5 e' il numero perfetto regia di Igort Italia, Belgio, Francia 2019
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

5 e' il numero perfetto (2019Film Novità

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film 5 E' IL NUMERO PERFETTO

Titolo Originale: 5 È IL NUMERO PERFETTO

RegiaIgort

InterpretiToni Servillo, Valeria Golino, Carlo Buccirosso, Iaia Forte, Giovanni Ludeno

Durata: h 1.38
NazionalitàItalia, Belgio, Francia 2019
Generethriller
Al cinema prossimamente

•  Altri film di Igort

Trama del film 5 e' il numero perfetto

Nella Napoli degli anni Settanta, Peppino Lo Cicero è un ex sicario della camorra che è costretto a rompere il suo ritiro in pensione dall'omicidio del figlio Nino. Finito in una terribile spirale di violenza e vendetta, se vuole salvare la vita di coloro che ama e la sua, dovrà fare il furbo ed essere più brutale dei suoi nemici. Scoprirà di essere stato tradito ma sarà in gradi di iniziare una nuova vita lasciando la città e le tradizioni che per anni lo hanno tenuto in ostaggio.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,33 / 10 (12 voti)6,33Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su 5 e' il numero perfetto, 12 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

markos  @  21/07/2020 19:55:27
   6 / 10
Napol city. In una Napoli surreale, piovosa è deserta Peppino cerva vendetta per l'assassinio del figlio….Bravo Sorrentino. Film a tratti veramente soporifero. Sufficiente.

Attila 2  @  04/06/2020 16:53:00
   6½ / 10
Una storia di camorra,vendetta e tradimenti 50 anni prima di "Gomorra".Certi personaggi sembrano i precursori della serie e la storia e' abbastanza simile seppur le ambientazioni sono quelli degli anni '70. Una testarda ricerca della vendetta' e della verita' con una "sorpresa" finale che serve piu' a rispondere a qualche domanda rimasta ancora senza risposta,che a cambiare veramente il finale del film.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  01/05/2020 20:34:07
   7 / 10
Il debutto alla regia per il fumettista Igort porta sicuramente a delle sequenze visivamente spettacolari. Toni Servillo poi, gli puoi dare qualsiasi ruolo ed è sempre al posto giusto, bene anche la spalla Buccirosso, un po' meno e inutile la Golino.
Un film che si lascia guardare con piacere, non certo originale ma visivamente ben fatto.
Finale amaro e spiazzante.

Trixter  @  27/04/2020 11:48:54
   5 / 10
5 è il numero perfetto. Anche per il voto che merita la pellicola. Tutta sulle spalle di Servillo, che svolge al meglio un ruolo romanticamente noir. Il resto sa tutto di già visto ma il problema vero è la mancanza di ritmo che rende alcune sequenze decisamente soporifere. Di carne al fuoco ce n'era e il prodotto finale sembra davvero un'occasione sprecata. Peccato, perchè i presupposti erano decisamente incoraggianti. Golino totalmente sprecata.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  19/02/2020 21:06:34
   7 / 10
Il fumetto in fondo è lo storyboard di un film e le tavole di fumetto in questo film sono la trasposizione dello stesso, nelle movenze o negli atteggiamenti ieratici dei protagonisti, a volte un po' goffi quando si entra nell'action puro, ma Igort ha saputo ricostruire una Napoli fuori dal realismo attuale di Gomorra, per esempio. Una Napoli sempre piovosa, deserta e desolata ai limiti del metafisico. All'interno di questa atmosfera hard-boiled si muovono due vecchi guappi, mossi dal senso di vendetta e di lealtà reciproca, che non hanno mai avuto ambizioni di potere, limitandosi ai compiti di gregariato e lavoro sporco, ma che si trovano a combattere quel potere che hanno sempre servito. I personaggi sono i tipici archetipi del genere, ben caratterizzati ed individuabili. Ma aldilà dell'atmosfera molto noir del film, il lavoro di Igort si inserisce in quello delle nobili intenzioni di recuperare un certo cinema di genere che qui in Italia fatica a riprendere quota, soprattutto il cinema degli anni settanta. E' un film che ha difetti, ma trattandosi di un esordio, certi peccati sono veniali.

Budojo Jocan  @  28/12/2019 14:11:36
   6½ / 10
Thriller abbastanza banale nella storia, sorretto dalle flaccide spalle di un grande Servillo, che, come purtroppo raramente accade, qui recita e non gigioneggia a sproposito. Insomma si è eretta questa baracca dorata senza curare troppo le fondamenta, quelle che dovevano sostenere i passi dei piedi comunque ben puliti e sicuri di Servillo, ma alla fine cosa resta a parte il buon impatto visivo? A me abbastanza poco, ma di sicuro non il naso con la gobba di Servillo, naso importante certo, ma non ai fini del film. Non un capolavoro ma molto vedibile.

Mauro@Lanari  @  21/12/2019 21:23:28
   3 / 10
Un "noir-rion" (Sanità) con fotografia, scenografia, costumi di prim'ordine. Anche Servillo è ben diretto e sembra recitare invece di portar'in scena la sua maschera. Però a cosa serve un epigono di Frank Miller nel 2019? Igort esordisce alla regia ribadendo alcune sue straordinarie qualità, tuttavia resto convinto che si sia perso fra l'89 e il '90, quando si mascherò d'artista vulcanico, autore poliedrico e multivalente, mentr'er'un talentuosissimo Calimero cagliaritano in furiosa cerca di sistemazione ancor più e prima che di riconoscimenti o notorietà internazionali. La sua base creativa er'a Bologna, vivev'a Parigi, insegnava Disegno alla scuola d'alta moda di Milano, lì ha collaborato col "linus" d'ODB, ha inciso 3 dischi vergognosi anche solo come parodie. Ma è appunto a Bologna che sforna i suoi capolavori, le tavole per la rivista "Fuego" èdita tra febbraio e luglio 1990. Si può entrare nella storia del fumetto con appena 6 numeri? Lui ci riuscì e meritoriamente, con dei personaggi transumanisti, iperpalestrati fallomorfi grondanti fallimento in desolati campi totali e capaci d'esprimersi giusto col turpiloquio d'Hopper in "Blue Velvet" (1986). Cronenberg e Lynch assieme in ogni singolo disegno, "càzzo càzzo càzzo, lungo martirio alla nuova carne". Igort sfonda e dal '91 pubblica per case editrici nipponiche, "Fuego" termina la sua ragion d'essere quale trampolino di lancio e chiude. D'allora il cagliaritano non ha più prodotto nulla di paragonabile, fra rielaborazioni e ristesure impiega circ'un decennio per ultimare "5 è il numero perfetto", opera di finzione sul camorrista Peppino Lo Cicero che nel 2003 vinc'il premio come libro dell'anno al Frankfurt Bookfair e che col tempo è diventato il suo "graphic novel" più popolare, amato da John Woo, Takashi Miike, Johnnie To. Eppure l'Igort non derivativo bensì d'un'avanguardia estrema e cristallina, visionaria e malata, è altrove, in quella manciata di numeri forse reperibili su eBay.

Mauro Lanari

Jumpy  @  20/09/2019 18:34:58
   7 / 10
Neapolitan Sin City :P
questa è la prima cosa che mi è venuta in mente vedendo il taglio fumettistico delle inquadrature, l'uso molto studiato di luci e saturazione dei colori, le musiche, la coreaografia delle sparatorie.
E' vero, sa di già visto, ma mi è piaciuto molto: cast ben calibrato e misurato nei ruoli (l'interpretazione molto teatrale di Servillo che in "la ragazza nella nebbia" forse era eccessiva) qui ci sta molto bene: è adeguata al contesto gangster/noir).
L'interpretazione di Buccirosso...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Anche a me è dispiaciuto che al cinema sia passato in secondo piano, ma purtroppo, si è trovato "schiacciato" in una settimana di uscite di film di massa che hanno attirato il grosso del pubblico.

Invia una mail all'autore del commento marlamarlad  @  10/09/2019 12:14:53
   6½ / 10
Tutto già visto, la suddivisione in capitoli, il taglio fumettistico. Mirabile la prima sequenza di sparatoria.

marimito  @  09/09/2019 09:28:32
   7 / 10
Una Napoli surreale, un'atmosfera noir da graphic novel, un Toni Servillo in grande spolvero (lui è sempre sul pezzo), tutto si snoda intorno al caffè, leit motiv del film, in certi punti troppo fantasioso per poterlo considerare reale, ma forse nella realtà molto vero per poterlo considerare fantasia.

Wilding  @  08/09/2019 20:54:15
   7½ / 10
Ovviamente fumettistico, ma originale, affascinante e coinvolgente. Magistrale Servillo, ma ottimo tutto il cast.

Manticora  @  05/09/2019 17:54:42
   7 / 10
Un film non facile ma che centra il bersaglio come un proiettile di pistola. Il fatto che Igort sia anche il creatore del fumetto da cui deriva il film è molto importante, dato che la resa visiva è resa in maniera notevole. Un noir ambientato negli anni 70, tra sparatorie, vendette e tradimenti, sembra un film di john woo o Jonnie To, il quale ha rischiato seriamente di co-dirigere la pellicola. Indubbiamente l'interpretazione di Toni Servillo è un altro proiettile nel caricatore, un vecchio guappo criminale, che decide di scatenare una guerra, dopo l'uccisione del figlio, il tutto grazie all'aiuto di Toto, un Carlo Buccirosso in forma, che rivelerà più di qualche sorpresa. E poi c'è Valeria Golino che è l'anima femminile del film, i suoi occhi grigio acciaio ascoltano più di quanto sembri. Napoli poi è resa bene, una città oscura, piovosa, in cui quasi tutta la storia si svolge di notte, nel rione Sanità e dentro i palazzi vecchi e fatiscenti, in un contesto anni 70 reso benissimo.
Purtroppo il film non ha avuto successo, il pubblico generalista è corso in massa a vedere l'ennesima fotocopia live-action di un classico Disney scopiazzato anche da Go Nagai.
"Cinque, è il numero perfetto!"

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008730 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net