l'amore a vent'anni regia di Shintarô Ishihara, Marcel Ophüls, Renzo Rossellini, Francois Truffaut, Andrzej Wajda Francia, Italia, Giappone, Germania, Polonia 1962
al cinemain tvanteprimearchivioserie tvblogtrailerclassifichespecialiregistiattorirecensioniforumfeedmy
Skin Filmscoop in bianco Filmscoop nostalgia
HAL9000 novità NEWS 
Ricerca veloce:       ricerca avanzatabeta

l'amore a vent'anni (1962)

Commenti e Risposte sul film Invita un amico a vedere il film Discutine sul forum Errori in questa scheda? Segnalaceli!

Seleziona un'opzione

locandina del film L'AMORE A VENT'ANNI

Titolo Originale: L'AMOUR À VINGT'ANS

RegiaShintarô Ishihara, Marcel Ophüls, Renzo Rossellini, Francois Truffaut, Andrzej Wajda

InterpretiZbigniew Cybulski, Barbara Lass, Marie-France Pisier, Jean-Pierre Léaud

Durata: h 1.58
NazionalitàFrancia, Italia, Giappone, Germania, Polonia 1962
Generecommedia
Al cinema nell'Aprile 1962

•  Altri film di Shintarô Ishihara
•  Altri film di Marcel Ophüls
•  Altri film di Renzo Rossellini
•  Altri film di Francois Truffaut
•  Altri film di Andrzej Wajda

Trama del film L'amore a vent'anni

Cinque città, Roma, Parigi, Monaco di Baviera, Varsavia, Tokio, per cinque episodi diretti da cinque registi per sviscerare l'amore dei ventenni vissuto da una parte e dell'altra del mondo.

Sei un blogger? Copia la scheda del film Sei un blogger? Copia la scheda del film

Voto Visitatori:   5,63 / 10 (4 voti)5,63Grafico
vota e commenta il film       invita un amico
Cerca il commento di: Azzera ricerca


Voti e commenti su L'amore a vent'anni, 4 opinioni inserite

caratteri piccoli caratteri medi caratteri grandi
  Pagina di 1  

Gruppo COLLABORATORI Terry Malloy  @  11/09/2011 19:03:15
   6 / 10
TRUFFAUT (voto: 7,5) - Secondo episodio della saga di Antoine Doinel, ampiamente ripreso nel finale "L'amore fugge", degno seppur piccolo nel descrivere la lenta fuoriuscita del suo meraviglioso protagonista dal disagio dell'infanzia, nel delineare i suoi primi passi nella vita adulta (come specifica la voce fuori campo iniziale) e ovviamente in quella che sarà l'Arte, la Realizzazione di Antoine: l'amore. Eccoci di fronte a Colette, personaggio che si può con facilità sottovalutare rispetto ad altre muse dei più consistenti episodi successivi. Tuttavia Colette rappresenta una fase particolarissima della vita di Antoine, ancora piuttosto serioso e inquieto, sofferente. Quest'episodio infatti, per quanto presago del festoso clima di "Baci Rubati", ancora risente del suo scomodissimo precedente, ovvero I 400 Colpi, soprattutto nelle atmosfere povere e spoglie di una Parigi non ancora accogliente per il nostro protagonista. Tuttavia sicuramente l'episodio più leggero e scorrevole, anche se gli preferisco quello di
WAJDA (voto: 8) - Bellissimo e profondo. Wajda racconta l'Amore secondo una prospettiva storica. Non conosco questo regista, ma so che si è a lungo preoccupato di raccontare i fatti della sua Polonia (si veda il recente Kathyn) e qui non perde occasione. L'interesse del corto sta nel saper trasmettere con grande efficacia il disagio di un soldato non più tale che fatica a vivere la bellezza di un amore spensierato con una fresca e innocente ventenne, che ovviamente non conosce le atrocità della guerra appena passata. Geniale l'espediente con cui instaura il parallelismo tra la mosca cieca e la mancata fucilazione. Gli attori sono ottimi, soprattutto quello che interpreta il ragazzo fotografo. Wajda guarda pessimisticamente al reale storico ("c'è carenza di eroi in quest'era atomica"), e non sembra troppo partecipare della ignara festosità con cui i ragazzi alla fine celebrano la loro immemore passione.
ROSSELLINI (voto: 3) - Insulso, banale, scontato, insensato prodotto nostrano, per fortuna l'unico del figlio del grande Roberto, il quale, se ben si è comportato da produttore, come regista è davvero pessimo. La storia e le immagini risentono chiaramente del fascino visionario che due anni prima aveva sconvolto il cinema mondiale con l'uscita de La Dolce Vita di Fellini. Ma questo è sicuramente il corto più inutile mai girato, con attori pessimi e una sceneggiatura scritta malissimo. Purtroppo rovina tutto il film.
ISHIHARA (voto: 4,5) - Non senso. Vorrebbe sviluppare un motivo topico della letteratura d'amore,

Nascondi/Visualizza lo SPOILER SPOILER, ma non ci riesce. Infatti l'episodio è noioso, lento e incomprensibile. Praticamente è girato tutto di notte e questo non aiuta la comprensibilità della vicenda. Pochi dialoghi messi a caso. Peccato, perchè le premesse c'erano eccome.
OPHULS (voto: 7) - Buonissimo episodio, anche se piuttosto insipido. Si poteva tentare di più. Nulla di che salvo il pregio di alleggerire la visione di un film che doveva parlar d'amore a vent'anni, non dei problemi della vita. Quello del giovane Marcel, grande figlio d'arte, è un episodio che si concentra maggiormente sull'aspetto sociale ed educativo dell'amore. Bellissima la protagonista, insopportabile il ragazzo.

Complessivamente 6. Da notare la fotografia di Cartier-Bresson e le ottime musiche. Desolante il sonoro, inutile l'espediente delle foto agli innamorati. Ottimo invece quello di cambiare lingua al motivetto dominante. Con tutti sti nomi in ballo si poteva fare decisamente di più.

4 risposte al commento
Ultima risposta 12/09/2011 17.12.43
Visualizza / Rispondi al commento
Gruppo COLLABORATORI JUNIOR Freddy Krueger  @  09/05/2011 11:49:14
   5 / 10
Adesso che li ho appena compiuti voglio addentrarmi appieno nel Cinema che tratta dei ventenni. ;-)
Purtroppo però con questi cortometraggi non ho trovato per niente quello che cercavo. L'unico degno di nota è quello di Truffaut, nel quale ritroviamo il suo beniamino Antoine Doinel. Questo corto ha una solida struttura che in mezz'oretta racconta una storia realistica al 100%. Non scade in facili sentimentalismi, coinvolge per la spontaneità e plaudo il fatto di aver costruito una trama che più vera non si può (chi dice che l'amore dei ventenni deve per forza essere felice?).
Gli altri comunque sono stati alquanto scadenti: quello di Wajda va completamente fuori tema e non riesco a capire cosa diavolo voleva dire il regista polacco (ma aveva capito qual era il titolo?); Rossellini ha fatto un corto completamente nullo, senza senso e senza alcuno spunto; il corto del giapponese Ishihara inizia bene ma poi prende una piega per niente credibile; mentre l'ultimo di Ophüls è stranoioso. Solo per una cosa sono grato a questi registi: per fortuna hanno voluto evitare di fare dei corti sdolcinati parlando invece di problematiche.

Gruppo COLLABORATORI SENIOR Invia una mail all'autore del commento kowalsky  @  30/11/2009 00:04:20
   6½ / 10
Gli episodi migliori sono gli ultimi due, evidentemente. Più che Truffaut, sempre più (troppo?) innamorato del suo Antoine Doinel, cito l'episodio di Wajda. Penso che ben pochi si ricordino che il regista polacco è stato anche un grande autore di amori giovanili, all'inizio della sua carriera.

1 risposta al commento
Ultima risposta 10/09/2011 22.10.35
Visualizza / Rispondi al commento
benzo24  @  26/09/2007 19:37:48
   5 / 10
film discontinua, non tutti gli episodi sono all'altezza della fama dei registi, il migliore è quello di truffaut, il più originale e profondo è quello di ishilara, interessante ma poco originale quello di wajda, banale e superficiale quello di ophulus e orribile quello di rossellini che fa precipitarer la media dell'intera operazione.

  Pagina di 1  

vota e commenta il film       invita un amico

In programmazione

Ordine elenco: Data   Media voti   Commenti   Alfabetico

18 regali1917a quiet place iia riveder le stelleadoration (2019)alice e il sindacoalla mia piccola samaandrej tarkovskij. il cinema come preghierabad boys for lifebirds of prey e la fantasmagorica rinascita di harley quinnbombshell - la voce dello scandaloboterobunuel - nel labirinto delle tartarughecaterinacats (2019)cattive acquecena con delitto - knives outcercando valentina - il mondo di guido crepaxche fine ha fatto bernadette?city of crimecolor out of spacecriminali come noidiamanti grezzidio e' donna e si chiama petrunyadolittledoll housedoppio sospetto
 NEW
easy living - la vita facile
 NEW
era mio figliofabrizio de andre' & pfm - il concerto ritrovatofantasy islandfigli (2020)gli anni piu' belligood boys - quei cattivi ragazzigrandi bugie tra amicigretel e hanselhammametherzog incontra gorbaciovil diritto di opporsiil drago di romagnail ladro di giorniil lago delle oche selvatiche
 NEW
il meglio deve ancora venireil mistero henri pickil primo nataleil richiamo della foresta (2020)il terzo omicidioimpressionisti segretiin the trap - nella trappolajojo rabbitjudy (2019)jumanji - the next leveljust charlie - diventa chi seila dea fortunala gomera - l'isola dei fischila mia banda suona il popla partita (2020)la ragazza d'autunnol'agnellol'apprendistatolast christmasleonardo. le operel'hotel degli amori smarritil'immortale (2019)l'inganno perfettolontano lontanolourdes (2019)lunar cityl'uomo invisibile (2020)marco polo - un anno tra i banchi di scuolamarianne e leonard. parole d'amoremarie curieme contro te: il film - la vendetta del signor s
 HOT R
memorie di un assassinonancynon si scherza col fuocoodio l'estatepicciridda - con i piedi nella sabbiapiccole donne (2019)pinocchio (2019)playmobil: the moviepromarequeen & slimrichard jewellritratto della giovane in fiammescherza con i fantischool of the damnedshow me the picture: the story of jim marshallsola al mio matrimoniosonic - il filmsono innamorato di pippa baccasorry we missed youspie sotto coperturastar wars - l'ascesa di skywalkersulle ali dell'avventuratappo - cucciolo in un mare di guaithe boy - la maledizione di brahmsthe farewell - una bugia buonathe grudge (2020)the lodge
 NEW
the new mutants
 NEW
the other lambthey shall not grow old
 HOT
tolo tolouna storia d’arteunderwatervilletta con ospitivolevo nascondermi

1001270 commenti su 43095 film
Feed RSS film in programmazione

Ultimo film commentato

Ultimo post blog

Speciali

Speciale SHOKUZAISpeciale SHOKUZAI
A cura di The Gaunt

Ultime recensioni inserite

Ultima biografia inserita

Casualmente dall'archivio

Novità e Recensioni

Iscriviti alla newsletter di Filmscoop.it per essere sempre aggiornarto su nuove uscite, novità, classifiche direttamente nella tua email!

Novità e recensioni
 

Site powered by www.webngo.net