capriccio all'italiana regia di F. Rossi, Pino Zac, Mario Monicelli, Pier Paolo Pasolini, Mauro Bolognini, Steno Italia 1968
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

capriccio all'italiana (1968)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film CAPRICCIO ALL'ITALIANA

Titolo Originale: CAPRICCIO ALL'ITALIANA

RegiaF. Rossi, Pino Zac, Mario Monicelli, Pier Paolo Pasolini, Mauro Bolognini, Steno

InterpretiWalter Chiari, Silvana Mangano, Laura Betti, Ciccio Ingrassia, Franco Franchi, Totò

Durata: h 1.38
NazionalitàItalia 1968
Generecommedia
Al cinema nell'Aprile 1968

•  Altri film di F. Rossi
•  Altri film di Pino Zac
•  Altri film di Mario Monicelli
•  Altri film di Pier Paolo Pasolini
•  Altri film di Mauro Bolognini
•  Altri film di Steno

Trama del film Capriccio all'italiana

Negli anni Sessanta, il film a episodi era piuttosto di moda. In questa serie gli episodi raggruppati sono sei, ciascuno di un diverso regista. In quello di Pasolini, intitolato "Che cosa sono le nuvole", Totò è una marionetta dipinto di verde. In quello di Steno, "Il mostro della domenica", il "principe della risata" è impegnato a tagliare i capelli ai giovani beat. In ordine sparso gli altri: un automobilista, istigato dalla compagna, malmena un altro utente della strada. Per evitare che leggano i fumetti, un'istitutrice racconta ai sui ragazzi delle favole, ma l'effetto è peggiore. Una donna gelosa tormenta inutilmente il marito. Un episodio è a cartoni animati.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,16 / 10 (19 voti)7,16Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Capriccio all'italiana, 19 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Oskarsson88  @  26/03/2018 00:56:53
   7 / 10
Film a episodi di medio livello, che comunque intrattiene e si lascia vedere grazie alla brevissima durata. Ovviamente, l'episodio poetico di Pasolini, spicca di brutto rispetto a tutto il resto, che è piacevole mediocrità.

Filman  @  14/05/2016 23:37:10
   6½ / 10
Come da titolo, CAPRICCIO ALL'ITALIANA è un pastrocchio di comicità italiana che mette insieme in modo anti-critico registi e registri comici, producendo un'insieme maldestro di episodi sconnessi sotto ogni aspetto, tra cui saltano all'occhio l'episodio di Pasolini, un gioiello di pura poesia cinematografica che narra della vita e dell'esistenza in modo pregevole, e il corto animato co-diretto da Pino Zac e Franco Rossi, forse il più disincantato tra gli episodi, e grazie a questa satira infilata a forza in questo film collettivo tutt'altro che di nicchia, risulta di gran lunga più interessante degli spezzoni firmati in sequenza da Monicelli, Steno, Silvana Mangano e Bolognini, spettacolini senza infamia né lode accomunati dallo stesso sobrio compito di intrattenere con una leggerezza disimpegnata e poco carismatica.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  11/02/2012 11:39:09
   7 / 10
Eterogeneo, qualitativamente parlando, come tutti i film ad episodi. Dalla satira divertente ma non corrosiva (Il mostro della domenica)o La bambinaia, derivativo da I mostri di Risi nel caso di Perchè?, curioso quello dell'accoppiata zac-Rossi con la parte animata che può ricordare un Gilliam ante-litteram versione Flying Cirkus, parossistico nella Gelosa. Su tutti ovviamente la poesia di Pasolini di cosa sono le nuvole, un gioiello di livello troppo superiore rispetto agli altri.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  03/12/2010 23:04:36
   5½ / 10
Film a episodi che raccoglie alcuni registi Italiani conosciuti soprattutto per le commedie cosiddette all' "Italiana" basate sul rapporto amore/odio di una coppia qualsiasi!
Tra questi compare pero' anche Pasolini che sicuramente gira il "frammento" piu' alto da un punto di vista cinematografico!Oltretutto peno sia una delle poche volte in cui Franco e Ciccio lavorano in scena con Toto',se non sbaglio!
Insignificanti gli episodi piu' corti...appena simpatico il primo di Monicelli,inutili quello sull'autostrada o il cartone animato!
L'ultimo episodio con Chiari è davvero pesante...forse perche arriva alla fine ma sinceramente appare troppo tirato per le lunghe visto lo scarso contenuto della storia!
Si salva solo un episodio e quindi dovendo valutare l'opera nel suo complesso bisogna ammettere che ci troviamo di fronte ad un prodotto abbastanza mediocre!

Invia una mail all'autore del commento marco986  @  29/11/2010 14:03:16
   8 / 10
IL MOSTRO DELLA DOMANICA" di Steno e "CHE COSA SONO LE NUVOLE ?" di Pasolini, gli episodi con Totò come protagonista, sono decisamente i migliori e i più riusciuti, anche perché sono il testamento cinematografico del grande attore comico. Il resto è di scarto, perché la vera star è Totò.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Edgar Allan Poe  @  26/11/2010 17:16:27
   7 / 10
Niente male direi, questo film diretto da ben sei registi. Facciamo una piccola analisi:

-La bambinaia (Monicelli) voto 6: Un pò cupo come inizio, ma dura poco, dopodichè si passa al primo del mitico Totò.
-Il mostro della domenica (Steno) voto 7,5: Sicuramente il più comico, ultimo film del Principe della Risata, che ci lascia con questo e l'altro episodio. Le risate maggiori vengono quando Totò si traveste da gay o da donna.
-Perchè (Bolognini) voto 6: Sufficienza stiracchiata, perchè nonostante tutto è carino come episodio.
-Che cosa sono le nuvole (Pasolini) voto 8: Una poesia. Grande Pasolini, simpatica la trama, certo, difficilmente strappa risate (almeno rispetto a quello di Steno), ma è davvero bello.
-Viaggio di lavoro (Zac-Rossi) voto 6: Un altro corto. L'ultimo. Carino da vedere, carina anche l'idea di alternare le animazioni agli attori.
-La gelosia (Bolognini) voto 6: Lungo e lento, ma guardabile, almeno quanto basta per regalargli un sei.

La media sarebbe di 6,58, ma alziamo il voto solo grazie a Totò, Pasolini e Steno. In tutto il film, a mio parere, Franco e Ciccio impegnati troppo poco.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR elio91  @  08/10/2010 12:12:52
   6 / 10
Tanti episodi ma solo uno da ricordare,forse l'unico motivo per vedere questo ennesimo lavoro a episodi che negli anni era tanto in voga. Non siamo davanti al migliore certamente,gli episodi sono altanelanti e tranne due eccezioni anche bruttini. Ovviamente quello di Pasolini è bellissimo e profondamente poetico,mentre il satirico episodio di Steno riesce a smuovere qualche risata. Ad accomunare tutti i segmenti,oltre alla comparsa quà e là di Totò e della Mangano,è il registro grottesco delle vicende.


1-La bambinaia (Monicelli): voto 6
Niente di che,molto corto e con una Mangano sempre impeccabile,dall'esito abbastanza scontato. Non fa ridere ma dura poco ed è ben assortito.

2-Il mostro della Domenica (Steno): voto 7
Gli episodi con Totò sono i migliori,in questo caso la trama grottesca poggia tutta su di lui,eccezionale nel tratteggiare un personaggio diabolico in una cornice satirica che riesce a divertire.

3-Perché? (Bolognini): voto 5
Corto,troppo corto. Dovrebbe trasudare cinismo ma non riesce a dire nulla.

4-Che cosa sono le nuvole? (Pasolini): voto 8
Ovviamente,come detto da tutti,è quasi sprecato in un film a episodi così poco convincente. Pasolini dà vita alla parte più poetica di tutte con un Totò che firma il suo testamento artistico e riesce a commuovere anche per questo. Simpatica la continuazione dello stile registico pasoliniano da Uccellacci e uccellini,ancora una volta irreale e fiabesco (anche se diminuisce il senso fumettistico rispetto ai lavori precedenti),curiosa la scelta del Modugno spazzino. Le marionette che scontentano il pubblico e vengono abbandonate a sé stesse danno un messaggio pessimista attenuato dallo sguardo sognante di Totò che,con gli occhi al cielo,sorride. Fine più bella per il principe della risata non poteva esserci.

5-Viaggio di lavoro (Zac e Rossi): voto 5,5
Curiosa la commistione tra cartone animato e girato ma non basta. Cornice satirica che non colpisce come dovrebbe.

6-La gelosa (Bolognini): voto 5
Bravi Chiari e la Mangano ma ancora una volta la cornice non sorprende né intriga. A parte il buon finale non c'è nulla di buono.


Quindi Pasolini e Totò in larga parte e Steno in misura minore riescono a salvare capra e cavoli ma il consiglio e di lasciar perdere il resto e concentrarsi solo sul meglio che questo Capriccio all'italiana ha da offrirci.

Gruppo COLLABORATORI atticus  @  26/05/2010 00:16:25
   7 / 10
E' un vero peccato che una delle perle più poetiche di Pasolini si trovi incastrata nelle secche del film italiano a episodi tanto di moda all'epoca. Personalmente è un genere che non ho mai apprezzato più di tanto, troppo eterogeneo ed impersonale per provare naturale trasporto.
In questo caso siamo di fronte a frammenti altalenanti tra riflessioni socialmente facili sull'Italia del boom che quasi mai riescono a graffiare. Divertente ma non irresistibile il Totò-Diabolik cacciatore di capelloni, francamente pallidi gli episodi interpretati dalla sempre splendida e misurata Mangano (fra cui quello di Zac a cartoni animati), velleitario quello con Chiari e la Furstenberg, ma che almeno regala qualche squarcio di regia futurista del bravo Bolognini. Da tutti si stacca il capolavoro pasoliniano, un commovente ed intenso resoconto umanitario che si chiude sulla 'struggente bellezza della natura' rappresentata dalle nuvole viste da una discarica ,magistralemnte interpretato da tutto il cast (Totò, Davoli, Laura Betti, Franco e Ciccio, Domenico Modugno). Imperdibile solo per questo.

CAMORRISTA  @  03/05/2010 14:55:33
   10 / 10
gran film a episodi tra gli attori:totò,walter chiari e franchi-ingrassia!...è un film tra cui l'episodio mio preferito:che cosa sono le nuvole?In quell'episodio compaiono quasi tutti...!

Invia una mail all'autore del commento wega  @  09/03/2010 20:21:13
   7½ / 10
Film a episodi che riesce, magari in maniera non eccelsa, a caratterizzare un' Italia in piena crisi sessantottina, con le sue paranoie, moralismi e quant'altro. Particolare l'episodio di Pasolini, anche se non è il mio preferito; Totò qui alla sua ultima apparizione non l'ho mai sopportato, ho apprezzato invece l'apporto di un Bolognini, con una Silvana Mangano (inutile, la donna più bella del nostro Cinema) addirittura geniale in "Perché?". Monicelli non l'ho visto perché la mia versione dura 20 min in meno.

Gruppo COLLABORATORI Compagneros  @  27/02/2010 10:49:02
   8 / 10
Vale la visione solo per l'episodio di Pasolini. "Che cosa sono le nuvole?" non è un gradino ma una scalinata sopra tutti gli altri episodi.
Molto simpatico l'altro episodio con Totò, "Il mostro della domenica". Carino anche "La gelosa". Il resto sono episodi brevissimi e trascurabili.
Ultima pellicola in cui appare il grande Totò.
Ribadisco, imperdibile l'episodio di Pasolini.

Invia una mail all'autore del commento baskettaro00  @  26/12/2009 12:05:06
   7 / 10
buon film ad episodi diretto da vari registi,tra cui Pasolini e Monicelli.
alcuni sono interessanti e ben fatti,come"che cosa sono le nuvole?"o"il mostro della domenica",al contrario altri sono stupidissimi ed inutili,come ad esempio"perche?"o"viaggio di lavoro".
non c'è un filo conduttore che lega i sei episodi,sono tutti scollegati tra loro.

Jh0n_Fr0m_Br0nx  @  19/11/2009 13:08:30
   7 / 10
Film sperimentale abbastanza interessante e piacevole, niente di così esaltante come ci si può aspettare dalla serie di registi e interpreti.
BUone le recitazioni, ma manca un filo logico che colleghi almeno lontanamente i vari episodi.

DarkRareMirko  @  16/10/2009 23:34:43
   8½ / 10
Un buon film, ma c'è da dire che l'episodio di Pasolini è precisamente anni luce avanti agli altri, fà letteralmente scomparire questi ultimi; è infatti un corto strabiliante, sia come regia, che come interpretazioni, criticante il consumismo in modo non ancor così feroce (ma comunque poetico e molto efficace) come sarà inece nel suo successivo Salò, anno 1975.

Ottima ed originale anche l'idea di ambientarlo in un teatro di burattini viventi.

Tra gli altri episodi, alcuni davvero inutili (tipo Perchè? del peggior Bolognini di sempre probabilmente) spiccano Il mostro interprettao da un trasformista Totò e l'ultimo, sempre diretto da Bolognini (questa volta più in forma rispetto a Perchè?), sfruttante il tema di un'immotivata gelosia; qui ottimo Walter Chiari.

Un film altalenante ma senza dubbio divertente, con una vera perla Pasoliniana e tanti altri piccoli filmini simpatici.

Ottimi, come già detto, Totò, Chiari, Franchi, Ingrassia, Betti e Mangano.

topsecret  @  08/10/2009 16:49:04
   6½ / 10
Credo sia stato uno degli ultimi lavori di Totò prima della sua scomparsa. Un film ad episodi con il contributo di grandi registi ed ottimi interpreti che però non risultano riuscitissimi, non tutti almeno.
IL MOSTRO DELLA DOMENICA è quello con un Totò più esilarante e simpatico, PERCHE'? è di un cinismo evidente e CHE COSA SONO LE NUVOLE è quello forse più poetico. Gli altri sinceramente non mi hanno fatto una grande impressione.

paride_86  @  03/11/2008 00:48:32
   6 / 10
Colorata galleria di storie e personaggi senza un preciso filo conduttore. in tutti gli episodi, però, possono essere ritrovate critiche al moralismo e alla mentalità borghese italiana. L'episodio più interessante è forse quello di Pasolini.

diamanta  @  01/09/2007 21:04:49
   6½ / 10
Ricchissimo cast, ma i film a episodi purtroppo non sempre riescono, sicuramente il migliore è "Che cosa sono le nuvole" di Pasolini.

Gruppo REDAZIONE maremare  @  04/04/2007 23:56:28
   7 / 10
Film a episodi con tutti i limiti del genere.
Una spanna sopra gli altri quello, magnifico, diretto da PPP

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  03/04/2007 14:46:57
   8 / 10
Una serie di episodi dove prevale il nonsense, il gusto della provocazione, il confine tra grottesco e mistificazione della realtà. Non tutti felici gli episodi (curioso comunque "il mostro della domenica" con un'irresistibile Toto' che taglia i capelli ai giovani beatnik, emblema della deriva moralista borghese dell'epoca), ma l'episodio di Pasolini, favola ecologica e metafora velata sull'abuso del consumismo, è un vero e proprio capolavoro.

Si intitola "Che cosa sono le nuvole" e narra la recita di alcuni burattina su un testo Shakespeariano ("Otello"), successivamente buttati nella discarica insieme ad altri "giocattoli fuori uso". Magnifica prova di Toto' e di Davoli, con la sua splendida comunicativa infantile e ingenua, di Franchi e Ingrassia.
Uno splendido poema visionario, commovente e struggente come il bellissimo brano cantato da Modugno e scritto dal Mimmo Nazionale proprio insieme a Pasolini

1 risposta al commento
Ultima risposta 16/04/2007 03.51.23
Visualizza / Rispondi al commento
  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917adoration (2019)alla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghiera
 NEW
bad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbotero
 NEW
caterina
 NEW
cats (2019)
 NEW
cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of space
 NEW
criminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittle
 NEW
fabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicihammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil mistero henri pickil primo natale
 NEW
il richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretijojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortuna
 NEW
la mia banda suona il popla ragazza d'autunnolast christmasleonardo. le opere
 NEW
l'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfetto
 NEW
lontano lontano
 NEW
lunar citymarco polo - un anno tra i banchi di scuolame contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancyodio l'estatepiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarerichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsonic - il filmsorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospiti

998706 commenti su 42900 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net