Recensione bimba col pugno chiuso regia di Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Umberto Migliaccio Italia 2013
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione bimba col pugno chiuso (2013)

Voto Visitatori:   6,00 / 10 (1 voti)6,00Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film BIMBA COL PUGNO CHIUSO

Immagine tratta dal film BIMBA COL PUGNO CHIUSO

Immagine tratta dal film BIMBA COL PUGNO CHIUSO

Immagine tratta dal film BIMBA COL PUGNO CHIUSO

Immagine tratta dal film BIMBA COL PUGNO CHIUSO

Immagine tratta dal film BIMBA COL PUGNO CHIUSO
 

Giovanna Marturano, classe 1912, partigiana, medaglia di bronzo al valor militare, Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana, Ŕ un'anziana "bimba" di 101 anni che ha cominciato ad odiare i fascisti fin da quando di anni ne aveva 10 anni, allorquando, insieme alla sua mamma, per le vie di Roma ha assistito all'avanzata del fascismo, dalla marcia su Roma del 28 ottobre 1922, alla proclamazione della dittatura, fino alla dura repressione del regime contro i suoi oppositori.
Da allora non ha mai smesso di lottare, nemmeno oggi che ha superato i 100 anni di etÓ.
E la sua testimonianza che porta nelle scuole con una luciditÓ veramente invidiabile, che vale pi¨ di qualsiasi libro di storia, ci fa scoprire di quanta energia ancora disponga e di quanto sia indomita la sua volontÓ di tenere fede al motto della sua vita: "dal lavoro si va in pensione, dalla lotta no".

In "Bimba col pugno chiuso", la sua voce, i suoi ricordi, le sue memorie prendono per mano lo spettatore e gli fanno ripercorrere la storia di un paese che viene da uno dei periodi pi¨ tetri della sua storia, dal dramma della guerra e dalla lotta partigiana.
Storia ricostruita non con sbiadite immagini di repertorio, ma con disegni ed animazioni realizzate dalla mano esperta di Maurizio Ribichini. L'Italia del 1940 si anima cosý dinnanzi ai nostri occhi e la storia collettiva si fonde e si confonde con la storia personale di una donna straordinaria.
In "Bimba col pugno chiuso", Giovanna Marturano, partendo dai suoi ricordi riesce a raccontare un secolo di vita da partigiana, anni difficili ma carichi di ideali, che la fecero sentire viva e utile e hanno donato alla sua esistenza un valore profondo di giustizia e veritÓ da perseguire.
Il suo Ŕ un racconto di parte, di quella parte che per anni ha lottato contro il regime fascista, per la libertÓ e l'equitÓ sociale, in un momento in cui parlare di politica, fare politica, combattere in nome di un credo politico, non solo era proibito, ma era anche pericoloso per la propria incolumitÓ e per quella dei propri familiari. Specie per le donne, che il regime (ma anche i compagni di partito) riteneva di minor intelletto e di minori capacitÓ degli uomini ("avete il cervello pi¨ piccolo", le dicevano).

Nata in una famiglia di origine sarda trasferitasi a Roma negli anni venti, figlia di un impiegato statale interessato pi¨ alla sua carriera che alla politica, anche se critico verso il fascismo, Giovanna ha imparato dalla madre, Antonietta Pintor, fervente antifascista (era cugina di Giame e Luigi Pintor), la tolleranza e il rispetto verso il prossimo, il senso della democrazia, il valore della libertÓ e l'amore per la giustizia, ma anche l'odio verso il totalitarismo fascista e l'avversione verso ogni forma di prepotenza e prevaricazione.
Era ancora una bambina quando conobbe il volto feroce del fascismo, rappresentato da un gruppo di squadristi armati che seminavano terrore e violenza per le vie di Roma sparando all'impazzata per intimorire e spaventare i passanti.
Ed era ancora bambina quando, insieme alla sorella Giuliana, faceva la guardia per evitare sorprese della polizia, mentre nella sua casa romana, trasformata dalla madre in un avamposto antifascista, si preparavano e stampavano clandestinamente volantini antifascisti da distribuire per le strade della capitale.

Giovanna racconta un secolo intero della sua vita, delle difficoltÓ come donna che ha dovuto affrontare, delle persecuzioni e delle violenze che ha dovuto subire.
Giovanna ha conosciuto il carcere e il confino nell'isola di Ventotene (che un nostro "politico" ha definito una vacanza al mare), assieme alla madre condannata a 5 anni di domicilio coatto. Proprio su quell'isola spos˛ Pietro Grifone (conosciuto al tempo degli studi al liceo Visconti), anche lui deportato, e conobbe Sandro Pertini e Giuseppe Di Vittorio. Ha condiviso con i familiari le persecuzioni e le violenze di regime: un fratello condannato a 14 anni di galera, un altro costretto a rifugiarsi in URSS.
Aveva 24 anni quando a Milano (dove la famiglia si era trasferita da Roma) ha aderito al PCI clandestino. ╚ stata in carcere a S. Vittore per essere stata scoperta a tradurre dal francese un testo antifascista e ha affrontato la detenzione con la stessa determinazione e leggerezza con cui ha affrontato ogni altra difficoltÓ.

Schedata come sovversiva nel 1941, quando chiese il permesso di andare a Ventotene per sposare Grifone, il regime tent˛ di impedirglielo e di impedire quello che sarebbe stato ricordato come "il matrimonio di Ventotene". I disegni e le illustrazioni si sostituiscono ai ricordi di Giovanna, quando giovanissima, si occupava del "soccorso rosso", l'organizzazione che si occupava di fornire aiuto alle famiglie dei "compagni" arrestati dai fascisti. Ricordi che la commuovono e ci commuovono quando racconta della solidarietÓ che caratterizzava i rapporti tra i militanti della Resistenza: "era gente povera, che non aveva quasi nulla", ricorda, "eppure quando andavamo a chiedere aiuto, mettevano da parte qualcosa per i figli e il resto lo davano a noi".
E poi ancora il ricordo delle donne nella Roma occupata, stretta nella morsa della violenza, del terrore e soprattutto della fame; dell'assalto ai forni; della strage del 7 aprile del '44 delle dieci donne, ammazzate al Ponte dell'Industria (conosciuto dai romani come Ponte di Ferro) dai mitra nazi-fascista, colpevoli di aver rubato pane e farina al forno Tesei, che riforniva le truppe occupanti.
E' una storia che ci appartiene quella che racconta Giovanna Marturano e che non si ferma alla liberazione.
I ricordi scorrono nel tempo e si arriva all'Italia del dopoguerra, libera ma non ancora evoluta, emancipata, soprattutto nei confronti delle donne (nonostante la conquista del diritto di voto): "noi partigiane abbiamo lottato e rischiato la vita come e pi¨ degli uomini, eppure di riconoscimenti ne abbiamo avuti ben pochi, anche per questo la lotta non pu˛ e non deve finire", perchÚ "resistere Ŕ un obiettivo ideologico, non si smette di essere partigiani alla fine della guerra"

"Bimba col pugno chiuso" colpisce non solo per la drammaticitÓ degli eventi raccontati, ma anche per l'originalitÓ con cui sono raccontati, grazie alla felice intuizione di non utilizzare documentazione d'archivio, sostituita dai tre registi (Claudio Di Mambro, Luca Mandrile e Umberto Migliaccio) con materiale rielaborato con la tecnica del disegno animato, dal disegnatore e fumettista Maurizio Ribichini, che si diverte ad assemblare il bianco e nero con il colore nello stesso disegno.
In tal modo i ricordi di Giovanna diventano memoria collettiva e danno valore universale al suo messaggio, cosý vero ed attuale nella sua drammaticitÓ.
Anche le musiche e le canzoni popolari scelte come colonna sonora (come "Sventola bandiera rossa"), contribuiscono a fare di "Bimba col pugno chiuso" un film energico e ricco di spunti riflessivi, assolutamente da vedere per nutrire la memoria.
Particolarmente significativo il passaggio in cui vediamo Giovanna portare il suo racconto agli studenti di una scuola, le nuove generazioni bisognose di esempi costruttivi, dalle quali "si va non solo per insegnare ma anche per imparare da loro il nuovo, la civiltÓ, l'evoluzione". "L'esperienza fatta non basta, ogni giorno dobbiamo imparare qualcosa, fare sempre nuove esperienze per poter cambiare le cose".
Ma non Ŕ solo nelle scuole che Giovanna tiene vive le sue memorie: Ŕ bello vederla alle manifestazioni, circondata dai ragazzi dei centri sociali, sotto le bandiere rosse, tra i pugni alzati. Anche questo Ŕ lottare, ci ricordano i registi del film, che si chiude con il saluto ai "bimbi col pugno chiuso che verranno".
Con l'augurio che siano in tanti.

"Bimba col pugno chiuso" Ŕ prodotto da un gruppo di 441 persone e realtÓ associative sparse in tutta Italia e non solo, che hanno sostenuto il progetto dei tre registi e poi la sua realizzazione attraverso il portale "produzionidalbasso" per Todomodo, che ha lanciato la campagna di crowdfunding.

Commenta la recensione di BIMBA COL PUGNO CHIUSO sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Mimmot - aggiornata al 04/06/2013 15.49.00

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

800 eroia cena con il lupoa classic horror storya dayagente speciale 117 al servizio della repubblica - missione rioagente speciale 117 al servizio della repubblica: missione cairoagnesall my lifeamazing grace (2018)
 NEW
ancora piu' belloatlasbaphometbeckettblack widow (2021)blood brothers: malcolm x & muhammad aliblood red sky
 NEW
blue bayoubon joviboys (2021)candymancapitan sciabola e il diamante magicocensorcodacome un gatto in tangenziale - ritorno a coccia di mortocomediansdau, natashademonic (2021)
 NEW
dune (2021)earwig e la stregaennio: the maestroescape room 2: gioco mortaleextraliscio - punk da balerafalling - storia di un padrefast & furious 9 - the fast sagafear street parte 1: 1994fear street parte 2: 1978fear street parte 3: 1666fellinopolisfigli del soleframmenti dal passato - reminiscencefree guy - eroe per giocofuturahasta la vista!i croods 2 - una nuova erai profumi di madame walberg
 NEW
il cieco che non voleva vedere titanicil collezionista di carteil gioco del destino e della fantasia
 NEW
il giro del mondo in 80 giorni (2021)
 NEW
il matrimonio di rosail mostro della cripta
 NEW
il ragazzo piu' bello del mondo
 NEW
il silenzio grande
 NEW
il viaggio del principein prima lineain the earthin the heights - sognando a new yorkio sono nessunoio, lui, lei e l'asinojodorowsky's dunejosepjungle cruisekatekufidla brava mogliela casa in fondo al lagola cordigliera dei sognila felicita' degli altri...la grande staffettala guerra a cubala guerra di domani (2021)la nostra storiala notte del giudizio per semprela ragazza con il braccialettola ragazza di stillwaterla terra dei figlila vita che verra'l'amante russol'amore non si salet us inlucal'uomo nel buio - man in the darkmadres paralelasmalignant (2021)mandibules - due uomini e una moscamarx puo' aspettareme contro te: il film - il mistero della scuola incantatamedusa: queen of the serpentmi chiedo quando ti manchero'mondocane (2021)monster hunterno sudden movenowhere specialocchi bluoldpenguin bloomper luciopeter rabbit 2 - un birbante in fugapigpossession - l'appartamento del diavolopunta sacraquello che non so di tequi rido ioreflectionritorno in apnearoom 9run (2020)school of mafia
 NEW
schumachershang-chi e la leggenda dei dieci anellisibyl - labirinti di donnasnake eyes: g.i. joe - le originisongbird
 NEW
spin time, che fatica la democrazia!spiral - l'eredita' di sawspirit - il ribellestate a casastorm boy - il ragazzo che sapeva volare
 NEW
supernova (2021)the book of visionthe boy behind the doorthe green knightthe ice roadthe lockdown hauntingsthe nest (2021)
 NEW
the night house - la casa oscurathe protege'the sparks brothersthe suicide squad - missione suicidathe voyeursthey talktigerstoo late (2021)toothfairy 3triumphuna donna promettente
 NEW
una relazioneuno di noiuntitled horror movie (umh)volami viavoyagerswelcome venicex&y - nella mente di anna

1020856 commenti su 46284 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net