abbandonata dal destino regia di Peter Levin USA 2003
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

abbandonata dal destino (2003)

Commenti e Risposte sul film Recensione sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film ABBANDONATA DAL DESTINO

Titolo Originale: HOMELESS TO HARVARD: THE LIZ MURRAY STORY

RegiaPeter Levin

InterpretiThora Birch, Michael Riley, Robert Bockstael, Makyla Smith, Kelly Lynch, Ellen Page

Durata: h 2.00
NazionalitàUSA 2003
Generedrammatico
Al cinema nell'Aprile 2003

•  Altri film di Peter Levin

Trama del film Abbandonata dal destino

Liz Murray viene allevata da genitori amorevoli ma tossicodipendenti. In seguito ad una disgrazia, Liz a quindi anni rimane senza casa, ingegnandosi tra mille lavori per mantenersi gli studi. Ispirato ad una storia vera.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,57 / 10 (7 voti)7,57Grafico
Voto Recensore:   9,00 / 10  9,00
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Abbandonata dal destino, 7 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

AMERICANFREE  @  30/12/2019 18:42:30
   7½ / 10
Film tratto dalla storia vera di Liz Murray, una ragazza che ha vissuto un'adolescenza piena di ostacoli ma nonostante questo e' riuscita a studiare e crearsi il proprio futuro. Commovente e ben recitato, lo consiglio

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  25/07/2014 15:49:01
   6 / 10
Sono molti i film incentrati sul tema della droga, in questo però è preponderante il tema del riscatto, il fuggire da un fato che è una maledizione.
Ispirato ad una storia vera sembra essere quasi un'apologia del sogno americano, la terra delle opportunità che permette a chi ha le capacità di arrivare dove vole.
Film modesto, ma è un prodotto televisivo. Bruttino il finale.

topsecret  @  09/02/2014 13:59:15
   7 / 10
La vera storia di Liz Murray, adolescente con una marea di problemi che riesce ad elevarsi dal buio di una vita difficile con la sola forza di volontà e tanto impegno negli studi.
Un bel film televisivo, recitato ottimamente dalla protagonista, una Thora Birch brava e credibile, diretto abbastanza bene e denso di emozioni che rendono tutto molto godibile e interessante.
Forse poco approfondito in alcuni passaggi ma film capace di coinvolgere mostrando tanta umanità.

Invia una mail all'autore del commento pizzone92  @  22/11/2013 11:05:07
   8½ / 10
La stori di un ragazza di nome Liz Murray che nonostante abbia entrambi i genitori tossicodipendenti, non si lascia trascinare ma combatte con tutte le forse per far si che nessuno mai la possa allontanare dalla propria famiglia e dalla propri vita nonostante tutti i disagi che questa vita gli riserva giorno dopo giorno niente di soddisfacente ma tutto il contrario. In particolar modo mi è piatuto molto anche il regista Peter Levin, capace di spiegare attraverso questa film, che nel mondo non tutti siamo fortunati ad avere anche solo l'affetto e l'amore della propria famiglia. Meravigliosa Liz Murray ragazza molto povera capace di trasmettere tanti sentimenti agli spettatori. Davvero un bellissimo film toccante a me in particolare, questa pellicola non solo ha lascioto ma ha marchiato a fondo delle parti dentro mi me, in particolare il mio cuore e i miei sentimenti, facendomi cambiare anche il mio stesso modo di pensare su determinati punti di vista. Meraviglioso il cast, atrettanto meravigliosi sono stati tutti gli attori che insieme hanno composto un film che oggi fatto vedere a determinate persone, gli può cambiare anche ad essi la vita. Straordinario, senza dubbio per me
un film da Oscar.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento thohà  @  15/10/2013 01:52:23
   8 / 10
Oh mamma, Holly, c'è la PAGE! In una particina-ina, ma vabbeh.

Se quell'idiota invece di guardare la tele, mentre le altre si menano, si fosse presentato per i quesiti sarebbero diventati miliardari. Sic.

Ma che schifo di vita, povera ragazzina. Vessata da ogni parte, sola, incompresa, intelligente.
Una madre di me..., un padre di me..., persino il nonno una grande me...
Come farà Liz?
Quanta solitudine, quanto arrangiarsi per proprio conto, quanto sopravvivere e sofferenza.
E poi?
Magnifico quando sfiora un albero e pensa: "Ora sono così vicina alla pelle del mondo che la posso toccare2.

Film molto intenso, gradevole e ben recitato. Bravissima Thora. Bellissime le riflessioni da lei fatte.
Sicuramente da vedere, molto bello.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

5 risposte al commento
Ultima risposta 07/11/2013 00.12.07
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Egobrain  @  14/06/2013 13:31:21
   7 / 10
La storia di Liz Murray è un grande esempio di cinema biografico.
Senza effettuare grandi stravolgimenti nella vicenda (già di per se drammatica), Levin propone una pellicola sincera, autentica. La sfortunata storia della piccola ma grande Liz è segnata da una condizione esistenziale del dramma. Lei patisce nel tormento di una vita difficile, ma la luce la ritrova dentro se stessa, guardando avanti e rialzandosi sempre dopo ogni caduta, che per molto è spesso quella definitiva e finale.

Un film pedagogico, reso ancora più vero dalla testimonianza reale di Liz Murray, interpretata alla perfezione da una giovanissima Thora Birch.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR HollywoodUndead  @  09/11/2011 14:19:19
   9 / 10
Metto un voto alto a questo "Homeless to Harvard". La vera e triste storia di Liz Murray che, pur avendo tutto contro, riesce nell'impresa di costruirsi un futuro radioso, grazie alla sua caparbietà e alla sua intelligenza. Il film inizia con Liz che ci racconta la sua storia, dal rapporto con sua madre, con suo padre, l'avventura in un istituto, il periodo trascorso da senzatetto, fino all'opportunità di finire la scuola e di andare ad Harvard. Storia vera e triste quella di Liz che, si ritrova con 2 genitori tossicodipendenti malati di AIDS ed insieme ad una sorella un pò menefreghista, a vivere in una casa sporca e piena di degrado ad affrontare quitidianamente lo sguardo ostile della gente che, la giudica una poco di buono. Ma Liz non è così, in realtà è una ragazza brillante e piena di qualità e molto sensibile, sempre pronta a mettersi in gioco per riuscire ad uscire da quella situazione di fame e miseria in cui è nata. La rega, anche con un taglio televisivo, riesce a fare il suo compito portandoci sullo schermo una storia triste, emozionante e molto istruttiva. Istruttiva perchè ci dimostra come una persona può riuscire ad emergere, indipendentemente dalla sua condizione. E' vero, l'impresa risulta molto più ardua, rispettto invece a chi, ricopre una buona posizione, ma quando c'è la forza di volontà nulla (o poco) è impossibile. La storia di Liz è conosciuta in tutto il mondo, ma solo da noi sembra essere passata quasi del tutto inosservata, l'esempio sono le poche notizie in italiano che circolano in rete sulla vicenda, o addirittura, sulla difficoltà a trovare questo dvd che io, casualmente ho trovato nel cassettone di un autogrill. Questa sembrerebbe una storia come tante, come nel film mucciniano "Alla ricerca della felicità" la storia di Chris Gardner sembra addirittura parallela a quella di Liz Murray, ma con la differenza che il destino di Gradner è segnato dagli eventi, invece quello di Liz da una condizione presente sin dalla sua nascita. Molto bella e toccante l'interpretazione della bella Thora Birch, che ci mostra una Liz buona, dolce, ma combattiva e testarda allo stesso tempo, pronta a fare più di quello che la sua giovane età richieda, per migliorare la sua condizione e cercare di assistere sua madre. In questo film la Birch ci mostra tutta la sua bravura, è vero anche che a tratti sembra imbambolata, ma forse è proprio il personaggio di Liz a richiedere questa caratteristica. Nello scorrere del film è la sua voce, i suoi movimeti a guidarci nell'atmosfera straordinaria della pellicola, che attraverso un tempo e ad una serie di luoghi e situazioni, ci mostra come la vita può essere ingiusta anche solo con una singola persona. Altro grande interprete di questo cast è Michael Riley, che qui interpreta il padre di Liz, Peter. Figura enigmatica quella del signor Murray, perchè è proprio grazie a quest'uomo colto ed intelligente (ma anche tossicodipendente) che Liz riesce a capire che dalla sua situazione c'è una via di fuga. Peter Murray non ama sua figlia Liz, ma nonostante questo è lui che insegna a Liz tutto ciò che sa, e che le da in mano l'unico strumento che può aiutarla, l'intelligenza e la voglia sfrenata di cultura. Intepretazione molto convincente è anche quella di Kelly Lynch, che riesce a presentarci il suo personaggio molto bene, la mamma di Liz è infatti una delle figure più importanti della storia, tossicodipendente e psicotica, sembra odiare tutto e tutti, ma in realtà vuole molto bene a sua figlia Liz che cerca disperatamente di darle un sostegno per affrontare l'AIDS. Infine nel cast c'è una piccola chicca, la presenza di un'allora attrice in erba Ellen Page che interpreta Lisa, la sorella di Liz, ma la sua prova recitative è ingiudicabile, visto che appare all'inizio per 2 minuti, per poi scomparire nel nulla, comunque da questo film in poi la giovane canadese, conoscerà la gloria. Abbandonata dal destino (il titolo italiano) è un film che ci mostra una storia vera, che non vuole assolutamente cadere nel fantastico o nel pretenzioso ma, vuole farci riflettere di come la condizione dell'essere umano può essere migliorata solo dall'essere umano stesso. 9 è un voto alto? Forse si, non metto questo film sullo stesso piano dei vari capolavori, ma io trovo che al di là della sua bellezza, "Abbandonata dal destino" sia un film che per la sua storia, per una regia che si impegna a non apparire banale e per la recitazione del cast, meriti di stare là dove tante altre pellicole meno conosciute, ma lo stesso importanti, hanno il diritto di stare.

Vedi recensione

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1004644 commenti su 43482 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net