mina; il difficile rapporto con la scrittura, il successo critico e il riconoscimento intellettuale; il legame misterioso e indissolubile con la bellissima Kate, giovane madre di due bambini che vive negli spazi sconfinati del lago Ontario.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,25 / 10 (6 voti)6,25Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Ritorno alla vita, 6 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  07/04/2017 17:26:12
   6 / 10
Dopo anni di lavoro dietro ad ottimi documentari Wenders torna a girare un lungometraggio e lo fa affrontando il tema del rimorso.
Il regista Tedesco pero' procede con passo davvero lento nella storia che offre davvero poco dal punto di vista della sceneggiatura.
Dal punto di vista tecnico è eccellente, ci mancherebbe, a cominciare dalla sequenza dell'incidente.
Restano gli splendidi paesaggi ma resta anche la noia che alla lunga pesa sul valore complessivo della pellicola.

wicker  @  07/06/2016 18:53:34
   7½ / 10
è chiaro che si è di fronte a un film di un genere già di per sè pesante come il dramma dovuto a una perdita,in più qui è girato e sceneggiato in un modo veramente lento e lancinante come fosse una ferita che ci mette tempo a cicatrizzarsi.
Proprio questa è la forza di Wenders,il perdurare dell'agonia e della sofferenza,il tempo che non passa enfatizzato dalla luce del giorno che passa e ritorna ..
colori bellissimi,uso del grandangolo nella sequenza finale sono tocchi da maestro vero.non ho capito solo l'uso del 3d..

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  01/04/2016 10:28:12
   6½ / 10
Discreto. Nonostante la lentezza si lascia guardare; ma si lascia anche dimenticare.

stiffa  @  29/01/2016 08:42:18
   3 / 10
debaser  @  10/10/2015 19:02:07
   7 / 10
Sicuramente un bel film, poetico, a tratti straziante ma allo stesso tempo lentissimo al limite del narcotico. Bravissimi gli attori e stupenda la fotografia e le ambientazioni. Molto bello il primo tempo poi pero' il film comincia a scemare con i balzi temporali troppo slegati tra loro, fino ad arrivare ad un finale a mio parere monco con l'incontro tra i due superstiti della tragedia poco approfondito. Sicuramente non il piu'bel film di Wenders ma tutto sommato in linea con i suoi lavori.

hghgg  @  08/10/2015 23:05:00
   7½ / 10
Be, l'ho visto soltanto io il nuovo film di Wim Wenders ? D'accordo in sala saremo state si e no 6 persone però un mezzo commento pensavo di trovarlo qui... "Il sale della Terra" ha ricevuto ben più impressioni e interesse, meritatamente, il che conferma un dato: Wenders negli anni più recenti ha creato moltissimo con la sua arte nell'ambito documentaristico, ha concentrato lì tutto il suo talento e lo splendido lavoro su Salgado è stato la consacrazione di tutto questo; per quanto riguarda i film invece credo che Wenders abbia dato il suo meglio da tempo ormai, in tanti grandissimi film degli anni '70 e '80.

Su "Every Thing Will Be Fine" che dire, estremamente drammatico, viaggio catartico e di crescita nei dolori di varie persone, due ore e venti di pianti, riflessioni interiori, cambiamenti, dolori, un po' uno strazio insomma, fino al liberatorio finale preceduto da momenti in cui Wenders spezza il cerchio del dolore riuscendo anzi a creare momenti di tensione vera e di ansia per il destino dei protagonisti; purtroppo Wenders è riuscito a farmi sentire qualcosa solo in quest'ultima parte e a sprazzi qua e la prima almeno nella sceneggiatura. Il film è drammatico eppure in qualche modo freddo, asettico, quasi non fosse realmente onesto e sentito, c'è poco della visceralità del vecchio Wenders o del recente Wenders documentaristico, è un film sapientemente costruito e di mestiere che sa raccontare bene il dramma ma non riesce a trasmettere grandissime emozioni ne riesce ad attorcigliare lo stomaco. Troppo spesso sono rimasto indifferente a scene sulla carta dolorose o strazianti. Un plauso invece alla sequenza del parco divertimenti, ottima, per la prima volta il tempo sembrava aver lenato le ferite ma la cappa del "Ora succede un disastro" che Wenders crea sopra quella scena è da antologia.

Poi "Every Thing Will Be Fine" è anche e soprattutto un film esteticamente straordinario ma era il minimo sindacale con Wenders, stiamo parlando dell'autore de "Il sale della Terra" e "Paris, Texas" quest'ultimo capolavoro con una delle migliori fotografie nella storia del cinema. Quindi il lato estetico mozza-fiato me lo aspettavo ma resta in ogni caso qualcosa di visivamente mostruoso. Certi paesaggi sono incredibili, quasi dei dipinti, scenografie indimenticabili esaltati dai colori e dalla fotografia.

Poi c'è una scena in particolare talmente bella da avermi commosso: quando Tomas è a casa di Kate, si alza dal divano, è l'alba, in quel momento la luce comincia a cambiare, illumina il viso dell'uomo e la stanza, quella particolare luce nascente crea un'atmosfera da brividi ed è una sequenza visivamente commovente, immensa per l'uso della luce e dei colori, mi ha tolto il fiato. La fotografia è quella di un capolavoro assoluto.

Nulla da dire nemmeno su come l'occhio esperto di Wenders coglie tutte queste straordinarie immagini, con più voglia e vitalità rispetto alla narrazione un po' spenta di una storia tanto triste.

In tutto questo un James Franco che è il volto su cui si regge l'evoluzione di un dramma lungo 12 anni, francamente l'ho trovato meno intenso di quanto sperassi anche se certamente ha capito perfettamente il tipo di ruolo che doveva interpretare, più sotto le righe di così si muore. Davvero molto brava Charlotte Gainsbourg lei si, intensa e credibilissima, straziante e commovente. Già ha un cognome che nemmeno il tempo di sentirlo e mi ritrovo a prostrarmi in inchini doverosi se poi lei mi tira fuori un'interpretazione così (e anche come cantautrice oh, non sarà il padre, ma non è affatto scarsa)... E mi è piaciuta anche la bella Rachel McAdams, devo dire perfetta nell'interpretazione del suo ruolo, naturale, credibile.

Completamente inutile l'esperimento 3D, questo è un film visivamente commovente che si gode fino all'osso semplicemente in 2D e alla fine tutto il resto è roba superflua che toglierebbe intensità a certe straordinarie immagini, tipo quella che ho citato prima.

Un bel lavoro a conti fatti, migliore di altri film recenti di Wenders, un po' troppo freddo, con un'aura "fittizia" che un po' smorza la potenza di questo lungo viaggio nell'elaborazione di un dramma. Si prende almeno mezzo punto in più per l'immensa fotografia, che finisce sul podio Wenderiano insieme ai due film sopraccitati.

Qualcuno potrebbe certamente trovarlo eccessivamente prolisso, capace di ritorcersi eccessivamente su se stesso, di sicuro molti lo troveranno noioso per via del ritmo a dir poco pachidermico, si dirò che si crogiola inutilmente nella sua drammaticità, potrebbe esser vero ma non manca di poesia e buoni spunti di riflessione anche se probabilmente per quella che è alla fine una trama semplice con uno sviluppo semplice è effettivamente un po' troppo prolisso.

In ogni caso a me non è affatto dispiaciuto, preferisco cento volte vedermi un documentario se voglio qualcosa del Wim Wenders recente (e cito di nuovo "Il sale della Terra" perché è un documentario straordinario) ma se fossero sempre tutti così i film di puro mestiere ne sarei ben felice.

2 risposte al commento
Ultima risposta 09/10/2015 18.47.57
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
antebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004952 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net