venerdi' 13 (1980) regia di Sean S. Cunningham USA 1980
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

venerdi' 13 (1980)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film VENERDI' 13 (1980)

Titolo Originale: FRIDAY THE 13TH

RegiaSean S. Cunningham

InterpretiBetsy Palmer, Adrienne King, Harry Crosby, Laurie Bartram, Jeannine Taylor, Kevin Bacon, Ari Lehman

Durata: h 1,35
NazionalitàUSA 1980
Generehorror
Al cinema nel Giugno 1980

•  Altri film di Sean S. Cunningham

•  Link al sito di VENERDI' 13 (1980)

Trama del film Venerdi' 13 (1980)

Camp Crystal Lake, un piccolo campeggio vicino ad un laghetto, riapre i battenti dopo che era stato chiuso dopo un orribile incidente, undici anni prima: un ragazzino di nome Jason era caduto in acqua ed era annegato. Ai nuovi proprietari, la gente del posto consiglia di andare via, ma loro non danno ascolto e si organizzano per preparare il camping alla stagione estiva, ma durante una notte...

Film collegati a VENERDI' 13 (1980)

 •  VENERDI' 13 PARTE II - L'ASSASSINO TI SIEDE ACCANTO, 1981
 •  VENERDI' 13 PARTE III - WEEK END DI TERRORE, 1982
 •  VENERDI' 13 PARTE IV - CAPITOLO FINALE, 1984
 •  VENERDI' 13 PARTE V - IL TERRORE CONTINUA, 1985
 •  VENERDI' 13 PARTE VI - JASON VIVE, 1986
 •  VENERDI' 13 PARTE VII - IL SANGUE SCORRE DI NUOVO, 1988
 •  VENERDI' 13 PARTE VIII - INCUBO A MANHATTAN, 1989
 •  JASON VA ALL'INFERNO, 1993
 •  FREDDY VS JASON, 2003
 •  JASON X, 2004

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,34 / 10 (133 voti)6,34Grafico
Voto Recensore:   8,00 / 10  8,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Venerdi' 13 (1980), 133 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

Alpagueur  @  15/11/2020 10:57:57
   6½ / 10
Il classico film thriller/horror del 1978 di John Carpenter. "Halloween", che vedeva coinvolti adolescenti in balia di un maniaco fuggito in una piccola città dell'Illinois, si rivelò un enorme successo di critica e di botteghino che alla fine ha avuto uno sfortunato effetto collaterale sull'intero genere horror che ha è andato avanti praticamente senza controllo negli ultimi quattro decenni. Ha generato una serie infinita di film in cui giovani adolescenti celibi/nubili sono stati collocati in ambienti isolati, spesso impegnati a vicenda in situazioni sessuali clandestine, solo per essere massacrati in modi infinitamente grafici e sanguinosi da un pazzo. Certo, li avevamo in una forma o nell'altra ben prima di "Halloween", e in effetti, si potrebbe dire che questo è iniziato con "Psycho" di Hitchcock nel 1960, passando per il film di Mario Bava del 1971 "Reazione a catena" (probabilmente il vero progenitore di questo film) e culminante nell'ultra-controversa opera del 1974 "Non aprite quella porta" di Tobe Hooper. Ma quei film avevano una grande quantità di energia alle spalle e molta progettazione, giudizio, intelletto, osservazione, riflessione...e anche in un film come "Non aprite quella porta" , è stato effettivamente versato meno sangue di quello che dicevano tutti. Dopo "Halloween", la maggior parte dei film di questo periodo riguardava lo smembramento, lo stalking, il taglio, le frecce, i colpi d'ascia et similia, il tutto con entrambi gli occhi puntati sul potente dollaro al botteghino. In questa breccia è entrato il regista Sean S. Cunningham (che ha contribuito a produrre il film cult di Wes Craven del 1972 "L'ultima casa a sinistra") con l'originale "Venerdì 13", uscito nel 1980. Il punto fondamentale della trama è che Camp Crystal Lake nel New Jersey è stato riaperto dopo due decenni, dopo che un ragazzo di nome Jason Voorhees era annegato nel lago a causa della negligenza dei due animatori del campo, che si erano appartati per amoreggiare. È arrivata così una nuova ondata di adolescenti per far rivivere un tradizionale rituale estivo in quel luogo, che inevitabilmente ha comporta molti giochi e scherzi anche a livello sessuale. Nei successivi cinquanta o sessanta minuti che seguono questo set-up, quegli stessi ragazzi vengono fatti a pezzi, eviscerati e smembrati in dozzine di modi certamente inventivi, ma invariabilmente cruenti e violenti, modi che sarebbero poi stati ripresi in una dozzina di film a seguire, e le dozzine e dozzine di altri film ("Nightmare", "Scream", "So cosa hai fatto", "Hostel" etc.) che sono usciti da quando questo film è stato realizzato nel 1980. Alla fine, c'è solo uno di loro ancora vivo, interpretato da Adrienne King (Alice Hardy), l'unica delle adolescenti a non impegnarsi in quel tipo di attività sessuale che ha portato alla morte prematura delle sue amiche. *S*P*O*I*L*E*R* Ma quando incontra una donna apparentemente gentile, la signora Voorhees (Betsy Palmer), si troverà faccia a faccia col vero assassino, dal momento che Palmer è la madre in cerca di vendetta per il figlio (Jason) che è annegato nelle acque di quel lago. Quest'ultima parte è forse la più inventiva del film, dal momento che, a differenza dei successivi sequel che coinvolgono Jason e il suo travestimento con maschera da hockey, è sua madre squilibrata (alla signora Bates in "Psycho") che compie le uccisioni, però, saggiamente, la Palmer non mostra il suo lato delirante e folle fino a quando non è assolutamente necessario. E alcune delle scene diurne di Crystal Lake hanno l'atmosfera del classico di John Boorman "Un tranquillo weekend di paura" del 1972, esso stesso una specie di film dell'orrore. Ma il punto fondamentale dell'esistenza di "Venerdì 13" è la violenza estremamente esplicita che ne consegue, e qualunque sia l'atmosfera e la suspense che il film ha è abbandonato poco più che a metà strada per gli sgozzamenti e gli sbudellamenti con sangue a fiotti annesso e connesso. Ci sono anche due scene al rallenty costruite abbastanza bene, quella iniziale dell'omicidio di Claudette e quella finale della decapitazione del killer da parte di Alice. "Friday, the 13th" vanta una delle prime apparizioni cinematografiche (la quarta per l'esattezza) di Kevin Bacon nei panni di uno degli adolescenti coinvolti (Jack Burrell), il famoso omicidio ispirato a quello dei due ragazzi di "Reazione a catena" di Bava, col ragazzo che viene infilzato da sotto il letto); anzi, è stato l'unico di loro che ha continuato a fare strada poi nel mondo del cinema e diventare famoso. E nessuna recensione di questo film sarebbe completa senza menzionare gli effetti di trucco grafico di Tom Savini, che ha lavorato a "Zombi" di George Romero nel 1978. Ma alla fine, tutto questo, a mio avviso, non rende "Venerdì 13" un classico del genere horror alla maniera di "Psycho" o "Halloween". È abbastanza buono per un punteggio di una piena sufficienza, ma devo dire che oltre non sono disposto ad andare, anche perchè le musiche (Harry Manfredini) non sono irresistibili. Le riprese si sono svolte nei paraggi delle città di Blairstown e Hope, nel New Jersey (quindi l'ambientazione resta la stessa, sia nella finzione che nella realtà).

VincVega  @  14/04/2020 16:34:59
   6½ / 10
Primo capitolo di una saga horror molto duratura. In realtà erano dei filmetti, divertenti e godibili, ma filmetti. Rispetto ad "Halloween" di Carpenter siamo molto al di sotto, non a caso è anche venuto dopo. Do mezzo punto in più perchè in fondo è il primo della saga, ma nonostante ami lo slasher, non innova un genere che ha già avuto i suoi precursori. Ha avuto il merito di portare in massa gente al cinema soprattutto per il titolo, molto furbo e che emanava una certa curiosità.

XYX324  @  10/04/2020 19:43:57
   7 / 10
Primo film di una lunga serie che ha fatto scuola nel cinema horror. C'è una buona tensione e lo splatter è alto ma a mio parere non è quello più riuscito perchè zoppica un po' nella prima parte. Finale angosciante.

biagio82  @  25/07/2019 23:55:43
   6½ / 10
primo, zoppicane capitolo di una lunghissima saga che se la batte con halloween per numero di capitoli.
è uno slasher e qui ritroviamo tutti i punti cardine di questo genere, con qualche bella trovata, come il finale, ma è la regia il problema, incerta e da principianti.
intrattiene il giusto, ma non è certamente memorabile

jek93  @  17/03/2019 00:10:46
   6½ / 10
Classico slasher movie, sia nella trama che nei personaggi privi di caratterizzazione: Friday the 13th è un thriller/horror ben fatto e ben diretto, con una buona suspense e una colonna sonora iconica.

Onestamente lo reputo qualche scalino sotto Halloween (l'originale), ma neanche di tanto.

marcogiannelli  @  04/11/2018 09:31:36
   7 / 10
Film che si salva grazie ad alcune cose in particolare, come l'alone di cult, il finale, la tensione che comunque si respira.
In realtà, se ve lo presentassero come capolavoro non ci cascate: è ricco di imperfezioni, in una maniera impressionante. Però è un pezzo di storia e come tale va rispettato.

jason13  @  15/07/2018 21:32:35
   10 / 10
La migliore saga horror di sempre. C'e' poco altro da aggiungere.

Hagen di Tronje  @  15/07/2018 09:26:42
   4 / 10
Film horror dalla trama estremamente banale e dalla sceneggiatura inconsistente. La tensione latita e il finale è prevedibile e, come se non bastasse, anche gli attori sembrano poco convinti. Si salva la suggestiva ambientazione.

Lucio 1982  @  14/05/2018 15:34:31
   6½ / 10
Primo della serie,non brilla tecnicamente e non mette tensione...ma appunto è il primo e ci puo stare!
Horror cult negli anni a venire!
Sufficiente abbondante

DitaAppiccicose  @  06/06/2016 21:14:22
   7½ / 10
Come spesso accaduto nella storia dei film horror americani, una saga di successo ha inizio da un primo capitolo realizzato con pochi mezzi, povero e tecnicamente assai imperfetto, benchè efficace.
La saga di "Venerdì 13" avrebbe avuto svariate puntate, tutte incentrate su Jason, il ragazzo annegato nel lago, personaggio che però nel primo film non compare nemmeno. La saga quindi prende solamente spunto da questo primo film per poi staccarsene completamente ed in molti vedono in questo fatto un motivo di debolezza. Io non sono d'accordo: il vero "Venerdì 13" è questo, non fosse altro che per un motivo temporale.
Semmai, sono i film successivi ad essere delle operazioni, per quanto riuscite, che sfruttano il successo del primo episodio. Episodio che ha tutti i difetti che si possono trovare in un film horror indipendente di un regista agli inizi: recitazione scarsa ( bè, mica si poteva avere Jack Nicholson... ), regia così così ("Kubrick è un'altra cosa", si dirà: eh, grazie al @#%&£$... ), i dialoghi sono quelli che sono, certe situazioni piuttosto inverosimili ( come per la maggior parte degli horror ). Tutto vero, eppure tutto trascurabile, per me.
"Venerdì 13", infatti, è un film che funziona. Funziona perchè spaventa, ti fa sobbalzare anche a distanza di anni ed è stato creato proprio per questo; il resto sono balle.
Certo, l'esasperare certe mancanze è effettivamente fastidioso: l'assassino che, dopo aver ucciso un tot di persone con una facilità disarmante, genialmente, furbescamente, alla fine, per uccidere una sola ragazza, trova così tanta difficoltà che alla malcapitata ci vorranno

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Non mi è piaciuto poi il finale, chiaramente realizzato apposta per poter proseguire la saga...

1 risposta al commento
Ultima risposta 06/06/2016 22.46.40
Visualizza / Rispondi al commento
Pongo  @  22/02/2016 13:40:28
   5½ / 10
Primo capitolo di una serie che successivamente sarebbe diventata una leggenda per amanti del genere e non. Un successo a mio parere immeritato per un film che ha poco da offrire e che alla lunga potrebbe diventare prolisso. Di innovativo non ha quasi nulla perché la pellicola, se non per qualche morte fantasiosa, ha una regia e una sceneggiatura convenzionali se non per l'inquietante soggettiva iniziale, peraltro già utilizzata due anni prima da John Carpenter nel suo piú valido 'Halloween - La Notte delle Streghe'. La trama, come giá detto, potrebbe risultare prolissa per la sua ridondanza ed estrema semplicitá: un assassino uccide dei giovani ragazzi nei modi piú disparati in un appartato campeggio americano. Perché? Si scoprirá nel discreto finale.
Per un discorso piú generale si può dire che questo film è stato uno dei capostipiti di un filone del genere chiamato 'Slasher', per l'appunto la pellicola rispecchia tutti i canoni di base di quello che poi sarebbe diventato un vero e proprio sottogenere.
Resta comunque il migliore della serie, e ad ogni modo si fa ricordare.

GTX33guitar  @  30/01/2016 21:59:23
   6 / 10
Preferisco Jason quando indossa la maschera..

sweetyy  @  01/08/2015 21:36:54
   6½ / 10
Cult anni 80 che visto oggi perde un po' del suo fascino per le interpretazioni macchinose e scadenti. Resta comunque un horror degno di essere visto.

jake1234  @  08/03/2015 15:57:06
   5 / 10
Il primo di una lunga serie diventata Cult negli anni.
Uno dei primi slasher movie che sfrutta il successo di Halloween di Carpenter di appena due anni prima. C'è da dire che mi aspettavo di più dato l'alone leggendario che si è creato intorno alla pellicola.
A mio avviso delle 4 grandi serie cinematografiche horror di quegli anni (Halloweem, Nightmare, Venerdì 13, Non Aprite quella Porta) sicuramente la peggiore.
Buoni gli effetti splatter e gli omicidi tutto sommato originali, ma dopo un'ora inizi a sentire il peso di una quasi totale assenza di trama ed inizia ad annoiare.
Attori tutto sommato bravini e ambientazione che sptrizza anni 80 da tutti i pori, e questo non è un male, anzi. Buoni i due colpi di scena finali. Per ora il migliore della serie.

MelissaPercival  @  13/02/2015 03:58:16
   6 / 10
Non ho mai capito perché questa saga é divenatata un cult! Guardata e riguardata ma non riesce a piacermi proprio, la trovo piuttosto noiosa, priva di tensione e tutto! Non so che dire... So solo che almeno questo primo episodio é salvabile!

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  04/02/2015 03:17:59
   6 / 10
Mi aspettavo molto di più da quest'horror leggendario. Prima parte molto convincente, poi cala...

Neurotico  @  22/07/2014 15:21:58
   7 / 10
Il primo Venerdì 13 è senz'altro un classico dello slasher che strizza l'occhio al Bava di Reazione a catena e omaggia, negli assassini in soggettiva, il cinema di Dario Argento. Cunningham crea un'atmosfera malsana, deviata e sudicia e gli effetti gore di Tom Savini non sono tra i migliori ma impressionano comunque (come nell'assassinio del personaggio di Kevin Bacon). Finale spaventoso. L'inizio di una saga slasher horror tra le più amate e importanti.

alex94  @  08/07/2014 10:44:16
   8 / 10
Film slasher di culto girato da Sean S. Cunningham nel 1980.
La trama già per gli anni in qui è stato girato non era niente di originale ma è sviluppata molto bene e non annoia mai grazie ad una buona dose di omicidi alcuni di questi molto originali e ben realizzati,carino il finale.
Buona la regia mentre abbastanza mediocre la recitazione,azzeccata invece la colonna sonora.
Ottimi gli effetti speciali di Tom Savini.
Insomma un horror importantissimo che negli anni seguenti alla sua uscita è stato copiato (spesso con risultati mediocri)da centinaia di altri film,questo lo rende un 'opera assolutamente imperdibile.

steven23  @  17/12/2013 20:33:50
   6 / 10
Media sostanzialmente giusta per un film eretto a clamoroso cult dai teenager dell'epoca. Per quanto mi riguarda non è niente di che, uno slasher tutto sommato onesto che, però, scopiazza a destra e a manca senza brillare troppo per originalità. Ma, in fondo, non è questo il problema.
Il problema riguarda una recitazione piuttosto imbarazzante da parte di tutti. Spesso vedo critiche anche pesanti agli attori presenti nei vari remake (e non solo di questo) quando magari il cast non brilla nemmeno nell'originale. Qui, ad esempio, salverei un Kevin Bacon ancora agli albori e poco altro.
Oltretutto non ho trovato nemmeno tutta questa tensione.
La sufficienza è quasi d'obbligo, ma niente di più.

4 risposte al commento
Ultima risposta 18/12/2013 15.22.53
Visualizza / Rispondi al commento
ferzbox  @  09/11/2013 15:01:25
   6½ / 10
Ultimamente,in questo sito, è capitato di nominare i film di "Venerdì 13" per diverse ragioni(sopratutto legate a confronti con i film horror attuali),e tra una discussione e l'altra,è nata in me la voglia di commentare questa saga.
Vi confesso che ho visto solo i primi quattro capitoli,e che tra l'altro sono passati più di dieci anni da quando l'ho fatto...quindi ne approffitto per rivedermi la serie dall'inizio,fino a completarla.

Il primo capitolo aveva uno scopo totalmente diverso da quelli venuti successivamente(non svelo nulla per chi non conoscesse la saga).
Si trattava di un film prodotto con un Budget mediocre,che strizzava l'occhio al "nuovo" genere degli "Slasher",concepiti pochi anni prima da altri pionieri del cinema horror(Bava-Argento ecc..ecc.).
Se si osserva con attenzione "Venerdì 13",si notano diversi particolari che lo associano ai clichè cinematografici della "Serie B".
La fotografia e le musiche,ad esempio,richiamano palesemente i serial TV degli anni 70;anche il montaggio leggermente spartano richiama quelle mediocri produzioni.
Tuttavia,all'epoca,andava molto di moda il filmetto orrorifico da "serata con gli amici e pop corn".
Questi film low budget erano amati da molti,ed il concetto dello slasher attirava incredibilmente....gli effetti speciali di un tempo divertivano,e paradossalmente sembravano più reali...senza escludere quel tocco di casareccio che appassionava ed affascinava(non per niente c'è anche lo zampino di Savini).
Questo concetto fece nascere un nuovo modo di vedere l'horror;si era riusciti a trovare una metodologia per divertire con il sangue e gli omicidi spietati.
Parliamo di un film senza troppe pretese,ma che,per tutta una serie di motivi(legati anche a questo divertimento citato prima),riuscì a farsi apprezzare.
Se si parla di "Slasher" non si può non nominare "Venerdì 13"...nel bene o nel male,si è fatto spazio a spallate.
La prima pellicola fu lo spunto,introdusse l'ormai popolare Crystal Lake....poi successivamente arrivò una maschera da Hockey a rappresentarlo davvero.....ma di Jason ne parlerò quando sarà opportuno.
Non eccelso tecnicamente,ma divertente e spassoso per i nostalgici e gli appassionati dei "Teen ager morti ammazzati".
Volente o dolente ha lasciato il segno.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  03/10/2013 23:45:38
   6 / 10
Questo film può essere valutato con 7, ma anche con 4.. Dipende da come lo si guarda.
Pessime le prove attoriali; penso che nessuno si salvi del delirio recitativo.
Una sta per avere l'accetta in testa e sembra che abbia pestato il mignolo allo spigolo del comodino, mentre altri che camminano sotto la pioggia paiono in mezzo ad una scampagnata ( e stanno indagando su una situazione " inquietante" ).
Pure i dialoghi sono da piangere e non voglio dilungarmi oltre.
Non sono così "particolari" neanche gli omicidi, abbastanza anonimi e dimenticabili.
Forse l'unica vittima degna di nota è un giovane Kevin Bacon, il quale si fa traforare senza troppi complimenti mentre è sdraiato nel letto.
La tensione è apprezzabile forse in 2-3 scene, ma il resto è abbastanza prevedibile, se si è amanti dello slasher-movie..
Non voglio più neanche pormi domande sul fatto di alcuni dettagli:
il sangue che non c'è più sulle pareti, i cadaveri che vengono spostati tranquillamente...
La regia non ha una buona fotografia, anzi , a tratti è perfino amatoriale e poco incisiva in alcuni agguati.
Nonostante tutto, se Jason Vhorees ha avuto così tanto successo un motivo ci sarà.
Ed il finale , seppur sviluppato con un combattimento pietoso, verte su un'idea che non è da buttare via.
Pure il famoso motivetto ha un suo fascino...
Conclusione : SALVATAGGIO IN CORNER.
onesto slasher-movie che gode forse di una fama estremizzata,e per molti potrebbe risultare sopravvalutato..
Per me , con le dovute aspettative, può intrattenere ed offrire qualche buona idea.

gianni1969  @  29/08/2013 21:49:55
   9½ / 10
Lo slasher per eccellenza, imitato all'inverosimile ma di per se i inimitabile, racchiude tutta l'essenza dei mitici anni 80

Invia una mail all'autore del commento INAMOTO89  @  06/08/2013 01:27:12
   7 / 10
Sinceramente pensavo peggio, invece è uno dei pochi horror vecchio stampo ad essermi piaciuto, certo, bisogna prenderlo per quello che è senza farsi troppe domande sulle solite cose improbabili in questo genere di pellicole, pero' gli sfx buoni e il finale ( non da infarto come molti sostengono ma sicuramente d'effetto) lo rendono discretamente interessante.

horror83  @  31/07/2013 22:20:22
   4 / 10
ho deciso di vedermi la saga di Venerdì 13 perchè mi piace il personaggio di Jason ma questo primo capitolo non mi piace. a parte che lui non c'è ma c'è sua madre!!! io questo lo boccio! sembra un film di 5 elementare!

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/05/2016 23.32.34
Visualizza / Rispondi al commento
Someone  @  11/06/2013 17:12:25
   4½ / 10
Noioso,
inconsistente,
inutile.

Zero tensione.

Davvero deluso.

Spero nei capitoli successivi.

BenRichard  @  10/03/2013 19:16:31
   6 / 10
Ho deciso di guardarmi l'intera saga di "Venerdì 13" (conosco già il personaggio di Jason Voorhees), però questo primo capitolo a dire il vero è l'unico che avevo già visto in passato.
Ci sono 2 modi per poter giudicare questo film, dipende da quale punto di vista lo si guarda:

1) é un film del 1980, realizzato con un budget molto ridotto, credo davvero che un film come questo a quei tempi potesse suscitare dell'interesse e della suspense, per chi invece lo dovesse guardare oggi lo troverebbe piuttosto banale, scontato e privo di emozioni. Però mi ripeto, è un film molto vecchio e realizzato con pochissimi soldi, viste le circostanze il risultato è anche apprezzabile. (e poi è un pezzo di storia)

2) Non badiamo che il film è molto vecchio e realizzato con un budget molto ridotto, non ci importa che il film sia un pezzo di storia e che abbia dato il via a una serie di film che hanno creato un personaggio diventato noto a livello mondiale, lo guardiamo sperando semplicemente che sia un bel film thriller/horror con scene splatter indimenticabili...il risultato è noia e delusione totale

In sintesi il mio vero giudizio su questo film è una giusta via di mezzo tra i 2 punti che ho appena scritto:
Il voto da me dato è perchè tengo conto del periodo e del budget con cui è stato creato questo film, e non solo, l'ultima parte del film (20 min. circa) è quella che dà realmente vita ad una "nuova" saga e a un personaggio che nell'ambiente cinematografico dell'horror ha fatto storia.
Non darei un voto maggiore proprio perchè se non tengo conto del periodo e del buget di realizzazione questo film poteva essere molto di più di così

BlueBlaster  @  04/03/2013 02:10:40
   6 / 10
La mancanza di Jason è pesante e pare, a parte la location, di assistere ad un film a se stante dalla saga (nel bene e nel male)...se guardato come un semplice slasher non dice poi molto ma neanche è brutto!
Nonostante Savini al make-up non si può dire che il sangue scorra molto e neanche gli omicidi sono indimenticabili, cast salvabile, buona colonna sonora e invece più che buona la regia di Cunningham!
Si respira un'aria da cult guardando la pellicola, ci sono dei momenti riusciti e atmosfere soddisfacenti...però è stato fatto molto meglio negli stessi anni e dello stesso genere, da vedere perché è pur sempre Venerdì 13!

ZanoDenis  @  19/02/2013 21:04:30
   6½ / 10
Il capostipite di una serie bellissima, però a mio parere nella prima parte è parecchio noioso, si riprende molto bene nel finale

Invia una mail all'autore del commento Project Pat  @  16/11/2012 04:51:28
   7 / 10
Cavallo di battaglia dell'horror immortale nel tempo , ok, ma a parer mio inferiore a molti altri suoi colleghi come ad esempio un Halloween, questo parlando di capostipiti naturalmente. Bello.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR rain  @  02/11/2012 15:59:28
   7 / 10
Primo film della fortunata serie "Venerdì 13", saga horror diventata famosissima soprattutto per la presenza del serial killer Jason Voorhees. Qui per la verità Jason non compare nemmeno, farà la sua comparsa nel prossimo film, ma non per questo Crystal Lake può considerarsi un posto tranquillo. Gli omicidi non mancheranno, così come i momenti di elevata tensione, molti dei quali ben resi da una visuale in prima persona dell'assassino



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Purtroppo c'è anche un po' di noia, soprattutto nella prima parte e ovviamente ci sono tutti i classici cliché degli horror anni '80.. Nel complesso, essendo il capostipite di una serie così longeva, ci si aspetta qualcosina di più e può risultare un po' deludente (perde nettamente il confronto con il primo "Nightmare" o il primo "Halloween"); in effetti non è da considerarsi il migliore della saga come solitamente succede al capostipite. Comunque come slasher non è affatto male. Molto bello il finale.
Nel cast è presente anche un giovane Kevin Bacon.

Andrej -AAA-  @  15/10/2012 17:57:53
   7½ / 10
Chiunque conosce a grandi linee, per sentito dire o per essersi imbattuto in citazioni/omaggi alla saga, la storia del killer con la maschera da hockey che uccide i giovincelli yankee a colpi di machete. Peccato che questo film, primo dei 12 o più girati, abbia poco o nulla a che fare con la prolifica serie di seguiti e remake.
Certo, a tratti è prevedibile, però nel complesso risulta essere anche avvincente. Comunque prima di etichettarlo come un "già visto" bisogna tenere conto che questo è uno dei primi film nel suo genere (slasher) e che molti altri registi successivo hanno preso spunti da esso.
Stupefacente il finale, che su internet si dice non fosse previsto nella sceneggiatura originale ma venne inserito su suggerimento dal grande truccatore e attore Tom Savini.

Risa  @  08/09/2012 16:38:54
   4 / 10
Nulla di originale. Noioso, prevedibilissimo, banale, insulso; nessuna scena che io non avessi previsto prima, nessuna tensione, zero. Non ci siamo!
Forse poteva piacere nell'80, ma oggi proprio no.

C.Spaulding  @  07/08/2012 12:44:01
   8½ / 10
Questo è uno dei capisaldi del genere Slasher. Un ottima pellicola che ha fatto storia. A mio avviso coinvolge bene fino al colpo di scena finale. Certo non è il migliore della serie...secondo me il capitolo migliore è il terzo. Comunque un film da vedere per gli amanti del genere !!!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR dubitas  @  07/08/2012 12:08:47
   4½ / 10
un film noioso e poco interessante con dei trucchi banali e una trama banale.
Non so cosa ci sia di speciale,ma di certo si tratta di un'opera sopravvalutata troppo e che ha dato il via ad una saga epica quasi totalmente inutile,creando questo stereotipo immaginario di jason l'assassino.
Sicuramente lo sviluppo del film è la parte peggiore perché praticamente non succede nulla e poi si assiste a dialoghi che rasentano il demenziale ed il ridicolo.
Davvero il regista non aveva idea : il suo unico merito probabimlente è quello d'aver creato un po' di tensione nella parte finale.

drobny85  @  18/11/2011 01:08:14
   5½ / 10
Credevo di trovarmi di fronte ad un film decisamente migliore, se non altro per la notorietà della saga, purtroppo di questo "Venerdi' 13" ricordero positivamente solo la palpabile tensione, caratteristica comunque fondamentale di un Horror.
Peccato che tutto sia rovinato da morti annunciate, combattimenti inesistenti o ripetuti più volte e senza senso, non ultimo bisogna segnalare il troppo poco sangue versato.
Questo è un prequel degli altri episodi, ma se il buongiorno si vede dal mattino..speriamo in meglio!

speXia  @  14/11/2011 20:03:45
   7 / 10
Per quanto sia un cult,non mi ha mai emozionato troppo. Jason però è veramente spietato e il film mantiene una discreta suspence per tutta la durata.

4 risposte al commento
Ultima risposta 14/11/2011 23.42.20
Visualizza / Rispondi al commento
elmoro87  @  15/10/2011 10:47:37
   6 / 10
Primo capitolo di Jason Voorhees, che non vede direttamente lui all'opera ma che da il via alla fortunata serie. Non è tutto sto gran capolavoro, ma comunque merita la sufficienza, per la leggera tensione che mantiene per tutto il film, anche se l'assassino è fin troppo lineare... Ovviamente ci sono tutti i clichè del caso: i ragazzi si trovano costantemente da soli in luoghi bui o comunque appartati, in caso di pericolo o di testa a testa col killer, i ragazzi tendono a comportarsi da imbecilli, e ne è lamparte testimonianza lo scontro finale della ragazza con la madre di Jason, che sarebbe dovuto finire dopo 3 secondi e invece dura un'eternità e mezzo... Non fa schifo, ma non è neanche un capolavoro... Sufficienza stiracchiata...

antoeboli  @  14/10/2011 06:24:27
   6 / 10
Mi aspettavo molto ma molto di piu da un film capostipite di una saga di 9 capitoli .
Cunningham il regista , sulla scia di film su serial killer come micheal myers crea il personaggio di jason voorhes sperando di portare un film diverso da quello di Carpenter. Peccato che alla fine per me risulta un film cosý e cosý , con una trama accennata solo a un certo punto e uccisioni a go go con splatter che francamente me ne aspettavo di pi¨, e soprattutto con scene di combattimento quasi assenti .
Per lo piu il regista si Ŕ sforzato di scopiazzare il punto fondamentale della trama da un altro film ancora piu famoso (che rivelo nello spoiler).
Grande difetto nel film Ŕ il fatto che le uccisioni che si susseguono sono coronate dalla totale spensieratezza dei protagonisti che non si accorgono praticamente mai di nulla su che fine abbiano fatto i loro amici .
Invece un pregio rispetto ad altri film e quello di mostrare sempre l assassino in prima persona senza mai usare effetti di luci e ombre per coprirlo e ci˛ rende il film intrigante e con una certa dose di tensione.
la cosa piu incredibile che essendo questo primo episodio mediocre non riesco a capire come abbiano potuto ampliare la trama per altri 8 capitoli contando anche i vari episodi separati e remake.
Questo film lo consiglio solo a chi non ha un tubo da guardare e gli piacciono gli horror con belle uccisioni e tensione alle stelle e soprattutto se si vuole vedere un kevin bacon alle prime armi.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

kako  @  01/09/2011 16:49:08
   7 / 10
il capostipite di una (troppo) lunga serie, merita di essere visto. Un piccolo cult del genere horror

Dante69  @  28/08/2011 23:24:10
   7 / 10
Buon horror con molte scene splatter e infatti questo capitolo insieme al terzo è vietato ai minori di 18 anni.
Suspence al massimo nel , a mio parere, prequel della saga horror che ha lanciato alla ribalta uno dei più grandi assassini del cinema:jason voohres.Se volete sapere l'aspetto negativo del film leggete lo spoiler.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

maxpower  @  28/07/2011 14:24:46
   1½ / 10
Che delusione!! per essere il primo di una lunga serie mi aspettavo molto di più....

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  20/06/2011 12:25:31
   7 / 10
Questo film a mio parere non è commentabile per gli under 35/40...
Non riuscirebbero mai a coglierne lo spirito, il significato storico e affettivo, a capire cosa significa pronunciare "Crystal Lake" o Jason Voohrees,
la patina anni '80, il gruppo di adolescenti nei campi estivi tanto in voga il quegli anni, in sostanza un altro cinema, un altro horror....
Tecnicamente alla fine non è poi male, un onesto e genuino film, ben girato, con un ottima ambientazione e atmosfera....
Io lo amo :)

draghetta1989  @  27/05/2011 11:57:49
   5½ / 10
non mi è mai piaciuto...noioso e inconsistente, forse poteva essere d'impatto nel 1980 ma ora mi sembra che non ci riesca più; il personaggio di Jason non mi dice nulla, non ha carisma e tutta la storia prende poco, forse volevano cercare di eguagliare il precedente Halloween ma non mi pare proprio che ci siano riusciti.
ora come ora secondo me non arriva alla sufficienza.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  21/04/2011 00:55:07
   5 / 10
Non l'avevo mai visto, e avrei anche potuto continuare a farmi i fatti miei.
Come classico del genere è davvero misero, scopiazzato a livelli da denuncia (si va dalle soggettive di "Halloween" alle location in stile "La casa" fino al falso finale di "Carrie", ma in molti parlano anche di pesanti furti ai danni di Bava), meccanico ed elementare nella progressione degli eventi nonchè con una dose di slasher a dir poco limitata: celare fuori campo quasi tutti gli assassinii nega al film la sua primaria ragion d'essere condannandolo ad un peccato mortale che io non posso perdonare.
Ma scusate, dove sono queste "morti originali" di cui ho letto? dove sono i trucchi di Savini? ma davvero ci si accontenta di così poco? Il divertimento di un horror senza pretese sta tutto lì...
All'attivo posso dire che ho apprezzato un uso dell'oscurità funzionale alla costruzione della suspense e una confezione tutto sommato onesta. Tutto qui.

CyberDave  @  25/03/2011 14:42:59
   7½ / 10
Da questo film è partita la saga più longeva del cinema horror e soprattutto il mio "cattivo" preferito della storia del cinema, insieme a Michael Myers. Un cult ed una tappa obbligata per gli amanti del genere anche perchè questo film ha segnato un pò gli slash movie. Questo 1 capitolo è a se stante rispetto agli altri e a tratti è più un thriller che un horror con un finale memorabile. Assolutamente da non perdere.

Mothbat  @  13/11/2010 17:55:34
   4½ / 10
Noioso, oltre che brutto.

goodwolf  @  29/10/2010 15:43:17
   6½ / 10
Ma perchè negli horror di quell'epoca, l'aguzzino, camminando, riusciva sistematicamente a prendere la preda anche se questa correva?
Ci sono alcune leggi fisiche che mi sfuggono.
In generale direi che il film è abbastanza inverosimile nelle situazioni, ma le atmosfere sono buone e il film è un precursore di alcune decine di imitazioni (discutibili a loro volta), quindi, onore al merito, nonostante tutto.

Elisha  @  20/09/2010 21:22:00
   7 / 10
Tappa obbligata per gli amanti dell'horror.. un cult!

BrundleFly  @  14/09/2010 11:01:18
   5 / 10
Lo vidi la prima volta un paio di anni fa e ricordo che se avessi dovuto votarlo gli avrei dato la sufficienza striminzita. Ora, rivisto con un occhio più "allenato", mi son reso davvero conto che questo film è praticamente il NULLA. Invecchiato malissimo, con situazioni al limite del ridicolo (soprattutto verso la fine) e recitazioni imbarazzanti. Anche guardandolo con l'occhio dell'epoca ci si accorge che non c'è nulla che possa incutere un po' di timore o disgusto, visto che anche il sangue è scarso, nonostante gli effetti siano di "sua splatterosità" Tom Savini.
Uniche trovate interessanti sono le soggettive e

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Classico finale forzatissimo per dar vita ad un sequel (anzi...10 in questo caso).

Rand  @  01/09/2010 12:34:51
   6½ / 10
Sinceramente quando lo visto le mie aspettative erano abbastanza basse, più che altro perchè si nota il debito di originalità che Cunningham ha con l'hallowen di Carpenter. Infatti l'assassino che non si ferma mai è molto simile.Poi certo la storia procede in maniera un pò troppo lenta, violenza e gore non è che siano elevate. Le trovate originali sono nella soggettiva dell'assassino, che nasconde l'ambiguità legata al fatto che Jason è tornato dall'aldila?
Poi la musica semplice ma angosciante. Ovviamente ad elevare la storia è il finale con il colpo di scena che rende tutto plausibile

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
sottotesto alla critica ai giovani di facili costumi, che muoiono come mosche, prevedibilmente.
In definitiva uno slasher discreto ma abbastanza superato....
classico

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  24/07/2010 14:15:07
   6 / 10
Poca fantasia, in questa saga, questo film per me si salva, però. La sufficienza è stirata, perchè è il solito film adolescenziale, e il fatto che siano stati fatti più di 10 Venerdì 13 mi fa pensare che sia una cosa per guadagnare e basta. La solita storia della "leggenda", della "maledizione", molte sequenze sono lente, il film dura meno di 90 minuti ma si perde un sacco di tempo. Il finale non è per nulla originale e gli attori sono dei perfetti sconosciuti. Ho guardato la loro filmografia e hanno recitato in questo e nel secondo capitolo della stessa saga. Poi basta.

mikeP92  @  02/06/2010 19:11:02
   6 / 10
La media è ampiamente meritata: questo slasher é sì stato il primo e il migliore di una lunga serie, grazie alle scene di efferata violenza, alla trama del tutto originale (per l'epoca), all'ottima fotografia, alla colonna sonora di Harry Manfredini (copiata, tra l'altro, da quella di Psycho) e al montaggio, ma la recitazione é di infimi livelli, la regia é piatta e molte scene splatter sono state tagliate. Comunque rimane un MUST per gli amanti del genere, come me.

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/06/2010 19.59.03
Visualizza / Rispondi al commento
tnx_hitman  @  25/04/2010 19:43:22
   7½ / 10
Slasher di buona fattura che ha introdotto uno dei villain piu' temuti di sempre.
L'andamento del film puo' andare,ci sono uccisioni violente..ma prese a piene mani dalle mie belle opere di Bava.E' piu' che discreto(molto ben confezionato invece e' il suo remake sorprendentemente)..ma e' il personaggio di Jason che mi fa arrivare al 7 e mezzo.

gemellino86  @  16/04/2010 18:40:44
   6½ / 10
L'horror adolescenziale che è diventato un cult. Molta tensione con qualche scena splatter. Un prodotto discreto che mostra la sua crudezza.

chem84  @  22/02/2010 21:11:56
   5 / 10
Era uno dei pochi del filone slasher che mi mancava...e se ancora non l'avevo guardato un motivo probabilmente c'era. Questo Venerdì 13 risulta infatti essere il peggiore tra i suoi "simili" (sempre a mio avviso ovviamente), con situazioni banali e scene prese palesemente in prestito altrove.
Forse il giudizio è anche influenzato dal fatto che l'ho visto per la prima volta solo recentemente, magari un po'di anni fa sarebbe stato diverso, anche se ne dubito.
Apprezzabile il finale, ma nel complesso il film si rivela solo un discreto generatore di sbadigli.

76eric  @  19/02/2010 19:19:44
   9 / 10
A me è sempre piaciuto questo film, e la scena finale è indimenticabile.E poi non scordiamo che assieme ad Halloween ha posto le basi di un genere.Intramontabile.

2 risposte al commento
Ultima risposta 19/02/2010 20.26.05
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  08/11/2009 12:09:34
   4 / 10
Mi dispiace ma è veramente brutto e noioso. Effetti splatter non fanno disgustare,la tensione non c'è. Da questo film è scaturita una saga che si protrae ancora oggi. Non mi spiego il perché. Le morti dei ragazzi non sono neanche divertenti,almeno quello. Eppure mi sembra che da ragazzo ne vidi un altro della saga che invece mi piacque ma questo,visto di Domenica mattina...
Forse avrei fatto meglio a fare qualcosa che mi avrebbe spaventato di più: andare a messa.

4 risposte al commento
Ultima risposta 09/11/2009 21.04.00
Visualizza / Rispondi al commento
ninodettoerpais  @  20/09/2009 12:44:56
   4 / 10
Direi che la lista di film diretti da questo regista parla chiaro, sottolineando la quasi assenza completa di qualita' che lo contraddistinguono. Sono tutti filmetti quelli di Cunningham: "...vieni nel mio ufficio!" gli direbbe Fonzarelli, perche' siamo agli inizi della carriera e se il buongiorno si vede dal mattino.....Una pellicola tanto brutta quanto fortunata, spinta dall'onda slasher dell'epoca, che avra' addirittura nove seguiti per la gioia di tutti i teenegers del mondo. Tensione completamente assente nonostante non ci siano pause nello svolgimento degli omicidi, buona l'ambientazione ma assolutamente non inquietante, dialoghi pessimi argomentati da un cast quantomeno risibile e non bastano certo le buone musiche (in certi momenti sembrano quelle di hitchcock) a sollevare questo film che alla fine risulta ancora piu' soporifero di -Halloween- (il che e' tutto dire!!). Nato per un pubblico giovane e complice il tempo che passa, vede la soglia d'eta' (oggi adatto ad un under 13) abbassarsi sempre di piu'.

Lory_noir  @  16/09/2009 19:04:08
   6 / 10
Arriva a stento alla sufficienza. Unici aspetti positivi sono le morti anche se non mi piace la dinamica e il finale che spiega la storia.

vodici  @  15/09/2009 10:55:28
   7 / 10
Anche se la pellicola è invecchiata parecchio e gli effetti spaltter posso apparire ridicoli, questo primo film della serie si lascia guardare piacevolmente e dimostra anche un certo fascino. Efficace quanto semplice la colonna sonora!

Riddler  @  18/08/2009 13:38:00
   7½ / 10
Sicuramente un buon inizio.Tra tutti i capostipiti delle saghe horror,è quello che mi è piaciuto maggiormente.
Certo un inizio,ad oggi,parecchio datato,ma pur sempre interessante.
In sé la trama non offre nulla di particolarmente originale.Anzi,eccetto per i momenti finali e qualche attimo nel film,si potrebbe definire un classico thriller non certo un horror.
Splatter ridotto all'osso,ma tensione molto buona e buone scene anche se,ovviamente,comunque parecchio scontate.Qualunque Teen-Movie odierno ha il suo classico gruppetto di teenagers destinati al tritacarne...
ma questo film una cosa originale ce l'ha ed è da ricercare nell'identità del killer.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER


Sicuramente non all'altezza di altri film cult ma un film interessante,molto diverso da quelli che poi lo seguiranno.

enter  @  19/07/2009 14:28:14
   7 / 10
dopo 29anni e un film che ancora fa la sua sporca figura..

bulldog  @  19/07/2009 13:42:41
   1 / 10
La saga più inutile dell'horror.Adolescenziale.

2 risposte al commento
Ultima risposta 20/06/2011 20.12.17
Visualizza / Rispondi al commento
JOKER1926  @  23/06/2009 23:52:48
   6 / 10
"Venerdý 13" Ŕ una vecchia pellicola Thriller del lontano 1980, il film ottenne un enorme successo diventando in seguito una sorta di Cult tracciando la via a diversi sequel.

Sean S. Cunningham presenta dunque al pubblico un film certamente non innovativo e geniale ma in linea di massima la pellicola risulta accettabile.
Insomma la sceneggiatura Ŕ un po' troppo "comune" con il solito gruppo di ragazzi che si imbatte con uno spietato Killer, inoltre anche le varie ambientazioni non sono eccezionali; alcuni passaggi in "Venerdý 13" sono un po' troppo superficiali e sotto alcuni frangenti a dir poco forzati.
Ovviamente oltre ai barcolli della sceneggiatura segue una buona serie di pregi, da ricordare l'omicidio del letto, davvero inquietante, in questi istanti la tensione sale alle stelle; da segnalare (nel campo tecnico) le apprezzabili musiche abbastanza "robuste" e ossessive e una fotografia non eccezionale ma sicuramente, in linea sommaria, buona.

"Venerdý 13" purtroppo non presenta una tensione costante, in sostanza questo "sacro" elemento lo troveremo solo in determinati frangenti (vedi il finale).

Il film di Cunningham non prevedeva sequel in un primo momento, il bambino (Jason) era morto, il vero Killer dunque non era lui, ma esigenze prettamente pratiche evocarono l' esistenza ad oltranza di Jason.
Dunque (tralasciando i sequel) l'idea globale del film potrebbe in parte interessare con il Killer che uccide per una persona evanescente , in pratica queste idee metafisiche (almeno grosso modo) attraggono i cinefili del genere anche se molte idee della regia (sul piano cinematografico) deludono non poco.

"Venerdý 13" prende spunti da altre pellicole, sono abbastanza chiari gli spunti ad "Halloween" anche se (ovviamente) questo ultimo lavoro cinematografico Ŕ superiore.

3 risposte al commento
Ultima risposta 25/06/2009 12.09.19
Visualizza / Rispondi al commento
baskettaro00  @  21/06/2009 09:20:01
   7 / 10
tra i miei horror preferiti.........davvero un buon film nel suo genere......mi è piaciuta molto anke l'ambientazione.......gurdatelo e ditemi se la pensate come me......

Drugo.91  @  09/06/2009 15:05:26
   1 / 10
ritengo questo film (mia opinione) il peggio che il cinema horror ha portato a cavallo tra gli anni 70 e 80, per non parlare della lunga serie di schifezze che ha lasciato dietro a se...la tensione vacilla in continuazione, lo splatter è insistente ma inutile, il finale è ridicolo utile solo per: il lieve spavento finale (prevedibilissimo) e un collegamento all inevitabile seguito
concludo il commento scusandomi con gli altri utenti a cui il film può essere piaciuto, ma veramente mi sentivo in dovere di ciò che penso

3 risposte al commento
Ultima risposta 13/02/2015 04.25.32
Visualizza / Rispondi al commento
topsecret  @  25/05/2009 12:21:25
   6½ / 10
Un classico del genere degli anni '80. Uno slasher-horror di discreta fattura, con una giusta dose di tensione ed effetti speciali accettabili per l'epoca.
Un horror diventato un cult che, se non altro, ha avuto il merito di farci conoscere uno dei cattivi più prolifici: Jason Voorhees.

Gruppo COLLABORATORI peter-ray  @  28/04/2009 16:54:23
   5 / 10
non saprei
Rivedendolo ultimamente mi è sembrata un po' una rivisitazione di Psycho invertito nei ruoli.

Ho preferito altri horror anni 80

3 risposte al commento
Ultima risposta 29/04/2009 18.15.38
Visualizza / Rispondi al commento
John Carpenter  @  05/04/2009 17:27:41
   6½ / 10
Cult dell'horror mondiale! Partendo con i pregi, sottolineo l'ambientazione molto particolare e suggestiva e una colonna sonora angosciante in stile "lo squalo".
Ma rivedendo oggi questo film ci si accorge di più dei difetti e delle imperfezioni che sono molto comuni in questo genere di slasher, infatti la regia è piuttosto blanda, gli attori sono scarsi, le lotte finali sono a dir poco inverosimili, e la tensione scarseggia per ben 3/4 del film con un ritmo abbastanza noioso e prevedibile (per oggi).
Inoltre bisogna dire che vedendo il passato (Halloween) e il futuro (Nightmare) Venerdì 13 appare sottotono rispetto ad altri cult dell horror, ma ha comunque influenzato tantissimi altri film che verranno dopo, infatti essendo una pellicola scopiazzata soprattutto da Halloween, è divenuto uno degli horror più copiati attualmente insieme a Non aprite quella porta, e la saga che verrà è la più lunga che sia mai esistita con ben 12 espisodi tra sequel e remake, con un tredicesimo in prossima uscita (bell'anniversario 13!), lanciando l'icona killer di Jason anche se diverrà protagonista “solo” nel secondo capitolo.
Diciamo che non è invecchiato proprio bene, ma direi una tappa fondamentale per gli amanti del genere.

John.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  05/04/2009 12:24:44
   6 / 10
Slasher davvero copiato in lungo e in largo da "Halloween", la colonna sonora e la sindrome di "Psycho", gli omicidi all' atto sessuale di Bava, e non so per il finale, ma a quanto pare a detta dello sceneggiatore, pure vantandosene, copiato anche quello. Più o meno ai livelluccoli del migliore Argento, forse questo è fatto addirittura un po' peggio ma sicuramente risulta essere meno noioso. Congratulazioni a Tom Savini.

6 risposte al commento
Ultima risposta 25/06/2011 08.19.44
Visualizza / Rispondi al commento
Tommy Vercetti  @  01/04/2009 10:22:04
   7 / 10
Slasher movie che ha fatto scuola ispirato ad un capolavoro di Mario Bava.
Cunningham è più furbo che bravo e si assicurerà un futuro d'oro commercialmente parlando.
Il finale a sorpresa è la parte migliore, ma senza il vero Jason non è la stessa cosa.
Seguito da un numero innumerevole di seguiti tutti più o meno uguali.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR kubrickforever  @  17/03/2009 20:26:43
   5 / 10
Non so, rivedendolo non mi ha fatto questa grande impressione. L'ho trovato parecchio noioso, senza mordente. Le componenti sono quelle classiche degli horror-teen movie: sesso e morte. Eppure non c'è quell'atmosfera che ha reso grandi i classici del genere(vedi Halloween). Si risolleva molto negli ultimi 10 minuti finali, i migliori del film. Ottimo in compenso il trucco, ma nel complesso è davvero troppo poco.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  17/03/2009 11:00:16
   7½ / 10
Il film che segna l'inizio dell'interminabile saga del maniaco omicida Jason Vorhees Ŕ una pellicola che ricalca tutte le convenzioni dello slasher-movie senza proporre particolari picchi creativi.
Sean S. Cunningham si affida ad un canovaccio dalla trama lineare che vive unicamente sulla mattanza perpetrata ai danni di giovani ed inermi campeggiatori.Il film gioca con l'identitÓ del killer svelata solo nelle ultime battute e si chiude con un finale davvero ben congegnato, che,salto sul divano a parte, lascia lo spettatore con un dubbio poi decisamente fugato con l'apparizione del corpulento Jason nelle pellicole seguenti.
Tra i teenager-figurina pronti a farsi ammazzare c'Ŕ un giovanissimo Kevin Bacon,dedito come gli altri suoi compagni al sesso sfrenato ed all'utilizzo di droghe, per questo motivo,secondo una morale bacchettona che scaten˛ qualche polemica all'epoca dell'uscita del film,giustamente puniti per le loro "malefatte".
Il regista mostra di aver studiato a fondo gli autori italiani,Mario Bava ed il suo "Reazione a Catena" in particolar modo,lo stile registico,il gusto per alcune inquadrature e la scelta delle ambientazioni denotano una fonte d'ispirazione che non lascia dubbi.Notevole il make up realizzato dal grande Tom Savini,buona la colonna sonora simile a quella di Psycho, in questo caso "arricchita" con gemiti e sospiri tipici di queste produzioni anni '80.
"Venerdý 13" non Ŕ invecchiato benissimo e difficilmente potrÓ piacere agli horror fan dell'ultima ora,personalmente lo valuto in maniera che va un poco oltre il suo reale valore,in quanto ha contribuito a creare il mito di una delle indiscusse icone del cinema di paura moderno.

teten  @  05/03/2009 23:58:53
   5 / 10
non meno di cinque per il semplice fatto che è il primo. Sicuramente non guarderò gli altri e sono pentito d'aver guardato questo. Fotografia pessima, passaggi sfiancanti, zero emozioni, rafforza la teoria che i personaggi degli horror meritano di morire tanto son stupidi..no no, lasciate perdere!

VikCrow  @  04/03/2009 14:28:08
   4 / 10
hellknight2  @  02/03/2009 22:21:45
   6 / 10
Un horror a mio parere rozzo e sopravvalutato comunque non una totale porcheria. Accettabile.

Neu!  @  23/02/2009 21:30:39
   1 / 10
Venerdì 13 adesso al cinema è quasi comico nella sua stupidità... ed è da 1. questo del 1980 invece... pure.
film come questo sono la rovina del cinema. uno, categoricamente 1

ROBZOMBIE81  @  06/02/2009 15:40:31
   6 / 10
allora stesso discorso che per halloween il primo....sarà stato anche uno dei primi e solite cose ma a me questi film dove sai che adesso muore questo poi quello poi l altro non piacciono...non ce imprevedibilita...sai che uno va in bagno chiude una porta ne apre un altra sente un rumore e track!muore...mi sono piaciuti solo gli effetti del mitico tom savini ed è proprio per questo che(per me)raggiunge la sufficienza...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

GodzillaZ  @  01/02/2009 14:54:41
   8 / 10
Film d' altri tempi, ovvio che oggi risulta un pò lento.
Il pubblico di oggi ha già visto tutto, chi dice che questo film è banale (alcuni dicono lo stesso anche di Halooween...) non si rende conto che le cosiddette cose "viste e riviste" sono NATE da questi film... al tempo non erano "viste e riviste".
Se riuscite a entrare nella storia, la situazione è davvero inquietante.
MITICO!!!

massaro  @  26/01/2009 15:28:36
   7½ / 10
Un teen horror degli anni '80 veramente ben fatto. Ha dato il via ad una lunga serie e questo è il capostipite. Anche i seguiti non sono male ma questo è il più pauroso e cruento della serie.

  Pagina di 2   Commenti Successivi »»

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011194 commenti su 44513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net