il talento del calabrone regia di Giacomo Cimini Italia 2020
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

il talento del calabrone (2020)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film IL TALENTO DEL CALABRONE

Titolo Originale: IL TALENTO DEL CALABRONE

RegiaGiacomo Cimini

InterpretiAnna Foglietta, Lorenzo Richelmy, Sergio Castellitto, David Coco, Gianluca Gobbi

Durata: h 1.37
NazionalitàItalia 2020
Generethriller
Al cinema nel Novembre 2020

•  Altri film di Giacomo Cimini

Trama del film Il talento del calabrone

Steph, giovane dj radiofonico in forte ascesa, ha guadagnato popolaritÓ sui social media e ogni sera conduce un programma in radio con un grande seguito, durante il quale riceve telefonate dai fan. Una sera, una chiamata lo raggela: dall'altro lato, uno sconosciuto annuncia che ha intenzione di togliersi la vita facendosi esplodere nel bel mezzo della cittÓ. Steph cerca di gestire la situazione come meglio pu˛. Si adopera cosý a far parlare il pi¨ possibile il suo interlocutore per evitare il peggio mentre una task force guidata dalla risoluta poliziotta Rosa Amedei cerca di risalire all'uomo per bloccare un piano pi¨ complicato di quanto comunicato.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   4,88 / 10 (12 voti)4,88Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Il talento del calabrone, 12 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

marcogiannelli  @  09/01/2021 08:25:53
   5 / 10
Flusso di pensieri durante il film.
Recitazione per nulla naturale, esplode un palazzo e dicono "No!". Non c'è una reazione logica dei personaggi alle parole di un altro personaggio o ai fatti che accadono su schermo.
Lo seguono grazie alle telecamere ma non capiscono in che punto di Milano sia.
Ad un certo punto il personaggio della Foglietta chiede come hanno fatto a non localizzarlo. La risposta è delle più assurde che abbia mai sentito per giustificare qualcosa di simile.
La situazione di partenza sarebbe anche plausibile, ma la consecutio è tutta sballata e stramba.
La Foglietta poraccia è vittima di un personaggio senza senso. Anche Castellitto purtroppo sembra andare in over acting in alcuni momenti, seppure sia una delle cose salvabili.
Richelmy sembra essere coinvolto dal minuto 1 e si comporta in maniera del tutto irrazionale, facendo incazzare il professore quando non ce ne sarebbe bisogno, andando fuori di testa a occhio e sembrando lui l'attentatore.
Gli altri componenti della radio che fanno la parte de "oh sì ma quanti ascolti" non sono credibili mai.
E' tutto troppo caricato quasi a fare gli americani, sono tutti troppo impostati e questo danneggia la riuscita della pellicola.
La scrittura dei dialoghi a tratti è quella di The Lady, para para.
"Quest'uomo ha venduto tutto non ha lasciato traccia di se da 2 anni" certo, come no.
A ogni traccia si fermano come se durasse mezz'ora.
La Foglietta che si cambia.
Il terrorista che prende possesso dell'elettricità della città.
La scena in cui Steph vuole andarsene e dopo impazzisce anche al telefono.
Boh, una serie di assurdità una dietro l'altra.
E io amo i film tutti girati in poco spazio, i The Guilty del caso.
Peccato. Doveva essere un gran film e ne aveva le potenzialità.
Sia per il messaggio sul bullismo, sia per l'idea di fondo.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  06/01/2021 22:05:24
   5½ / 10
Quando il cinema di genere italiano tenta di affacciarsi ogni tanto, troppo poco per quanto mi riguarda fa sempre piacere. Il talento del calabrone si accosta ad un modello che può andare bene perchè riprende schemi di altre cinematografie come quella americana. Bello il personaggio di Castellitto che disegna un personaggio più malinconico ed amareggiato che mefistofelico. Conduce il gioco e lo svolge con la classe che gli appartiene. Però c'è disequilibrio fra i diversi personaggi: quello di Richelmy è ben disegnato, tuttavia rimane schiacciato su quello di Castellitto, cioè emerge meno come valido contraltare della machiavellica costruzione del villain. La Foglietta purtroppo soffre di dialoghi piuttosto risibili e francamente fuori luogo in una situazione del genere. E' il personaggio più penalizzato, ma non certo per colpa dell'attrice. Questa mancanza di equilibrio nuoce al film, un bicchiere mezzo vuoto. Andrà meglio la prossima volta.

Macs  @  30/12/2020 08:17:53
   5 / 10
Ho dato 5 e pensavo di abbassare la media, invece la alzo. Hmm questo la dice lunga sul valore di questa sorta di Rai fiction, girata con due soldi in un'unica location e con una sceneggiatura che pare riciclata da svariati altri prodotti. Parte centrale noiosissima in cui non accade nulla ma solo ripetizioni, mentre il finale e' veramente insulso con una presa in giro dello spettatore di cui mi sorprende nessuno si sia lamentato (in Spoiler). A quel punto il film pur con i suoi difetti, poteva anche ottenere una striminzita sufficienza, ma quel finale ha veramente insultato la mia intelligenza.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

romrom  @  19/12/2020 22:15:05
   5 / 10
Tutto molto inverosimile ...non male Castellitto , invece la Foglietta- che di solito mi piace - è completamente fuori ruolo.

markos  @  09/12/2020 16:45:18
   6 / 10
La storia regge, si vuol vedere come va a finire
Anche la storia non è male
Alcune scene sono state un po ridicole.. È vero.

Burdie  @  09/12/2020 15:54:36
   5½ / 10
...trama originale, ma interpretazioni molto molto scarse

GreatJohn96  @  06/12/2020 22:02:37
   6 / 10
Un thriller ben sviluppato, con un'ottimo tema centrale che affronta in maniera davvero interessante, insegnando allo stesso tempo qualcosa in pi¨ sul bullismo. Incredibile come viene messo in scena il tutto emozionando in modo anche imprevedibile ed azzeccatissima la location Milanese di notte. Le interpretazioni non sono il massimo? Pazienza, esistono ben altri film stranieri con interpretazioni ben peggiori (USA inclusi). Le trovate risultano banali? Bene, ci si pu˛ sorvolare dato l'impegno che c'Ŕ stato dietro e solo per il fatto che visto in sala avrebbe fatto la sua porca figura. Il vizio per il cinema Ammerreghano colpisce ancora.

1 risposta al commento
Ultima risposta 28/12/2020 01.27.59
Visualizza / Rispondi al commento
mrmassori  @  05/12/2020 20:15:34
   3½ / 10
Un film a dir poco ridicolo. Sembra una parodia alla Maccio Capatonda. Ciò che più mi ha irritato, sono stati il modo di recitare - veramente pessimo - e i dialoghi da fiction di serie B. Reputo Castellitti (soprattutto) e RIchelmy dei bravi attori ma non mi riesco a spiegare come in questo film si siano declassati così tanto. Vuole essere una specie di thriller alla'americana ma è un'operazione davvero poco riuscita da bocciare su tutti i fronti.

DogDayAfternoon  @  05/12/2020 14:20:14
   6½ / 10
Prende a piene mani dal cinema americano (Talk radio, Quinto potere), ovviamente non raggiungendo gli stessi livelli qualitativi. Titolo e trailer però promettevano molto bene, motivo per cui pur pieno di scetticismo ho deciso di dedicargli una serata, complice anche la (giusta) breve durata.

Sinceramente non mi sentirei di stroncarlo come fatto da chi mi ha preceduto in questo sito, qualche buona idea c'è, bravi Castellitto e la Foglietta (quest'ultima però interpreta un personaggio a tratti ridicolo, vestito rosso e fondina sulle spalle mi è sembrata una gran trashata, come la facilità con cui arriva a scoprire l'identità dell'aspirante suicida), meno bravo invece il resto del cast.

C'è di peggio, l'importante è, se si decide di darci un'occhiata, partire con aspettative sotto zero e non farsi ingannare dalla buona qualità del trailer (che astutamente racchiude un po' i momenti e le frasi migliori del film).

Gruppo COLLABORATORI SENIOR foxycleo  @  03/12/2020 12:58:48
   4½ / 10
Onestamente mi è parso di guardare un episodio di una fiction RAI.
Vuole avvicinarsi ad un taglio cinematografico americano, ma non ci riesce.
L'attore che interpreta Steph è irritante, la Foglietta è brava ma non dà il meglio.

Scuderia2  @  03/12/2020 07:53:17
   4 / 10
"La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso"

Allo stesso modo Il talento del calabrone non ha i requisiti per ambire a essere un thriller originale, ma lui non lo sa e ci prova lo stesso, e si schianta rovinosamente.

Vestito rosso, anfibi, armi a tracolla: Anna Foglietta si veste come Milla Jovovich in Resident Evil, non si sa perché.


Cristina Marino non si è evoluta dal Vodafone Shake con Bruce Willis.

Mauro@Lanari  @  02/12/2020 16:53:18
   2 / 10
"Tu vuo' fa' l'americano" (https://www.youtube.com/watch?v=BqlJwMFtMCs) e invece è uno scarto fiction Raiset che s'inserirebb'a forza in un buco del palinsesto estivo. Dialoghi, script e personaggi d'un cialtronismo calabronico: tensione zero, irritazione dieci.

Mauro Lanari

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


1013467 commenti su 44801 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net