west side story regia di Robert Wise USA 1961
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

west side story (1961)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film WEST SIDE STORY

Titolo Originale: WEST SIDE STORY

RegiaRobert Wise

InterpretiNatalie Wood, Richard Beymer, George Chakiris, Russ Tamblyn, Rita Moreno

Durata: h 2.25
NazionalitàUSA 1961
Generemusical
Al cinema nel Luglio 1961

•  Altri film di Robert Wise

Trama del film West side story

Nel West Side di New York si fronteggiano i Jets, bianchi, e gli Sharks, portoricani. Una situazione di normale rivalitÓ metropolitana. La situazione precipita quando Maria, portoricana e Tony, giÓ leader dei Jets, si innamorano. In un susseguirsi implacabile di gesti estremi saranno in tre a morire, tra cui Bernardo, fratello di maria, e lo stesso Tony. Tratto dalla commedia musicale di successo ispirata a "Romeo e Giulietta", il film di Wise mantiene le musiche di Bernstein e le corografie di Jerome Robbins.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,06 / 10 (25 voti)8,06Grafico
Miglior filmMiglior regiaMiglior attore non protagonista (George Chakiris)Miglior attrice non protagonista (Rita Moreno)Migliori costumiMiglior fotografiaMiglior montaggioMiglior scenografiaMiglior sonoroMiglior colonna sonora
VINCITORE DI 10 PREMI OSCAR:
Miglior film, Miglior regia, Miglior attore non protagonista (George Chakiris), Miglior attrice non protagonista (Rita Moreno), Migliori costumi, Miglior fotografia, Miglior montaggio, Miglior scenografia, Miglior sonoro, Miglior colonna sonora
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su West side story, 25 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Dom Cobb  @  02/03/2019 17:04:02
   8½ / 10
Nei sobborghi di New York, due gang rivali si fronteggiano in continuazione causando infiniti subbugli; la situazione si complica quando un ragazzo e una ragazza delle due bande rivali si innamorano...
Uno dei più osannati musical di tutti i tempi giunge sul grande schermo in pompa magna, viene accolto fra i giubili di pubblico e critica, fa incetta di Oscar e ancora oggi gode dei favori incontrastati praticamente di chiunque, fra critici, spettatori qualsiasi,storici e gente che si professa appassionata del genere o del cinema in generale. Di certo, il fatto che si tratti di uno dei pochi titoli del genere a rimanere nella coscienza collettiva a livello mondiale (un'impresa riuscita soltanto ad altri assi come "Cantando sotto la pioggia" e "Tutti insieme appassionatamente") è una testimonianza palese della sua immensa popolarità.
E' difficile approcciarsi a un fenomeno simile, perché di solito le aspettative vengono talmente gonfiate dalle lodi che si tessono che è quasi inevitabile, alla fine di tutto, rimanere un po' delusi, anche quando il film in sé raggiunge standard di qualità piuttosto alti. Questo, però, è quel raro esempio di film capace di ergersi in piedi e soddisfare appieno quelle aspettative, seppure con qualche riserva.
Il punto di forza del film è senza dubbio lo stile con cui viene messo in scena: Robert Wise rivela tutta la sua versatilità in un genere che finora non aveva ancora toccato e, coadiuvato dalle coreografie mozzafiato del maestro di Broadway Jerome Robbins, da una fotografia psichedelica e un montaggio eccellente, dona all'intera vicenda un'atmosfera stilizzata eppure credibile allo stesso tempo. I momenti da antologia si sprecano, per lo più nell'ambito delle riuscitissime e strepitose sequenze musicali,


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

che in effetti diventano il piatto forte della pellicola. Ammetto che non è facile ricordarsi di tutte le melodie dopo una prima visione, ma alcuni dei motivi sono innegabilmente dei capolavori, cortesia della rodata coppia Leonard Bernstein-Stephen Sondheim, che contribuiscono a quelle che sono le scene migliori di tutto il film,


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

mentre qua e là si notano anche degli interessanti tocchi di regia che danno ad alcuni passi della storia una gradevole marcia in più.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Detto questo, però, non nascondo che il film ha dei problemi: nonostante lo stile ammaliante non si riescono ad evitare dei punti morti qui e là, e anche se i parallelismi evidenti con "Romeo e Giulietta" non disturbano, l'intera parte finale sembra in qualche modo priva di impatto per come viene rappresentata. Dovrebbe trattarsi di un momento tragico, eppure non lo sembra abbastanza, e non da quella soddisfazione che ci si aspetterebbe.


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Non stiamo parlando di problemi che affossano il film, solo gli rubano una buona parte di sostanza, lasciando alla fine soltanto lo stile come motivo principale per cui l'esperienza rimane divertente e gradevole com'è. Magari avrà vinto a mio modesto parere qualche statuina di troppo e non raggiungerà forse i livelli dei capolavori del genere, ma "West Side Story" rimane un titolo più che dignitoso al suo interno anche a quasi sessant'anni di distanza.

Goldust  @  29/12/2014 12:14:03
   6½ / 10
Vado leggermente controcorrente, il musical è ben fatto, più per le coreografie e le scenografie che per le canzoni in sè ( l'unica veramente indimenticabile mi è sembrata "America" ), l'inizio è splendido, la Moreno è una forza della natura ma non nascondo che altri musical mi hanno divertito di più. E accidenti, dieci oscar sono uno sproposito( ma almeno non si è accaparrato quello per la miglior sceneggiatura non originale, visto che in fin dei conti si tratta solo di una versione riveduta e corretta della celebre storia di Romeo e Giulietta )!

beppe.fadda  @  07/11/2012 17:44:43
   9 / 10
Bellissimo, più di My Fair Lady, ma come My Fair Lady è troppo lungo!!! A volte le scene di ballo annoiano, ma le canzoni sono stupende. Brava Natalie Wood, ottima Rita Moreno, perfetto George Chakiris e .... pessimo Richard Beymer.

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/02/2013 20.16.40
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento nightmare95  @  08/07/2012 23:36:42
   7 / 10
Sinceramente questo "west side story" non mi ha particolarmente stupito. Gli attori sono bravi, ma non mi hanno trasmesso nessuna emozione.
Pure le canzoni non mi hanno elettrizzato più di tanto. Le uniche degne di nota sono "Maria", e la stupenda "America" che continuerò a canticchiare per un paio di giorni.
Fotografia perfetta, su questo non ci sono dubbi, anche le ambientazioni della New York degli anni 50 sono molto belle e suggestive.
Detto questo voglio comunque sottolineare che il film è bello, ma non di certo un capolavoro, visto che a tratti è parecchio noioso.
10 oscar mi sembrano un tantino eccessivi per questo musical, che rimane in ogni caso un ottimo prodotto. Promosso!!!

ScemoChiLegge  @  24/02/2012 22:11:33
   9 / 10
Dopo giorni dalla visualizzazione continuavo a cantare e fischiettare "Maria" e "America", canzoni tra le più belle della storia dei musical.
Sono rimasta affascinata da ogni cosa di questa esplosione di suoni e colori; la storia, una rivisitazione di Romeo e Giulietta, affronta temi importanti (come il razzismo e la fatica dell'integrazione) in modo puntuale e per niente banale.

Da vedere

Lory_noir  @  24/12/2010 14:40:00
   8½ / 10
Una colonna portante del genere musical. Le scene cantate e ballate sono davvero ben fatte.

bebabi34  @  10/08/2010 11:33:56
   9 / 10
Che splendore! Impeccabile sotto tutti gli aspetti.
PS
Astenersi non amanti del genere.

lampard8  @  01/06/2010 13:34:51
   6 / 10
Non mi ha mai entusiasmato granchè questo musical di Wise. Molto lento e le musiche non sono il massimo. Nel genere c'è molto di meglio

diamanta  @  01/06/2010 12:22:49
   9 / 10
Il Musical dei Musical, ha fatto scuola e innovato il genere. Stupendo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  15/03/2010 11:58:15
   9 / 10
Uno dei migliori musical mai realizzati per il cinema che vede un Wise in grandissima forma. Spettacolare, ben recitato, temi scottanti, scenografie e costumi da favola, fotografia superba e chi più ne ha più ne metta. Uno spettacolo emozionante dall'inizio alla fine. Assolutamente da vedere.

chem84  @  08/03/2010 20:41:51
   8 / 10
Un musical che ha fatto la storia.
Punto.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  15/01/2010 20:40:12
   10 / 10
Per me, con "Cantando sotto la pioggia", è il più bel musical della storia del cinema. Questo film è un emozione continua, un inesauribile pozzo di pura magia cinematografica.
Da una commedia di Arthur Laurents di enorme successo a Broadway, un immenso capolavoro che seppe reinventare un genere, con una realizzazione mozzafiato tutta in reali esterni newyorkesi che amplificano il pathos di una storia d'amore senza tempo, arricchita dalla toccante tematica sociale e interrazziale, e donano splendido respiro artistico ai numeri coreografici di Jerome Robbins. La colonna sonora di Leonard Bernstein è meravigliosa e alcuni pezzi (Maria, Tonight, Somewhere, America...) sono entrati di diritto nel bagaglio musicale mondiale. Gran merito anche al regista Robert Wise che seppe tenere perfettamente in equilibrio una tale produzione, centrando sempre il giusto tono e non scadendo mai in una facile stucchevolezza. Indimenticabile la Maria di una splendida Natalie Wood e inarrivabile cast di supporto.
"West Side Story" ha un fascino tutto suo, romantico e violento, vitale e tragico. Un vero incanto per vista, udito e anima.

pat3  @  02/07/2009 18:20:16
   9 / 10
uno dei più famosi e bei musical di tutti i tempi ma anche uno dei primi ad afforntare temi e problemi d'attualità seri come il razzismo, l'integrazione razziale, l'emarginazione, la delinquenza giovanile e il disagio che provoca scontri e lotte tra bande. La trama, presa liberamente da Romeo e Giulietta di Shakespeare, sostituisce la rivalità tra due famigle con la tensione razziale di due bande di origine diversa nei bassifondi newyorkesi di west side all'inizio degli anni '60 . anche qui, come in Romeo e Giulietta, non c'è lieto fine.
Il film mostra anche polemicamente e con crudezza l'America di quegli anni , non proprio un esempio di democrazia, tolleranza e libertà, anzi ghettizzare e emarginare era normale e quindi la violenza nelle strade era inevitabile. non è che con gli anni (ne sono passati 50 dall'uscita del film) le cose siano molto cambiate, i problemi sono sempre gli stessi e non riguardano solo l'America.
L'ottima regia di Wise, la stupenda colonna sonora , la perfetta e suggestiva ambientazione, coreografie a dir poco favolose, e strepitose interpretazioni rendono questo musical indimenticabile.

Mr.619  @  29/06/2009 14:11:06
   10 / 10
Immenso capolavoro magistrale cinematografico del genere musicale, in cui, con grande maestria e dedizione a dir poco poetica, quasi tridimensionale, vengono ad essere trattate molteplici tematiche, tutte inerenti al medesimo motivo conduttore e dipanatore dell'avvolgente matassa che costituisce la trama: la musica.Un'armonia sublime ( dal famoso "quadrato aureo" dell'episodio disneyano di "Paperino e il mondo della matemagica") di ritmi, stili di vita ed etnie di vario genere, fino ad arrivare alla semiotica ed iconografia più sottostante, che accompagna con il suo incalzante innalzamento ed abbassamento di tono il manifestarsi dei disagi giovanili ( chi non ha pensato nella sequenza della preparazione alla battaglia al James Dean di "Gioventù bruciata"?), sino alla (tragica) risoluzione finale, atta ad esprimere il malcontento di tempi e la profonda amarezza della vita (sub)urbana.Demarcante.

VikCrow  @  11/04/2009 13:16:07
   8 / 10
Chi ama i musical lo adorerà, a me è piaciuto pur non apprezzando parecchio il genere. Un cult da vedere assolutamente.

Ciaby  @  16/03/2009 16:59:05
   8 / 10
Bel musical. Un pilastro del cinema americano che fu.

d1eg0  @  04/11/2008 14:45:38
   9 / 10
Musical che ha emozionato una generazione.
Canzoni bellissime, musica di Bernstein divina e coreografie bellissime.
Questa trasposizione su pellicola è inoltre ottimamente realizzata

Gruppo COLLABORATORI ULTRAVIOLENCE78  @  25/05/2008 22:50:29
   5½ / 10
Non sono d'accordo con il giudizio quasi unanime degli utenti su questo film. Non l'ho trovato per niente coinvolgente nè sotto l'aspetto musicale e coreografico (anche se a detta degli esperti i balletti messi in scena sono di pregevole fattura) nè sotto quello della storia che, ispirandosi liberamente alla tragedia "shakespeariana", ripropone i clichè di quest'ultima esasperandoli con toni da melodramma hollywoodiano. In più l'ho trovato a tratti soporifero, tanto che ho dovuto faticare per arrivare alla fine, e forse troppo teatrale nella "mise en scene" per un prodotto che si propone comunque come cinematografico. Rimane di buono il complesso delle tematiche trattate (dal razzismo all'emarginazione delle classi povere nelle grandi metropoli all'atteggiamento reazionario e intollerante dei tutori della legge, fino all'odio come pernicioso e infausto sentimento che procura solo dolori e pene), la cui paternità va tuttavia ascritta al musical originale di Laurents.

Invia una mail all'autore del commento wega  @  04/04/2008 17:03:17
   5 / 10
Mi dispiace ma questo è il peggior musical che abbia visto, non una canzone che mi abbia emozionato, non una coreografia che è rimasta nella storia, fosse almeno divertente...noioso. Si salva solo la fotografia, a volte. Oscar veramente immeritati.

12 risposte al commento
Ultima risposta 18/09/2010 18.08.28
Visualizza / Rispondi al commento
The Monia 84  @  12/01/2008 15:00:31
   8 / 10
Un grande musical shakespeariano, stradaiolo, liberal, cupo e poco rassicurante, mai banale nello sguardo socio-cultural-antropologico sugli States dell'era Kennedy.
Non è, personalmente, tra i miei preferiti ma ne riconosco in pieno il valore e soprattutto la forza che possiede tutt'ora. Merito dell'ottima regia di Wise, dell'ambientazione urbana, della bravissima Natalie Wood e delle musiche, tutte molto belle.

vitocortesi  @  24/12/2007 11:07:15
   9 / 10
Uno dei piu' bei musical mai fatti ed una storia tragica e commovente.

Gruppo COLLABORATORI julian  @  26/11/2007 14:45:32
   8½ / 10
Credo che questo sia il miglior musical che ho visto e sicuramente quello meglio realizzato.
Musica e movimenti degli attori combaciano perfettamente, anche nelle scene di rissa, la lotta sembra un passo di danza.
Bella la storia, favolose le musiche, un lavoro eccezionale nel complesso.
Saranno esagerati i 10 oscar ma quelli per i costumi, il montaggio, la musica e la scenografia ci stanno tutti.

4 risposte al commento
Ultima risposta 06/04/2008 14.49.32
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  09/02/2007 11:24:02
   9 / 10
Indimenticabile addattamento del classico di Bernstein, liberamente tratto dal "Romeo e Giulietta" Shakesperiano e ambientato nel degrado urbano e nei conflitti razziali del West Side di New York.
E' uno dei piu' bei musicals di sempre, oltretutto molto interessante per i conflitti sociali messi in evidenza negli anni di Kennedy.
Wise non sbaglia un colpo: le straordinarie coreografie mettono in risalto le enormi capacità di George Chakiris, uno dei piu' grandi ballerini mai visti sullo schermo, la descrizione degli ambienti urbani è realista e inquietante, la colonna sonora travolgente ("America", "I feel pretty", il classico "Maria", celebrato da decine di autori, da Placido Domingo a Marvin Gaye).
La realizzazione degli esterni, con i conflitti tra jets bianchi e gli Squali portoricani, è quanto di meglio il cinema abbia mai addottato da Broadway (se n'è accorto pure John Turturro in un suo musical come regista).
Strepitose le prove degli attori, in part. Rita Moreno e lo stesso Chakiris.
Ma su tutti prevale l'indimenticabile interpretazione di Nathalie Wood, splendida Maria "sognatrice" e innamorata in un mondo di violenza e odio.

Da antologia la sequenza del ballo dove le "bande" scatenano tutta la loro rivalità. Le coreografie sono tutte di Robbins.

Un film assolutamente da vedere e rivedere. senza stancarsi mai

3 risposte al commento
Ultima risposta 06/04/2008 12.50.55
Visualizza / Rispondi al commento
mago di segrate  @  14/12/2005 14:24:57
   6 / 10
10 OSCAR????? E ALLORA IL PIANISTA QUANTI DOVREBBE VINCERNE? 150? SUVVIA, Ŕ UN MUSICAL ANCHE PIUTTOSTO MEDIOCRE!!! MI SONO PENTITO DI AVERLO NOLEGGIATO

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  21/11/2005 13:18:13
   7 / 10
il primo vero musical della storia...ottime musiche e grandi coreografie...certo pero che 10 oscar mi sembrano un po eccessivi...una storia abbastanza comune

1 risposta al commento
Ultima risposta 04/04/2008 17.09.36
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1013465 commenti su 44801 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net