una storia semplice regia di Emidio Greco Italia 1991
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

una storia semplice (1991)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film UNA STORIA SEMPLICE

Titolo Originale: UNA STORIA SEMPLICE

RegiaEmidio Greco

InterpretiGian Maria VolontŔ, Massimo Dapporto, Ennio Fantastichini, Ricky Tognazzi, Massimo Ghini, Paolo Graziosi, Omero Antonutti, Gianmarco Tognazzi, Gianluca Favilla, Francesco Gabriele, Leonardo Petrillo, Tony Sperandeo

Durata: h 1.45
NazionalitàItalia 1991
Generedrammatico
Al cinema nel Gennaio 1991

•  Altri film di Emidio Greco

Trama del film Una storia semplice

L'ultimo racconto di Leonardo Sciascia (1921-89), pubblicato pochi giorni prima che morisse, Ŕ una storia siciliana che del giallo ha il meccanismo: un apparente suicidio, seguito da un duplice delitto; un'inchiesta con un indiziato innocente e due colpevoli al di sopra di ogni sospetto. ╚ una meditazione sulla giustizia che per Sciascia, siciliano e italiano del nostro tempo, Ŕ disperazione.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,04 / 10 (12 voti)8,04Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Una storia semplice, 12 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Oskarsson88  @  28/11/2020 22:53:32
   7½ / 10
Un film girato in modo semplice, si ma anche incisivo, pulito, preciso. Tanti personaggi, un ambiente tendente all'omertà e al non complicarsi la vita se non necessario, ed uno zelante brigadiere onesto e volenteroso. A questo si aggiunge un sempreverde Volontè, nonostante l'età. E alla fine i nodi vengono al pettine, con un finale parzialmente beffardo...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

exdinu  @  03/07/2013 13:39:53
   8½ / 10
Un suicidio (presunto), due omicidi, un brigadiere arguto, un saccente commissario, un saggio vecchio professore...... tutto in un'ambientazione siciliana pressoché perfetta per un giallo all'italiana che ti tiene in concentrazione per tutta la durata del film. Non è un film sulla mafia ma più sulla corruzione che coinvolge più fasce sociali; è ambientato in Sicilia (dall'ultima novella di Sciascia) ma poteva benissimo essere ambientato in Lombardia o Lazio o ...
Eccezionale l'inquadratura del treno, col locomotore a diesel, fermo in aperta campagna e la gente, scesa dallo stesso, "incavolata" per non dire altro! (mi fa ritornare in mente uno dei più belli periodi della mia vita, quando anche io mi son trovato fra la gente "incavolata"); oggi che si viaggia con "Italo" e si raggiunge Milano da Roma in poco più di 3 ore mi fa tenerezza ripensare che 80 km, su un treno "a diesel" su una ferrovia monobinario si percorrevano con lo stesso tempo!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento pompiere  @  01/06/2013 13:52:09
   8½ / 10
Quando il cinema italiano era ancora in grado di reinventare con invidiabile senso della misura una vicenda complessa e metaforicamente geniale. Tratto da un arguto racconto di Leonardo Sciascia, "Una storia semplice" si oppone con ammirevole ironia e consapevolezza allo "Stato delle cose".

JOKER1926  @  02/01/2012 17:51:05
   6½ / 10
"Una storia semplice" Ŕ il titolo, quasi schernitore, del prodotto di Greco datato 1991.
Nel film italiano spiccano vari attori di spessore, sugli scudi, nell'occasione Gian Maria VolontŔ e Ricky Tognazzi.
Il film Ŕ ispirato ad un libro, ma la regia riesce a dare una propria anima alla pellicola facendola diventare sempre interessante, nel corso della visione, cronica la curiositÓ nello spettatore.
"Una storia semplice" Ŕ montato su una trama di buonissima fattura che riesce ad impressionare, la storia prevede dunque sviluppi che collimano nel mistero, nel giallo.
Il film Ŕ da catalogare nel genere Giallo/Poliziesco, molte indagini intorno alla questione, effettivamente di sanguinario non c'Ŕ nulla. Ma la forza di propulsione emerge da altro.
Anche a livello tecnico ci sono delle cose buone, oltre al cast e alle recitazioni, sale in cattedra un ritmo alto che, senza dubbio, tiene svegli tutti durante la visione. Tutto impostato in buonissimo modo. Buone anche le scenografie (di altri tempi), la fotografia, invece, Ŕ appena sufficiente.
Di grande impatto, ad esempio, il finale che oltre a regalare un colpo di scena mette in luce la difficoltÓ e la corruzione burocratica, legale e, in senso pi¨ ampio, quello dello stato italiano. I cittadini non possono parlare a voce alta, se lo fanno possono pagare conseguenze amari e non meritate. Aspettatevi quindi qualsiasi "dietrofront" dai comuni mortali.
Il film di Grego cerca, nel suo, di incarnare le vesti della protesta e dell'inganno remando contro al potere che si snocciola in varie classi sociali difficile, dopotutto, da abbattere.

outsider  @  02/01/2012 13:27:18
   9½ / 10
un cast d'eccezione, anche oltre i nomi sopra elencati, costella questa trama che, oggi, ci ricorda molto lo stile di Montalbano. il fatto di essere tratto dal racconto di Leonardo Sciascia non doveva dare per scontato un buon risultato come questo, garantito invece certamente dalla capacità degli attori, giusti nel ruolo.
che effetto fa vedere fantastichini e tognazzi...tutti e due, più giovani. Che effetto fa guardare un vecchio volontè nei panni del professore, ricordandolo nel pazzo di "x qualche dollaro in più" di leone.
eh, son tempi, i nostri, in cui i BaFFi appassionati, vecchi e sapienti lupi, dal palato fine ed i propri proseliti, hanno di che rimestare "nostalg<h>ie"

consigliato a tutti gli utenti di filmscoop. pollice su da outsider che promuove la visione.

Invia una mail all'autore del commento anthonyf  @  14/10/2011 15:50:25
   10 / 10
Davvero un capolavoro, questo giallo di Emidio Greco, tratto dall'omonima opera del grande Leonardo Sciascia, scomparso poco dopo averla ultimata.
La struttura della narrazione Ŕ semplicemente perfetta: lo stile del regista, le sequenze visive, lo svolgimento della storia, lo scioglimento, la conclusione, tutto agile e minuzioso, contornato da una recitazione veramente di altissimo livello, con un immenso Gian Maria VolontŔ, un grande Ricky Tognazzi, un carismatico Massimo Dapporto, un favoloso Ennio Fantaschini e un intenso Massimo Ghini, in ruolo di co-protagonista, e da una maestosa, ricca ed intrigante colonna sonora in pianoforte di Luis Bacalov, davvero splendida. In tutto il film, inoltre, vi sono veramente molte sequenze straordinarie e degne di nota, come il discorso tra il procuratore della Repubblica e il professore, interpretato da VolontŔ, in cui quest'ultimo afferma in tono pacato, ma allo stesso tempo possente: "Vede, l'italiano, non Ŕ l'italiano... (piccola pausa) E' il ragionare"; oppure come la scena iniziale sulla nave, in cui VolontŔ, seduto affianco a Ghini su una panca, esordisce: "Non si vede pi¨". "Che cosa?" gli chiede il vicino. (Altra lunghissima pausa, che rende il film davvero magistrale). "La costa della Sicilia..." risponde VolontŔ, "da qui si contano le case. Forse non c'Ŕ pi¨".
Come non ricordare a questo punto, l'epilogo finale, intenso e realistico, che lascia molto amaro in bocca, ma che, realmente, non poteva essere che cosý.
Da notare il fatto che lo sfondo resta quello della Sicilia, ma che Sciascia si Ŕ limitato a rappresentarla fedelmente, dalla sua filosofia letteraria, dal punto di vista giallo-poliziesco, e non da quello sociale (come nei precedenti "Il Giorno della Civetta" e "A Ciascuno il Suo"), cambiando persino l'ambientazione, qui cupa e piovosa.
Ribadisco, caldamente consigliato: un capolavoro del cinema italiano.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  13/08/2011 13:00:19
   7½ / 10
Tratto dall'omonima opera del grandissimo Sciascia un film intenso. Una riflessione amara sull'Italia, sulla giustizia, e sul Potere.
Un ottimo cast per un film decisamente interessante.
Consigliato.

Trixter  @  27/06/2011 09:57:19
   8 / 10
Già ben descritto dai precedenti commentatori, questo film è semplicemente fantastico. Molto fedele al capolavoro di Sciascia: atmosfere rese benissimo e regia semplice ma adeguatamente lineare. Superconsigliato.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  28/01/2011 21:11:41
   7½ / 10
Tratto da un racconto di Sciascia, questo film contrariamente a quello che si può pensare a priorim non è un film che parla di Sicilia, mafia e omertà. Nasce e si sviluppa come un giallo che ha nella Sicilia solo l'ambientazione. Pur avendo una regia piuttosto convenzionale, occorre dire tuttavia che offre una galleria di personaggi ben caratterizzati, alcuni dei quali vere e proprie maschere da ammirare per la loro ottusità (procuratore in primis).
Il tono del film è sottilmente beffardo in perfetta linea con il finale, decisamente sorprendente.
Piccola curiosità: è stato l'ultimo film di Volontè girato in Italia.

Lory_noir  @  26/04/2009 22:51:31
   7 / 10
Mi è piaciuto. Fedele al libro e appassionante fino alla fine.

Invia una mail all'autore del commento Project Pat  @  20/02/2009 23:28:26
   8 / 10
Non l'ho ancora commentato?? Provvedo subito.
Conosciuto più di quanto si pensi, questo film è tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore siciliano Leonardo Sciascia, e, aldilà dell'importanza che ha per il tema trattato (l'omertà, che in Sicilia tutt'oggi regna sovrana), è altresì interessante per cast (Tognazzi, D'Apporto, Ghini, Sperandeo), recitazione e regia, quest'ultima (da notare) supportata da un ritmo da "fiction", che non annoia ma anzi è rilassante. È una pellicola veramente piacevole e che un'occhiata la merita tutta. Per me, è stata una sorpresa.

france  @  02/02/2009 11:52:50
   8 / 10
film sulla mafia tratto da un racconto di Sciascia, uno che di mafia se ne intendeva parecchio... consigniato vivamente, niente spettacolarità ma molta intelligenza.
Volonté molto bravo come sempre

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1013362 commenti su 44758 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net