il trono di spade - stagione 1 regia di Alan Taylor, Alex Graves, Daniel Minahan, Alik Sakharov, Timothy Van Patten, Neil Marshall, David Benioff, altri USA 2011
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Serie TVil trono di spade - stagione 1 (2011)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL TRONO DI SPADE - STAGIONE 1

Titolo Originale: GAME OF THRONES - SEASON 1

RegiaAlan Taylor, Alex Graves, Daniel Minahan, Alik Sakharov, Timothy Van Patten, Neil Marshall, David Benioff, altri

InterpretiPeter Dinklage, Lena Headey, Maisie Williams, Emilia Clarke, Michelle Fairley, Kit Harington, Sophie Turner, Jack Gleeson, Nikolaj Coster-Waldau, Charles Dance, Isaac Hempstead Wright, Richard Madden, Sean Bean, Jason Momoa

Durata: h 1.00
NazionalitàUSA 2011
Generefantastico
Stagioni: 8
Tratto dal libro "A Game of Thrones" di George R. R. Martin
Prima TV nell'Aprile 2011

•  Altri film di Alan Taylor
•  Altri film di Alex Graves
•  Altri film di Daniel Minahan
•  Altri film di Alik Sakharov
•  Altri film di Timothy Van Patten
•  Altri film di Neil Marshall
•  Altri film di David Benioff

Trama del film Il trono di spade - stagione 1

Eddard Stark, lord di Grande Inverno, viene incaricato dal suo re e amico Robert Baratheon di recarsi ad Approdo del Re per ricoprire la carica di Primo Cavaliere del Re. La guerra fra i Sette Regni Ŕ per˛ alle porte, a causa degli intrighi e delle mire al trono dei membri della nobile Casa Lannister. Jon Snow, figlio illegittimo di Eddard Stark, si arruola invece nei Guardiani della notte e si reca sulla Barriera, enorme muro di ghiaccio che separa il mondo degli uomini dalle ostili terre del Nord, da cui sta arrivando una minaccia terribile. Nel frattempo Daenerys Targaryen e il suo crudele fratello Viserys, ultimi superstiti della nobile Casa Targaryen regnante prima della rivolta dei Baratheon, cercano di ricostruire l'antico potere nelle selvagge terre al di lÓ del mare.

Film collegati a IL TRONO DI SPADE - STAGIONE 1

 •  IL TRONO DI SPADE - STAGIONE 2, 2012
 •  IL TRONO DI SPADE - STAGIONE 3, 2013
 •  IL TRONO DI SPADE - STAGIONE 4, 2014
 •  IL TRONO DI SPADE - STAGIONE 5, 2015
 •  IL TRONO DI SPADE - STAGIONE 6, 2016
 •  IL TRONO DI SPADE - STAGIONE 7, 2017
 •  IL TRONO DI SPADE - STAGIONE 8, 2019

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   8,29 / 10 (39 voti)8,29Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il trono di spade - stagione 1, 39 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

alex94  @  21/06/2017 15:06:14
   8½ / 10
Di solito il fantasy è un genere che non fa per me,esclusi rarissimi casi mi annoia assai,così mi ero avvicinato al Trono di spade con molto scetticismo,e invece mi ha coinvolto in modo veramente inaspettato fin dal primo episodio (l'inizio è una vera e propria bomba).
Allora tanto per cominciare è un fantasy molto atipico,poche battaglie epiche (almeno in questa prima stagione) e tanti,tanti intrighi,enigmi e doppigiochi per raggiungere il potere,per potersi sedere sul trono.
Siamo insomma davanti ad una sorta di medioevo alternativo parecchio realistico nella sua crudeltà e violenza.....
Si spinge insolitamente (per essere una serie tv) anche il pedale dell'erotismo...... cosa che sinceramente male non fa.
Logicamente una certa importanza la rivestono i personaggi tutti piuttosto interessanti e (a parte quello interpretato da Sean Bean,piuttosto classico,ma tanto essendo interpretato da Sean Bean....) particolari,tutti con le loro ombre e con i loro lati oscuri.
Tecnicamente è ben realizzato, scenografie,fotografia ed effetti speciali sono d'altissimo livello, un po meno la recitazione,convincenti alcuni attori meno espressivi altri.
Una grande prima stagione,intrattenimento d'altissima qualità.

2 risposte al commento
Ultima risposta 02/07/2017 18.45.33
Visualizza / Rispondi al commento
hghgg  @  05/09/2015 13:12:03
   7½ / 10
Avevo provato ad iniziarla tempo fa e mi aveva annoiato moltissimo fin da subito, fortunatamente ho deciso di ritentare ed è andata decisamente meglio; questa volta gli sviluppi narrativi e gli avvenimenti mi hanno coinvolto molto di più e non ci ho messo molto a terminare la visione di questa prima stagione.

Sia chiaro che per me siamo lontani da un prodotto definibile come "Capolavoro" anche soltanto nell'ambito delle serie televisive, non per difetti macroscopici particolari del prodotto ma per meri gusti personali, non è un genere che mi fa girare la testa, poi vabè c'è anche qualche attore cane di troppo.

Bisogna ammettere che chiunque digerisca poco il Fantasy potrebbe tranquillamente apprezzare "Game of Thrones" visto lo sviluppo e l'evoluzione che questa serie ha portato al genere: "Game of Thrones" è il Fantasy che diventa adulto, maturo. E questo è l'aspetto che mi è piaciuto di più della serie.
Non ci sono dubbi sul fatto che si tratti di un Fantasy (Lupi giganti, draghi, streghe, non-morti, strane e antiche creature) ma distrugge molti dei punti fissi del genere.

Viene cancellata la semplice dicotomia bene-male onnipresente nelle più classiche opere fantasy. Qui tutti i personaggi sono ambigui, nessuno è perfettamente pulito, tutti sono caratterizzati in modo da porli all'esatta metà della linea di demarcazione tra bene e male, onestà e malvagità. Be oddio, non proprio tutti, qualche cattivo-ivo c'è anche qui ma va bene così.

Questa evoluzione ottima dei personaggi trova il suo Zenith nel personaggio di Tyrion Lannister, il nano. Ma non un nano-fantasy tipo Gimli no, un nano-Nano. Che è anche il personaggio meglio caratterizzato di tutta la serie, semplicemente perfetto (almeno in questa prima stagione poi boh), vero, vibrante, umano, in tutte le sue sfaccettature. E probabilmente alla fine è anche quello, almeno in alcune occasioni, che rappresenta con più sincerità la parte del Bene (un po'come l'adorabile nipote con la parte del Male) pur nella sua verosimilissima e umanissima sfaccettata ambiguità.

E poi è anche il personaggio meglio interpretato (eccezionale Dinklage),più divertente e carismatico. Numero uno c'è poco da fare.

Eddard Stark, discretamente interpretato da Sean Bean che in certi ruoli è sempre una garanzia, è invece il personaggio più classicamente fantasy della serie e infatti non è tra quelli che ho trovato più interessanti. Ma nessun problema perché



Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Bisogna un po' destreggiarsi tra le varie casate, i nomi, gli inciuci, gli incesti, gli intrecci, ho trovato personalmente ottima la caratterizzazione di alcuni personaggi secondari come lo Zio Fester senza palle (non nel senso che è poco coraggioso) o l'ambiguissimo Petyr "Ditocorto" Baelish che rimangono certamente impressi.

Moolto meno interessante la risma di figli di Stark di cui salvo solo Bimba càzzuta e, incredibile a dirsi, il bambino. Che si come attore è un po' il classico bambino cane che va tanto di moda nelle serie tivì odierne però come personaggio fin dalla seconda puntata subisce un'evoluzione coraggiosissima e davvero molto interessante, un'ottima idea per sfruttare un personaggio come questo in modo nuovo e originale, bella mossa

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER, in questo modo il personaggio è stato reso interessante (nelle poche volte in cui c'è alla fine) per il resto delle puntate e, spero, anche nelle successive stagioni.

Mamma Stark mi è piuttosto indifferente anche se certamente è un personaggio ben caratterizzato, anche qui. Inquietantissimi invece sua sorella e soprattutto suo nipote, quelli del Picco dell'Aquila o come si chiama.

Non si possono assolutamente sopportare la figlia grande e il figlio bastardo, tale Giovanni Neve, quello che decide tutto convinto di entrare a far parte dei Guardiani della Notte prendendoci una fregatura allucinante visto che ora non potrà fare più nulla in tutta la sua vita.

La figlia grande di Stark invece si è tirata addosso tutte le sfìghe di questo Universo quando per 6-7 puntate non ha fatto che ripetere "Oh ma quanto è bello o ma quanto è dolce il principe coso". Primo, ma sei sicura di vederci bene ? Secondo, dopo 'sta rottura di maroni sul principe incesto vedi di non càgare il càzzo adesso che lo strònzo (e che fosse strònzo si era capito guardandolo in faccia la prima volta, la versione medioevale più scema di Draco Malfoy) ti

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Personaggi insopportabile. Sopportabile il primogenito.

Poi ci stanno i Lannister, i cattivoni (ma non più di altri)

I fratelli, la bionda di ghiaccio (solo perché l'attrice non riuscirebbe a variare espressione nemmeno sotto tortura) e il fratello che si sente molto fìgo, due personaggi che fanno più danni di un'orda di cavallette eppure non è che mi abbiano particolarmente conquistato. Lei è pure moglie del Re ma appunto Draco Malfoy in realtà vabè lo vedete da soli.

Il padre, ricchissimo. Però si vede una volta sola mentre delira discorsi tirannici e scuoia un cervo vabè.

L'altro Lannister è Tyrion e di lui ho già detto.

E poi appunto c'è Malfoy jr. Un mio appunto, ora che Tyrion è diventato primo cavaliere del re (

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER) mi sa che per l'amabile bimbo saranno calci in cùlo e pedalare, ma di brutto visto il personaggio e il carattere di Tyrion (come detto, decisamente il più umano) e visto che già in questa prima stagione c'è una scena in cui il mitico nano piglia a schiaffi il nipote in modalità "Terence Hill-Trinità".

Un'altra che non si può vedere è Emilia Clark che è cane a recitare e secondo me ha pure uno dei pochi personaggi brutti, almeno al momento. Tutta la sua storyline è noiosissima a mio avviso, tra il fratello che è un indicibile babbeo, il suo matrimonio con Sandokan, e nemmeno la scena della pira con la nascita dei draghi ha sortito su di me un qualche effetto. Grossi sbadigli.

Scena cult: Sandokan che sbrocca e per amore della sua bella decide di andare in guerra e riconquistare per lei il Trono di Spade. Puntata dopo morto per vari motivi che non sto qui a dire. Mazza oh non ci sono più i Sandokan di una volta.

Tra i personaggi di contorno più riusciti, l'amico mercenario di Tyrion e il maestro di spada della bambina càzzuta Stark.

Eccellente cura dei costumi e molto buona la fotografia, certamente un punto a favore.

Altro punto a favore, a proposito di "Fantasy maturo", la quasi totale assenza di epiche e interminabili battaglie. C'è la guerra ma si punta sempre di più su dei discreti dialoghi e l'approfondimento dei personaggi.

Nel complesso una bella prima stagione di quella che promette essere una bella serie, senza gridare eccessivamente al capolavoro, cosa che personalmente visti i miei gusti mi guardo bene dal fare.

Bella, comunque, promette bene.

Ps: ma quanto è stato bello il prologo ? Il bellissimo prologo con i non-morti, quella inquietante ed eccellente sequenza con la bambina non-morta e gli altri, una scena straordinaria. Ecco, ho aspettato tutto il tempo un'altra scena così e tutto quello che ho ricevuto è quella scena del cavolo con uno zombie e Giovanni Neve. Ah, che bello il prologo...

8 risposte al commento
Ultima risposta 07/09/2015 19.16.39
Visualizza / Rispondi al commento
Niko.g  @  01/07/2014 19:20:31
   6 / 10
Vado per punti, cercando di sintetizzare.

SCENEGGIATURA
Caotica. Senza una voce narrante è difficile orientarsi con tutti quei nomi di casate, lord, fratelli, nuore, nipoti e cugini. Una fiumana colossale di personaggi presentati tutti insieme e poco approfonditi.
Manca la vera protagonista del romanzo: la storia. Al gioco dei troni manca una trama appassionante, dove per "appassionante" non intendo assolutamente "scoprire chi morirà dissanguato nei successivi venti minuti". Il surrogato offertoci è una soap opera con intrighi, pettegolezzi e scapocciamenti improvvisi che non creano una sana tensione, ma una poco sana compulsività.

FILOSOFIA
Di epico c'è ben poco nella violenza di Game of Thrones, spogliata com'è di ogni etica tolkieniana. L'etica eroica lascia il posto all'etica erotica. Del mito solo qualche accenno, dell'avventura pressoché nulla.
In un'ottica prettamente materialista e pessimista, è stato inibito lo spirito fantasy, il dualismo tra bene e male, la lotta tra giustizia e ingiustizia.
Inganno, tradimento, incesto, stupro: sono questi gli eroi di Game of Thrones.
Esibizionismo e porno-soft gratuito sono i maggiori rilevatori del basso livello di questa serie, che gira e rigira su se stessa, mordendo la coda del sensazionalismo senza elevarsi di un centimetro.
Ho letto di dinamiche fra alleanze e natura del potere che hanno suscitato l'interesse di studiosi di politica internazionale e che tempo fa, su "Foreign Affairs", è apparso un articolo che offre un'interpretazione del "Trono di Spade" come una teoria di politica estera. Complimenti a chi partorisce con cura queste idiozie da guinness dei primati.

REGIA, SCENOGRAFIA E COSTUMI
Ottimi. Se non avessero trasferito il set del porno-Beautiful ad Approdo del Re, c'era di che strabiliarsi ulteriormente.

CAST
Una veloce panoramica.

Sean Bean:
di una monotonia incredibile. Inespressivo, apatico, noioso. Voto: 4
(spero sia stata una scelta voluta per mettere nell'ombra quello che è forse l'unico eroe classico)

Nikolaj Coster-Waldau:
dopotutto non così incisivo. Voto: 6

Lena Headey:
Elena Sofia Ricci in versione madama la regina. Stessa espressione per tutti e dieci gli episodi: un record. Voto: 5

Emilia Clarke:
dolcezza materna e spaesata, tanto impegno e un po' di mosceria (brutto il suo doppiaggio). Voto: 6,5

Michelle Fairley:
brava, ma finisce per stancare abusando dei suoi occhioni sgranati. Voto: 6,5 (applausi a Emanuela Rossi)

Jack Gleeson:
fotogenico e nulla più. Si muove male e va spesso fuori tempo. Ridicola la postura con cui recita le battute finali del nono episodio. Voto: 4,5

Maisie Williams:
molto espressiva e dinamica. Gli si prospetta un bel futuro. Voto: 7

Jason Momoa:
un incrocio fra Kabir Bedi e Gabriel Garko, senza il carisma del primo e con un terzo della capacità attoriale del secondo. Voto: 4

Mark Addy:
bravo. Rappresenta bene il ruolo del re spietato e fragile. Un ruolo non facile il suo. Voto: 7,5

Peter Dinklage:
grande. Si capisce subito quando un attore ha studiato seriamente. Voto: 8

MUSICHE
E dire che l'intro musicale mi fa impazzire ogni volta, perché se c'è qualcosa di veramente epico è la musica evocativa di Ramin Djawadi che accompagna i titoli di testa, l'unico capolavoro di questa telenovela medievale inzuppata nel sangue.
Per quanto mi riguarda mi fermo alla prima stagione, senza proseguire. Possono anche farmi vedere i draghi.

4 risposte al commento
Ultima risposta 05/04/2015 19.24.49
Visualizza / Rispondi al commento
bowtie  @  18/06/2014 14:20:35
   1 / 10
Premetto che ho visto solo i primi due episodi e mi son più che bastati.. l unica emozione provata è l odio pure e semplice.. verso i personaggi, gli sceneggiatori.. Devo ancora capacitarmene..non riesco davvero a comprendere cosa può piacere in questa serie tv.. stupri, violenze sugli animali, personaggi senza un minimo di phatos. .. trama irritante.. una serie tv..a mio avviso per appossionare deve coinvolgere, non annoiare, emozionare, ironizzare...

7 risposte al commento
Ultima risposta 24/05/2015 11.40.02
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  30/01/2014 10:35:53
   8 / 10
Game of Thrones, romanzo e serie tv, raccontano più per il piacere di raccontare che per altro. Martin riesce a catturare l'attenzione con una saga fantasy immersa nel sangue e nel sesso, con giochi di potere e personaggi lontanissimi dalla concezione pura che ci si immagina pensando al genere. Molto realista.
La serie tv è spettacolare sotto tutti gli aspetti, i soldi spesi benissimo e le ambientazioni degne del miglior cinema. Ma non è un capolavoro, "solo" un prodotto confezionato come crìsto comanda: le sceneggiature non sono pregne di chissà quale significato profondo, alcuni personaggi sin troppo bidimensionali e prevedibili nei loro archi di crescita mentre altri affascinano (Daenerys che poi è sempre mezza nuda). Sean Bean fantastico per due motivi: uno perché è perfetto nella parte.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

E qui sta un altro punto di forza, più sensazionalistico che altro: i personaggi di Martin, mole imponente ma ognuno con caratteristiche tali che è facile affezionarcisi, muoiono spesso, non importa che siano protagonisti o eroi con meno macchie degli altri (perché in Game of Thrones ognuno è sporco).

Altro aspetto fastidioso è la famosa quota tette della HBO: un tot di scene di sesso e nudità gratuite, particolarmente spinte, che non servono a nulla ai fini del racconto ma vengono inserite giusto per. Ne basterebbe una ogni tanto, significativa, ma invece c'è di tutto senza un vero perché.
Alla fine della seconda stagione ho mollato in attesa di leggere prima i romanzi perché la serie non mi stimola abbastanza.

28 risposte al commento
Ultima risposta 10/02/2014 22.53.26
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo STAFF, Moderatore Jellybelly  @  29/01/2014 18:38:19
   10 / 10
Martin non poteva sperare una trasposizione migliore per la sua epica opera. Cast, sceneggiatura, regia e messa in scena in generale sono semplicemente perfette per una stagione che in un pugno di puntate si impone come cult assoluto. Il finale, poi, è di quelli impossibili da dimenticare, carico di una ferocia ed un cinismo che lasciano senza fiato.

9 risposte al commento
Ultima risposta 29/01/2014 22.33.44
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR HollywoodUndead  @  28/01/2014 18:32:02
   10 / 10
Sicuramente un inizio col botto per una serie che è già quasi leggenda, serie tratta dai romanzi di George R. R. Martin, ci mostra famiglie in lotta, complotti, guerre, alleanze, tradimenti ecc.
La prima magnifica stagione di questa serie grandiosa (ideata da David Benioff e D.B. Weiss) merita sicuramente un punteggio pieno.
Grandiosi gli attori (tra i quali spiccano, in queste prime puntate, i veterani Sean Bean e Mark Addy) che riescono ad amalgamarsi perfettamente con la sceneggiatura di questa grande opera, e consacrano volti come Peter Dinklage, Nikolaj Coster-Waldau e Iain Glen, ed inoltre fanno da trampolino di lancio alle nuove leve come Maisie Williams, Emilia Clarke e Sophie Turner.
Regia e costumi assolutamente perfetti, gli appassionati del fantasy e degli intrecci in costume non rimarranno delusi.
Grandiosa, strepitosa ed eccezionale

6 risposte al commento
Ultima risposta 04/06/2014 14.12.02
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

800 eroia cena con il lupoa classic horror storya dayagente speciale 117 al servizio della repubblica - missione rioagente speciale 117 al servizio della repubblica: missione cairoagnesall my lifeamazing grace (2018)
 NEW
ancora piu' belloatlasbaphometbeckettblack widow (2021)blood brothers: malcolm x & muhammad aliblood red sky
 NEW
blue bayoubon joviboys (2021)candymancapitan sciabola e il diamante magicocensorcodacome un gatto in tangenziale - ritorno a coccia di mortocomediansdau, natashademonic (2021)
 NEW T
dune (2021)earwig e la stregaennio: the maestroescape room 2: gioco mortaleextraliscio - punk da balerafalling - storia di un padrefast & furious 9 - the fast sagafear street parte 1: 1994fear street parte 2: 1978fear street parte 3: 1666fellinopolisfigli del soleframmenti dal passato - reminiscencefree guy - eroe per giocofuturahasta la vista!i croods 2 - una nuova erai profumi di madame walbergil cieco che non voleva vedere titanicil collezionista di carteil gioco del destino e della fantasia
 NEW T
il giro del mondo in 80 giorni (2021)
 NEW
il matrimonio di rosail mostro della criptail ragazzo piu' bello del mondo
 NEW
il silenzio grande
 NEW
il viaggio del principein prima lineain the earthin the heights - sognando a new yorkio sono nessunoio, lui, lei e l'asinojodorowsky's dunejosepjungle cruisekatekufidla brava mogliela casa in fondo al lagola cordigliera dei sognila felicita' degli altri...la grande staffettala guerra a cubala guerra di domani (2021)la nostra storiala notte del giudizio per semprela ragazza con il braccialettola ragazza di stillwaterla terra dei figlila vita che verra'l'amante russol'amore non si salet us inlucal'uomo nel buio - man in the darkmadres paralelasmalignant (2021)mandibules - due uomini e una moscamarx puo' aspettareme contro te: il film - il mistero della scuola incantatamedusa: queen of the serpentmi chiedo quando ti manchero'mondocane (2021)monster hunterno sudden movenowhere specialocchi bluoldpenguin bloomper luciopeter rabbit 2 - un birbante in fugapigpossession - l'appartamento del diavolopunta sacraquello che non so di tequi rido ioreflectionritorno in apnearoom 9run (2020)school of mafiaschumachershang-chi e la leggenda dei dieci anellisibyl - labirinti di donnasnake eyes: g.i. joe - le originisongbird
 NEW
spin time, che fatica la democrazia!spiral - l'eredita' di sawspirit - il ribellestate a casastorm boy - il ragazzo che sapeva volare
 NEW
supernova (2021)the book of visionthe boy behind the doorthe green knightthe ice roadthe lockdown hauntingsthe nest (2021)
 NEW
the night house - la casa oscurathe protege'the sparks brothersthe suicide squad - missione suicidathe voyeursthey talktigerstoo late (2021)toothfairy 3triumphuna donna promettenteuna relazioneuno di noiuntitled horror movie (umh)volami viavoyagerswelcome venicex&y - nella mente di anna

1021005 commenti su 46284 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net