i due papi regia di Fernando Meirelles USA, Regno Unito, Italia, Argentina 2019
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitŕ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

i due papi (2019)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film I DUE PAPI

Titolo Originale: THE TWO POPES

RegiaFernando Meirelles

InterpretiJonathan Pryce, Anthony Hopkins, Juan Minujín, Libero De Rienzo

Durata: h 2.05
NazionalitàUSA, Regno Unito, Italia, Argentina 2019
Generebiografico
Al cinema nel Dicembre 2019

•  Altri film di Fernando Meirelles

Trama del film I due papi

Frustrato dalla direzione intrapresa dalla Chiesa, nel 2012 il cardinale Jorge Mario Bergoglio chiede il permesso di ritirarsi dalla sua carica a papa Benedetto XVI, la cui interpretazione della dottrina č diametralmente opposta alla sua. Subissato da continui scandali, il Papa lo convoca personalmente a Roma per accettare le sue dimissioni, ma questo soggiorno romano finirŕ per diventare un'occasione per i due di conoscersi meglio e confrontare le proprie idee, tra tradizione e progresso, senso di colpa e perdono, spingendo il Pontefice a intraprendere una scelta difficile per il bene di oltre un miliardo di fedeli.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,05 / 10 (10 voti)6,05Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su I due papi, 10 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Cianopanza  @  08/08/2020 18:34:52
   7½ / 10
Film valido. Regia qua e là da mockumentary, telecamera a spalla, con spezzoni giornalistici, abbinata ad un ottima fotografia e a location di una maestosità mozzafiato. Due ottimi interpreti. Non mancano momenti spassosi e momenti profondi. Dialoghi molto interessanti con botta e risposta in punta di fioretto. Ne vien fuori un ritratto talvolta parodistico, talvolta disincantato e talvolta ancora molto umano dei due papi.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento emans  @  16/03/2020 23:50:59
   6½ / 10
Sembrerebbe una storia fantastica e originale allo stesso tempo e invece è successo realmente...quantomeno il fatto che un Papa decida di dimettersi lasciando la sua eredita' ad una figura diametralmente opposta alla sua.
Il fatto di prendere le parti di Bergoglio su molti argomenti, cosa facile direi, è un po' il punto debole del film che quindi lascia poco spazio alle discussioni su chi abbia fatto bene e chi meno.
Io penso che in modo diverso e meno empatico anche Ratzinger abbia portato qualcosa di buono...ma questo poco si evince da questo film. Sembra quasi che il "male" abbia lasciato spazio al "bene".
In tutto cio' impossibile non apprezzare la sintonia di due grandi attori con un Pryce in particolare molto bene in parte.
Riuscito ma poco onesto.

Jokerizzo  @  15/02/2020 21:26:34
   6½ / 10
Sufficiente e ben interpretato!

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  15/02/2020 20:44:46
   6½ / 10
Bisogna dire che facendo la tara sugli spunti che il film offre, a cominciare dalle visioni opposte ed in fondo inconciliabili di vedere la chiesa, ci sono due caratteri altrattanto opposti tra di loro, che in maniera altrettanto ovvia hanno una visione di dove condurre la chiesa del futuro (ci sarebbe una terza via, la mia, purtroppo penso impercorribile), vedere due attori come Pryce e Hopkins così ben affiatati fra di loro è un bel vedere. Riducendolo in termini calcistici, un Bergoglio che comanda il gioco nella prima parte ed un Ratzinger che prende la palla nella seconda, quasi a far sentire sulle spalle del cardinale argentino l'enorme peso di tale fardello e come sia realmente dura pedalare tale bicicletta.

Light-Alex  @  10/02/2020 20:23:16
   5 / 10
Il film riesce abbastanza bene a risultare aderente alla realtà, quanto meno dal punto di vista estetico. Le location sono in parte originali (film girato tra Buenos Aires, Roma e la reggia di Caserta) e in parte ricostruite ma che con la computer grafica rasentano la realtà. I costumi sono delle riproduzioni fedeli. Interessante la babele linguistica che sono riusciti a riprodurre utilizzando praticamente tutte le lingue parlate in Vaticano (incluso il latino).
Da questo punto di vista ottima interpretazione del duo di protagonisti Anthony Hopkins/Ratzinger e Jonathan Pryce/Bergoglio. Sia dal punto di vista recitativo, per essere stati in grado di fare loro movenze, andature, pose, dei due pontefici, sia per essersi ben mossi nella babele linguistica di cui sopra (con qualche errore certamente, ma grande sforzo).
Insomma il comparto tecnico realizzativo è stato ottimo.
Mi aspettavo qualcosa di più dal punto di vista dei contenuti.

Il film parte mostrandoci la abbastanza scontata contrapposizione tra Bergoglio il riformista, il buono, il semplice, quello che piace a tutti, contro Ratzinger, il conservatore, l'antipatico, l'intellettuale, il burbero.
Chiaramente non mi aspettavo un documentario, quindi si sorvola su questa visione semplicistica e non corretta, consci che ha solamente una funzione narrativa.
Tra siparietti simpatici e scambi di battute si arriva alla chiacchierata centrale tra i due, uno pontefice e l'altro ancora cardinale, che costituisce la parte principale del film. Qui gli equilibri si ribaltano, ognuno mostra le proprie debolezze e le proprie zone d'ombra nei rispettivi passati.

Sinceramente mi aspettavo qualcosa di più. I due personaggi in fondo incarnano due potenti archetipi di modi di intendere il mondo e la Chiesa. Forse mi aspettavo qualche dialogo dal respiro più profondo, qualche riflessione in più.
Invece il film lascia poco, la sceneggiatura alla fine insiste più sull'aspetto biografico che sull'aspetto mentale e filosofico.
Dal mio punto di vista, un'occasione sprecata.

Lockjack  @  08/02/2020 02:28:06
   1 / 10
Appena terminato ho girellato a leggere qualche recensione in giro.
Di comuni spettatori; perch'io sono tra quelli e non mi cale l'espertese o il critichese.
N'ho lette tre. Nessuna negativa. Di una m'ha colpito un brano che fa "... una creazione artistica non ha il dovere di restituire una verità storica."

Oddio... sulla natura fictionale (più che altro delle chiacchiere tra i due papalinati) sono pienamente d'accordo ma... allora cosa ci fa tutto l'impianto di contorno che tenta di restituire quella che si direbbe una natura documentaristica?

Vabbè... senza farla troppo lunga... dato ch'ho recepito 'sta Meirelleràta come smaccata fellazione di giornalistica cavità orale, pur essend'io un mangiapreti soft, nutro il bisogno di dirne come spudorata opera su commissione e, come tale, sicuramente laida e destituita del diritto d'esser sviscerata altramente da marchetta, la tratto.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  30/01/2020 12:32:01
   6½ / 10
Ammetto di essere piuttsoto ignorante in materia clericale, comunque questo film l'ho guardato con interesse.
Molto bravi e somiglianti i due protagonisti. Davvero interessante la prima parte, un po' troppo pesante e lenta la seconda.

Niko.g  @  29/01/2020 00:23:23
   8 / 10
Premesso che di Papa ce n'è uno solo e che la diversità tra i soggetti in questione è strumentalizzata quotidianamente dalle correnti progressiste e conservatrici sempre in lotta tra loro, c'è da dire che siamo di fronte ad un film davvero interessante (se non altro per l'originalità della proposta), curato fin nei dettagli e tutt'altro che pesante, come si potrebbe pensare in un primo momento.
In modo sorprendente, il regista Meirelles è riuscito a dare un taglio frizzante allo sviluppo, con frequenti cambi di inquadratura e rapidi scambi di battute che non inficiano in alcun modo la profondità dei contenuti e il rispetto dovuto ai due personaggi, così diversi eppure così strettamente legati l'uno all'altro. Ma è soprattutto l'interpretazione dei due attori Anthony Hopkins e Jonathan Pryce a dare spessore al film. E chissà che non ci scappi un Oscar...

Mauro@Lanari  @  28/01/2020 07:58:01
   6½ / 10
Vero ch'il soggetto di Meirelles porta le tracce d'un sano ripensamento durante il processo lavorativo: dal manicheistico scontro fra due teologie fallimentari (il Cattolicesimo non sta rincontrando alcun "Pope Francis effect") allo sconvolgimento di ciò che viene affermato in 2 Corinzi 12, 9: "Ed Egli mi ha detto: «Ti basta la mia grazia; la mia potenza infatti si manifesta pienamente nella debolezza»" (https://www.laparola.net/wiki.php?riferimento=2+Corinzi+12,+9). Nessuna grazia o potere divino ma la piena manifestazione della debolezza di due esseri umani.

Mauro Lanari

16 risposte al commento
Ultima risposta 15/02/2020 03.17.31
Visualizza / Rispondi al commento
BlueBlaster  @  27/01/2020 18:19:54
   6½ / 10
Da anticlericale convinto devo dire che questo film (visto solo per ampliare la mia conoscenza su certe questioni) non mi è dispiaciuto affatto nonostante sia quasi una agiografia su Bergoglio...
Nonostante il ritmo sia quel che sia e quasi tutto si basi su dialoghi non mi sono mai annoiato, ho trovato istruttiva la prima parte in cui si vede il conclave.
Sono stati bravissimi per quanto concerne le location ed il realismo di certe sequenze ma sopratutto i due protagonisti sono straordinariamente somiglianti ai due papi reali.
Che poi sia tutto vero quello che si vede sullo schermo è un'altra questione.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

a quiet place iia riveder le stelleafter midnight (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaantebellumantlersbad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandalobunuel - nel labirinto delle tartarughecambio tutto!candymancaterinacats (2019)cattive acquecercando valentina - il mondo di guido crepaxcharlie's angels (2019)criminali come noida 5 bloods - come fratellidoll housedoppio sospettodreamkatchereasy living - la vita facileera mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofamosafantasy islandgamberetti per tuttighostbusters: legacygli anni piu' belligretel e hanselgreyhound: il nemico invisibileil lago delle oche selvaticheil meglio deve ancora venireil principe dimenticatoil re di staten islandil richiamo della foresta (2020)impressionisti segretiin the trap - nella trappolala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la sfida delle moglila vita nascosta - hidden lifel'agnellol'anno che verrŕl'apprendistatol'hotel degli amori smarritilontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marianne e leonard. parole d'amoremarie curie
 HOT R
memorie di un assassinomorbiusnel nome della terranon si scherza col fuocoonward - oltre la magiaoutbackpicciridda - con i piedi nella sabbiaqua la zampa 2 - un amico e' per semprequeen & slimrun sweetheart runsaint maudshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccaspiral - l'eredita' di saw
 NEW
star lightstay stillthe boy - la maledizione di brahmsthe gentlementhe grudge (2020)the new mutantsthe old guardthe other lambthey shall not grow oldun figlio di nome erasmusun lungo viaggio nella notteuna intima convinzionevivariumvolevo nascondermivulnerabiliwaves

1007143 commenti su 43880 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net