Recensione fantasmi da marte regia di John Carpenter USA 2001
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione fantasmi da marte (2001)

Voto Visitatori:   5,07 / 10 (136 voti)5,07Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film FANTASMI DA MARTE

Immagine tratta dal film FANTASMI DA MARTE

Immagine tratta dal film FANTASMI DA MARTE

Immagine tratta dal film FANTASMI DA MARTE

Immagine tratta dal film FANTASMI DA MARTE

Immagine tratta dal film FANTASMI DA MARTE
 

"Il mio regista preferito su tutti, colui che mi ha maggiormente ispirato Ŕ Howard Hawks. Un dollaro d'onore, gli avventurieri dell'aria, El dorado, e quasi tutte le sue opere mi hanno influenzato, non solo per la capacitÓ di direzione degli attori, ma anche per i suoi sentimenti verso la vita e il modo di esprimerli nei film." John Carpenter

E' inutile girarci troppo intorno.
"Ghost of Mars", nonostante l'approccio apparentemente horror-fantascientifico, Ŕ a tutti gli effetti un Western. C'Ŕ l'uomo bianco, invasore di terre sconosciute e inesplorate, c'Ŕ il legittimo proprietario, il "diverso", o meglio il classico indiano.
C'Ŕ Marte, che con le sue distese immense si va a sostituire perfettamente al classico paesaggio americano.
Infine, ancora una volta c'Ŕ Hawks.
Il film pu˛ essere visto come l'ennesima variazione sul pessimismo carpenteriano, in chiave puramente classica; un ristretto gruppo di uomini, ancora una volta un assedio in una zona isolata, e ancora un anti-eroe, incapace di credere nel sistema ("Per me un detenuto e un poliziotto sono la stessa cosa" ci dice il protagonista Ice Cube), che richiama da vicino Napoleone Wilson.
La pellicola Ŕ insomma, almeno da questo punto di vista, una rivisitazione, un riassunto delle tematiche carpenteriane.

In "Ghost of Mars" tuttavia l'apocalisse Ŕ giÓ avvenuta. Il "male" ha giÓ vinto.
Se in "Fuga da L.A." il regista quasi invocava la fine della civiltÓ moderna, con lo spegnimento di ogni forma energetica sul pianeta terra, nella sua ultima pellicola Carpenter sceglie Marte per ambientare la vicenda. La terra non c'Ŕ nemmeno, vive solamente nei ricordi e nelle allucinazioni della sua protagonista (la grande e immensa onda marina). Gli uomini sono in sostanza una specie in via di estinzione, scacciati dal loro pianeta, in cerca di nuove terre dove stabilirsi e sempre in eterna lotta armata contro il "male".
Il cambiamento di ambientazione rispetto alla terra dunque non Ŕ casuale. In venti anni e pi¨ di carriera John Carpenter ci ha raccontato il male annidato in ogni angolo della societÓ, dai cinici uomini politici (le "fughe"), alla letteratura ("il seme della follia") e ha sempre previsto e talvolta quasi desiderato la fine di ogni cosa, l'apocalisse.
Ora invece, quando sulla terra ogni cosa Ŕ scomparsa Ŕ Marte il luogo dove gli ultimi uomini continuano la lotta.
E questa battaglia Ŕ condotta in una societÓ che Ŕ incapace di sopravvivere a se stessa, se non mutandosi continuamente, da teocratica in "Fuga da L.A." a matriarcale in "Ghost of Mars".

Nonostante le tematiche apocalittiche alla Carpenter il film non Ŕ solo l'ennesimo omaggio al cinema hawksiano, ma ne rappresenta quasi un confronto, una specie di sfida.
E' vero che la presenza femminile nella pellicola ha un ruolo importante, mai secondaria a quella degli uomini, anche nell'uso della forza.
E' anche vero tuttavia che il personaggio femminile Ŕ apparentemente forte, decisa e sicura di se, ma in realtÓ tale sicurezza vela una grande fragilitÓ. La modella Natasha Henstidge -non brava, ma decisamente molto bella- dovrebbe rappresentare la tipica forte eroina hawksiana, ma in realtÓ Ŕ costantemente strafatta di pasticche.
E ancora le schermaglie tra i sessi che, come in ogni pellicola di Hawks, scandiscono in modo ironico "Ghost of Mars", sono fonte di ambiguitÓ. Nelle commedie del maestro la superioritÓ femminile e l'umiliazione del maschio erano evidenti. Qui ci˛ non accade. La donna cede anche alla tentazione, dopo i numerosi tentativi di "avance" da parte di uno dei soldati.
Insomma in questa pellicola vi Ŕ il tipico "eroe", carpenteriano, a confronto con una sorta di eroina, che in modo solo apparente assomiglia alla classica donna hawksiana, ma che Ŕ, ne pi¨ ne meno, identica agli altri uomini.
Ci sono poi altri aspetti interessanti della pellicola di Carpenter.
Innanzitutto il cambiamento di registro narrativo rispetto alla pura classicitÓ. Per la prima volta nella sua carriera il regista rompe del tutto la linearitÓ, fatta a pezzi dall'uso costante del flashback. Ci troviamo di fronte in sostanza ad un film polifonico. Come in "Rashmon", un evento (ad esempio quello che precede la morte di Pam Grier) Ŕ focalizzato da diversi testimoni, chi in maniera diretta (la protagonista), chi in maniera indiretta (il sergente).
Un'altra novitÓ consistente nella filmografia di Carpenter Ŕ l'utilizzo del digitale per la creazione del "fantasma", che contribuisce a dare un tocco di modernitÓ alla vicenda e che, come dice il regista non ha nessuna implicazione teorica.
Infine la scelta delle musiche. Rilevante Ŕ il cambiamento rispetto a "Vampires". Il regista, come sempre autore anche della soundtrack, sceglie questa volta delle sonoritÓ quasi sempre pesanti, heavy metal, che irrompono nelle scene di battaglia.

Per concludere "Ghost of Mars" Ŕ una pellicola da non perdere sia per gli amanti di Carpenter, che per quelli di Hawks.
Ma anche il semplice spettatore non ne rimarrÓ deluso. La pellicola Ŕ certo molto cupa, ma fonte di grosso spettacolo.
John Carpenter ancora una volta si Ŕ dimostrato uno dei migliori tra tutti gli autori americani contemporanei.
Solo lui, con pochi altri, conosce alla perfezione tutti i pi¨ grandi maestri del cinema americano, e non mi riferisco solo ad Howard Hawks. Pensiamo a Nicholas Ray ("Johnny Guitar", altra fonte di ispirazione ) e sopratutto al maestro nipponico Akira Kurosawa (notate tutti i flashback talvolta anche sovrapposti che ricordano quelli del capolavoro "Rashmon").
Lo stesso autore ha definito il proprio film "Una specie di Rashmon nello spazio".
"Ghost of Mars" Ŕ infine una discreta opera con un budget estremamente ridotto, se lo confrontiamo con le attuali produzioni americane, Ŕ molto ironico, anche se non Ŕ niente di particolarmente nuovo nella filmografia del regista.

Commenta la recensione di FANTASMI DA MARTE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Requiem - aggiornata al 07/07/2005

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

2028: la ragazza trovata nella spazzaturaa letto con sartreacqua alle cordeanataranche ioannie ernaux - i miei anni super 8ant-man and the wasp: quantumaniaargentina, 1985argonuts - missione olimpoarmageddon time - il tempo dell'apocalisseassassin clubasterix & obelix - il regno di mezzoavatar - la via dell'acquababylon (2022)benedettabigger than us - un mondo insiemebillie eilish: live at the o2bussano alla portac'era una volta in italia - giacarta sta arrivandocharlotte m.: il film - flamingo partychiaracocainorsocreed iiidecision to leavedelta (2023)diario di speziedisco boydomino 23 - gli ultimi non saranno i primi
 NEW
dungeons & dragons - l'onore dei ladrieducazione fisicaemancipation - oltre la liberta'empire of lighteoera oraernest e celestine - l'avventura delle 7 note
 NEW
evelyne tra le nuvoleeverything everywhere all at once - la vita, il multiverso e tutto quantofairytale - una fiabagigi la leggegli occhi del diavologli spiriti dell'isolagodland - nella terra di diograzie ragazziheadshot (2023)hidden - verita' sepolteholy spiderhometown - la strada dei ricordii nostri ieriil boemoil cacio con le pereil capofamigliail corsetto dell'imperatriceil frutto della tarda estateil gatto con gli stivali 2 - l'ultimo desiderioil grande giornoil mio amico massimoil primo giorno della mia vitail ritorno (2022)
 NEW
il ritorno di casanova (2023)il viaggio leggendarioio vivo altrove!john wick 4jung_ekill me if you cankiller her goatsklondikela fata combinaguaila ligne - la linea invisibilela memoria del mondola primavera della mia vitala seconda vialadri di natalelaggiu' qualcuno mi amale otto montagnele vele scarlattel'innocente (2023)l'ispettore ottozampe e il mistero dei misteril'ombra di goyal'ultima notte di amorel'uomo che disegno' diol'uomo sulla stradam3ganma nuitma tu, mi vuoi bene?magic mike - the last dancemarcel the shellmasquerade - ladri d'amoreme contro te: il film - missione giunglamiracle (2023)missing (2023)mixed by errymoney shot: la storia di pornhubmummie - a spasso nel temponannynapoli magicanarvik: hitler's first defeatnatale a tutti i costinavalnynezouh - il buco nel cielonon cosi' vicinopamela, a love story
 NEW
pantafaparlate a bassa voceperfetta illusionepinocchio di guillermo del toropreparativi per stare insieme per un periodo indefinito di tempoprimadonnaprofeti
 NEW
quandoromantichesaint omersbagliando s'imparascream visharpershazam! furia degli deisi', chef! - la brigadestranizza d'amuritarterezin
 NEW
terra e polverethe fabelmansthe honeymoon - come ti rovino il viaggio di nozzethe leechthe mean onethe offering (2022)the pale blue eye - i delitti di west pointthe planethe quiet girlthe sonthe straysthe whaletill - il coraggio di una madretramite amiciziatre di troppotre minutitrieste e' bella di nottetutto in un giornoun bel mattinoun matrimonio esplosivoun uomo feliceun vizio di famigliauna relazione passeggeraverawhat's love?whitney - una voce diventata leggendawomanwomen talking - il diritto di scegliereyakari: un viaggio spettacolare

1038466 commenti su 49066 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

10 PASSI DELL'AMOREA CHRISTMAS PRINCESSAGENT GAMEALONE AT NIGHTAMITYVILLE THANKSGIVINGASSASSINO AMERICANOCALL JANECHRISTUSE' STATO TUTTO BELLO - STORIA DI PAOLINO E PABLITOFEAR (2023)FIRE - NESSUNA VIA D'USCITAI CACCIATORI DEL CIELOINFIESTOLA MIA VERSIONE DELL'AMORELA SIGNORA DEI TROPICILANDLOCKEDLEGENDARY - LA TOMBA DEL DRAGONELEGIONSLO STRANGOLATORE DI BOSTON (2023)MALEDICTION - LA MALEDIZIONE DI ARTHURNIGHT OF THE BASTARDNON MOLLARE MAIPLAY DEAD (2022)PRINCIPESSA PER CASOR.M.N.SFORTUNATA IN AMORESHADOW (2018)SILENZIO: SI UCCIDETADDEO L'ESPLORATORE E IL SEGRETO DI RE MIDATADDEO L'ESPLORATORE E LA TAVOLA DI SMERALDOTEN TIGERS FROM KWANGTUNGTHE DEVIL CONSPIRACYTHE LAST EXECUTIONTHE SILENT FORESTTHE UNTOLDTRUE SPIRITUNA STORIA AMBIGUA

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net