knight of cups regia di Terrence Malick USA 2015
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

knight of cups (2015)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film KNIGHT OF CUPS

Titolo Originale: KNIGHT OF CUPS

RegiaTerrence Malick

InterpretiChristian Bale, Cate Blanchett, Isabel Lucas, Natalie Portman, Freida Pinto, Teresa Palmer, Wes Bentley, Ryan O'Neal, Antonio Banderas, Joe Manganiello, Joel Kinnaman, Imogen Poots, Brian Dennehy

Durata: h 1.58
NazionalitàUSA 2015
Generedrammatico
Al cinema nel Novembre 2016

•  Altri film di Terrence Malick

Trama del film Knight of cups

Rick Ŕ uno schiavo del sistema hollywoodiano. Egli Ŕ assuefatto al successo ma allo stesso tempo si dispera per il vuoto della sua vita. A suo agio nel mondo delle illusioni, Ŕ alla ricerca della vita vera. Come il cavaliere di coppe dei tarocchi, Rick si annoia facilmente e ha bisogno di stimoli esterni, perseguendo la sua natura di artista, romantico e avventuriero.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   6,64 / 10 (11 voti)6,64Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su Knight of cups, 11 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

76mm  @  oggi alle 13:20:24
   4 / 10
Malick punta sempre in alto ma stavolta gli è sfuggita di mano la situazione.
L'intuizione di provare a rendere tangibile lo spaesamento dell'essere umano davanti ai misteri del cosmo facendo in modo di rendere realmente spaesati gli attori in scena (tramite una "sceneggiatura" improvvisata di giorno in giorno e senza spiegare loro il contesto nel quale dovevano muoversi) poteva essere buona, ma è tutto troppo slegato e il personaggio di Bale come possibile trait d'union serve a poco essendo privo di qualunque sostanza.
Grande spreco di cast…mai viste la Blanchett e la Portman, oltre allo stesso Bale, così inebetite ed inespressive.
La voce off e i monologhi interiori hanno iniziato a lacerarmi il fegato dopo un quarto d'ora.
Critica spaccata in due, io mi schiero decisamente dalla parte dei detrattori.
Malick ha imboccato un cul de sac dal quale difficilmente riuscirà ad uscire, questa improvvisa bulimia produttiva non gli sta giovando per niente a mio avviso, si narra che abbia già altri due film pronti, non so se troverò il coraggio di affrontarli.
Col gemello "to the wonder" è fra le cose peggiori che abbia visto ultimamente.
Dal punto di vista tecnico, va detto, è stupendo...ma la mia idea di cinema è un'altra.
Non per tutti, sicuramente non per me.

Alex22g  @  16/04/2017 17:30:11
   10 / 10
Ennesimo capolavoro di Malick. Un esperienza cinematografica piu che un vero e proprio film. Mi ha lasciato felicemente impressionato per quasi 2 ore. Che regia strepitosa e che fotografia. Va detto che il suo stile l ho apprezzato con il tempo, ma ad oggi riesce ad emozionarmi come pochi altri registi. Immenso.

TheGame  @  27/03/2017 15:12:49
   4 / 10
La frammentazione e decostruzione narrativa tratteggia lo smarrimento creativo del cineasta texano, in una formula annacquata che affoga nel pretestuoso e vacuo, finendo egli stesso per sgretolare il suo cinema facendolo divenire del tutto trascurabile.

VincVega  @  16/02/2017 20:36:37
   4½ / 10
Ho apprezzato Terence Malick nei primi suoi quattro film (mi manca da vedere Tree of Life), ma questo "Knight of Cups" l'ho trovato molto difficile da portare a termine.
Sicuramente l'idea di questo personaggio in balia degli eccessi di Hollywood, della vuotezza interiore è apprezzabile, ma è il modo in cui Malick lo racconta che è pretenzioso e di una noia allucinante, con le molteplici voci fuori campo che dopo un po' diventano veramente fastidiose.
Un cast enorme sprecato come non mai, con molti attori in scena per una manciata di minuti e ridotti a macchiette. Ho sentito di questa storia che moltissimi attori vogliono comparire in un film di Malick perchè li filma bene, sono sempre bellissimi. Potrei essere d'accordo, la fotografia nei suoi film è sempre elegante e deliziosa. Il problema è che manca una qualsiasi narrazione, le sequenze non sono legate l'una all'altra, le immagini portano in un mondo quasi astratto, tutto molto affascinante e in linea con la tematica, ma in fin fine, molta forma poca sostanza.
Le belle immagini non fanno un bel cinema (Preferivo il Malick che ci metteva 6-7 anni x fare un film).

Invia una mail all'autore del commento NotoriousNiki  @  04/02/2017 21:26:46
   8 / 10
Curioso come Malick abbia fatto più film negli ultimi 10 anni che nei precedenti 30, come se si fosse accorto di aver qualcosa da dire e di non aver più molto tempo per farlo, perchè Malick è da considerare alla stregua di un glottoteta per cinefili.
The Tree of Life ha cambiato il suo cinema, sia 'To The Wonder' che 'Knight of Cups' accusano gli stessi pregi ma altresì non hanno più quel sapore di originalità, ed essendo le sue opere labili di filo narrativo, corre sempre il rischio di imboccare il sentiero del manierismo. Questo era il caso di To the Wonder non di Knight of Cups, merito sopratutto della presenza pressoché stabile ed inalterata di Christian Bale, minimo comun denominatore, riferimento per lo spettatore, il quale viene invischiato nel suo smarrimento, i suoi being of moments sono estasi per l'intelletto, voce fuori campo tutt'altro che accessoria espediente necessario mediante il quale far emergere il lato interiore della sua vita sregolata e dissoluta, son sicuro che Malick farebbe anche a meno di questo casting di divi, ma ad Hollywood a quanto pare si fa la fila per lavorare con lui (la più centrata sicuramente Imogen Poots).


Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  13/01/2017 11:57:44
   7½ / 10
Slanci di cielo e poi più nulla.
Un 2001 ammutolito.

Manticora  @  30/12/2016 16:29:30
   8 / 10
Ormai per un certo tipo di pubblico Malick è qualcosa che trascende il fare semplicemente cinema, il suo è quasi un viaggio nella psiche umana, e già con l'albero della vita aveva mostrato questo stile. Uno stile che usa la storia come pretesto, per parlare della natura umana, in questo caso di un attore hollywodiano, quel Christian Bale meno star e più attore, che qui ancora una volta fà la differenza, non c'è niente da fare, l'attore inglese è sempre una spanna sopra tutti, in qualunque interpretazione. Qui lo vediamo come una star annoiata, che cerca una vita che valga la pena di essere vissuta. La costruzione per immagini è sorprendente, Malick ormai narra per voichover, quello di Bale, quello di Kate Blanchett, quello di Wes Bentley. La scena del terremoto è terribilmente essenziale, semplice ma sorprendente, in un mondo dove tutti inseguono il successo può capitare qualcosa di insolitamente imprevedibile, che ti fà cadere vasi dai tetti. Bellissime immagini in una storia semplice, il tutto attraversato da attori, per un attimo compare Michael Clarke, poi Freida Pinto, sorridente e silenziosa. IMogen Pots sussurra
"tu sei debole" mentre Banderas si comporta da mattatore nella festa delle celebrità. Natalie Portman è soltanto un apparizione, e in questo la musica di Hans Zimmer attraversa tutta l'esistenza. Questo cinema anticommerciale e pieno di sostanza è fatto per chi ha voglia di pensare, ed non è così scontato nel mondo attuale.

Oskarsson88  @  07/11/2016 01:27:43
   5 / 10
5 e sono super generoso, ho trovato il film di una noia difficilmente eguagliabile. Mi è parso una sorta di rivisitazione del Cielo sopra Berlino, che anch'esso non mi era piaciuto.. insomma questi film intellettualoido-esistenziali non fanno per me. Da salvare la fotografia, e l'incredibile quantità di belle sgnacchere. Per il resto può piacere a chi gli piace il genere sennò addio

7219415  @  07/11/2016 00:44:43
   5 / 10
Proprio non il mio genere.

LaCalamita  @  04/07/2016 17:43:55
   10 / 10
Che bellezza. Dopo pochi secondi sono subito rimasto colpito dall'atmosfera che si respira. La scena iniziale del terremoto è bellissima.
Malick in due ore ci regala una quantità enorme di immagini una più bella dell'altra. Rende grazia sia agli ambienti naturali sia al contesto urbano, che privato del caos del traffico e dell'andirivieni di persone può regalare un bel vedere, soprattutto gli edifici con queste grandi vetrate, ma anche molti interni di case. Per non parlare dell'acqua, che sia quella del mare o di una piscina.
Stupende anche tutte le scene in prima persona dal punto di vista del viaggiatore in auto lungo una strada, di città oppure nel deserto.

A chi non è "elastico" mentalmente e aperto a visioni diverse dal solito standard, il film può apparire insensato e depressivo. Nulla di tutto questo : ho trovato Knight of Cups estremamente RILASSANTE! Visto a letto di domenica, nelle prime ore del mattino, quando in casa e fuori c'è silenzio. Un piccolo grande viaggio di due ore, dove assistiamo al passeggiare/vagabondare di Rick/Christian Bale per il pianeta, alla ricerca di equilibrio e della scintilla. Il modo in cui sono girate le scene, rapide o frammentate, sembra allungare il tempo. In pratica vediamo molto del protagonista, nella sua quotidianità oltre che nei momenti più intensi e, alla fine del film, lo conosciamo abbastanza bene. Sarà una cosa di poco conto, ma ho trovato molto azzeccata la coppia Christian Bale-Wes Bentley come fratelli.
Adoro come Malick metta insieme la parte più "animalesca" dell'uomo (donne, sesso, bisogni terreni) con la parte più alta di sè, che ci porta a ragionare sull'io, sulla vita e l'universo intero. Da quello che ho capito questo viene esplicitato più nettamente in The Tree of Life, che devo assolutamente vedere.
Che dire, complimenti al regista, Malick è un grande artista.

2 risposte al commento
Ultima risposta 08/04/2017 02.34.16
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  12/04/2016 22:02:15
   7 / 10
Un'evoluzione che porta ancora più all'estremo le visioni di un regista che da The Tree of Life, passando per To the Wonder, portano a questo suo ultimo film, in cui la narrazione frammentaria è un continuo flusso d'immagini che scorrono parallele con il flusso emotivo dei personaggi, azzerati nella loro fisicità per risaltare la loro spiritualità e coscienza interiore. La Natura sempre molto presente nei film di Malick, lascia il posto alla giungla urbana caotica dove si viene sballottati a destra e sinistra senza trovare una vera e propria dimensione esistenziale. Se il senso di smarrimento è l'aspetto più evidente di Knight of Cups, il regista ha centrato in pieno il bersaglio, perchè al pari del suo protagonista ci si sente smarriti e trasportati. Malick è così, prendere o lasciare. Diversamente da To the wonder che ho apprezzato poco, Knight of cups potrebbe essere la tappa finale di un percorso o la continuazione dello stesso alla ricerca di se stessi. Quest'ultimo film non aggiunge granchè rispetto ai suoi ultimi due lavori, ma indubbiamente offre degli squarci visionari di straordinaria bellezza.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

17 anni (e come uscirne vivi)
 NEW
a casa nostra (2017)a good americanacqua di marzoaeffetto dominoaldabra: c'era una volta un'isola
 NEW
altin in citta'assalto al cielobaby bossbleed - piu' forte del destinoboston - caccia all'uomochi salvera' le rose?ciao amore, vado a combattereclasse zdall'altra parteellefalchifamiglia all'improvviso - istruzioni non inclusefast and furious 8ghost in the shell (2017)god's not dead 2 - dio non e' morto 2gomorroide
 NEW
guardiani della galassia vol. 2i am not your negroi called him morgani puffi: viaggio nella foresta segretail diritto di contareil padre d'italiail permesso - 48 ore fuoriil pugile del duceil segreto (2016)il viaggio (2017)in viaggio con jacquelinejohn wick capitolo 2
 HOT
kong: skull islandla bella e la bestia (2017)la cura dal benessere
 NEW
la guerra dei cafonila legge della nottela luce sugli oceanila meccanica delle ombrela mia famiglia a soqquadrola parrucchiera
 NEW
la ragazza dei miei sognila tartaruga rossa
 NEW
la tenerezzala vendetta di un uomo tranquillola verita', vi spiego, sull'amorel'accabadoral'altro volto della speranza
 NEW
l'amore criminalelasciami per semprelasciati andarele cose che verranno
 NEW
le donne e il desiderio
 NEW
le verita'
 NEW
l'eccezione alla regolaliberelibere, disobbedienti, innamoratelife - non oltrepassare il limitelogan - the wolverineloving - l'amore deve nascere liberomal di pietremister universomma love never diesmoda miamoglie e maritomothers (2017)
 NEW
mystic gamenon e' un paese per giovaniomicidio all'italianaovunque tu saraiozzy - cucciolo coraggiosopasseriper un figliopersonal shopperphantom boypiani parallelipiccoli crimini coniugalipiena di graziapino daniele - il tempo restera'planetariumpower rangersquestione di karmarosso istanbulsfashionslam - tutto per una ragazzastrane straniere
 NEW
tannathe belko experiment
 NEW
the circlethe most beautiful day - il giorno piu' bellothe ring 3the rolling stones ole', ole', ole'! - viaggio in america latinathe startup
 NEW
tutti a casa - inside movimento 5 stelleun altro meun tirchio quasi perfettounderworld - blood warsvedete, sono uno di voivi presento toni erdmannvictoriavieni a vivere a napoli!virgin mountain
 NEW
whitney (2017)wilson (2017)

954332 commenti su 37081 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net