civilta' perduta regia di James Gray USA 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

civilta' perduta (2016)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film CIVILTA' PERDUTA

Titolo Originale: THE LOST CITY OF Z

RegiaJames Gray

InterpretiCharlie Hunnam, Robert Pattinson, Sienna Miller, Tom Holland, Angus Macfadyen, Ian McDiarmid, Franco Nero, Bobby Smalldridge, Tom Mulheron, Edward Ashley, Harry Melling, John Sackville, Adam Bellamy, Daniel Huttlestone, Johann Myers, Michael Ford-FitzGerald, Aleksandar Jovanović, Michael Jenn, Raquel Arraes, Nicholas Agnew, Frank Clem, Nickolas Grace

Durata: h 2.21
NazionalitàUSA 2016
Genereazione
Tratto dal libro "Z la città perduta" di David Grann
Al cinema nel Giugno 2017

•  Altri film di James Gray

Trama del film Civilta' perduta

Civiltà Perduta, tratto dal bestseller Z la città perduta di David Grann, racconta l'incredibile storia, basata su fatti realmente accaduti, di un esploratore Percy Fawcett che negli anni '20 scomparve nel cuore delle giungle amazzoniche. Siamo nel 1925, il leggendario esploratore britannico Percy Fawcett si avventura in Amazzonia, alla ricerca di un'antica civiltà, lo splendente regno di El Dorado, con lo scopo di fare una delle scoperte più importanti della storia. Dopo aver catturato l'attenzione di milioni di persone in tutto il mondo, Fawcett s’imbarca insieme al figlio, determinato a provare che quest'antica civiltà, da lui rinominata Z, esiste. Ma la spedizione scompare poi nel nulla. Il film è anche La storia di un sogno che si trasforma in ossessione, quella di un uomo che affronta avversità inimmaginabili, lo scetticismo della comunità scientifica, spaventosi tradimenti e anni di lontananza dalla propria famiglia. Un'ossessione alimentata dalla passione, che cambierà per sempre la vita di questo coraggioso esploratore spintosi forse troppo oltre i limiti del consentito e del conosciuto.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,34 / 10 (16 voti)6,34Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Civilta' perduta, 16 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Chemako  @  09/12/2018 06:10:50
   3 / 10
Non sono riuscito a finirlo tanto era noioso...

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  08/07/2018 18:55:52
   7½ / 10
Che la storia raccontata da Gray sia vera aggiunge quel pizzico di curiosita' che mi ha spinto a vedere questo film...e non me ne sono pentito!
Un altro "Aguirre, furore di Dio" alla ricerca della sua Eldorado, un altro viaggio nelle zone piu' inesplorate dell'Amazzonia.
Ineccepibile a livello tecnico, da regia a cast.
Emozionante e commovente.

FiumeMansueto  @  29/06/2018 23:39:43
   5 / 10
Grande storia, forse troppo grande per essere riportata per intero. Molti salti e confusionale, non coinvolge e non ti lascia nulla a parte forse la natura avventurosa del protagonista.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Thorondir  @  10/02/2018 12:01:57
   8 / 10
Forse il film più maturo di James Gray. Nella storia di questo esploratore c'è la voglia di fuga da un'Inghilterra del "bigottismo della chiesa" che lo tiene legato al passato della sua famiglia, che impedisce alle donne di sedere al fianco dei propri mariti dentro la Società geografica nazionale e dove 400 anni dopo i conquistadores i "selvaggi" sono ancora considerati incapaci di produrre una civiltà. Fawcett fugge da tutto questo e la fuga si trasforma ben presto in ossessione. Ma cos'è questa città di Z che dice di voler trovare? Forse è in verità proprio il suo destino, come gli dirà la veggente prima della battaglia della Somme. Perchè come in quasi tutti i film di Gray c'è una tensione dicotomica tra gli affetti (in questo caso la famiglia) e la volontà di fama e gloria, per evitare di sentirsi dire dal proprio figlio "hai fallito" e per riscattare quel passato che lo tiene imprigionato.

Girare nel 2017 un kolossal antispettacolare, di due ore e mezzo, senza utilizzare effetti speciali, spendendo tanto e sapendo di incassare poco, da la cifra stilistica e artistica di un regista come James Gray, che quì produce un film epico dai tempi estremamenti classici, capace di sprigionare un pathos sempre più raro nel cinema attuale. La fotografia aiuta, le scelte registiche anche e il finale è altamente simbolico e azzeccato.

Gray nel suo miglior film, epurato dalle manchevolezze di "The Immigrant". Grande cinema.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  28/11/2017 23:11:01
   8 / 10
Il film di Gray ammicca in maniera palese, ad esempi illustri, quali Herzog e Coppola. Tuttavia pescando da un immaginario cinematografico piuttosto riconoscibile, il percorso di Gray si rivela diverso ed indipendente da tali fonti. C'è un uomo, Percy Fawcett, che si trova diviso tra due mondi, quello di appartenenza, tipicamente vittoriano e la giungla amazzonica, totalmente inesplorato. Se la molla iniziale del viaggio era dettata puramente dell'ambizione verso un riconoscimento sociale verso una carriera militare impantanata, dopo il viaggio compie una scelta radicale verso quell'altro mondo da esplorare. L'ambizione diventa soddisfare una sete di conoscenza indistruttibile. La scoperta della città perduta di Z diventa un passo fondamentale per la (ri)scoperta della nostra umanità, senza secondi fini se non quello della conoscenza stessa. Una purezza di intenti che non disgrega la famiglia di Fawcett, ma anzi ne solidifica i legami. Il sogno diventa condiviso anche da chi non partecipa materialmente alla missione. Gray ancora una volta si dimostra uno dei migliori registi in circolazione. Straordinario dal punto di vista visivo ed attento a delineare Fawcett in maniera differente dall'ambizione folle di un Aguirre o di un cuore di tenebra da ricercare. L'esploratore deve scoprire l'inesplorato per ampliare la conoscenza umana e Fawcett porta avanti questa missione oltre i confini dell'umano stesso, quasi a livello mistico.

camifilm  @  08/11/2017 01:13:38
   4½ / 10
Confuso. Poco o per nulla entra nel cuore. Nessun personaggio particolarmente interessante. Scene montate con salti temporali illogici e disturbanti. I momenti nella giungla trattati quasi come una scampagnata in un qualsiasi conosciuto bosco vicino casa. Il rapporto padre e marito relegato a poche battute. Non succede mai nulla di interessante. Brutto film.
Bravo il nostro Nero, nella piccola parte che fa.

KINGLIZARD  @  17/10/2017 15:12:43
   6½ / 10
Il film è abbastanza godibile e ben realizzato, ottima regia..belle ambientazioni..un unica cosa mi ha insegnato questo film..che il protagonista come "padre" è una persona da prendere letteralmente a calci in cul_o..ma con la rincorsa!!!!

Mike91  @  12/10/2017 07:46:19
   9 / 10
Film che non emoziona?
Questo è un capolavoro fuori dal tempo, e fuori tempo, anche; ecco perché molti lo giudicheranno noioso.
Grande storia su di un'ossessione creativa che ti da e toglie molto.
Una parabola su una vita ben vissuta, dopotutto...

davmus  @  21/08/2017 15:09:00
   6 / 10
Buona realizzazione, ma lento e troppo ridondante

TheLegend  @  06/08/2017 22:09:00
   6 / 10
Film ben fatto ma non regala nessuna emozione;alcuni dubbi anche su come sia stato concepito il film.

TheLory  @  23/07/2017 15:46:34
   5 / 10
Nella forma è un buon film, ma non dà nessuna emozione, lo guardi dall'inizio alla fine con la faccia di pietra.
Poi a un certo punto pensavo mancasse un pezzo di film nella versione che ho visto, perchè si passa da una scena nella foresta a una nel porto di arrivo, senza nessun preavviso, uno ci resta anche male.
Insomma non annoia troppo ma non entusiasma, piatto.

dagon  @  09/07/2017 20:07:29
   6 / 10
Valido più da un punto di vista visivo che altro. Fotografia del grande Darius Kondji, con echi di Aguirre ed Apocalypse now. Per il resto tutto un po' meccanico e manca totalmente di pathos.

VincVega  @  04/07/2017 11:34:04
   7 / 10
Ho sempre apprezzato James Gray e per questo ero molto curioso di vederlo dietro la macchina da presa per un genere da lui inesplorato, l'avventura. Chiaramente non aspettatevi un'avventura in stile "Indiana Jones", "The Lost City Of Z" non ha nulla del ritmo scanzonato dei film di Spielberg, qua le vicissitudini sono più improntate sull'ossessione personale del protagonista e dei suoi innumerevoli viaggi.
Una pellicola d'altri tempi, probabilmente vecchia, ma non sempre è sinonimo di difetto e nel panorama attuale, un'operazione del genere, è diventata qualcosa di inedito. Il film a tratti eccessivamente lento, però non posso dire sia noioso. Probabilmente il budget non è stato dei più grandi e Gray è riuscito a fare belle cose nonostante questo, ma si vede che manca qualcosa, dato che la parte esplorativa sono dei segmenti più o meno lunghi.
"The Lost City Of Z" è un film affascinante, ma imperfetto, molto bello visivamente, dai ritmi compassati ma dalle ottime caratterizzazioni e interpretazioni, con la regia di Gray diversa dai film in cui l'avevo inizialmente conosciuto.

logicman  @  26/06/2017 10:25:37
   5 / 10
E' inutie girarci intorno. E' un film a basso budget, più giusto considerarlo un film tv. Tant'è che non ti coinvolge mai, neppure nelle scene più " selvagge". Purtroppo il problema è proprio questo, l'assenza di ogni coinvolgimento : storia sulla carta molto interessante, ma afftontata in modo approssimativo; scene troppo scollegate ( si decide di partire e via, eccoci nella foresta ; siamo nella foresta dopo mesi di poermanenza ed eccoci in un lampo a casa ) e quelle ambientate in Sud America ai confini del ridicolo. Inoltre ritengo la prova degli attori solo vicina alla media. In definitiva poco di drammatico, nulla di avventuroso e molta noia.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  25/06/2017 15:58:01
   8½ / 10
"Non è uno di noi. Non è nemmeno uno di loro." Una civiltà della mente perduta, una civiltà di mezzo che cerca un luogo metafisico, quell'oltre a cui ogni uomo deve, dovrebbe, ambire. Un'ossessione non minuziosa, ma vasta, quanto una città fantasma, quanto un pensiero di riabilitazione patriarcale, attraverso gesta immortali, che rimangano nella storia dell'umanità. Gray disegna questo grande mappamondo mentale, scardinando la geografia, costruendo due mondi e un terzo mondo che li fagocita, un luogo della mente che divora tutto, mastica legami e anni, tempo, famiglia, figli, mogli, medaglie e cui tutti si arrendono, cose e persone, barriere e pregiudizi, costretti ad inoltrarvisi, senza mai vederla, perché tale è, esiste finché non c'è, e pertanto è immortale.

john doe83  @  25/06/2017 03:39:08
   6½ / 10
Film d'avventura, tratto da fatti realmente accaduti. Un po' lento nella narrazione e probabilmente troppo lungo, suggestive le ambientazioni forestali. Bravissimo Hunnam.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)after midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghieraantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandgli anni piu' belligrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnola vita nascosta - hidden lifel'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammerun sweetheart runsaint maudscherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturaspiral - l'eredita' di saw
 HOT
star wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe gentlementhe grudge (2020)the lodgethe new mutantsthe other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo toloun figlio di nome erasmusuna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivivariumvolevo nascondermiwaves

1005144 commenti su 43502 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net