the living and the dead regia di Simon Rumley Gran Bretagna 2006
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the living and the dead (2006)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE LIVING AND THE DEAD

Titolo Originale: THE LIVING AND THE DEAD

RegiaSimon Rumley

InterpretiKate Fahy, Roger Lloyd Pack, Sarah Ball, Leo Bill

Durata: -
NazionalitàGran Bretagna 2006
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 2006

•  Altri film di Simon Rumley

Trama del film The living and the dead

Un bizzarro studio psicologico sulla degenerazione e la dipendenza, The Living and the Dead è ambientato in un'austera magione della campagna inglese, dove si consuma il dramma della disintegrazione della famiglia Brocklebank, una famiglia aristocratica, con moglie in fin di vita e figlio malato di mente, sull'orlo della bancarotta.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,83 / 10 (9 voti)7,83Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The living and the dead, 9 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  04/12/2014 00:50:15
   7 / 10
L'ambientazione dell'immensa magione disadorna e spoglia rende l'idea di un film malato, nel senso che la malattia e la sua progressione dettano i tempi di questo piccolo film. Il corpo della casa, della moglie e del figlio del protagonista viaggiano verso un percorso irreversibile dettati dalla salute fisica e mentale dei due personaggi. Proprio per questo, malgrado una narrazione alquanto scarna, è un film che bisogna più vivere dal punto di vista emotivo per seguirne la progressione allucinata della vicenda, in modo sentire fino in fondo il senso di decandenza che regna all'interno della mura, il quale risucchierà nel proprio vortice il protagonista stesso. Non è un capolavoro del genere, ma offre uno sguardo certamente non banale e scontato, contando sulle ottime interpretazioni degli attori.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  21/11/2012 11:12:12
   7½ / 10
Intenso e disperato dramma con padre di famiglia, aristocratico in crisi finanziaria, costretto ad occuparsi della moglie gravemente ammalata e del figlio con evidenti problemi mentali.
Un incubo a tre voci in cui l'immobilismo decadente degli ambienti, una volta sfarzosi simboli di potere, si amalgama con efficacia ad alcune scelte di montaggio/regia convulsamente moderne e accostabili ai deliri visivi di Tsukamoto, come a coniugare uno scontro generazionale che in questo caso non verte certo su problematiche usuali.
L'assenza forzata della figura paterna induce il destabilizzato James a prendersi cura della madre tagliando fuori l'infermiera assunta per l'occasione. Il ragazzo vorrebbe dimostrare di essere autosufficiente e soprattutto in grado di donare amore e assistenza alla sventurata semi inferma. Le cose non andranno come desiderato, nonostante i meritevoli intenti la situazione precipiterà fin troppo velocemente, aggravata dalla dipendenza farmacologica e dalla totale incapacità di ricoprire il ruolo richiesto.
Intristisce osservare la volontà finalizzata al bene trasformarsi in un disastro assumendo i connotati dell'ultima crepa, quella insanabile all'interno di un mosaico già in equilibrio precario e ora destinato all' inevitabile crollo.
Sono individuabili riferimenti più o meno innegabili a Lynch o all'Aronofsky di "Requiem for a dream", anche se Simon Rumley non si fossilizza scopiazzando l'altrui lavoro. Il regista mostra personalità imbastendo un impianto visivo disturbante in cui la frantumazione di quella lontana felicità, impressa su una malinconica fotografia, diventa elemento chiave.
Buona la struttura narrativa saltellante su duplice fase temporale senza che ciò tolga coerenza o incisività alla storia, si lascia apprezzare la soundtrack composta da sonorità debitrici all'elettronica e all'industrial, sicuramente adatte a rendere ancora più schizofrenica l'odissea casalinga del terzetto. Altrettanto degni di encomio gli attori, a cominciare da Leo Bill, eccellente nell' interpretazione di una specie di Mr. Bean tutt'altro che innocuo.

DarkRareMirko  @  31/07/2012 23:17:07
   8 / 10
Rumley, anni prima di quel film immenso che è Red, white and blue, ci regala un buon esempio di cinema orrorifico e piscologico, con prese in prestito, per stile ed atmosfera, da Lynch, Kubrick, Boyle, Haneke, Hussain.

Ottima la gestione degli spazi, la geometria delle immagini, le interpretazioni degli attori; girato con budget contenuti, è senz'altro riuscito ed inquietante, seppur voglia sembrare a tutti i costi originale, ricercato ed art house.

Probabilmente un film ad hoc, poco spontaneo (aperto a mille interpretazioni inoltre, visto che pure il finale è poco chiaro), ma senza dubbio anche un film che, già allora, metteva ben in evidenza il talento di artista che si è rivelato straordinario.

statididiso  @  29/08/2011 18:10:47
   10 / 10
se non è un capolavoro poco ci manca....e pensare che è stato realizzato in soli 18 giorni, in un'unica location e con poche risorse....ottimo il montaggio, che da solo racconta la schizofrenia di James, e la fotografia, molto personale ma nel contempo funzionale allo sviluppo dei quattro archi narrativi, entrambi aiutati dalla labirintiana dimora....la direzione del regista è semplice, come lo script del resto, ma per semplice intendo dire efficace nel primo caso e vero nel secondo; Rumley ha le idee chiare dimostrandosi un grande stratega del cinema nel buon senso della parola e senza rimanere scottato...

4 risposte al commento
Ultima risposta 13/09/2011 19.43.26
Visualizza / Rispondi al commento
sweetyy  @  17/08/2011 18:02:04
   7 / 10
Un film davvero particolare con un protagonista alquanto bizzarro (interpretazione magistrale) e una buona regia.

lupin 3  @  11/08/2011 17:11:27
   9½ / 10
gianfry  @  30/03/2011 16:25:36
   8½ / 10
Discesa nelle spirali della malattia di un'aristocratica e un tempo ricca famiglia inglese: il figlio James (il protagonista) è schizofrenico, la madre è bloccata a letto a causa di un male incurabile e James vuole dimostrare di essere una persona responsabile e di potersi prendere cura di lei. Il fallimento però lo farà precipitare in un abisso di follia irreversibile. Il padre, che deve sostenere il peso degli eventi finirà con l'impazzire pure lui. I personaggi vivono come dei reclusi in una immensa villa fatiscente, involucro marcio come le sue mura decadenti dove si consumano i corpi e le anime dei protagonisti. Drammone familiare a sfondo psicologico, montaggio frenetico da videoclip, sublimi le sequenze dove James viene colto dalle allucinazioni, supportate da una fotografia gelida. Uno dei migliori film sulla follia.

marfsime  @  04/12/2010 15:46:32
   6 / 10
Discreto film di genere drammatico che parla di questa famiglia alle prese con le stranezze di un figlio pazzo che non riesce a distinguere la realtà dal sogno. I risvolti drammatici sono intuibili sin dall'inizio ed il finale seguirà questa tendenza..sufficiente ma nulla di particolare.

Verot  @  19/03/2010 09:47:01
   7 / 10
Questa pellicola è eccezzionale!
La storia è semplice e il drammatico esito sempre più intuibile.
Il protagonista, malato, è impressionante. recita benissimo.
Buono anche il motaggio delle sequenze deliranti.

Consigliato soltanto a coloro che hanno apprezzato film come Ex-drummer, Trainspotting, ecc...

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

#ops - l'evento1938 diversi7 sconosciuti a el royalea private wara voce alta - la forza della parolaachille taralloalmost nothing - cern: la scoperta del futuroalpha - un'amicizia forte come la vitaanatomia del miracoloangel faceanimali fantastici: i crimini di grindelwaldarrivederci saigona-x-l: un'amicizia extraordinariabaffo & biscotto - missione spazialeberniniblack tideblackkklansmanbogside storybohemian rhapsodyboxe capitale
 NEW
calcutta - tutti in piedichesil beach - il segreto di una nottecoldplay: a head full of dreamscolette (2018)conta su di me (2018)conversazione su tiresia. di e con andrea camilleri
 NEW
conversazioni atomichecosa fai a capodanno?country for old men
 NEW
dinosaurs (2018)disobediencedog dayse' nata una stella (2018)euforiafriedkin uncut - un diavolo di registafuoricampoghostland - la casa delle bambolegirlgotti - un vero padrino americanoguarda in alto
 HOT
halloweenhell fest
 NEW
hepta. sette stadi d'amorehunter killer - caccia negli abissii spit on your grave: deja vui villaniil banchiere anarchicoil bene mioil castello di vetroil complicato mondo di nathalieil destino degli uominiil grinch (2018)il mistero della casa del tempoil presidente (2018)il primo uomo (2018)il ragazzo piu' felice del mondoil salutoil sindaco - italian politics 4 dummies
 NEW
il testimone invisibileil verdetto - the children actil vizio della speranzaimagine (2018)in guerrain viaggio con adeleisabellejohnny english colpisce ancorajust charlie - diventa chi seiklimt & schiele - eros e psichela banda grossila casa dei librila diseducazione di cameron postla donna dello scrittore
 NEW
la donna elettricala fuitina sbagliatala morte legalela prima pietrala profezia dell’armadillola scuola seralela strada dei samounil'albero dei frutti selvaticil'ape maia - le olimpiadi di mielel'apparizionele ereditierele ninfee di monet: un incantesimo di acqua e lucelo schiaccianoci e i quattro regnilola + jeremy
 NEW
lontano da quilook away
 NEW
l'uomo che rubo' banksyl'uomo che uccise don chisciotte
 NEW
macchine mortalimalerbamandymenocchiomichelangelo - infinitomillennium - quello che non uccideminicuccioli - le quattro stagionimio figliomiraimorto tra una settimana... o ti ridiamo i soldimuseo - folle rapina a città del messiconessuno come noi
 T
new york academy - freedancenon ci resta che vincerenon dimenticarmi - don't forget menon e' vero ma ci credonotti magicheoltre la nebbia - il mistero di rainer merzopera senza autoreotzi e il mistero del tempoovunque proteggimipapa francesco - un uomo di parolapiazza vittoriopiccoli brividi 2 - i fantasmi di halloweenpupazzi senza gloriaquasi nemici - l'importante e' avere ragionered land (rosso istria)red zone - 22 miglia di fuocorenzo piano: l'architetto della lucericchi di fantasiaride (2018)robin hood - l'origine della leggendaroma (2018)santiago, italiasaremo giovani e bellissimise son rosesearchingseguimisei ancora qui - i still see yousembra mio figliosenza lasciare traccia (2018)separati ma non tropposick for toysslaughterhouse rulezsmallfoot - il mio amico delle nevisogno di una notte di mezza eta'soldadostyxsulla mia pelle (2018)sulle sue spallesummer (leto)suspiria (2018)terror take awaythe barge peoplethe domesticsthe equalizer 2 - senza perdonothe islethe little strangerthe milk system - la verita' sull'industria del lattethe nun - la vocazione del malethe other side of the windthe predatorthe reunionthe wife - vivere nell'ombrathis is maneskinti presento sofiatouch me nottre voltitroppa graziatutti in pieditutti lo sannoun affare di famiglia (2018)un amore così grandeun figlio all'improvvisoun giorno all'improvvisoun nemico che ti vuole beneun peuple et son roi
 NEW
un piccolo favoreuna storia senza nomeuno di famigliaup&down - un film normaleupgradevenom (2018)widows: eredita' criminalezanna bianca (2018)zen sul ghiaccio sottilezombie contro zombie - one cut of the dead

981878 commenti su 40516 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net