the millionaire regia di Danny Boyle Gran Bretagna, USA 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the millionaire (2008)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE MILLIONAIRE

Titolo Originale: SLUMDOG MILLIONAIRE

RegiaDanny Boyle

InterpretiMia Drake, Imran Hasnee, Anil Kapoor, Irfan Khan, Madhur Mittal, Dev Patel, Freida Pinto, Shruti Seth

Durata: h 2.00
NazionalitàGran Bretagna, USA 2008
Generecommedia
Tratto dal libro "Le dodici domande" di Vikas Swarup
Al cinema nel Dicembre 2008

•  Altri film di Danny Boyle

•  Link al sito di THE MILLIONAIRE

Trama del film The millionaire

Per riuscire a riconquistare la sua ex, un ragazzo indiano, analfabeta, decide di partecipare al programma "Chi vuol essere miliardario?", del quale la ragazza é assidua spettatrice; a lui non interessa il denaro, lui vuole vincere per dimostrare qualcosa alla sua amata. Quando, dopo aver scalato tutte le domande, riesce a vincere, viene accusato di aver imbrogliato.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,28 / 10 (433 voti)7,28Grafico
Voto Recensore:   7,00 / 10  7,00
Miglior filmMiglior regiaMiglior sceneggiatura non originaleMiglior fotografiaMiglior montaggioMiglior sonoroMiglior colonna sonoraMiglior canzone (Jai Ho)
VINCITORE DI 8 PREMI OSCAR:
Miglior film, Miglior regia, Miglior sceneggiatura non originale, Miglior fotografia, Miglior montaggio, Miglior sonoro, Miglior colonna sonora, Miglior canzone (Jai Ho)
Miglior film dell'Unione Europea
VINCITORE DI 1 PREMIO DAVID DI DONATELLO:
Miglior film dell'Unione Europea
Miglior film drammaticoMiglior regista (Danny Boyle)Miglior sceneggiatura (Simon Beaufoy)Miglior colonna sonora (A.R. Rahman)
VINCITORE DI 4 PREMI GOLDEN GLOBE:
Miglior film drammatico, Miglior regista (Danny Boyle), Miglior sceneggiatura (Simon Beaufoy), Miglior colonna sonora (A.R. Rahman)
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The millionaire, 433 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 6   Commenti Successivi »»

Buba Smith  @  27/11/2021 20:26:26
   6 / 10
sufficiente.

Ma per quanto mi riguarda, non si spinge molto oltre

federicoM  @  27/01/2021 23:28:16
   6½ / 10
Se non fosse per l'ambientazione indiana sarebbe una favoletta abbastanza caciottosa, ammicante allo stile bollywood.

kafka62  @  16/05/2018 09:46:23
   7 / 10
Nel 1988 una regista indiana, Mira Nair, ci aveva fatto entrare con Krishna, il piccolo protagonista della sua opera prima, "Salaam Bombay!", nelle sovraffollate e marcescenti baraccopoli di Bombay, dove la vita degli uomini, tra miseria, delinquenza, prostituzione e violenza, può valere meno di zero. A vent'anni di distanza un regista inglese, Danny Boyle, torna negli stessi posti (la medesima Bombay, ora diventata Mumbay), ripercorre le labirintiche viuzze degli slums, ci affascina con i variopinti colori della sua gente e ci fa nuovamente amare quei bambini poverissimi e malnutriti, che portano le loro gracili esistenze attraverso le implacabili tempeste della vita. Boyle sfiora temi molto drammatici, come le lotte tra musulmani e indù o l'industria dell'accattonaggio minorile, ma la sua ottica non è certo quella del Bunuel de "Los olvidados". "The millionaire" è infatti una favola romantica, che prende come pretesto la vittoria da parte di Jamal, un insignificante portatore di tè della tentacolare metropoli, del massimo premio in palio nel programma televisivo "Chi vuol essere milionario?" (praticamente la versione indiana del popolare gioco a quiz condotto anni fa in Italia da Gerry Scotti), per disegnare una visione kharmica dell'esistenza, secondo la quale il destino di ognuno è già scritto fin dalla nascita. Jamal nelle prime sequenze viene torturato dalla polizia, che lo crede un imbroglione, e questa trovata permette al regista di ripercorrere in vari flash back la sua vita: le risposte ai vari quiz infatti sono legate ad altrettanti episodi che, nella crudele lotta per la sopravvivenza quotidiana, gli sono rimasti indelebilmente impressi nella memoria. Vediamo così Jamal non esitare a gettarsi in una latrina pur di farsi fare un autografo da un popolare divo del cinema indiano, assistere inorridito al brutale omicidio della madre, sfuggire a una banda di criminali che raccolgono bambini sulle strade per avviarli all'accattonaggio o alla prostituzione, sbarcare il lunario con piccoli furti ed imbrogli a turisti stranieri insieme al fratello Salim. Il vero leitmotiv della vita di Jamal è però l'amore per Latika, una ragazza che più volte perde e ritrova, fino a quando scopre che è diventata la moglie di un boss della malavita locale. E' proprio per riuscire a riconquistare Latika che Jamal decide di partecipare al quiz televisivo, e la serata fatidica in cui egli entra nelle case di tutta l'India è la sublimazione perfetta dell'amore più puro e disinteressato del mondo. E' quasi inutile dire che Jamal, dopo aver superato gli interrogatori della polizia ed evitato i tranelli dell'infido presentatore, alla fine riesce a portare a casa il bottino milionario e a ritrovare il suo amore alla stazione ferroviaria dove da anni, con tenace fedeltà, giorno dopo giorno, la attende alla stessa ora. Che altro ci si potrebbe attendere da una favola che, per romanticismo, rischia di surclassare le più lacrimevoli love stories di Hollywood? Certo, Boyle ha una ruffianesca capacità di compiacere il pubblico con carinerie e strizzatine d'occhio, il suo stile esagitato (che comunque gli permette di realizzare almeno una sequenza capolavoro: la fuga dei bambini inseguiti dai poliziotti nel dedalico labirinto della baraccopoli) è figlio dell'era dei videoclip e di MTV, eppure "The millionaire", fatta la tara della sua natura di opera popolare (volutamente popolare, come dimostra il colorato e gioioso balletto finale in stile Bollywood, un po' l'equivalente del tip tap dei samurai di "Zatoichi" di Kitano), è un film bello e a tratti appassionante, e l'Oscar vinto non è certo il peggiore di quelli assegnati negli ultimi anni dalla giuria dell'Academy.

BenRichard  @  05/04/2018 14:42:39
   7 / 10
Danny Boyle è un regista fenomenale. Io adoro il suo stile. Questo "The Millionaire" è di sicuro un bel film che non deve assolutamente mancare agli appassionati di cinema. D'altra parte ciò che stona e non risulta abbastanza credibile anche se in effetti è proprio così, sono la valanga di premi Oscar che ha vinto, ben 8 premi Oscar. Vai a vedere quel capolavoro di Trainspotting e non ne vedi manco uno di premio...28 giorni dopo, altro film superbo, niente neanche lì, è un horror e si sa che trattamento ricevino gli horror in fatto di premi, eppure tutt'oggi lo considero uno dei film più ansiogeni che siano mai stati creati..
Comunque, tornando a The Millionaire, ribadisco, veramente un bel film, sia tecnicamente e ben interpretato, ma non lo trovo tutto questo gran capolavoro che lascia intendere. Di Danny Boyle ho preferito pellicole anche come Sunshine e 127 ore, ma lì si tratta anche per una questione di gusto personale.

Goldust  @  17/02/2018 10:19:31
   7 / 10
Boyle ci sa fare, non c'è niente da dire; per quanto il film possa essere furbo e di facile presa ( è basato su uno degli show tv più famosi degli anni duemila ) è costruito impeccabilmente in flashback ed è capace di lasciare il segno in più di un'occasione ( una su tutte, la sequenza dell'autografo con il bambino cosparso da escrementi ). Certo 8 premi oscar sono tanti, forse troppi, tuttavia quell'anno la concorrenza non era poi così agguerrita.

jek93  @  11/12/2017 10:18:51
   9 / 10
Eccellente, ben scritto e ben diretto. Non è troppo violento come potrebbe sembrare dalle scene iniziali. Assolutamente da vedere.

Mattia100690  @  28/08/2017 17:06:01
   10 / 10
Uno dei film più belli di Danny Boyle e dell'ultimo decennio in generale. Una favola ambientata in un mondo tanto realistico quanto crudele, un amore che percorre imperterrito una miriade di ostacoli per potersi presto o poi riabbracciare. Consigliatissimo, sia per una serata tranquilla che per gustarsi un film diretto da un ottimo regista.

ZanoDenis  @  10/03/2017 13:15:40
   4½ / 10
L'ho trovato scadente, ruffiano, povero di idee.
Un soggetto iniziale interessante, poi trattato malissimo, un'americanata in salsa indiana pronta per sbancare agli oscar, la classica abusata storia di un ragazzo povero baciato dalla fortuna (ricorda vagamente Forrest Gump, qui il risultato è peggiore), finale in linea col film, come ci si aspettava, orrendamente melenso, buonista e povero di significato.

simonpietro92  @  03/02/2017 19:33:17
   6 / 10
mi spiace andare un pò contro corrente ( soprattutto a riguardo di tutti gli oscar che ha preso ) ma il film l'ho trovato spesso povero di significati. Come è stato già detto da quasi tutti non si capisce come abbia fatto a vincere tutti questi oscar. Non posso dire niente di negativo sulla fotografia e il montaggio ma per il resto bah... probabilmente siamo di fronte ad un film " soggettivo " che può prenderti tanto o molto poco.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 03/03/2017 14.21.09
Visualizza / Rispondi al commento
Filman  @  02/01/2017 13:36:03
   6½ / 10
Quando il cinema europeo cerca di addentrarsi a Bollywood probabilmente SLUMDOG MILLIONAIRE è il risultato esemplificativo, visto come cerca di affrontare un realismo locale tramite uno sguardo straniero, dallo stile certamente modaiolo, ma in occidente. Anche per quanto concerne a livello comunicativo, Danny Boyle, con forte probabilità attirato dal nervo narrativo della tragedia contemporanea di due fratelli polarmente opposti, sembra solo ricevere le istruzioni di quanto escogitato a tavolino, infiocchettando a ritmo una storia, per quanto cruda e per quanto triste, drammatica per il gusto di essere drammatica e romantica per il gusto di essere romantica.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR wicker  @  17/03/2016 19:31:30
   6½ / 10
Troppo pompato e forse anche troppo celebrato questo film.
L'idea della sceneggiatura non è male .. con la vita del protagonista che fa da filo logico alla fortunata serie vincente del programma televisivo..
C'e' molto di fantastico ,un pò di grottesco , molta commedia corretta , un velo di cinismo e l'immancabile storiella d'amore che non manca mai..
Bravo Boyle a miscelare tutto senza sbagliare il dosaggio degli ingredienti!
anche gli attori allora sconosciuti se la cavicchian
Promosso ma la pioggia di Oscar mi lascia un pò interdetto!

BlueBlaster  @  29/09/2015 02:06:35
   6½ / 10
Troppi Oscar a questo film non irresistibile.
Certamente è molto buona e visionaria, come sempre del resto, la regia di Boyle...interessante anche questa sceneggiatura ad incastri che ci racconta la vita del protagonista tra passato e presente.
Per molti aspetti è un bel film non c'è che dire, riesce ad emozionare in alcuni punti ma comunque è abbastanza ruffiano e brillantinoso :)

TheCineMaster  @  31/05/2015 15:44:50
   3 / 10
Ancora non ci credo che sto fimettino è riuscito a vincere 8 (non sto esagerando, sono davvero 8) premi Oscar. La storia è piattissima e scontata. Sul lato tecnico e recitativo non si può dire nulla, ma sul resto c'è da discutere fino a Domani. Ci sarebbe da discutere sulla buona fede dell'academy, sull'aver assegnato così tanti premi a questo filmetto insipido mentre è stato messo in disparte un film molto più meritevole quale Il curioso caso di Benjamin Button, sul fatto che questo sia il peggior film diretto da Boyle, ma mi limito a votarlo con un sonoro 3 e la facciamo finita.

demarch  @  02/02/2015 18:37:40
   7½ / 10
Il film non vale 8 premi oscar. tuttavia mi ha impressionato positivamente in parecchi aspetti come regia, attori e colonna sonora. C'e' comunque qualche stupidata nella trama che però non danneggia il prodotto finale. Film per tutte le età perciò bisogna concedergli anche qualche scena che definirei trash

Invia una mail all'autore del commento AcidZack  @  14/12/2014 14:14:05
   7½ / 10
Bello l'intreccio tra i vari tempi della storia, belli i colori. Lieto fine troppo poco indiano! ;)

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  03/12/2014 16:59:53
   7 / 10
Vista la valanga di premi che gli hanno tirato dietro c'era da aspettarsi a priori un filmetto banale e ruffiano, invece risulta parecchio coinvolgente e, nel suo piccolo, alquanto originale. Bella la storia, bravi gli attori, azzeccata la colonna sonora, ottima la regia (videoclippara e fashion ma – quasi - mai fine a se stessa… per specificare, c'è una bella differenza tra una regia commerciale alla Bay ed una alla Boyle); insomma se si sorvola sulla moltitudine di coincidenze (per non dire cazzàte impossibili) che caratterizzano la sceneggiatura, "The Millionaire" risulterà un'opera accattivante capace di regalare ben più di un emozione allo spettatore.
Aspettate la fine dei titoli di coda prima di spegnere.

Comunque per carità non badate neanche più agli Oscar; ormai la categoria "miglior film" sta a significare "film più decente".

Alex22g  @  08/05/2014 23:10:14
   9½ / 10
Davvero un bellissimo film, nonostante inizialmente fossi molto scettico visto che non mi esaltano i programmi in tv a quiz . Ma fortunatamente il nome di Boyle alla regia mi ha convinto a visionarlo. La regia è strepitosa, Boyle ha un senso estetico meraviglioso e gestisce al meglio ogni inquadratura. Il resto è sorretto ottimamente dagli attori, l'ottimo montaggio .la sceneggiatura e le bellissime musiche. Inoltre Freida Pinto è una Dea di bellezza e questo non guasta :) Da vedere assolutamente

bm_91  @  01/05/2014 11:58:57
   7½ / 10
Credo sia un film molto bello, sicuramente emozionante e coinvolgente, mostra una realtà difficile da immaginare, ma purtroppo ben presente.

MonkeyIsland  @  01/02/2014 00:27:12
   5 / 10
Senza tirare fuori il recente Argo a mente non ricordo un film che ha vinto l'oscar (questo addirittura otto ne ha presi) che mi abbia deluso in modo così netto nonostante sia il primo a non apprezzare l'academy award.
La struttura di base del film per come concepita è veramente pretenziosa e ruffiana oltre l'immaginabile, infatti Boyle affidandosi a un uso smodato dei flashback ricrea la miseria delle baraccopoli in un modo totalmente cerchiobottista fatto apposta per guadagnarsi la simpatia di quella parte di pubblico più "sensibile", con amori costruiti su storie impossibili e personaggi creati apposta per dare risalto alla debole vicenda

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER.
La cosa che più mi ha fatto arrabbiare però è lo stile videoclipparo di Boyle che addirittura gli ha fruttato incredibilmente il premio per la migliore regia, è ultra modaiolo con continui movimenti di macchina senza senso come i film di un Tony Scott o Bay.

2 risposte al commento
Ultima risposta 01/02/2014 01.21.12
Visualizza / Rispondi al commento
magicrut  @  31/10/2013 08:22:18
   6 / 10
Matteoxr6  @  31/10/2013 01:43:35
   7 / 10
Per alcuni aspetti sarebbe da 8, per altri da 5---.
Secondo me rimane un film molto sopravvalutato, ma tutto sommato mi ha saputo ben intrattenere e nell'insieme viene fuori un buon film.

DarkRareMirko  @  12/08/2013 12:00:06
   8½ / 10
Altra freccia che colpisce il bersaglio da parte di Boyle, con un film energico, coloratissimo, originale, meritatamente strapremiato.

Script molto curato, che ben amalga tra le varie scene cenni biografici, suspance da quiz (e il presentatore è reso benissimo, antipatico come non mai), momenti da musical come nel finale, rappresentazioni sociali.

Onestamente scopro solo ora che fosse stato tratto da un libro; comunque un cinema che serve, che un pò mi ha ricordato Il cacciatore di aquiloni, di Forster, dell'anno prima, anch'esso girato in paesi stranieri, seppur in modo molto meno ottimista.

Chiunque può raggiungere il successo, basta volerlo; bellissimi i semi-corti che partono riguardo ogni domanda, mossa quasi geniale per tenere viva la narrazione.

Non mi viene in mente neanche una parola severa per Boyle, regista sempre attualissimo, a suo agio nei generi più diversi (horror, dramma, sci-fi, commedia, ecc.), capace sempre di intrattenere, sorprendere, divertire.

horror83  @  01/08/2013 19:50:53
   8 / 10
veramente un bel film! sono rimasta colpita! a parte che è ambientato in India che è una nazione che mi piace, poi fa vedere in che condizioni vivono là (la parte di quando i tre protagonisti sono bambini) e in più lo schifo delle bande che non hanno scrupoli (quelli che invalidavano i bambini per fargli fare quelli che chiedono le elemosina) già solo per questo è un film validissimo perchè denuncia cose che qui manco ci sogniamo e che molte volte non si vogliono sapere e ci si toppa occhi e orecchie. invece bisogna saperle queste cose! detto questo per il resto è una bella storia d'amore anche se molto travagliata! ne consiglio assolutamente la visione! chi ha dato dei voti sotto la sufficienza non capisce la bellezza di questo film!

debaser  @  30/07/2013 13:16:03
   4 / 10
Forse il peggior film che abbia mai vinto l'oscar di tutti i tempi. Noioso, improbabile, assurdo. La domanda finale poi e' da comica assoluta. La solita boiata commerciale ed anche ruffiana nata solo per amicarsi una delle nuove potenze economiche mondiali.

Domius  @  30/07/2013 13:03:54
   9 / 10
UNO DEI FILM PIU' BELLI CHE ABBIA VISTO, MAGNIFICO

Lucignolo90  @  17/06/2013 00:12:59
   6 / 10
Non solo uno dei film più sopravvalutati di mia recente memoria, ma anche quello che è NETTAMENTE il peggior film nella filmografia di Danny Boyle (sfido chiunque, CHIUNQUE a dirmi il contrario....anche The Beach mangia in testa a questo film), che con i suoi oscar dimostra a che punto di non ritorno sia arrivata l'academy, arrivata a premiare un film patinatissimo e inverosimile...spieghiamolo: un film non deve essere realistico a tutti i costi ma anche le cose che non paiono riproducibili in un contesto reale devono essere GIUSTIFICATE in un film; non ci credo che in un film del genere, un film di Danny Boyle, il protagonista indovini le domande di chi vuol essere milionario (tra l'altro alcune RIDICOLE, come quella finale sul nome dei 3 moschettieri? Ma davvero?) una dopo l'altra semplicemente sculando e facendo affidamento a esperienze da lui vissute, pretesto per far partire i flashback..cose del genere non sarebbero proponibili nemmeno in un cartone animato per favore. E comunque il finale annulla anche tematiche che potevano essere sfruttate ampiamente meglio come la violenza sulle donne, le guerra religiosa tra indu e musulmani, la misera realtà delle slums indiane si piega al finale che fà tutti felici e contenti, Jamal e la ragazza vivranno insieme, andate tutti in pace. Da salvare la bella colonna sonora di Rahman, l'unico comparto forse meritevole di una sconsiderata pioggia di riconoscimenti.

1 risposta al commento
Ultima risposta 17/06/2013 00.18.45
Visualizza / Rispondi al commento
sagara89  @  30/05/2013 22:54:48
   7½ / 10
vieste84  @  06/05/2013 18:49:40
   7 / 10
Bel film, ottima sceneggiatura e ben sviluppata, quanto di meglio prodotto in amerca negli ultimi anni

pisano  @  08/04/2013 17:24:15
   7 / 10
di solito i film d'amore non mi piacciono
ma in questo film c'è tanto altro da apprezzare, partendo dal'
interpretazione straordinaria di tutti gli attori.trama piacevole, che tocca tematiche molto forti dell'india.
un viaggio che vi terrà incollati allo schermo

Edredone  @  30/03/2013 13:21:27
   7½ / 10
Gran bel film da non perdere.

Invia una mail all'autore del commento nocturnokarma  @  03/01/2013 23:01:36
   6 / 10
Una caduta di stile nella cinematografia di Boyle che ha clamorosamente trionfato agli oscar.

La resa è curata e troppo patinata per rendere una realtà così diversa dal nostra come l'India. La prima parte, aiutata dai due piani temporali diversi di narrazione, è ben impostata poi tutto si risolve nel trionfo del buonismo e dei buoni sentimenti.

il ciakkatore  @  28/11/2012 18:11:19
   8½ / 10
Bellissimo,veramente bello come saper raccontare una storia attraverso un quiz televisivo.Divertente,drammatico e commovente

Invia una mail all'autore del commento DjAlan78  @  23/10/2012 15:47:56
   8 / 10
Ottima pellicola. Da non perdere.
E poi mi sono innamorato di Freida.

elnino  @  05/10/2012 12:03:03
   8 / 10
Gan bel film. Da guardare assolutamente.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

stuntman bob  @  11/08/2012 21:00:57
   5 / 10
Se questo è un film da 8 oscar tra cui miglior film.... sulla colonna sonora posso approvare il resto è una favola scialba e mal sviluppata, almeno per la seconda metà, il fratello maggiore certo non ha mai smesso di voler bene a Jamal ma da lì a fare quello che fa alla fine così di punto in bianco.... mi è piaciuto fino a metà, ovvero quando la storia narrata mostra i due fratelli da ragazzini, poi diventa banale, e il balletto durante i titoli di coda è irritante oltre che fuori luogo.

kako  @  16/07/2012 14:34:35
   6 / 10
una favola contemporanea guardabile e carina, ma ha avuto l'enorme limite di non avermi emozionato, e penso che fosse quello l'intento del film. Non mi ha annoiato, ma sono rimasto abbastanza indifferente fino alla fine. Inoltre la domanda finale del gioco è veramente troppo facile per essere credibile. Sarà anche stata di livello abbastanza basso la concorrenza agli Oscar quell'anno, ma tutti quei premi non sono meritati perché la sceneggiatura non è così solida, la regia non eccelle particolarmente e anche gli aspetti tecnici sono buoni ma non da premio Oscar. La colonna sonora si è bella, quella meritava. Come canzone io ho amato The Wrestler di Springsteen, ma non è stata neppure candidata. Ingiustizie dell'Academy. Comunque a parte questa divagazione, in conclusione credo che il film sia piacevole da guardare e fatto bene se pur non eccellente, ma resta troppo sopravvalutato.

speXia  @  11/07/2012 00:04:38
   8 / 10
Bellissima favola romantica, colorata e frizzante, originale ed emozionante.
Bravi gli attori, ottima la variopintissima fotografia, e bellissime le location, specialmente le labirintiche baraccopoli. Buona anche la colonna sonora, ma il premio oscar mi sembra esagerato.
Magari qualche passaggio è un po' assurdo, inverosimile, ma tutto sommato l'intreccio della storia, il modo in cui il giovane Jamal abbia una storia dietro ogni risposta esatta mi è piaciuto molto.

Godibilissimo, sicuramente un ottima pellicola sentimentale che merita un occhiata.

KRIS.K  @  02/07/2012 19:05:54
   5 / 10
Bella operazione commerciale di Danny Boyle (i tempi di trainspotting e piccoli omicidi sono belli che finiti )

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohà  @  27/06/2012 21:23:03
   8½ / 10
Non è possibile. Siete sicuri che non l'abbia ancora commentato?

Comunque, un film fantastico dove un povero indiano, penso analfabeta o giù di lì, arriva per una serie di circostanze a partecipare ad un quiz famoso anche in Italia: il milionario (con il simpatico conduttore Gerry Scotti).
Sono in gioco 20 milioni di rupie, credo circa 300.000 euro, una vera fortuna per lui.
Il conduttore dello spettacolo non riesce a credere che un ragazzo vissuto in mezzo alle, chiamiamole favelas, riesca di passo in passo, da domanda in domanda ad arrivare al finale.
Ma Jamal ha avuto una vita intensa, colma di avvenimenti suoi e di altri, che lo portano sull'orlo del finale.
MA... il suo intento non è vincere. E' ritrovare una ragazzina, Latika, alla quale è legato fin da bambino, dal momento che l'ha soccorsa in un momento difficicilissimo.
Nel film il ragazzo pare ripercorrere tutte le tappe della sua povera vita dando sempre la risposta giusta.

Il finale? E no, quello lo dovete sapere solo guardando questo, che per me, è un bellissimo film.
Lungo, con un percorso tortuoso ma baciato dal fato, potrebbe anche riuscire.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

3 risposte al commento
Ultima risposta 19/07/2012 18.55.16
Visualizza / Rispondi al commento
Atlantic  @  27/06/2012 21:00:04
   7 / 10
Film molto drammatico e poco credibile per quanto riguarda lo svolgimento e gli avvenimenti.
Per il resto film è buono e ben interpretato e a differenza di molti altri si distingue essendo una novità.

John Nada  @  04/06/2012 12:15:27
   6 / 10
Interessante l'idea, buona la confezione ma il resto è poca cosa (8 oscar francamente regalati).

La storia ci può stare e anche l'impostazione (è un film bollywoodiano quindi è ovvio che i sentimenti vincano su tutto), ma è la messa in pratica che è a tratti pessima: troppo ruffiano, incongruente, pieno di coincidenze inverosimili (e mi sta anche bene) o assurde (e mi sta meno bene).

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Inizia molto bene, la parte iniziale con i bambini protagnisti è buona, per poi andare in calando fino ad un finale che francamente non ho gradito


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Sicuramente apprezzabile il fatto che il film risulti meno melenso di quanto possa apparire e la recitazione dei bambini.

Un film insomma che sicuramente ha buoni spunti, molti dei quali però rimangono tali. La confezione è bella, il contenuto è troppo vuoto e ruffiano (se mi si dice che "Il curioso caso di Benjamin Button", candidato nello stesso anno è troppo ruffiano per vincere l'oscar mi sta bene, non capisco come però un film come questo possa ricevere ben 8 statuette che lo è molto molto di più. Mah).

Vedibile e nulla più.

sossio92  @  30/05/2012 22:44:11
   8 / 10
bellissimo film , profondo e veritiero , un pò lento nella prima parte ma è essenziale per mostrar la ''verità'' su quei paesi

ferrogeo  @  28/03/2012 14:58:24
   8 / 10
Andai al cinema con qualche pregiudizio pensando ad un prodotto melenso e confezionato a puntino per far soldi, ma ho dovuto ricredermi.
La prima mezz'ora è una mazzata di immagini tese e drammatiche per poi allentarsi un po' nel finale che giudico la parte riuscita meno.
Ottimo film e mertitati gli oscar.
Danny Boyle difficilmente sbaglia prodotto e sa sempre come catturare l'attenzione dello spettatore.
Consigliatissimo

M.R.  @  18/03/2012 11:55:34
   8½ / 10
Bellissimo! Mi ha tenuta incollata allo schermo dall'inizio alla fine. Davvero una piacevole sorpresa.

Oskarsson88  @  06/03/2012 18:35:52
   7½ / 10
bel film, che tiene incollato lo spettatore per quanto la storia sia inverosimile..ma per carità 8 oscar sono una follia unica..

ilcannibale  @  27/02/2012 18:17:23
   8½ / 10
Veramente un filmone, bella la storia, belle le ambientazioni, bravissimi gli attori...

halb  @  22/02/2012 12:48:01
   7 / 10
Non è male, ma tutti quegli Oscar mi sembrano eccessivi!
Film piacevole, scorrevole ma nulla più.

Charlie Firpo  @  21/02/2012 10:58:05
   7½ / 10
Visto ieri sera su raitre e devo dire che è stato un pò una sorpresa , questo film di Boyle è molto scorrevole e non annoia praticamente mai , la storia seppur banale è raccontata molto bene e l'ambientazione atipica ( baraccopoli in India e degrado generale che fa da scenografia alla pellicola per quasi tutto il film ) da quel tocco in più ma sempre con leggerezza , buona anche la recitazione dei protagonisti.

La trama è semplice, in pratica si assiste ad una serie di Flashback tipo Forrest Gump seduto sulla panchina dove qui il protagonista espone la sua storia per spiegare al comissario di polizia come ha fatto a rispondere a tutte le domande del gioco fino ad arrivare alla fine dove lo attende la domanda da 20.000.000 di rupie , in sostanza viene trasmesso il messaggio che a volte il destino prevale e anche se sei un ignorante puoi riuscire dove altri più preparati di te non ce la fanno , aggiungi poi l'immancabile storia d'amore contrastata da mille avversità e dai soliti cattivoni in stile Giulietta e Romeo con immancabile lieto fine e ottieni The Millionaire di Danny Boyle.

A proposito la domanda finale palesemente facile è stata scelta dal regista per essere sicuro che la maggior parte degli spettatori ( mediomen ) la potessero conoscere in modo tale da aumentare il coinvolgimento emotivo dato che è risaputo che si tende a parteggiare per il più debole o da chi viene dal nulla ( esempio più lampante della storia del cinema vedi Rocky )

In conclusione è un film sicuramente da vedere , ma 8 oscar mi sembra un' esagerazione , evidentemente gli sfidanti alle nomination erano ben poca cosa , quindi è un film in tutti i sensi fortunato.

Beefheart  @  21/02/2012 10:13:28
   6½ / 10
Pellicola sotto certi aspetti abbastanza strana, non speciale, che si colloca tra la commedia sentimentale, il drammatico e la denuncia sociale, cadenzata e ritmata come un film d'azione ed agghindata come un omaggio a Bollywood. Ambientata, e credo girata, a Bombay, non lesina immagini forti a ritratto di realtà durissime, ma contemporaneamente trasuda una sorta di tentativo di sdrammatizzazione che, amio avviso, stona ed annacqua la sostanza. L'espediente di sviluppare la sceneggiatura sotto forma di lungo flashback che il protagonista rivive durante una partita al "Chi vuole essere milionario" indiano mi pare poco azzeccato, poco funzionante e poco efficace, sia cinematograficamente come veicolo della trama, che concettualmente come metafora di rivincita personale e sociale. Senza dubbio interessante l'aspetto documentaristico del terzomondismo imperante nelle periferie metropolitane indiane, ma in sostanza non c'è niente di nuovo ne di particolare spicco, a partire dalla storia, passando per la recitazione, sino alla regia. Un film che si lascia guardare ma che probabilmente non rimarrà indimenticabile.

HanSolo  @  20/02/2012 23:21:44
   4½ / 10
Il mix di scene violente e crude che descrivivono in che mondo spietato vivono i piccoli indiani e le scene buoniste e surreali che superano il limite della decenza nn sono affatto un bello spettacolo.
Forse proprio questo mix che accontenta i moralisti e i buonisti (entrambi senza dubbio ipocriti) hanno permesso di vincere 8 Oscar.
Simpatici i titoli finali.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Bellinidj  @  25/01/2012 18:29:44
   7 / 10
Massì, passabile... Un film drammatico che ripercorre le tristi vicende di un'adolescenza difficile in mezzo alle favelas... Ma è da pazzi vedere un numero così alto di Oscar.. Questo regista si è comprato più Oscar della Juve.. Non si fa, no no no..

Todosh  @  24/01/2012 00:28:17
   7½ / 10
Forse non un film da 8 Oscar, ma decisamente coinvolgente. Danny Boyle sa ovviamente il fatto suo rendendo grande un film con una trama non fortissima.

Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  04/01/2012 22:43:28
   5½ / 10
Film carino, con qualche scena azzeccata.
Assurdo come abbia fatto a vincere 8 oscar. Perchè in fin dei conti non è un granchè.

Regista Ricky  @  14/09/2011 19:52:02
   4 / 10
Banale film buonista al quale hanno regalato 8 e dico 8 oscar
non c'era niente di meglio? siamo sicuri?

come si fa a dare 8 oscar ad un film del genere?

1 risposta al commento
Ultima risposta 14/09/2011 19.53.10
Visualizza / Rispondi al commento
Larry Filmaiolo  @  05/09/2011 17:39:36
   3 / 10
vogliamo dirla tutta su questo film? diciamola.
si tratta di uno dei casi più truffaldini e falsi di tutta la storia dei premi Oscar. Questo film per me NON è bello, NON è brillante, NON è originale, NON è ben interpretato. Ora passiamo a cosa E' questo film. Questo film E' mainstream fino al midollo, E' un prodotto tipicamente bollywoodiano, drammone insulso, palloso e strappalacrime, E' un'abile spudorata operazione commerciale, che semplicemente punta in modo stomachevole e irritante alla glorificazione dei buoni sentimenti, e tenta con tale espediente di far breccia nel cuore degli spettatori. Con molti ci è riuscito. Con me, no. Io, questo film lo considero una m.e.r.d.a, e nessuno, dico nessuno riuscirà mai a convincermi che quei famosi otto oscar sono meritati. Nemmeno quello alla migliore canzone originale. A me, jaii ò mi fa uscire il pus dalle orecchie.
Un'ultima cosa: io non considero affatto Danny Boyle un bravo regista. Mi ha sempre deluso, gettando trame anche migliori di questa nel banale. Parlo soprattutto di 28 giorni dopo.
Un po' in ritardo, ma mi sono sfogato.

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  01/09/2011 21:41:33
   7½ / 10
Non sono d'accordo con lo snobismo di chi esige da ogni film Haneke o Malick. Danny Boyle è un buonissimo regista, e questa è una bellissima favola romantica.
Freida Pinto è una delle attrici più belle del momento, e nei film indiani vale davvero di più che in quelli occidentali (si veda la recente collaborazione con Allen). Il protagonista è un grande, anche se il fratello (molto scarface) lo travolge con la sua imprescindibile espressione finale.
Tutto si può dire sul presunto happyending: vogliamo parlare allora della morte di Salim? o dello sfregio?
"Pensavo ci saremmo incontrati dopo la morte". Questa frase basta a s*****re commedie americane considerate migliori di questo film.
Uno dei più bei "reincontri" della storia del Cinema. Grande Danny.

antoeboli  @  31/08/2011 02:50:07
   7½ / 10
Gia dal primo trailer del 2008 questo film faceva presagire a qualcosa di pregevole fattura e dagli 8 oscar ricevuti onestamente uno ci si poteva aspettare qualcosa di
impeccabile .
The millionaire basato su un libro di cui ignoravo l esistenza si dimostra un buon film dal finale sicuramente scontato che sfrutta una trama a metà vista . il solito paese povero che qui è l India con degli attori che ovviamente abitano nelle baraccopoli piu disagiate del mondo . quello che lo rende diverso è il fatto che tutta la pellicola si basi sul programma chi vuol essere milionario e di come il jamal riesca conoscere tutte le risposte.
Il film è caratterizzato da flashbeak sulla vita del ragazzo e su quello che ha dovuto sopportare . sicuramente sono stupende le inquadrature e la fotografia in generale , dalle strade di Mumbai fino ad alcune scene girate nel famoso taj mahal. recitazione abbastanza buona se contiamo che i ragazzi sono in maggior parte stati scelti direttamente sul posto . invece davvero buona l interpretazione del conduttore del programma in versione indiana che
, bastardissimo fino alle fine .
Ovviamente tra i pregi anche la colonna sonora e soprattutto la canzone durante i titoli di coda che diventò un tormentone in quel periodo di uscita del film .
Tra i difetti che ho potuto riscontrare e il fatto che il programma non dovrebbe essere in diretta o almeno nella realtà non e cosi ma si puo pu sempre sorvolare . invece un grosso difetto l ho notato nella domanda finale che io avrei fatto piu complessa perche è una risposta che conosce quasi qualunque persona anche un non appassionato di generi letterari .
In generale un buon film ma non meritevole di ben 8 oscar .

Ermac  @  22/08/2011 16:50:57
   7 / 10
Bel film, ma il finale è scontato fin dall'inizio.

marcos987  @  10/07/2011 00:46:23
   6 / 10
carino ma niente di eccezionale.
Nella vittoria degli oscar probabilmente è stato aiutato dalla mancanza di concorrenza

.Kia90.  @  30/06/2011 15:42:37
   6½ / 10
Film carino, l'impostazione della storia è sicuramente originale... Però non è così eccezionale da meritare 8 oscar, su!
Che si erano bevuti quell'anno?! Bah

franky83  @  15/06/2011 07:39:09
   7 / 10
Mezzo voto in meno perchè...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

censurableah  @  31/05/2011 18:00:28
   6 / 10
Grazioso, un po' ingenuo....

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

dave90  @  25/04/2011 22:04:48
   7 / 10
Visto con un po' di pregiudizi in realtà mi ha sorpreso e mi è piaciuto abbastanza.
Tuttavia è un film abbastanza leggero e non capisco gli 8 oscar vinti.

jb333  @  19/04/2011 13:06:43
   7½ / 10
sono rimasto piacevolmente sorpreso da questo film.. storia interessante, bravi attori, ottima regia..insomma in parole povere consigliato :)

Gruppo REDAZIONE amterme63  @  15/04/2011 22:04:09
   6 / 10
Essenzialmente è un film convenzionale girato e montato con una tecnica "moderna".
Il tema del "picaro", orfano, poverissimo, sfortunato, che vive traversie avventurose, emozionanti, divertenti ma che alla fine arriva alla ricchezza e alla felicità (grazie al caso o a circostanze fortunate) è un tema vecchio quanto la letteratura.
In "Millionaire" la descrizione di ambienti degradati, di povertà insostenibile, di violenza e corruzione dilagante non serve per denunciare o descrivere un ambiente. Se lo fa, lo fa in maniera molto superficiale. Lo scopo è creare l'ambiente e le circostanze per drammatizzare, eroicizzare il protagonista e stimolare nello spettatore commiserazione, simpatia, partecipazione ed entusiasmo per il riscatto finale.
I caratteri stessi dei personaggi sono abbastanza statici e tipizzati e non hanno evoluzione. I cattivi sono solamente e profondamente cattivi. Solo il fratello di Jamal condivide sia la parte buona che la parte cattiva, ma questo serve nell'economia del film solo a fine di spettacolo (rende vario e interessante il quadro degli avvenimenti). Del resto come tutti i personaggi controversi e imperfetti, si sacrifica per i buoni e muore (cioè viene fatto morire dagli sceneggiatori).
L'India è ridotta a stereotipo (con tanto di Taj Majal) e diviene cinematograficamente assimilabile agli ambienti periferici e degradati dell'Occidente (non a caso Boyle era il regista di Trainspotting). L'ambiente avverso viene sfruttato a livello estetico per creare il contesto adatto a mettere in risalto nuovi eroi-antieroi, senza ideali, senza progetti che mirano esclusivamente alla propria personale affermazione. L'oggetto stesso del "riscatto" è tipicamente post-moderno: un quiz televisivo, la "fortuna" che il sistema dello Spettacolo elargisce, che capita a pochi ma che può toccare a tutti (un po' come la Grazia Divina al tempo della Riforma).
Boyle è un figlio degli anni '90, quelli di Tarantino e del trionfo dei ritmi forsennati ed assillanti sia in musica che al cinema. Tensione ed agitazione sono al centro di tutto e l'elaborazione mentale gira sempre e comunque intorno al fatto violento ed estremo.
Il ritmo esagitato, le sensazioni estreme colpiscono lo spettatore in "Millionaire" fin dai primi fotogrammi e non mollano mai per tutto il film. Il montaggio, tipicamente tarantiniano, segue il binomio emozione-spiegazione, ripetuto a cicli continui. In questa maniera lo spettatore assiste a continui fatti emotivi inaspettati con la susseguente soddisfazione della spiegazione.
Il lato tecnico è l'unico lato apprezzabile del film, un film che si fa guardare come pure si fa tranquillamente dimenticare. A me personalmente non ha detto più di tanto. Sufficiente.

branco  @  27/03/2011 01:30:19
   10 / 10
A mio avviso é un capolavoro, non capisco la media così bassa, sono senza parole. in questa pellicola non manca niente, é impeccabile sia sul piano della recitazione che in quello della regia. In un altro sito ha una media molto più alta, 8,5 ! ! !

Il Fauno  @  22/03/2011 20:03:03
   5 / 10
Veramente sopravvalutato, io non l'ho sentita per niente la cascata di emozioni... Altri Oscar buttati al vento.
Finale fastidioso, il "balletto"... ??! Buonissima solo la fotografia.

Esattamente: così così anche se non paghi......

alan  @  01/03/2011 16:20:34
   6½ / 10
Favola dei giorni nostri che non stanca ma nemmeno incanta. 8 Oscar de che??

seifier  @  21/02/2011 23:38:33
   7½ / 10
Ho letto molti commenti che affermano l'eccessività degli 8 oscar... forse si forse no... Ma comunque ritengo necessario sottolineare che gli oscar vengono assegnati ai film di un anno specifico... e sinceramente non trovo molti film all'altezza in quel determinato periodo... il film emoziona continuamente, originale la contrapposizione con il MILIONARIO... Unico difetto riscontrato??? La chiamata a casa del gioco vero non avviene in diretta... altrimenti il parente avrebbe più tempo per cercare la domanda no???

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

BraineaterS  @  21/02/2011 19:34:12
   8½ / 10
L'abbiamo visto per caso ed è stata una bella sorpresa! Ci ha subito coinvolto con questa storia raccontata a flashback, con la sua intera vita svelata a ogni domanda del quiz. Bello il presonaggio del fratello, un po' lo si ama e un po' lo si odia. Finale ideale.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

hispanico1511  @  04/02/2011 18:26:55
   8 / 10
immeritati 8 oscar, comunque un film che non delude

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

david briar  @  04/02/2011 17:34:47
   7½ / 10
"The millionaire" ha il grandissimo pregio di essere originale, di assomigliare a poco altro, di essere poco pretenzioso.
E' un film coinvolgente, facile da seguire, con un montaggio ottimo e una videoclippara regia di Boyle, entrambi le categorie hanno meritato gli Oscar.
La prima parte complessivamente è migliore della seconda, dove si rischia di cadere in un sentimentalismo un po' spicciolo, riuscendo comunque a salvarsi dal troppo melò.
La sceneggiatura non è il massimo(Oscar non meritato), fa acqua in alcuni punti, e un paio di scelte sono discutibili:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gli attori sono cani, i bambini recitano meglio degli adulti, meno male che il cast non ha ricevuto nomination.
Esagerati si gli 8 Oscar, ma neanche più di tanto, gli immeritati a parere mio sono sonoro, colonna sonora, sceneggiatura, fotografia. Il resto, può anche starci.

Invia una mail all'autore del commento Gondrano  @  04/02/2011 12:15:43
   6 / 10
Sì, vabbè, caruccio, adatto ad una serata poco più che disimpegnata, ma 'sto coso ha portato a casa una carriolata di premi.
Il perché, sinceramente, va oltre le mie capacità di comprensione.
A meno che, a metà strada, non si siano scambiati la carriola dei premi con quella dei soldi.

Bono Vox  @  03/02/2011 13:02:18
   3 / 10
Ma cosè sta roba, è scandaloso! 8 oscar per una cavolata del genere, uno dei film più brutti e pietosi che abbia mai visto!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

4 risposte al commento
Ultima risposta 04/02/2011 18.25.05
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento kampai  @  10/01/2011 09:26:00
   6 / 10
non capisco gli 8 oscar, il david di donatello e i volti alti.l'ho trovato un film senza pretese, carino ma anche per certi versi ingenuo e banalotto.lo standard di recitazione è della tipologia di bollywood, enfatica e classica (si salvano i bambini piccoli) non incisiva.mah...

e 82  @  24/12/2010 20:51:58
   5 / 10
Ci sono rimasta male quando a fine film ho letto che il regista è Boyle (ebbene sì, malgrado tutta la pubblicità che la pellicola ha ricevuto non lo sapevo). Trainspotting l'ho amato ed è ancora oggi per me uno dei film migliori di sempre.
Comunque, per quanto riguarda "The millionaire" mi aspettavo davvero di meglio, avendone sentito parlare come di un bel film e dalla trama originale.
Invece l'ho trovato un minestrone di molti aspetti di vita indiana messi tutti assieme in modo prevedibile e piuttosto superficiale e noioso.
Le condizioni economiche e sociali di una città con 19 milioni di persone, la vita nelle baracche e i rapidi sviluppi economici; i conflitti interni legati ai diversi culti religiosi; lo sfruttamento dei bambini, la divisione in caste e il rigetto verso alcune classi di lavoro più umili ("il ragazzo del thè"); il concetto del karma, un po' rivisitato visto che

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
la morale del film che viene addirittura scritta sullo schermo nel caso fosse sfuggito a qualcuno!
E' un film che non mi è piaciuto mentre lo guardavo e che non mi lascerà nulla (tranne un giudizio diverso su Boyle!).
Non ho ancora capito che bisogno ci fosse di rendere la figura del presentatore così odiosa. Ha reso il film ancora più sgradevole.
Mi meraviglia davvero che questo film abbia riscosso così tanto successo.

Ridicolo il balletto finale.

Gli attori invece tutto sommato abbastanza bravi.

7219415  @  07/12/2010 15:48:58
   7½ / 10
Bel film...bellissima Freida Pinto

Andry West  @  23/11/2010 20:16:35
   7 / 10
La prima parte del film e fantastica: bravi i bambini interpreti, bella la fotografia, azzeccata la documentazione della vita nella metropoli di Mumbai poi... tutto prende un altra piega, piu sdolcinata la storia e poi pure piu banale. Certo che se evitavano quel balletto finale gli avrei dato anche 8. Certo e un film fatto per quella gente semplice che si commuove e emoziona subito.

movieman  @  22/11/2010 23:22:02
   9 / 10
Un film che dimostra come il fato possa essere imprevedibile, di quanto possa essere crudele, o misericordioso. Commovente, unico e originale, mostra la triste realtà delle "favelas", ma al tempo stesso lancia un importante messaggio: se lo vuoi intensamente, puoi ottenere ogni cosa. Una visuale che ricorda un po' il self-made man americano, con questa escalation dalla povertà più assoluta sino ad essere milionario.

ValeGo  @  20/11/2010 16:44:16
   7 / 10
Proprio un bel film..otto oscar forse sono esagerati..ma il film merita di essere visto!

  Pagina di 6   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

adorazionealcarras - l'ultimo raccoltoalla vitaamanti (2020)american nightblack parthenopecasablanca beatscip e ciop: agenti specialicome prima (2021)dashcamdoctor strange nel multiverso della folliadue donne al di la' della leggeelizabeth (2022)elvis (2022)emergencyesterno nottefassbinderfemminile singolarefirestarterfreedom (2021)gagarine - proteggi cio' che amigenerazione low costgli stati uniti contro billie holiday
 NEW
gold (2022)hill of visionhope (2019)hustlei giovani amantii tuttofareil fronte internoil giorno piu' belloil naso o la cospirazione degli anticonformistiil paradiso del pavoneil talento di mr. cil viaggio degli eroiinvito al viaggio. concerto per franco battiatoio e lulu'italia. il fuoco, la cenerejane by charlottejurassic world - il dominiokarate mankoza nostrakurdbun - essere curdola bicicletta e il badile - in viaggio come hermann buhlla doppia vita di madeleine collinsla fortuna di nikukola grande guerra del salento
 NEW
la mia ombra e' tuala ragazza ha volatol'altra lunal'angelo dei muril'arma dell'inganno - operazione mincemeatl'audizionel'eta' dell'innocenza (2022)lettera a francolightyear - la vera storia di buzzliz e l'uccellino azzurromad godmarcel!memoriamemory (2022)mindemic
 NEW
mistero a saint-tropeznavalnynel mio nomenoi duenostalgiaonly the animals - storie di spiriti amantiour fatherpleasurequel che conta e' il pensiero
 NEW
revolution of our timesrise - la vera storia di antetokounmposecret team 355settembre (2022)spiderheadstudio 666tapirulan
 NEW
tenebrathe batmanthe black phone
 NEW
the deer king - il re dei cervithe man from torontothe other side (2020)
 NEW
the princessthe rescue - il salvataggio dei ragazzitop gun: mavericktutankhamon. l'ultima mostraunwelcomevecchie canaglieviaggio a sorpresawild nights with emily dickinson

1030491 commenti su 47846 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

L'OMBRA DELL'ALTROTHE HOUSE I LIVE IN

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net