Recensione il resto della notte regia di Francesco Munzi Italia 2008
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

Recensione il resto della notte (2008)

Voto Visitatori:   6,89 / 10 (9 voti)6,89Grafico
Dimensione testo: caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi

locandina del film IL RESTO DELLA NOTTE

Immagine tratta dal film IL RESTO DELLA NOTTE

Immagine tratta dal film IL RESTO DELLA NOTTE

Immagine tratta dal film IL RESTO DELLA NOTTE

Immagine tratta dal film IL RESTO DELLA NOTTE

Immagine tratta dal film IL RESTO DELLA NOTTE
 

Il "resto della notte" è il momento in cui si decide del giorno, è momento per fare i conti con se stessi e con le proprie responsabilità, per riflettere sul passato e guardare fugacemente nel possibile futuro.
I protagonisti del film di Francesco Munzi, qui alla sua seconda regia, si aggirano per ambienti ostili, difficili: tutte le scene sono tagliate da muri, sono chiuse da un labirinto, insieme urbano e sociale. La storia si stende su tre nuclei famigliari, tutti devastati da qualcuno, dall'estraneo o dall'assenza di qualcosa.
Il primo gruppo che appare sullo schermo è quello altolocato, in tutti i sensi: ricca famiglia murata in una roccaforte di lusso sui colli torinesi; l'improvvisa scomparsa dei gingilli della nonna, orecchini di perla, butta legna su quel gran falò che è il razzismo. Di questo furto-rottura viene incolpata la colf rumena, Maria (Laura Vasiliu).
Il secondo gruppo famigliare è quello di due fratelli rumeni, Ianut e Victor, appena usciti da un grave lutto: l'intrusione-rottura di Maria porterà alla disgrazia.
Il terzo gruppo è spezzettato, adrenalinico, nelle parole e nel pensiero: un tossico con un figlio nelle grinfie della sua ex e del suo compagno arabo. La rottura-presenza/assenza del figlio isola completamente questo povero drogato (l'eccezionale Stefano Cassetti), che non si fida più di nessuno, neanche delle medicine che assume.

Quest'affresco è pieno di animi scossi da silenzi adulteri, gelosia maschile, coraggio di andare avanti: non c'è differenza tra ricchi e poveri, tra tossici e ricettatori, tra immigrati ed indigeni; gli affanni uniscono questi personaggi in un filo conduttore che si chiama umanità, anche se loro stessi, immersi nelle proprie bili, non se ne accorgono. Ed è questo il messaggio di Munzi: non vedete che siamo tutti uguali, non vedete che piangiamo allo stesso modo?
Di giorno o di notte le angosce restano le stesse, per tutti; tant'è vero che alla fine si incontrano tutte in un unico momento, nello stesso luogo. Ma la componente diurna e notturna è qui fondamentale, non solo d'importanza scenica. È di giorno che i personaggi si muovono in spazi aperti, in respiri e apparenti fughe dal labirinto; è di giorno che la figlia dei privilegiati parte col fidanzato in gita; è di giorno che il ragazzo tossico, che sembra un personaggio di Pazienza, strappa suo figlio dai labirinti deserti della scuola elementare per portarlo in riva al mare. Ma, in tutti questi momenti, il giorno è livido, le facce sono bianche, i capelli sporchi. La luce di questi momenti non è liberatrice, ma squallida, opaca, nuvolosa, mostra il peggio, la cecità dei personaggi, che credono di essersi divincolati dai corridoi del labirinto e invece vi affogano sempre più, come nelle sabbie mobili.

E la notte? Di notte avvengono i misfatti, esce fuori "la peggio umanità": adulteri, ladri, assassini; anche di notte, in fondo, si è tutti uguali. Ma la notte è diversa: tutto diventa "chiaro". Se si è colpevoli nella notte, allora serve un momento, un "resto", uno scarto che renda lucidi, saggi nel dolore: quel "resto" dove si può credere di cambiar vita. E allora la vera luce, quasi religiosa, è quella finale, l'ultima inquadratura, in cui la macchina da presa è ferma nell'ombra e Victor e Maria si allontanano verso la luce, chiara e solare, finché escono fuori dall'inquadratura. Come uscendo da un coma, si vede la luce d'uscita (e d'entrata insieme: ogni uscita è sempre un'entrata), una luce che si distingue dall'ombra, che svela l'uscita del labirinto e i suoi lividi e perversi giochi.
E se la macchina da presa ha ritratto per tutto il film queste umanità sofferenti, sempre in movimento, mai statiche, bisogna chiedersi: dove vanno? Cosa cercano? Hanno trovato qualcosa? È la scena finale a dircelo: Victor e Maria ritrovano la vita; madre e figlia borghesi trovano la morte, sul giardino di casa.
Entrambe le coppie hanno perso qualcuno: ma chi è che vince, se è una storia di vinti e vincitori?

Commenta la recensione di IL RESTO DELLA NOTTE sul forum

Condividi su Facebook Condividi recensione su Facebook


Recensione a cura di Gilles - aggiornata al 09/01/2009

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell'autore e non necessariamente rappresenta Filmscoop.it

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

50 km all'oraa dire il veroamerican fictionappuntamento a land’s endarfargylle - la super spiabang bankbob marley: one lovecane rabbioso
 NEW
caracaschi segna vincecity hunter: the movie - angel dustcover story - vent'anni di vanity fairdeserto particulardieci minutidobbiamo stare vicini
 NEW
dune - parte dueemma e il giaguaro neroenea
 NEW
estraneifinalmente l'albagenoa. comunque e ovunquehazbin hotel - stagione 1how to have sexi soliti idioti 3 - il ritornoi tre moschettieri - miladyil colore viola (2023)il confine verdeil fantasma di canterville (2024)il punto di rugiadail ragazzo e l’airone
 NEW
il vento soffia dove vuolein the land of saints and sinnerskriptonla natura dell'amorela petitela quercia e i suoi abitanti
 NEW
la sala professorila zona d'interessel'amour et les foretsland of badl'anima in pacele avventure del piccolo nicolasle seduzionimadame webmartedi' e venerdi'maschile pluralemean girls (2024)mr. & mrs. smith - stagione 1
 NEW
my sweet monsternight swimno activity - niente da segnalareno way up (2024)pare parecchio parigipast livesperfect daysperipheric lovepigiama party! carolina e nunù alla grande festa dello zecchino d'oro
 R
povere creature!prima danza, poi pensa - alla ricerca di beckettpuffin rock - il filmred roomsrenaissance: a film by beyoncerobot dreamsromeo e' giulietta (2024)runnersansone e margot - due cuccioli all'operasuccede anche nelle migliori famigliesuncoastte l'avevo dettothe beekeeperthe cage - nella gabbiathe holdovers - lezioni di vitathe miracle clubthe piper (2023)the warrior - the iron clawtrue detective - stagione 4tutti tranne teuna bugia per dueupon entry - l'arrivoviaggio in giapponevolarewonder: white birdyannick - la rivincita dello spettatore

1048083 commenti su 50513 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

5 PER L'INFERNOA DREAM HOUSEA LITTLE WHITE LIEARE YOU THERE, GOD? IT'S ME, MARGARETATTI DEGLI APOSTOLIBIG BOSSBLACK SITE - LA TANA DEL LUPOBUONA PARTE DI PAOLINACLIFF WALKERSCOLPO MAESTRO AL SERVIZIO DI SUA MAESTA' BRITANNICADESTROY ALL NEIGHBORSDOMANI NON SIAMO PIU' QUIE' CADUTA UNA DONNAELVIS AND ANABELLEFAMILY SWITCHFREE WILLY - LA GRANDE FUGAFULL RIVER REDGANGS OF PARISGIORNI D'AMORE SUL FILO DI UNA LAMAI VIZI SEGRETI DELLA DONNA NEL MONDOIL GIORNO PERFETTOIL MARE (1963)IL PREZZO DEL PERICOLOINSEGNAMI AD UCCIDEREINVITO A UN OMICIDIOLA NOTTE DELL'ULTIMO GIORNOLA RAGAZZA ALLA PARILA TRAPPOLA DI MORGANLA VENDETTA DELL'UOMO INVISIBILEL'ALTRA CASA AI MARGINI DEL BOSCOL'AMORE QUOTIDIANOLAST NIGHT AT TERRACE LANESLE ALTRELE AVVENTURE DI HUCK FINN (1993)LE LADREMANI LORDEMANIAC 2: MR. ROBBIEMARGHERITA DELLE STELLEMICKEY'S MOUSE TRAPMIO PADRE E' UN SICARIOMORTE DI UN AMICONATALE A 4 ZAMPEPARIS PIGALLEPECCATO MORTALEPENSATI SEXYPER UN CALICE D'AMOREPERDONACI I NOSTRI PECCATIPIU' TARDI CLAIRE, PIU' TARDI…PUNCH (2023)RISCATTO D'AMORESCHERZI MALIGNIT.I.M.TECNICA DI UN AMORETHE BOATTHE SEEDINGTHE WELLTHEY TURNED US INTO KILLERSUN VAMPIRO IN FAMIGLIAWE ARE THE WORLD: LA NOTTE CHE HA CAMBIATO IL POPZAPPATORE (1950)

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net