snowtown regia di Justin Kurzel Australia 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

snowtown (2011Film Novità

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film SNOWTOWN

Titolo Originale: SNOWTOWN

RegiaJustin Kurzel

InterpretiLucas Pittaway, Bob Adriaens, Louise Harris, Frank Cwiertniak, Matthew Howard

Durata: h 1.59
NazionalitàAustralia 2011
Generethriller
Al cinema prossimamente

•  Altri film di Justin Kurzel

Trama del film Snowtown

Jamie, 16 anni, vive con la madre in un sobborgo fatto di violenze, disoccupazione, abusi sessuali. Tutto è cambiato quando John Bunting è arrivato nella loro vita. È carismatico, emozionante e Jamie ammira il padre che non ha mai conosciuto. Totalmente sotto il suo incantesimo, ci vorrà tempo per capire che il suo mentore è un serial killer, il più pericoloso mai conosciuto in Australia ...

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,00 / 10 (9 voti)7,00Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Snowtown, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

jason13  @  21/11/2015 12:20:28
   5 / 10
Non capisco proprio questo entuasiasmo per questo film...appena visto e sinceramente non mi ha suscitato nessuna emozione solo tanta noia e confusione....non si capisce nulla, personaggi che spuntano come funghi...film di serial killer ne ho visti migliaia ma questo a parte una buona colonna sonora e' uno dei piu' sconclusionati...vederlo si puo' vederlo ma non aspettatevi niente di che...

Danae77  @  14/11/2015 17:04:56
   8½ / 10
Semaforo rosso e arancio, solo in attesa del verde lascia passare. Eletto a guida spirituale, non del tutto per chiaro motivo. Esposto, segnato...troppo piccole le ali dell'aquila che no sa proteggere neanche se stessa. Odio, disprezzo, l'odore del sudore di quella pelle leccata, succhiata...il diverso da ciò che si è, il punibile per legge morale, il sacrificabile come gioco da dimostrare...per piacere e non soccombere. Realtà rivelata, 16 anni, troppo pochi per il pelo sullo stomaco, ma il gregario abbassa la testa e guaisce...il manico o la lama, nell'orrore di una cassa a combinazione. Un addio, le ultime parole dei non dimenticati.

Spera  @  13/08/2014 12:05:58
   8 / 10
Realtà e crudeltà allo stato puro, questo film drammatico traccia il profilo di un serial killer realmente esistito in Australia.
Però non lo definirei un film su un serial killer ma un grande dramma che apre uno squarcio di verità nei sobborghi poveri e violenti di una comunità australiana dove morale e rispetto hanno la peggio e l'odio trionfa.
Oggi sono di poche parole, imperdibile ma parecchio disturbante, non per tutti.

Badu D. Lynch  @  01/04/2013 15:27:25
   9 / 10
Snowtown è l'opera prima del regista Justin Kurzel.
Il film si ispira alla figura di John Bunting, il peggior serial killer che l'Australia abbia mai conosciuto.
Una pellicola caratterizzata da un realismo spaventoso e straordinario, un malessere crescente pervaso da un ritmo lentamente asfissiante.
La vicenda è rappresentata con distacco e freddezza, aspetti che turbano maggiormente lo spettatore che, in questo lungometraggio, si immerge nella realtà apparentemente calma, seppur disagiata, della vita quotidiana, per poi scoprire, grazie alla sapienza registica, che l'angoscia e la violenza sono pronte ad entrare dalla porta principale, approfittando della gente debole e malleabile di Snowtown, cittadina del Sud Australia.
John Bunting ricopre un ruolo "paterno" e protettivo nei confronti di Jamie, e quest'ultimo non tarderà a venerare e seguire il serial killer in tutto ciò che farà.
Si crea così una sorta di rapporto trasversalmente profondo tra i due, un rapporto silenziosamente feroce, fatto di amore che non tarda a diventare odio, un continuo incastrarsi di attrazione e avversione, nel quale è l'essenza del male, insita nell'essere umano, che muove i fili di questo tremendo gioco.
Snowtown è un film psicologicamente devastante, una pellicola che rimane impressa. Un ritratto eccezionale e anti-hollywoodiano di un serial killer fuori dal comune.

marfsime  @  13/12/2012 16:48:04
   6 / 10
Tutto sommato si lascia guardare..ma per un film con una tematica così delicata che parla di un serial killer realmente esistito si poteva fare di meglio..diciamo che non è stato sfruttato tutto il potenziale che la pellicola poteva dare.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR HollywoodUndead  @  01/09/2012 00:44:52
   6 / 10
Ma chi me l'ha consigliato sto coso? (Giuro non ricordo) Cioè, m'era stato detto che era una specie di "Henry pioggia di sangue" ecc. Allora, ritmo lentissimo, con dei passaggi troppo macchinosi che fanno perdere il filo del discorso come niente. Buona la regia e la fotografia, ma questo non basta per definire questo film bello. Sembra che la pellicola punti tutto su un discorso narrativo che pare non voglia mostrarti niente di ciò che effettivamente accade. Un po'come quando si coprono gli occhi ad un bambino per evitare che guardi ciò che noi non vogliamo mostrargli. Alla lunga questo tipo di narrazione stanca e irrita. E' un film su un serial killer, ma se non mi fossi documentato un po' in giro, non ci sarei mai arrivato, e questa cosa è grave per un film che parla di un assassino (che a detta di molti pare sia stato il più feroce in Australia). Niente che ti possa far pensare alla "vita di un serial killer", niente di niente, bisogna capire il tutto dai pochi dialoghi che alcune volte sono senza senso, ho trovato molto più chiaro e inerente il film "Dahmer - Il cannibale del Milwaukee" e ho detto tutto. Per non parlare poi dei personaggi, spuntano personaggi così come funghi e tu ad un certo punto ti chiedi "Ma da dove sbuca quello?". Nessun approfondimento, niente, zero, nisba, escono sti personaggi dal nulla e tu non sai proprio niente di loro, persino il (ce n'è solo uno?) protagonista non riesci ad inquadrarlo bene in mezzo a sta catasta di volti che passano d'avanti l'obiettivo della camera. Ultimo difetto : Sto polpettone dura più di 2 ore.
Peccato, voto 6 solo per la regia e per la fotografia che riescono a salvare il salvabile.

2 risposte al commento
Ultima risposta 13/12/2013 19.49.19
Visualizza / Rispondi al commento
ide84  @  12/08/2012 23:14:38
   5 / 10
Capolavoro..? Non condivido. Henry-Pioggia di sangue è un CAPOLAVORO rispetto a questo. E pure lui non è che mi era piaciuto mica tanto..ma da dove comincio? L'ambientazone e la fotografia: stupendi direi, sai che ci vuole in Australia, uno degli ultimi Eden rimasti. Recitazione: i due protagonisti son bravissimi in un film dove molto è lasciato agli sguardi e poco ai dialoghi, condivido. Per il resto zero o poco più. Tutto troppo caotico, troppo abbozzato. Personaggi che compaiono e scompaiono, si fatica a seguire le vicende e a venirne coinvolti quindi. Ritmo troppo lento, si cerca di creare un tessuto sociale degradante per cosa? Per far capire che è terreno fertile per depravazioni e violenze?
Nello spoiler il resto.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  05/03/2012 18:10:18
   7½ / 10
Snowtown è un quadro d'ambiente che indica un profondo disagio fisico e soprattutto morale. Disagio che viene alimentato dalla consapevolezza di nessuna via di fuga a disposizione. E' un universo a se stante di una periferia degradata lasciata a se stessa in cui John Bounting trova terreno fertile per il suo odio verso tutti i cosidetti "diversi".
Jamie Vlassakis diventa quindi una preda facile per questo graduale processo di plagio morale operato da Bounting, che diventa suo malgrado il riferimento di figura paterna mai avuto nella sua vita. La conoscenza della verità diventa nel tempo complicità e consapevolezza degli atti compiuti.
Un ottimo esordio di questo regista australiano. Uno sguardo tuttaltro che convenzionale vicino allo stile documentaristico, tanto glaciale e asettico da renderlo realmente disturbante.

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  29/02/2012 13:03:05
   8 / 10
Sicuramente uno dei film piu' agghiaccianti e crudi mai visti in vita mia, il clima di marciume e degrado che si respira in ogni asettico fotogramma è eloquente piu' di qualsiasi dialogo, inoltre la recitazione perfetta dei protagonisti rende il tutto ancora + tremendamente reale al punto che in piu' scene Daniel Henshall sembra il vero jhon bunting !
Il vero punto di forza del film è proprio il realismo esasperato della vicenda ( tratta da una storia vera) ,pochissime scene crude on screen ( ma quelle poche sono davvero terribili), tutte le peggiori torture vengono lasciate all immaginazione dello spettatore creando un clima di tensione psicologica davvero insostenibile che culmina in un finale che vi lascera' la pelle d'oca x una settimana!! (spolier)
UN capolavoro, nel suo genere è il miglior film in circolazione,secondo me supera perfino Angst (al quale comunque è debitore) ma è uno di quei film che diffcilmente si riesce a vedere una seconda volta.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 29/02/2012 19.16.29
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

120 battiti al minuto2 biglietti della lotteria
 NEW
40 sono i nuovi 20a ciambraalibi.comall eyez on meamityville: il risveglioammore e malavitaangels wear whiteappuntamento al parcoatomica biondababy driver - il genio della fugababylon sistersbarry seal - una storia americana
 HOT
blade runner 2049cars 3cattivissimo me 3charley thompsonchi m'ha vistocome ti ammazzo il bodyguardcustodydavid gilmour - live at pompeiideath note (2017)dementia 13dove cadono le ombre
 NEW
dove non ho mai abitatodownsizing
 HOT
dunkirkeasy - un viaggio facile facileemoji - accendi le emozioniex libris - the new york public libraryferrante feverfirst reformedfottute!foxtrotfranca: chaos and creationfuori c'e' un mondogatta cenerentolagifted - il dono del talentoglory - non c'e' tempo per gli onestihannahhouse on elm lakehuman flowil colore nascosto delle coseil contagio
 NEW
il palazzo del vicere'in dubious battle - il coraggio degli ultimiin questo angolo di mondoivory. a crime storyjackalsjukai - la foresta dei suicidikingsman: il cerchio d'orokoudelka fotografa la terra santal’ordine delle cosela fratellanza (2017)la principessa e l'aquilala storia dell'amorela villala vita in comune
 NEW
l'altra meta' della storialeatherface
 NEW
lego ninjago - il filml'equilibriolezione di pittural'incredibile vita di normanl'inganno (2017)l'insultel'intrusa (2017)
 NEW
loving vincent
 NEW
l'uomo di nevelycan
 NEW
made in china napoletanomadre!mektoub, my love: canto unomiss sloane - giochi di potere
 NEW
nico, 1988noi siamo tutto
 NEW
nove lune e mezzaopen water 3 - cage diveoverdriveparty bus to hellrenegades - commando d'assaltorock paper deadsafarisuburbiconsweet countrythe devil's candythe midnight man
 NEW
the ritualthe shape of waterthe teacherthe third murdertiro liberoun profilo per dueuna di noiuna famigliavalerian e la citta' dei mille pianetivelenowalk with me

962898 commenti su 38099 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net