bokeh regia di Geoffrey Orthwein, Andrew Sullivan Islanda, Usa 2017
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

bokeh (2017)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film BOKEH

Titolo Originale: BOKEH

RegiaGeoffrey Orthwein, Andrew Sullivan

InterpretiMaika Monroe, Matt O'Leary, Arnar Jˇnsson, Gunnar Helgason, Berglind Rˇs Sigur­ardˇttir

Durata: h 1.32
NazionalitàIslanda, Usa 2017
Generefantascienza
Al cinema nel Marzo 2017

•  Altri film di Geoffrey Orthwein
•  Altri film di Andrew Sullivan

Trama del film Bokeh

Cosa succederebbe se un giorno ci svegliassimo e ci rendessimo conto di essere l'ultima persona a camminare su questa Terra? Questo e` cio` che la giovane coppia composta da Jenai e Riley sperimenta mentre stanno trascorrendo una romantica vacanza in Islanda. Inizialmente si comportano come normali turisti. Ammirano la bellezza naturale di quei territori, con il ragazzo che non perde occasione per immortalare quanto vedono con la sua vecchia macchina fotografica a pellicola.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,50 / 10 (3 voti)5,50Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Bokeh, 3 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Beefheart  @  09/04/2020 23:35:47
   4 / 10
Non ci siamo. Mi è sembrato di smandrupparmi un pacco alla Terrence Malick ed io non digerisco Terrence Malick.
Va bene l'indie, va benissimo l'Islanda, ma sto polpettone interminabile senza motivo alcuno, assolutamente no. Il nulla.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  19/08/2018 21:26:53
   6 / 10
L'incipit del film non è male perchè mette i due protagonisti di fronte ad una situazione straordinaria, tipica delle storie di Twilight zone. Una coppia unita ed in sintonia che di fronte ad un evento inaspettato, mostra le crepe del loro rapporto. Ora questo film si prende tutto il tempo per seguire i due personaggi, evidenziando come i caratteri molto diversi tra loro (più adattabile lui, più pratica lei e con un backround religioso che lui non possiede) provocano un lento ma inesorabile allontanamento. Non ci sono scene madri che lo mostrino in maniera palese, ma è un graduale logorio quotidiano che determinerà la fine di un amore. Il film non è male anche se il paesaggio che fa da cornice a volte è talmente invasivo da sembrare uno spottone per le terre islandesi. Malgrado alcune piccole svolte il film mostra di avere il fiato corto. Peraltro alla semplicità del personaggio maschile di Riley ai limite dello schematico, manca a mio parere un approfondimento maggiore del personaggio femminile legato al suo forte senso religioso ed alle ragioni del suo nemmeno tanto nascosto pessimismo.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento tylerdurden73  @  18/12/2017 10:54:05
   6½ / 10
"Scapperei con te su un'isola deserta"...quante volte abbiamo detto o sentito questa frase? ecco, dopo aver visto "Bokeh" forse dovremmo rivalutare la necessità di tale fuga. E' un po' quello che capita a Jenai e Riley, turisti e fidanzati americani in terra islandese, di colpo, per un non meglio specificato evento, restano (forse) le ultime persone sulla terra in un luogo dal quale è impossibile fuggire, a meno di non saper pilotare un aereo o di imbarcarsi in una traversata oceanica non certo alla portata di tutti.
Dapprima spaventati e increduli i ragazzi tramutano ben presto l'isolazionismo in qualcosa di divertente, da affrontare senza freni permettendosi tutto ciò che hanno sempre desiderato. Ben presto però la routine li assale, l'opulenza materiale alimenta dubbi facendoli entrare in una visione prospettica altamente contrastante. L' assenza di complicità fomenta gli attriti, mentre i fantastici paesaggi naturali fungono da cornice alienante a rimarcare l'assenza di socialità e di certezze con relativo enorme disagio.
Mentre Riley vede la possibilità di un nuovo inizio, Jenai, complice un'educazione di stampo cattolico, cerca cocciutamente risposte ove forse non ce ne sono.
La superficialità consumistica dell'uomo si oppone al malessere esistenziale della donna, riflessione -non sempre riuscita- in cui la visione comportamentale ad ampio spettro lascia maggior spazio alla disamina di un amore in probabile stato terminale. Numerosi dialoghi, rara l' azione, musiche malinconiche, paesaggi incontaminati e ritmo blando: piccolo film che raggiunge le presunte ambizioni di partenza solo in parte.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1008836 commenti su 44074 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net