delicatessen regia di Marc Caro, Jean-Pierre Jeunet Francia 1990
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

delicatessen (1990)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film DELICATESSEN

Titolo Originale: DELICATESSEN

RegiaMarc Caro, Jean-Pierre Jeunet

InterpretiJean-Claude Dreyfus, Marie-Laure Dougnac, Dominique Pinon

Durata: h 1.39
NazionalitàFrancia 1990
Generegrottesco
Al cinema nel Gennaio 1990

•  Altri film di Marc Caro
•  Altri film di Jean-Pierre Jeunet

Trama del film Delicatessen

La giovane violoncellista Julie vive con il padre macellaio che traffica in carne umana. Abitano in un edificio fatiscente, popolato da inquilini inquietanti. Julie si innamora del clown Louison, prossima vittima designata del padre, e per salvarlo trova aiuto in una setta di vegetariani che vivono e tramano nel sottosuolo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,16 / 10 (63 voti)7,16Grafico
Migliore opera primaMigliore sceneggiaturaMigliore scenografiaMiglior montaggio
VINCITORE DI 4 PREMI CÉSAR:
Migliore opera prima, Migliore sceneggiatura, Migliore scenografia, Miglior montaggio
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Delicatessen, 63 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

daaani  @  07/05/2017 23:19:36
   6½ / 10
Forse un po troppo lugubre e strano, non mi ha strappato particolari sorrisi ma comunque è godibile fino alla fine.

GianniArshavin  @  26/02/2014 21:22:29
   5 / 10
Film molto grottesco e surreale quello che segnò il debutto del regista francese Jean-Pierre Jeunet.
Per la sua natura stramba e particolare l'opera non è di facile fruibilità,e diciamo che nonostante alcuni aspetti positivi non mi ha convinto al 100%.
Straordinarie le location e l'atmosfera da mondo post-apocalittico perfettamente ricreate. Da evidenziare anche l'originalità assoluta del prodotto.
Purtroppo per il resto la noia la fa da padrone ed alcune situazioni molto demenziali non aiutano il ritmo a decollare.
Anche la struttura in se mi è sembrata troppo confusionaria e spesso non si capisce (forse volutamente) dove la vicenda voglia andare a parare se escludiamo la storia d'amore in essa presente.
Benino il cast e simpatici i vari inquilini del condominio.
Forse un domani gli ridarò un'occhiata per apprezzarlo e capirlo maggiormente.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Zazzauser  @  07/01/2014 04:42:14
   6½ / 10
Jeunet e Caro, avete fatto un film decisamente strano.
Il primo problema di Delicatessen è che ondeggia troppo nel registro stilistico. Dopo un prologo post-apocalittico, il film inizia a correre a destra e a sinistra, passando dalla "bassezza" della commedia demenziale al thriller/horror espressionista nell'ambito di tre quarti d'ora.
Il secondo risiede nel fatto che non è una commedia "corale", ma pare piuttosto Commedia dell'Arte anacronistica, nei mille personaggi stereotipizzati che si trovano protagonisti o meno di mille trame e sottotrame.
La figura del locandiere prende Goldoni e lo trasporta 3 secoli nel futuro, ma Clapet preferisce travestirsi da boss della mafia trapiantato dai noir del cinema americano classico, con tanto di sicario (il postino Chick Ortega); come macchiette/servi, due artigiani mettono in gioco il rango sociale come elemento comico in una situazione surreale; la bruttezza del circense Louison ricorda certi volti del neorealismo italiano con tanto di bambini "di strada" complici delle sue gesta; un piccolo esercito di irriducibili, l'uomo delle lumache, la coppia di pazzi fanno il loro ingresso come in siparietti teatrali...
I personaggi vengono presentati molto velocemente e legati a livello narrativo, ma sparati non nelle 3 ore di Altman, ma in un'ora e tre quarti di cinema francese.
Il che di sicuro è un merito, se si considera che comunque si apprezzano da morire (= non possono non star simpatici) malgrado la loro tipicità.
Ma che non lo è se non si riesce ad approfondirli, o peggio lo si fa a metà dando uno spunto e facendolo stagnare (dov'è finita la possibile riflessione sulla società dei cannibali fra il macellaio e la figlia?)
In un bordello di stili, registri, chiavi di lettura e colpi di scena, da Delicatessen ne esco stordito. Decisamente divertente ma troppo disorientante: commedia nera, sentimentale, demenziale? Thriller? Drammatico con implicazioni psicologiche? Surreale?
Forse niente e forse tutto.
Di sicuro lascia spaesati, nel suo alternarsi di "grandi" momenti - le jam session improvvisate, con violoncello e seghe (musicali) - ad altri veramente scabecci - gli sgangherati tentativi di suicidio di Aurore -.
Forse troppo balordo? Per il momento sì, ma qualcosa mi dice che invecchierà bene nella botte cranica. Necessita probabilmente una seconda visione per coglierne il vero senso, e so che nel sottobosco altri elementi interessanti verranno fuori.

leonida94  @  10/09/2013 15:15:19
   7 / 10
Il timbro di Jeunet (regista de "Il favoloso mondo di Amelie") è già forte, chiaro e deciso.
Un film molto particolare, per un genere che già di per se è atipico.
Alcune sequenze sono da antalogia e i personaggi che popolano il delirante condominio son certamente difficilmente dimenticabili.
Le sequenze sono un susseguirsi di assurdità e stonature con poca logica e molta fantasia che hanno però il difetto di non creare una vera e forte struttura dentro il film. La trama si perde nei meandri del grottesco edificio e ciò ricorda molto la (non)struttura dei film di Gilliam.
Sicuramente interessante e apprezzabile, una visione la può meritare, ma poteva essere congegnato un filino meglio per evitare di cadere nel classico film che alla fine "non fa e dice nulla".

Nutless  @  25/07/2013 16:35:54
   8 / 10
Splendido film di Jeunet, grottesco fino al midollo, costruito con personaggi molto ben caratterizzati e con quel sapore di steampunk a buon mercato che non può non ricordare il vecchio e caro Terry Gilliam.
Tutto è storto e sbagliato, crudele e divertente, assurdo e affascinante. Le scene musicali danno ritmo a un mondo autoconclusivo estremamente ben congegnato.

Invia una mail all'autore del commento astropippa  @  05/06/2013 00:01:46
   8 / 10
Un voto in piu per l originalità. Un film grottesco con alcune scene molto divertenti e trama davvero unica.

Oskarsson88  @  15/10/2012 11:18:08
   6½ / 10
L'idea era sicuramente molto originale e alcune scene sono anche molto ben girate, in specie quella dove tutto va a ritmo di musica. Però l'ho trovato un po' fine a se stesso, insomma anche se la trama era interessante, non mi ha coinvolto molto durante la visione..

1 risposta al commento
Ultima risposta 18/01/2014 20.38.19
Visualizza / Rispondi al commento
Lory_noir  @  13/10/2012 03:08:03
   8 / 10
Un film grottesco, a tratti poetico direi, con personaggi esuberanti e un sonoro veramente eccezionale.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  21/08/2012 11:26:16
   8 / 10
"Delicatessen" è un delizioso esordio per il mitico Jeunet!
Un grottesco tutto francese pieno di scene incredibilmente anormali e divertentissimo.
Devo fare i complimenti al direttore della fotografia e chi ha gestito la scenografia.
Il condominio, condomini compresi, è fra le cose più weird che abbia mai visto.
Non dimenticate nel cassetto questo film.

Larry Filmaiolo  @  24/06/2012 16:05:15
   7½ / 10
curioso, delirante, visivamente affascinante. chi come me ama il grottesco avrà pane (carne?) per i suoi denti!

chanty  @  28/05/2012 14:45:10
   6½ / 10
Un film particolarissimo che sa subito immergere lo spettatore in una realtà assurda e a tratti comica. Da vedere per conoscere un insolito genere di film.

alescar84  @  28/05/2012 14:32:34
   7 / 10
Storia e personaggi grotteschi, a tratti paradossali. Ambientazione impeccabile anche nei dettagli. Un'originalità DA RISCOPRIRE.

paride_86  @  14/03/2012 22:13:32
   7½ / 10
"Delicatessen" ha il raro pregio di saper creare un mondo a se stante, facendo del grottesco uno stile preciso e non un'esibizione di stranezze.
Bella la storia, interessanti i personaggi.

chupas8  @  03/10/2011 17:24:47
   8 / 10
La firma di jeunet rende particolare ogni sua creazione, ogni scena, ogni dialogo...dopo essermi innamorato de Il favoloso mondo di Amelie ho visto questo film che conferma la straordinaria capacità di questo regista di trasportarti nel suo mondo incantato...Grottesco!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR ferro84  @  29/09/2011 00:25:37
   7 / 10
Jean-Pierre Jeunet è quasi un'anomalia nel cinema francese che in genere tende o a scimmiottare gli americani oppure si lancia in pellicole dal sapore borghese ed intellettuale.
Jeunet esce dagli schemi ed oltre ad essere un grande creativo ha il senso del grottesco (cosa rara) e sa costruire storie che stanno sempre a metà strada tra il sogno e la realtà.
In Delicatessen ci sono le influenze di un certo cinema di Terry Gillam o di Burton ma tutto è elaborato in modo estremamente personale, il film scorre in modo sereno senza mai prendersi sul serio, riuscendo a trasmettere quell'aria di leggerezza che fa si che questa pellicola sia un piccolo gioiellino.

Sicuramente un'opera prima, senza troppe pretese narrative ma molte nella messa in scena, tutto perfettamente riuscito.

Invia una mail all'autore del commento Gualty  @  27/09/2011 02:51:18
   10 / 10
Amore. Morte. Un palazzo. Le fogne. Il ritmo delle piccole cose, i grandi orrori, gli errori, la vita tanto bella tanto brutta. La fame. Ricchi e poveri. Un macellaio.
L'horror più dolce, la storia d'amore più lorda, un esordio mozzafiato dei registi - del regista - e una straordinaria prova di recitazione per Dreyfus.
Sinfonico e compatto come ben pochi film sanno esserlo.

BrundleFly  @  28/05/2011 21:52:07
   6½ / 10
Un film troppo discontinuo, con un'idea molto interessante ed originale, ma che annoia in più di un' occasione.
Molto suggestiva la fotografia tipica dei film di Jeunet & Caro. Sarà che non è proprio il mio genere, ma non l'ho trovato questo gran capolavoro che vien tanto decantato.

DarkRareMirko  @  16/05/2011 01:52:34
   8 / 10
Interessante, surreale e visionario esordio della coppia Jeunet/Caro (Jeunet nel tempo sfornerà poi ottimi prodotti come Alien Resurrection e Il favoloso mondo di Amelie, sicuramente film di cui tenere conto e che ben testimoniano il suo talento); colpisce sin dall'inizio per atmosfere e tematiche weird, ma purtroppo a lungo andare il tutto si fa un po' troppo ripetitivo, anche perché l'ambientazione del film è limitata ad un unico mal messo condominio situato in una poco chiara collocazione spazio-temporale, dove comunque nascono e si sviluppano i rapporti tra i vari personaggi. Originale ed interessante comunque l'idea che in questo contesto il cannibalismo non solo sia legale, ma anche usuale. Un'opera diversa, grottesca, ben diretta, riuscita, da non perdere.

James_Ford89  @  07/01/2011 02:47:24
   7 / 10
E' senz'altro un ottimo film. Ci sono spunti di riflessione e significati nascosti importanti. Per certi versi anche superiore a "il favoloso mondo di Amèlie", questo infatti seppur annoia nella parte centrale non è smielato come l'altro di Jeunet che comunque per l'atmosfera rimane superiore. Fotografia eccellente.

7HateHeaven  @  08/12/2010 13:19:28
   4½ / 10
Tutto molto originale nelle aspettative: la trama, i personaggi, Jeunet, fa tutto propendere a un gran film. Il risultato d'insieme però è una noia mortale, sarò io che non ho capito niente, ma tolto alcuni momenti di pazzia-originalità allo stato puro non c'è niente da salvare. Il genere grottesco non mi dispiace affatto, ma questo film comunque è stata una delusione.

TheLegend  @  24/11/2010 03:23:21
   3½ / 10
Si ok originale,e poi?
Noioso dall'inizio alla fine;non vedevo l'ora che finisse.
Pessimo.

baskettaro00  @  01/11/2010 08:32:47
   6 / 10
Non mi ha convinto molto questa pellicola che vorrebbe risultare grottesca ma alla fine non abbonda in particolari degni del genere.
In molti punti ha prevalso la noia, anzi troppi direi.
Dal punto di vista della trama non c'è che dire, è originale quanto basta ed anche i personaggi lo sono, che risultano inoltre abbastanza surreali.
La recitazione non ha pecche ma neanche pregi, son tutti sullo stesso sufficiente livello, forse il macellaio è quello cui più gli si addice la parte.
Di solito film di questo tipo li adoro, eppure in questo non ci ho trovato nulla di particolarmente interessante, causato anche dalla troppa lentezza del film.
Però non mi sento di bocciarlo, come detto la trama ed i personaggi non son affatto male e calcolando che si tratta di un esordio il 6 ci può stare.
Ovviamente si poteva fare di più e virare molto più sul genere che più gli si avvicina, cioè il grottesco, mai registi han preferito dedicarsi ad altro.

pinhead88  @  12/08/2010 14:55:40
   3 / 10
Il primo film di Jeunet che vedo,e a quanto pare trattasi proprio della sua opera prima,in collaborazione anche con il fumettista Marc Caro.
"Delicatessen" è inutile dire che trova il suo punto forte principalmente nell'originalità,è una favola di stampo surreale,grottesca fino al midollo e sommersa da un'atmosfera post-apocalittica,ma che purtroppo si ritrova a se stante a causa della storiella poco incisiva che si trova a farle da contorno.una miscela assolutamente bislacca che propone horror,fantascienza,slapstick del periodo muto e quello che dovrebbe essere il tema portante,ovvero una tenera e romantica storiella d'amore immersa in questo mondo assolutamente paradossale.le atmosfere quindi sono le uniche cose che riesco a salvare in questo pasticcio.il black humor inoltre,come suggerito da molti, è parecchio altalenante.il film riesce ad alternare ottimi momenti di intelligente commedia nera a vere e proprie sequenze disastrose nella loro demenzialità che nel complesso risultano fastidiose e assai tediose.il problema quindi sarebbe tutto qui, un'idea sviluppata male che parte con un meraviglioso baluardo della sopravvivenza caratterizzato dalla macelleria umana,per poi perdersi tra balletti stupidi e noiosi e situazioni del tutto "weird" e fuori luogo.
Un vero peccato perchè avevo davvero alte aspettative,ed avendo deluso queste ultime non me la sento affatto di consigliarlo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 12/08/2010 16.15.18
Visualizza / Rispondi al commento
Invia una mail all'autore del commento Living Dead  @  05/08/2010 13:38:07
   8 / 10
Gioiellino francese che racconta l'assurda vita di un gruppo di condomini in un mondo sulla soglia dell'apocalisse, dove le suocere vengono vendute ai macellai per pagare l'affitto!
Visivamente accattivante e con un sacco di personaggi fuori di testa, un piccolo cult grottesco.

momo  @  15/02/2010 13:10:18
   7½ / 10
Ci sono tre aggettivi che descrivono a pieno il film: originale grottesco e francese. Jean-Pierre Jeunet crea delle atmosfere fiabesche indubbiamente originali e di grande impatto, i suoi film sono un evasione mistificante dalla realtà, infatti non vuole uscire da turpidume ma vuole farlo diventare cinicamente ed esteticamente accettabile per lui che il fatto che la vita sia meravigliosa è una "*******" non esiste un alternativa ma solo una fuga, che dopo sia la giovane Amelie o Lousion non importa. Per certi aspetti lo preferisco al favoloso mondo di Amelie in quanto si mantinene grottesco senza pretesa di un significato.

despise  @  16/12/2009 09:05:38
   7½ / 10
Un film che è una fiaba di humor nero, con stile e fotografia molto particolari.
Un gioiellino da riscoprire!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Ciumi  @  14/12/2009 12:12:42
   6½ / 10
Tra il favolistico e il grottesco, è bizzarro per i luoghi, per i personaggi e per la storia. Il fatiscente condominio del macellaio ricorda “l’inquilino del terzo piano” di Polanski, l’atmosfera allucinata “Brazil” di Gilliam, ha momenti comici che attingono al mondo dei clown e al cinema muto. Racconta vite sì ridicole, ma soprattutto miserabili e crudeli.
Però forse è davvero troppo, troppo, troppo bislacco.

RedPill  @  17/11/2009 21:22:42
   6½ / 10
L'ambientazione malsana e angusta di una Parigi buia e affamata, farà da sfondo alla bella favola proposta dal duo Caro-Jeunet.In primo piano gli inquilini di un condominio di "macchiette" che, sapientemente caricaturate da psicosi e paranoie, daranno vita ad una storia che non si propone con la solita "comicità convenzionale", ma diverte grazie ad uno spiccato senso del grottesco e ad una trama tanto singolare quanto interessante.Gli attori di questo "teatrino degli orrori" sono ovviamente il punto di forza, ma un altro manipolo di soggetti stravaganti reciterà un importante ruolo all'interno del film, che oltre ai protagonisti, tra i quali spicca la folle interpretazione di Jean-Claude Dreyfus, vedrà altri strambi individui muoversi in questo allucinato scenario, riservando un posticino anche per lo stesso (troglodito) Caro.Tra i più riusciti vi sono però Aurore e Frog Man, personaggi secondari molto caratteristici e sicuramente adatti ad un contesto che non gioca solo sulla particolarità dei propri soggetti, ma che si cura anche delle splendide scenografie, saturate da forti tinte seppia e "musicate" da suoni e rumori che completano una colonna sonora perfettamente in linea con il tipo di proposta.Detto questo, non mi sento tuttavia di promuoverlo con un voto più alto perché, benché risulti un lavoro certamente gradevole, data la trama, mi sarei aspettato un pò più di "Grand Guignol" da parte dei due registi francesi, che hanno tralasciato oltremodo l'aspetto più macabro della commedia, puntando quasi esclusivamente su quello più originale e bizzarro, soddisfando così le mie aspettative solamente in parte.

simone p  @  14/10/2009 13:49:01
   6½ / 10
Buone le atmosfere e alcuni personaggi riusciti.
Ma in alcune scene l'ho trovato fin troppo grottesco e demenziale soprattutto nella seconda parte...

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

phemt  @  05/08/2009 15:05:22
   8 / 10
Commedia grottesca e gustosamente weird a cura di Jenuet e Caro incentrata su un palazzo immerso in una onirica realtà post apocalittica e su un campionario di personaggi fuori dagli schemi…

Qualche genialata qua e là (il rilevatore di stronxate giusto per citarne una), un paio di scene notevoli (soprattutto quelle “ritmate” dal cigolio del letto), un humor nero sottilmente intrigante e un parco attori che fa il suo alla grande (alcuni li ritroveremo nel successivo La Città Perduta)…

Girato con maestria, visivamente sontuoso grazie ad una fotografia riuscitissima, girato fondamentalmente in una location, nel complesso gira un pochino meglio di La Città Perduta e intrattiene con più soddisfazione…

Drugo.91  @  03/08/2009 10:28:38
   7½ / 10
divertente e inventivo, nonostante gli spunti presi un po qua e la, l umorismo francese però ha i suoi limiti, e alcuni colpi partono a vuoto, notevole comunque la sequenza onirica del lancio delle mannaie

Gruppo REDAZIONE maremare  @  21/07/2009 02:39:22
   8 / 10
Geniale e grottesco, ricco di trovate originali.
Veramente una piacevole sorpresa.

bulldog  @  21/07/2009 02:12:17
   5 / 10
Ha il merito di essere originale,ma io l'ho trovato un accozzaglia di situazioni grottesche.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento goat  @  08/07/2009 11:53:18
   8 / 10
visivamente grandioso, jeunet crea una realtà post-apocalittica in cui surreale, grottesco, commedia e horror si fondono nei colori saturi di una realtà alternativa unica e originale.

Invia una mail all'autore del commento AcidZack  @  14/01/2009 03:03:21
   9 / 10
amo il genere, non ci posso far niente. Le situazioni, le fantasie storiche, il grottesco in generale. Mitico il baratto con una stranissima equiparazione dei beni materiali ahahhaha bah
fantastico. Per non parlare del crescendo della spinta sessuale, i abttiti della signora sul tappeto da pulire, metronomo per la violoncellista, e altro.
HUhuhuHuH

Gruppo REDAZIONE VincentVega1  @  03/01/2009 13:12:27
   7 / 10
A dir poco grottesco nella caratterizzazione dei personaggi e nella ambientazione, ricorda vagamente il Gilliam di "Brazil".
Situazioni divertenti e attori tutti in parte e simpatici, divertiti anche loro da una sceneggiatura intelligente senza eccessi di stile.
Una scenografia statica di color opaco, come gli omicidi cruenti del macellaio, ci accompagna per tutta la durata in un film decisamente piacevole.

donfabios  @  13/10/2008 23:01:20
   8 / 10
questo film è davvero una piacevole sorpresa: sebbene alcuni tratti (come i trogloditi) non mi convincano pienamente, il film alterna momenti poetici (come quello delle bolle di sapone o di duetto musicale tra i due protagonisti) a momenti di divertissement registico (come il letto che cigola e il resto del mondo che si sincronizza)e a momenti di pure risate, come nel caso del rilevatore di *******. Nel complesso davvero bello, forse anche fruibile a un pubblico più vasto di quello di nicchia.

1 risposta al commento
Ultima risposta 13/10/2008 23.04.05
Visualizza / Rispondi al commento
Sabata  @  06/08/2008 11:09:54
   7 / 10
Favola grottesca e agrodolce, che si contraddistingue soprattutto per l'ottima fotografia. L'intensità delle immagini, i contrasti, le tonalità dei colori, sembrano voler strizzare l'occhio, da una parte al cinema muto espressionista, dall'altra al background fumettistico di Caro. A mio gusto, questa ricercatezza d'immagine è anche eccessiva, per certi versi stucchevole. Qualche eccesso di banalità nella sceneggiatura. Meraviglioso il volto sogghignante di Jean-Claude Dreyfus.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  14/07/2008 13:14:09
   8 / 10
Commedia grottesca e surreale da vedere assolutamente.
90 minuti di personaggi originalissimi e una storia divertente e spaventosa ad un tempo. L'ambientazione è stupefacente e gli attori sono impeccabili.

gei§t  @  10/04/2008 18:51:08
   7 / 10
situazioni irreali e personaggi assurdi popolano il folle condominio in cui si svolge la storia. film originale e molto simpatico.

Dan of the KOB  @  17/03/2008 23:16:58
   7½ / 10
Originale, diretto e fotografato in modo stupendo!
Personaggi grotteschi e caratterizzati tutti in modo perfetto!
Storia simpatica e particolare!
L'ho apprezzato molto, per me è un film da vedere!

xxxgabryxxx0840  @  04/03/2008 19:37:13
   7½ / 10
Bel film, veramente originale. Da vedere assolutamente. Anche se ci sono alcuni aspetti troppo surreali, alcune trovate sono fantastiche!!

EcceBombo  @  14/02/2008 11:15:13
   8 / 10
Film particolarissimo...
Fuori dall'ordinario...
Da vedere per i cinefili,ma anche per tutti gli altri!

gordon4  @  31/07/2007 11:14:27
   8½ / 10
Geniale. Surreale al punto giusto con trovate non banali. Bella la sceneggiatura e bravi gli attori. Da non perdere.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  22/06/2007 17:50:30
   6½ / 10
Favola grottesca e surreale, con personaggi molto sopra le righe, ben costruito dal punto di vista visivo. Però, ad essere onesto, c'è un qualcosa che non mi convince del tutto e che non riesco a definire.

enrico1057  @  16/03/2007 13:28:10
   2 / 10
Non sapendo a che genere di film mi stavo accostando, mi sono appassionato alla originalità della trama nei primi 10 minuti. Poi accortomi con assoluta certezza di essere al cospetto di un film grottesco, mi sono preparato a sbelliccarmi dalle risate. Non è successo, ho aspettato che un sorriso mi si stampasse sul volto.Niente. Beh, forse un film romantico...mi commuoverò.Niente di niente. Verso la fine del film(che tarda certo ad arrivare) ho capito quale sentimento mi stava aspettando : rabbia. Tanta rabbia che avrei fatto esplodere lo schermo. Ma questa pellicola fa parte della settima arte???? Voi geni del cinema come fate a dare 10 a questa roba?

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

2 risposte al commento
Ultima risposta 14/08/2009 19.17.50
Visualizza / Rispondi al commento
davil  @  15/03/2007 16:12:15
   8 / 10
grottesco e surreale, film che fa dell'originalità il suo pregio

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR quadruplo  @  03/01/2007 19:56:59
   8 / 10
Che pochi voti...Il film è veramente grandioso!!Il migliore di Jeunet: grottesco è sicuramente la definizione più adatta. Esilarante, ottimamente girato, in alcune scene si assiste poi ad una perfetta interazione tra immagini e musica. Per quanto riguarda i protagonisti, I personaggi che abitano il palazzo sono tutti delle caricature, ognuno con la propria storia, i propri problemi e le proprie manie.

7 risposte al commento
Ultima risposta 05/01/2007 02.04.23
Visualizza / Rispondi al commento
lupin 3  @  12/12/2006 16:48:11
   8 / 10
Davvero bello nel suo genere...
Originale!

sweetyy  @  12/12/2006 16:07:57
   8 / 10
Nonostante la trama poco elaborata penso che sia uno dei film più originali che abbia mai visto.

Sig. Chisciano  @  21/08/2006 22:13:38
   9 / 10
Adoro i film di questo regista, questo poi è dei suoi il mio preferito.
Jenuet ha la capacità di trasformare in film le sue visioni e le atmosfere che gli passano per la testa. I personaggi del film sono fantastici, la storia è grottesca e fantastica, tutti i personaggi hanno elementi fortemente caratterizzanti, regia e fotografia sono superbe.
In questo film ho visto per la prima volta una persona suonare la sega.

Il rilevatore di *******te è una vera chicca.
Eccelente, bisogna vederlo.

1 risposta al commento
Ultima risposta 03/01/2007 19.58.19
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI bungle77  @  17/02/2006 10:22:10
   7½ / 10
Film stralunato e grottesco, Jeunet si dimostra regista capace con trovate geniali. Peccato il film sia francese e alle volte risulta un po troppo compiaciuto

neve  @  25/01/2006 01:16:26
   8½ / 10
Geniale. Un film assurdo. Da un punto di partenza così inquietante (uomini che mangiano altri uomini...) ne esce una trama giocosa, divertente, a tratti tenerissima e poetica. I personaggi sono delle maschere dai risvolti squisiti.
Va visto anche solo per la sua assoluta particolarità.

Invia una mail all'autore del commento cinefilo malato  @  08/12/2005 20:14:18
   9½ / 10
Ma che vi prende?!
Non c'è più nessuno che sventoli alte la bandiera del grottesco?
Boh...

1 risposta al commento
Ultima risposta 07/06/2006 13.26.25
Visualizza / Rispondi al commento
francescot  @  22/11/2005 23:39:54
   8 / 10
atipico e ben fatto.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento Andre85  @  14/10/2005 00:32:48
   4 / 10
assolutamente bocciato! film che mi ha annoiato a morte e abbastanza inutile. idea di base molto carina, come la fotografia ed alcune sequenze ma in complesso non trasmette nulla.

a tratti ricorda brazil

Invia una mail all'autore del commento Lorcove  @  30/08/2005 20:07:42
   8 / 10
Molto particolare, le saturazioni di Jeunet sono uniche!!! Mi è piaciuto molto, ve lo consiglio.

Invia una mail all'autore del commento Funeralopolis  @  25/08/2005 14:02:14
   8 / 10
Situazioni surreali, buon ritmo, ampio uso del grandangolo per una godibilissima commedia grottesca. Geniali i titoli di testa.

goophex  @  23/08/2005 02:38:26
   8 / 10


Un regista che esordisce cosi' con la sua opera prima va ammirato.
Tecnica allo stato puro e fantasia da vendere.
Stile unico e inimitabile.
Geniale!


phoenix74  @  10/03/2005 11:43:20
   1 / 10
non capisco i voti alti che avete a questo film.........a dir poco orribile

5 risposte al commento
Ultima risposta 12/10/2008 17.24.08
Visualizza / Rispondi al commento
goonies  @  07/02/2005 12:29:59
   10 / 10
Ambientato in un futuro postcatastrofe, humor nero all'ennesima potenza. un film dai toni rugginosi. La poesia che accompagna tutti i film di Jeunet, qui si alterna con il dolore e la follia umana.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Requiem  @  04/02/2005 21:03:43
   8 / 10
L'esordio di Jeunet, è un originalissimo e proprio strano mix tra horror, fantasy, grottesco, con tanta ironia, pieno di trovate genialoidi.
Jeunet predilige sempre obiettivi deformati e scenografie molto cupe, e si dimostra fin dall'esordio un buon regista.

Veramente divertente e originale questo film!

Sauron00  @  25/01/2005 11:37:24
   9 / 10
Intanto volevo ringraziarvi per aver inserito questo film.

Pensate al paradosso più assoluto che vi viene in mente... bhè questo film è a quei livelli... una divertentissima situazione tragica (la fine delle risorse alimentari) crea due fazioni ottuse e esilaranti. L'eroe del film è il paradosso di se stesso. Le grasse risate sono all'ordine del giorno grazie ai continui fallimentari tenativi di suicidio della pazza ( una tra tutti) sorella di un inquilino.... Consiglio a tutti la visione di questo film!!!!

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1011022 commenti su 44504 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net