Recensione anamorph regia di Henry Miller USA 2007
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione anamorph (2007)

Voto Visitatori:   4,55 / 10 (37 voti)4,55Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film ANAMORPH

Immagine tratta dal film ANAMORPH

Immagine tratta dal film ANAMORPH

Immagine tratta dal film ANAMORPH

Immagine tratta dal film ANAMORPH
 

Stan Aubray Ŕ un detective della polizia di New York che cinque anni prima ha lavorato a un caso che tuttora lo tormenta. La storia all'epoca si concluse con la morte del sospetto, e con quella di una ragazza che Stan conosceva, e per la quale si sente ancora in colpa. Improvvisamente un nuovo caso lo richiama dall'esilio in cui si era rifugiato, dal momento che sembra avere caratteristiche in comune col vecchio fascicolo di cui lui si era occupato. Ma le analogie saranno solo l'inizio dei guai che Stan si troverÓ di fronte.

Anamorph Ŕ esattamente il genere di film che comincia a fare capolino nelle sale d'estate. Quando la gente non ama complicarsi la vita e preferisce delle innocue scemate. O un po' di brividi per contrastare il caldo, oppure semplicemente un film che dimenticherÓ appena uscito dal cinema.
Ma quello che proprio chiunque non gradisce mai, qualunque sia la stagione in corso, Ŕ esser preso per stupido. Passi per la trama di riporto, ma cosý di riporto che di pi¨ non si pu˛. Passi pure per il detective stropicciato dalla vita e dai casi che gliela avvelenano. Ma un intero film in cui non accade praticamente nulla che abbia un senso per tutto il tempo Ŕ decisamente troppo.

Stan Ŕ un uomo distrutto dal suo lavoro di detective che gli ha avvelenato l'esistenza e dal dubbio di aver ucciso un'innocente e lasciato che una ragazza trovasse la morte per mano del killer che credeva di aver individuato. E fin qui tutto bene, anche se siamo nel regno del giÓ visto, la trama pu˛ sempre migliorare.
Un giorno il nostro viene chiamato sul luogo di un crimine, su cui in realtÓ non avrebbe dovuto lavorare, dal momento che si Ŕ ritirato dal servizio e si Ŕ dato all'insegnamento. Ma le analogie nella presentazione dei corpi, tra questo nuovo assassino e la sua vecchia conoscenza, inducono il suo capo a richiedere la sua presenza come affiancamento al collega che segue il caso.

I corpi nel nuovo caso, come in parte anche in quello di cinque anni prima, sono composti in pose, e in alcuni casi scomposti e ricomposti successivamente, a formare una scena che si pu˛ vedere del tutto solo da una prospettiva specifica. E qua siamo in piena scopiazzatura da mille thriller, che prima di questo ci hanno abituati alle decorazioni e alle ricostruzioni con parti del corpo di poveretti che passavano per caso da quelle parti.
Poi Stan scopre una serie di indizi, il primo dei quali Ŕ un quadro, che il rigattiere sotto casa ha trovato davanti alla porta e ha messo in vetrina, e che casualmente riproduce la scena dell'ultimo crimine. Ne aveta abbastanza? PerchŔ altrimenti si pu˛ dire anche che il procacciatore di pezzi d'arte del detective lo porta per caso ad una mostra, in cui lui riconosce la sua poltrona di casa.

Dico sul serio.

Poi, con in mano il nome dell'autrice della mostra e con le sue impronte prese su un'opera, i nostri validi poliziotti risalgono a un indirizzo. Il quale li porta dritti in un magazzino dove ci sono delle belle installazioni e un manichino con su il nome dell'artista.
E a questo punto Ŕ chiaro a tutti che la situazione non migliorerÓ, anzi che pu˛ solo peggiorare. Ecco quindi il maniaco telefonare a Stan e dargli un appuntamento. Dove lui andrÓ da solo.

Ora lo spettatore si trova nella difficile situazione di dover scegliere se alzarsi subito e andare a prendersi un gelato, o infliggersi questa scemenza fino alla fine. Chi si alzerÓ non avrÓ perso nulla. Mentre chi resterÓ avrÓ modo di porsi alcuni interessanti quesiti. Il primo dei quali riguarda il criterio con il quale Willem Dafoe sceglie le sue interpretazioni. Questa pare assai da vicino il tipo di sceneggiatura scelta col criterio "non mandatemi il copione, basta l'assegno"

Poi lo spettatore che volesse pu˛ domandarsi come mai Peter Stormare non imbrocca un film dalla sua pur gigionesca interpretazione di Lou in Constantine.

E, ultimo ma non meno importante come cavolo Ŕ stato possibile che una pellicola che ha un potenziale di coinvolgimento inferiore alle risse televisive nel salotto della De Filippi, possa essere distribuita nelle sale. SarÓ l'estate. Oppure il fatto che i distributori hanno deciso di adeguare le loro scelte al pubblico cerebroleso da anni di tv spazzatura e di cinepanettoni e cinecocomeri. Peccato che il restante pubblico dotato di cervello, in realtÓ una bella fetta di audience, non sia affatto contento di queste scelte di distribuzione. Ma forse bisognerebbe andare a gridarlo in tv, dove il restante della popolazione, in pratica i decerebrati e i distributori, passa le sue serate frastornato dalle luci e dalle esposizioni di belle ragazze.

Commenta la recensione di ANAMORPH sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Anna Maria Pelella - aggiornata al 29/06/2009

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

abigail (2024)accattaromaancora un'estateanother endanselmarcadianaugure - ritorno alle originiautobiography - il ragazzo e il generaleback to blackbrigitte bardot forevercattiverie a domicilioc'era una volta in bhutanchallengerscivil warcoincidenze d'amorecome fratelli - abang e adikconfidenzadamseldicono di tedrive-away dollsdune - parte duee la festa continua!eileenennio doris - c'e' anche domanieravamo bambinifantastic machinefino alla fine della musicaflaminiaforce of nature - oltre l'ingannofuriosa: a mad max sagagarfield - una missione gustosaghostbusters - minaccia glacialegirasoligli agnelli possono pascolare in pacegodzilla e kong - il nuovo imperoi dannatii delinquentii misteri del bar etoileif - gli amici immaginariil caso goldmanil caso josetteil cassetto segretoil coraggio di blancheil diavolo e' dragan cyganil gusto delle coseil mio amico robotil mio posto e' quiil posto (2024)il regno del pianeta delle scimmieil segreto di liberatoil teorema di margheritaimaginaryinshallah a boyio e il seccokina e yuk alla scoperta del mondokung fu panda 4la moglie del presidentela profezia del malela seconda vitala terra promessala zona d'interessel'esorcismo - ultimo attol'estate di cleolos colonosmarcello miomay decemberme contro te: il film - operazione spiememory (2023)metamorphosis (2024)monkey manmothers' instinctneve (2024)niente da perdere (2024)non volere volareomen - l'origine del presagio
 HOT R
povere creature!priscillaquell'estate con irenerace for glory - audi vs lanciarebel moon - parte 2: la sfregiatricered (2022)ricky stanicky - l'amico immaginarioritratto di un amoreroad house (2024)samadsaro' con tese solo fossi un orsosei fratellishirley: in corsa per la casa biancasolo per mesopravvissuti (2022)spy x family code: whitesull'adamant - dove l'impossibile diventa possibilesuperlunatatami - una donna in lotta per la liberta'the animal kingdomthe fall guythe penitent - a rational manthe rapture - le ravissementthe watchers - loro ti guardanoti mangio il cuoretito e vinni - a tutto ritmototem - il mio soletroppo azzurroun mondo a parte (2024)una spiegazione per tuttouna storia neraunder parisvangelo secondo mariavincent deve morirevita da gattovite vendute (2024)zafira, l'ultima reginazamora

1051430 commenti su 50768 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BLACKOUT (2023)BURNING DAYSCABRINICURSE OF HUMPTY DUMPTY 3GORATHHUMANEIL CLAN DEL QUARTIERE LATINOIL MOSTRUOSO DOTTOR CRIMENIL PRINCIPE DEL MIO CUOREIL SENSO DELLA VERTIGINELA NOTTE DEGLI AMANTILEDALISA FRANKENSTEINMAGGIE MOORE(S) - UN OMICIDIO DI TROPPOMORBOSITA'ONCE WITHIN A TIMEPENSIVEQUESTA VOLTA PARLIAMO DI UOMINISONG OF THE FLYTERRORE SULL'ISOLA DELL'AMORETHE AFTERTHE CURSE OF THE CLOWN MOTELTHE DEEP DARKTHE JACK IN THE BOX RISESTHE PHANTOM FROM 10.000 LEAGUES

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net