la battaglia di hacksaw ridge regia di Mel Gibson USA 2016
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novitÓ NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

la battaglia di hacksaw ridge (2016)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli! Condividi su Facebook

Seleziona un'opzione

locandina del film LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE

Titolo Originale: HACKSAW RIDGE

RegiaMel Gibson

InterpretiAndrew Garfield, Teresa Palmer, Sam Worthington, Vince Vaughn, Luke Bracey, Hugo Weaving, Rachel Griffiths, Richard Roxburgh

Durata: h 2.11
NazionalitàUSA 2016
Generedrammatico
Al cinema nel Febbraio 2017

•  Altri film di Mel Gibson

Trama del film La battaglia di hacksaw ridge

Durante la Seconda guerra mondiale ha luogo l'epica battaglia per prendere la tristemente nota fortezza giapponese di Okinawa. L'improbabile eroe che cambia le sorti della violenta e sanguinosa battaglia Ŕ Desmond T Doss, un giovane soldato e medico dell'esercito americano che si rifiuta di portare le armi. Il suo comportamento contribuirÓ a renderlo un eroe agli occhi dei suoi commilitoni, facendone il primo obiettore di coscienza nella storia americana a ottenere una medaglia d'oro dal Congresso.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   7,54 / 10 (27 voti)7,54Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su La battaglia di hacksaw ridge, 27 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

TheLegend  @  19/02/2017 21:30:57
   6 / 10
Mi aspettavo decisamente di meglio.
Un film di guerra abbastanza banale e simile ad altri 1000.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR The Gaunt  @  17/02/2017 23:45:41
   6½ / 10
Il personaggio di Desmond Ross sicuramente ti rimane impresso. E' una contraddizione vivente visto da fuori. Un obiettore di coscienza senza armi in mezzo ad un campo di battaglia. L'unica arma a sua disposizione è una forza morale che va oltre l'umano. Tutto il film in fondo è un campo di battaglia, non solo Okinawa, dove asserragliato in un ipotetico fortino c'è questo soldato particolare teso a difendere fino all'ultimo respiro le ragioni di una scelta radicale. Senza dubbio un personaggio fuori dai canoni e ben interpretato da Garfield, mentre la regia di Gibson alterna delle belliisime sequenze sui campi di battaglia a cadute nella retorica nell'eccesso di ralenti ed un uso della musica dai toni celebrativi in una vicenda che meritava più sobrietà.

InvictuSteele  @  16/02/2017 21:58:57
   6 / 10
Impeccabile dal punto di vista tecnico quanto lacunoso a livello di sceneggiatura che presenta molte incertezze; alcuni personaggi, presentati inizialmente, spariscono, altri invece cambiano carattere in un batter d'occhio. C'è troppo buonismo in questo film, troppa religione, troppa retorica, tutto succede così velocemente, la preparazione alla guerra è velocissima, l'amore tra i due protagonisti scoppia precocemente e, nel giro di venti minuti, sono già trascorsi anni. Una narrazione veloce, che non dà tempo di annoiarsi e che risulta piacevole, però cavolo, sembra un film epurato da sentimenti cattivi e costruito per risultare di facile comprensione e per aggraziarsi il pubblico americano. C'è la violenza, il sangue a fiotti, ma la vicenda non vive, si osserva soltanto a distanza, non c'è pathos, forse perché è troppo patinato e lustrato per vincere gli Oscar... ma l'orrore della guerra è ben altro. Finale velocissimo che non ho apprezzato. Ma davvero questo filmetto innocuo è candidato a 8 oscar?

1 risposta al commento
Ultima risposta 17/02/2017 09.45.07
Visualizza / Rispondi al commento
Hannibal  @  16/02/2017 14:31:12
   7½ / 10
Ottimo ritorno di Mel Gibson dietro la macchina da presa. Film che rimane ben impresso nelle menti degli spettatori. Meglio la seconda parte, rispetto alla prima, riguardante l'addestramento. Lo consiglio.

VincVega  @  15/02/2017 11:12:54
   6½ / 10
"La Battaglia di "Hacksaw Ridge" è un film che, indubbiamente, si rivela retorico in alcune tematiche (americani buoni, i giapponesi cattivi, patriottismo), c'è uso spropositato del rallenty, sia fuori che dentro la battaglia, che risulta abbastanza ruffiano e anche le musiche sono troppo celebrative.
Ma Mel Gibson è un uomo di cinema esperto, sa indubbiamente toccare le corde giuste nei suoi racconti e il film non manca mai di ritmo.
La storia di Desmond Doss è coinvolgente, dall'adolescenza con i contrasti col padre alcolizzato (un grande Hugo Weaving) all'arruolamento e la conseguente presa di posizione sul suo non uso delle armi, che gli creerà non pochi problemi con i superiori e i commilitoni. A volte però, sembra troppo romanzato e Gibson calca la mano sulla personalità di Doss, quasi un Gesù Cristo che va in guerra.
La seconda parte dedicata alla battaglia è veramente spettacolare, quasi un film horror, con budella, arti maciullati, corpi incendiati, Gibson ci catapulta nell'atrocità dello scontro, nonostante qualche sequenza sembra un po' inverosimile.

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Un film di guerra da vedere, che però non raggiunge i picchi emotivi di capolavori bellici sulla seconda guerra mondiale usciti negli ultimi 20 anni come "Salvate il Soldato Ryan", "La Sottile Linea Rossa" o "Lettere da Iwo Jima".

outcast  @  14/02/2017 13:23:38
   6½ / 10
Consueta fiaba splatter per Mel Gibson; nulla da dire, i suoi film funzionano e divertono molto.

romrom  @  13/02/2017 16:41:11
   7½ / 10
Un buon film , specialmente il secondo tempo, con scene di battaglia veramente magistrali : nel primo tempo ho trovato tutta la parte dell'addestramento decisamente perdente a confronto dell'immortale FULL METAL JACKET , con l'ineffabile Sergente Hartman molte spanne sopra il poco convincente Vince Vaughn.

piripippi  @  13/02/2017 14:52:02
   9 / 10
un bel film davvero , ma si sa anche se non da attore mel gibson sa trattare bene questi argomenti. il film è tratto da una storia vera , documentata a fine film. ricostruzione ben fatta. scene e trama convincenti e mai noiose come gli effetti.gli attori si dimostrano all'altezza. credo sia davvero un bel film

pernice89  @  13/02/2017 09:04:09
   9 / 10
Davvero eccellente. Non è solo un film di guerra, è soprattutto la storia di un uomo e delle sue convinzioni. Un film che lascia sicuramente il segno.
Garfield mi ha stupito, forse tecnicamente non è ancora perfetto ma è riuscito perfettamente a trasmettere ciò che il personaggio doveva trasmettere, devo fargli i complimenti. Anche il resto del cast si è comportato egregiamente, un plauso particolare a Hugo Weaving, commovente in alcune scene.
La storia è coinvolgente, ti prende, la battaglia è stata rappresentata favolosamente; nonostante io abbia sempre sostenuto di non amare particolarmente i film di guerra per le battaglie, sto cominciando a ricredermi. E con Mel Gibson alla regia è ancora più facile ricredersi.
Caldamente consigliato, è un film che a mio parere lascia il segno.

frank193  @  13/02/2017 07:52:39
   8 / 10
SPETTACOLARE!!
TUTTO!!

Gruppo COLLABORATORI Mr Black  @  12/02/2017 23:59:56
   7½ / 10
Ok, Gibson fa davvero un buon film. Se l'inizio e l'addestramento sono ricchi di tutti gli stereotipi sui film di guerra, la seconda parte è decisamente più ricca di avvenimenti e avvincente. Ottima idea raccontare la storia di questo eroe americano. Ogni tanto un film di guerra ci vuole, e Gibson riesce a rendersi originale, nonostante tutto. Anche se l'attore lo trovo davvero antipatico, con quella faccia da pesce lesso, è attore di una buona prova, come del resto Vaughn, attore poliedrico, qui in un ruolo serio. Dove c'è Gibson c'è anche Dio e religione, ma quella si deve sopportare. Per lui non esiste avere un eroe ateo!

Wilding  @  12/02/2017 20:11:58
   10 / 10
Meraviglioso. Perfetto. Dietro la macchina da presa Mel Gibson si conferma grandioso.

Elmatty  @  12/02/2017 13:58:03
   8 / 10
Ormai al giorno d'oggi il tema bellico nel mondo del cinema è stato sfruttato a tal punto da apparire saturo, in cui diventare originali diventa assai difficile per non dire impossibile (a meno che non ti chiami Terrence Malick che mi tiri fuori La sottile linea rossa).
Arrivando fino a questo film del quasi scomparso Mel Gibson che ripropone la Seconda Guerra Mondiale con una storia ai più sconosciuta e molto bella.
Innanzitutto questa pellicola segna un ritorno di Gibson ad un cinema vicino a Braveheart, distaccandosi dalle opere eccessivamente e volutamente violente della Passione di Cristo e Apocalypto, per avvicinarsi maggiormente ad una dimensione più umana e più legata ai sentimenti dei personaggi senza che gli elementi del suo cinema siano stati dimenticati.
La Battaglia di Hacksaw Ridge è un gran film di guerra, coinvolgente, estremamente ben fatto e con una ottima, originale e forte storia di base.
Desmond Doss è la reincarnazione della cristianità in cui crede Gibson, della sua estrema fede che più volte ha esibito e dichiarato, il soldato viene spinto dalle sue credenze religiose per porre il suo aiuto ai soldati al fronte.
Il film ci mostra quanto le nostre convinzioni possono avere una grande influenza e come possano risultare potente di fronte alle regole del mondo, Doss non smette mai di crederci ed alla fine farà la differenza.
La sceneggiatura risulta abbastanza ben scritta nonostante alcune battute un po' forzate ed alcuni passaggi un po' frettolosi, specialmente nella prima parte.
Nella seconda il tutto viene saldato da ottime sequenze di battaglie e di una grande morale finale.
Sei nomination agli Oscar però mi sembrano un po' esagerate, tecnicamente è molto buono ma, per fare degli esempi, la fotografia forse è un filo patinata e la colonna sonora in molti stacchi è fin troppo solenne per la semplicità e umiltà che il protagonista esprime.
Tra il cast quello che mi è piaciuto di meno è stato proprio Garfield: non ha affatto recitato male ma in molti punti risulta un po' monoespressivo e non molto coinvolto in altri, Worthington, Vaughn, e Weaving li ho trovato perfetti per i ruoli scelti anche se forse un po' carichi di cliché.
Teresa Palmer azzeccatissima e bellissima.
In un paio di punti mi ha anche commosso:


Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER

Insomma Mel è tornato ed il suo ritorno ha fatto rumore ma questa volta non c'entra la semplice violenza dei suoi ultimi due film prima di questo, qui fa rumore perché la pellicola è ottima, perché ha una luce propria potente, perché dimostra come l'australiano quando gli viene lasciato campo libero può ancora tirare fuori delle cose belle ma belle sul serio.
Straconsigliato.

Mildhouse  @  12/02/2017 12:56:03
   6½ / 10
Sei nomination agli oscar le trovo un pò esagerate : La storia l'ho trovata spesso eccessivamente frammentata, con scene che si susseguivano spasmodicamente l'una dopo l'altra ( specialmente nella prima parte ) . Nella seconda vi é un ottima partenza che lascia però presto spazio alla monotonia e alla progressiva mancanza di originalità.

Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Invia una mail all'autore del commento williamdollace  @  12/02/2017 00:10:06
   8 / 10
La passione di Desmond Doss. Il campo di difesa di Okinawa diventa una superficie di arti e corpi, dove un ragazzo, difende la sua scelta. Mel Gibson riscrive la guerra americana senza fucile, con la bomba a mano della fede, ancora una volta, racconta l'epopea a suo modo, la sua storia, la sua Passione, la croce una barella calata da una scarpata del Golgota di Hacksaw Ridge per un Gesù che stavolta non muore.

Manticora  @  10/02/2017 10:33:00
   8 / 10
Al di là di qualche commento negativo l'ultimo film di Gibson ha dimostrato che il regista americano naturalizzato australiano è tornato. Ovviamente con una storia nelle sue corde, i benpensanti protocritici come al solito storceranno il naso, al SOLITO! In genere iniziano così, la solita storia dell'uomo che porta a compimento imprese impossibili, la solita retorica, la solita storia d'amore e la solita macelleria.
Sinceramente una certa critica un pò BLASE (anche su filmscoop,vedasi il primo commento sul film) sembra preferire Gibson come attore piuttosto che come regista. Io penso che invece con questo suo ultimo film Gibson si sia emendato dall'enfasi drammatica iper-cristologica di The Passion e sia tornato ai fasti di Braveheart, migliorandosi ulteriormente nella narrazione e nella caratterizzazione dei personaggi.
Andrew Garfield stà crescendo, una nomination meritata, ma non vincerà, Teresa Palmer dopo il semi-fiasco di War Bodies usa la sua aria acqua e sapone in maniera efficace, certo spero vivamente che non si faccia intrappolare nei ruoli di bella ragazza innamorata, sarebbe ripetitivo, qui però funziona. Vince Vaughn e Sam Worthinghton sono dei credibili militari inamovibili nei loro principi di guerra, al di là delle battute, che cosa aspettarsi che dica un ufficiale militare nella seconda mondiale? Basta non citare Lincoln (Spielberg docet) e la retorica si annacqua. Anche Hugo Weaving, attore australiano sottovalutatissimo dà una sobria ma efficace interpretazione del padre di Desmond. I principi morali incrollabili del ragazzo fanno riflettere, forse perchè siamo in un epoca in cui principi ed etica sono ormai sepolti da egoismo e prevaricazione?
Questa è la sobria lezione del film, il finale con le testimonianze dei sopravvissuti,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
Sono l'epilogo per un film che non si rimpiange. Girato interamente in Australia con soli 11 minuti di guerra, anche se poi il tutto si dilata nelle azioni accessorie e ovviamente nella messa in scena bellica che Gibson dà il meglio di sè. Citando a più riprese il maestro John Woo Gibson ha modo di offrire uno spaccato della battaglia di Okinawa una delle più lunghe e sanguinose della guerra. Con un approccio sintetico, ma senza dilungarsi, riesce a dare il senso dell'orrore, della morte e anche alla fine della speranza, di ciò che può fare un uomo disarmato, salvando vite invece di toglierle, il tutto nel sangue, nella sporcizia e nell'azione bellica senza strafare, ed è molto, molto più di quello che la critica può capire.
" i veri eroi sono sepolti quà sotto."

john doe83  @  09/02/2017 23:33:52
   8 / 10
Gibson confeziona un film bellico di pregevole fattura. Storia (vera) veramente toccante e coinvolgente, condita con molta crudezza (che in un war movie ci sta.)

venetoplus  @  09/02/2017 21:58:58
   7½ / 10
Bello! Mel furbescamente gioca facile nella prima parte del film (strutturalmente uguale a F.M.Jacket ma non con la stessa ferocia di Kubrick durante l'addestramento ma con maggior "ferocia visiva" quando i nostri vanno al fronte), cliche' gia' visti e ampiamente prevedibili

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER
ma non annoia affatto grazie soprattutto alla buona prova di "Spiderman". Nel secondo una, per gli amanti del genere, sontuosa battaglia come non si vedeva dallo sbarco del soldato Ryan. Due ore avvincenti

fabiob  @  08/02/2017 22:26:58
   10 / 10
Assolutamente da non perdere

Invia una mail all'autore del commento DarthCloud23  @  08/02/2017 21:38:57
   7 / 10
Più che buono ma a mio avviso non da Oscar (come miglior film). Bella la storia e discreti gli attori, buona anche la regia. Si poteva fare di più nella sceneggiatura ma comunque film riuscito.

Invia una mail all'autore del commento kampai  @  07/02/2017 08:40:19
   7 / 10
il film viene penalizzato da una prima parte un po piatta anche se serve per capire il personaggio, dopo il quasi omicidio del fratello e le retoriche patriottiche religiose famigliari, a cui darei 5 1/2, poi il film prende forza dallo sbarco a okinawa, spettacolare e tipicamente gibsoniano ( mi sa che gli avanzava qualche litro di sangue dal precedente film), con parti anatomiche che volano. bella storia, poi ultimamente va di moda aaggiungere a fine film i veri protagonisti. gibson il suo mestiere lo sa fare molto bene e qualche scena è magnifica. si puo vedere ma per stomaci forti.

Invia una mail all'autore del commento luca986  @  06/02/2017 23:17:15
   7½ / 10
Tutto già visto, tranne alcune memorabili scene di guerra: un pacchetto collaudato che funziona.

gantz88  @  04/02/2017 15:15:53
   6½ / 10
tipica sceneggiatura alla americana, buona la regia, ma tutto sa di già visto

FABRIT  @  03/02/2017 19:02:53
   8½ / 10
Grande film. La seconda parte, con la sanguinosa battaglia, magistrale! Andrew Garfield davvero bravo, dopo Silence di Scorsese un'altra prova superata a pieni voti. Da vedere assolutamente

Larry Filmaiolo  @  03/02/2017 15:05:10
   7 / 10
visto in cina dove ha avuto il suo bel successo (capitali cinesi in produzione e descrizione non esattamente positiva degli odiati jappo).
chi passa la prima parte, consueta preparazione all'azione densa di sdolcinature e con una recitazione falsissima da parte di garfield, compreso il solito addestramento, verrà ripagato con una seconda parte devastante, la battaglia funziona e anche molto bene. il grande mel non ci risparmia le solite boiate giappo cattivi dio aiutami a salvarli ecc ecc, ma come giocattolone brutale spara spara viscere ovunque e ammazzamenti sorpresa, h. ridge ci esplode in faccia. bella.

Hyspaniko9  @  03/02/2017 14:45:11
   8½ / 10
Bellissimo film, ennesimo gioiellino di Mel Gibson non ai livelli di Braveheart ma comunque molto bello. La seconda parte di questo film è di una ****ta unica ( il modo in cui registicamente sono realizzate le scene di guerra è colossale, raramente si vede un film di guerra talmente crudo sviluppato così egregiamente ). Mi chiedo come possa qualcuno dare 5 e mezzo a questo film, vabbè...

2 risposte al commento
Ultima risposta 10/02/2017 12.44.49
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  21/09/2016 01:40:27
   5½ / 10
Un decoroso film bellico, se vogliamo vederlo da questo punto di vista. Truculento, fin troppo, ma ampiamente spettacolare, anche se Mel Gibson cita Spielberg ma fa rimpiangere Eastwood e Kubrick. Un film che pero' parla di un Pacifista (beh...) con una retorica sciovinista, un atteggiamento reazionario, un'ambiguita' ideologica che darebbe problemi anche al vecchio John Wayne...nella prima parte, l'unico personaggio credibile e' il padre di Desmond, che poi e' lo stesso a rendersi ridicolo nella scena del processo, uno dei momenti peggiori del film...il ragazzo non ha usato armi?! Beh ha salvato un sacco di vite e merita di essere un Eroe Americano alla stregua di Audie Murphy (chi!?). Lo sciroppo sentimentale con la bella che l'attendibilità dal fronte si poteva risparmiare, mentre il Car con le angherie al soldatino "diverso" sembra una copia sbiadita di "Full Metal Jacket". Diciamo che i fiori d'arancio e le botte in caserma servono entrambe per la terza parte, la piu' ambigua ma anche la piu' spettacolare dal punto di vista visivo, e certo non e' un film contro la Guerra ma un Caso di Coscienza. Tra frasi stra sentite tipo "non odia te odia se stesso" o "ti portiamo via da qui, figliolo" Il film strasborda nei toni nella violenza nel suo viscerale razzismo, nonostante Doss si porti sempre la Bibbia appresso. Ma, diciamo, vanta qualche sequenza registica efficace, tra corpi macellati e il fumo della polvere da sparo. Doss non avra' Licenza di uccidere Gibson - dopo l'iconoclasta e magnifico "Apocalyto" si. Tra Capolavoro e Indecenza tagliamo a meta'

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico


950759 commenti su 36531 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net