alligator regia di Lewis Teague USA 1980
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
Ciao Paul!
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

alligator (1980)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

Dove puoi vederlo?

locandina del film ALLIGATOR

Titolo Originale: ALLIGATOR

RegiaLewis Teague

InterpretiRobert Forster, Robin Ryker, Michael Gazzo

Durata: h 1.31
NazionalitàUSA 1980
Generehorror
Al cinema nel Luglio 1980

•  Altri film di Lewis Teague

Trama del film Alligator

Da un acquario casalingo, un piccolo alligatore finisce nelle fogne della cittÓ. Nutrendosi di carcasse di animali allevati con superormoni, scaricati da uno spregiudicato laboratorio di ricerca, assume dimensioni e fame mostruose.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,50 / 10 (28 voti)6,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Alligator, 28 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Goldust  @  12/02/2022 22:54:35
   6½ / 10
Sulla falsariga de "lo squalo", del quale scimmiotta a grandi linee anche la celebre musica tensiva precedente l'attacco, un discreto monster movie dove si trasforma in realtà la leggenda metropolitana degli alligatori diventati grandi e famelici dopo essere stati buttati nelle fogne da piccoli. Il ritmo incalzante nasconde le pecche del misero budget e dell'inverosimiglianza del peregrinare schizofrenico del coccodrillone protagonista, che ad un certo punto si stanca della vita nei cunicoli fognari e si mette a far danni in piena città. Forster è un poliziotto sciupato a cui non sempre riesce di fare il simpatico: nel complesso comunque il film non è male e le scene splatter delle uccisioni sono ben girate.

Italo Disco  @  21/03/2021 23:45:28
   9 / 10
Divertente horror di Lewis Teague che riesce a far centro con: dei buoni attori, ottimi effetti speciali, una perspicace cura dei dettagli, una bella storia, bei siparietti sardonici. B-movie elevato.

shark15  @  09/06/2016 17:04:21
   7 / 10
per me questo film è un piccolo cult anni 80 ed è piu bello di LAKE PLACID insomma questo horror fantascienza invece LAKE PLACID era piu comico ma carino lo stesso mentre alligator rimane guardabile.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR carsit  @  28/01/2016 13:30:13
   6 / 10
Ci aggiriamo nella classica zona del b-movie anni '80, con pregi e difetti annessi.
Il film si avvale di una sceneggiatura veramente basilare: colpi di scena o intrecci narrativi particolari sono praticamente assenti, anche se bisogna dire che è ingiusto aspettarsi questo da un film con un coccodrillo gigante.
Regia e cast veramente ai minimi termini; appena sufficiente la componente splatter, la quale rimane comunque molto frenata.
Ottima la scelta del regista di impregnare la storia con un pò di humour nero, vero e proprio jolly della pellicola.
Inoltre la resa visiva del coccodrillo è soddisfacente, soprattutto considerando l'anno di uscita della pellicola.
Classico filmetto anni '80 che vive e muore proprio in quel decennio; ciò non toglie che l'atmosfera spensierata, unita al buon cattivone di turno, renda la visione simpaticamente scorrevole e senza particolari affanni.

GianniArshavin  @  04/11/2015 13:14:16
   6½ / 10
Simpatico animal-movie del 1980, diretto dal mestierante Teague (Cujo,Gli occhi del gatto)che alimenta e riprende un filone ,quello degli animali feroci e dei messaggi ecologici, molto in voga in quel periodo.
Alligator è un lavoro di serie B che intrattiene e diverte, avvolto da un'atmosfera tipicamente anni 80 che infonde fascino a pellicole non perfette e forse in alcuni aspetti molto ingenue ,ed Alligator fa parte a pieno titolo di questa categoria.

La storia si basa sulla leggenda metropolitana dei coccodrilli nelle fogne , e da questa punto di partenza si sviluppa una trama coinvolgente,intrisa di humour e uccisioni splatter ambientata per lunghe fasi nel suggestivo sottosuolo della città. Il ritmo è buono ,gli effetti anche e il regista trova il tempo di infilarci pure una critica ecologica.
Ovviamente la star del film è l'alligatore, un mostro gigantesco ottimamente animato e mostrato con parsimonia e intelligenza.
Per quanto riguarda i difetti indubbiamente in fase di scrittura ci sono delle falle ,i dialoghi sono spesso troppo banali ed alcuni passaggi risultano prevedibili.

In definitiva consiglio Alligator agli amanti del genere,ai nostalgici e a chi cerca un B-movie di qualità.

Spotify  @  22/02/2015 14:16:48
   5½ / 10
B-movie anni 80 sulla falsariga dello squalo di Spielberg. Stavolta l'animale in questione è un alligatore cresciuto a dismisura nelle fogne. Per carità è un filmetto carino, senza pretese, però alla fine della visione sa tanto di strònzata. La trama è scontatissima, praticamente quasi non esiste e si intuisce immediatamente che dietro alla crescita spropositata del rettile, ci sono i soliti esperimenti chimici (d'altronde non poteva essere altrimenti). La regia è pressochè banale, prevedibile, non c'è tensione. Anche a livello narrativo non è gran che, storia infatti spiegata in modo molto "insipido" e più stereotipata possibile. Le cose che più si salvano sono una resa credibile del rettilone (facendo sempre conto che si tratta di un film del 1980), la critica ambientalista e gli effetti sanguinolenti. Però per il resto... non è che poi sia una regia disastrosa, questo assolutamente no, però troppo povera di idee, non c'è un colpo di scena, e inoltre c'è anche una scialba direzione degli attori, più scontati che mai. A tutto ciò si associa una sceneggiatura che è la fonte diretta della mediocrità registica. Telefonatissima, dialoghi a volte grotteschi, per non parlare poi di quanto sia risicata. La costruzione del finale poi...lasciam perdere. Fotografia che acquista un minimo di caratterizzazione nelle scene "dentro" la fogna, per il resto non esiste. L'ambientazione invece è tra le altre poche cose valorizzate dal regista. Una città per niente sicura, dove chissà, si nasconde un mostro. Discreta anche la colonna sonora. Il cast non sfigura, sicuramente spicca il buon Robert Forster, il quale diventerà noto 17 anni più tardi, nel noir Jackie Brown di Tarantino. Tutti gli altri attori sono di contorno. Il ritmo non è gran cosa, troppi i punti morti, però ce ne sono anche altri dove c'è più dinamismo, e si può assistere a delle sequenze carine.

La pellicola si salva dalla debacle, soprattutto per la buona realizzazione e direzione dell'allgatore gigante e una buona recitazione di Forster, per il resto non è gran cosa. Poi c'è sempre da ricordare che è un b-movie. Nel complesso guardabile però il fattore noia può prendere il sopravvento.

ZanoDenis  @  08/02/2015 14:55:37
   5½ / 10
Diciamo che mi aspettavo un pizzico di più, il film avrebbe tutti i numeri per essere un buonissimo b movie, ma gli manca un po di brio e anche un po di humor, vi è qualche momento morto di troppo.
Tra i pregi sicuramente un'atmosfera anni 80 incredibile e degli effetti speciali comunque di buon livello se consideriamo il periodo.
Mi aspettavo qualcosa di più trash, era quello il mio scopo, dai é un film realizzato in maniera troppo sobria per parlare di un alligatore gigante assassino continuamente affamato!
Alla fine si lascia seguire e ha comunque un certo fascino, ma i personaggi sono troppo stereotipati, specialmente quelli principali.

topsecret  @  09/10/2014 14:24:34
   6 / 10
Un mix di umorismo e brivido animale caratterizza questo b-movie basato sulla leggenda urbana dei coccodrilli nelle fogne.
L'esagerazione di alcuni punti topici della storia hanno il solo scopo di enfatizzare gli effetti speciali discreti e la voglia di ironia nera che il regista ci mette dentro, non disdegnando anche un piccolo messaggio animalista che tenta pure una certa critica sociale. Tutto fila liscio come l'olio anche se abbondano le ingenuità di una storia certamente non realizzata al meglio, ma capace di intrattenere senza grossi danni meritandosi la sufficienza.

dagon  @  14/08/2014 23:09:01
   5½ / 10
Siamo nel 1980 e ancora prosegue (sempre piu' stancamente) la lunga scia di animal movie sulla falsariga de "Lo squalo". Ormai quasi esaurita la fauna terrestre, stavolta a seminare il panico in citta' e' un alligatore, gettato da cucciolo nella tazza del cesso e nutritosi nelle fogne di scarti -bombati di ormoni- di un'azienda farmaceutica che lo han reso gigantesco. La produzione e' chiaramente quella dei B movie, anche se, alla fine, preso per quello che e', fa il suo onesto lavoro, potendo contare su un discreto regista "di categoria" e sulla sceneggiatura di Sayles.

alex94  @  16/06/2014 21:43:22
   7 / 10
Buon animal-movie del 1980.
La trama è molto originale considerando l'anno in cui è stato girato e il luogo dove è ambientato,la regia è discreta così come gli attori.
Molto ben realizzato anche il coccodrillo.
Veramente orripilante il doppiaggio.
Insomma un film un po banale e ingenuo ma tutto sommato divertente.

Invia una mail all'autore del commento Jason XI  @  10/02/2014 08:46:29
   5 / 10
Film con una storia interessante, soprattutto per l'epoca, (pare sia il precursore del filone) ma sviluppato male, recitato da cani, dialoghi stupidissimi eseguiti da parsonaggi ancora più stupidi a cominciare dal Colonnello interpretato da Henry Silva.... ma anche Forster che mediamente mi è sempre piaciuto, qui sembra un demente... aggiungamoci uno dei doppiaggi più agghiaccianti della storia ed ecco che diventa veramente difficoltoso portare a termine la visione. Si salvano alcune sequenza col coccodrillone.. niente più
Teague ha fatto molto meglio in seguito con Cujo che non è pure un capolavoro...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  15/07/2013 11:17:46
   6½ / 10
Mai scaricare giù per il cesso dei cuccioli di alligatore, la tradizione americana insegna che questi possono crescere a dismisura raggiungendo dimensioni mostruose nonostante un vita passata tra le condotte fognarie. In "Alligator" la bestia si alimenta per mezzo di carcasse canine smaltite senza cautela da un laboratorio di ingegneria genetica, la dieta a furia di ormoni provoca così uno sviluppo anomalo con ovvi problemi nell'avere sotto piedi e sedere una sorta di moderno dinosauro di continuo affamato.
Tipico b-movie annoverabile nel filone dell'eco-horror tanto in voga negli anni '70/'80, "Alligator" è un film simpatico con il suo onesto messaggino pro ambiente, sicuramente banalotto ma evidenziato a caratteri cubitali che diventa escamotage per fornire una versione de "Lo squalo" (molto più di una semplice citazione) in versione urbana.
Lewis Teague mostra di essere un buon artigiano e se la cava con il poco che ha. Gli effetti speciali funzionano per quanto modesti, inoltre la storia ha ritmo e può vantare qualche scena ben ideata. La belva scatenata durante il matrimonio è il momento top, anche se in generale l'apparizione in città del lucertolone pur ballando sul filo del demenziale regala momenti di rustico piacere cinematografico.
Del cast fa parte Henry Silva, habituè di molte produzioni italiane dell'epoca (soprattutto poliziotteschi) come al solito inespressivo e in un ruolo sgradevole.

ferzbox  @  19/04/2013 21:29:34
   6 / 10
Negli anni 80 lo trasmettevano in TV abbastanza spesso,ricordo che da bambino lo vedevo sempre...mi viene da sorridere se penso che una volta lo vidi mentre stavo al telefono con un compagno di scuola che rimase al ricevitore con me durante tutta la visione(lo stava vedendo anche lui e facevamo le elementari)...
Un B-Movie interessante che non consiglio a chi non ama particolarmente gli alligatori(o i rettili in generale).
Scherzi a parte ....è uno di quei film nostalgici anni 80 che si fanno amare per la loro realizzazione a basso budget;se preso nel verso giusto si fa guardare....ma bisogna essere amanti del genere.

gianni1969  @  25/11/2012 22:44:13
   8 / 10
cult horror anni 80 che riprende una leggenda metropolitana(il coccodrillo che finisce nelle fogne)ma sviluppato bene'con poco sangue ma con ottima trnsione. consigliato agli appassionati

BlueBlaster  @  13/09/2012 13:24:48
   6 / 10
Una piccola perla tra gli animal horror...belle le scenografie e la storia non è stupida come spesso accade per questo genere di film.
L'alligatore non è malaccio, le battute abbastanza divertenti e bravo Robert Forster...non mancano trash e sangue però non è indimenticabile!

Jolly Roger  @  31/08/2012 13:33:39
   7 / 10
Piacevole film su un coccodrillo di 20 metri, cresciuto a dismisura per aver mangiato degli ormoni scaricati nelle fogne dagli scienziati senza scrupoli. Niente a che vedere con i successivi vari Crocosaurus, Supercroc o Gatoroid. NO, Alligator NON è un moderno film trash, ma un super-tipicissimo e riuscito animal horror anni '80!

Al posto dello Squalo di Spielberg c'è il coccodrillo, detto tutto. Anche le analogie con Wild Beast - Belve feroci sono molte, anche perchè il film incarna una certa critica alla società moderna di stampo ambientalista / ecologista. L'avevo visto 30 anni fa, me lo ricordavo in bianco e nero, invece in bianco e nero era la tv con cui lo vidi...(vedi spazio Ricordi sottostante).
Valeva davvero la pena riguardarselo ora a distanza di 30 anni!

Tra le scene più belle c'è quella dell'automobile distrutta a codate. Impossibile non tifare per l'Alligator!
Direi che al film si può perdonare qualche caduta e qualche assurdità ogni tanto. Alligator secondo me vale un meritato 7, il fascino di questa pellicola, che ha ben 32 anni, resta anche oggi, se non proprio inalterato, sicuramente ancora smagliante! :-)
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Ricordi di un 36eene MENO trentanni = bambino 6enne.

Per me questo film non si chiama Alligator, bensì il "Film del Coccodrillo"! A livello affettivo, fosse per me, gli darei un 10, se non volessi davvero essere obiettivo. Avevo 6 anni quando lo vidi, me lo ricordo bene perchè a quel tempo dovetti restare in ospedale per un bel po' di tempo. Cercai quindi di fare di tutto per rendere più piacevole quell'odioso soggiorno ospedalo-carcerario. Innanzitutto partendo dal mio menu,che già di per sè era un HORROR-menù, che infatti, all'inizio, prevedeva horrorosamente MINESTRA tutte le sere.
Dopo 3 sere minestrose, o mi davano la pastasciutta, o piuttosto che mangiare ancora minestra facevo lo sciopero della fame. E pastasciutta fu.

Seconda conquista...tv in camera! Chiaramente in ospedale, reparto pediatria, non c'era una tv... I miei genitori dovettero portarmi quella che avevamo a casa, una simpatica tv di 30 anni fa, non a colori ma in bianco e nero! Praticamente uno scatolotto arancione, quasi come una radio - forse un po' più grossa di una radio, ma neanche poi di tanto: di quelle tv che per vedere i canali dovevi alzargli le due antenne, quella lunga e quella più corta, e stare per tre quarti d'ora a smaneggiare in tutte le direzioni fino a diventare pazzo, finchè non trovavi la giusta combinazione di allineamento che garantisse la percezione del segnale! Bei ricordi, la scatoletta arancione in bianco e nero!

Terza conquista: nel pomeriggio, grazie a quella scatoletta arancione, vidi la pubblicità del "Film del Coccodrillo". E da lì' iniziò il pressante martellamento capriccioso che si sarebbe incessantemente protratto per tutto il pomeriggio: "mamma, guardiamo il film sul coccodrillo? - guardiamo il film sul coccodrillo? - guardiamo il film sul coccodriiillooo?? daiiii"
E Film del Coccodrillo fu!

E poi...mi fece veramente paura. Pioveva, c'erano i lampi, ma, quella notte, la buona scatoletta arancione, con quelle due antennine sulla testa, trascinata dal mio entusiasmo, lottò strenuamente per tenere il segnale audiovideo. E poi naturalmente ebbi incubi per tutta la notte. Proprio così, il Coccodrillo che veniva a mangiarmi! Meno male che mia mamma dormiva lì vicino: "dormi, che il Coccodrillo grosso non esiste, è solo un film!".

E poi...e ora...
mi son rivisto questo film...e una parte di me, in un attimo, ha bruciato trent'anni di vita. E i miei occhi hanno divorato il film con quella stessa brama degli occhi di un bambino di 6 anni. E quella paura, una paura "per finta", che ho artificiosamente rievocato, mi ha fatto sentire vivo anche ora attraverso allora, e per davvero!

4 risposte al commento
Ultima risposta 31/01/2016 11.53.03
Visualizza / Rispondi al commento
Neurotico  @  16/03/2012 18:31:16
   7½ / 10
Un divertentissimo "animal killer movie" che non annoia un attimo e con sfumature umoristiche. Belli gli effetti speciali del coccodrillo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Angel Heart  @  27/01/2011 14:13:50
   6½ / 10
Horror leggero e abbastanza divertente. Dura poco, non annoia, e gli attori se la cavano dignitosamente (grande Forster che si lascia prendere in giro per la calvizie senza vergognarsi). Buoni anche gli effetti speciali (il coccodrillo è fatto bene), e un paio di scenette splatter.
Non male per essere un filmetto low-budget. Bravo Teague, apprezzabile regista che di lì a poco girerà il buon "Cujo".

Xavier666  @  07/12/2010 11:26:53
   6½ / 10
Molto vintage e molto divertente. Poi si sa, in questi film inevitabilmente finisco sempre per tifare per il coccodrillino povero e abbandonato nelle fogne...

gemellino86  @  22/06/2010 10:45:15
   5½ / 10
Riesce a inquietare e spaventare ma manca qualcosa di emozionante. Da vedere senza pretese. Sconsigliato ai deboli di cuore.

Fita8589  @  07/04/2010 17:48:19
   6 / 10
Film senza infamia e senza lode. La leggenda degli alligatori mutanti che vivono nelle fogne americane è un soggetto interessante, meriterebbe una trasposizione cinematografica molto piu' accurata

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Gatsu  @  21/01/2010 13:49:58
   6½ / 10
Film totalmente di serie b ma anche questo, come molti altri lavori dei primi anni '80, conserva un certo fascino. Siamo di fronte ad una storia horror un pò troppo inverosimile ma ben realizzata e che nelle scene più importanti si mantiene ben salda e mai imbarazzante. Un pò sulla scia de "Lo squalo" ma tutto sommato è un simpatico, nonchè intelligente, lavoro.

paolo80  @  30/09/2009 23:27:01
   6½ / 10
Filmetto di pochissime pretese, ma che riesce ad intrattenere molto bene, grazie ad una regia abile, una sceneggiatura scritta con intelligenza e brio; e grazie ad un ritmo incalzante che non rende noiosa la narrazione.
Certo i mezzi non erano moltissimi, e sono presenti difetti in quantità, però non delude, ed alla fine è questo ciò che conta veramente.

carriebess  @  25/08/2009 16:50:09
   7½ / 10
horror medio degli anni '80 ben riuscito, davvero carino.

bulldog  @  16/07/2009 16:46:40
   6½ / 10
piccolo cult :-)

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  19/06/2009 10:38:20
   6½ / 10
minchia me l'ero quasi scordato 'sto film, mi è tornato in mente solo adesso che ho commentato black water. non è malvagio, ci sono alcune sequenze molto tese e serrate, come quelle nelle fogne, quando l'alligatore caccia le sue prede umane.
ed è anche simpatico e scanzonato, il problema principale è che si vede distintamente in diverse scene che il 'mostro' è una riproduzione immobile della testa di un coccodrillo, probabilmente realizzata in plastica, ed attaccata ad un... manico di scopa! sì, si vede proprio il manico in legno.
non ci credevo la prima volta che l'ho visto, anche perchè non sarà un blockbuster, ma rimane tutto sommato un film dalla produzione decorosa, come altri mille.

Alexein  @  13/04/2009 21:30:32
   6 / 10
I riferimenti al film Lo squalo e simili si sprecano ma ne esce comunque una storia con molti sprazzi di originalità. La sceneggiatura non è affatto pretenziosa ma condita con dialoghi divertenti e personaggi ben caratterizzati che lasciano scorrere piacevolmente la visione anche nei momenti al di fuori della tensione che prelude agli attacchi dell'enorme rettile. Da vedere nei momenti di relax.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  14/01/2007 12:55:18
   7½ / 10
Horror del 1980, rispolverato di recente con l'ucita in dvd.
L'avevo già visto un po' di anni fa e me lo ricordavo abbastanza riuscito.
Ora confermo. E' una storia ovviamente scema, dalle parti del filone animalesco dopo "Lo squalo", che si rifà a una diffusa leggenda metropolitana.
Però la realizzazione è ottima. E il merito è sopratutto della ricca sceneggiatura di John Sayles , che oscilla sapientemente tra l'umorismo e il brivido, con spazi a letture ecologiste.
Il regista , Lewis Teague realizza questo ingenuo film con pochi mezzi e molta inventiva, rimanendo sempre nell'ambito della serie B, con ampia libertà, degne del cinema del tempo- alla John landis, per intenderci.
Vedi ottime trovate come quella del bambino bendato e la verso la fine alla festa del matrimonio, quando noi spettatori faremo rigorosamente il tifo per il coccodrillone.

Ingenuo, scontatissimo, ma assai divertente.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

amleto e' mio fratelloanatomy of a fallanimali selvaticiassassinio a veneziaasteroid cityavanzers - italian superheroesbarbieblackbitsblue beetlebugiardo serialecattiva coscienzacoma (2022)comandante (2023)come le tartarughecome pecore in mezzo ai lupiconversazioni con altre donnedemeter: il risveglio di draculadoggy styledouble souldue fratelli (2023)enzo jannacci vengo anch'iofatello e sorellafelicita'gli oceani sono i veri continentigran turismo - la storia di un sogno impossibilehai mai avuto paura?hanno clonato tyronehypnotic (2023)i mercen4ri - expendablesi peggiori giorniil castello invisibileil confine verdeil faraone, il selvaggio e la principessail giuramento di pamfiril grande carroil mio amico tempestail mistero del profumo verdeil pi¨ bel secolo della mia vitail sapore della felicitail supplente (2023)in the fireindiana jones e il quadrante del destinoinsidious - la porta rossaio capitanoio sono tuo padrejeanne du barry - la favorita del rekurskla bella estatela casa dei fantasmi (2023)la lunga corsa - una commedia stralunatala maledizione della queen maryla stanza delle meraviglie (2023)last film showle mie ragazze di cartal'invenzione della nevel'ordine del tempomamma qui comando iomanodoperamission: impossible - dead reckoning - parte unonina dei lupinoi anni luceoppenheimerpapa' scatenatopassagespatagoniapiggy (2022)priscillaraffarheingoldrido perche' ti amoritratto di famigliarodeorossosperanzaruby gillman - la ragazza con i tentacoli
 NEW
saw xshark 2 - l'abissotartarughe ninja - caos mutantethe equalizer 3 - senza treguathe nun 2
 NEW
the palacethe storetitinauna commedia pericolosauna donna chiamata maixabeluna stanza tutta per se'una sterminata domenicauomini da marciapiedewolfkin

1043274 commenti su 49758 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimi film inseriti in archivio

BUGIS STREETL'ARMONICALE CREATURELIFE OF A SHOCK FORCE WORKERLUMBRENSUENOMOVINGTHE WORKING GIRLS

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net