the grey regia di Joe Carnahan USA 2012
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the grey (2012)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE GREY

Titolo Originale: THE GREY

RegiaJoe Carnahan

InterpretiLiam Neeson, Dermot Mulroney, James Badge Dale, Frank Grillo, Joe Anderson

Durata: h 1.57
NazionalitàUSA 2012
Generedrammatico
Al cinema nel Dicembre 2012

•  Altri film di Joe Carnahan

Trama del film The grey

L'aereo su cui viaggia un gruppo di lavoratori di un oleodotto precipita in una zona sperduta dell’Alaska. I pochi sopravvissuti, tra i quali il protagonista Ottway, si ritrovano a dover lottare non solo contro la rigidità del clima e un ambiente a loro ostile, ma soprattutto contro un branco di famelici lupi. Le forze e le risorse a loro disposizione si esauriscono in fretta e i superstiti, con a capo Ottway, decidono di abbandonare il luogo dello schianto per cercare di salvare le loro vite, intraprendendo un viaggio attraverso l’infinita distesa di neve e ghiaccio dell’estremo nord che si rivelerà una frenetica lotta contro il tempo, la natura selvaggia, braccati dai più spietati abitanti di quelle terre desolate.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,44 / 10 (109 voti)6,44Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The grey, 109 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Kyo_Kusanagi  @  20/10/2020 10:29:41
   4 / 10
Il buon Liam da solo non basta a tenere in piedi questa pellicola deludente con una trama scarna e noiosa. Un survivor-movie monocorde, che dopo un buon incipit del drammatico incidente diventa sempre più pesante e lento minuto dopo minuto; pochissimi guizzi o momenti andrenalinici ,giusto qualche scossone dalle improvvise incursione dei lupi ma davvero nulla che vale la pena di spendere queste 2 ore di visione. Lasciate perdere!

1 risposta al commento
Ultima risposta 20/10/2020 10.36.36
Visualizza / Rispondi al commento
sandrone65  @  19/07/2020 19:45:29
   8 / 10
Splendido survival con Liam Neeson protagonista assoluto. Non aggiungo ripetizioni a quanto detto da altri prima e meglio di me, ma ci tenevo a votare questo film

biagio82  @  11/02/2020 22:12:35
   7 / 10
bel film, con delle ottime interpretazioni, un'ottima fotografia e una regia quadrata, tutto condito con delle ottime scene (lo schianto dell'aereo su tutte) e un grande Neeson come protagonista.
la storia sembrerebbe banale, ma a ben guardare offre degli ottimi spunti di riflessione.
promosso.

Jokerizzo  @  04/02/2020 11:20:50
   10 / 10
Gran bel "survival movie"! Non è nemmeno banale,se ci pensate.

pak7  @  22/04/2019 22:12:21
   6½ / 10
E' uno di quei film che, probabilmente, si vede una volta sola, con uno sviluppo della storia, interessante ma che non colpisce pienamente per originalità. Belli i momenti introspettivi, che sono parecchi, decisamente meno lo script, leggermente monocorda.

Sbrillo  @  23/03/2018 23:06:47
   6 / 10
un film che non mi ha colpito più di tanto nonostante il tema trattato, questo decadentismo dell'anima, alla ricerca della sopravvivenza, fra ipocrisie, sofferenze e un branco di lupi affamati... il tutto condito da diversi (e ottimi) flashback ove traspare la formazione di un ideale, fra sentimento, morte e poesia.
la tensione non manca ed il film si lascia guardare tra grigiori e distese di neve...ma ripeto, personalmente non mi ha colpito più di tanto... (forse non era la giornata giusta per guardarlo) sicuramente però, la sufficienza la merita

Wilding  @  04/02/2018 20:35:35
   5½ / 10
Mediocre per via di una regia piatta e scialba che impone un ritmo lento e noioso. Interpreti e scenografa sono ottimi, e anche la trama poteva esserlo se non fosse così frenata. Peccato!

VincVega  @  26/10/2017 20:59:11
   7½ / 10
Joe Carnahan è un regista/sceneggiatore sottovalutato ad Hollywood. E' uno che spazia in vari generi con successo, a mio parere. Passa dal poliziesco ("Narc" e "Pride & Glory", quest'ultimo solo come sceneggiatore) all'azione grottesco (Smokin'Aces), dalla commedia nera in stile "Fuori Orario" ("Stretch") al remake d'azione classico ("A-Team") con disinvoltura. Con "The Grey" cambia nuovamente registro, andando nei territori della lotta per la sopravvivenza. Qui i sopravvissuti ad un incidente aereo, dovranno lottare contro il freddo e contro i lupi. Ma è una lotta alla sopravvivenza non solo fisica, ma anche spirituale, vivida grazie ai flashback e le visioni che ruotano attorno al personaggio interpretato da Neeson. Non mancano gli scontri tra gli uomini che tentano di rimanere in vita, con la tensione che fa capolino più volte. Ottimo lavoro sul fronte psicologia dei personaggi, abbastanza ben delineati, soprattutto quelli che arrivano a fine film (dato che hanno più tempo), con le loro debolezze a situazioni simili, dando vita a caratteristiche tutt'altro che da superuomini, ma persone comuni.

Tra gli attori, i migliori sono il solito Liam Neeson e l'eccellente Frank Grillo, nel ruolo del cag***zzi della compagnia. Negli anni successivi incomincerà ad ottenere, meritatamente, ruoli da protagonista.

Finale coraggioso che in molti non apprezzeranno. In conclusione, "The Grey" è coinvolgente, riflessivo, adrenalinico e probabilmente il picco della buonisssima filmografia di Joe Carnahan.

Thorondir  @  15/02/2017 14:09:46
   6 / 10
Classico film che si butta via in cose improbabili e poca cura del dettaglio. Troppo puntato sull'effetto sopresa dei lupi (il loro apparire e scomparire) e sulla fotografia, ma poi si dimentica completamente scenografia (non faccio poi tanto caso a queste cose, ma l'aereo "annerito" dalle bombolette è inguardabile), oppure la neve finta che rimane appiccicata allo stesso modo sui volti dei protagonisti anche scene dopo. Mai un giubbotto impregnato d'acqua e per un film che punta sull'ambientazione grossolanità del genere sono inaccetabili. Va comunque detto che riesce a tenere un buon ritmo e l'utilizzo insistito della camera a mano dona quella giusta dose di claustrofobia. Per il resto, troppe scene che richiedono la sospensione dell'incredulità (su tutte l'epilogo), oltre a qualche sequenza che va verso il pietismo assoluto (Neeson e il galeotto intorno al fuoco). Peccato, perchè il film perde forza minuto dopo minuto è prevedibile (la scena dell'attraversamento del burrone con la corda...) e parte da ottime premesse come la splendida scena dello schianto, per finire poi alla solita riproposizione di scene già viste in mille survival horror, con protagonisti che s riscoprono eroi. Io credo che ogni tanto puntare su un pizzico di realismo in più non faccia male.

the saint  @  30/10/2016 08:44:16
   5 / 10
mah... a parte la scenografia non si salva quasi niente

david briar  @  04/09/2015 15:40:29
   7 / 10
"The grey" è un buon film che va oltre il suo genere,anche se mi aspettavo qualcosa di più.
I paesaggi sono stupendi,e la regia fa un buon lavoro,soprattutto nelle scene di attesa,sono più tese di quelle d'azione,che non sono particolarmente spettacolari,ma funzionali ad un film che vuole parlare soprattutto della psicologia del protagonista.Spesso per questo risulta la visione risulta poco stimolante,ma basta aspettare per trovare pregi interessanti.

"The grey" è tutto in Liam Neeson,nel suo desiderio di lottare contro la morte nonostante l'abbia in cuor suo desiderata,l'istinto di sopravvivenza dell'uomo contro il nemico vince su tutto,incluso il desiderio di lasciarsi andare.
L'uomo vero non molla,combatte,e non è un caso che gli altri superstiti,a differenza di Neeson,siano poco più che stereotipi,facciamo anche difficoltà a ricordarne i volti,non sono uomini forti nè adatti.
E' un messaggio magari già sentito,ma qui espresso in maniera forte,emozionante ed efficace,soprattutto nell'ambiguo finale.
Non è il solito survival movie,consigliato..

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/09/2015 23.44.34
Visualizza / Rispondi al commento
eruyomè  @  31/07/2015 18:35:39
   7½ / 10
Non so se l'ho capito del tutto, o se certi passi, quando non tutto il film, fossero più metaforici che altro, fatto sta che mi ha colpito. L'ho trovato incredibilmente profondo, comunque molto più di quanto mi aspettassi da un film del genere.

Potente e selvaggio, con quell'atmosfera che si crea, così primitiva, crudele ma magnifica, ancestrale, quella di tanti libri di Jack London.
Che la battaglia coi lupi non sia affatto verosimile, per me non ha alcuna importanza, questa è una "favola" che parla della vita, della morte, di umanità, di sofferenza. L'uomo nudo e inerme di fronte alla Natura matrigna. Perchè non c'è alcun Dio a far da intermediario, siamo soli.

Neeson è eccellente, l'emblema dell'uomo a pezzi, distrutto e disperato, eppure lucido, umano, intelligente. Meglio questo come personaggio dei tanti superman che sceglie troppo spesso di interpretare.

alesfaer  @  05/07/2015 17:26:23
   7 / 10
liam neeson. 1 garanzia.

peppe87  @  06/04/2015 22:32:04
   6½ / 10
buono apparte qualche assurdità e il finale
sempre un grande liam neeson

gringo80pt  @  30/03/2015 14:23:51
   8½ / 10
Visto al cinema anni fa.
Questa pellicola non ha bisogno di ulteriori commenti. Paesaggio mozzafiato e Liam Neeson condottiero audace, talvolta ombroso, come nel suo stile.
Gli ultimi 3 minuti sono di altissimo livello: colonna sonora e frase dimenticata di Shakespear..una goduria cinematografica.

SELVAGGIAMENTE BELLO

Neurotico  @  05/03/2015 11:01:05
   7½ / 10
Il film di Carnahan, sostenuto da una trama ridotta all'osso, vive di ambientazioni innevate e selvagge meravigliose, e di momenti terrificanti e angoscianti (gli occhi dei lupi nell'oscurità, tutta sequenza nella foresta con i fuochi accesi). Ho apprezzato molto le parentesi oniriche/visionarie, e i tocchi poetici, mentre ho trovato lievemente patetica la frase che Ottway ripete spesso e che riprende una poesia del padre.
E' una lotta per la sopravvivenza che può ricordare il film Alive - Sopravvissuti (che viene ricordato sarcasticamente da uno dei personaggi), e che incolla allo schermo con sequenze da cardiopalmo. Il finale è apprezzabile perchè non scontato. A proposito, il film "finisce" dopo i titoli di coda.

ZanoDenis  @  03/03/2015 02:17:44
   6 / 10
Buon film d'avventura estrema con Neeson molto in forma, affascinano molto i paesaggi e la natura selvaggia, lo svolgimento del film é discreto e riesce a intrattenere abbastanza bene, anche le scene più d'azione sono ben fatte, buono per passare una serata.

daniele64  @  26/02/2015 09:16:14
   6½ / 10
Ho letto l'interpretazione"metafisica" che VincentVega1 ha dato a questo film e devo dire che non mi trova d'accordo , perchè mi sembra un po' troppo fantasiosa ed arzigogolata . Perciò io giudicherò questa pellicola come un "normale" survivor-film . E , come tale , riesce , tutto sommato , a svolgere bene la sua funzione , che è quella di mantenere alto ( più o meno ) l'interesse dello spettatore , che vuole sapere chi e come riuscirà a salvarsi . Certo , alcuni personaggi sono stereotipati e poco originali e certe scene sono molto inverosimili , però nel complesso il film regge . Alcuni dialoghi saranno anche banali e scontati , ma altri sono piuttosto interessanti ed originali ( ad esempio la morte del passeggero ferito e le invettive a Dio ) . Discreta pure l'animazione dei lupi , anche se non sempre . Esprime grande fascino la scenografia naturale , sempre grigia e gelida , della Columbia Britannica , ed anche la regia di Carnahan non è male . Adeguato pure il cast , dove ovviamente svetta il bravo Neeson , attore versatile che però ultimamente si stava specializzando un po' troppo in ruoli da "superuomo" . Finale , dopo i titoli di coda , interpretabile e discutibile .
P.S. : meno male che i lupi di queste parti sono ben diversi da quelli delle foreste nordamericane , altrimenti avrei una bella fifa ad andarmene in giro da solo per le nostre montagne .....

Manticora  @  14/12/2014 00:00:15
   7 / 10
Sulla carta non gli davo alcuna possibilità, invece è stato piacevole dovermi ricredere, Carnhan confeziona un onesto survivor, ben strutturato, con il giusto ritmo e tensione. Liam Neson si trova a suo agio nel ruolo del "cacciatore" ma soprattutto in quelli del leader di un gruppo di sopravvissuti. Ma il protagonista assoluto è la natura, dopo l'incidente si rivela spietata, brutale, senza pietà: fame,freddo,paura sono sensazioni che il film rende quasi fisiche. L'inizio alla Alive(sopravvissuti) lascia spazio ad una minaccia terrificante quanto ineluttabile. I LUPI, non animali schivi, impauriti e deboli, ma belve feroci,inteligenti,e soprattutto spietate. La lotta per la sopravvivenza si dipana per tutta la pellicola, in un ambiente ostile, che mi ha ricordato il contesto evocato da Jack London: il freddo Nord, in questo caso l'Alaska è un mondo che non perdona chi ha la sventura di finirci impreparato. Tra scenari desolati ma splendidi le vicende dei protagonisti sono dure, spietate e senza via di scampo

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
L'uso sfuggente dei lupi è ingegnoso, poco visibili, il buio li cela, svelandone in una scena particolarmente inquietante solo gli occhi. C'è anche Frank Grillo, già visto in Anarchia, la notte del giudizio, oltre a Jake Earl Hey. Belle le scene oniriche, un film da rivalutare.
"Ancora una volta in mezzo alla mischia, per l'ultima volta".

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR bellin1  @  13/12/2014 15:37:46
   6½ / 10
Curato bene, ricalca un pochino lo storico "alive! (almeno nella stupenda location).
Di suo ha una trama scorrevole e sostenuta, in qst lotta contro i lupi
Piu che sufficiente.

gemellino86  @  12/12/2014 20:06:56
   7 / 10
Bel film con un grande Liam Neeson. Mi è piaciuta anche la vicenda dei personaggi intrappolati tra i paesaggi innevati. I lupi mi hanno dato l'impressione di essere fatti al computer. Consigliato.

Niko.g  @  18/09/2014 11:56:57
   6½ / 10
Discreto film d'azione con taglio intimista.
Liam Neeson offre un'interpretazione intensa, ma anche se la sceneggiatura vorrebbe trasmettere qualcosa di più di una "semplice" lotta per la sopravvivenza, a conti fatti non sembra riuscire nell'intento.
In ogni caso, la visione è interessante sia per la suggestiva location, dominio esclusivo dei lupi, sia per il realismo di alcune scene, con animali ammaestrati affiancati ad effetti animatronics (http://www.youtube.com/watch?v=h9zZlKIJ3gU), grazie al cielo sopravvissuti alla CGI.
A tal proposito, il film ha scatenato l'ira degli animalisti: "I lupi non sono dei mangiauomini!", hanno tuonato indignati. Lo sottolinea pure un sito naturalistico, che poi così conclude: "qualora doveste incontrare un lupo che si dimostra non diffidente o addirittura aggressivo, far notare la vostra presenza con le seguenti azioni:
- non permettere al lupo di arrivare a meno di 100 metri da voi;
- alzare e agitare le braccia per apparire più grandi;
- allontanarsi lentamente, ma senza indecisioni e senza tornare indietro".
Lol.

uito  @  04/08/2014 19:52:53
   5½ / 10
Film con evidenti forzature che appesantiscono la trama e la consecutio degli eventi....alcune caratterizzazioni sono francamente ridicole (vedi i lupi.....) Sicuramente valida la sceneggiatura con paesaggi ed ambientazioni suggestive....ma mi fermerei qui....personalmente non ne consiglio la visione.

Giovans91  @  24/06/2014 12:06:33
   7 / 10
Crudo, spietato, forte e angosciante, sono queste le parole che mi vengono in mente per descrivere questo film. Una corsa contro il tempo tra la vita e la morte di un gruppo di persone che si trovano improvvisamente sperduti in una zona dell'Alaska a combattere contro un clima gelido e un branco di lupi inferociti.
La sceneggiatura è efficace. L'atmosfera è tesa, la fotografia è fredda e gelida, così come i paesaggi innevati. Pellicola veramente coinvolgente, con un finale toccante e commovente.
Bravissimo Liam Neeson nell'interpretare uno dei sopravvissuti. Ormai ogni suo film è una garanzia assoluta.
Film che merita di essere visto, perché non è mai scontata e banale.

topsecret  @  28/04/2014 20:02:33
   6 / 10
Il film di Carnahan mi pare un po' gonfiato di retorica che unita alle lungaggini di alcuni momenti ed alla caratterizzazione stereotipata di qualche personaggio non consente, a mio modo di vedere, un coinvolgimento totale nella storia che comunque si lascia guardare senza intoppi.
A Liam Neeson spetta il compito di caricarsi sulle spalle tutte le emozioni e le situazioni di una storia malinconica e priva di speranza, tentando con la sua performance di elevarne lo spirito e il contenuto, accompagnando lo spettatore fino al tragico epilogo. Compito che non pare dei più agevoli ma che l'attore irlandese tenta di svolgere al meglio, poco assistito dal resto del cast.
Un film abbastanza teso che intrattiene in maniera sufficiente ma che non mi è sembrato completamente riuscito.

Buba Smith  @  20/04/2014 20:07:26
   6 / 10

Mah... Un malinconico film sulla sopravvivenza di uno schianto aereo.

Non mi ha mai convinto del tutto Liam Neeson come attore protagonista.

Tutto sommato il film non è così male, soprattutto nella prima parte, per poi diventare un attimo più pesante e noioso nella seconda metà

Mic Hey  @  13/04/2014 00:11:35
   6 / 10
Mettiamola così.. Se ALIVE e FROZEN non fossero mai esistiti questo GREY sarebbe anche un ottimo film.

Bellissimo però il finale, coraggioso e per nulla arrendevole, ma il secondo finale(extra dopo i crediti) è vergognoso e inaccettabile perchè confonde ancor più le idee invece di schiarirle.. tanto valeva non metterlo proprio !

FiNe

-Uskebasi-  @  23/03/2014 01:25:43
   8 / 10
A passo lento sulla neve, braccati da freddo e lupi.
Scherzando attorno al fuoco, è un privilegio condividere il suo caldo abbraccio. Tra morte, agonia e un'inaspettata poesia. Desideri, ricordi, rimpianti, addii.
Scagliarsi contro Dio e rimanere solo. Pregare Dio, ma rimanere solo.
Ancora una volta nella mischia.
Nell'ultima vera battaglia che affronterò.
Vivi e muori in questo giorno...
Vivi e muori in questo giorno.

Spotify  @  27/01/2014 21:20:24
   6½ / 10
Tutto già visto, ma comunque è un film che prende lo spettatore e non annoia. La storia è molto semplice, e infatti c'è una trama davvero risicatissima ma che comunque è interessante. Neeson è senza infamia e senza lode e tuttavia se la cava abbastanza bene come del resto tutti gli altri attori. Scenografia e fotografia sono le cose migliori del film, invece la sceneggiatura lascia un po' a desiderare ed è abbastanza approssimativa. La regia invece e discreta con delle belle inquadrature. Il finale poi mi è sembrato abbastanza sbrigativo e non mi è piaciuto molto. Poi ci sono delle situazioni davvero inverosimili. Tuttavia è comunque un buon film drammatico.

1 risposta al commento
Ultima risposta 27/01/2014 22.20.03
Visualizza / Rispondi al commento
JB488  @  25/12/2013 18:21:34
   5 / 10
Banalissima minestrina precotta e riscaldata,la linearità la fa da padrone,molto belle le ambientazioni e un buon Neeson.

2 risposte al commento
Ultima risposta 26/12/2013 00.06.00
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  10/12/2013 12:36:34
   5 / 10
Uno dei protagonisti ad un certo punto cita "Alive" preoccupandosi di quello a cui potrebbero andare incontro. In effetti l'incipt è lo stesso di quella "storia vera" ma stavolta i sopravvissuti non avranno il tempo di morire di fame...
Braccati da un branco di lupi cercheranno di sopravvivere... ovviamente moriranno uno dopo l'altro tranne... che secondo voi?
In effetti è un film piuttosto ovvio e privo di sequenze da ricordare.
Incredibile la scena del salto dal dirupo... il regista lo sa che l'uomo non puo' volare?
Prevedibile...

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/12/2013 12.52.22
Visualizza / Rispondi al commento
JOKER1926  @  03/12/2013 02:03:31
   7 / 10
"The grey" è della stirpe dell'action. Ma va oltre.
Con questa enunciazione, nel nostro apparato critico, non vogliamo render piccolo e anonimo il lavoro di Joe Carnahan, anzi il vero obiettivo posto è quello di andare ad analizzare ciò che si nasconde dietro un prodotto che sembra essere solo buono per l'intrattenimento.

"The grey" ha il plot comune, questo è vero; forse la stessa elaborazione e diramazione dei fatti sembra esser terribilmente telefonata. Ma in questo giro, a fare la differenza, è un gioco di sfumature che incastrano situazioni di morte e vita; il titolo rimanda ad un limbo. Se la metafisica di Lynch e Jodorowski è a distanze siderali, quel senso di spiritualità è presente. Alla fine della visione ci sarà da discutere, in modo consequenziale Carnahan ha fatto colpo. Film riuscito.
Personaggio principale è un uomo distrutto da un passato drammatico, ma fin troppo ermetico e dunque di difficile interpretazione. Epicentro del dramma è un qualcosa di triste che sta succedendo fra un uomo e una donna, l'alone della morte, o perlomeno della lontananza, sale lentamente in cattedra. Liam Neeson è la pedina fondamentale di un film che vuole andare oltre il semplice (ma buono) effetto visivo. Insomma la storia dei lupi qui appare essere solo un pretesto. Il tutto gioca a favore della regia, in altre produzioni le profondità del discorso e della morale sono quasi sempre inesistenti.
Con "The grey" il tema che sale in cattedra è vicino alla concezione del decadentismo dell'anima, della ricerca di una sopravvivenza, fra ipocrisie e sofferenze. Alcuni flashback potrebbero almanaccare persino un fragoroso colpo di scena, ma le visioni al riguardo sono varie. Il film, piccolo errore di superbia di regia, vuole farsi capire nascondendosi. In pratica, giunti ad un certo punto, qualche situazione, o meglio il succo del film potrebbe aprirsi, resta chiuso come una cassaforte.
Grande e prodigioso però l'autore del film ad inserire magnifici flashback (padre e figlio) ove traspare la formazione di un ideale, fra sentimento, morte e poesia. Si respira, per breve tempo, un'atmosfera di altre pellicole, di altre grandi storie...
Il film americano tiene testa fino alla fine, l'adrenalina non manca, la morale esiste e le strade sono aperte, in ogni senso.

Nella mente un munifico Liam Neeson in una parte speciale, il suo ruolo non è una casualità. I grigiori di una resistenza che è un gioco mortale e l'amaro scenario di una natura crudele e agghiacciata le stoccate finali.

SANDROO  @  12/11/2013 00:50:49
   6½ / 10
mi accosto ai precedenti voti.
6 e mezzo

calso  @  29/08/2013 17:36:59
   6½ / 10
Liam è sempre eccellente, anche in questo film che non ha tropppo da dire...un gruppo di uomini resta bloccato in alaska dopo esser caduti con il loro aereo e viene aggredito da un gruppo di lupi...lo svolgimento è del tutto prevedibile, ma il finale recupera un pò...

Gruppo STAFF, Moderatore Invia una mail all'autore del commento stefano76  @  29/08/2013 10:43:18
   5 / 10
Piuttosto deluso da questo film, l'idea di una deriva morale mistico/filosofica in un adventure-survival è azzardata e in questo caso secondo me decisamente mal riuscita. Alcune situazioni sono poco credibili e surreali, da filmaccio di serie Z, mentre la confezione sembra voler ambire ad altri riconoscimenti. Deprimente.

mauro84  @  28/08/2013 15:02:08
   7 / 10
finalmente giunto alla visione di sto film. Non capisco i voti vari negativi, forse il tutto non regge nel suo complesso ma lo trovo comunque un lavoro di trama molto affascinante, di sopravvivenza, avventura, dramma epico nel totale del suo complesso, che ti lega alla vicenda fino alla fine.

Cast all'altezza del compito svolto, soprattutto Liam Neeson, un attore che ha dimostrato di saperci fare. Il resto non conosco ma hanno anche loro svolto il loro modesto lavoro, senza infamie e lodi.

complimenti al regista per l'ottimo lavoro svolto, speriam che prosegui su stà onda cinematrografica, ci regali altre chicche da vedere!

film da vedere!

Juza21  @  22/08/2013 10:07:37
   4 / 10
Un uomo la cui vita sembra non offrire più nulla dopo la morte della moglie e deciso a suicidarsi, si ritrova, per colpa del destino a lottare per la vita per salvare i suoi compagni di viaggio, in mezzo alle montagne al freddo e al gelo inseguti da un branco di lupi dopo un incidente aereo.
La storia c'è, peccato che il film è stato realizzato veramente male.. Lupi fatti di pezza tipo cartone animato, il protagonista "professorino" che sa tutto lui (vedi lafine..), situazioni assurde, per non parlare dei dialoghi e di alcuni momenti veramente ridicoli (tipo loro che fissano i lupi negli occhi o il salto con la corda per attraversare il dirupo..)
In conclusione film decisamente scarso..

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

pardossi  @  15/08/2013 10:59:08
   5 / 10
Assolutamente sotto le aspettative, la storia del lupi non regge e anche se l'inizio appassiona dopo mezzora ti rendi conto di guardare un film banale e surreale, i personaggi non vengono caratterizzati e la trama lineare e scontata, finale stupido.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 01/09/2013 15.43.27
Visualizza / Rispondi al commento
horror83  @  12/08/2013 20:38:22
   4 / 10
non mi è piaciuto per nulla. noioso e senza sostanza! assolutamente non lo consiglio.

5 risposte al commento
Ultima risposta 15/04/2014 01.23.08
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  26/07/2013 16:38:51
   5½ / 10
Un prodotto davvero molto modesto che non si distanzia da altri lavori dello stesso genere.

floyd80  @  16/07/2013 19:30:55
   7 / 10
Una pellicola pregevole con poche sbavature. Il regista è bravo a non mostrare troppo e Liam Neeson fa il suo mestiere.
Un bel film con un finale particolare.

Trixter  @  08/07/2013 09:17:49
   5 / 10
Di film con tematica sulla sopravvivenza e lo scontro tra l'uomo e la natura selvaggia ne abbiamo visti a bizzeffe e, a conti fatti, questo 'The Grey' non rappresenta nulla di nuovo nel panorama cinematografico attuale. Per quanto riguarda la realizzazione, il film denota un'ottima regia, discrete location (anche se Stati Uniti e Canada hanno paesaggi incredibili che potevano essere meglio sfruttati), ritmo blando, una convincente prova del carismatico Neeson e nulla più. Il resto del cast è praticamente anonimo (al termine del film non ricordavo più nè un nome nè un volto dei comprimari), la narrazione soporifera e la sceneggiatura ripetitiva. Peraltro, sconta dei dialoghi a tratti davvero modesti. E nonostante lo sviluppo della trama sia facilmente intuibile Il finale, poi, lascia interdetti.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

atreides  @  21/06/2013 19:49:14
   6½ / 10
mi fà rabbia,perchè resta di alte aspettative fino a tre quarti di film, la parte finale purtroppo si annoda su se stessa e il finale ti lascia come un qualcosa di "incompiuto"......peccato davvero, nonostante tutto un buon prodotto.

Invia una mail all'autore del commento brabus  @  03/06/2013 16:24:54
   4½ / 10
che dire...neeson dovrebbe fare solo film come "io vi trovero"
non lo vedo nei drammatici.....comunque il film è lento.
la storia banale.
l'unica cosa che mi è piaciuta è la serie di bestemmie verso la fine!!!
finalmente un film dove si bestemmia e anche bene!!!
questa è la novità......

3 risposte al commento
Ultima risposta 15/06/2015 22.12.42
Visualizza / Rispondi al commento
vale1984  @  29/05/2013 14:06:24
   7 / 10
Un film interessante, con un gran bel finale...insomma dall'inizio ci si aspetta qualcosa e il film finisce per darcelo.
La scenografia è bellissima e i posti sono da sogno e fanno un bel quadro a uno scenario di tensione e spirito di sopravvivenza.

camifilm  @  15/05/2013 18:08:26
   7 / 10
Se compreso, può portare anche alla esaltazione del film stesso. Se viene visto come un classico film di disastro aereo (ALIVE), allora forse può deludere.

Non mancano ottime inquadrature, interpretazioni, curiosità, interazioni tra la selvaggia Natura e l'uomo, ma non si può andare oltre nel commento per non svelare il messaggio del film.

Film da meritevole di una media intorno al 7

Brumax  @  08/05/2013 10:05:42
   7 / 10
Visto qualche sera fa, prima di aver letto la recensione di VincentVega1 a cui faccio i miei complimenti per l'accurata ricerca e spiegazione di alcune scene. In effetti qualche dubbio sorge proprio nelle scene finali, in precedenza la pellicola non chiarisce quasi mai allo spettatore il messaggio che si vuol passare, nonostante cio' ho apprezzato l'interpretazione del sempre carismatico Neeson, ottima fotografia e buon ritmo per quasi due ore.

1 risposta al commento
Ultima risposta 08/05/2013 14.28.14
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  06/05/2013 12:08:12
   8 / 10
QUESTO COMMENTO PRESENTA DEGLI SPOILER, INVITO ALLA LETTURA CHIUNQUE AVESSE VISTO IL FILM, SOPRATTUTTO A CHI IL FILM NON E' PIACIUTO, PER AVERE UN CONFRONTO.


Guardando The Grey la prima volta ho provato una certa attrazione, senza spiegarmene il motivo, verso la storia di quell'uomo. Una storia forte, all'apparenza banale, strutturata attraverso un survivor movie di come se ne sono visti a decine. Ma la cosa che mi ha fatto sobbalzare letteralmente dal divano la prima volta che lo vidi fu verso una delle ultime scene.

In tutto il film viene mostrata spesso una scena in cui il protagonista John parla con la moglie su un letto. Il regista ci fa credere che la moglie stia morendo, malata, e i ricordi di John sono concentrati sempre su questa situazione. Ma l'ultima volta in cui ci viene mostrata questa scena la telecamera si sofferma sulla flebo, e la flebo non è attaccata alla moglie ma a John stesso! E' quindi John quello che sta per morire e non, come abbiamo creduto sino a quel momento, la moglie.

A fine film dunque mi fiondo su internet, leggo tutti i commenti su filmscoop, leggo le recensioni in giro per il web, ma nessuno ne parla. Nessuno ha capito che il film è una sorta di allucinazione perversa (Jacob's Ladder vi ricorda nulla?) del protagonista oppure sono io il matto che si è fatto questo viaggio?

E così riguardo il film, stando attento a tutti quegli indizi che potevano essermi utili e che inconsciamente mi avevano fatto amare The Grey così tanto. Cercherò di elencarli uno ad uno senza dilungarmi più di tanto.

Durante l'avaria dell'aereo si vede una delle famose scene di John con la moglie: proprio mentre l'aereo si sta per schiantare vediamo John accanto al letto della moglie, vestito come nella scena dello schianto, venir risucchiato dalla stanza per piombare di nuovo sull'aereo. La moglie di John dunque è quella che rimane nel mondo reale, mentre è John stesso quello che viene catapultato in quel luogo alla fine del mondo (come spesso lo epiteta a inizio film).

Il titolo del film, The Grey, è il colore che si colloca fra il paradiso e la terra, fra la vita e la morte. E' una sorta di limbo dantesco. Tra l'altro il film è tratto da un racconto breve di Ian Mackenzie Jeffers, inedito qui in Italia, dal titolo Ghost Walker. Ghost Walker? Fantasma che cammina? Uhm.

Dopo lo schianto dell'aereo John si ritrova da solo in mezzo alla neve. Si era legato alle poltroncine con 2 cinture di sicurezza, eppure quando si sveglia si ritrova in un luogo completamente bianco come il paradiso, senza più le poltroncine e senza alcuna traccia dell'aereo. Inoltre non ha graffi di alcun tipo sul corpo. E' illeso. Prima di vedere che fine ha fatto l'aereo il regista fa una panoramica del luogo dove si trova John, non esiste alcuna prova dello schianto, è un uomo solo su una pianura innevata. Solo scavalcando una piccola collinetta ci accorgiamo dove sia finito l'aereo e come sia ridotto. Quando John va a soccorrere gli altri, notiamo come ognuno di loro abbia dei segni dello schianto, dunque è solo John quello completamente illeso.

Subito John soccorre un suo compagno che sta per morire e gli racconta per filo e per segno come ci si sente prima di lasciare questo mondo. Perché lo fa? Come fa a saperlo? Se fosse la moglie che è morta mica gli avrebbe raccontato come ci si sente pochi secondi prima della morte? Durante il film racconterà ancora le sensazioni che si provano prima di raggiungere il regno dei cieli.

Prima dello schianto vediamo John che si punta il fucile alla bocca. In questa scena assistiamo a come stia lottando contro la morte già dall'inizio del film. Tra l'altro com'è possibile che un uomo vicino al suicidio poi faccia di tutto, poche ore dopo, per sopravvivere? E' un'incongruenza bella e buona se tutto il film fosse realtà (così come era un'incongruenza la sopravvivenza di John allo schianto).

E' la moglie che gli dice sempre di non aver paura, come se lui dovesse abbandonare questo mondo e non il contrario, e la lettera che scrive non è per lei bensì per sè stesso, per sentirsi ancora vivo.
Nella lotta contro la morte lui combatte i lupi, gli stessi lupi che ha combattuto durante la sua vita. Inoltre cerca di salvare i suoi compagni come per redimersi, ma uno ad uno gli muoiono sotto gli occhi. Dopo che sono morti tutti chiede a Dìo di mostrargli qualcosa, sempre in cerca di quella redenzione per avvicinarsi al regno dei cieli.

Dopo i titoli di coda c'è un'altra scena che ci mostra la testa di John sul lupo che ha appena combattuto. Entrambi ancora respirano affannosamente, probabilmente stanno per morire. Il fatto di mostrare questa scena dopo il vero finale del film è un altro tassello che si aggiunge alla mia teoria.


Notate tutte queste cose mi sono rifiondato su internet, questa volta cercando qualche matto come me nei vari siti americani. Bhè, ne ho trovati un paio (e non sapete che gioia)! Ho letto una cosa molto interessante su un altro episodio del film che qui vi descrivo.

Quando sono rimasti solo in due (John e Peter) cercando di sfuggire ad un lupo si ritrovano nelle acque di un fiume. Cercano in tutti i modi di uscire dall'acqua sino a quando i piedi di Peter si incastrano in una roccia lasciando l'uomo sotto l'acqua. John e Peter, Giovanni e Pietro: Vangelo, Matteo 14. Giovanni Battista è resuscitato dai morti, Pietro (che il suo nome significa roccia, proprio come la roccia che ucciderà l'uomo del film) invece chiede a Gèsù di camminare sull'acqua ma ne viene inghiottito e rischia l'annegamento.


Bene, tutto quello che ho scritto spero possa essere utile a chi il film lo ha visto e lo ha considerato come tanti altri film di genere. Non sono abituato a scrivere commenti lunghi, l'ho fatto esclusivamente perché ci tenevo particolamente ad esporre la mia visione.

Per me il film è un gran bel film sull'impotenza dell'uomo verso la morte, non è un sogno bensì uno sguardo nella memoria del protagonista durante gli ultimi respiri della propria vita. E' una metafora ben strutturata della lotta per la sopravvivenza, l'unico suo difetto è nascondere sin troppo bene il suo vero scopo.

17 risposte al commento
Ultima risposta 01/04/2014 23.49.54
Visualizza / Rispondi al commento
davmus  @  02/05/2013 14:55:20
   6 / 10
Bella fotografia (soprattutto sul finale)...ma niente più!

stallo  @  02/05/2013 12:56:39
   6½ / 10
fotografia molto bella... neeson si trova a meraviglia nel ruolo

Lele87  @  09/04/2013 05:45:22
   8½ / 10
Bello, colonna sonora molto bella e fotografia stupenda, i paesaggi sono fantastici, ottima anche l'interpretazione di Neeson.

m@ssì  @  26/03/2013 07:26:29
   6½ / 10
Un film che scopiazza un po' i vari generi..vedi alive..whiteout..riesce cmq a coinvolgere e bravo come sempre Liam neeson che ormai è più che azzeccata la parte del duro..unica nota stonata del film e la durata lunga inutile,alcuni pezzi si potevano tagliare tranquillamente!!!!

Burdie  @  07/03/2013 23:19:12
   6½ / 10
...forse un po' lungo e lento

BrundleFly  @  03/03/2013 23:50:25
   5 / 10
Dirige il discreto Joe Carnahan, produce il maestro Ridley Scott, protagonista il carismatico Liam Neeson; viste le premesse mi aspettavo molto di più.
Film piatto, banale e le tensione non si percepisce praticamente mai. Si salvano solo i paesaggi.

Xavier666  @  04/02/2013 22:00:52
   6½ / 10
La recitazione di Liam Nesson regge da sola tutto il film, un po' inverosimile se consideriamo il film dal punto di vista del filone nature vengeance, lupi poco credibili e situazioni al limite del grottesco. Se considero il film come una metafora della condizione umana, sulla solitudine del favoloso Nesson, allora non posso che apprezzare il prodotto finale.

giovielory  @  27/01/2013 19:11:33
   1 / 10
che film di cacca!

solo per il finale merita un 1

un finale che definire ridicolo, si fa un complimento al regista, e allo sceneggiatore.

mi sono accostato a questo film perche mi piacciono i film alla "alive" quelli ambientati sulle montagne,tipo vertical limit, ma questo film e orribile.
sceneggiatura : pessima
regia: insufficiente
attori: cosi cosi...l'unico bravo e liam neeson.
ma quello che piu mi ha infastidito sono delle incongruenze nella trama che dico in spoiler.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

gandyovo  @  17/01/2013 23:42:33
   4½ / 10
davvero inutile. come è possibile spendere soldi per fare un film così è un mistero e neeson che si è prestato a sta roba. non guardatelo

Signor Wolf  @  13/01/2013 20:54:34
   2½ / 10
Raramente ho visto un film così pessimo:

L'ambientazione è alla "alive, sopravissuti" ma non ci mettono il minimo sforzo per renderlo realistico o anche solo plausibile, i dialoghi sono degni di predator, lo svolgimento della trama degna di un venerdi 13 qualsiasi.

quindi un giocattolone? Magari!

questi hanno anche la presunzione di essere drammatici e profondi!

TheGame  @  10/01/2013 21:15:07
   4 / 10
Nonostante l'affascinante ambientazione e Neeson che ce la mette proprio tutta, da una zuppa di pesce non si otterrà mai un acquario e ciò che si ha da fronte è un prodotto scialbo, inconcludente e che tenta addirittura il metafisico per mezzo di una tundra di sciocchezze e prevedibilità.

alberto9  @  03/01/2013 23:27:37
   6 / 10
Dopo aver letto la recensione su IMDB mi aspettavo molto da questo film e invece ho trovato un film mediocre che non m'ha impressionato come avrei voluto anche se Liam Neeson ha interpretato ottimamente il suo ruolo.

barone_rosso  @  31/12/2012 22:57:05
   3 / 10
Che clamorosa boiata, credo che si sprechi il fiato per elencare tutti i lati negativi di questo film, a partire dai lupi realizzati con effetti degni della sci-fi anni '60, ai personaggi uno piu' insopportabile dell'altro (ma non potevano morire tutti nell'incidente aereo, cosi' ci levavano il fastidio subito?).

Azrharn  @  27/12/2012 16:50:58
   7 / 10
Scenari magnifici e buona tensione. Lupi esagerati ma va bene così.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  27/12/2012 15:02:48
   7 / 10
Il solito Neeson cazzutissimo stile "Io Vi Troverò" e una bellissima ambientazione. Tanto basta per offrire un buon intrattenimento, se ci aggiungiamo qualche momento di drammaticità vera ne viene fuori un film che tutto sommato vale la pena di vedere. Per quanto riguarda i "film sulla neve" è superiore agli altri visti negli ultimi anni (come "Whiteout" o "Frozen").

Kejhill  @  25/12/2012 13:39:14
   8 / 10
Gran bel film!
Carnahan decide sin dal principio di non dare punti di "riferimento" nel genere del film spaziando tra il drammatico, l'horror e il thriller grazie specialmente a una splendida atmosfera "glaciale" che pervade in tutta la sua durata il film.
Forse a trovare un peccato è la mancanza di veri e propri colpi di scena, ad esempio ammetto che se nella parte finale

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER allora il voto si sarebbe alzato ancor di più.
Ma a parte ciò nulla da dire, grandissimi plausi a questo film.

TheUndertaker  @  21/12/2012 17:52:25
   6½ / 10
discreto film... buone le interpretazioni degli attori... un pò troppo lineare lo svolgimento della trama... di certo non un kolossal ma nemmeno un film da evitare

STEn  @  21/12/2012 12:26:02
   6 / 10
Sinceramente il messaggio, ribadito più volte con la poesia stucchevole ad esempio, mi sembra piuttosto banale. Non è che sia un brutto film, però non l'avrei di certo visto mea sponte.

Se potete rimanete in sala fino alla fine dei titoli di coda

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

john doe83  @  18/12/2012 15:43:31
   7½ / 10
Bel film carico di tensione, bravo liam neeson nella parte del cacciatore "solitario e malinconico". Molto belle le musiche... (Maledico i distributori italiani che hanno fatto uscire il film in ritardo di un anno rispetto all'uscita in america)

BlueBlaster  @  17/12/2012 23:26:56
   8½ / 10
Questo film è una meraviglia sotto tutti gli aspetti!
La regia di Joe Carnahan è indiscutibile: scene di grande realismo, movimenti di macchina eccellenti, dettagli e sguardi ben catturati, la natura impervia e selvaggia ripresa divinamente e qui i meriti sono anche della magnifica fotografia cristallina di un certo impronunciabile Masanobu Takayanagi...
Film dal fortissimo impatto visivo e psicologico...la morte in tempo reale di uno dei passeggeri è stata insopportabile ed angosciante!
Bellissima, per quanto terribile, la sequenza dell'incidente aereo (che purtroppo devo prendere tra un paio di giorni)...con un ottimo sonoro che avvolge l'intero film.
Gli attori ci regalano ottime performance e Neeson ne è il piatto forte, un attore di carisma e spessore che da solo fa metà del film!
Colonna sonora (del tedesco Marc Streitenfeld) profonda e minimale, mai invadente e sempre ben inserita nel contesto...
Tematiche ad ampio respiro che vanno dall'attaccamento alla vita, la de-umanizzazione, la fede, l'amore, l'aldilà e più in generale un film che parla di VITA e MORTE...come cita la poesia scritta dal padre del protagonista!
Film profondo che non annoia neppure nei momenti, tra l'altro rari, in cui il ritmo cala leggermente...sempre teso e con colpi di scena oltre che avvolto da un'atmosfera terribilmente fatalista e a tratti thriller/horror.
Una pellicola che per quello che tratta, e come lo fa, incute più paura di un film dell'orrore...per quel che mi riguarda è migliore del "simile" ALIVE.
Sono andato al cinema convinto che il film non sarebbe stato male e le mie attese sono state ampiamente ripagate...l'ho adorato sin dai primi minuti ed uno dei film che più mi ha colpito di quest'anno!

3 risposte al commento
Ultima risposta 09/04/2013 05.41.36
Visualizza / Rispondi al commento
Marv91  @  17/12/2012 12:37:19
   8½ / 10
Non concordo per niente con l'utente sotto il mio commento, per me questo è un gran bel film.
In questo film si respira un aria gelida, glaciale, che non si sentiva dai tempi di "Alive". La disperazione e la sofferenza di questi pochi sopravvissuti (tra l'altro la scena dell'incidente aereo è realizzata benissimo) che devono resistere e lottare (senza l'aiuto di Dìo) contro il freddo e soprattutto contro i lupi (cattivissimi come non mai in questo film).
Joe Carnahan tratta in maniera superba il tema vita-morte-dìo ed è bravo a immedesimare lo spettatore nei panni dei poveri sopravvissuti, un validisimo film "pessimista" incentrato sul rapporto uomo contro natura.
Girato in maniera ottima da Joe, i dialoghi sono buoni, Nesson è bravissimo come sempre e in più mettiamoci anche la bella, tetra e minimale colonna sonora che accompagna il film. Il film regala un emozione dopo l'altra fino ad arrivare allo spiazzante e geniale finale (e mi raccomando, non andate via durante i titoli di coda).

Sicuramente uno dei migliori Eco-Vengeance di sempre.

"Vivi e muori in questo giorno!"

aleintothewild  @  16/12/2012 20:21:54
   1 / 10
Un film di rara bruttezza. Un mucchio di lupi computerizzati inseguono fino ad uccidere, uno ad uno, i volgari personaggi. tanto volgari che, quando muoiono, non si può far a meno di esserne contenti! Recitazione tremenda e poi dialoghi della levatura di "caxxo! arrivano quegli ******* di lupi" "ma che caxxo dici *******?"... Tutto così! dall'inizio alla fine! Non succede nulla e tutto gira intorno a dialoghi che contengono solo ed esclusivamente parolacce. Vuole essere un film drammatico? forse è un dramma andarlo a vedere e spenderci 9 euri! Vuole essere un thriller? non c'è neanche un filo di tensione! Ad un certo punto il protagonista si getta a terra ed inizia ad invocare Dio...sarebbe stato buffo se, tutto un tratto, come uno scherzetto, Dio fosse sceso in terra con una faccia da cloun... Il film avrebbe assunto perlomeno un fascino demenziale! Lo annovero come uno dei film più brutti che abbia mai visto...

5 risposte al commento
Ultima risposta 13/01/2013 21.01.14
Visualizza / Rispondi al commento
Clint Eastwood  @  16/12/2012 19:59:57
   7 / 10
Buon survival movie che tiene botta con un bel finale emozionante, veramente da brividi. Neeson per una volta tanto c'azzecca.

Invia una mail all'autore del commento SPIZZDAVIDE  @  16/12/2012 13:19:34
   5½ / 10
Un film che emotivamente decolla con la scena del disastro aereo nella profonda e impervia Alaska, lasciando intendere un altro capolavoro in stile "Alive" ........ma purtroppo non sarà cosi.
Il film tra pecche e pregi si perde piano piano, fino al finale che lascia l'amaro in bocca.
I buchi di sceneggiatura e la ripetitività di alcune scene non aiutano a raggiungere la sufficenza alla pellicola.
Nota molto positiva: la superba interpretazione di Neeson.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  15/12/2012 16:11:53
   6 / 10
Survival-thriller sicuramente ben girato.
Qui non c'è solo la lotta uomo-natura ma anche quella del protagonista con il proprio dolore e il proprio passato.
Liam Neeson è decisamente convincente nei panni del tormentato protagonista.
Nonostante questi punti di forza il film non mi è parso entusiasmante.

Luther  @  15/12/2012 02:05:16
   6 / 10
Da questo film mi aspettavo di meglio, ma moooolto di meglio rispetto a quello che poi si è realmente rivelato . A tratti è un po' noioso ed anche abbastanza prevedibile, mentre invece le parti coinvolgenti direi che sono abbastanza poche . Poi anche il finale è un po' così, un po' troppo sbrigativo , si poteva fare sicuramente qualcosa di più , tipo una bella scena di combattimeto all'ultimo sangue tra uomo e lupo che avrebbe sicuramente entusiasmato ogni spettatore . Ma comunque nonostante tutte le pecche, come film non credo assolutamente che sia da buttare, perchè comunque sia la recitazione di Liam Neeson è sempre come anche in questo caso assai grandiosa (ed anche altri due o tre attori direi che se la sono cavata egregiamente) , poi le ambientazioni soprattutto ed anche alcune scene direi che non sono affatto da buttare, ansi. E detto questo mi sento di dire che purtroppo ci troviamo davanti ad un'altra occasione sprecata. Si poteva fare sicuramente molto ma molto di meglio .

Botticciolo  @  15/12/2012 01:57:14
   6½ / 10
Un film sull'eterna lotta tra l'uomo e la natura come tanti se ne vedono. Ma la presenza di Neeson si sente, eccome se si sente. La sofferenza del protagonista per la morte della moglie e' cosi' profonda che sembra quasi tangibile (probabilmente perche' Liam una perdita simile l'ha subita veramente), tanto da far calare un'aura di tristezza sullo spettatore stesso, aura che lo accompagna per tutta la durata del film. Probabilmente con un altro attore non si avrebbe avuto lo stesso risultato. Complimenti Liam.

Lory_noir  @  14/12/2012 23:49:16
   4½ / 10
Io l'ho trovato insulso e fastidioso. Dialoghi veramente poveri, personaggi banali, tentativi di commuovere patetici. Veramente bruttino. Solo alcune scene sono belle, come per esempio quella del salto nel vuoto.

bagninobranda  @  14/12/2012 09:56:19
   5½ / 10
trama piuttosto banale, sceneggaitura troppo scontata. La fotografia è fastidiosissima, sembra come se l'avessero ripreso con una videocamera da 200 euro che te lo porti in mano. La colonna sonora è del tutto assente. Bravo il protagonista e bella l'ambientazione invernale.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Cardablasco  @  13/12/2012 15:23:20
   7 / 10
Bel film grande Neeson,film che non delude.
Occhio dopo i lnghi titoli di coda

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/12/2012 19.31.52
Visualizza / Rispondi al commento
AngelPrimo87  @  13/12/2012 01:44:24
   7½ / 10
mi è piaciuto, soprattutto per le
improvvise scene inaspettate. il finale ..insomma...

dgdrfg  @  13/12/2012 00:37:39
   7 / 10
Non un capolavoro, ma molto piacevole. Liam Neeson è una garanzia per questo genere di film,.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011114 commenti su 44513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net