the visit regia di M. Night Shyamalan Usa 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

the visit (2015)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film THE VISIT

Titolo Originale: THE VISIT

RegiaM. Night Shyamalan

InterpretiKathryn Hahn, Olivia DeJonge, Ed Oxenbould, Deanna Dunagan, Peter McRobbie, Erica Lynne Marszalek

Durata: h 1.34
NazionalitàUsa 2015
Generehorror
Al cinema nel Novembre 2015

•  Altri film di M. Night Shyamalan

Trama del film The visit

Un fratello e una sorella vengono mandati a stare per una settimana nella fattoria dei loro nonni in Pennsylvania. Appena i ragazzi si accorgeranno che l'anziana coppia Ŕ coinvolta in qualcosa di veramente inquietante, vedranno diminuire ogni giorno le loro possibilitÓ di tornare a casa.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,74 / 10 (107 voti)5,74Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su The visit, 107 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  
Commenti positiviStai visualizzando solo i commenti positivi

76eric  @  10/04/2020 19:31:43
   8 / 10
M. Night Shyamalan...., uno dei registi più controversi ed eclettici del panorama cinematografico internazionale... Si dà da fare, è uno che conosce bene la storia del Cinema, almeno di un certo tipo di Cinema..., quello della suspense... Fantascienza, genere apocalittico, thriller, horror..., e tutta una mistura di questi generi. Non riesce mai ad eccellere in qualsiasi cosa faccia, almeno da un punto di vista personale, sà raccontare le storie, le sà caricare di aspettative, di tensione e di ansia, ma poi alla luce dei fatti, non ne esce mai un qualcosa di memorabile.... Prendiamo " Il sesto senso", il suo film più celebre.... E' un ottimo film, che a me è piaciuto, è ben recitato, ma credo che lasci maggiormente il segno più per la fantastica interpretazione dell' allora piccoletto e tormentato Haley Joel Osment ( ed anche di Bruce Willis ), che non per quello che sostanzialmente racconta. M. Night Shyamalan...., dove ca**o vuoi andare a parare col tuo Cinema??... Spiace dirlo, perchè è un' ottimo regista che a mio avviso potrebbe osare un pò di più in tutti i generi che va, più che a toccare, a solleticare... Potrebbe essere più estremo e cattivo in quello che racconta, lo saprebbe fare. Questo suo osare poco però gli ha permesso di ritagliarsi una fetta di torta importante ad Hollywood ed a lavorare con molti dei più rilevanti attori.... Sempre rimanendo contenuto e nel politically correct.
Non ho visto tutta la sua filmografia, ma credo che questo The visit sia il suo film più fuori dagli schemi e più estremo che abbia mai diretto. A me non importa dello stile mockumentary o meno, si possono fare delle ottime cose anche con questo stile di riprese. Una storie come tante, forse sempliciotta e banale, ma che riesce subito ad acchiapparti per merito di chi dovrebbe essere ma alla fine non è...
Penso che sia il suo film più horror, o che comunque riesce a proporre magistralmente un profondo stato d' inquietudine in quel luogo che più familiare non si può, panacea della quotidianità e della sicurezza..., la casa!!


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Non trovo fastidiosi i comportamenti dei giovani ragazzini, compresa la parte dei titoli di coda, vista la loro giovane età, più che altro il maschietto. Dico che soprattutto l' attrice protagonista, la nonna chiaramente, coi suoi silenzi, con la sua mimica facciale e con il suo comportamento, da sola vale il prezzo del biglietto, senza bisogno del marito, che comunque fà la sua onesta parte.
La media secondo me è troppo penalizzante, credo che possa essere riconsiderato. Poi i voti sono soggettivi e per i miei parametri e per ciò che mi ha trasmesso durante la visione gli dò un mezzo voto in più.
Vedrò in futuro qualche altro film, primo tra tutti credo "Split", ma ho sempre la sensazione che questo regista possa fare di più.

Jokerizzo  @  24/02/2020 09:20:50
   7 / 10
Non così male come dicono..anche se alcune trovate leggermente "grottesche" penalizzano, a mo parere,la valutazione personale...

biagio82  @  05/11/2019 01:01:34
   8 / 10
ottimo film di Shyamalan retto da una buona sceneggiatura, una regia sapiente e da una incredibile performance Deanna Dunagan.
non amo molto i Mockumentary, trovo ridicolo che si cerchi di far passare per amatoriali riprese dove tutto è chiaramente al giusto fuoco, ripreso al momento giusto e perfettamente inquadrato e emusucato, ma shyamalan riesce a rendere convincente questa scelta raccontandoci che la piccola protagonista vuole fare la regista, facendo cambiare anche le inquadrature, rendendole più mosse e meno a fuoco quando la videocamera passa in mano la fratello.
il senso di inquietudine aumenta via via chi i vecchietti svelano i loro disturbi e anche il senso di pericolo, tanto che secondo me il film avrebbe funzionato bene anche senza l'ultimo colpo di scena dove scopriamo che:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

ma dal tronde poteva il re dei colpi non metterlo?
secondo me questo è uno dei migliori film del regista.

Thorondir  @  16/07/2018 16:09:28
   6½ / 10
Per essere un low budget fa il suo mestiere: niente sangue gratuito, niente donzelle nude negli stilemi del classico horror odierno, niente spettacolarizzazione inutile. Qua e là banalità, addirittura qualche risata involontaria. Perchè The visit è un film ingenuo: da apprezzare la scelta delle inquadrature rese funzionali al "film" della ragazza in una sorta di messaggio metacinematografico: è un mockumentary che dal punto di vista della scelta registiche ha molto da insegnare su questo versante.

TANO1981  @  17/06/2018 01:08:54
   7½ / 10
Piu ke diskreto

daniele64  @  05/05/2018 17:08:51
   6 / 10
Se ci si riesce ad abituare alle ballonzolanti immagini girate dai due aspiranti film makers , quest' ultima pellicola di M.S. Shyamalan può anche essere considerata sufficientemente riuscita , per l' atmosfera di palpabile inquietudine che riesce a creare con la bizzarra situazione in cui i due protagonisti vanno a trovarsi . Certo , nulla di trascendentale , la soluzione del mistero non era proprio difficile da immaginare e solo la mente ingenua dei ragazzetti poteva non intuirla .....Peccato poi per il finale un po' troppo semplice e deludente , mentre ho apprezzato la buona prestazione attoriale dei quattro protagonisti . Diciamo che posso arrivare a dargli 6 - .

Lucio 1982  @  04/05/2018 23:14:36
   6½ / 10
Ho regalato mezzo voto forse....com mi sarei aspettato di peggio,invece è tutto sommato un discreto film thriller pou che horror...
Certo alcune cose non sono spiegate e son buttate un po li ma credo che il suo lo faccia tutto sommato.
Se non si ha di meglio da fare,una visione la merita!


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

BenRichard  @  12/04/2018 04:01:47
   6 / 10
Per essere assurdo è assurdo, non c'è che dire. Non faccio spoiler ma un film come questo sarebbe dovuto uscire ai tempi di "The Blair Witch Project" allora si che probabilmente avrebbe destato un certo clamore. Oggi sfortunatamente per M. Night Shyamalan non risulta abbastanza credibile una cosa del genere. Tuttavia mi sento di voler essere abbastanza generoso e di non castigarlo eccessivamente solo per questo motivo. Devo ammettere che tra alti e bassi è riuscito ad intrattenermi e mi ha suscitato anche in più di un'occasione una certa tensione cui non credevo che sapesse procurarmi. Molto bravi e inquietanti poi i due nonni, Deanna Dunagan e Peter McRobbie, la prima che ho nominato in particolar modo. Non male dai, a modo suo è anche abbastanza originale.

6 risposte al commento
Ultima risposta 15/04/2018 01.41.04
Visualizza / Rispondi al commento
L_INKre@dibile  @  08/02/2018 01:58:00
   7½ / 10
Originale e interessante. Riesce a creare inquietudine e il senso di disagio dei protagonisti è palpabile. L'ho visto senza nemmeno aver guardato prima il trailer. Scelta azzeccata.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR 1819  @  30/11/2017 10:37:09
   7½ / 10
Con Split pensavo che Shyamalan si fosse risvegliato, invece bisognava tornare indietro di un episodio. Inquietante, non esagerato, e psicologicamente intrigante.

Spera  @  29/11/2017 07:29:09
   7 / 10
Il primo di Shyamalan che mi è piaciuto, forse perchè avevo aspettative talmente basse...
Poi con lo stile mockumentary vado a nozze, girato con maestria e semplicità.
La storia non è originale ma poco importa perchè visto di notte in casa da solo è riuscito a provocarmi più di un brivido.
Bella la scena sotto le fondamenta della casa e le sequenze inquietanti notturne.
Bene la recitazione di tutti, forse il ragazzino sembra un po troppo adulto per la sua età. In quanto al RAP beh...bisogna pensare che sicuramente funzionava in inglese e la becera traduzione in italiano era da evitare: le canzoni rappate dovevano assolutamente essere lasciate in lingua originale per avere un senso ed avere i sottotitoli.

Per il resto la storia non è priva di assurdità ma mi ha fatto passare una serata divertente.
Lei, la nonna, davvero angosciante.

1 risposta al commento
Ultima risposta 29/11/2017 14.01.50
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Tempesta  @  24/10/2017 13:35:02
   7½ / 10
Vado contro corrente, questo film mi è piaciuto moltissimo .
La prima parte un po' lenta ma la seconda parte ti inchioda al muro.
L ho trovato un ottimo prodotto.

EddieVedder70  @  17/09/2017 21:31:38
   7 / 10
Il mio regista feticcio (come con "Split") da segnali importanti di risveglio dopo il torpore (tendente alla demenza) degli ultimi film realizzati. Qui sperimenta applicandosi con coraggio in un classico dei tempi moderni: la ripresa diretta e poi rimontata come fosse un documentario (mockumentary). Il film spacciato per horror è in realtà una commedia di humor nero che sfocia in un thriller dall'epilogo abbastanza telefonato, ma farcito qua e la di scene che a me ha provocato qualche brivido (l'inseguimento sotto le fondamenta della casa è geniale) e di qualche trovata che fa davvero "ribrezzo" (ah ... i pannolini!!!).
Mi sono divertito, la visione mi ha soddisfatto, i personaggi mi sono piaciuti (anche il bambino) e Shyalaman conferma di avere talento (peccato che spesso sia prigioniero di se stesso); certo che se poi ci si sofferma sulla sceneggiatura è tutto molto ma molto forzato e irrealistico, ma pazienza.

paco1995  @  03/05/2017 15:59:27
   6 / 10
Siamo lontani dai tempi d'oro di Shylaman, ma proprio tutto da buttare a mio parere non lo è. Il finale è abbastanza prevedibile.

Crabbe  @  14/04/2017 17:58:45
   7 / 10
Un buon thriller di Shyamalan, ben costruito.

Mi ha ricordato vagamente "Orphan" di Serra.

DeepRed81  @  19/01/2017 14:14:29
   6 / 10
Definire questo film un horror è veramente esagerato. Stiamo parlando di una storiella abbastanza scontata e prevedibile. Condita da una buona dose di black humor con dei momenti parecchio esilaranti, ma che nulla hanno a che vedere con l'horror. Buona l'ambientazione e la recitazione dei nonni. Il ragazzino invece con le sue strofe in rima mi è stato subito antipatico. Film simpatico da vedere (soprattutto se non si paga) in compagnia per farsi qualche risata.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  18/10/2016 13:17:36
   6½ / 10
In certi momenti sembrava Paranormal Activity, verso il finale comunque prende una piega più personale e coerente con la storia. Diciamo che non è la solita stupidaggine sui fantasmi. Shyamalan mantiene il suo stile però ci si potrebbe aspettare qualcosa in più da lui. Sembra quasi che si accontenti della sufficienza.

Samu  @  24/09/2016 15:30:47
   6½ / 10
Sinceramente mi aspettavo di più.Solita rivelazione idiota fin troppo prevedibile (che i due nonni erano dei serial killer) protagonisti bambocci fin troppo insopportabili e tensione non sempre allentante ma per fortuna si salva per qualche scena buona e i due nonni e l'ambientazione.
Però se non si ha alte aspettative può risultare molto buono.

werther  @  18/07/2016 10:23:00
   6 / 10
Un horror ben fatto, la storia si svolge lentamente e il finale è abbastanza a sorpresa, suspance e mistero non mancano. Sufficienza piena.

Elwing77  @  24/06/2016 17:31:05
   6½ / 10
Inquietante... con il finale si riscatta ampiamente dal rischio di essere troppo piatto e lento.

ZanoDenis  @  07/04/2016 15:38:26
   6½ / 10
Shyamalan è un autore che mi ha praticamente sempre deluso, i suoi ultimi film sono stati pessimi, da dimenticare del tutto, per questo avevo anche aspettative bassine, invece devo dire che tutto sommato si è ripreso un po.
Peccato per l'odiosa tecnica mockumentary con le solite urla esagerate per conferire realismo, movimenti troppo dinamici e la telecamera che cade a terra senza motivo, per il resto il film è un modesto thriller/horror capace di creare finalmente un bel po di suspense, angoscia e paura. Si, perché molte situazioni vengono ribaltate, i nonni, inconsciamente nella mente di ogni bambino significanti protezione e sicurezza diventano i principali nemici, diventano dei pericolosissimi psicopatici, il nido familiare, luogo di rifugio, diventa il principale luogo dove ci si trova in pericolo, Shyamalan è furbo e ci inculca i sospetti pian piano, creando una suspense che ci lascia per buona parte del film in sospeso, il classico effetto vedo-non vedo, tutto dalla soggettiva di dei bambini indifesi.
Ci regala anche qualche bel colpo di scena che fa abbastanza rabbrividire.
Molto sterile a livello visivo, ma ci si accontenta, si vede che è un film girato con un basso budget ma in cui finalmente c'è un buon intrattenimento. Valido.

lo156  @  01/04/2016 07:50:22
   10 / 10
A me i thriller di questo regista piacciono un sacco e questo non fa eccezione. Questa black comedy horror anche se poi scopriremo che di horror c'è solo l'apparenza un po' come the village mi ha preso dall'inizio alla fine. E non lo ho trovato per nulla scontato come molti sostengono, a me ha lasciato di stucco oltre che aver fatto accapponare la pelle. La scena del forno extra large è esilarante, ma che forni hanno in America? Mentre le scene sotto la casa, quelle della riconcorsa, molto molto agghiacciante. È già tra i miei thriller preferiti.

TheSorrow  @  31/03/2016 19:21:16
   7 / 10
Shyamalan ci riprova: stavolta però lo fa con un po' più di umiltà , defilato rispetto al jet set cinematografico, lontano da hype e supereffettacci milionari. Lontano dai soldi.

Ci riprova con una storiella semplice e neppure molto originale ma ben raccontata e girata con una notevole dose di maestria - si, malgrado si tratti di un found footage- ricorrendo ad inquadrature ricercate piuttosto che ad abili movimenti di macchina che catturano l'attenzione dello spettatore e ne aumentano notevolmente il coinvolgimento. Insomma la mano del regista indiano si nota anche in un film particolare e a basso budget come questo ed è già un buon segno.
Anche il cast fa il suo lavoro, in particolare i due adulti sono davvero inquietanti - la nonna, LA NONNA che rincorre i bambini sotto la casa è una sequenza di pura angoscia- mentre la location, desolata e spoglia, accresce il senso di inquietudine nello spettatore.

Sebbene sia in parte prevedibile ho apprezzato anche il finale, che mi è parso lasci aperte le porte per un'interpretazione più profonda della pellicola. In merito al rap nei titoli di coda, preferisco far finta che non sia mai esistito.. solo una domanda: era davvero necessario?

Ad ogni modo caro Shyamalan, sono contento che ti caghino in pochi perchè altrimenti il rischio serio è che sulla scia dell'autocompiacimento ti baleni nella mente l'idea di girare "l'ultimissimo dominatore dell'aria". E a noi era bastato l'ultimo, sai... fly down, for a while.

krystian  @  22/03/2016 11:39:15
   7½ / 10
Finalmente ho visto l'ultimo film di Shyamalan! Devo ammettere che sono rimasto soddisfatto, non è un filmone paragonabile a Il Sesto Senso o The Village ma Shyamalan sembra aver ripreso in mano il suo talento nel sorprendere ed inquietare. Spero che questo sia un nuovo inizio.
The visit NON È UN HORROR (proprio niente…, anche se è quello che vuole sembrare), semmai un thriller e, a detta del regista, c'è dell'humour (difatti alcune scene sono ridicolamente ironiche… ma c'è un VALIDO perché).


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

E la cosa che mi ha soddisfatto maggiormente è stato l'attesissimo colpo di scena tipico del regista che, in questo caso, non avviene alla fine ma dopo un'ora e qualche minuto… e cavolo, ho cercato di estrapolare questo benedetto colpo, ma non ci sono riuscito… se nella prima parte il film dava l'idea di essere un thriller mal fatto e comico, il super colpo di scena cambierà letteralmente le carte in tavola e tutta quell'ironia sparirà istantaneamente per lasciare spazio al terrore vero e proprio. BRRRR!

Se non fosse stato per le interpretazioni così così, per il found footage (che io non apprezzo particolarmente), per alcune inutili scenette stupide e per il rap finale del ragazzino, il voto sarebbe stato più alto.
Comunque, bentornato Shyamalan.

sossio92  @  10/03/2016 14:14:28
   7 / 10
Trama sempliciotta ma con la sua dose di suspance, buon thriller-horror

-Uskebasi-  @  28/02/2016 03:28:56
   7 / 10
Sono uno dei suoi più grandi estimatori e per questo la sua flessione mi aveva toccato particolarmente. Il talentuoso indiano, il regista col viso antipatico che compariva in tutti i suoi film, l'uomo che usava il cinema come mezzo per comunicare un messaggio chiaro e nascosto dietro a stranissime storie, tristemente si era perso tra il verde dei dollari. Shyamalan non si riconosceva più.
E adesso?
Ecco che rialza la testa, e lo fa con un'umiltà ammirevole. Riparte da 0 scrivendosi una storia semplice, si reinventa e si mette in discussione con il rischioso stile del found footage, dove molti cadono. Lui no. Obbiettivo raggiunto.
Ho solo due appunti da fare, uno soggettivo e l'altro oggettivo. Io avrei scelto attori diversi per interpretare gli anziani, credo sarebbe stato ancora più inquietante con una presenza sgradevole rispetto a quella splendida nonna.
L'altro difetto non ci sarebbe nemmeno bisogno di scriverlo; il bambino è insopportabile e il suo rap finale è una zappata sui piedi che Shyamalan si dà da solo, riduce il voto.
Però sono contento. Forse è tornato.

Mildhouse  @  26/02/2016 23:36:18
   7 / 10
Cavolo, quando inquadravano la nonna non potevo far altro che abbassare lo sguardo... assurdo

La trama in fondo è semplice , ma la tensione si mantiene alta così come la curiosità per ciò che può accadere durante il film

Alcuni lavori di Shyamalan mi hanno molto colpito e trovo che possa fare molto quando effettivamente si impegna : sicuramente questo non è il suo miglior film, ma intrattiene e sorprende a sufficienza

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  24/02/2016 19:43:22
   6½ / 10
Horror più che sufficiente. Al di là di qualche stranezza nella sceneggiatura

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Pellicola che presto crea un livello di tensione crescente. Discutibile l'aver girato tutto in soggettiva, espediente un po' troppo abusato nel cinema horror. Godibile.

TheLegend  @  20/02/2016 13:50:10
   6 / 10
Mi aspettavo di peggio.
Un film tutto sommato decente che regala anche qualche bella scena grazie all'abilità del regista.

Rollo Tommasi  @  11/02/2016 16:08:13
   6 / 10
Porcatona di film bieca e risibile che sembra ideata da un dilettante anche se girata da un valido regista, M.N. Shyamalan, e con un filo di mestiere.
Parte rap davvero insopportabile, non solo perchè stridente con le atmosfere, ma proprio perchè rappata male (magari la colpa è del nostro doppiaggio)!! .
Bug di sceneggiatura coperti, come la polvere sotto il tappeto, dall'uso quasi mistico del documentario amatoriale.
Lo ripeto per ogni horror implausibile: in un mondo di fisionomisti, storie di degrado sociale come The Visit sarebbero destinate all'estinzione..
Si lascia guardare solo per dare un volto ed un senso ai novanta minuti di quasi supplizio.
Sufficienza risicatissima anche per la regia (mestiere, ma pur sempre mestiere) e per la caratterizzazione interessante della nonna malefica.
Ma non si può andare oltre nel voto.
Mi era stato preannunciato un finale col botto...mah...SPOILER

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

John Nada  @  06/02/2016 19:26:46
   6 / 10
Dopo il flop dei suoi ultimi film, Shabalambalan torna alle "origini" sfornando un film semplice, quasi da esordiente (sia in positivo che in negativo). Come al solito in realta' di horror c'e' poco, se non nulla, il film e' costruito sulla tensione e l'attesa.

Se pero' negli ultimi film "horror" questa tensione ed attesa erano ricompensate da colpi di scena mal gestiti e mal pensati, in questo caso il regista opta per un qualcosa di piu' facilmente prevedibile ma meglio riuscito. Un colpo di scena che non sconvolge insomma ma fa il suo e regala al film un suo perche'.

Per il resto come detto sembra il film di un esordiente: tecnica del found footage che ormai ha stancato, ottime idee registiche, qualche siparietto piu' grottesco che inquietante, qualche noiosita' e ingenuita' di troppo, poca vera tensione ma abbastanza vedibile come film.

Non e' il tanto atteso ritorno del regista dopo gli ultimi disastri, piu' un brodino, come quello per gli anziani che non possono addentare altre pietanze.

Ash Quercia  @  13/01/2016 17:59:07
   6½ / 10
Sarò sincero, mi aspettavo di più da questa pellicola, tuttavia ne esce un horror tiepidino che si lascia guardare.

Trixter  @  12/01/2016 09:55:54
   6½ / 10
Pur non trattandosi di un capolavoro, l'ultima fatica di Night S. è sicuramente un film apprezzabile. Tralasciando la scelta registica del docu-film (a mio parere non pienamente convincente), The Visit regala la giusta tensione emotiva ed un buon colpo di scena (forse giocato un pelino presto). La struttura narrativa è, come sempre nei film del regista de Il sesto senso, piuttosto statica e rigida, acuita dalla mancanza di colonna sonora, ma condita da buone nterpretazioni e da una interazione dei personaggi assolutamente convincente.
Non credo che si tratti di un horror (chi è alla ricerca del terrore puro troverà la pellicola deludente), piuttosto di una fiaba nera e disturbante che, tuttavia, non risulta nè noiosa nè soporifera.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  08/01/2016 11:26:32
   7 / 10
Non perde il gusto per il finale a sorpresa il buon M. Night Shyamalan, regista controverso, spesso criticato -a mio parere non sempre con ragione-, bistrattato dai più, ma ancora una volta capace di reinventarsi sposando un genere totalmente ignorato dai registi più affermati. "The Visit" è infatti un found footage capace di discostarsi dal solito subdolo guazzabuglio da mal di testa. Del resto, checchè se ne dica, non siamo al cospetto del tipico mestierante in cerca di facile gloria mediante il genere più accessibile. Semmai Shyamalan attraverso esso cerca il rilancio, adeguandosi con modestia a una situazione inedita per lui.
L'alter ego del filmaker indiano è una ragazzina aspirante documentarista che, accompagnata dal fratello minore, si reca in visita ai nonni mai conosciuti. Un soggiorno atto a rinsaldare rapporti distrutti anni prima da un'adolescente ribelle, ovvero la madre dei ragazzi, fuggita per amore da una realtà agreste troppo soffocante.
L'occasione è quindi ghiotta, la richiesta degli anziani coniugi apre spiragli pacificatori e i due protagonisti accettano di buon grado la settimana da passare nelle innevate lande di Masonville, Pennsylvania.
Le stranezze però non tarderanno a manifestarsi, soprattutto durante le ore notturne il comportamento dei padroni di casa comincerà a lasciare dapprima di stucco e poi a inquietare i giovani ospiti. Shyamalan gestisce con astuzia il desiderio di sapere, trascina attraverso momenti genuinamente ansiogeni (ottima la scena della telecamera nascosta o quella dell'inseguimento), regge bene una volta scemato l'effetto sorpresa offrendo un tipo di cinema che è soprattutto rivisitazione, non solo dell'horror moderno, ma anche del thriller dei tempi che furono (Hitchcock torna più volte, e non solo per la colonna sonora nel finale).
Poi sono d'accordo che sopravvivere alle menate da rapper del ragazzino sia roba da santi e che in alcuni momenti l'umorismo messo in campo rischi di mandare in vacca tutta la tensione ben costruita fino a quel momento. Ottima la prova di Deanna Dunagan, nonna poco affettuosa tra l'inquietante e il grottesco, vero fulcro di quella che è in fin dei conti una moderna fiaba tenebrosa. Abbandonati i kolossal e i budget faraonici Shyamalan, in sottrazione e con grande umiltà, ritrova buono smalto creativo.

GTX33guitar  @  29/12/2015 23:49:05
   6 / 10
Film strano...non entusiasma ma nel complesso si guarda senza troppa fatica...

LuckyL¨  @  29/12/2015 21:08:04
   6½ / 10
Dal trailer lasciava sperare che fosse un horror di quelli da ricordare, invece pur non essendo malaccio è solo uno dei tanti.
Tralasciando lo stile mockumentary di cui ormai mi sono rotto abbondantemente le scatole (per non dire peggio...), la trama non è affatto male anche se il film è davvero troppo lento.
Discreto nulla più, mezzo voto in più per il bel colpo di scena, che però viene giocato forse troppo presto.

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  21/12/2015 20:08:31
   7½ / 10
Promosso ampiamente l'ultimo Shyamalan, lontano dalle deleghe su commissione per la famiglia Smith e dai budget ultramilionari di 'L'ultimo dominatore dell'aria', è un'opera umile esplicitamente di serie B, non conoscessi il nome del regista la definirei un'opera prima di un aspirante regista del circuito indipendente (costata 26 volte meno di After Earth), lo riconcilia alla prima fase della sua carriera quella in cui il pericolo è costruito progressivamente, discontinuo ma presente, un pericolo non riconoscibile il quale gli permette di giocarsi nell'arco della narrazione il coup de theatre, in questo caso collocato nell'anticamera del finale, la conduzione del film è abilmente votata ai campi lunghi, gioca sul vedo-non-vedo sull'infrangere le aspettative del pubblico (la scena irrisolta del forno), un po' fastidioso la ripresa quasi perenne del cineocchio di questo mockumentary, ormai non più una novità oggigiorno ma nell'ambito della storia assume un espediente credibile, bambini aspiranti registi-primo incontro coi nonni-finalità di riconciliarli alla madre. Abilmente costruito il personaggio della nonna, inquietante, grottesco, il nonno apparentemente il più 'normale' dei 2, sottoposti forzatamente entrambi ad andare sopra le righe nell'epilogo, tuttavia di mestiere con una buona dose di ironia (clip nei titoli di coda) Shyamalan sembra quasi volersi ruffianare anche il pubblico più smaliziato quello che non cede tanto facilmente alla paura e suole mettere i puntini sulle i.


James_Ford89  @  18/12/2015 20:48:53
   6 / 10
Sufficienza per questo mockumentary (?). Ho apprezzato lo stile ironico del regista e i vari momenti esilaranti. Nonostante la presenza di essi, ho avvertito l'inquietudine per quello che temi succederà per tutta la visione, senza nessun momento di pace. Per il resto pecca di superficialità, quindi un bel 6.

horror83  @  17/12/2015 20:28:46
   7 / 10
guardando il trailer mi aspettavo qualcosa di più. guardando il film mi sono un po' annoiata. il finale è a sorpresa, e mi è piaciuto molto. però per il resto il regista si poteva inventare qualcosa di più. Cmq un sette stirato se lo merita, più che altro per il finale.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Frogger  @  17/12/2015 10:59:37
   7½ / 10
Ogni volta che si parla di questo regista viene sempre tirato in ballo il sesto senso. Penso sia ora di finirla di paragonare ogni nuova uscita con il capolavoro del regista. E' chiaro che ai livelli del sesto senso probabilmente il buon Shyamalan non tornerà, però che cavolo.. The VIsit è veramente un thriller ben fatto e costruito, dove la tensione è sempre li in agguato e cresce in maniera costante, con alcune scene clou come quella del forno, favolosa. Considerando poi che finalmente viene usato un POV in maniera sensata e non alla c di cane come in tanti altri film, direi che il risultato è ottimo, come del resto il bel finale

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  11/12/2015 18:39:38
   7½ / 10
Chi si ricorda quel regista indiano che ha creato film indimenticabili come The Village o il Sesto Senso? Sembra sparito eppure ha sempre lavorato negli ultimi anni regalandoci porcate del calibro di Lady in the Water oppure di Afther earth .
Ebbene attualmente, in piena crisi da flop e licenziato da Hollywood è tornato a fare quello che sapeva fare meglio: il cinema.
Via i kolossal da 100 milioni di dollari, 5 di budget al massimo una 20 di costi totali ed eccolo tornare alla luce della ribalta con un horror che sa di già visto, sia nell'abusato stile Blair Witch Project che nella trama abbastanza esile che si fonda su una trovata a dir poco inquietante.
Il film è tutto sullo stile, sulla capacità di farci appassionare alla vicenda ed affezionare a personaggi ben delineati (che è la vera discriminante tra un filmetto e un bel film) e soprattutto sulla suspance.

In fin dei conti Shayalaman costruisce sempre i suoi film su un grande mistero finale ed inevitabilemente non riesce mai a mantenere le aspettative salvo riuscire però ad incollare gli spettatori allo schermo.....hai detto niente.

Film che merita di essere visto dagli amanti del regista, per chi ama gli horror convenzionali potrebber restarne deluso

1 risposta al commento
Ultima risposta 17/12/2015 16.27.43
Visualizza / Rispondi al commento
Aztek  @  10/12/2015 13:51:45
   6 / 10
Non nascondo che mi aspettavo di più dal nuovo lavoro di Shyamalan.
Il tutto da di già visto in quasi tutti i suoi aspetti (ad iniziare da alcune scene fino ad arrivare alla tecnica di ripresa), ma nonostante questo qualche piccolo momento di tensione lo crea ugualmente, sopratutto grazie all'ottima interpretazione della nonna.
Storia fiacca nei primi 30 minuti. Finale molto più accettabile.

Leonardo76  @  08/12/2015 15:17:25
   8½ / 10
Uno dei pochi film del terrore girati con la tecnica del finto documentario che mi siano piaciuti, i 4 attori protagonisti (2 ragazzini bravi e simpatici rap a parte e i 2 nonni tanto rassicuranti quanto inquietanti) sono eccellenti e il film è una miscela riuscita di scene terrificanti con altre comiche. Da vedere assolutamente, quasi un the Goonies degli anni '10.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo REDAZIONE Cagliostro  @  07/12/2015 15:03:30
   6 / 10
Filmetto sine infamia et sine lodo.
Storia semplice ai limiti della banalità con molte forzature narrative anche se ben mascherate soprattutto grazie alla scelta funzionale del mockumentary (forse più vicino al filmino di famiglia e per questo anche definibile un falso found footage - ma al di là di tutte queste definizioni ridicole che cercano di catalogare uno stile o un genere, si tratta di un pretestuoso ed economico stile di regia attraverso gli apparecchi digitali in possesso dei due bambini protagonisti, che senella realtà davvero avessero tanta maestria nel modo di preparate le inquadrature, davvero avrebbero una carriera garantita davanti a loro).
La regia, malgrado il sopraccitato stile fasullo, c'è e si vede, così come il montaggio e sono questi due elementi a servire da collante a quella che altrimenti sarebbe stata una storia senza capo né coda.
Complessivamente piacevole e altrettanto complessivamente dimenticabile.
Per una serata senza troppe pretese.

pak7  @  06/12/2015 04:00:47
   6½ / 10
Chi è andato in sala a cercare l'horror sbagliava. "The visit" è un thriller più che sufficiente, ovviamente lontano dai vecchi lavori di Shyamalan, ma che riesce a regalare buoni spunti, una regia di classe, e un colpo di scena spiazzante.
Non c'è nessuna sfumatura horror, ma è un vero e proprio thriller.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  04/12/2015 00:19:08
   6½ / 10
The Visit è un POV, nulla di nuovo, ma dotato di una certa eleganza formale segno il buon regista di origine indiana il mestiere non non l'ha smarrito dopo gli ultimi sonori flop al botteghino. In fondo è un racconto di formazione e maturazione di due ragazzini alle prese con problemi personali dopo la separazione dei genitori, in particolare con il padre che ha abbandonato la famiglia. L'entusiasmo inziale dettato probabilmente nel voler ricucire i rapporti tra i nonni e la figlia, cioé la loro madre, rovinati da una separazione traumatica, offre l'occasione di un recupero sia pure parziale di un'unità familiare perduta.
Shyamalan confeziona un film più inquietante che un horror puro, dosando un crescendo di angoscia molto efficace attraverso i comportamenti leggermente bizzarri dei nonni durante il giorno, decisamente sopra le righe dopo il tramonto e con improvvise esplosioni come la bella sequenza dell'inseguimento sotto la casa. Gioca molto anche con le aspettative dello spettatore a volta assecondandole, altre disattendendole completamente. La rivelazione, che un elemento cardine del suo cinema dai tempi del Sesto senso, in definitiva è di una banalità sconcertante, ma ugualmente efficace proprio perchè nella sua ovvietà non ci si pensa e come conseguenza porta all'ultima parte in cui, con i giochi ormai svelati la tensione è più palpabile. Un film di buon livello che dopo gli esiti delle sue ultime pellicole, questo The Visit può rappresentare per Shyamalan una boccata d'ossigeno. Da ricordare anche per la figura della nonna. Ha un viso molto particolare e la sua presenza in scena mette sempre in allarme.

faluggi  @  03/12/2015 22:05:37
   10 / 10
Ma 'sto film di Shamaylan è fantastico cioè ma siamo seri? È un mockumentario superlativo e girato alla perfezione, ma che film avete visto? Vabbè non capite un c***o. Mette la tensione a mille e ti lascia quella sensazione alla fine, che solo grandi film come questo riescono a fare, ma non mi stupisce che l'intellettualoide medio non ci arrivi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 31/03/2016 22.08.50
Visualizza / Rispondi al commento
Hard to Kill  @  03/12/2015 02:35:41
   8 / 10
Centro. Ancora una volta. The visit, l'ultimo frutto della penna di un autore, Shyamalan, che a ventotto anni realizzò Il Sesto Senso, uno degli horror entrati nell'immaginario collettivo. Ma questo è un film diverso, anche solo per la commistione di generi, horror e commedia, che lo rende singolare, fuori dal coro, una roba che stride, e trasmette allo spettatore sensazioni contrastanti e inconsuete. La formula è quella del mokumentary, però la videocamera è affidata a una ragazzina per nulla sprovveduta, anzi con buone nozioni di inquadratura e messa a fuoco. La ragazzina sta girando il suo film-verità, il suo capolavoro. Questo espediente narrativo permette a Shyamalan di dare senso e profondità a ogni singola scena, facendo sì che lo spettatore si concentri su quel preciso particolare. Anche i grandi caratteri rossi sullo schermo, che scandiscono le macrosequenze e i giorni della settimana, contribuiscono al clima di suspense che si va creando pian piano. Shyamalan ci gioca, crea situazioni ansiogene e poi le smorza con interludi a volte comici a volte più introspettivi, salvo poi riprenderle… in una girandola in cui lo spettatore si trova intrappolato, senza poter uscire.
Anche i protagonisti sono azzeccatissimi. I due ragazzini sono esuberanti e creativi, ma anche fragili a causa dell'infanzia senza padre, dettaglio di grande importanza nell'economia del racconto. Infatti proprio questa mancanza li spinge a incontrare i nonni, mai conosciuti. Allora vanno a trovarli, in un posto sperduto in mezzo alla neve, dove non c'è campo per i cellulari, e nemmeno il wi-fi. Ma c'è la rete ethernet e allora con un bel cavetto ci si può connettere per mantenersi in contatto con la cara mamma. Che nel frattempo è in vacanza col suo boyfriend.
Tutto ok, i nonni hanno un aspetto rassicurante, sembrano abbastanza normali. Ma ovviamente non è così. All'inizio nascondono le loro défaillance, poi mostrano il fianco in un credibile momento di apertura nei confronti dei nipoti, infine vengono smascherati nella videochiamata skype con la loro mamma. Un colpo di scena. In mezzo risate isteriche, biscottini a colazione-pranzo-cena, reflussi e incontinenze, pannoloni sporchi, nudità oscene, sindromi da notte e da giorno… e perfino l'ombra di un contagio alieno!!! Insomma un cocktail che non si fa mancare nulla, che mette ansia e diverte un sacco. Uno strano, strano, strano film.

GianniArshavin  @  02/12/2015 14:33:06
   6 / 10
Dopo gli ultimi fiaschi , Shyamalan torna con questo horror a basso costo per tentare di rialzarsi e tornare ai fasti di inizio 2000.
Questo regista , considerato uno dei più interessanti prospetti del cinema mondiale ad inizio carriera, prima di The visit veniva da una parabola discendente molto preoccupante e ho dunque apprezzato la scelta di cimentarsi in un progetto a basso costo per provare a risalire la china.

Il film è una tappa discreta nella filmografia di Shyamalan , non all'altezza dei film migliori ma superiore di molto agli ultimi e pessimi lavori.
L'opera è un horror intriso di humour nero dal ritmo elevato , ben recitato e con un colpo di scena finale davvero inaspettato. La sceneggiatura bene o male regge malgrado qualche forzatura , un paio di situazioni creano la giusta tensione e nel complesso la noia è tenuta lontano nel modo migliore.

Incomprensibile invece la scelta di affidarsi al mockumentary (capisco il basso budget, però..)e a molteplici sketch ironici che distruggono tutta l'atmosfera accumulata più di una volta. Anche qualche jumpscare di troppo infastidisce alla lunga.

Dunque un prodotto molte semplice nelle dinamiche che intrattiene come si deve. Shyamalan riesce ad interrompere ,almeno parzialmente , una fase buia della sua carriera sebbene alcuni difetti marchiani limitino di molto la pellicola.

anthony  @  02/12/2015 12:22:23
   7 / 10
Shyamalan realizza il suo miglior film dall'ormai lontanissimo "The Village"

Monokumentary per nulla originale..ma dal buon ritmo che regala due o tre situazioni e sequenze piuttosto da brivido; quello che convince è la buona direzione degli attori e un buon gradiente di umorismo ben inserito..e manca, per fortuna, l'approssimazione che caratterizza l'intera produzione del genere da anni e anni a questa parte.
Non male il colpo di scena vicino al finale.
Promosso

farfy  @  02/12/2015 11:50:09
   7½ / 10
Il regista mi piace, e credo che "Il sesto senso" sia un capolavoro che ha rivoluzionato il genere thriller/horror.
Questo film non è all'altezza, ma la trama è originale e sebbene questo tipo di regia non mi faccia impazzire, l'ho seguito con trepidazione.
E' una pellicola che ha delle punte horror, comiche e anche grottesche, ci sono delle parti poco approfondite e devianti, ma all'origine mette paura.
La figura della nonna è molto inquietante. Lo consiglio.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

venetoplus  @  02/12/2015 11:31:13
   6½ / 10
Mi risulta difficile dare un voto a questo film... Sembra quasi un'opera prima girata da un regista esuberante con molta voglia di fare che pecca pero' di ingenuita' (vogliam parlare degli INASCOLTABILI rap del bambino?? degli ultimi 3 minuti di film davvero inspiegabili? delle "discesa" in terreni paludosi quali il conflitto genitori-figli?). Ma si tratta di uno navigato caxxo! Di uno dietro la mdp da quasi 20 anni.. Uno che ha sfornato si ciofeche inguardabili (Lady in the water lo condidero un insulto all'intelligenza umana) ma anche autentici capolavori! (Il sesto senso e The Village su tutti). Momenti di tensione non mancano, attori tutti calati alla perfezione nel ruolo, trama tutto sommato accattivante e finale a "sorpresa" che in fin dei conti stupisce abbastanza! Peccato.. un piccolo passo avanti con un "ritorno" alle origini che fa ben sperare per il futuro..

BrundleFly  @  02/12/2015 01:25:58
   6 / 10
Voglio premiare con la sufficienza l'ultimo lavoro di Shyamalan, che dopo gli ultimi numerosi buchi nell'acqua riesce a sfornare un thriller convincente e condito con buone dosi di humor nero.
La pecca piú grande sta nella scelta di utilizzare la tecnica del filmino amatoriale che, benchè sia ancora accettabile all'inizio, crolla clamorosamente nell'ultima parte. Con una regia tradizionale il film ne avrebbe nel complesso giovato.

Giovans91  @  01/12/2015 11:40:24
   6½ / 10
M. Night Shyamalan, ritorna alle origini con il thriller-horror The visit. Dopo le mezze delusioni di blockbuster come L'ultimo dominatore dell'aria e After Earth, il regista di origine indiana firma stavolta un'opera a bassissimo budget, priva di grandi nomi nel cast e che ha conquistato i botteghini americani.
Girato con la tecnica del found footage, il film si appoggia su buone performance da parte di tutti i suoi interpreti, non mancano i momenti di tensione e i colpi di scena.
Mi piace Shyamalan e con questo film sembra essersi leggermente ripreso, ma ovviamente è lontano anni luce dallo Shyamalan de Il sesto senso, Signs e del bellissimo The Village.
Un voto di incoraggiamento per il caro M. Night Shyamalan.

76mm  @  01/12/2015 11:31:16
   6½ / 10
Shyamalan o come caspita si scrive abbandona il genere kolossal (per fortuna) dopo gli ultimi clamorosi fallimenti e torna alle origini con un thriller venato di horror che si regge quasi tutto, oltre che sulla bravura degli interpreti, sul solito "twist" finale, ormai diventato suo marchio di fabbrica (che però in questo caso arriva un po' troppo presto a mio parere).
Il found footage, così clamorosamente abusato nel genere horror negli ultimi anni, qui ha un suo perchè e almeno ti evita quella fastidiosa sensazione di riprese traballanti e sfocate dove non si capisce un tubo di quello che sta succedendo così in voga nell'ultimo periodo.
Il twist finale cinematograficamente parlando funziona bene, cioè è davvero spiazzante e inquietante, pero', come ho già detto, arriva un po' troppo presto e poi necessita di una clamorosa sospensione dell'incredulità, che in parte secondo me è necessaria quando si affronta un film di questo genere e soprattutto di questo regista...qui però secondo me esageriamo...


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

E inoltre

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
è troppo assurdo dai...si sta al gioco perchè in questi casi bisogna starci però è davvero molto molto forzata
Paradossalmente sarebbe stata più plausibile un'invasione aliena in stile "ultracorpi" o una possessione demoniaca...
Se si accetta tutto questo però il film oggettivamente non è male

antoeboli  @  29/11/2015 17:32:08
   6 / 10
Dai creatori di tizio e caio , e dalla mente contorta di Rocco senza i suoi fratelli . La maggioranza di trailer cattura pubblico si basa ormai su queste congetture , o su l'utilizzo di storie apparentemente vere , romanzate come pellicola per lo spettatore .
Essendo rimasto di sasso all'epoca vedendo the village , un altro the , ma questa volta Visit .
Registicamente ce poca roba perchè tutto sta in un film prodotto e girato come un mockumentary ormai classico di questi periodi , e il cast secondo me rimane uno dei punti di forza , e questi nonni che sembrano quasi delle macchiette comiche , delle maschere in grado di strappare quei due sorrisi che si contano su una mano monca . Però ci sta da dire che i due giovani attori recitano in maniera realistica , leggera e senza strafare.
Il vero problema del film , che essendo presentato come un thriller horror , di pauroso ci sta davvero poco e nulla , e non ho trovato fino al clamoroso finale un qualche spunto che lo renda interessante . Demerito secondo me di troppi tempi morti , e dialoghi su argomenti di cui non frega a nessuno , un pò come accadeva in paranormal activity , dove i protagonisti parlavano dei loro fatti .
La sufficienza per l'appunto se la becca per il finale allucinante che un pò qualcosa mi aspettavo essendo dagli autori di the village .
Un esperimento non del tutto riuscito .

marfsime  @  29/11/2015 16:14:04
   6 / 10
Non così male alla fine. Chiaro dipende da che aspettative ci si fa perché quando si parla di Shyamalan si pensa sempre che possa uscire qualche pellicola di livello. Invece il tutto si risolve con un thriller-horror assai ordinario e con un colpo di scena abbastanza banale. Qualche momento di tensione c'è..ma nel complesso la pellicola non decolla mai. Sufficiente ma nulla di più.

corvo4791  @  29/11/2015 14:26:24
   7½ / 10
Un horror diverso dal solito. A me lo stile di Shyamalan piace da sempre. Non per tutti. Il finale poteva essere gestito meglio ma si lascia guardare.

mikland83  @  28/11/2015 18:58:17
   6 / 10
Confesso che dal trailer(tanto per cambiare) mi aspettavo un film profondamente diverso; speravo in un horror con i fiocchi e invece non è stato così. Passato lo sgomento devo dire che non è del tutto da buttare. Il filmetto è girato bene, un po' noiosetto verso la metà perchè la storia sembra non voler mai decollare ma si riscatta verso la fine con un colpo di scena ben orchestrato.
Tutto sommato è vedibile e si merita la sufficienza

enigmista  @  28/11/2015 10:06:00
   7½ / 10
Io l'ho trovato molto carino e devo dire che

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia dĺarteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004683 commenti su 43482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net