rushmore regia di Wes Anderson USA 1998
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

rushmore (1998)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film RUSHMORE

Titolo Originale: RUSHMORE

RegiaWes Anderson

InterpretiOlivia Williams, Seymour Cassel, Bill Murray, Jason Schwartzman

Durata: h 1.33
NazionalitàUSA 1998
Generecommedia
Al cinema nel Gennaio 1998

•  Altri film di Wes Anderson

Trama del film Rushmore

Intelligentissimo, iperattivo nelle cosiddette attivitÓ "extracurricolari" ma incapace di incanalare le proprie doti nel tradizionale cursus scolastico, il quindicenne Max Fischer rischia l'espulsione dalla Rushmore Academy, la prestigiosa scuola privata alla quale Ŕ iscritto. Nella sua vita entrano per˛ due personaggi: il ricchissimo ma infelice Herman Blume e Rosemary Cross, una giovane insegnante vedova di cui entrambi si innamorano...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,38 / 10 (40 voti)7,38Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Rushmore, 40 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Filman  @  18/05/2020 21:24:52
   8 / 10
La commedia europea e surreale si inserisce nel cinema hollywoodiano anche grazie a RUSHMORE. Questo genere di commedia di solito: è a basso ritmo anche quando demenziale; ostenta il proprio valore da film indipendente; narra con una leggerezza tale da fuggire da ogni logica.
I difetti di un film così improbabile, irrealistico ma semplice nei personaggi e nelle loro premesse inizia nel momento in cui si dimentica di essere tale ed inizia calcare troppo sul proprio soggetto, delineando personaggi che sono assurdi e cercando di convincerci di eventi irreali. In questo caso l'insensato triangolo amoroso tra i tre protagonisti viene portato avanti troppo piattamente inspessendo qualcosa che di serio non ha nulla.
Come vuole il cinema post-moderno il senso non va ricercato nelle cose perché la ricerca delle cose non ha senso. Il finale liberatorio ci conferma che questo film d'autore di Wes Anderson è una trasfigurazione onirica di pure sensazioni che si risolve nell'epifania di relazioni amorose e familiari.
E' una sorta di favola metaforica, surreale già solo nell'incipit, forse l'elemento più innovativo della pellicola.

Budojo Jocan  @  22/02/2020 13:58:53
   7½ / 10
Buona commedia che scorre via liquida come una Gazzosa giù per il gargarozzo, che non provoca risate, ma piuttosto emozioni pastellate (non nel senso dell'impasto, ma del colore tenue) sempre in bilico tra un sorriso e una carezza al nipote seduto di fianco, tanta è la tenerezza e malinconia che fa avvampare al cor. Ottimo il personaggio di Schwartzman e ottima la sua interpretazione.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  23/10/2019 16:25:00
   7½ / 10
Commedia intelligente e mai banale che affronta il tema degli impossibili amori giovanili. Ritratto di personaggi stravaganti, al limite del surreale, firmato Wes Anderson. Bello.

DarkRareMirko  @  07/07/2019 23:50:32
   7 / 10
Sto nel mezzo tra chi lo loda e chi lo stronca.

Un certo stile già si intravede, molto buono il cast (c'è il sempriterno Cox, e bene anche Schwartzman, che non mi ha mai fatto impazzire ma qui è indicato e convincente), approccio qua e là originale nel raccontare vicende giovanili del solito nerd.

Carino.

david briar  @  05/06/2019 21:19:27
   5½ / 10
Il secondo film di Wes Anderson è colmo di fastidiosi vezzi stilistici che depotenziano le relazioni fra i personaggi e distraggono dal trasporto emotivo. Inoltre, sono numerosissimi gli scavalcamenti di campo, non sempre giustificati da un fine espressivo, ma più spesso pura e semplice inesperienza.
Detto questo, il film si lascia guardare grazie anche ai volti degli attori, ma come molti film di Anderson può generare fastidio per uno stile che, una volta visti due o tre film, è molto prevedibile e anche un pochino noioso.

wicker  @  14/02/2019 12:46:56
   6½ / 10
Classico film di Anderson che ama sempre molto caratterizzare i suoi personaggi borderline . Commedia agrodolce con forti connatati politici sociali appunto verso chi fa dell'emarginazione il proprio incipit di vita .
bella sceneggiatura e anche gli attori sono bravi.

7219415  @  28/10/2016 14:57:23
   7 / 10
Stralunato come tutti i film di Wes

Invia una mail all'autore del commento Suskis  @  04/03/2015 17:09:19
   6 / 10
Wes Anderson è molto particolare. Il suo cinema è strano, strampalato, a volte inquietante, altre volte fastidioso. Sono più i suoi film che non mi sono piaciuti che il contrario e per tutta la durata di questo film mi sono ripetuto: "ma cosa sto guardando?". Forse mi mancano troppi riferimenti (Salinger?) per apprezzarlo, ma, a parte un curioso ritratto di un adolescente bizzarro, non l'ho trovato molto riuscito. Anche Murray (come nel successivo Steve Zissou) sembra attraversare il film sotto l'effetto di allucinogeni...

marcogiannelli  @  22/01/2015 08:01:11
   6 / 10
non mi ha lasciato nulla di che..sicuramente vuole rappresentare l'affinità tra le varie età, l'inadeguatezza delle persone e tanti altri concetti, ma non mi ha fatto impazzire

Goldust  @  15/07/2014 10:16:24
   8 / 10
Siamo solo alla sua seconda fatica eppure il cinema di Wes Anderson è già grande e perfettamente riconoscibile nello stile. Rushmore è una commedia senza tempo ( siamo nel '98 ma potrebbe tranquillamente essere ambientata negli anni '60 o '70 che non perderebbe efficacia ) che racchiude già tutti i prodromi del futuro cinema del regista ( personaggi malinconici e sballati, famiglie lacerate, esaltazione di talenti poco convenzionali ) in un equilibrio talmente magico che in alcuni passaggi sfiora il lirismo.
Il personaggio di Max Fisher, iperimpegnato studente dal rendimento scolastico altalenante e dalla megalomania galoppante, è forse il più geniale e profondo tra quelli portati sullo schermo dal regista.

BrundleFly  @  28/10/2013 11:15:11
   7 / 10
Una commedia con uno schema piuttosto classico, ma che trova il suo punto di forza nella caratterizzazione di personaggi strampalati e in dialoghi ben scritti.

Gruppo COLLABORATORI julian  @  19/10/2013 15:26:13
   7 / 10
"Quando un uomo conduce una vita straordinaria, non ha il diritto di tenersela per sé".

Prime prove di stile per Wes Anderson, che nasconde una sottile critica alle istituzioni scolastiche americane sotto la storia di Max Fischer, tacciandole di dare più importanza al comune andamento scolastico anziché all'espressione di una qualsiasi qualità artistica al di fuori dell'insegnamento e di riservare i college migliori per i figli dei ricchi, spesso non meritevoli (si vedano i due gorilla figli di Herman).
Max è un nuovo Holden Caulfield, ma con meno potenziale caustico e rivoluzionario: è il primo di una lunga sfilza di personaggi folli, fin nell'aspetto, creati da Anderson, divisi tra il fallimento di una vita e i piccoli successi insignificanti, ottenuti in una società ipertrofica in tutto.
Un Anderson ancora acerbo e molto contenuto, più riuscito però di alcuni film venuti dopo.

MonkeyIsland  @  09/08/2013 18:00:34
   6½ / 10
Niente di eccezionale, commedia carina anche se non si ride mai.
La caratterizzazione dei personaggi è senz'altro la cosa migliore di tutto il film così come la prova degli attori buona e mai sopra le righe.
Però d'altro canto non ho trovato nessun argomento veramente interessante nel film visto che il tema dell'amore platonico tra i due protagonisti (più che altro da parte dell'insegnate) è trattato in modo molto approssimativo e buonista il che è una classica caratteristica del cinema di Wes Anderson.
Scorre velocemente e non annoia ma il film non si fa ricordare.

BlueBlaster  @  08/10/2012 17:37:39
   6½ / 10
Una commedia abbastanza particolare in cui non si ride mai davvero ma a volte si sorride, diciamo che è agrodolce...un film sui sogni, gli amori impossibili e le aspirazioni degli adolescenti ma anche sui sogni frantumati degli adulti!
Una pellicola che riesce a mostrare le affinità tra i due mondi (adolescente ed adulto) con ragazzini che vogliono fare gli adulti e adulti che vogliono tornare ragazzini e si comportano da tali in determinate situazioni.
Un film ricco di metafore ma anche purtroppo di luoghi comuni e per questo non lo ritengo un capolavoro ma una discreta alternativa.
Molto bravi sia Bill Murray che Jason Schwartzman...ogni persona ha la propria "Rushmore"!

Vaffaflanders  @  22/04/2012 02:58:30
   8 / 10
Geniale, solitamente i film sugli adolescenti sono per adolescenti, non questo. Non so come faccia ma Anderson riesce ad essere verosimile e inverosimile allo stesso tempo. Da vedere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  09/08/2011 00:31:31
   7½ / 10
Ci sono tutte le principali caratteristiche di Anderson, popolato da personaggi stralunati e quel sottile tocco di malinconia che dona quel retrogusto amaro ad ogni suo film.

wallace'89  @  14/03/2011 15:49:29
   8 / 10
Uno dei più rappresentativi film del regista che fa il paio con I Tenembaum(anche fantastic mr fox è niente male).
Una commedia stralunata, di primo impatto straniante come tutti i film del regista ma che non mira a una forma d'anticonvenzionalità gratuita per sorprendere lo spettatore, ma plasma un microcosmo coerente e vitale che chiede prima di tutto di entrare a contatto con la propria visione per capirne poi i funzionali meccanismi.
Si sbaglierebbe a considerare film come questi snob,quando invece profondamente naif, sono l'esatto corrispettivo "outsider" dei protagonisti che mette in scena, che non vengono né parodiati né resi eroi a differenza di certo filone "cool" contemporaneo,ma umanizzati e resi protagonisti credibili prima di tutto. Centro tematico della sua filmografia rimangono sempre la ricerca della propria identità e il proprio posto nel mondo e come tutto ciò si scontra con le nostre relazioni altrui e da queste sono profondamente legate a doppio filo.
Wes Anderson ha elaborato una originale forma di umorismo prima di tutto estetico-visivo costituita dalle ambientazioni,al look dei personaggi, dall'uso del montaggio fino all'utilizzo della colonna sonora di stampo '60.
Perfetto il protagonista Schwartzman e sopratutto l'irresistibile Bill Murray, che con la sua recitazione sotto tono e minimale riesce a creare personaggi al contempo divertenti e credibili. Da recuperare per i fan del giovane regista texano.

aiemmdv  @  23/04/2010 17:00:01
   7½ / 10
Devo dire che Wes Anderson ha come dote principale quello di toccare tematiche di qualsiasi specie con una leggerezza ed un tocco davvero raffinato.
Commedia si ma non nel senso più classico del termine.
In particolar modo profondo e toccante il modo in cui Anderson sembra indicarci come lo spazio scenico sia l'unico luogo per evidenziare e realizzare i nostri sogni inespressi.

Invia una mail all'autore del commento Gualty  @  22/04/2010 00:00:43
   10 / 10
Scorre in sordina questo piccolo capolavoro, ti accorgi di avere il sorriso sulle labbra, all'inizio di derisione forse, a volte di compassione. Ma è soprattutto un doveroso riconoscimento al genio, del personaggio, dell'autore. Al calcolo delle passioni i cui conti non quadrano mai, ma che si può tentare di dirigere come un aquilone. magari fondando un club!
Voto massimo per la disinvoltura, per il coraggio e per l'eleganza di questo film e del suo protagonista, che sembrano non dire nulla ma lo fanno in modo così tenero e sicuro, così spavaldamente fragile da conquistarti.
Voto massimo per la recitazione, superba, per il montaggio trasparente ma incalzante, per la colonna sonora particolarmente a braccetto con l'ottimo lavoro di sceno e foto-grafia.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  29/11/2009 14:39:41
   7 / 10
Commedia molto particolare che nonostante funzioni a correnti alternate merita di essere vista grazie allo stile originale e frizzante di Wes Anderson.

Il cinema di questo particolare regista ha punti di forza indiscutibili con una splendida caratterizzazione dei personaggi, che riescono ad essere sopra le righe senza perdere la loro plausibilità.

Anderson però ha problemi nell'imporre ritmo ai suoi film e nel cercare di inserire questi soggetti surreali in un contesto narrativo organico.

Comunque una cifra stilistica unica che merita di essere conosciuta

AMERICANFREE  @  20/11/2009 18:24:36
   7 / 10
bel film questo rushmore e se lo dice uno che non piace molto il genere commedia c'e' da crederci!!

TheLegend  @  19/08/2009 19:52:20
   5 / 10
Commedia molto leggera adatta sicuramente a un pubblico di adolescenti.
All'inizio sembra essere un film carino ma alla lunga annoia e il finale è davvero brutto e scialbo.
L'unica cosa che si salva sono le musiche di sottofondo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  10/07/2009 14:15:02
   7½ / 10
Commedia surreale con un protagonista strampalato sicuramente riuscita.
Anderson descrive problemi adolescenziali, malattie terribili, divorzi e morte con un tocco leggero e bizzarro che rendono il film di facile lettura.
Molto bravi gli attori.

carrie  @  21/01/2009 19:17:15
   9½ / 10
Piccolo gioiello la seconda pellicola del regista texano!
Bellissimi i personaggi, un bill Murray eccezionale...una sceneggiatura davvero originale e bellissima.
Peccato che in italia non sia molto conosciuto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento matteo200486  @  14/08/2008 00:17:38
   8 / 10
“ Mi sento un po' solo ultimamente”

Dopo il buon inizio con Un Colpo da Dilettanti, Wes Anderson ritorna con la sua seconda pellicola sfornando una commedia agrodolce e pregna del suo talento, che a mio parere, verrà sfruttato ancora meglio con le sue successive pellicole.
Rushmore è un film delizioso con un protagonista strampalato ma tremendamente umano. Un ora e trenta di problemi adolescenziali, amori non corrisposti, divorzi, malattie (cancro, ictus), sogni irrealizzabili, amicizie tradite e ritrovate, solitudine, ma il tutto realizzato con la leggerezza che solo un talentoso regista come Anderson può avere/trasmettere, e soprattutto senza quel moralismo, facile per certi temi.
Un Bill Murray bravissimo ad interpretare il solo tra i soli. L'uomo che sebbene sia ricco sfondato trova, una momentanea quanto illusoria felicità, nell'alcool fino a quando scopre i veri beni della vita l'amore: sia verso una donna che quello dell'amicizia.
Jason Schwartzman, irriconoscibile, rappresenta il genio incompreso, l'artista, fuori dalle regole e dagli schemi non solo scolastici ma anche sociali. Ma al contempo essere immerso nella condizione biologico/esistenziali che tutti hanno ossia l'adolescenza. Quasi a dimostrare quanto al natura sia inquadrata e poco aleatoria.
Per terminare un film splendido da vedere e rivedere
“Quando u uomo conduce una vita straordinaria, non ha il diritto di tenersela per sè”

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/09/2008 18.59.21
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento Lot  @  05/06/2008 08:25:41
   7½ / 10
Piccola e deliziosa commedia di Anderson in cui è già riconoscibilissima la sua stralunata e surreale cifra. Ottimi gli interpreti e la colonna sonora.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR quadruplo  @  29/05/2008 22:50:17
   7½ / 10
Lo stile delle commedie agrodolci di Anderson è delizioso e anche questo lavoro è sicuramente di pregevole fattura.
I personaggi sono ancora una volta caratterizzati ottimamente e il duo Murray-Schwartzman regala dei siparietti con delle trovate veramente geniali.
La prima parte l'ho trovata più riuscita, dopo forse si trascina un pochino.
In attesa di rivedermi i tenenbaum, il mio preferito rimane il recente " treno per il darjeeling", più completo e coinvolgente.
Ad ogni modo, un film sicuramente da vedere.

Gruppo COLLABORATORI Gabriela  @  13/05/2008 15:24:05
   8 / 10
Per tutte le persone che sono state innamorate senza essere corrisposte, per tutti quelli che hanno aiutato un amico nei momenti più difficili, per tutti coloro che hanno inseguito un obiettivo o un sogno da realizzare (anche se impossibile), per tutti quelli che hanno avuto terrore dei cambiamenti e non volevano crescere per paura di un futuro incerto…. ecco un film delizioso!

3 risposte al commento
Ultima risposta 14/05/2008 11.56.58
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  04/05/2008 01:13:57
   7½ / 10
L'ottimo Wes Anderson inscena la sua solita galleria di outcast e soggetti strampalati, stavolta imperniati sul quindicenne Max Fisher, talentuoso commediografo che si sente inadeguato rispetto alla sua età ed alla sua estrazione sociale.
Attorno a lui, evidente proiezione del weirdissimo Anderson, ruotano una serie di improbabili personaggi, con l'ottimo Murray su tutti: milionario depresso in cerca d'amore con figli energumeni.
Il mix è strano ma funziona, grazie alla sorprendente abilità di Anderson nel dosare gli ingredienti delle sue commedie.
Esordio cinematografico per Schwartzmann, figlio di Talia "Adrianaaaaaaa" Shire e nipote di Francis Ford Coppola, che tornerà a lavorare con Wes in "The Darjeeling Limited".

sonhador  @  21/10/2007 11:45:20
   5 / 10
nonostante si tratti di un film molto stravagante e apparentemente simpatico...si rivela alla lunga noioso, poco convincente e fin troppo fantastico. Mi sembra abbastanza indicato per i fans di Harry Potter.

Phelps  @  12/10/2007 15:16:13
   3 / 10
Trionfo di noia, insopportabile......da non arrivarci a vedere la fine.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Satyr  @  25/09/2007 01:02:07
   8½ / 10
Pellicola profonda,ironica,cinica,malinconica e originale,raccontata da un Wes Anderson qui ai massimi livelli:sempre attento ai minimi particolari e capace di controllare la materia dialettica in maniera folgorante,il regista architetta una storia semplice basata su personaggi contradditori e bizzarri,ripresi con uno stile unico,personale e lontanissimo da tutti i cliche'hollywoodiani....fantastica la colonna sonora anni 70 e perfetta come sempre la scelta del cast,con l'ottimo Bill Murray(forse nella sua miglior interpretazione di sempre)e la sorpresa Jason Schwartzman.Un gioiello da non perdere.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  05/09/2007 12:13:43
   10 / 10
pellicola traboccante di sentimento, poco convenzionale per gli standard hollywoodiani, seria e ironica allo stesso tempo. è difficile spiegare a parole le sensazioni che si provano vedendola, ma è stata un'esperienza assolutamente unica e fuori dai soliti canoni.
diretta in maniera sublime, con una colonna sonora perfettamente legata a ogni scena e recitata grandiosamente da bill murray e dall'eccezionale jason schwartzman, che mi aveva già colpito in spun.
voto 10, per una perla da molti dimenticata e che ancora non ha compiuto 10 anni.

Gruppo COLLABORATORI Victor  @  28/04/2007 17:44:44
   7½ / 10
Il secondo film alla regia di Anderson, ancora una volta al fianco di Owen Wilson, ci mostra ancora una volta un universo popolato di personaggi surreali, che sembrano non curanti di tutto quanto li circonda.
Il regista è in grado di celare dietro l'aspetto satirico, un'acuta riflessione ed analisi della società moderna.
Impeccabile Bill Murray.

fedezago  @  26/01/2007 11:26:30
   10 / 10
Capolavoro assoluto..imperdile per la sottilissima caratterizzazione del protagonista Max Fisher..uno di quei film che ti cambiano la vita..(grande interpretazione anche di Bill Murray con siga in quasi ogni scena del film!!!!)..mitico!!

Invia una mail all'autore del commento domeXna79  @  24/11/2006 23:56:02
   7 / 10
Film ottimamente diretto da Wes Anderson.
Una particolarissima commedia (non in senso stretto o convenzionale), che fa di una sottile e intelligente ironia il suo punto di forza, inanellandola in un racconto gradevolmente stravagante e a tratti sopra le righe ..le vicissitudini del giovane studente, dedito principalmente alle attività extra-didattiche, ci porta in un viaggio nella giovinezza, nella perenne volontà di conservare quell’ingenuo spirito provinciale e fanciullesco, che si rivede in alcuni personaggi che ruotano nel film.
Una bella colonna sonora, con atmosfere classiche degli anni ‘60-’70, un ritmo non sostenuto (a tratti anche un po’ lento) rendono particolarmente coinvolgente tutta la narrazione ..la malinconia, l’introspezione sono calati in un contesto semplicemente surreale, senza ridondanze, finalizzato ad un piacevole intrattenimento.
Buona la prova degli attori, dal protagonista Jason Schwartzman al grande Bill Murray (nella parte del Sign. Blume) ..positiva la direzione del giovane regista texano Wes Anderson.
Una piacevole sorpresa ..da vedere!

sweetyy  @  20/11/2006 20:21:48
   6 / 10
E' il primo film di Wes Anderson che guardo e devo dire che è stato abbastanza piacevole,il voto non troppo alto è per la non troppa simpatia verso il protagonista! Comunque è un film particolare.

Diames  @  25/08/2006 12:41:44
   7½ / 10
A mio modesto parere in questa commedia Anderson non dà ancora il meglio di sé; il film in questione è decisamente più leggero e meno originale del seguente "i Tenenbaum", ma soprattutto di "Le avventure acquatiche di Stevie Zissou". Diciamo che in quest'opera il regista si mantiene ancora in territori (sia in termini di sceneggiatura che stilisticamente) abbastanza convenzionali. Certo, il film è molto piacevole e offre vari spunti interessanti, ma il meglio deve ancora arrivare. Davvero non riesco a capire come in molti lo possano considerare ancora oggi il suo capolavoro (spesso si legge "il suo unico capolavoro"). Ottime, come in tutti i film di Anderson, le musiche.

ds1hm  @  30/03/2006 14:42:33
   9 / 10
fu una sorpresa davvero enorme. Ricordo che era il primo film di Wes Anderson che vedevo e ne rimasi colpito. Come al solito cercai anche allora di sapere la trama prima della visione di un film, la lessi e non ero proprio entusiasta del tema trattato: ma invece fu appunto una bellisima sorpresa, la macchina da presa a volte la senti che pulsa con certi registi (o meglio certe volte con certi registi).

benzo24  @  18/01/2006 19:53:19
   10 / 10
Stravagante, brillante e geniale questo film, il film della maturità per Wes Anderson scritto insieme all'amico Owen Wilson e interpetato oltre che da un irresistibile Jason Schwartzman nella parte dello strambo protagonista, da un irresistibilmente allucinato e triste Bill Murray (in una delle sue migliori prove) e dal sempre ottimo Seymour Cassel. Un film profondo, intelligente con un retrogusto amaro ma irrinunciabile. Da vedere a tutti i costi.

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/01/2007 19.15.18
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011195 commenti su 44513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net